Office 12 sposerà i 64 bit

Microsoft ha confermato che il successore di Office 2003 verrà rilasciato anche nella versione a 64 bit. Nel frattempo il colosso sta migrando verso i 64 bit buona parte dei propri server interni
Microsoft ha confermato che il successore di Office 2003 verrà rilasciato anche nella versione a 64 bit. Nel frattempo il colosso sta migrando verso i 64 bit buona parte dei propri server interni


Redmond (USA) – Tra i primi prodotti desktop di Microsoft che sfrutteranno l’architettura a 64 bit di Windows XP/2003 x64 vi sarà Office 12 , la suite per l’ufficio che il prossimo anno prenderà il posto di Office 2003.

La suite dovrebbe uscire dapprima nella tradizionale versione a 32 bit e, verso la fine dell’anno, nella versione ottimizzata per i processori x86 a 64 bit di Intel e AMD.

Erik Ryan, product manager di Microsoft Office SharePoint, ha inoltre rivelato che il big di Redmond ha in progetto lo sviluppo di versioni a 64 bit di Windows SharePoint Services e di SharePoint Portal Server. Il manager ha aggiunto che “mano a mano che il computing a 64 bit diverrà pervasivo, il nostro team vaglierà l’opportunità di migrare verso tale tecnologia anche altre piattaforme e prodotti desktop”.

Brian Marr, senior product manager di Windows XP Professional X64 Edition, ha tuttavia detto che i 64 bit portano reali vantaggi solo nelle applicazioni che richiedono grandi quantità di memoria o utilizzano un elevato numero di thread elaborativi. “Office è un esempio di applicazione che non appartiene a tale categoria”, ha spiegato Marr. “Le persone in genere non maneggiano documenti PowerPoint da 2 GB né aprono contemporaneamente 100.000 e-mail”.

Nonostante questo, alcuni esperti sostengono che l’architettura a 64 bit potrebbe portare notevoli incrementi di performance nei fogli di calcolo più complessi, come quelli contenenti molte tabelle pivot.

Nelle versioni x64 di Windows non tutti i programmi sono stati convertiti a 64 bit: tra quelli rimasti a 32 bit vi sono ad esempio Outlook Express e Windows Media Player. Internet Explorer è presente in entrambe le versioni, questo perché la release a 64 bit non è più compatibile con i controlli ActiveX a 32 bit.

Tra le applicazioni di terze parti incompatibili con Windows XP Professional x64 Edition sono stati segnalati dagli utenti alcuni noti antivirus, tra cui quelli di Norton e McAfee: ciò costituisce un problema non secondario per chi oggi sceglie i 64 bit di Microsoft.

Microsoft ha detto di aver già migrato molti dei propri server interni verso la sua giovane piattaforma a 64 bit, in particolare quelli su cui gira il sito Microsoft.com e i servizi MSN Search e MSN Messenger.

Danny Beck, Microsoft Windows client senior product marketing manager, ha affermato che le performance dei server su cui gira il servizio di instant messaging di MSN sono incrementate di 10 volte dopo il passaggio ai 64 bit: attualmente il network di Messenger gestisce il traffico di circa 70 milioni di utenti.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

01 05 2005
Link copiato negli appunti