Office 12 sposerà i 64 bit

Microsoft ha confermato che il successore di Office 2003 verrà rilasciato anche nella versione a 64 bit. Nel frattempo il colosso sta migrando verso i 64 bit buona parte dei propri server interni


Redmond (USA) – Tra i primi prodotti desktop di Microsoft che sfrutteranno l’architettura a 64 bit di Windows XP/2003 x64 vi sarà Office 12 , la suite per l’ufficio che il prossimo anno prenderà il posto di Office 2003.

La suite dovrebbe uscire dapprima nella tradizionale versione a 32 bit e, verso la fine dell’anno, nella versione ottimizzata per i processori x86 a 64 bit di Intel e AMD.

Erik Ryan, product manager di Microsoft Office SharePoint, ha inoltre rivelato che il big di Redmond ha in progetto lo sviluppo di versioni a 64 bit di Windows SharePoint Services e di SharePoint Portal Server. Il manager ha aggiunto che “mano a mano che il computing a 64 bit diverrà pervasivo, il nostro team vaglierà l’opportunità di migrare verso tale tecnologia anche altre piattaforme e prodotti desktop”.

Brian Marr, senior product manager di Windows XP Professional X64 Edition, ha tuttavia detto che i 64 bit portano reali vantaggi solo nelle applicazioni che richiedono grandi quantità di memoria o utilizzano un elevato numero di thread elaborativi. “Office è un esempio di applicazione che non appartiene a tale categoria”, ha spiegato Marr. “Le persone in genere non maneggiano documenti PowerPoint da 2 GB né aprono contemporaneamente 100.000 e-mail”.

Nonostante questo, alcuni esperti sostengono che l’architettura a 64 bit potrebbe portare notevoli incrementi di performance nei fogli di calcolo più complessi, come quelli contenenti molte tabelle pivot.

Nelle versioni x64 di Windows non tutti i programmi sono stati convertiti a 64 bit: tra quelli rimasti a 32 bit vi sono ad esempio Outlook Express e Windows Media Player. Internet Explorer è presente in entrambe le versioni, questo perché la release a 64 bit non è più compatibile con i controlli ActiveX a 32 bit.

Tra le applicazioni di terze parti incompatibili con Windows XP Professional x64 Edition sono stati segnalati dagli utenti alcuni noti antivirus, tra cui quelli di Norton e McAfee: ciò costituisce un problema non secondario per chi oggi sceglie i 64 bit di Microsoft.

Microsoft ha detto di aver già migrato molti dei propri server interni verso la sua giovane piattaforma a 64 bit, in particolare quelli su cui gira il sito Microsoft.com e i servizi MSN Search e MSN Messenger.

Danny Beck, Microsoft Windows client senior product marketing manager, ha affermato che le performance dei server su cui gira il servizio di instant messaging di MSN sono incrementate di 10 volte dopo il passaggio ai 64 bit: attualmente il network di Messenger gestisce il traffico di circa 70 milioni di utenti.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • jokanaan scrive:
    siete così vecchi e tristi e grigi
    punto uno: il "pastore tedesco" è proprio bruttopunto due: farci su dei fotomontaggi della fattispecie citata in articolo è indubbiamente infantilepunto tre: deve esistere o meno un reato di infantilità? perché altrimenti io mi dichiaro reo.ah ma tutti a deprecare e a dire "che stupidaggine" di qua e di là, poi il teorico della fantastoria a domandarsi se quelli di indymedia avrebbero scelto tra la gioventù hitleriana o la fucilazione, l'altro esperto in arti grafiche che commenta la realizzazione dell'artwork e relative pecche, il fantapolitico che deduce che ad indymedia ci sono solo Kommunnisti coi soldi di papà e in fondo in fondo ci gode.E l'anticlericale che non fa che citare l'uaar, e il clericale che gli si rizzano i capelli, e il leghista (c'è ne è sempre uno fra le gonadi) che improvvisa improbabili teatrini fallaciani domandando "e se si fosse fatto ad un imam?" e rattristandosi qualora l'anticlericale gli risponde giustamente "se ne futtevano altamente qui in italia"MA PUPPATE TUTTI!Ma non vedete che quel fotomontaggio, come tanti altri fatti al papa (e anche ad altri eminentissimi rappresentanti di spicco della dirighenzia mondiale ) non ha alcuna valenza politica-religiosa-propagandistica o qualsiasi altra cosa?è un fotomontaggio fatto ad un papa proprio brutto e arcigno! E Hitler si candida bene a simboleggiare l'essenza dell'arcignità... io credo tutto ciò non abbia importanza maggiore delle svastiche che si disegnano intorno alle prof. acide e frustrate. E' infantile? E chissenefrega!
    • Anonimo scrive:
      Re: siete così vecchi e tristi e grigi
      Il Papa invece di adire le vie legali dovrebbe adire le vie del Signore... insomma un bell'anatema e il cattivaccio autore viene strafulminato da Dio onnipotente!!! :-)Curiosamente è sempre l'uomo che si preoccupa di fare giustizia PER CONTO di Dio... (in oriente come in occidente) Ma insomma, questo Dio onnipotente ha proprio bisogno di qualcuno che lo aiuti?MISTERO DELLA FEDE
    • Anonimo scrive:
      Re: siete così comunist e tristi e grigi

      punto uno: il "pastore tedesco" ha fatto parte della gioventù hitleriana.Ed è stato fustigato dai cattivioni di indimedia che glielo hanno subito rinfacciato.Dario Fo negli stessi anni era repubblichino, ma quando ha vinto il Nobel corca**o che qualcuno di quei "LIBERI" informatori ha pensato di ironizzarci su fotomontandolo nell'uniforme di allora.Che ogni Dio di ogni credente tollerante ed intollerante ed anche quelli dei non credenti ci salvino da una simile LIBERTA' di informazione, di satira, di parola!
      • Anonimo scrive:
        Re: siete così comunist e tristi e grigi
        non parliamo della jena del manifesto e dell'attacco subito quando ha detto che ai tagliatori di teste preferiva gli yankiee e al linciaggio morale che gli hanno fatto...Qualcuno interpreta la libertà di pensiero a modo suo...Tipico dei fanatici, convinti di avere la verità in tasca e conseguentemente tutti gli altri sono in torto.
      • Anonimo scrive:
        Re: siete così comunist e tristi e grigi
        - Scritto da: Anonimo
        quando ha vinto il Nobel corca**o che qualcuno di
        quei "LIBERI" informatori ha pensato di
        ironizzarci su fotomontandolo nell'uniforme di
        allora.E' stato mostrato molte volte su giornali e tv con l'uniforme da repubblichino. Comunque le critiche a Ratzinger non derivano da quel che fece da ragazzo, ma da quel che ha fatto come capo della Congregazione della Dottrina della Fede.T'è chiar stu fatt??
        • Anonimo scrive:
          Re: siete così comunist e tristi e grigi

          E' stato mostrato molte volte su giornali e tv
          con l'uniforme da repubblichino. certo, certo, in piccole occasioni, ma quando ha vinto il Nobel Indymedia si è ben guardata dal fargli uno sberleffo simile
          Comunque le
          critiche a Ratzinger non derivano da quel che
          fece da ragazzo, ma da quel che ha fatto come
          capo della Congregazione della Dottrina della
          Fede.
          T'è chiar stu fatt??No, 1) in quel contesto era uno dei più moderati 2) negli ultimi 5 anni di fatto ha determinato le politiche della chiesa cattolica quindi non c'è nessuno strappo da temere rispetto
          • Anonimo scrive:
            Re: siete così comunist e tristi e grigi
            - Scritto da: Anonimo

            E' stato mostrato molte volte su giornali e tv

            con l'uniforme da repubblichino.
            certo, certo, in piccole occasioni, ma quando ha
            vinto il Nobel Indymedia si è ben guardata dal
            fargli uno sberleffo simileCosa c'entra Indymedia? Il fotomontaggio del papa lo ha fatto un utente che poteva essere di destra, di sinistra o apolitico.

            Comunque le

            critiche a Ratzinger non derivano da quel che

            fece da ragazzo, ma da quel che ha fatto come

            capo della Congregazione della Dottrina della

            Fede.

            T'è chiar stu fatt??
            No, 1) in quel contesto era uno dei più moderatiAllora vai su www.arcigaymilano.org e vatti a leggere tutte le assurde dichiarazioni omofobe di Ratzinger, si vede che sei poco informato.
            2) negli ultimi 5 anni di fatto ha determinato le
            politiche della chiesa cattolica quindi non c'è
            nessuno strappo da temere rispettoMa che vai farneticando?
      • jokanaan scrive:
        Re: siete così comunist e tristi e grigi
        - Scritto da: Anonimo

        punto uno: il "pastore tedesco"
        ha fatto parte della gioventù hitleriana.
        Ed è stato fustigato dai cattivioni di indimedia
        che glielo hanno subito rinfacciato.
        Dario Fo negli stessi anni era repubblichino, ma
        quando ha vinto il Nobel corca**o che qualcuno di
        quei "LIBERI" informatori ha pensato di
        ironizzarci su fotomontandolo nell'uniforme di
        allora.
        Che ogni Dio di ogni credente tollerante ed
        intollerante ed anche quelli dei non credenti ci
        salvino da una simile LIBERTA' di informazione,
        di satira, di parola!se non ti piàce tiziocaio o vuoi semplicemente sfòtterlo per farti qualche risata, installa photoshop-craccato o gimp e pubblica il fotomontaggio che vuoi, qual'é il problema?
  • Anonimo scrive:
    OTTO PER MILLE: PER CHI FIRMARE
    http://www.anticlericale.net/modules.php?name=News&file=article&sid=263&mode=&order=0&thold=0
  • Anonimo scrive:
    Basta con la politica su PI!
    Chissà perché Mantellini muove sempre le sue critiche quando vengono toccati organi d'informazione che stanno sempre da una parte politica ben precisa.Ormai le abbiamo capite le sue simpatie politiche.Credo che PI stia perdendo la propria credibilità continuando a pubblicare certi articoletti portatori di messaggi subdoli che fanno trapelare una ben precisa simpatia politica.
    • Anonimo scrive:
      Re: Basta con la politica su PI!
      Sorry non sono proprio d'accordo, se vuoi mettere la testa sotto la sabbia accomodati. Io preferisco sapere discutere e parlare, quindi mi leggo pi e mi leggo anche mantellini, con cui sono spesso in disaccordo.
  • Anonimo scrive:
    come mai??
    sulla pagina di wikipedia in italiano non c`e` traccia del fatto che sia stato nella gioventu` hitleriana?hanno censurato anche wikipedia?questo papa e` il degno rappresentante dei cattolici moderni.la verita` fa male eh? pappa boys.
  • Anonimo scrive:
    Propongo una soluzione
    Quelli del sito Dagospia chiedono perdono ed il magistrato, che evidentemente è cattolico, li perdona, come da Vangelo. Come il magistrato, così i cattolici di questo forum e d'Italia.Semplice, no?
  • Anonimo scrive:
    Oscurato Dagospia
    Intanto, a quanto pare, stamattina e' stato oscurato dagospia....non ho parole.
  • Anonimo scrive:
    bene
    Secondo me insultare la stupida (stupida poi non direi, visto che tiene in piedi un enorme impero sia economico sia politico) religione, e il papa (anche se in questo caso non è un insulto, ma la verità) è BENE. A priori. In qualsiasi caso.__pp
  • ramas_rtl scrive:
    Effetto opposto
    Se la Procura di Roma non avesse chiesto il sequestro, non ci sarebbe stata questa notizia su PI e io come molti altri non avremmo visto il fotomontaggio "incriminato".Lo scopo della procura è quello di limitarne la diffusione...non facevano meglio a starsene zitti? (newbie)
  • Anonimo scrive:
    Il Papa è un personaggio pubblico
    Quindi è ovvio che è soggetto a molti più dibattiti di un privato cittadino. E' anche possibile che si faccia della satira su di lui, cosa legittimata dalla sua funzione di personaggio pubblico. Le foto menzionate nell'articolo sono decisamente semplice satira e quindi non capisco come la Procura di Roma possa anche solo minimanente pensare al vilipendio. Se la satira, o offese che dir si voglia, fossero rivolte ad un privato cittadino la questione sarebbe ben diversa e sarebbe giusto tentare di oscurare il più possibile il materiale offensivo o satirico. In quel caso comunque bisognerebbe agire sui motori di ricerca (obbligarli ad oscurare i link a quel materiale) piuttosto che sulle eventuali decine di siti che contengono il materiale.Se facciamo passare come lecito che non si può più nemmeno fare satira su un personaggio pubblico allora dire frasi del tipo "Ciampi è uno s*****o" sarà illegale e mi farò dieci anni di galera, in stile cinese insomma.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il Papa è un personaggio pubblico
      - Scritto da: Anonimo
      Se facciamo passare come lecito che non si può
      più nemmeno fare satira su un personaggio
      pubblico allora dire frasi del tipo "Ciampi è uno
      s*****o" sarà illegale e mi farò dieci anni di
      galera, in stile cinese insomma.Art. 278 Offesa all'onore o al prestigio del Presidente della Repubblica Chiunque offende l'onore o il prestigio del Presidente della Repubblica e' punito con la reclusione da uno a cinque anni.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il Papa è un personaggio pubblico
        anche nel caso in cui il presidente della repubblica non ha effettivamente onore (e quindi non c'e' nulla da offendere)?
        • Anonimo scrive:
          Re: Il Papa è un personaggio pubblico
          - Scritto da: Anonimo
          anche nel caso in cui il presidente della
          repubblica non ha effettivamente onore (e quindi
          non c'e' nulla da offendere)?Per il codice penale non conta nulla, in quanto per definizione è un simbolo dello stato italiano, come la bandiera.
  • Anonimo scrive:
    Razzismo?
    Perchè se qualcuno avesse disegnato o fotomontato un eventuale Papa Milingo con la sveglia al collo che si mangia l'esploratore bianco nel pentolone tutti avrebbero gridato al razzismo ed invece una caricatura di Papa Ratzingher che attinge a piene mani dai luoghi comuni e dal razzismo anti-germanico non fa scattare nessun campanello di allarme razzismo?
    • Anonimo scrive:
      Re: Razzismo?
      Prova andare su www.4chan.org, nella sezione random: un mondo in cui tutti i tedeschi sono nazisti, tutti gli omosessuali hanno l'aids, tutti i neri rubano e via così.Fortunatamente nella maggior parte dei casi si tratta di ironia stereotipata, ma rende abbastanza l'idea di quanto vario sia il razzismo.
  • Anonimo scrive:
    viviamo in una teocrazia
    solo in Italia e in qualche paese islamico si verifica una così stretta relazione fra le leggi dello stato laico e la morale religiosa. Lo spazio mediatico a spese dei contribuenti concesso ad un capo di stato straniero che che la massima naturalezza esterna indicazioni di voto ai cittadini italiani è inaudito.Con le ultime vicende abbiamo assistito ad un vero e proprio ritorno al medioevo con folle di fanatici in preda all'esaltazione mistica (che a me sembrava del tutto simile al tifo da stadio) e una poco professionale corte di giornalisti totalmente acritici impegnati nel legittimare colui che se si autoproclama nientemeno che rappresentante di Dio in terra.Credo che un piccolo contributo per non assistere impotenti a tutto ciò sia quello di dare spazio ad iniziative che cercano di restituire all'italia il patrimonio della cultura laica come ad esempio:http://www.uaar.it /http://www.anticlericale.net /Chi ne conosce altre, purchè serie, e la pensa come me, dovrebbe pubblicizzarle come ho fatto io
  • Anonimo scrive:
    Foto Papa
    Scusate ma parlate di un sito che viene chiuso poichè mostra un fotomontaggio della foto del Papa vestito da nazista e nell'articolo mettete un link alla foto?Mi sembra un controsenso...
    • Anonimo scrive:
      Re: Foto Papa
      - Scritto da: Anonimo
      Scusate ma parlate di un sito che viene chiuso
      poichè mostra un fotomontaggio della foto del
      Papa vestito da nazista e nell'articolo mettete
      un link alla foto?

      Mi sembra un controsenso...Hai letto l'articolo? Dov'e' il controsenso?
  • Anonimo scrive:
    Ha molto senso !
    basta con Indymedia e questa gente senza nessun valore !Se fossimo in Iran li avrebbero già fatti secchi
  • Anonimo scrive:
    viviamo in una teocrazia?
    solo in Italia e in qualche paese islamico si verifica una così stretta relazione fra le leggi dello stato laico e la morale religiosa. Lo spazio mediatico a spese dei contribuenti concesso ad un capo di stato straniero che che la massima naturalezza esterna indicazioni di voto ai cittadini italiani è inaudito.Con le ultime vicende abbiamo assistito ad un vero e proprio ritorno al medioevo con folle di fanatici in preda all'esaltazione mistica (che a me sembrava del tutto simile al tifo da stadio) e una poco professionale corte di giornalisti totalmente acritici impegnati nel legittimare colui che se si autoproclama nientemeno che rappresentante di Dio in terra.Credo che un piccolo contributo per non assistere impotenti a tutto ciò sia quello di dare spazio ad iniziative che cercano di restituire all'italia il patrimonio della cultura laica come ad esempio:http://www.uaar.it/http://www.anticlericale.net/Chi ne conosce altre, purchè serie, e la pensa come me, dovrebbe pubblicizzarle come ho fatto io
    • Anonimo scrive:
      Re: viviamo in una teocrazia?
      http://www.anticlericale.net/modules.php?name=News&file=article&sid=263&mode=&order=0&thold=0
    • Anonimo scrive:
      Re: viviamo in una teocrazia?
      Purtroppo spesso non si tratta di cultura laica, ma Religione atea sempre pronta a denigrare le altre religioni, pronta a ricordare le Crociate, ma lentina a ricordare eventi come quelli successi in Vandea.Questa è una teocrazia solo in apparenza: aborto, convivenza, divorzio sono cose normali e in costante aumento.
      • Anonimo scrive:
        Re: viviamo in una teocrazia?
        fammi capire, perche' _oggettivamente_ la convivenza dovrebbe non essere una cosa normale? due persone che si vogliono bene e decidono di voler stare insieme non possono andare a vivere insieme senza ricorrere a "istituzioni" che affondano le loro radici in _riti_tribali_ (il matrimonio esisteva da mooolto prima che delle religioni semite si sentisse anche solo la puzza, lo sai vero?) come il matrimonio?
        • shevathas scrive:
          Re: viviamo in una teocrazia?
          - Scritto da: Anonimo
          fammi capire, perche' _oggettivamente_ la
          convivenza dovrebbe non essere una cosa normale?
          due persone che si vogliono bene e decidono di
          voler stare insieme non possono andare a vivere
          insieme senza ricorrere a "istituzioni" che
          affondano le loro radici in _riti_tribali_ (il
          matrimonio esisteva da mooolto prima che delle
          religioni semite si sentisse anche solo la puzza,
          lo sai vero?) come il matrimonio?nessuno lo vieta, se vuoi puoi andare a vivere con chi ti pare.Ma forse chiedi perchè serve il matrimonio? vedilo dal punto di vista civile: due persone decidono di vivere assieme e pertanto stipulano un contratto in cui assumono fra loro reciproche responsabilità.A cosa serve il contratto ? a dimostrare che l'impegno è stato preso, e a metterci una data di inizio del contratto.Se convivo un domani posso dire: "cara/o mi hai rotto da domani fuori dalle..." e lasciare il partner con il *ulo per terra...
          • Anonimo scrive:
            Re: viviamo in una teocrazia?
            - Scritto da: shevathas
            nessuno lo vieta, se vuoi puoi andare a vivere
            con chi ti pare.
            Ma forse chiedi perchè serve il matrimonio?
            vedilo dal punto di vista civile: due persone
            decidono di vivere assieme e pertanto stipulano
            un contratto in cui assumono fra loro reciproche
            responsabilità.
            A cosa serve il contratto ? a dimostrare che
            l'impegno è stato preso, e a metterci una data di
            inizio del contratto.
            Se convivo un domani posso dire: "cara/o mi hai
            rotto da domani fuori dalle..." e lasciare il
            partner con il *ulo per terra...si, solitamente questo genere di responsabilita' non dovrebbero richiedere un contratto scritto (e' assolutamente squallido trattare l'amore come una merce), ma capisco che ci sono persone che non sanno prendersi le proprie responsabilita' e devono quindi essere costrette con un contratto, voi cattolici ne sapete qualcosa vero?
          • shevathas scrive:
            Re: viviamo in una teocrazia?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: shevathas

            nessuno lo vieta, se vuoi puoi andare a vivere

            con chi ti pare.

            Ma forse chiedi perchè serve il matrimonio?

            vedilo dal punto di vista civile: due persone

            decidono di vivere assieme e pertanto stipulano

            un contratto in cui assumono fra loro reciproche

            responsabilità.

            A cosa serve il contratto ? a dimostrare che

            l'impegno è stato preso, e a metterci una data
            di

            inizio del contratto.

            Se convivo un domani posso dire: "cara/o mi hai

            rotto da domani fuori dalle..." e lasciare il

            partner con il *ulo per terra...

            si, solitamente questo genere di responsabilita'
            non dovrebbero richiedere un contratto scritto
            (e' assolutamente squallido trattare l'amore come
            una merce),in un mondo perfetto non esisterebbe neppure il divorzio, ma purtroppo viviamo in questo mondo imperfetto.Considera che il matrimonio ha effetti civili, pensa ad esempio alla pensione di reversibilità o alle questioni ereditarie, tanto per fare un'esempio se Tizio convivente con Caia viene a mancare, Caia come può dimostrare di aver diritto alla pensione di Tizio ? o di dover ereditare parte dei beni di Tizio ?
            ma capisco che ci sono persone che
            non sanno prendersi le proprie responsabilita' e
            devono quindi essere costrette con un contratto,
            voi cattolici ne sapete qualcosa vero?Il mondo è quello che è... allora perchè pretendere contratto di lavoro scritto oppure un atto ufficiale di compravendita? sarebbe bello vivere in un mondo perfetto dove chiunque si fida di chiunque...
          • Anonimo scrive:
            Re: viviamo in una teocrazia?
            - Scritto da: shevathas
            nessuno lo vieta, se vuoi puoi andare a vivere
            con chi ti pare.
            Ma forse chiedi perchè serve il matrimonio?
            vedilo dal punto di vista civile: due persone
            decidono di vivere assieme e pertanto stipulano
            un contratto in cui assumono fra loro reciproche
            responsabilità.
            A cosa serve il contratto ? a dimostrare che
            l'impegno è stato preso, e a metterci una data di
            inizio del contratto.Bene, e come mai due persone gay o due persone lesbiche non possono godere dello stesso trattamento? Degli stessi diritti? Delle stesse "assicurazioni"? Come mai non possono, per esempio, adottare un bambino?Se è vero, come si afferma sopra, che "Questa è una teocrazia solo in apparenza" allora perché questa non è ancora una realtà in Italia (come è una realtà in altri paesi europei e decisamente più civili del nostro)?Bye, Luca
          • shevathas scrive:
            Re: viviamo in una teocrazia?
            - Scritto da: Segfault
            - Scritto da: shevathas

            nessuno lo vieta, se vuoi puoi andare a vivere

            con chi ti pare.

            Ma forse chiedi perchè serve il matrimonio?

            vedilo dal punto di vista civile: due persone

            decidono di vivere assieme e pertanto stipulano

            un contratto in cui assumono fra loro reciproche

            responsabilità.

            A cosa serve il contratto ? a dimostrare che

            l'impegno è stato preso, e a metterci una data
            di

            inizio del contratto.

            Bene, e come mai due persone gay o due persone
            lesbiche non possono godere dello stesso
            trattamento? Degli stessi diritti? Delle stesse
            "assicurazioni"? perchè la famiglia, come viene comunemente intesa è una società naturale creata da due persone di sesso diverso.E il fine della famiglia, almeno fino a 20/30 anni fa era la procreazione.Btw sono abbastanza favorevole ai patti di civile convivenza, in cui due persone prendono reciproci diritti e doveri.
            Come mai non possono, per
            esempio, adottare un bambino?allora l'adozione non è un diritto, è un sistema per garantire una famiglia ai bambini che per sfortuna ne sono privi.Perchè ritengo giusto non permettere l'adozione agli omosessuali ? per lo stesso motivo per il quale non viene permessa ai single oppure agli etero troppo anziani d'età rispetto al bambino: tutelare l'adottando e non i genitori adottivi.Infatti con l'adozione si cerca di mettere l'adottando in una situazione familiare il più possibile, a giudizio del giudice e delle assistenti sociali, standard e normale.Non capisco questa smania di adottare, anzi, spesso ho l'impressione che il bambino non sia voluto per un'atto di amore ma per soddisfare un qualche bisogno egoistico, e venga considerato ne più e ne meno come l'acquisto di un cucciolo :(
          • Anonimo scrive:
            Re: viviamo in una teocrazia?
            - Scritto da: shevathas
            Non capisco questa smania di adottare, anzi,
            spesso ho l'impressione che il bambino non sia
            voluto per un'atto di amore ma per soddisfare un
            qualche bisogno egoistico, e venga considerato ne
            più e ne meno come l'acquisto di un cucciolo :(Tra gli etero invece è sempre un atto d'amore? Non mi risulta. La verità è che sia etero che omosessuali provano lo stesso istintivo desiderio di paternità e maternità e quindi negare ai gay questo diritto, che hanno sempre avuto gli etero, sarebbe ingiusto.E poi chi ti dice che dei genitori omosessuali non possano essere ottimi genitori? Io ne conosco di etero che sono pessimi.
          • shevathas scrive:
            Re: viviamo in una teocrazia?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: shevathas

            Non capisco questa smania di adottare, anzi,

            spesso ho l'impressione che il bambino non sia

            voluto per un'atto di amore ma per soddisfare un

            qualche bisogno egoistico, e venga considerato
            ne

            più e ne meno come l'acquisto di un cucciolo :(

            Tra gli etero invece è sempre un atto d'amore?assolutamente no, anche fra gli etero può essere un'atto di egoismo. Ma non tutto quello che si può fare naturalmente deve essere automaticamente permesso fare anche artificialmente violentando la natura.
            Non mi risulta. La verità è che sia etero che
            omosessuali provano lo stesso istintivo desiderio
            di paternità e maternità e quindi negare ai gay
            questo diritto, che hanno sempre avuto gli etero,
            sarebbe ingiusto.che diritto hanno gli etero, quello di procreare ? prenditela con madre natura.Avere un figlio non è un diritto civile, come la libertà di parola oppure quella di andare dove ti pare. Non è un diritto che viene dal patto sociale.

            E poi chi ti dice che dei genitori omosessuali
            non possano essere ottimi genitori? Io ne conosco
            di etero che sono pessimi.La questione è molto controversa infatti, ma il fatto, vero, che esistano pessimi genitori etero cosa dimostra ?
          • Anonimo scrive:
            Re: viviamo in una teocrazia?
            - Scritto da: shevathas

            Tra gli etero invece è sempre un atto d'amore?

            assolutamente no, anche fra gli etero può essere
            un'atto di egoismo. Ma non tutto quello che si
            può fare naturalmente deve essere automaticamente
            permesso fare anche artificialmente violentando
            la natura.I gay esistono in natura, anche tra gli animali, quindi il loro comportamento non è contro natura. Sarebbe contro natura impedire loro di avere una vita del tutto identica alle altre persone. E' contro natura mettersi una tonaca, non sposarsi e non procherare, farsi le pippe tutta la vita e violentare i bambini... insomma è contro natura quello che fanno i preti.Violentare la natura è anche mangiare i latticini che non crescono sugli alberi, è anche la pasta di grano duro inventata dall'uomo, è anche la pasta di grano tenero che non cresce nei campi. Moltissime cose che facciamo non sono naturali. Mentre è perfettamente naturale il desiderio di maternità e di paternità di un uomo e di una donna, siano essi etero o gay e quindi se gli etero possono adottare, perché non dovrebbe poterlo fare un gay???

            Non mi risulta. La verità è che sia etero che

            omosessuali provano lo stesso istintivo
            desiderio

            di paternità e maternità e quindi negare ai gay

            questo diritto, che hanno sempre avuto gli
            etero,

            sarebbe ingiusto.

            che diritto hanno gli etero, quello di procreare
            ? prenditela con madre natura.
            Avere un figlio non è un diritto civile, come la
            libertà di parola oppure quella di andare dove ti
            pare. Non è un diritto che viene dal patto
            sociale.Lo Stato riconosce alle coppie etero il diritto di adottare dei figli, quindi perché non dovrebbe riconoscerlo anche ai gay, visto che il desiderio di paternità e maternità che provano è lo stesso?

            E poi chi ti dice che dei genitori omosessuali

            non possano essere ottimi genitori? Io ne
            conosco

            di etero che sono pessimi.

            La questione è molto controversa infatti, ma il
            fatto, vero, che esistano pessimi genitori etero
            cosa dimostra ?Dimostra che essere buoni o cattivi genitori non dipende dall'essere etero o gay.
          • Anonimo scrive:
            Re: viviamo in una teocrazia?
            - Scritto da: shevathas
            perchè l'adozione non è un diritto. E' un sistemaE chi stabilisce chi ha il diritto di adottare e chi no? Tu e i tuoi principi? Ma ti rendi conto di quanto affermi?Bye, Luca
          • shevathas scrive:
            Re: viviamo in una teocrazia?
            - Scritto da: Segfault
            - Scritto da: shevathas

            perchè l'adozione non è un diritto. E' un
            sistema

            E chi stabilisce chi ha il diritto di adottare e
            chi no? Tu e i tuoi principi? No, lo stabilisce un giudice del tribunale dei minori sentito il parere di una comissione formata da psicologi e assistenti sociali, secondo le direttive fissate dalla legge.
            Ma ti rendi conto
            di quanto affermi?si.
          • Anonimo scrive:
            Re: viviamo in una teocrazia?
            - Scritto da: shevathas
            perchè la famiglia, come viene comunemente intesa
            è una società naturale creata da due persone di
            sesso diverso.
            E il fine della famiglia, almeno fino a 20/30
            anni fa era la procreazione.
            Btw sono abbastanza favorevole ai patti di civile
            convivenza, in cui due persone prendono reciproci
            diritti e doveri.Questo è come intendi la famiglia tu. Non come la intendo io. Non vedo proprio perché dovresti venire ad imporre a me o a chiunque altro il tuo modo di vedere le cose.Quello che la famiglia era 20/30 anni fa non mi interessa per nulla visto che si trattava di un concetto discriminatorio.
            allora l'adozione non è un diritto, è un sistema
            per garantire una famiglia ai bambini che per
            sfortuna ne sono privi.Bene, sarà quindi meglio darceli questi genitori anziché tenerli negli istutiti.
            Perchè ritengo giusto non permettere l'adozione
            agli omosessuali ? per lo stesso motivo per il
            quale non viene permessa ai single oppure agli
            etero troppo anziani d'età rispetto al bambino:Bene, e io sono contrario anche al non concederla ai single e ai genitori anziani (sempre che siano in salute e abbiano capacità di mantenere il bambino).
            tutelare l'adottando e non i genitori adottivi.Dimmi, da cosa stai "tutelando" l'adottato?
            Infatti con l'adozione si cerca di mettere
            l'adottando in una situazione familiare il più
            possibile, a giudizio del giudice e delle
            assistenti sociali, standard e normale.Non vedo proprio cosa ci sia di anormale in una coppia gay/lesbica. Ritieni di essere un essere umano migliore di loro?
            Non capisco questa smania di adottare, anzi,
            spesso ho l'impressione che il bambino non sia
            voluto per un'atto di amore ma per soddisfare un
            qualche bisogno egoistico, e venga considerato ne
            più e ne meno come l'acquisto di un cucciolo :(Non capisco proprio questo razzismo di fondo tipico dei cristiani che hanno anche il coraggio di nasconderlo dietro bravi principi affermando di non essere razzisti anche quando questo è evidente.Bye, Luca
          • shevathas scrive:
            Re: viviamo in una teocrazia?

            Quello che la famiglia era 20/30 anni fa non mi
            interessa per nulla visto che si trattava di un
            concetto discriminatorio.
            e allora perchè chidere la porta anche alla poligamia, io mi voglio sposare 4 donne contemporaneamente e voglio condividere le mie mogli con i miei amici, come la mettiamo ?

            allora l'adozione non è un diritto, è un sistema

            per garantire una famiglia ai bambini che per

            sfortuna ne sono privi.

            Bene, sarà quindi meglio darceli questi genitori
            anziché tenerli negli istutiti.allora in italia c'è un numero sovverichiante di richieste di adozione rispetto al numero di bambini disponibili.

            Perchè ritengo giusto non permettere l'adozione

            agli omosessuali ? per lo stesso motivo per il

            quale non viene permessa ai single oppure agli

            etero troppo anziani d'età rispetto al bambino:

            Bene, e io sono contrario anche al non concederla
            ai single e ai genitori anziani (sempre che siano
            in salute e abbiano capacità di mantenere il
            bambino).
            perchè discriminare i poveri ? non è anche un loro diritto quello di avere un figlio ? o forse i diritti non dipendono dall'orientamento sessuale ma dipendono dal portafoglio ?

            tutelare l'adottando e non i genitori adottivi.

            Dimmi, da cosa stai "tutelando" l'adottato?che non ridiventi orfano troppo presto, che abbia due figure (padre e madre) di riferimento.
            Non vedo proprio cosa ci sia di anormale in una
            coppia gay/lesbica. Ritieni di essere un essere
            umano migliore di loro?
            no, dal punto di vista umano per niente, una persona merita di essere rispettata indipendentemente dal suo orientamento sessuale.Ma questo c'entra come i cavoli a merenda con la nostra discussione.La questione è: è meglio per un bambino avere due figure di riferimento di sesso opposto oppure due figure dello stesso sesso?
            Non capisco proprio questo razzismo di fondo
            tipico dei cristiani che hanno anche il coraggio
            di nasconderlo dietro bravi principi affermando
            di non essere razzisti anche quando questo è
            evidente.
            forse perchè quando non si trovano argomenti per ribattere si tira fuori la scusa del razzismo e della discriminazione...
      • Anonimo scrive:
        Re: viviamo in una teocrazia?
        faccio fatica a cogliere il nesso fra le Crociate e la Vandea, a parte la solita tendenza dell'uomo ad uccidere i propri simili. Comunque per chi volesse farsi una cultura:http://www.cronologia.it/storia/biografie/vandea.htm
  • Anonimo scrive:
    Ipocriti
    Anche P.I. nel suo piccolo fa censura arbitraria sugli interventi dei forum.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ipocriti
      - Scritto da: Anonimo
      Anche P.I. nel suo piccolo fa censura arbitraria
      sugli interventi dei forum. ma guarda un po sti farisei!
  • compiler scrive:
    La soluzione di Mantellini
    "[...] La soluzione al problema è molto semplice: ignorarne l'esistenza...[...]"bene allora senti questa: Mantellini è un lurido *iglio... tt* ... oggi stesso forse pubblicherò questo messaggio in un mio portale avente 1 milione di visitatori al giornovuoi la soluzione al problema? Ignora questo messagio :-sVERGOGNATI !
    • Anonimo scrive:
      Re: La soluzione di Mantellini
      Non sono Mantellini, ma la sua soluzione mi sembra valida e la condividoin pieno. E' impossibile cercare di imporre una censura su tutto il contenuto di internet, cercare di usare un MINIMO di discernimento è indispensabile.Anche se sul tuo sito personale mi dovessi insultare gratuitamente o stupidamente, otterresti l'unico risultato di renderti ridicolo davanti a tutte le persone che lo visiteranno.
      • Anonimo scrive:
        Re: La soluzione di Mantellini
        - Scritto da: Anonimo
        Anche se sul tuo sito personale mi dovessi
        insultare gratuitamente o stupidamente,
        otterresti l'unico risultato di renderti ridicolo
        davanti a tutte le persone che lo visiteranno.ma state scherzando o dite sul serio...?ho conosciuto diversi tipi tranquilli e autonomi che si sono fatti trascinare da queste teste calde di indymedia e altri fanatici... e adesso vanno in giro con mazze e insulti soprattutto al cristianesimoa volte non sanno nemmeno con chi ce l'hanno... almeno fino a quando i loro paparini gli passeranno lo stipendio mensile aggratis e la macchinina sempre nuovala mia idea non cambia: i rifiuti vanno isolati
        • Anonimo scrive:
          Re: La soluzione di Mantellini
          - Scritto da: Anonimo
          ma state scherzando o dite sul serio...?

          ho conosciuto diversi tipi tranquilli e autonomi
          che si sono fatti trascinare da queste teste
          calde di indymedia e altri fanatici... e adesso
          vanno in giro con mazze e insulti soprattutto al
          cristianesimoHai dimenticato di dire "con un minimo di intelligenza"
        • Anonimo scrive:
          Re: La soluzione di Mantellini
          Tu non stai bene, fidati. "Teste calde" quelli di Indymedia, in giro colle "mazze"...Il "cristianesimo" da difendere...Che ci siano in giro degli esaltati è poco ma sicuro! E a muoverli è quasi sempre una "fede". Come nel tuo caso.Stattene chiuso a casetta tua, va, che è meglio.***Imagine there's no heavenit's easy if you tryno hell below usabove us only sky
          • Anonimo scrive:
            Re: La soluzione di Mantellini
            - Scritto da: Anonimo
            Tu non stai bene, fidati.
            "Teste calde" quelli di Indymedia, in giro colle
            "mazze"...
            Il "cristianesimo" da difendere...

            Che ci siano in giro degli esaltati è poco ma
            sicuro! E a muoverli è quasi sempre una "fede".
            Come nel tuo caso.
            Stattene chiuso a casetta tua, va, che è meglio.
            Due pesi, due misure...
        • Anonimo scrive:
          Re: La soluzione di Mantellini

          a volte non sanno nemmeno con chi ce l'hanno...
          almeno fino a quando i loro paparini gli
          passeranno lo stipendio mensile aggratis e la
          macchinina sempre nuova

          la mia idea non cambia: i rifiuti vanno isolatiMagari usi delle espressioni un po' forti, ma condivido il senso, l'estremismo è sempre pericoloso e va imbavagliato, e fino a prova contraria l'ingiuria, la diffamazione, il vilipendio e l'oltraggio sono reati e tali restano fino a quando il legislatore non li modifica (la speculazione sul fatto che il "vilipendio alla religione cattolica" è stato modificato dalla Corte Costituzionale non ha molto senso, perché comunque la fattispecie di reato cambia di poco, non è che la sanzione scompare ...). Ecco, magari si potrebbe pensare a nuove forme di reperimento e conservazione delle prove in vista di un procedimento penale che non un sequestro di un intero sito che certo è una misura estrema (analogamente all'esagerazione di sequestrare tutto un computer per reperire tracce di un reato di quelli che va di moda perseguire negli ultimi tempi), quando basterebbe fare una copia asseverata da un pubblico ufficiale.P.S. entrando nel merito del discorso mi vien da dire che dare del nazista o addirittura del "cane" (come ha inopinatamente fatto un certo quotidiano), ad un Pontefice per la sua posizione istituzionale o per suoi trascorsi di moltissimo tempo fa, tra l'altro in una situazione in cui si era giocoforza irregimentati e non si aveva per niente libertà di scelta, è incredibilmente meschino ed infantile, ed è giusto che vi sia stata una reazione della Magistratura.
    • Anonimo scrive:
      Re: La soluzione di Mantellini

      oggi stesso forse pubblicherò
      questo messaggio in un mio
      portale avente 1 milione di
      visitatori al giornoLa differenza è che Mantellini dovrebbe assumere un avvocato e denunciarti, pagare spese legali, etc.Il papa è difeso d'ufficio dallo stato. Perchè?Perchè la mia immagine e i miei diritti devono valere meno di quelli del papa?
      • Anonimo scrive:
        Re: La soluzione di Mantellini

        Perchè la mia immagine e i miei diritti devono
        valere meno di quelli del papa?Perché insulti gratuitamente il capo di un'altro stato e un capo religioso considerato alla stregua di un padre da molti tuoi concittadini?Prova ad andare a imbrattare con insulti qualche moschea o qualche sinagoga e altro tempio religioso, poi vediamo che succede...
        • Anonimo scrive:
          Re: La soluzione di Mantellini
          - Scritto da: Anonimo

          Perchè la mia immagine e i miei diritti devono

          valere meno di quelli del papa?
          Perché insulti gratuitamente il capo di un'altro
          stato e un capo religioso considerato alla
          stregua di un padre da molti tuoi concittadini?
          Se uno dà della battona alla Regina d'Inghilterra non succede nulla.... forse non è questo il motivo?
          Prova ad andare a imbrattare con insulti qualche
          moschea o qualche sinagoga e altro tempio
          religioso, poi vediamo che succede...Nulla. Non è mai successo nulla. Al limite tirano fuori qualcosa con il fascismo se il bersaglio degli insulti sono gli ebrei, ovvero puniscono l'apologia di fascismo e non il villipendio della religione ebraica. Nessuno si è mai sognato di applicare queste leggi per altre religioni.
          • Anonimo scrive:
            Re: La soluzione di Mantellini


            Prova ad andare a imbrattare con insulti qualche

            moschea o qualche sinagoga e altro tempio

            religioso, poi vediamo che succede...
            Nulla. Non è mai successo nulla. Al limite tirano
            fuori qualcosa con il fascismo se il bersaglio
            degli insulti sono gli ebrei, ovvero puniscono
            l'apologia di fascismo e non il villipendio della
            religione ebraica.
            Nessuno si è mai sognato di applicare queste
            leggi per altre religioni.Forse qualcuno dovrebbe spiegare a questo revisionista chi è Salman Rushdie, e chi sono i/le TANTI/E altri/e condannati/e a morte dalle autorità religiose islamiche, in nome ufficialmente della religione islamica ma in realtà della tradizione islamica non sceritta nel Corano e lasciata al libero arbitrio ("ispirazione") dei padri religiosi, in quella come anche in altre religioni...
        • Anonimo scrive:
          Re: La soluzione di Mantellini
          - Scritto da: Anonimo
          Prova ad andare a imbrattare con insulti qualche
          moschea o qualche sinagoga e altro tempio
          religioso, poi vediamo che succede...Aggiungo: se te la prendi contro le moschee, l'unico rischio che corri è quello di venire candidato dalla Lega Nord.
          • Anonimo scrive:
            Re: La soluzione di Mantellini
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Prova ad andare a imbrattare con insulti qualche

            moschea o qualche sinagoga e altro tempio

            religioso, poi vediamo che succede...

            Aggiungo: se te la prendi contro le moschee,
            l'unico rischio che corri è quello di venire
            candidato dalla Lega Nord.vai in pakistan e imbratta i muri di offese a maometto... poi inizio a contare fino a dieci...
          • Anonimo scrive:
            Re: La soluzione di Mantellini
            - Scritto da: Anonimo


            Aggiungo: se te la prendi contro le moschee,

            l'unico rischio che corri è quello di venire

            candidato dalla Lega Nord.

            vai in pakistan e imbratta i muri di offese a
            maometto... poi inizio a contare fino a dieci...Io vivo in Italia, paese laico per definizione. Tu?
          • Anonimo scrive:
            Re: La soluzione di Mantellini
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo




            Aggiungo: se te la prendi contro le moschee,


            l'unico rischio che corri è quello di venire


            candidato dalla Lega Nord.



            vai in pakistan e imbratta i muri di offese a

            maometto... poi inizio a contare fino a dieci...

            Io vivo in Italia, paese laico per definizione.
            Tu?a parte che in italia nessuno ti uccide se dai del nazista ad un papa... per questo c'è una normativa ben chiara che prescinde dall'essere o meno dei sovranima poi... voi sapete fare gli spacconi solo in italia?ma andate a lavorare, parassiti
          • Anonimo scrive:
            Re: La soluzione di Mantellini
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo






            Aggiungo: se te la prendi contro le moschee,



            l'unico rischio che corri è quello di venire



            candidato dalla Lega Nord.





            vai in pakistan e imbratta i muri di offese a


            maometto... poi inizio a contare fino a
            dieci...



            Io vivo in Italia, paese laico per definizione.

            Tu?

            a parte che in italia nessuno ti uccide se dai
            del nazista ad un papa... per questo c'è una
            normativa ben chiara che prescinde dall'essere o
            meno dei sovrani
            Non capisco cosa c'entra con il discorso.
            ma poi... voi sapete fare gli spacconi solo in
            italia?

            ma andate a lavorare, parassitiSe non capisci che riferirsi alle normative di altri paesi non ha nessun senso, poiché ci si stava riferendo ad un problema di religione in Italia, siamo mal messi. Stai confrontando uno stato che laico non è (il pakistan) con uno laico (l'italia), dove tra parentesi esiste la libertà di culto, qualsiasi culto.
          • Anonimo scrive:
            Re: La soluzione di Mantellini

            Io vivo in Italia, paese laico per definizione.
            Tu?Io vivo sul pianeta terra, dove un capo religioso estremista può condannare a morte un regista / uno scrittore e farlo ammazzare / provare a farlo ammazzare da un esaltato scelto tra le diverse migliaia o decine di migliaia a cui può attingere che può essere dall'altra parte del globo in meno di 12 ore.Buon per te che vivi nel paese delle meraviglie, salutami Alice e il Bianconiglio e prendi sempre la pillola del colore giusto per restare nel mondo dei sogni, mi raccomando...
          • Anonimo scrive:
            Re: La soluzione di Mantellini
            - Scritto da: Anonimo

            Io vivo in Italia, paese laico per definizione.

            Tu?
            Io vivo sul pianeta terra, dove un capo religioso
            estremista può condannare a morte un regista /
            uno scrittore e farlo ammazzare / provare a farlo
            ammazzare da un esaltato scelto tra le diverse
            migliaia o decine di migliaia a cui può attingere
            che può essere dall'altra parte del globo in meno
            di 12 ore.
            Buon per te che vivi nel paese delle meraviglie,
            salutami Alice e il Bianconiglio e prendi sempre
            la pillola del colore giusto per restare nel
            mondo dei sogni, mi raccomando...Risposta retorica e scontata. Vedo che non hai capito il punto della questione.
          • Anonimo scrive:
            Re: La soluzione di Mantellini
            non ha capito una sega, e poi tutti gli esaltati di cui parla hanno fatto qualcosa? E' morto qualche capo di stato che ha fatto la guerra? l'Italia è sotto l'egemonia araba? l'occidente è in fiamme? bla bla bla
          • Anonimo scrive:
            Re: La soluzione di Mantellini

            Io vivo in Italia, paese laico per definizione.
            Tu?Io invece in un paese che ripudia la guerra per costituzione e che nel giro di dieci anni:- con su un governo comunista è entrato in guerra contro un ex paese comunista al fianco degli USA con presidente democratico perchè doveva distogliere l'attenzione della nazione da cosa faceva col sigaro nello Studio Orale;- con su un governo simile ad un tipico regime è entrato in guerra con un paese sotto il giogo di un altro regime sempre al fianco degli USA ma con presidente petroliere, pardon, repubblicano, per fare aumentare ancora il prezzo del petrolio che tra l'altro usiamo ancora moltissimo e quindi questa mossa ci danneggia moltissimo...quindi non mi stupisco più di niente.
        • Anonimo scrive:
          Re: La soluzione di Mantellini
          - Scritto da: Anonimo

          Perchè la mia immagine e i miei diritti devono

          valere meno di quelli del papa?
          Perché insulti gratuitamente il capo di un'altro
          stato e un capo religioso considerato alla
          stregua di un padre da molti tuoi concittadini?Quindi il papa è più uguale degli altri (secondo la legge italiana, ovviamente) perchè è un monarca o perchè ha elevato successo mediatico?
    • Anonimo scrive:
      Re: La soluzione di Mantellini
      Sono d'accordo con te, compiler. Insultare così il papa è da vili. Fa presto il Mantel a dire "ignorali". Quindi se vedi uno che picchia una donna, ti giri dall'altra parte e ignori il tutto?Bello! Sarebbe un mondo di merda, un mondo di menefreghisti, e io non ci vorrei vivere. Fortunatamente c'è gente che ha ancora un po' di cervello. E combatte le ingiustizie. Purtroppo però i nostri politici ci hanno insegnato a lasciar correre, e così la tolleranza si è "espansa" troppo, persino sulle cose + gravi ed immorali. Che skifo.Alcuni credono che la tolleranza ESTREMA giustifichi tutto. Nessuno ha il coraggio di alzare la testa e reagire. Tutti conigli, con la paura di dire: non sono d'accordo. Queste skifezze non devono succedere. E invece si autolodano: io sono supertollerante, io rispetto le idee altrui per quanto vomitevoli e lascio che il mondo cada nel cesso. Al limite ogni tanto tiro la catena.Anche Gesù si adirò contro i mercanti che usavano il tempio come mercato. Ah già, ma voi siete avanti, la religione cattolica è una cosa fuori moda, è una favoletta per i fessi. Non vi invidio. Mi fate pena. Che Dio abbia pietà di tutti voi.
      • Anonimo scrive:
        Re: La soluzione di Mantellini
        - Scritto da: Anonimo
        Non vi
        invidio. Mi fate pena. Che Dio abbia pietà di
        tutti voi.Eh, questi cattolici, sono sempre magnanimi e vogliono bene a tutte le persone.
      • Anonimo scrive:
        Re: La soluzione di Mantellini
        - Scritto da: Anonimo
        Sono d'accordo con te, compiler. Insultare così
        il papa è da vili. Fa presto il Mantel a dire
        "ignorali". Quindi se vedi uno che picchia una
        donna, ti giri dall'altra parte e ignori il
        tutto?
        Bello! Sarebbe un mondo di merda, un mondo di
        menefreghisti, e io non ci vorrei vivere.
        Fortunatamente c'è gente che ha ancora un po' di
        cervello. E combatte le ingiustizie. Purtroppo
        però i nostri politici ci hanno insegnato a
        lasciar correre, e così la tolleranza si è
        "espansa" troppo, persino sulle cose + gravi ed
        immorali. Che skifo.
        Alcuni credono che la tolleranza ESTREMA
        giustifichi tutto. Nessuno ha il coraggio di
        alzare la testa e reagire. Tutti conigli, con la
        paura di dire: non sono d'accordo. Queste
        skifezze non devono succedere. E invece si
        autolodano: io sono supertollerante, io rispetto
        le idee altrui per quanto vomitevoli e lascio che
        il mondo cada nel cesso. Al limite ogni tanto
        tiro la catena.
        Anche Gesù si adirò contro i mercanti che usavano
        il tempio come mercato. Ah già, ma voi siete
        avanti, la religione cattolica è una cosa fuori
        moda, è una favoletta per i fessi. Non vi
        invidio. Mi fate pena. Che Dio abbia pietà di
        tutti voi.Mi dispiace amico mio, ma ti sei allontanato dalla religione. Ritorna alla Fede originale, quella ebraica.Il cattolicesimo sta all'ebraismo come l'islamismo sta al cattolicesimo bello il mio rincitrullito.Se non ti va che qualcuno possa fare uno scherzo, seppur di cattivo gusto, vai negli stati uniti, non restare in Italia.
      • Anonimo scrive:
        Re: La soluzione di Mantellini
        La notorietà comporta da un lato fama e ammirazione, dall'altra ripudio e scherno, come con la juve. Se il papa si offende faccia la denuncia, oppure ringrazi chi lo offende per avergli dato l'oppurtunità di porgere l'altra guancia.
  • Anonimo scrive:
    Cattotalebani!
    Questa è un'altra dimostrazione del fatto che l'integralismo accomuna tutte le religioni. Che i cattolici si vergognino!
    • Anonimo scrive:
      Re: Cattotalebani!
      vaffanculo
    • Anonimo scrive:
      Re: Cattotalebani!
      - Scritto da: Anonimo
      Questa è un'altra dimostrazione del fatto che
      l'integralismo accomuna tutte le religioni. Che i
      cattolici si vergognino!scusa... ma di cosa ci dovremmo vergognare ?!?!?!? ... al di la del fatto che il papa è una figura importantissima... è cmq un uomo... e mettergli sopra un vestito da nazi è un insulto ... e legalmente se si viene insultati si puo fare azione legale (vale anche per te).Sul fatto che il papa sia entrato o abbia frequentato dei nazi ... vorrei solo ricordarvi che in certi periodi storici non era possibile fare altrimenti... si rischiava di passare per sovversivi e quindi di essere fuciulati (se qualcuno mi viene a dire che "lui è il papa" mi permetto di ricordagli che persino Pietro ha rinnegato Cristo prima che il gallo cantasse... sbagliare è umano... ed essere spaventati davanti alla propria fucilazione è naturale).salutiCJkl
      • Anonimo scrive:
        Re: Cattotalebani!
        - Scritto da: Anonimo
        scusa... ma di cosa ci dovremmo vergognare
        ?!?!?!? Di molte cose, per esempio potresti incominciare dai moltissimi crimini che la tua gente ha commesso e continua a commettere ogni giorno in nome di dio.
        ... al di la del fatto che il papa è una
        figura importantissima... è cmq un uomo... e
        mettergli sopra un vestito da nazi è un insulto
        ... e legalmente se si viene insultati si puo
        fare azione legale (vale anche per te).Non è un insulto. Non se è stato VERAMENTE un nazista. Se io sono nazista e uno mi da del nazista è un insulto secondo te?Sai quante volte mi è stato dato del nazista, fascista, comunista, anarchico, ecc a me? Non sarei nemmeno in grado di contarle. Non per questo pretendo che tali siti WEB o NG siano chiusi. Ognuno è libero di avere la propria opinione, anche quando questa opinione ci sembra offensiva, di cattivo gusto e fuori luogo.
        Sul fatto che il papa sia entrato o abbia
        frequentato dei nazi ... vorrei solo ricordarvi
        che in certi periodi storici non era possibile
        fare altrimenti... si rischiava di passare per
        sovversivi e quindi di essere fuciulati (seTuttavia c'è stato per ben 6 anni... e da quello che ho capito non si è limitato solo alla gioventù nazista... mi chiedo a questo punto se ha persino ammazzato qualcuno o contribuito a farlo... ma questo naturalmente non c'è dato di sapere... speriamo di no...
        qualcuno mi viene a dire che "lui è il papa" mi
        permetto di ricordagli che persino Pietro ha
        rinnegato Cristo prima che il gallo cantasse...
        sbagliare è umano... ed essere spaventati davanti
        alla propria fucilazione è naturale).Questo lo posso anche capire, tuttavia ti ricordo tutti i testi chiaramente razzisti che tale personaggio ha scritto in passato, anche in periodo non nazista (i link e altro materiale di riferimento lo puoi trovare direttamente in questo forum oppure con il buon Google). Mi pare dunque che questo personaggio sia stato indottrinato bene dai nazisti, e non sia cambiato affatto... non su molti dei loro principi. Mi pare evidente quindi che si tratta di una persona pericolosa finita non si sa come a coprire una posizione tanto importante. Se fosse un politico scommetto che gli sarebbe già stato chiesto di dimettersi... ma siccome è il Papa... allora nessuno lo tocca... anzi... "povero Papa"... del resto si sa che stiamo parlando di una monarchia assoluta, in cui il popolo non può decidere proprio nulla né ha propri rappresentanti. Ma "povero Papa", tutti che gli danno del nazista quando lo è stato veramente, che cattivoni.Bye, Luca==================================Modificato dall'autore il 02/05/2005 12.29.01
  • Anonimo scrive:
    Il Papa è italiano?
    Saebbe ora che lo Stato Italiano spettesse di smettere i soldi nostri per lo Stato della Città del Vaticano o per la Santa Sede. (a proposito se c'è qualcuno in grado di spiegarmi la differenza tra i due gli sarei grato)E' uno Stato indipendente con tanto di proprie ambasciate (che tuttora godono di assurdi diritti di precedenza rispetto a queeli degli altri Stati) e prorpio sistema giudiziario. Utilizzi i suoi mezzi se vuole (visto inoltre che è pure parecchio ricco). La si smetta una buona volta di equipararlo al Re italiano.E poi non era che la stampa non può essere sottoposta a censura!!!!!!Anche nel caso in cui uno esprima un parere negativo (e qanche lalibertà di pensiero è tuttelata dalla costituzione) non vede perché bisogna prendere un provvedimento (pertanto leviso di due principi costituzionali). Il discorso sarebbe stato diverso se il fatto in questione avesse impedito la libertà di culto. Ma non mi pare sia questo il casoSempre in materia, perché mai è toccato allo Stato italiano pagare un sacco di spese (non faccio qui l'elenco ma sono sicuramente ingentissime) per i funerali del Papa e per le elezioni del suo successore.Le norme prevedono che l'unico compito dello Stato italiano sia quello di garantire il libero transito sul territorio italiano ai cardinali che si devono recare in conclave!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Il Papa è italiano?
      - Scritto da: Anonimo
      Saebbe ora che lo Stato Italiano spettesse di
      smettere i soldi nostri per lo Stato della Città
      del Vaticano o per la Santa Sede.Ben detto!
  • Anonimo scrive:
    Mi pare che il reato ci sia ancora
    Mi pare che il reato di vilipendio alla religione ed alle alte cariche religiose ci sia ancora nel ns. codice civile. Ovviamente per quelle religioni che sono riconosciute dal ns. ordinamento. Se poi uno compara la religione cattolica o islamica con quella degli adoratori della cornetta del telefono son fatti suoi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Mi pare che il reato ci sia ancora
      - Scritto da: Anonimo
      Mi pare che il reato di vilipendio alla religione
      ed alle alte cariche religiose ci sia ancora nel
      ns. codice civile. Ovviamente per quelle
      religioni che sono riconosciute dal ns.
      ordinamento. Se poi uno compara la religione
      cattolica o islamica con quella degli adoratori
      della cornetta del telefono son fatti suoi.Gli unici che la vogliono applicare sono sempre e solo i Cattolici. Chissà perché non ho mai letto di un procedimento per villipendio alla religione ebraica, o a quella islamica. Si vede proprio che è destino dei cattolici stare sulle scatole a gli altri.
      • Anonimo scrive:
        Re: Mi pare che il reato ci sia ancora
        Perchè forse, se ci provi contro quella islamica, un iman chiama a raccolta i suoi fedeli e da lì parte un integralista furioso che ti aspetta fuori dalla porta...
        • Anonimo scrive:
          Re: Mi pare che il reato ci sia ancora
          - Scritto da: Anonimo
          Perchè forse, se ci provi contro quella islamica,
          un iman chiama a raccolta i suoi fedeli e da lì
          parte un integralista furioso che ti aspetta
          fuori dalla porta...Non mi sembra che in Italia sia mai successo nulla del genere. Forse tu vivi in Iran.
  • Anonimo scrive:
    calo di utenti su indymedia?
    a pensar male si fa' peccato ma ci si azzecca pure!@^(la frase credo sia di un politico italiano... non mi ricordo quale..)
    • Anonimo scrive:
      Re: calo di utenti su indymedia?
      - Scritto da: Anonimo
      a pensar male si fa' peccato ma ci si azzecca
      pure!@^

      (la frase credo sia di un politico italiano...
      non mi ricordo quale..)Andreotti.
    • Anonimo scrive:
      Re: calo di utenti su indymedia?
      - Scritto da: Anonimo
      a pensar male si fa' peccato ma ci si azzecca
      pure!@^

      (la frase credo sia di un politico italiano...
      non mi ricordo quale..) Andreotti?
  • samu scrive:
    perche' solo indymedia ?
    perche' questi articoli in difesa di indymedia, quando queste cose avvengono da una vita e nessuno ha mai detto niente? Perche' solo a loro si applica sempre il diritto di cronaca e la liberta' di parola, mentre ad esempio x il gestore di www.porcod**.com non lo si e' fatto ?Si, bei discorsi, bella la liberta' d'informazione, ma magari sarebbe bello che venisse applicata a tutti non ai soliti 4 gatti .
    • Anonimo scrive:
      Re: perche' solo indymedia ?
      Perché devi fare una denuncia. Fai una denuncia.- Scritto da: samu
      perche' questi articoli in difesa di indymedia,
      quando queste cose avvengono da una vita e
      nessuno ha mai detto niente?

      Perche' solo a loro si applica sempre il diritto
      di cronaca e la liberta' di parola, mentre ad
      esempio x il gestore di www.porcod**.com non lo
      si e' fatto ?

      Si, bei discorsi, bella la liberta'
      d'informazione, ma magari sarebbe bello che
      venisse applicata a tutti non ai soliti 4 gatti .
    • Anonimo scrive:
      Re: perche' solo indymedia ?
      Peche' il caso di indymedia e' ancora piu' clamoroso, in quanto non e' soggetto nemmeno alle leggi italiane. Invece il sito che hai citato tu, credo che sia di un italiano, e quindi e' soggetto alle leggi del nostro stato.
      • Anonimo scrive:
        Re: perche' solo indymedia ?
        - Scritto da: Anonimo
        Peche' il caso di indymedia e' ancora piu'
        clamoroso, in quanto non e' soggetto nemmeno alle
        leggi italiane. Invece il sito che hai citato tu,
        credo che sia di un italiano, e quindi e'
        soggetto alle leggi del nostro stato.Vi ricordo che i server di indimedia in inghilterra furono sequestrati senza motivo....vi ricordate?
    • Anonimo scrive:
      Re: perche' solo indymedia ?
      - Scritto da: samu
      Perche' solo a loro si applica sempre il diritto
      di cronaca e la liberta' di parola, mentre ad
      esempio x il gestore di www.porcod**.com non lo
      si e' fatto ?Perché? Cos'è successo a quel sito?Ciao, Luca
  • Anonimo scrive:
    Scusate
    Ma per caso l'autore è comunista?p.s: cancellate pure il post, ma dovevo dirlo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Scusate
      - Scritto da: Anonimo
      Ma per caso l'autore è comunista?


      p.s: cancellate pure il post, ma dovevo dirlo.Vuoi essere censurato?ghghghghManno dai che certe castronerie postate di prima mattina sono belle
    • Vide scrive:
      Re: Scusate
      - Scritto da: Anonimo
      Ma per caso l'autore è comunista?E tu sei per caso un cattolico intollerante a cui brucia il sederino se prendono in giro il papa?
  • Anonimo scrive:
    I "profeti" di IndyMedia
    Devono imparare che le regole valgono anche per loro. Devono imparare che non possono scegliersi le regole che comodano a loro e "disobbedire" alle altre. Devono imparare che Internet è un luogo pubblico come una piazza: se ti tiri giù le mutante in pubblico, arrivano due signori che ti impacchettano e ti portano via. Non mi pare strano che succeda così anche in un pubblico sito, anche perché quello che hanno fatto con Papa Ratzinger è più che un'offesa al comune senso del pudore. E' un'insulto all'intelligenza.
    • Anonimo scrive:
      Re: I "profeti" di IndyMedia

      Devono imparare che le regole valgono anche per
      loro. a differenza per esempio dei comizi di borghezio & c
      Devono imparare che non possono scegliersi
      le regole che comodano a loro e "disobbedire"
      alle altre. a meno che non siano al governo
      Devono imparare che Internet è un
      luogo pubblico come una piazza: se ti tiri giù le
      mutante in pubblico, arrivano due signori che ti
      impacchettano e ti portano via. Non mi pare
      strano che succeda così anche in un pubblico
      sito, anche perché quello che hanno fatto con
      Papa Ratzinger è più che un'offesa al comune
      senso del pudore. E' un'insulto all'intelligenza.una cosa è una vignetta satirica, un'altra un articolo di cronacache tristezza, i giullari medievali potevano sbeffeggiare i potenti, noi nella nostra civiltà avanzatissima no
      • Anonimo scrive:
        Re: I "profeti" di IndyMedia
        Mettiamoci d'accordo: se uno dice, fa o scrive una boiata, è una boiata, che si chiami Borghezio, Berlusconi o IndyMedia. Tra le regole c'è anche quella che una cosa resta illecita indipendentemente dal fatto che la faccia anche Borghezio o Berlusconi o IndyMedia, per nostra fortuna. Posso essere d'accordo con te che alla prova dei fatti ci sia chi è più uguale degli altri, che ci sia chi si fa le leggi ad personam per diventarlo, ma questo non ti autorizza a giustificare azioni sbagliate con altre azioni sbagliate. Altrimenti sei anche tu uno di loro. E' così complicato?

        Devono imparare che le regole valgono anche per

        loro.

        a differenza per esempio dei comizi di borghezio
        & c


        Devono imparare che non possono scegliersi

        le regole che comodano a loro e "disobbedire"

        alle altre.

        a meno che non siano al governo


        Devono imparare che Internet è un

        luogo pubblico come una piazza: se ti tiri giù
        le

        mutante in pubblico, arrivano due signori che ti

        impacchettano e ti portano via. Non mi pare

        strano che succeda così anche in un pubblico

        sito, anche perché quello che hanno fatto con

        Papa Ratzinger è più che un'offesa al comune

        senso del pudore. E' un'insulto
        all'intelligenza.

        una cosa è una vignetta satirica, un'altra un
        articolo di cronaca

        che tristezza, i giullari medievali potevano
        sbeffeggiare i potenti, noi nella nostra civiltà
        avanzatissima no



        • Anonimo scrive:
          Re: I "profeti" di IndyMedia

          Mettiamoci d'accordo: se uno dice, fa o scrive
          una boiata, è una boiata, che si chiami
          Borghezio, Berlusconi o IndyMedia. Tra le regole
          c'è anche quella che una cosa resta illecita
          indipendentemente dal fatto che la faccia anche
          Borghezio o Berlusconi o IndyMedia, per nostra
          fortuna. Posso essere d'accordo con te che alla
          prova dei fatti ci sia chi è più uguale degli
          altri, che ci sia chi si fa le leggi ad personam
          per diventarlo, ma questo non ti autorizza a
          giustificare azioni sbagliate con altre azioni
          sbagliate. Altrimenti sei anche tu uno di loro.
          E' così complicato?hai ragione, solo che volevo dire che in questi casi se le leggi riescono a far tacere solo voci di un certo tipo forse è meglio non applicarle:in un coro se le stonature sono statisticamente distribuite il risultato è buono, se sono tutte identiche il risultato é sbilanciatopoi mi sembra prioritario perseguire le offese che sono programmi di AZIONE politica e (in) civile rispetto agli sfottòinfine DIRITTO DI SATIRA

          una cosa è una vignetta satirica, un'altra un

          articolo di cronaca



          che tristezza, i giullari medievali potevano

          sbeffeggiare i potenti, noi nella nostra civiltà

          avanzatissima nocome vedi non é difficile per niente
          • Anonimo scrive:
            Re: I "profeti" di IndyMedia


            infine DIRITTO DI SATIRA



            una cosa è una vignetta satirica, un'altra un


            articolo di cronaca





            che tristezza, i giullari medievali potevano


            sbeffeggiare i potenti, noi nella nostra
            civiltà


            avanzatissima no

            come vedi non é difficile per nienteInvece è difficile, perché c'è ancora qualcuno che spaccia certe boiate per satira. La satira è per tutti, ma non tutti sanno fare satira. Però molti la usano come paravento per fare delle porcate, e sono personaggi che non fanno satira, al più cantano "coi pianoforti a tracolla travestiti da Pinocchio", per i Lombardi e per i Centralisti (e per San Pagatore!). Sai dove li mandava certi personaggi, il buon Fabrizio?
    • Anonimo scrive:
      Re: I "profeti" di IndyMedia
      - Scritto da: Anonimo
      Devono imparare che le regole valgono anche per
      loro. Devono imparare che non possono scegliersi
      le regole che comodano a loro e "disobbedire"
      alle altre. Devono imparare che Internet è un
      luogo pubblico come una piazza: se ti tiri giù le
      mutante in pubblico, arrivano due signori che ti
      impacchettano e ti portano via. Non mi pare
      strano che succeda così anche in un pubblico
      sito, anche perché quello che hanno fatto con
      Papa Ratzinger è più che un'offesa al comune
      senso del pudore. E' un'insulto all'intelligenza.Questo post è un insulto all'intelligenza. Con tutto quello che i nostri politici si possono permettere di dire ogni giorno senza pagare pegno, con tutte le volgarità che si possono dire in tv la domenica pomeriggio quando i bimbi sono a casa (tipo "sessualità: oggi parliamo del clitoride) ecc ecc tu mi vieni a dire che sono quelli di indymedia a dover imparare?
      • Anonimo scrive:
        Re: I "profeti" di IndyMedia


        Questo post è un insulto all'intelligenza. Con
        tutto quello che i nostri politici si possono
        permettere di dire ogni giorno senza pagare
        pegno, con tutte le volgarità che si possono dire
        in tv la domenica pomeriggio quando i bimbi sono
        a casa (tipo "sessualità: oggi parliamo del
        clitoride) ecc ecc tu mi vieni a dire che sono
        quelli di indymedia a dover imparare?Leggi bene e usa l'intelligenza di cui sopra. Non vanno bene le volgarità, non va bene la boiata fatta da IndyMedia. Non dobbiamo indignarci perché IndyMedia la paga, ma perché non la pagano anche gli altri. Hai capito, adesso?
    • Anonimo scrive:
      Re: I "profeti" di IndyMedia
      - Scritto da: Anonimo
      Devono imparare che le regole valgono anche per
      loro. Devono imparare che non possono scegliersi
      le regole che comodano a loro e "disobbedire"
      alle altre. Devono imparare che Internet è un
      luogo pubblico come una piazza: se ti tiri giù le
      mutante in pubblico, arrivano due signori che ti
      impacchettano e ti portano via. Non mi pare
      strano che succeda così anche in un pubblico
      sito, anche perché quello che hanno fatto con
      Papa Ratzinger è più che un'offesa al comune
      senso del pudore. E' un'insulto all'intelligenza.Ma vai a cagare....
  • gipoint scrive:
    vilipendio alla mamma del Montellini?
    Se fosse stato un fotomontaggio con questo soggetto, il Nostro, autore dell' articolo, avrebbe scritto le stesse cose?è la sua la difesa della libertà, o l' attacco a qualcuno sotto la scusa della difesa della libertà?
    • Bruco scrive:
      Re: vilipendio alla mamma del Montellini
      http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=981985&tid=981936&p=1==================================Modificato dall'autore il 02/05/2005 9.50.10
    • Anonimo scrive:
      Re: vilipendio alla mamma del Montellini
      non si tratta del reato di vilipendio a una persona ma di vilipendio alla religione cattolica; che senso ha un reato del genere? io domani mi invento la religione degli adoratori delle banane e chiunque faccia satira con delle banane lo denuncio; ma per favore, il medioevo dovrebbe essere finito da un pezzo
      • gipoint scrive:
        Re: vilipendio alla mamma del Montellini

        non si tratta del reato di vilipendio a una
        persona ma di vilipendio alla religione
        cattolica; che senso ha un reato del genere? io
        domani mi invento la religione degli adoratori
        delle banane e chiunque faccia satira con delle
        banane lo denuncio; ma per favore, il medioevo
        dovrebbe essere finito da un pezzocaro anonimo,inventati pure la religione degli adoratori delle banane. Poi se tra 2000 anni ci sarà ancora, con 1.000.000.000 di persone che la seguono, decine di milioni di martiri, migliaia di miracoli non spiegabili dalla scienza, allora sicuramente staremo attenti a parlare male delle banane.Il relativismo sembra l'unica verità assoluta :-(
        • Anonimo scrive:
          miracoli... ha ha hahahahaha
          - Scritto da: gipoint
          ... migliaia di miracoli non
          spiegabili dalla scienza ...Miracoli? MA QUALI MIRACOLI? Ma svegliati!!!www.cicap.org
        • Anonimo scrive:
          Re: vilipendio alla mamma del Montellini
          - Scritto da: gipoint

          1.000.000.000 di persone che la seguono, decine
          Voi cattolici vi montate sempre la testa. Un miliardo saranno forse tutti i cristiani del mondo.
        • shamael scrive:
          Re: vilipendio alla mamma del Montellini
          Esatto, hai proprio colto il punto! Non e' questione se quel tipo di satira sia lecito o meno, piuttosto che l'oggetto della stessa dia fastidio a un gran numero di persone. Dello stesso spirito d'altronde e' la legge sul vilipendio alla religione cattolica (e non ad altre).Le leggi sono fatte per sostenere e perpetrare una data societa', non perche' siano intrinsecamente corrette.Io sono d'accordo con Mantellini sullo spreco (in termini pratici) di una tale azione legale, tuttavia mi rendo conto che probabilmente questa rendera' felici piu' persone di quante ne infastidira'. Ergo, e' un'azione politicamente corretta...Leggi impopolari non sono mai state scritte (a parte da Berlusconi che le ha fatte per se stesso...:)saluti!- Scritto da: gipoint


          non si tratta del reato di vilipendio a una

          persona ma di vilipendio alla religione

          cattolica; che senso ha un reato del genere? io

          domani mi invento la religione degli adoratori

          delle banane e chiunque faccia satira con delle

          banane lo denuncio; ma per favore, il medioevo

          dovrebbe essere finito da un pezzo

          caro anonimo,
          inventati pure la religione degli adoratori delle
          banane. Poi se tra 2000 anni ci sarà ancora, con
          1.000.000.000 di persone che la seguono, decine
          di milioni di martiri, migliaia di miracoli non
          spiegabili dalla scienza, allora sicuramente
          staremo attenti a parlare male delle banane.

          Il relativismo sembra l'unica verità assoluta :-(
          • Anonimo scrive:
            Re: vilipendio alla mamma del Montellini
            - Scritto da: shamael
            Esatto, hai proprio colto il punto! Non e'
            questione se quel tipo di satira sia lecito o
            meno, piuttosto che l'oggetto della stessa dia
            fastidio a un gran numero di persone. Dello
            stesso spirito d'altronde e' la legge sul
            vilipendio alla religione cattolica (e non ad
            altre).
            Sono sempre più sconvolto dell'incredibile concetto di stato che vorrebbero i cattolici, uno stato che è tutto tranne che laico. A proposito, guarda che la legge che citi (male, poiché anche una volta era previsto il villipendio nei confronti delle altre religioni) è stata dichiarata incostituzionale, e le varie religioni ora hanno la medesima importanza.
    • Anonimo scrive:
      Re: vilipendio alla mamma del Montellini
      - Scritto da: gipoint
      Se fosse stato un fotomontaggio con questo
      soggetto, il Nostro, autore dell' articolo,
      avrebbe scritto le stesse cose?

      è la sua la difesa della libertà, o l' attacco a
      qualcuno sotto la scusa della difesa della
      libertà?Se qualcuno offende mia madre, IO vado a fargli causa, non terze persone per conto mio.Figurati se il Papa non sa che in internet ci sono migliaia di suoi fotomontaggi.Tra l'altro, solitamente, i primi a denunciare per vilipendio alla religione qualcuno sono stranamente gente non cristiana... chissà se anche in questo caso è successo così?
  • Anonimo scrive:
    la legge non ammette ignoranza
    ci sono normative e vanno rispettate.anzichè far ste cazzate, tanto per aver visibilità, si pensi invece a far corretta informazione.
    • Anonimo scrive:
      Re: la legge non ammette ignoranza

      ci sono normative e vanno rispettate.Bravissimo! Allora impara a leggere prima di sparare ca@@ate :D
    • Anonimo scrive:
      Re: la legge non ammette ignoranza
      - Scritto da: Anonimo
      ci sono normative e vanno rispettate.
      anzichè far ste cazzate, tanto per aver
      visibilità, si pensi invece a far corretta
      informazione.La sovranita nazionale dove la metti'? Con che diritto l'italia si arroga diritto sul brasile? Il brasilel è un paese sovrano, il sito non è in italia.
  • Anonimo scrive:
    Oh ma se lui lo vede così
    mica ce l'ha chiesto nessuno di guardarla la foto,Quella è la sua libertà di parola fatta fotomontaggio.Se a qualcuno poi prude non vedo giusto invece che vedersela con se stesso di andare a rompere all' autore.
  • Anonimo scrive:
    Ma le accuse...
    ...a ratzinger non erano dovute al fatto che durante la guerra era nelle unità di artiglieria contraerea (quindi ha fatto il militare nell' esercito nazista con un ruolo operativo per di più).Almeno questo era quello cui aveva accennato un telegiornale (il TG2 mi pare) quando è stato eletto.Se così fosse direi che il curriculum vitae è davvero dei migliori:prima nella Gioventà Hitlerianapoi nella Wermacht poi capo della congregazione per la dottrina della fedepoi papa...una carriera che non fa una piega :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma le accuse...
      Ma sbaglio o ... (onensamente non mi ricordo)la congregazione della dottrina della fede è quella che in tempo si chiamava "Santa inquisizione" .... e tristemente famosa
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma le accuse...
        - Scritto da: Anonimo
        Ma sbaglio o ... (onensamente non mi ricordo)

        la congregazione della dottrina della fede è
        quella che in tempo si chiamava "Santa
        inquisizione" .... e tristemente famosaE chi meglio di un ex-nazista al suo comando? ^_^;Bye, Luca
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma le accuse...
        - Scritto da: Anonimo
        Ma sbaglio o ... (onensamente non mi ricordo)

        la congregazione della dottrina della fede è
        quella che in tempo si chiamava "Santa
        inquisizione" .... e tristemente famosasi si
        • Lucrezia scrive:
          Re: Ma le accuse...
          Come siete bravi a dare addosso... chissà da che pulpito...O forse non sapete che fu proprio Gesù Cristo a insegnare la dottrina del perdono?La vostra ignoranza mi fa tremare. Pur di sputare addosso alla chiesa, siete disposti a dire chissàcosa.E ricordatevi: la chiesa ci ha salvati dalla guerra fredda.Mentre voi e i vostri Eroi andavano a mettere a ferro e fuoco il mondo intero.Facile leggere la storia solo da un lato eh...
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma le accuse...
            - Scritto da: Lucrezia
            Come siete bravi a dare addosso... chissà da che
            pulpito...Quello lo si lascia ai cattolici
            O forse non sapete che fu proprio Gesù Cristo a
            insegnare la dottrina del perdono?
            Sarà, ma a me i cattolici sembrano le persone più vendicative di questo mondo. Ad esempio, se parli male del loro Papa, mica porgono l'altra guancia, ma ti chiudono direttamente il sito.
            La vostra ignoranza mi fa tremare. Pur di sputare
            addosso alla chiesa, siete disposti a dire
            chissàcosa.
            Falsità, ovviamente. Cose tipo: Ratzinger è stato nazista, Ratzinger sostiene che gli omosessuali siano malati mentali, Ratzinger ha dato del sub-umano ai non credenti, e tante altre falistà del genere.
            Facile leggere la storia solo da un lato eh...Beh, leggiamolo pure dall'altro: i Cattolici sono contenti di avere i templi ricoperti d'oro e poter rompere le scatole ai gay. Inoltre sono contenti di fare proselitismo in Africa, insegnando che la vita è sacra e quindi che non bisogna usare il preservativo. Meglio l'AIDS ed il sovrapopolamento che il preservativo.
  • Anonimo scrive:
    "il principio"
    l'ho visto liquidato con sufficienza.ma se dovessimo passare sopra sempre ad ogni reato solo perchè è molto diffuso dove finiremmo?hai visto cosa fanno i pendolari napoletani nei treni?nessuno paga il biglietto, da generazioni."è giusto così" si dicono l'un l'altro... quasi mi pare che se uno dovesse pagare, un giorno, gli altri lo chiamerebbero "infame" (come già fanno con le forze dell'ordine costituito i mafiosi) ...e i controllori dal canto loro sanno che è talmente diffuso il marcio che se dovessero iniziare a insistere molto con chi non paga, tutti insorgerebbero.e questo si va a spalmare su tutto: tasse, bollette, bolli, assicurazione ... insomma non si paga niente, pàghino gli altri.Eppure è un reato: ma lo compiono tutti... per risolvere arriva sempre uno a dire di depenalizzarlo.E se invece mettessimo un controllore per ogni porta che controlli PRIMA dell'entrata?E se sopprimessimo tutti i treni in cui si rileva che il numero di passeggeri non corrisponde ai biglietti pagati?Che direbbero? Si lamenterebbero dello "stato che non fa niente per noi" ?Mi vorrete forse dire che per gli mp3 scaricati gratis è la stessa cosa ... in un certo senso si, sono d'accordo. O si varia del tutto la legge sul diritto d'autore (cosa per la quale propendo decisamente) oppure se c'è una legge la si fa rispettare.E le ADSL crollano una ad una.Se poi parliamo di rogatorie ... ma facciamole per vedere da dove vengono gli oli "presunti d'oliva" che arrivano a Bari ... e chissà quante altre interessanti rogatorie di fatti che renderebbero serio il nostro Stato... e non che perseguano la piccola popolazione o qualche fanatichetto blaterante.
    • Anonimo scrive:
      Re: "il principio"
      - Scritto da: Anonimo
      l'ho visto liquidato con sufficienza.
      ma se dovessimo passare sopra sempre ad ogni
      reato solo perchè è molto diffuso dove finiremmo?E se cominciassimo a chiudere tutti i siti che danno in qualche modo fastidio a questa o quella ideologia dove finiremmo?
    • Anonimo scrive:
      Re: "il principio"
      Ma che centrano tutte le baggianate che hai scritto?Non so se hai capito, ma l'italia, scritto volutamente minuscolo, si costituisce parte civile per difendere l'immagine del papa.Voglio dire, se un giorno un sito giapponese mette la mia faccia su un lottatore di sumo.. l'italia farà chiudere quel sito? NO!Se quell'immagine da fastidio al papa, se la vedesse lui, l'italia che centra?La costituzione sancisce che l'italia è un paese laico, quindi non ha nessun senso difendere il pontefice inquanto tale, visto che per parcondicio bisognerebbe difendere l'immagine del budda etc etc... Quello che stanno facendo è semplicemente sperperare denaro pubblico, visto che per quanto mi riguarda, potrebbero anche incollare la faccia del papa sul corpo di una prostituta o, come hanno già fatto, sul corpo del robò "mazinga".
      • Anonimo scrive:
        Re: "il principio"
        - Scritto da: Anonimo
        Ma che centrano tutte le baggianate che hai
        scritto?
        Non so se hai capito, ma l'italia, scritto
        volutamente minuscolo, si costituisce parte
        civile per difendere l'immagine del papa.
        Voglio dire, se un giorno un sito giapponese
        mette la mia faccia su un lottatore di sumo..
        l'italia farà chiudere quel sito? NO!no ma se mette la tua faccia su un ciccione col pisello fuori mentre viene sodomizzato da una vecchia con una scopa, forse si.devi solo provare e poi denunciare.la legge è li ANCHE PER TE.perchè gli unici che se ne servono sono quelli che critichiamo?ah non saprei proprio!!! perchè siamo idioti?forse si!!!
        La costituzione sancisce che l'italia è un paese
        laico, quindi non ha nessun senso difendere il
        pontefice inquanto tale, visto che per
        parcondicio bisognerebbe difendere l'immagine del
        budda etc etc... infatti non credo ci sia problemaspesso le forze dell'ordine si muovono dietro denuncia, una volta venuti a conoscenza di un fatto penale sono OBBLIGATI ad agire.trovi un sopruso? muoviti e denuncialo e poi raccontaci
        Quello che stanno facendo è semplicemente
        sperperare denaro pubblico, sono parzialmente d'accordo
        visto che per quanto
        mi riguarda, potrebbero anche incollare la faccia
        del papa sul corpo di una prostituta o, come
        hanno già fatto, sul corpo del robò "mazinga".penso che ci voglia rispetto per tutti, per le prostitute come per il papa, come per tua madre e la mia.se è una legge va fatta rispettareoppure va cambiata la leggeandare contro la legge è sbagliatissimo, modificarla no.però lo lasciamo fare solo al nanocomplimenti
    • Anonimo scrive:
      Re: "il principio"
      I principi stabiliti dalla costituzione (finché dura ...) sono libertà di espressione e libertà di stampa.Qui non si tratta di un sequestro giudiziario ma di una vera e prorpria censura.(Non che io sia completamente favorevole ad un tale fotomontaggio, ma qui visto che si parla di principi ...)Nell'articolo si è dimenticato di precisare una cosaQuando si è fatto il confronto con cosa succederebbe in casi simili in cui non si tratti del Papa si è dimenticato di precisare che in tali casi si potrebbe al massimo figurare il reato di oltraggio o ingiuria.A parte che anche in questo caso se c'è la libertà di espressione non capisco perché ad uno non dovrebbe essere concesso di dire che secondo lui una tale persona sbaglia (cosa punita dal codice penale in quanto lesiva della professionalità o dell'onerabiltà della persona). Semmai il problema da affrontare è che esistono poche persone che quello che dicono finisce in televisione mentre tantissime altre che quello che dicono tutte le ignorano per cui se i primi vogliono denigrare i secondi sono liberissimi di farlo senza che ci sia contraddittorio.Scusate mi sono dilungato .... torniamo al puntoNel caso di oltraggio o ingiuria il reato è perseguibile solo a querela di parte e per ottenere il sequestro di materiale ingiurioso o offensivo deve essere la persona offesa a chiedere al giudice dei farlo con una procedura onerosa (e non proprio poco) (e che tra l'altro prevede che il richiedente scriva il foglio dell'ordinanza del giudice in modo che il giudice non debba perdere tempo e spendere fatica per farlo .... no comment).Invece, da quanto mi pare di capire dall'articolo, in questo caso si è sfruttato il reato di vilipendio della religione cattolica per poter operare d'ufficio.Su questo reato si è appena espresso la corte costituzionale dichiarandolo (almeno parzialmente) illegittimo.Ma la cosa, che secondo me andrebbe chiarita, in questo caso è se si tratta veramente di vilipendio della religione. Se si tratta soltanto di una foto di una persona al maasimo si offende la persona non una religione.L'unica eccezione potrebbe essere se si contesta questa figura mentre parla ex catedra.Ma anche in questo caso dovrebbe essere valida la libertà di espressione ... o forse le leggi si interpretano per gli amici e si alterano ad hoc per i nemici?
  • Anonimo scrive:
    vediamo l'impegno.
    rogatorie in brasile?interessante!!!!come mai non si impegnano altrettanto in cose che danneggiano la popolazione, in rogatorie che verificherebbero fatti che interessano alla popolazione?e cosucce tipo queste : http://snipurl.com/ellu?
  • Anonimo scrive:
    Vedo che nulla è cambiato
    Lo scopo dichiarato dei Cattolici è farsi odiare dal resto del mondo.Godrò quando vedrò la religione cattolica equiparata a scientology. Forse allora questo incubo finirà.Inoltre mi chiedo: è stato dichiarato incostituzionale il "riguardo" che l'articolo 403 ha nei confronti della religione Cattolica, equiparandola ad una qualsiasi altra religione. Perché nessun magistrato si è mai preoccupato di procedere nei confronti delle numerose frasi di offesa rivolte nei confronti di altre religioni, come ad esempio quella isalmica, anche da esponenti politici (vedi Lega Nord)?
    • Anonimo scrive:
      Re: Vedo che nulla è cambiato
      - Scritto da: Anonimo
      Perché nessun magistrato si è mai preoccupato di
      procedere nei confronti delle numerose frasi di
      offesa rivolte nei confronti di altre religioni,
      come ad esempio quella isalmica, anche da
      esponenti politici (vedi Lega Nord)?E' semplice, il nostro stato e' uno stato confessionale, in cui il potere cattolico e' molto forte.Per una volta sono d'accrodo con Mantellini in tutto, se non che anche lui si illude che l'Italia sia un paese laico. Si, sulla carta lo e', moltissimi italiani - e da statistiche dello stesso vaticano - la maggioranza e' laica, aconfessionale, non cattolica. Pochissimi sono i preti tra 20 e 40 anni rispetto ai 60enni, al di sotto delle aspettative i pellegrini giunti a Roma per l'insediamento del nuovo Papa - e parliamo anche di pellegrini dall'estero.Tuttavia la minoranza religiosa ha estremo potere, su questo non ci sono dubbi, ed influenza tutto, l'educazione, la politica, la magistratura, le leggi.Vogliamo uno stato aconfessionale: lottiamo per levare del tutto i preti dalle scuole, leviamo l'influenza nefasta dei preti che genera nuovi cattolici.Chi mai crederebbe da adulto a un gesu' che moltiplica pesci, alla madonna vergine, a dio che ci ama mentre milioni di persone muoiono per fame guerre e malattie. Cosi' tra una generazione o due le loro fila si saranno assottigliate. E con esso almeno una parte del potere.
      • francescor82 scrive:
        Re: Vedo che nulla è cambiato

        Chi mai crederebbe da adulto a un gesu' che
        moltiplica pesci, alla madonna vergine, a dio che
        ci ama mentre milioni di persone muoiono per fame
        guerre e malattie. Cosi' tra una generazione o
        due le loro fila si saranno assottigliate. E con
        esso almeno una parte del potere.A 22 anni non mi considero adulto ma nemmeno più un bambino credulone. E io credo a Gesù che moltiplica i pani e i pesci, alla Madonna Vergine e a Dio che ci ama mentre milioni di persone muoiono per fame, guerre e malattie.Non credo di essere tra pochi, e spero che le "nostre" fila si allarghino piuttosto che assottigliarsi.==================================Modificato dall'autore il 02/05/2005 8.57.31
        • Bruco scrive:
          Re: Vedo che nulla è cambiato
          Sei libero di farlo. D'altronde sei anche una mosca bianca. Neanche il 95% dei preti ci crede (per esempio il mio curato già quindici anni fa diceva che i miracoli come quello della moltiplicazione dei pani e dei pesci erano racconti di favolette di valore puramente simbolico). E tra cinquant'anni neanche la dottrina lo insegnerà più. Speriamo che a quell'epoca reggerai il trauma.
          • Anonimo scrive:
            Re: Vedo che nulla è cambiato
            - Scritto da: Bruco
            Sei libero di farlo.
            D'altronde sei anche una mosca bianca. Neanche il
            95% dei preti ci crede (per esempio il mio curato
            già quindici anni fa diceva che i miracoli come
            quello della moltiplicazione dei pani e dei pesci
            erano racconti di favolette di valore puramente
            simbolico). E tra cinquant'anni neanche la
            dottrina lo insegnerà più. Speriamo che a
            quell'epoca reggerai il trauma.per cortesia date un occhiata sul sito www.luigicascioli.it io sono rimasto allibito dalle prove che da edalla querela che ha fatto ad un prete.Come fate a credere al peccato originale? Visto che sant'agonistino ammette che l'anima viene formata nuova da dio al momento del concepimento, dunque volontariamente la crea macchiata da questa ferita....per "giustizia"...approfondite cio in cui credete e rifletteteci, che a molti di noi sembrano assurdo che 3=1 o che lo stregone sacerdote imponendo le mani fa diventare l'amido proteine ma nessuno lo vede perche è si reale ma anche nascosto......se volete possiamo approfondire l'argomento, prego il moderatore di non censurare perche puo sembrare fuori luogo....
          • Anonimo scrive:
            Re: Vedo che nulla è cambiato
            - Scritto da: Bruco
            Sei libero di farlo.
            D'altronde sei anche una mosca bianca. Neanche il
            95% dei preti ci crede (per esempio il mio curato
            già quindici anni fa diceva che i miracoli come
            quello della moltiplicazione dei pani e dei pesci
            erano racconti di favolette di valore puramente
            simbolico). E tra cinquant'anni neanche la
            dottrina lo insegnerà più. Speriamo che a
            quell'epoca reggerai il trauma.A proposito di miracoli, qualche credente sa spiegarmi come mai tra tante persone che vanno a Lourdes o a Fatima a nessuna è mai riscesciuta una gamba o un braccio amputati? Ci sono miracoli più difficili di altri? :-)
        • Anonimo scrive:
          Re: Vedo che nulla è cambiato
          - Scritto da: francescor82

          Chi mai crederebbe da adulto a un gesu' che

          moltiplica pesci, alla madonna vergine, a dio
          che

          ci ama mentre milioni di persone muoiono per
          fame

          guerre e malattie. Cosi' tra una generazione o

          due le loro fila si saranno assottigliate. E con

          esso almeno una parte del potere.
          A 22 anni non mi considero adulto ma nemmeno più
          un bambino credulone. E io credo a Gesù che
          moltiplica i pani e i pesci, alla Madonna Vergine
          e a Dio che ci ama mentre milioni di persone
          muoiono per fame, guerre e malattie.Gia', certo che ci credi, perche' te le hanno dette fin da piccolo queste cose.Ci avresti creduto se avessi sentito queste stesse belle storielle a partire da 20 anni anzicche' dai 3?
          Non credo di essere tra pochi, e spero che leAncora "credere", perche' i numeri si fanno con le opinioni o le convinzioni? Contatevi: anzi risparmia la fatica, lo ha gia' fatto il vaticano: la Conferenza Episcopale Italiana ha commissionato una indagine sugli italiani, con questi illuminanti risultati:"Franco Garelli, che insieme ad altri sociologi ha curato una voluminosa indagine per la conferenza episcopale, prova a delimitare l?area di quanti possano dirsi veramente cattolici nell?Italia di oggi. «I credenti militanti» - spiega - «coloro che fanno parte di gruppi, associazioni, movimenti e danno grande rilevanza all?esperienza comunitaria della fede sono circa un 10 per cento. I praticanti assidui, che però non avvertono l?esigenza di una vita religiosa collettiva e di una visibilità, sono un altro 15-20 per cento. Sommando entrambi i gruppi si arriva ad un 30 per cento di credenti regolari». E la stessa cifra riferibile ai praticanti abituali della messa domenicale che rappresenta il centro del culto cristiano. Fra i giovani la partecipazione è naturalmente al ribasso: solo il 20-22 percento, dice Garelli, frequenta la chiesa la domenica."Da:http://www.uaar.it/documenti/archivio/archivio2001/2001-07-16b.html
          e spero che le
          "nostre" fila si allarghino piuttosto che
          assottigliarsi.Io spero il contrario, la tendenza e' buona, la vedremo.
          • francescor82 scrive:
            Re: Vedo che nulla è cambiato

            Gia', certo che ci credi, perche' te le hanno
            dette fin da piccolo queste cose.
            Ci avresti creduto se avessi sentito queste
            stesse belle storielle a partire da 20 anni
            anzicche' dai 3?Onestamente, tu cosa sai della mia vita, della mia educazione?
          • Anonimo scrive:
            Re: Vedo che nulla è cambiato
            - Scritto da: francescor82

            Gia', certo che ci credi, perche' te le hanno

            dette fin da piccolo queste cose.

            Ci avresti creduto se avessi sentito queste

            stesse belle storielle a partire da 20 anni

            anzicche' dai 3?

            Onestamente, tu cosa sai della mia vita, della
            mia educazione?Per questo ti faccio delle domande: Ci avresti creduto se avessi sentito queste stesse belle storielle a partire da 20 anni anzicche' dai 3?
          • francescor82 scrive:
            Re: Vedo che nulla è cambiato

            Per questo ti faccio delle domande: Ci avresti
            creduto se avessi sentito queste stesse belle
            storielle a partire da 20 anni anzicche' dai 3?No no, calma: la tua domanda era evidentemente polemica e retorica, e ora stai ritrattando.Comunque la risposta è ovviamente: Non posso saperlo perché non è successo. Ma vista l'evoluzione del mio pensiero tra i 3 e i 22 anni, posso rispondere che probabilmente sì, ci avrei creduto lo stesso.Ti chiedo solo il favore di non chiamarle "belle storielle", io non sto venendo ad insultare il tuo credo o a sminuirlo. Poi fai quello che vuoi, però i termini che hai usato per me sono un insulto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Vedo che nulla è cambiato
            - Scritto da: francescor82

            Per questo ti faccio delle domande: Ci avresti

            creduto se avessi sentito queste stesse belle

            storielle a partire da 20 anni anzicche' dai 3?

            No no, calma: la tua domanda era evidentemente
            polemica e retorica,Non e' polemica e retorica, e' una domanda legittima. Cosa ne pensi? Ci avresti creduto? Mica ti sto prendendo per il culo.
            e ora stai ritrattando.Ti ho rifatto la stessa domanda, non mi pare di aver ritrattato alcun che.
            Comunque la risposta è ovviamente: Non posso
            saperlo perché non è successo. Ma vista
            l'evoluzione del mio pensiero tra i 3 e i 22
            anni, posso rispondere che probabilmente sì, ci
            avrei creduto lo stesso.Bene, visto che hai risposto e che non era una domanda retorica?Io invece penso che non ci avresti creduto.
            Ti chiedo solo il favore di non chiamarle "belle
            storielle", io non sto venendo ad insultare il
            tuo credo o a sminuirlo. Poi fai quello che vuoi,
            però i termini che hai usato per me sono un
            insulto.Io sto dicendo che le storie del vangelo sono false. Non e' un insulto.E' legittimo dire che sono storie false, se sei permaloso su questo punto mi dispiace, ma che dio abbia fatto il mondo, che la madonna sia stata vergine e che gesu' abbia moltiplicato pani e pesci e resuscitato morti, sono leggende tratte da miti molto antichi e riportate pari pari nella bibba e nei vangeli.
          • Anonimo scrive:
            Re: Vedo che nulla è cambiato

            moltiplicato pani e
            pesci e resuscitato morti,Pensa che è un classico del Buddhismo il miracolo di Buddha che fa galleggiare un ceppo di legno controcorrente...alcuni dicono: perchè offendere l'universo facendo qualcosa contro natura?Altri dicono: per fare si che qualcuno si ponga questa domanda.Ora, è importante che il legno abbia viaggiato contro corrente o che tu ti sia fatto questa domanda?Se la vostra risposta è la prima, bene, non avrete problemi a trovare santoni più o meno organizzati che vendono l'edera della felicità o le indulgenze.Se è la seconda, forse non dovreste avere problemi a rispettare le credenze degli altri fino a che non danneggiano qualcuno, come invece fanno i businness dei "maestri di vita" e di teocrati vari...
          • francescor82 scrive:
            Re: Vedo che nulla è cambiato
            Saltando tutta la parte sulla vena polemica (ho riletto i tuoi post e rimango della mia idea)...
            Io invece penso che non ci avresti creduto.Benissimo, pensalo pure. Se poi mi dicessi su cosa basi il TUO convindimento che IO non ci avrei creduto, me lo fai sapere. Soprattutto considerando che io stesso non posso essere sicuro della risposta.
            Io sto dicendo che le storie del vangelo sono
            false. Non e' un insulto.E' arrivato colui che dimostra che Dio non esiste.
          • Anonimo scrive:
            Re: Vedo che nulla è cambiato
            - Scritto da: francescor82
            E' arrivato colui che dimostra che Dio non esiste.Impossibile vero? Eh, che vuoi chi pensa ogni tanto anche dubita, tu non dubiti.Comunque no, io ti sto dicendo che i vangeli sono falsi, di dio mi disinteresso, non ha senso perdere tempo.
          • francescor82 scrive:
            Re: Vedo che nulla è cambiato


            E' arrivato colui che dimostra che Dio non
            esiste.

            Impossibile vero? Eh, che vuoi chi pensa ogni
            tanto anche dubita, tu non dubiti.Non è vero che non dubito, ho dubitato parecchio anche io, ma la fede è qualcosa che nasce da dentro, non qualcosa che viene imposto, ad alcuna età.Probabilmente a 3 anni ci credi perché te lo dicono, ma quando cresci hai comunque la possibilità di pensare, riflettere e accettare per ragione o per fede quello che credi sia più corretto.
            Comunque no, io ti sto dicendo che i vangeli sono
            falsi, di dio mi disinteresso, non ha senso
            perdere tempo.Scelta tua.
          • Anonimo scrive:
            Re: Vedo che nulla è cambiato
            - Scritto da: francescor82
            Probabilmente a 3 anni ci credi perché te lo
            dicono, ma quando cresci hai comunque la
            possibilità di pensare, riflettere e accettare
            per ragione o per fede quello che credi sia più
            corretto.E tu hai scelto di credere alle fiabe.
          • Anonimo scrive:
            Re: Vedo che nulla è cambiato
            - Scritto da: francescor82
            Probabilmente a 3 anni ci credi perché te lo
            dicono, ma quando cresci hai comunque la
            possibilità di pensare, riflettere e accettare
            per ragione o per fede quello che credi sia più
            corretto.Se tu fossi nato in India probabilmente non saresti cristiano, ma musulmano, induista, buddista...Le fede la si eredita, non è mai una scelta consapevole.
          • Anonimo scrive:
            Re: Vedo che nulla è cambiato
            - Scritto da: francescor82
            Saltando tutta la parte sulla vena polemica (ho
            riletto i tuoi post e rimango della mia idea)...


            Io invece penso che non ci avresti creduto.

            Benissimo, pensalo pure. Se poi mi dicessi su
            cosa basi il TUO convindimento che IO non ci
            avrei creduto, me lo fai sapere.Baso il mio convincimento sul fatto che da bambini crediamo alle fiabe e a babbo natale, ma se ci raccontano le fiabe da grandi, siamo parecchio piu' scettici.
          • Anonimo scrive:
            Re: Vedo che nulla è cambiato
            - Scritto da: francescor82
            Saltando tutta la parte sulla vena polemica (ho
            riletto i tuoi post e rimango della mia idea)...


            Io invece penso che non ci avresti creduto.

            Benissimo, pensalo pure. Se poi mi dicessi su
            cosa basi il TUO convindimento che IO non ci
            avrei creduto, me lo fai sapere. Soprattutto
            considerando che io stesso non posso essere
            sicuro della risposta.


            Io sto dicendo che le storie del vangelo sono

            false. Non e' un insulto.

            E' arrivato colui che dimostra che Dio non esiste.Dio sapendo in anticipio tutto fino alla fine dei tempi, continua a creare alcune persone che nonstante lo pregano sa che andranno all'inferno (perche non ha tutti è sato di salvarsi stando al vangelo).Se questo è un dio, è un sadico!
          • Anonimo scrive:
            Re: Vedo che nulla è cambiato
            - Scritto da: francescor82
            E' arrivato colui che dimostra che Dio non esiste.Nessuno potrà mai dimostrare che Dio non esiste. Ma chi dice che esiste e cerca in tutti i modi di imporre agli altri la propria fede e la propria discutibile etica dovrebbe dimostrare che esiste, altrimenti io gli dico che della sua etica non potrebbe fregarmene di meno.L'onere della prova spetta a chi afferma.
          • Anonimo scrive:
            Re: Vedo che nulla è cambiato
            - Scritto da: francescor82

            Per questo ti faccio delle domande: Ci avresti

            creduto se avessi sentito queste stesse belle

            storielle a partire da 20 anni anzicche' dai 3?

            No no, calma: la tua domanda era evidentemente
            polemica e retorica, e ora stai ritrattando.
            Comunque la risposta è ovviamente: Non posso
            saperlo perché non è successo. Ma vista
            l'evoluzione del mio pensiero tra i 3 e i 22
            anni, posso rispondere che probabilmente sì, ci
            avrei creduto lo stesso.
            Ti chiedo solo il favore di non chiamarle "belle
            storielle", io non sto venendo ad insultare il
            tuo credo o a sminuirlo. Poi fai quello che vuoi,
            però i termini che hai usato per me sono un
            insulto.ma come sono polemici sti bigotti...che mangiano la carne del dio fatto uomo ogni domenica, ma poi di seguire il vangelo alla lettera non se ne parla ..per esempio di possdere solo un vestito o un paio di sandali......ha gia quelle frasi vanno interpretate in senso allegorico......si puo essere ricchi (com dice la chiesa) purche non si tenga ai prorpri beni (e come si fa??) nonostante che gesu chiaramente dice che il ricco è impossibile che vada in paradiso (è impossibile che un cammello entri nella cruna di un ago)....quanta falsita e arroganza mi tocca sentire da questi farisei in gonnella
          • Anonimo scrive:
            Re: Vedo che nulla è cambiato
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: francescor82


            Per questo ti faccio delle domande: Ci avresti


            creduto se avessi sentito queste stesse belle


            storielle a partire da 20 anni anzicche' dai
            3?



            No no, calma: la tua domanda era evidentemente

            polemica e retorica, e ora stai ritrattando.

            Comunque la risposta è ovviamente: Non posso

            saperlo perché non è successo. Ma vista

            l'evoluzione del mio pensiero tra i 3 e i 22

            anni, posso rispondere che probabilmente sì, ci

            avrei creduto lo stesso.

            Ti chiedo solo il favore di non chiamarle "belle

            storielle", io non sto venendo ad insultare il

            tuo credo o a sminuirlo. Poi fai quello che
            vuoi,

            però i termini che hai usato per me sono un

            insulto.


            ma come sono polemici sti bigotti...che mangiano
            la carne del dio fatto uomo ogni domenica, ma poi
            di seguire il vangelo alla lettera non se ne
            parla ..per esempio di possdere solo un vestito
            o un paio di sandali......ha gia quelle frasi
            vanno interpretate in senso allegorico......si
            puo essere ricchi (com dice la chiesa) purche non
            si tenga ai prorpri beni (e come si fa??)
            nonostante che gesu chiaramente dice che il ricco
            è impossibile che vada in paradiso (è impossibile
            che un cammello entri nella cruna di un
            ago)....quanta falsita e arroganza mi tocca
            sentire da questi farisei in gonnelladimenticavo razzi nger che gira col macchinone blu.....ma lui è esonerato dal vangelo...è un capodi stato.
          • Anonimo scrive:
            Re: Vedo che nulla è cambiato
            A quanto pare neppure i dieci comandamenti sono qualcosa di originale. Molto probabilmente Mosè li apprese dagli egizi. Nel libro di Piergiorgio Odifreddi "Il Vangelo secondo la Scienza" leggiamo a pagina 86:Il Libro dei morti egiziano raccoglie una serie di formule funerarie e di istruzioni alle anime dei defunti, affinché possano superare positivamente il giudizio. La seguente dichiarazione d'innocenza, rivolta ai 42 dèi che compongono la corte di Osiride, e risalente almeno al 1500 a.C., è tratta dal capitolo CXXV, e mostra una evidente somiglianza con il successivo decalogo biblico, non a caso riportato nell'Esodo (XX,2-17), il libro che narra l'esilio del popolo ebraico in Egitto:O corridore, che vieni da Eliopoli,non ho commesso iniquità.O splendente, che vieni dalle sorgenti del Nilo,non ho rubato.O faccia tremenda, che vieni da Rosetau,non ho ucciso.O spezzatore di ossa, che vieni da Eracleopoli,non ho detto falsa testimonianza.O malvagio, che vieni da Busiri,non ho desiderato la roba d'altri.O vedente, che vieni dal macello,non ho fornicato con la donna d'altri.O comandante, che vieni da Nu,non ho bestemmiato.Ma ho dato pane agli affamati, acqua agli assetati, vestiti agli ignudi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Vedo che nulla è cambiato
            - Scritto da: francescor82

            Gia', certo che ci credi, perche' te le hanno

            dette fin da piccolo queste cose.

            Ci avresti creduto se avessi sentito queste

            stesse belle storielle a partire da 20 anni

            anzicche' dai 3?

            Onestamente, tu cosa sai della mia vita, della
            mia educazione?Facciamo un esempio, leggi questa storia:1930 anni fa in quella che oggi e' la Campania, visse un uomo chiamato Glauco che vedeva il futuro. Aveva avuto un grappolo di uva magico da un pesce d'oro che aveva pescato e poi rigettato in mare.Grazie a quell'uva, che coltivava gelosamente, ogni anno vendemmiava un uva che gli permetteva di sognare eventi futuri. Coltivo' quell'uva per nove anni. Poi una notte sogno' l'eruzione del Vesuvio che distrusse Pompei, per cui colpito da quesat premonizione, abbandono' la Campania salvandosi, ma perdette cosi' la sua uva magica.Ci credi? Quante persone pensi che potrei convincere se scrivessi questa storia e cercassi di persuadere persone adulte della veridicita' di questi fatti?
          • francescor82 scrive:
            Re: Vedo che nulla è cambiato

            Ci credi? Quante persone pensi che potrei
            convincere se scrivessi questa storia e cercassi
            di persuadere persone adulte della veridicita' di
            questi fatti?Tu prova, non si sa mai.Personalmente trovo un insulto il paragone che tu hai fatto, ma capisco che dal tuo punto di vista siano entrambe solo "storielle".
          • Anonimo scrive:
            Re: Vedo che nulla è cambiato
            - Scritto da: francescor82

            Ci credi? Quante persone pensi che potrei

            convincere se scrivessi questa storia e cercassi

            di persuadere persone adulte della veridicita'
            di

            questi fatti?

            Tu prova, non si sa mai.Io penso che qualcunoi si possa anche convincere, ma se la stessa cosa la facessi leggere ad un bambino e gli dicessi che il sig, Glauco e' dio che lo ha creato, che lo protegge e gli vuole bene, quanti bambini, rispetto agli adulti, pensi che potrei convincere? 10 a 1? 20 a 1?Ecco come funziona l'educazione cattolica, i proseliti li prende piccoli, quando il terreno e' fertile perche' la capacita' di critica e' scarsa.
            Personalmente trovo un insulto il paragone che tu
            hai fatto, ma capisco che dal tuo punto di vista
            siano entrambe solo "storielle".La mia almeno e' originale.
          • Anonimo scrive:
            Re: Vedo che nulla è cambiato
            - Scritto da: francescor82
            Tu prova, non si sa mai.
            Personalmente trovo un insulto il paragone che tu
            hai fatto, ma capisco che dal tuo punto di vista
            siano entrambe solo "storielle".E Noè che dovette mettere sull'Arca una coppia di ogni specie animale? Pensa com'è stato difficile acchiappare pinguini, giraffe, zanzare, canguri... :-)E Sansone, la cui forza era nei capelli? :-)E la storiella di Adamo ed Eva?Dimmi un po', ma se non avevano ancora mangiato il frutto della conoscenza del bene e del male, come facevano a capire che disubbidire a Dio era male?
          • Anonimo scrive:
            Re: Vedo che nulla è cambiato
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: francescor82

            Tu prova, non si sa mai.

            Personalmente trovo un insulto il paragone che
            tu

            hai fatto, ma capisco che dal tuo punto di vista

            siano entrambe solo "storielle".

            E Noè che dovette mettere sull'Arca una coppia di
            ogni specie animale? Pensa com'è stato difficile
            acchiappare pinguini, giraffe, zanzare,
            canguri... :-)

            E Sansone, la cui forza era nei capelli? :-)

            E la storiella di Adamo ed Eva?

            Dimmi un po', ma se non avevano ancora mangiato
            il frutto della conoscenza del bene e del male,
            come facevano a capire che disubbidire a Dio era
            male?Ma lascialo perdere, ha detto che ha 22 anni e che ha scelto pensandoci su, pur con i suoi dubbi. Se ha scelto, ha scelto, e ognuno e' libero di farsi del male nella vita come crede, basta che non si permetta di andare a raccontare le sue favole ai figli altrui.
          • Anonimo scrive:
            Re: Vedo che nulla è cambiato
            - Scritto da: Anonimo
            Ma lascialo perdere, ha detto che ha 22 anni e
            che ha scelto pensandoci su, pur con i suoi
            dubbi. Se ha scelto, ha scelto, e ognuno e'
            libero di farsi del male nella vita come crede,
            basta che non si permetta di andare a raccontare
            le sue favole ai figli altrui.Io sono sicuro che se andasse a informarsi un po' sul sito dell'UAAR, su quello del CICAP... giusto per citarne due... tra qualche anno potrebbe cambiare idea... anche prima secondo me.Il problema secondo me è solo una questione di informazione.
          • francescor82 scrive:
            Re: Vedo che nulla è cambiato

            Ma lascialo perdere, ha detto che ha 22 anni e
            che ha scelto pensandoci su, pur con i suoi
            dubbi. Se ha scelto, ha scelto, e ognuno e'
            libero di farsi del male nella vita come crede,
            basta che non si permetta di andare a raccontare
            le sue favole ai figli altrui.Sono appena tornato dall'università e vedo che avete continuato senza di me. Ovviamente non mi dispiace, piuttosto mi dispiace non aver tempo per rispondere a tutti o almeno a quelli a cui saprei rispondere (che volete, non sono teologo... voi invece sembrate espertissimi nel vostro agnosticismo/ateismo, buon per voi).Però l'autore del messaggio a cui sto rispondendo dovrebbe rivolgersi anche a tutti gli altri con cui ho parlato, perché neanche loro hanno diritto di andare a raccontare le loro favole ai figli miei o degli altri. Oppure i credenti cattolici come me sono gli unici a non avere questo diritto?Una breve risposta a chi diceva che la fede si eredita e non si sceglie: sbagliatissimo! Si eredita solo da piccoli, e quando si cresce, se ci sono le condizioni sociali (tipo assenze di fondamentalismi di alcun tipo), si può scegliere autonomamente.Vabbè, buona serata a tutti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Vedo che nulla è cambiato
            - Scritto da: francescor82

            Ma lascialo perdere, ha detto che ha 22 anni e

            che ha scelto pensandoci su, pur con i suoi

            dubbi. Se ha scelto, ha scelto, e ognuno e'

            libero di farsi del male nella vita come crede,

            basta che non si permetta di andare a raccontare

            le sue favole ai figli altrui.

            Sono appena tornato dall'università e vedo che
            avete continuato senza di me.Certo
            Ovviamente non mi
            dispiace, piuttosto mi dispiace non aver tempo
            per rispondere a tutti o almeno a quelli a cui
            saprei rispondereInsomma ti dispiace o no.
            (che volete, non sono
            teologo... voi invece sembrate espertissimi nel
            vostro agnosticismo/ateismo, buon per voi).
            Però l'autore del messaggio a cui sto rispondendo
            dovrebbe rivolgersi anche a tutti gli altri con
            cui ho parlato, perché neanche loro hanno diritto
            di andare a raccontare le loro favole ai figli
            miei o degli altri. Oppure i credenti cattolici
            come me sono gli unici a non avere questo
            diritto?Non ci sono preti agnostici o atei o non credenti che vanno nelle scuole dei religiosi a predicare.Non ci sono preti dato che non credere non e' un culto.Ci sono invece preti cattolici che vanno ogni settimana nelle scuole laiche di tutta Italia.Ogni domenica radunano la folla e predicano le loro storielle.Sono i cattolici e non i non credenti che hanno nei loro libri il precetto di fare altri fedeli, sono i cattolici quelli che appena possono parlano ai bambini del bene e del male, dell'inferno e del paradiso.Per cui te lo ripeto. Hai fatto le tue scelte, ma stai lontano tu e i tuoi predicatori di fiabe, dai figli altrui!!!!
            Una breve risposta a chi diceva che la fede si
            eredita e non si sceglie: sbagliatissimo! Si
            eredita solo da piccoli, e quando si cresce, se
            ci sono le condizioni sociali (tipo assenze di
            fondamentalismi di alcun tipo), si può scegliere
            autonomamente.Quindi ammetti che si eredita. Altro che sbagliatissimo.
            Vabbè, buona serata a tutti.Si dai, buona notte.
          • francescor82 scrive:
            Re: Vedo che nulla è cambiato


            Sono appena tornato dall'università e vedo che

            avete continuato senza di me.

            Certo


            Ovviamente non mi

            dispiace, piuttosto mi dispiace non aver tempo

            per rispondere a tutti o almeno a quelli a cui

            saprei rispondere

            Insomma ti dispiace o no.Mi confermi che non sai leggere e interpretare due frasi. Sto parlando di due cose diverse, è possibile che di una mi dispiaccia e dell'altra no, giusto?
            Non ci sono preti agnostici o atei o non credenti
            che vanno nelle scuole dei religiosi a predicare.
            Non ci sono preti dato che non credere non e' un
            culto.
            Ci sono invece preti cattolici che vanno ogni
            settimana nelle scuole laiche di tutta Italia.
            Ogni domenica radunano la folla e predicano le
            loro storielle.
            Sono i cattolici e non i non credenti che hanno
            nei loro libri il precetto di fare altri fedeli,
            sono i cattolici quelli che appena possono
            parlano ai bambini del bene e del male,
            dell'inferno e del paradiso.
            Per cui te lo ripeto. Hai fatto le tue scelte, ma
            stai lontano tu e i tuoi predicatori di fiabe,
            dai figli altrui!!!!Innanzitutto complimenti per non aver evitato il termine "storielle" per l'ennesima volta. Avevo chiesto per piacere di evitarlo perché mi offende ma no, vedo che mancate della minima sensibilità. Benissimo, ma non mi abbasserò ai vostri livelli e non raccoglierò la provocazione.Secondo: io ho fatto le mie scelte ed educherò i miei figli in un certo modo; ma se tu non tolleri che un cattolico si avvicini alla tua prole, non dovresti neanche fare il contrario.

            Una breve risposta a chi diceva che la fede si

            eredita e non si sceglie: sbagliatissimo! Si

            eredita solo da piccoli, e quando si cresce, se

            ci sono le condizioni sociali (tipo assenze di

            fondamentalismi di alcun tipo), si può scegliere

            autonomamente.

            Quindi ammetti che si eredita. Altro che
            sbagliatissimo.Si eredita solo da piccoli; cresciuti, si ha la capacità di cambiare. E comunque voi stessi che non siete cattolici, ed in particolare Pier (mi sembra sia questo il suo nome) che si lamentava di una brutta esperienza con un prete, siete la prova che la religione non si eredita. Ma forse non ci avevi pensato, eh?

            Vabbè, buona serata a tutti.

            Si dai, buona notte.Continua a dormire.P.S.: Non aspettarti altre mie risposte in questo thread, io mi aspettavo un dialogo serio e invece hai solo continuato a definire il contenuto dei Vangeli "storielle", sapendo benissimo di offendermi. Complimenti.==================================Modificato dall'autore il 03/05/2005 8.05.18
          • Anonimo scrive:
            Re: Vedo che nulla è cambiato
            - Scritto da: francescor82
            Innanzitutto complimenti per non aver evitato il
            termine "storielle" per l'ennesima volta.Fino a prova contraria, e alla luce della loro palese proveninenza da mitologie precedenti, questo sono, fiabe, che un gruppo di persone ti ha convinto siano vere e sacre, convincendoti che ogni prova contraria sia falsa o non pertinente.
            Secondo: io ho fatto le mie scelte ed educherò i
            miei figli in un certo modo; ma se tu non tolleri
            che un cattolico si avvicini alla tua prole, non
            dovresti neanche fare il contrario.A perche' secondo te i non credenti vanno nelle scuole a predicare di non credere? O sono invece i cattolici a predicare in ogni occasione?Chi si avvicina ogni settimana alla prole degli altri? Rispondimi!Guarda caso di solito sono i preti a girare per le case per benedirle e a invitare le famiglie alle messe, se mi trovi un non credente che ti bussa alla porta e ti invita a non credere, ti pago tanto che potrai smettere di andare a lavorare.


            Una breve risposta a chi diceva che la fede si


            eredita e non si sceglie: sbagliatissimo! Si


            eredita solo da piccoli, e quando si cresce,
            se


            ci sono le condizioni sociali (tipo assenze di


            fondamentalismi di alcun tipo), si può
            scegliere


            autonomamente.



            Quindi ammetti che si eredita. Altro che

            sbagliatissimo.

            Si eredita solo da piccoli; cresciuti, si ha la
            capacità di cambiare.Quindi ancora ci dici che si eredita.Non nasce quindi come spontaneo amore per un dio.
            E comunque voi stessi che
            non siete cattolici, ed in particolare Pier (mi
            sembra sia questo il suo nome) che si lamentava
            di una brutta esperienza con un prete, siete la
            prova che la religione non si eredita. Ma forse
            non ci avevi pensato, eh?Ma come se hai appena detto che si eredita?
            Si eredita solo da piccoli; cresciuti, si ha la
            capacità di cambiare.
            Continua a dormire.Tu magari svegliati.
            P.S.: Non aspettarti altre mie risposte in questo
            thread, io mi aspettavo un dialogo serio e invece
            hai solo continuato a definire il contenuto dei
            Vangeli "storielle", sapendo benissimo di
            offendermi. Complimenti.Offenditi pure, se credi in dogmi smentiti dalla storia e da altre testimonianze contrarie, in favole ebraiche ed egiziane rivisitate da un gruppo di puritani ad uso loro per consolidare il loro potere temporale e ingrassarse alla faccia tua che lavori, forse te lo meriti proprio.
          • Anonimo scrive:
            Re: Vedo che nulla è cambiato
            - Scritto da: Anonimo
            Dimmi un po', ma se non avevano ancora mangiato
            il frutto della conoscenza del bene e del male,
            come facevano a capire che disubbidire a Dio era
            male?
            A Dio frega nulla. Mica deve essere logico e coerente lui. Ci pensano i preti ad arrampicarsi sugli specchi per lui.
          • Anonimo scrive:
            Re: Vedo che nulla è cambiato
            - Scritto da: francescor82

            Gia', certo che ci credi, perche' te le hanno

            dette fin da piccolo queste cose.

            Ci avresti creduto se avessi sentito queste

            stesse belle storielle a partire da 20 anni

            anzicche' dai 3?

            Onestamente, tu cosa sai della mia vita, della
            mia educazione?Quando ero bambino, e non c'era ancora l'ora alternativa, il prete mi voleva fare leggere a tutti i costi un passo della bibbia, che per qualche motivo mi ero rifiutato. Il prete si mise ad urlare con una ferocia tale che mi spaventò a morte e mi misi subito a leggere a singhiozzo...quando tornai a casa consolidai il mio pensiero: quelle stupidaggini non facevano per me...Bada bene che i mie genitori sono cattolici...Peso che tutti da banbini siamo stati influenzati dai PRETI.Chi ha avuto una esperienza positiva, chi no. Con tutto il rispetto, tu hai abboccato, io la vedo così... :-)Pier
          • francescor82 scrive:
            Re: Vedo che nulla è cambiato

            Quando ero bambino, e non c'era ancora l'ora
            alternativa, il prete mi voleva fare leggere a
            tutti i costi un passo della bibbia, che per
            qualche motivo mi ero rifiutato.
            Il prete si mise ad urlare con una ferocia tale
            che mi spaventò a morte e mi misi subito a
            leggere a singhiozzo...quando tornai a casa
            consolidai il mio pensiero: quelle stupidaggini
            non facevano per me...
            Bada bene che i mie genitori sono cattolici...Persone malvagie le trovi dappertutto, d'altra parte anche i preti sono solamente uomini, non creature perfette.A me pare solo che tu abbia avuto una brutta esperienza.
            Peso che tutti da banbini siamo stati influenzati
            dai PRETI.
            Chi ha avuto una esperienza positiva, chi no. Qui ti dò ragione...
            Con tutto il rispetto, tu hai abboccato, io la
            vedo così... :-)...qui un po' meno... ma se tu la vedi così, buon per te.
          • Anonimo scrive:
            Re: Vedo che nulla è cambiato


            Peso che tutti da banbini siamo stati
            influenzati

            dai PRETI.

            Chi ha avuto una esperienza positiva, chi no.

            Qui ti dò ragione...


            Con tutto il rispetto, tu hai abboccato, io la

            vedo così... :-)

            ...qui un po' meno... ma se tu la vedi così, buon
            per te.Tieni presente che non sto sindacando sull'esistenza di Dio, io credo che esista, tutti noi facciamo parte di Dio, e in un certo senso Dio siamo anche noi...Io sto pesantemente criticando l'INFLUENZA DELLA CHIESA CATTOLICA ( che se mi permetti, con Dio ha ben poco da spartire) SULLO STATO.L'evangelizzazione nel tuo caso è andata a buon fine, sei un prodotto, non ti arrabbiare, non è un' offesa. Io la vedo troppo così. Se leggi un pò delle grandi religioni orientali, quelle si che ti fanno sognare, la religione cattolica è una storiella per bambini al confronto...Ciao Pier
          • francescor82 scrive:
            Re: Vedo che nulla è cambiato

            Io la vedo troppo così. Se leggi un pò delle
            grandi religioni orientali, quelle si che ti
            fanno sognare, la religione cattolica è una
            storiella per bambini al confronto...Il mio credo non mi fa cercare la religione che mi fa "sognare" di più. Ma come dice la parola, è un "credo", è qualcosa che senti dentro e che non puoi imporre con la ragione.Per il rapporto religione-politica, la mia idea, per quanto molto semplicistica, è questa: qualunque politico, di destra o sinistra, è comunque una persona; non è possibile rinunciare comunque alla propria parte religiosa (nel senso esteso del termine).
          • Anonimo scrive:
            Re: Vedo che nulla è cambiato
            http://www.anticlericale.net/modules.php?name=News&file=article&sid=222&mode=thread&order=0&thold=0
          • francescor82 scrive:
            Re: Vedo che nulla è cambiato
            Bravissimo, e quindi che contributo hai dato?
          • Anonimo scrive:
            Re: Vedo che nulla è cambiato
            ti ho messo davanti all'ipocrisia di tutta la chiesa cattolica, nella forma dei suoi rappresentanti piu' alti
          • Anonimo scrive:
            Re: Vedo che nulla è cambiato
            - Scritto da: francescor82
            Il mio credo non mi fa cercare la religione che
            mi fa "sognare" di più. Ma come dice la parola, è
            un "credo", è qualcosa che senti dentro e che non
            puoi imporre con la ragione.ma per favore.. e' solo paura della morte e allineamento col resto del gregge; guarda caso in Italia la religione dominante e' il cattolicesimo, in iraq l'islam, in israele la religione ebrea, ecc.. aberrazzioni statistiche? se quello che dici e' vero (e cioe' che la tua fede cattolica la senti dentro e non ti e' stata imposta con la ragione come spieghi questa strana distribuzione di credenti?)
          • Anonimo scrive:
            Re: Vedo che nulla è cambiato
            - Scritto da: francescor82

            Io la vedo troppo così. Se leggi un pò delle

            grandi religioni orientali, quelle si che ti

            fanno sognare, la religione cattolica è una

            storiella per bambini al confronto...

            Il mio credo non mi fa cercare la religione che
            mi fa "sognare" di più. Ma come dice la parola, è
            un "credo", è qualcosa che senti dentro e che non
            puoi imporre con la ragione.

            Per il rapporto religione-politica, la mia idea,
            per quanto molto semplicistica, è questa:
            qualunque politico, di destra o sinistra, è
            comunque una persona; non è possibile rinunciare
            comunque alla propria parte religiosa (nel senso
            esteso del termine).E quindi un politico del genere deve scavalcare le norme di legge di uno stato laico di tutto per legiferare in accordo alla sua parte religiosa?E' questo che insegna la tua religione? Che siccome non e' possibile rinunciare ad essere religiosi (dogma), e' piu' facile costringere gli altri con leggi contrarie alle loro idee?Si decisamente un idea molto semplicistica.
          • Anonimo scrive:
            Re: Vedo che nulla è cambiato
            - Scritto da: Anonimo



            Peso che tutti da banbini siamo stati

            influenzati


            dai PRETI.


            Chi ha avuto una esperienza positiva, chi no.



            Qui ti dò ragione...




            Con tutto il rispetto, tu hai abboccato, io la


            vedo così... :-)



            ...qui un po' meno... ma se tu la vedi così,
            buon

            per te.

            Tieni presente che non sto sindacando
            sull'esistenza di Dio, io credo che esista, tutti
            noi facciamo parte di Dio, e in un certo senso
            Dio siamo anche noi...Certo Pier, sara' anche cosi', ma permetti una nota polemica: siccome nessuno sa cosa e' dio, se passiamo a dire che dio e' tutte le cose e in tutte, allroa cosi' diciamo che e' tutto e niente. E cosi' si evita di dover spiegare di cosa si parla e che cosa sia veramente dio.
          • Anonimo scrive:
            Re: Vedo che nulla è cambiato
            anche perche il 90% della materia è vuoto.....
          • Anonimo scrive:
            Re: Vedo che nulla è cambiato

            Persone malvagie le trovi dappertutto, d'altra
            parte anche i preti sono solamente uomini, non
            creature perfette.Ehhhh no, qui caschi male. Il cattolicesimo annuncia che il prete è il tuo tramite con Dio, quindi non è solo una persona. Se credi, credi del tutto. Quindi non è giustificabile.
          • Anonimo scrive:
            Re: Vedo che nulla è cambiato
            - Scritto da: Anonimo

            Persone malvagie le trovi dappertutto, d'altra

            parte anche i preti sono solamente uomini, non

            creature perfette.
            Ehhhh no, qui caschi male. Il cattolicesimo
            annuncia che il prete è il tuo tramite con Dio,
            quindi non è solo una persona.I casi sono due, o il prete e' il tramite con dio (qualunque cosa sia dio) e quindi non serve dirlo, oppure sono solamente uomini, per cui non c'e' bisogno di loro per avere un rapporto cn la propria divinita'. Dato che sono solamente uomini e prova ne sono tanti fatti molto noti di abusi vari da parte di ecclesiastici, la Chiesa si adopera per un opera di promozione della figura del prete per dare una certa aurtorita' ai propri membri.Ma a me tutto questo insisitere sul ruolo dei prelati quali interlocutori della chiesa e di dio (qualunque cosa sia) mi pare come le banche che hanno bisogno di fare pubblicita' del tipo "la tua banca ti da fiducia", evidentemente perche' ne ispirano poca. Allo stesso modo il credente si raduna in gruppi e ripete insistentemente "credo credo credo", evidentemente ha bisogno di rafforzare una cieca adesione ai dogmi, altrimenti la cosa non gli riesce poi tanto spontanea.
            Se credi, credi
            del tutto.Ti illudi che un religioso sia coerente, mentre invece non c'e' forse persona che piu' facilmente e' capace di giustificarsi e perdonarsi. Basta che dica "me l'ha detto dio che questo e' giusto" e si puo' permettere di giustificare qualsiasi incongruenza o bassezza.
            Quindi non è giustificabile.Tu ragioni da cervello libero da decenni di oratorio e di "credo credo credo".
          • Anonimo scrive:
            Re: Vedo che nulla è cambiato
            - Scritto da: Anonimo
            Con tutto il rispetto, tu hai abboccato, io la
            vedo così... :-)A dire il vero tutti abboccano. Da bambini non si ha il senso critico per capire che quelle cose che ti stanno raccontando non sono come la storia, la geografia, la matematica. Ti dicono che esiste un Dio, un inferno, ti parlano della madonna, del peccato e tu non puoi fare a meno di crederci, anche perché da bambini si ha fiducia negli adulti.Poi quando ci si fa più grandi, alcuni scoprono che erano fantasie... altri continuano a credere e a tormentare chi non crede con le loro strane idee sul sesso... pallino fisso dei cattolici.Curiosamente gli abusi alimentari non vengono condannati come i comportamenti sessuali. L'idea è che il sesso sia una cosa sporca.
          • Anonimo scrive:
            Re: Vedo che nulla è cambiato
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Con tutto il rispetto, tu hai abboccato, io la

            vedo così... :-)

            A dire il vero tutti abboccano. Da bambini non si
            ha il senso critico per capire che quelle cose
            che ti stanno raccontando non sono come la
            storia, la geografia, la matematica. Ti dicono
            che esiste un Dio, un inferno, ti parlano della
            madonna, del peccato e tu non puoi fare a meno
            di crederci, anche perché da bambini si ha
            fiducia negli adulti.

            Poi quando ci si fa più grandi, alcuni scoprono
            che erano fantasie... altri continuano a credere
            e a tormentare chi non crede con le loro strane
            idee sul sesso... pallino fisso dei cattolici.

            Curiosamente gli abusi alimentari non vengono
            condannati come i comportamenti sessuali. L'idea
            è che il sesso sia una cosa sporca.I preti sono piu' disposti a perdonare un furto o un omicidio che un atto osceno. Con questa gente che guida le masse, che risponde solo al papa - cittadino di un altro stato quando gli fa comodo ma censore e comandante in camera da letto - come si puo' avere un paese laico?Come mai abbiamo il reato specifico di "vilipendio dellareligione" (che originariamente garantiva solo la religione cattolica e le sue istituzioni) e non c'e' - e ci mancherebbe altro! - per i gruppi sportivi, partiti e circoli?Che i giudici si mettano in moto utilizzando tempo e risorse italiane per il cittadino di un altro stato è risibile e vergognoso, possibile solo perche' l'Italia e' lungi dall'essere uno stato laico.
          • Anonimo scrive:
            Re: Vedo che nulla è cambiato
            - Scritto da: Anonimo
            I preti sono piu' disposti a perdonare un furto o
            un omicidio che un atto osceno. Con questa gente
            che guida le masse, che risponde solo al papa -
            cittadino di un altro stato quando gli fa comodo
            ma censore e comandante in camera da letto - come
            si puo' avere un paese laico?Su tale argomento vorrei consigliare a chi ci legge il libro "Io ti assolvo" di Giordano Bruno Guerri (storico di destra e così sfatiamo il mito dei comunistacci atei :-) )
        • Anonimo scrive:
          Re: Vedo che nulla è cambiato
          le fila dei nazisti?
        • Anonimo scrive:
          Re: Vedo che nulla è cambiato
          - Scritto da: francescor82
          A 22 anni non mi considero adulto ma nemmeno più
          un bambino credulone. E io credo a Gesù che
          moltiplica i pani e i pesci, alla Madonna Vergine
          e a Dio che ci ama mentre milioni di persone
          muoiono per fame, guerre e malattie.
          Non credo di essere tra pochi, e spero che le
          "nostre" fila si allarghino piuttosto che
          assottigliarsi.Io dico - senza per questo voler offendere nessuno - che la fede in linea di massima è inversamente proporzionale alla cultura della gente. Quindi col progresso scientifico e tecnologico mi sa che la fede si ridurrà ulteriormente. D'altra parte è facile constatare che in quei Paesi dove c'è meno progresso scientifico c'è anche un senso religioso più forte.In occidente non lapidiamo le donne, ci limitiamo a perseguitare gli omosessuali, è già un progresso rispetto a 800 anni fa quando le donne le bruciavamo sui roghi.Nelle città è difficile vedere processioni con statue di madonne e di santi, canti e altri strani riti. Ci si limita ad andare a messa. Nei paesini invece ancora puoi assistere a queste cose molto pittoresche.
    • XavierX scrive:
      Re: Vedo che nulla è cambiato
      Sottoscrivo.Anche a me fanno più paura e ribrezzo certe uscite di alcuni politici che non lesinano dichiarazioni razziste e offensive contro gente di colore, extracomunitari, islamici, cinesi...Mai vista una ripresa di un comizio della Lega?Chissà perchè lì non guarda mai nessuno...
      • Anonimo scrive:
        Lega_lized

        dichiarazioni razziste e offensive contro gente
        di colore, extracomunitari, islamici, cinesi...Quelli che dicono che gli islamici tagliano il clitoride alle bambine per infibularle?Quelli che dicono che gli islamici fanno il lavaggio del cervello al punto tale che donne trattate così fin dalla nascita vanno a frsi esplodere in un teatro a Mosca a pro ( ? ) di chi le considera creature sottoumane?Quelli che dicono che i cinesi stanno attuando con successo uno scardinamento dell'economia europea?Diranno anche un mare di ca**ate (anzi, un oceano), ma sono gli unici che hanno inquadrato i due problemi letali che l'Europa deve affrontare in questo secolo, gli altri continano a farsi i dispettucci "tu hai rubato questo" "ma tu hai rubato quell'altro" "ma tu eri un balilla" "ma tu sapevi che fine hanno fatto gli italiani in russia" e a mettersi daccordo, alla fine della fiera, tra una magnada e una spartizione (non che uno che sia Leghista per forza non finirà per fare cose del genere quando ne avrà occasione...).E intanto mentre tutti si indignano e poi si mettono daccordo con l'ennesima spartizione, cina e islam rimangono le spade sospese sulla sopravvivenza dell'europa...
        • Anonimo scrive:
          Re: Lega_lized

          Quelli che dicono che gli islamici tagliano il
          clitoride alle bambine per infibularle?Sì, bravo. Quello è proprio un perfetto esempio di ignoranza crassa e pericolosa (e spesso in malafede).L'infibulazione non ha NULLA a che vedere con l'islam ma solo con culti tribali preesistenti nelle zone passate poi sotto l'influenza culturale musulmana (la valle del Nilo soprattutto). La religione islamica proibisce questa pratica.Invece di ascoltare i deliri di Borghezio, aprire un libro e cercare di capire no?
          • Anonimo scrive:
            Re: Lega_lized

            Sì, bravo. Quello è proprio un perfetto esempio
            di ignoranza crassa e pericolosa (e spesso in
            malafede).
            L'infibulazione non ha NULLA a che vedere con
            l'islam ma solo con culti tribali preesistenti
            nelle zone passate poi sotto l'influenza
            culturale musulmana (la valle del Nilo
            soprattutto). La religione islamica proibisce
            questa pratica.No, il Corano non ne parla...come il Vangelo che non parla di "guerra santa" e addirittura proibisce ogni forma di violenza (porgi l'altra guancia).Belle parole, ma poi le tradizioni e usanze che ci stanno sopra (il magistero della chiesa, la Saria ecc) hanno sempre il sopravvento.Sia nell'ebraismo che nel cristianesimo che nell'islam ci sono sostenitori della superiorità della tradizione orale / delle usanze approvate dai vertici religiosi rispetto alla rivelazione scritta: a parte che in alcuni gruppi (es i cristiani protestanti, per cui la rivelazione è individuale) la tradizione orale rappresenta il magistero dei vertici religiosi, quindi la *corretta* interpretazione delle rivelazioni e l'integrazione di tutto ciò di cui i testi sacri non palano e a cui il fedele deve obbedientemnte attenersi, in caso di dubbio o anche quando il dubbio non esiste!Di coneguenza nei principali gruppi delle tre religioni monoteiste mediorientali (ebraismo, cristianesimo, islam) quello che i vertici religiosi o in alternativa ogni leader spirituale della relativa comunità dice è legge valida che ha la precedenza su quello che il fedele trova o non trova o crede di trovare con la propria lettura del testo religioso.Questa è la pratica reale, e nel caso di cui si parlava, l'infibulazione è stata accettata calorosamente dalla tradizione islamica (saria) e benchè nasca come pratica tribale nordafricana è sopravvissuta principalmente nelle zone di origine che sono rimaste sotto l'islam e dall'islam è stata esportata anche in zone più orientali dove era sconosciuta.Negare questo è un bieco revisionismo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Lega_lized

            Questa è la pratica reale, e nel caso di cui si
            parlava, l'infibulazione è stata accettata
            calorosamente dalla tradizione islamica (saria) e
            benchè nasca come pratica tribale nordafricana è
            sopravvissuta principalmente nelle zone di
            origine che sono rimaste sotto l'islam e
            dall'islam è stata esportata anche in zone più
            orientali dove era sconosciuta.
            Negare questo è un bieco revisionismo."Bieco revisionismo"... Ma che dici?Revisionismo poi, che diamine c'entrerà...Nulla della religione musulmana ha a che vedere con le pratiche dell'infibulazione. Che NON sono state accettate ma sono purtroppo dure da estirpare per motivi contingenti. Vedi: http://www.islamitalia.it/donna/donnasudan.htmlSe poi il fatto che convivano con la religione musulmana nelle stesse aree è per te motivo sufficiente allora benissimo, prendo atto del fatto che cattolicesimo = astrologia, paganesimo, occultismo, mafia, pornografia... eccetera.Sciocco come sillogismo, no?
          • Anonimo scrive:
            Re: Lega_lized

            "Bieco revisionismo"... Ma che dici?Che stai cercando di negare che quelle pratiche hanno trovato terreno fertile nella tradizione islamica (che è ben diverso dalla religione islamica ma non per questo meno reale, anzi, è purtroppo la tradizione islamica ad essere praticata, non la religione islamica) che le ha consentitoa) di diffondersi in zone dove non erano autoctoneb) di sopravvivere più a lungo e più (statisticamente) praticate rispetto a zone dove la pratica era autoctona ma dove l'islamizzazione era stata meno totale o dove era stata per periodi storici (significativi) sostituita o affiancata da altre religioni o dall'ateismo.Sostenere che questo non è vero è un falso storico e quindi revisionismo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Lega_lized
            - Scritto da: Anonimo
            No, il Corano non ne parla...34 Gli uomini sono preposti alle donne, a causa della preferenza che Allah concede agli uni rispetto alle altre e perché spendono [per esse] i loro beni. Le [donne] virtuose sono le devote, che proteggono nel segreto quello che Allah ha preservato. Ammonite quelle di cui temete l'insubordinazione, lasciatele sole nei loro letti, battetele. Se poi vi obbediscono, non fate più nulla contro di esse. Allah è altissimo, grande.E' scritto nel Corano.http://www.corano.it/corano_testo/4.htmBattere le donne, eh?? Bell'insegnamento!!!Allah preferisce gli uomini? Sarà mica gay? ;-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Lega_lized

            34 Gli uomini sono preposti alle donne, Sono quello che si è preso del "fan di Borghezio"...in effetti stavamo parlando dell'infibulazione e sul Corano non se ne parla.Del rapporto in genere con il sesso debole è un altro discorso, come per qualunque testo religioso o filosofico bisogna contestualizzare, le società antiche erano più basate sulla forza e la prevaricazione di quanto siamo in genere disposti ad ammettere.Confucio, peraltro grandissimo moralizzatore, parlava di battere le donne; nelle tre religioni monoteiste la donna è sempre sottoposta all'uomo fino a tempi recentissimi; nella filosofia greca si parla sempre di uomo e la donna era una subcreatura da lavoro casalingo...Insomma, non è che il corano si scosti molto da altri testi pre-illuministi. Il problema è sempre nella tradizione praticata, mi preoccupa chi segue alla lettera un consiglio del genere così come mi preoccuperebbe se battesse la moglie perchè convinto da confucio, dalla filosofia greca, dalla religiosità cristiana medioevale ecc...
          • Anonimo scrive:
            Re: Lega_lized
            - Scritto da: Anonimo

            34 Gli uomini sono preposti alle donne,
            Sono quello che si è preso del "fan di
            Borghezio"...
            in effetti stavamo parlando dell'infibulazione e
            sul Corano non se ne parla.
            Del rapporto in genere con il sesso debole è un
            altro discorso, come per qualunque testo
            religioso o filosofico bisogna contestualizzare,
            le società antiche erano più basate sulla forza e
            la prevaricazione di quanto siamo in genere
            disposti ad ammettere.
            Confucio, peraltro grandissimo moralizzatore,
            parlava di battere le donne; nelle tre religioni
            monoteiste la donna è sempre sottoposta all'uomo
            fino a tempi recentissimi; nella filosofia greca
            si parla sempre di uomo e la donna era una
            subcreatura da lavoro casalingo...
            Insomma, non è che il corano si scosti molto da
            altri testi pre-illuministi.
            Il problema è sempre nella tradizione praticata,
            mi preoccupa chi segue alla lettera un consiglio
            del genere così come mi preoccuperebbe se
            battesse la moglie perchè convinto da confucio,
            dalla filosofia greca, dalla religiosità
            cristiana medioevale ecc...Dimostrazione lampante di quanto siano umane le religioni... nel senso che sono invenzioni umane.
    • Anonimo scrive:
      Re: Vedo che nulla è cambiato
      Scusami, ma sei fuori dal mondo !Ma conosci la magistratura italiana ? sai cosa si narra in Italia e all' estero, dei prodi magistrati italiani ?Se l' Emerito Presidente della Repubblica nonche senatore a vita Francesco Cossiga, ha chieso una visita "psichiatrica" per i nuovi magistrati (magari da estendere a quelli di gia in servizio), evidentemente un motivo serio e fondato esiste;La giustizia in italia, e' una diarrea senza fine, che sottrae risorse alla collettivita', rendendo per contro, un pessimo servizio;Ma attualmente, lavorano ancora i "Magistrati" anziani, non politicizzati, non desiderosi di notorieta', quando andranno in pensione, ed i "nuovi" occuperanno le poltrone alte, l' Italia ha da attendersi, solamente brutti tempi;Poi, che c' e' di strano ? questo uomo attaulmente Papa, e' stato nazista, ed allora ? ci sono stati "PAPI" peggiori, nei tempi dell' inquisizione ecc ecc;Attendiamo, quest' uomo e' di gia vecchio, e' piu' nella tomba che fuori, morto un Papa se ne fa un' altro !:)
      • Anonimo scrive:
        Re: Vedo che nulla è cambiato
        - Scritto da: Anonimo
        Se l' Emerito Presidente della Repubblica nonche
        senatore a vita Francesco Cossiga, ha chieso una
        visita "psichiatrica" per i nuovi magistrati
        (magari da estendere a quelli di gia in
        servizio), evidentemente un motivo serio e
        fondato esiste;E CERTO SE COSSIGA DICE UNA COSA LA DICE PER UN MOTIVO SERIO E FONDATO (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: Vedo che nulla è cambiato
      - Scritto da: Anonimo
      Lo scopo dichiarato dei Cattolici è farsi odiare
      dal resto del mondo.

      Godrò quando vedrò la religione cattolica
      equiparata a scientology. Forse allora questo
      incubo finirà.Scusa nel senso di organizzazione volta ad uccidere, violentare bambini e a sovvertire l'ordine mondiale o vuoi cercare di far intendere che Scientology sia una religione e sia pure una religione normale?
      • Anonimo scrive:
        Re: Vedo che nulla è cambiato
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        Lo scopo dichiarato dei Cattolici è farsi odiare

        dal resto del mondo.



        Godrò quando vedrò la religione cattolica

        equiparata a scientology. Forse allora questo

        incubo finirà.

        Scusa nel senso di organizzazione volta ad
        uccidere, violentare bambini e a sovvertire
        l'ordine mondialeIntende appunto organizzazione illegale e bandita da molti paesi.
        vuoi cercare di far intendere
        che Scientology sia una religione e sia pure una
        religione normale?Perche' quella cattolica ti sembra una religione normale?A chi mai verrebbe in mente di dire "spero che la chiesa cattolica e xy siano equiparate" intendendo cosi' che si spera che xy diventi normale?2000 anni di dogmi orripilanti di un gruppo di repressi, omicidi e genocidi, furti e saccheggi, guerre, gente impalata bruciata, libri bruciati, persone costrette a abiurare scoperte scientifiche oggi riconosciute come cardini del sapere umano e ti sembra che si possa dire che quella cattolica sia una religione normale? O addirittura che sia una religione?
        • Anonimo scrive:
          Re: Vedo che nulla è cambiato
          Va bene ok ma Scientology è proprio un'altra cosa, è un'organizzazione con lo scopo di raccattare tutti i soldi del mondo nelle mani dei propri dirigenti e se qualcuno ha qualche grillo pure di dominare apertamente il mondo, cosa che attualmente fa già in buona parte ma solo per prendere più soldi possibile.
          Perche' quella cattolica ti sembra una religione
          normale?
          A chi mai verrebbe in mente di dire "spero che la
          chiesa cattolica e xy siano equiparate"
          intendendo cosi' che si spera che xy diventi
          normale?
          2000 anni di dogmi orripilanti di un gruppo di
          repressi, omicidi e genocidi, furti e saccheggi,
          guerre, gente impalata bruciata, libri bruciati,
          persone costrette a abiurare scoperte
          scientifiche oggi riconosciute come cardini del
          sapere umano e ti sembra che si possa dire che
          quella cattolica sia una religione normale? O
          addirittura che sia una religione?
          • Anonimo scrive:
            Re: Vedo che nulla è cambiato
            - Scritto da: Anonimo
            Va bene ok ma Scientology è proprio un'altra
            cosa, è un'organizzazione con lo scopo di
            raccattare tutti i soldi del mondo nelle mani dei
            propri dirigenti e se qualcuno ha qualche grillo
            pure di dominare apertamente il mondo, cosa che
            attualmente fa già in buona parte ma solo per
            prendere più soldi possibile.Va bene ok ma la chiesa cattolica è proprio un'altra cosa, è un'organizzazione con lo scopo di raccattare tutti i soldi del mondo nelle mani dei propri dirigenti e se qualcuno ha qualche grillo pure di dominare apertamente il mondo, cosa che attualmente fa già in buona parte ma solo per prendere più soldi possibile.

            Perche' quella cattolica ti sembra una religione

            normale?

            A chi mai verrebbe in mente di dire "spero che
            la

            chiesa cattolica e xy siano equiparate"

            intendendo cosi' che si spera che xy diventi

            normale?

            2000 anni di dogmi orripilanti di un gruppo di

            repressi, omicidi e genocidi, furti e saccheggi,

            guerre, gente impalata bruciata, libri bruciati,

            persone costrette a abiurare scoperte

            scientifiche oggi riconosciute come cardini del

            sapere umano e ti sembra che si possa dire che

            quella cattolica sia una religione normale? O

            addirittura che sia una religione?
          • Anonimo scrive:
            Re: Vedo che nulla è cambiato
            - Scritto da: Anonimo
            Va bene ok ma Scientology è proprio un'altra
            cosa, è un'organizzazione con lo scopo di
            raccattare tutti i soldi del mondo nelle mani dei
            propri dirigenti e se qualcuno ha qualche grillo
            pure di dominare apertamente il mondo, cosa che
            attualmente fa già in buona parte ma solo per
            prendere più soldi possibile.Guardati intorno. Entra in una chiesa, entra nella Basilica di San Pietro, entra nel Duomo di Milano, nella Basilica di San Marco, etc etc. Guarda e osserva lo sfarzo di queste chiese. Chiediti quanto denaro è servito per costruirle. In alcune di queste chiese, chiediti pure da dove è giunto l'oro che vedi. Poi pensa all'otto per mille. Pensa a quanti soldi riceve la chiesa cattolica anche da parte di chi non le ha destinato nulla (se non sai come funziona la ripartizione dell'otto per mille ti consiglio di documentarti in Internet, ne vale la pena). Poi pensa al peso politico che ha la chiesa cattolica su diversi stati, Italia compresa.Poi pensa a scientology. Noterai che ne hanno di strada da fare.
          • Anonimo scrive:
            Re: Vedo che nulla è cambiato
            - Scritto da: Anonimo
            Poi pensa a scientology. Noterai che ne hanno di
            strada da fare.Cerchiamo di essere un po' seri, non sminuire cose così importanti solo per fare polemica
          • Anonimo scrive:
            Re: Vedo che nulla è cambiato
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            Poi pensa a scientology. Noterai che ne hanno di

            strada da fare.

            Cerchiamo di essere un po' seri, non sminuire
            cose così importanti solo per fare polemicaParlare della ricchezza immensa della Chiesa vuol dire fare polemica? Dire che e' un aspirapolvere di denaro come vorebbe essere scientology e in parte e', significa fare polemica? Mi paiono cose palesi a tutti, non si sminuisce nulla, non stiamo dicendo che i dogmi sacri sono meno sacri, ma che la chiesa arraffa ogni soldo possibile e li usa per se. Credo che anche un cristiano dovrebbe scandalizzarsi.Come vengono spesi i soldi dell'otto per mille dalla Chiesa Cattolica?Nato come meccanismo per garantire il sostentamento del clero, tale voce è diventata, percentualmente, sempre meno rilevante (il 38% del totale). Parrebbe infatti che la Chiesa cattolica prediliga destinare i fondi ricevuti dallo Stato alle cosiddette ?esigenze di culto? (42%): finanziamenti alla catechesi, ai tribunali ecclesiastici, e alla costruzione di nuove chiese, manutenzione dei propri immobili e gestione del proprio patrimonio. Ovvio che non vedremo mai alcuno spot su queste tematiche: ai tanto strombazzati aiuti al terzo mondo, cui è dedicata quasi tutta la pubblicità cattolica, va guarda caso solo l?8% del gettito. Maggiori informazioni sono disponibili sul sito www.sovvenire.it.
          • Anonimo scrive:
            Re: Vedo che nulla è cambiato
            Sinceramente è una vergogna. Non so cosa ci sia di cristiano nella chiesa cattolica. Come idee non lo sono, altrimenti non starebbero sempre a perseguitare qualcuno come hanno fatto in 2000 anni e continuano a fare!!! Inoltre il Vaticano in proporzione è lo Stato più ricco del mondo. Se penso a quanti bambini africani potrebbero salvarsi grazie a quell'anello del pescatore che è stato messo al Papa il giorno dell'insediamento... Gesù (ammesso che sia realmente esistito) era un falegname e anche un pescatore, ma non mi risulta che indossasse anelli di oro massiccio di quel tipo. La Chiesa se volesse essere credibile dovrebbe prendere esempio da San Francesco d'Assisi che si privò di tutte le sue ricchezze e volle essere il più povero dei poveri. Invece la Chiesa è di una ricchezza disgustosa. Pensate solo a quanto è stato speso per i funerali di Wojtyla e per l'elezione del nuovo Papa. La Chiesa possiede radio, televisioni, giornali... è peggio di Berlusconi!!!Purtroppo c'è molta gente che è affascinata da tanto sfarzo, da tanto luccichio di oro e pietre preziose. Anche tra le persone povere c'è questa fascinazione della ricchezza altrui. Per questo hanno avuto tanto successo le serie Dinasty, Dallas, Beautiful, ecc. Per questo fanno grande ascolto il matrimonio di Lady D, i funerali del Papa e del principe Ranieri. Alla gente piacciono le belle favole da mille e una notte. Ma cosa ha a che fare tutto ciò col cristianesimo propriamente detto? Se non sbaglio si racconta che Gesù nacque in una mangiatoia al freddo e al gelo tra un bue e un asinello. Si vede che la gente ha preferito il vitello d'oro... splende di più e fa più effetto.Bisogna dire che c'è un bel po' d'ipocrisia in giro, un bel po' di contraddizioni.
      • Anonimo scrive:
        Re: Vedo che nulla è cambiato
        - Scritto da: Anonimo
        l'ordine mondiale o vuoi cercare di far intendere
        che Scientology sia una religione e sia pure una
        religione normale?:-) :-) :-) COSA E' UNA RELIGIONE NORMALE??? :-) :-) :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Vedo che nulla è cambiato
        - Scritto da: Anonimo


        Godrò quando vedrò la religione cattolica

        equiparata a scientology. Forse allora questo

        incubo finirà.

        Scusa nel senso di organizzazione volta ad
        uccidere, violentare bambini e a sovvertire
        l'ordine mondiale o vuoi cercare di far intendere
        che Scientology sia una religione e sia pure una
        religione normale?Né l'uno né l'altro. Mi riferivo a questo: godrò quando la chiesa cattolica sarà considerata una setta religiosa. E su scientology il metro di paragone voleva essere sulla manipolazione, praticata pure dalla chiesa cattolica, anche se con metodi diversi da quelli di scientology. Scientology ha solo da imparare dai cattolici su come si manipola la gente.
  • Anonimo scrive:
    Re: Che il Papa...
    - Scritto da: Segfault
    ...abbia fatto scelte discutibili in gioventù può
    essere, del resto all'epoca o eri con loro o eri
    contro di loro e dubito che un ragazzino potesse
    mettersi a discutere al riguardo (si rischiava
    ben più di una sculacciata).Papa Wojtila che faceva i campi scuola di nascosto aveva fatto una scelta diversa. La tua scusa non regge.
    • Anonimo scrive:
      Re: Che il Papa...
      - Scritto da: Anonimo
      Papa Wojtila che faceva i campi scuola di
      nascosto aveva fatto una scelta diversa. La tua
      scusa non regge.Resta il fatto che era un periodo storico diverso, in cui essere nazista era un fatto patriottico. Molti adulti ci cascavano come pere cotte, non si può pretendere che un ragazzino avesse le conoscenze e capacità per opporsi.Wojtila era polacco, Razinger tedesco. I polacchi sapevano dei crimini dei tedeschi, il loro governo NON era assogettato al volere del governo tedesco, difficilmente invece i tedeschi erano coscenti di quanto il loro governo facesse (non sono cose che te le vengono a dire, non quelli del tuo stesso governo, all'epoca inoltre Internet non c'era quindi le possibilità di informazione erano decisamente più limitate, certo... c'erano i giornali... ma quanti avevano il coraggio di scrivere la verità all'epoca? E se domani venisse un tipo a casa tua a dirti che Berlusconi [o chi tu preferisca] ha dei campi di concentramento in Italia tu ci crederesti?).Non diamo quindi troppo peso alle "scelte" (se si è trattata di scelta) di un ragazzino (che avrà probabilmente anche subito un bel lavaggio del cervello come era tanto di voga allora [e anche oggi su certi argomenti]), diamo invece peso alle SCELTE della chiesa dell'epoca se proprio vogliamo trovare un colpevole.Bye, Luca
      • Anonimo scrive:
        Re: Che il Papa...
        Io sono d'accordo con Luca, ma non credo che tutto questo fiorire di svastiche e di critiche su moltissimi giornali nel mondo si riferiscano al fatto che da ragazzino sia stato nazista. Io non credo che la gente sia tanto stupida da dare peso a quello che uno ha fatto da ragazzino. Dario Fo era un repubblichino, lo sapevate? E tantissima gente in Italia al tempo del fascismo era fascista, non per una scelta responsabile. Io credo piuttosto che tutte queste critiche a Ratzinger dove lo si disegna come un nazista siano dovute piuttosto a quello che ha detto e fatto molto tempo dopo, quando era a capo della Congregazione per la dottrina della fede. Conosciamo bene le sue parole estremamente offensive nei confronti dei gay, le sue idee retrograde su tutto ciò che riguarda il sesso, l'aver cancellato con un colpo di spugna le aperture del concilio vaticano secondo e quindi il pensiero e l'espressione di tutta quella parte della chiesa (diciamo di sinistra) che era per una dottrina più libera e giusta.Si veda ad esempio su http://www.adista.ithttp://www.arcigaymilano.orghttp://www.agedo.orghttp://www.anticlericale.net
        • Anonimo scrive:
          Re: Che il Papa...
          - Scritto da: Anonimo
          Io credo piuttosto che tutte queste critiche a
          Ratzinger dove lo si disegna come un nazista
          siano dovute piuttosto a quello che ha detto e
          fatto molto tempo dopo, quando era a capo della
          Congregazione per la dottrina della fede.
          Conosciamo bene le sue parole estremamente
          offensive nei confronti dei gay, le sue idee
          retrograde su tutto ciò che riguarda il sesso,
          l'aver cancellato con un colpo di spugna le
          aperture del concilio vaticano secondo e quindi
          il pensiero e l'espressione di tutta quella parte
          della chiesa (diciamo di sinistra) che era per
          una dottrina più libera e giusta.Credo che qui l'aver partecipato alla gioventù nazista sia una delle cause del suo comportamento ridicolo. Erano proprio i nazisti ad accusare di tutti i mali i gay, le lesbiche, ecc. Quindi magari lui non ha scelto volontariamente di partecipare alla gioventù nazista, però quegli anni (mi pare addirittura 6) che ha passato con tali personaggi, con la loro propaganda e i loro continui lavaggi di cervello, hanno certamente influito nello sviluppo delle sue idee. Mi stupisco come una persona del genere sia poi finita a fare il prete (voleva così sfuggire alle possibili vendette per essere stato nazista?).A mio parere penso che sia un Papa pericoloso, che la sua elezione sia del tutto fuori luogo, che farà più male che bene e che contribuirà pesantemente alla fine, che oramai ritengo imminente [questione di poche centinaia di anni], della chiesa stessa (oramai la gente è istruita e difficilmente tende a credere alle favole, il tempo del "fulmine=castigo di dio" è finito, ci sono sempre meno preti e i ragazzi non sentono come loro i principi [spesso palesemente razzisti], più volte calpestati dalla chiesa stessa, della religione cattolica. Oramai è evidente a tutti che tale chiesa e tale religione ha causato più male che bene nella storia, non se la caveranno più bruciando streghe e libri per nascondere le prove dei loro crimini).Tuttavia sarà il tempo a darci una risposta... oramai è vecchio (seppur in ottime condizioni fisiche), non credo durerà per molto.Bye, Luca==================================Modificato dall'autore il 02/05/2005 2.15.02
          • Anonimo scrive:
            Re: Che il Papa...
            Se poi dovessimo cercare delle affermazioni criminali ve ne presento due io:"Un essere umano che non ha una religione non è un essere umano" Discorso di insediamento del caro papa benedetto 16°. Devo andare in Comune a restituire la carta d' identità quindi?Non bastava che i papi dessero patenti di moralità, ora ne danno per l' appartenenza alla specie Homo sapiens.E ancora:"Mi spiace di essere arrivato in ritardo... di solito sono molto puntuale, forse MI STARO' ITALIANIZZANDO". Ed eccolo qui il Tedesco che vien fuori con il luogo comune di sapore razzista "Taliani spaghetti, pizza, mandolino"; e nessuno che abbia detto nulla! Certo che se lo sono scelto bene il papa.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che il Papa...
            - Scritto da: Segfault
            Credo che qui l'aver partecipato alla gioventù
            nazista sia una delle cause del suo comportamento
            ridicolo.
            Erano proprio i nazisti ad accusare di tutti i
            mali i gay, le lesbiche, ecc. Quindi magari luiBeh, ma non per tutti è così. Io non posso escludere che gli sia rimasto un po' di "razzismo" nel sangue (per così dire), ma tante persone che sono state fasciste in gioventù oggi hanno idee totalmente diverse. Dipende dalle persone e dai percorsi di vita che hanno avuto. Ratzinger è uscito dal nazismo ed è entrato nella Chiesa dove ha trovato su certe cose una parità di vedute e quindi alcune idee non sono cambiate, continua a credere che i gay siano dei disturbati mentali (malgrado esempi celebri di uomini che hanno scritto pagine fondamentali della cultura mondiale che erano gay), che siano un pericolo per la società, ecc. Tutto questo ignorando credo volutamente ciò che le attuali conoscenze scientifiche dicono.Ad ogni modo io non capisco come possa essere consentito ad un tizio fosse anche il Papa di esprimersi in modo così offensivo nei confronti di tanta gente diffondendo o contribuendo a diffondere sciocchi pregiudizi che con Dio e con la fede hanno veramente poco a che fare.Insomma il vilipendio della religione non è consentito, ma è consentito il "vilipendio" di tanta gente che spesse volte ha già molto sofferto proprio a causa di quegli stupidi pregiudizi?Comunque ora stiamo parlando di Ratzinger, ma Wojtyla diceva le stesse identiche cose, non a caso dietro di lui c'era sempre lo stesso Ratzinger.C'è un volume che si chiama Lexicon ad opera del Vaticano che è un compendio di sciocchezze antiscientifiche e di pregiudizi. Siamo ancora nel medioevo. Forse la gente dovrebbe prendere coscienza di questi aspetti negativi della chiesa e prenderne le distanze. Si può credere in dio, essere cristiani, anche senza venerare questi papi così discutibili.
    • Anonimo scrive:
      Re: Che il Papa...
      Cerchiamo di contestualizzare: Ratzinger era in Germania in pieno nazismo e far parte della gioventù hitleriana era un obbligo (come in Italia stare nei"Balilla"); Woityla, in Polonia, respirava aria ben diversa, perché i tedeschi erano i"nermici". E' risaputo poi che la famiglia di Ratzinger era antinazista, soprattutto il padre.mc
      • Anonimo scrive:
        Re: Che il Papa...


        Credo che qui l'aver partecipato alla gioventù nazista sia una delle cause del suo comportamento ridicolo. Erano proprio i nazisti ad accusare di tutti i mali i gay, le lesbiche, ecc.Infatti da giovane era uno tra i prelati più progressisti.Poi ha cambiato idea invecchiando.Come si spiega questo?Appoposito; l'ateismo è una religione perché non è supportata da nessuna prova scientifica, ma dall'atto di fede di non credere nell'esistenza di un dio.Non ti preoccupare, purtroppo per te sei ancora umano.Quando si troverà la prova scientifica che Dio non esiste si potrà discutere scientificamente, per adesso cìè il 50% di possibilità.
        • Anonimo scrive:
          Re: Che il Papa...
          - Scritto da: Anonimo
          Appoposito; l'ateismo è una religione perché non
          è supportata da nessuna prova scientifica, ma
          dall'atto di fede di non credere nell'esistenza
          di un dio.
          Non ti preoccupare, purtroppo per te sei ancora
          umano.conosci il significato della parola agnostico?
          Quando si troverà la prova scientifica che Dio
          non esiste si potrà discutere scientificamente,
          per adesso cìè il 50% di possibilità.e gli imbecilli che scelgono o l'una o l'altra senza avere lo straccio d'una prova
          • Anonimo scrive:
            Re: Che il Papa...

            conosci il significato della parola agnostico?L'agnostico è quello che sa di non poter dare dell'imbecille con troppa leggerezza alla gente per le scelte che fanno.... o forse quella è la definizione di persona civile, mi confondo sempre...
            e gli imbecilli che scelgono o l'una o l'altra
            senza avere lo straccio d'una provaSi chiama fede.È alla base dei rapporti tra le persone, tra le altre cose.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che il Papa...
            - Scritto da: Anonimo

            conosci il significato della parola agnostico?
            L'agnostico è quello che sa di non poter dare
            dell'imbecille con troppa leggerezza alla gente
            per le scelte che fanno.
            ... o forse quella è la definizione di persona
            civile, mi confondo sempre...credente o ateo sempre imbecille sei e chi ti mette davanti a questa realta' non e' incivile e' solo una persona pragmatica

            e gli imbecilli che scelgono o l'una o l'altra

            senza avere lo straccio d'una prova
            Si chiama fede.
            È alla base dei rapporti tra le persone, tra le
            altre cose.e' alla base dei _tuoi_ rapporti, parla per te schiavo della fede
        • Anonimo scrive:
          Re: Che il Papa...
          - Scritto da: Anonimo
          Appoposito; l'ateismo è una religione perché non
          è supportata da nessuna prova scientifica, ma
          dall'atto di fede di non credere nell'esistenza
          di un dio.

          Quando si troverà la prova scientifica che Dio
          non esiste si potrà discutere scientificamente,
          per adesso cìè il 50% di possibilità.Bisognerebbe spiegare ai tanti che fanno ragionamenti simili che L'ONERE DELLA PROVA SPETTA A CHI AFFERMA"E speghiamogli pure cosa significa onere, non si sa mai :-)Onere = peso = compitoInsomma è chi dice che esiste un Dio che deve provarlo. La scienza funziona così. Se ad esempio affermi che esistono corvi di colore bianco, allora portamene uno qui e fammelo vedere. Sarebbe assurdo pretendere che lo scienziato dimostri che non esistono corvi bianchi. E come dovrebbe fare? Andare a caccia di tutti i corvi del pianeta per poter essere sicuro che non ce ne sia neppure uno bianco?E' bene che una volta per tutte la gente si renda conto di come funziona la scienza, cioè la conoscenza umana.L'ateismo non è una religione, perché non c'è un atto di fede nel credere che Dio non esista. L'atto di fede lo fanno i credenti perché *senza avere alcuna prova* affermano che Dio esiste.Spero sia chiaro.In quanto al 50% di possibilità mi pare una sciocchezza. Allora c'è il 50% di possibilità che esista il Babalau dal Corno d'Oro??? :-) :-) :-)
        • Anonimo scrive:
          Re: Che il Papa...
          - Scritto da: Anonimo
          Infatti da giovane era uno tra i prelati più
          progressisti.E non oso nemmeno immaginare come erano gli altri allora...
          Poi ha cambiato idea invecchiando.
          Come si spiega questo?Molto semplice, non credo abbia mai cambiato idea.
          Appoposito; l'ateismo è una religione perché non
          è supportata da nessuna prova scientifica, ma
          dall'atto di fede di non credere nell'esistenza
          di un dio.LOL!Allora se io dico che esiste Grande Puffo e tu mi dici che non esiste la tua è una religione? La religione "dell'Inesistenza di Grande Puffo"?
          Non ti preoccupare, purtroppo per te sei ancora
          umano.Mai affermato di essere qualcosa d'altro, le mie origini aliene sono e debbono rimanere segrete fino a quando la guerra dei mondi non si espanderà fino ad includere la Terra, dopodiché saremmo costretti ad ammettere anche questo, e ci impossesseremo di questo pianeta con la forza se necessario, non possiamo permettere che cada nelle mani dei Diriani e diventi così un avamposto di attacco per questo settore... ma forse questo non dovevo dirlo... DOH!
          Quando si troverà la prova scientifica che Dio
          non esiste si potrà discutere scientificamente,
          per adesso cìè il 50% di possibilità.LOL! Non sono io a dover trovare la prova scientifica che qualcosa non esiste (cosa fra l'altro impossibile), sei TU a dovermi provare che dio esiste. Visto che tu lo affermi allora suppongo che tu abbia le prove del caso.Se io affermo che Grande Puffo esiste allora devo esibire le prove perché la gente mi creda. Non mi pare sia stato fatto per il tuo dio.Bye, Luca
  • Anonimo scrive:
    Che il Papa...
    ...abbia fatto scelte discutibili in gioventù può essere, del resto all'epoca o eri con loro o eri contro di loro e dubito che un ragazzino potesse mettersi a discutere al riguardo (si rischiava ben più di una sculacciata).Ritengo quindi la reazione a questa notizia piuttosto esagerata... posso tuttavia capire le preoccupazioni di chi ritiene che sia un pochino fuori luogo avere un Papa che in gioventù è stato iscritto al partito nazista (non sono sicuro e non mi interessa ma mi pare sia questo quello che fa tanto scalpore), bisogna tuttavia ricordare che a quell'epoca la chiesa ha chiuso non uno, ma ben due occhi sulla faccenda quindi sinceramente io non ci vedo nulla di nuovo (in pratica fanno i bigotti oggi come lo facevano in passato, insomma... oggi gli stessi furfanti di ieri). Se quindi proprio vogliamo andare a cercare un capro espiatorio non cerchiamolo in un ragazzino che si e no capiva quello che stava succedendo nel mondo e che certamente non avrebbe potuto fare nulla per esimersi dal partecipare alla mascherata nazista, ma cerchiamolo nella _chiesa_. Come mai all'epoca la chiesa chiuse gli occhi? Come mai non ha alzato un dito al riguardo? Come mai ha permesso, senza dire NULLA, che così tante _persone_ [uomini, donne, bambini] fossero costantemente umiliati, ridotti in condizioni che non augurerei nemmeno ad un cane, morissero di stenti, botte e denutrizione nei campi di concentramento? Avevano paura? O forse gli stava bene così? (del resto non erano i cattolici quelli ad essere perseguitati, anzi, erano quasi tutti ebrei, gay, lesbiche, malati di mente, ecc... valeva quindi la pena per loro chiudere un occhio o anche due, una versione moderna della S. Inquisizione se vogliamo, solo che i carnefici questa volta non erano loro... "ben venga quindi" si saranno detti... "almeno questa volta i cattivi non siamo noi").Quello che trovo invece _ingiustificabile_ è che la legge italiana, che dovrebbe essere _laica_, parli ancora di "vilipendio alla religione cattolica" e sia ancora così di parte. È EVIDENTE che la legge NON è uguale per tutti, non in Italia, bensì va a simpatie... ma nemmeno questa, purtroppo, è una novità.Se disegnare una bandiera nazista alle spalle del Papa è considerato reato, allora come mai esistono in rete tante caricature di Berlusconi (e molti altri politici) che hanno l'evidente scopo di umiliare tale personaggio, ridicolizzarlo, ecc? Come mai per _questo_ non si fa nulla di nulla ma per il Papa (che come ho detto manco rappresenta l'Italia, né è di origini italiane) si fa tutto questo disastro?Altra cosa che ritengo ingiustificabile è il sequestro di un sito intero per il post di un anonimo qualsiasi... ma credono di vivere ancora agli inizi del 900 questi signori che si pensano tanto grandi e tanto potenti a SPESE NOSTRE?Come mai questi signori possono permettersi di SPRECARE soldi pubblici, quindi anche MIEI e di molti altri cui del Papa non glie ne frega proprio un caz*o di nulla né della religione che rappresenta, per le loro RIDICOLE cacce alle streghe e INUTILI persecuzioni?Io sono di destra, Indymedia è un sito frequentato fondamentalemente da lunatici di sinistra, tuttavia non posso chiudere gli occhi quando è EVIDENTE A TUTTI che queste persecuzioni, questi sequestri effettuati ANCHE CON I MIEI SOLDI (porca put*ana!), hanno come unico chiaro lampante scopo quello di intimidire e distruggere la libera circolazione di idee, pensiero e parola. Quando un sito è chiuso, _qualunque sia la scusante_, è un problema _anche_ mio, indipendentemente dal suo contenuto... specie se i MIEI soldi sono usati da questi signori per fare i propri comodi e le proprie guerre personali.Bisognerebbe _chiedere conto_ dei soldi SPRECATI dai tanti magistrati che non riflettono un secondo prima di aprire inchieste infinite, incarcerare e rovinare la vita a centinaia di persone perché si scambiano materiale discutibile sul P2P o sul WEB o persino innocenti finiti per sbaglio nei casini al solo scopo di vedere il proprio nome pubblicato sui giornali e bullarsi di fronte alla TV.E se spreco ingiustificabile c'è stato, allora queste persone PAGHINO. Perché se io non pago le tasse vado in galera, ma allora pretendo che i soldi che io sono costretto a fornire allo Stato siano usati con giudizio e da gente _capace_ di farlo.Bye, Luca==================================Modificato dall'autore il 02/05/2005 1.25.31
    • gipoint scrive:
      Re: Che il Papa...

      bisogna tuttavia ricordare
      che a quell'epoca la chiesa ha chiuso non uno, ma
      ben due occhi sulla faccenda quindi sinceramente
      io non ci vedo nulla di nuovo (in pratica fanno i
      bigotti oggi come lo facevano in passato,
      insomma... oggi gli stessi furfanti di ieri)Per ricordare bisognerebbe avere memoria e quindi o essere vissuti in quel periodo, oppure essere informati.Prendere per oro colato quello che dei "disinformati interessati" dicono è quantomeno poco intelligente.Prova a vedere cosa hanno detto di Pio XII gli ebrei, non solo quelli di oggi che non c'erano, ma quelli che hanno vissuto la seconda guerra mondiale.Prova solo a cercare "isaac herzog 12 marzo 1946" con google e clicca su qualche link. Isaac herzog era il rabbino capo di Gerusalemme. Forse la sua parola e quella di decine di migliaia di ebrei, che se ti impegni un po' troverai anche in rete vale più di quella dei soliti "comunisti milionari" Fabio Fazio, Chiambretti, Paolo Rossi, Bisio ecc.Informati e scoprirai tante cose sorprendenti.Ciao
  • Anonimo scrive:
    Papa nazista
    Mica è un mistero che il caro Papa ha fatto parte della Gioventù di Adolf.
    • Anonimo scrive:
      Re: Papa nazista
      ... vorrei vedere un'attimo che facevano nel ventennio i tuoi parenti... così, solo per curiosità...Scherzavo :)Gli errori di gioventù si prendono come tali: notate la differenza di età tra lui e Giovanni Paolo II e poi fatevi un po' i conti di quanti anni aveva Ratzinger durante la guerra: pochini.... e Dario Fo era pure repubblichino: che dovremmo fare di lui?
  • Anonimo scrive:
    Cattivo gusto davvero, ma REATO NO!
    Ho visto l'immagine, l'ho trovata davvero di cattivo gusto e peraltro realizzata anche male. Ma richiedere il sequestro del sito mi sembra davvero assurdo!
    • shevathas scrive:
      Re: Cattivo gusto davvero, ma REATO NO!
      - Scritto da: Anonimo
      Ho visto l'immagine, l'ho trovata davvero di
      cattivo gusto e peraltro realizzata anche male.
      Ma richiedere il sequestro del sito mi sembra
      davvero assurdo!il solito problema degli italiani che vogliono essere più realisti del re.
    • Anonimo scrive:
      Re: Cattivo gusto davvero, ma REATO NO!
      Davvero pessimo gusto, e di poca e misera fantasia.Pessima la scelta di chiudere il sito, ha amplificato la pubblicità di questa immagine sciocca fatta da sciocchi e dedicata agli sciocchi.Dave
    • Anonimo scrive:
      Re: Cattivo gusto davvero, ma REATO NO!
      - Scritto da: Anonimo
      Ho visto l'immagine, l'ho trovata davvero di
      cattivo gusto e peraltro realizzata anche male.
      Ma richiedere il sequestro del sito mi sembra
      davvero assurdo!Lo scopo era trovare una scusa per oscurare indymedia (ancora?). Poteva essere il papa, come ciampi come berlusconi, come chi ti pare.
      • Anonimo scrive:
        Re: Cattivo gusto davvero, ma REATO NO!
        No no, è proprio reato e l'azione giudiziaria è obbligatoria. Lo stato di diritto funziona così, che ti piaccia o no. IndyMedia se l'è cercata? Bene, l'ha trovata. Di che si lamentano?- Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Ho visto l'immagine, l'ho trovata davvero di

        cattivo gusto e peraltro realizzata anche male.

        Ma richiedere il sequestro del sito mi sembra

        davvero assurdo!

        Lo scopo era trovare una scusa per oscurare
        indymedia (ancora?). Poteva essere il papa, come
        ciampi come berlusconi, come chi ti pare.
        • Anonimo scrive:
          Re: Cattivo gusto davvero, ma REATO NO!
          E' reato in italia non in brasile, governo mondiale?
          • Anonimo scrive:
            Re: Cattivo gusto davvero, ma REATO NO!
            - Scritto da: Anonimo
            E' reato in italia non in brasile, governo
            mondiale?Stai dando ragione a chi apre società di comodo alle Cayman?
  • zufulu scrive:
    commenti ironici
    http://italy.indymedia.org/news/2005/04/782510.phpla lista dei siti "demoniaci" @^
  • Anonimo scrive:
    E cosa centra l'Italia in tutto cio'?
    Ma cosa centra l'Italia per il vilipendio alla figura del papa e quindi di un capo di uno stato estero?E' come se il presidente della Grecia chiedesse alla procura di Roma di indagare per un reato di diffamazione avvenuto a mezzo stampa (internet), ove il propriatrio del sito non e' nemmeno cittadino italiano, ma di un terzo stato che delle nostre leggi se ne impippa?E' proprio vero, la religione e' l'oppio dei popoli.
    • Anonimo scrive:
      Re: E cosa centra l'Italia in tutto cio'?
      SorryMa cosa centra l'Italia per il vilipendio alla figura del papa e quindi di un capo di uno stato estero?E' come se il presidente della Grecia chiedesse alla procura di Roma di indagare per un reato di diffamazione avvenuto a mezzo stampa (internet), ove il proprietario del sito non e' nemmeno cittadino italiano, ma di un terzo stato che delle nostre leggi se ne impippa.E' proprio vero, la religione e' l'oppio dei popoli.
      • xarface scrive:
        Re: E cosa centra l'Italia in tutto cio'?
        io continuo a pensare che il papa sia il capo di uno stato estero
        • Fiamel scrive:
          Re: E cosa centra l'Italia in tutto cio'
          - Scritto da: xarface
          io continuo a pensare che il papa sia il capo di
          uno stato esteroInfatti è il "capo" della "Città del Vaticano", che è uno stato a sé.Ed il Papa praticamente ne è il re:"1. Il Sommo Pontefice, Sovrano dello Stato della Città del Vaticano, ha la pienezza dei poteri legislativo, esecutivo e giudiziario."http://www.vatican.va/vatican_city_state/legislation/documents/scv_doc_20001126_legge-fondamentale-scv_it.html
          • Anonimo scrive:
            Re: E cosa centra l'Italia in tutto cio'
            Insomma, per caso una dittatura?
          • Anonimo scrive:
            Re: E cosa centra l'Italia in tutto cio'
            - Scritto da: Anonimo
            Insomma, per caso una dittatura?Una sorta di monarchia.Fatti prete, che magari il prossimo papa lo eleggi tu! :D
    • Anonimo scrive:
      Re: E cosa centra l'Italia in tutto cio'
      - Scritto da: Anonimo
      Ma cosa centra l'Italia per il vilipendio alla
      figura del papa e quindi di un capo di uno stato
      estero?

      E' come se il presidente della Grecia chiedesse
      alla procura di Roma di indagare per un reato di
      diffamazione avvenuto a mezzo stampa (internet),
      ove il propriatrio del sito non e' nemmeno
      cittadino italiano, ma di un terzo stato che
      delle nostre leggi se ne impippa?

      E' proprio vero, la religione e' l'oppio dei
      popoli.qualsiasi sito amatoriale viene visto alla stregua di un giornale? Ma siamo pazzi?
  • Anonimo scrive:
    Immagino che...
    ...se i signorini di indymedia fossero vissuti durante l'adolescenza di Ratzinger magari nella stessa germania nazista visto che sono persone tutto d'un pezzo, miti che non si piegano di fronte alle sciagure della storia perchè loro, persone di sani principi morali, nel momento in cui arrivava un gerarca nazista e li "invitava facoltativamente" ad iscriversi al partito loro gli avrebbero detto picche perchè contrati giusto ? O muti e tranquilli si mettevano a cuccia e si iscrivevano come tutti, d'accordo o no ?Se tutt'oggi dovesse di nuovo succedere qualcosa di simile e qualche ufficiale andasse a prenderli a casa uno ad uno avrebbero tanto coraggio da dire no o le OO sono prerogativa di chi si nasconde dietro un monitor e fare pasticci con photoshop ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Immagino che...
      Hai assolutamente ragione. Ad esempio tantissima gente nel 2001 votò per Forza Italia in buona fede. Non immaginavano neppure lontanamente il vero motivo che nel giro di una notte aveva portato alla nascita di questo partito e non immaginavano quello che successivamente avrebbe fatto Berlusconi e tutto quello che si sarebbe saputo sul suo passato non proprio pulito.Cosa dovremmo dire, che erano idioti? No. Semplicemente si erano fidati. E così anche Ratzinger se ne uscì dal partito nazista. Certo poi si è comportato in un modo vergognoso come capo della Congregazione per la dottrina della fede. E quello è il vero motivo delle critiche.
      • Fiamel scrive:
        Re: Immagino che...
        [cut]
        Cosa dovremmo dire, che erano idioti? No.
        Semplicemente si erano fidati. E così anche
        Ratzinger se ne uscì dal partito nazista.[cut]Non ha proprio detto questo. Ha detto che Ratzinger c'è stato costretto. Non so se sia vero.
    • Fiamel scrive:
      Re: Immagino che...
      Immagina quanto ti pare. Sei libero di farlo.Quella foto è una espressione personale.Fa parte dei diritti dell'uomo e di tutti gli esseri viventi. Si chiama libertà di espressione, quella stessa libertà per cui (fra tutte le altre) hanno combattuto i nostri antenati.- Scritto da: Anonimo
      ...se i signorini di indymedia fossero vissuti
      durante l'adolescenza di Ratzinger magari nella
      stessa germania nazista visto che sono persone
      tutto d'un pezzo,Ma chi l'ha detto? Adesso chi esprime i propri pensieri è per forza "tutto d'un pezzo"?
      mitiAlé!
      che non si piegano di
      fronte alle sciagure della storia perchè loro,
      persone di sani principi morali, nel momento in
      cui arrivava un gerarca nazista e li "invitava
      facoltativamente" ad iscriversi al partito loro
      gli avrebbero detto picche perchè contrati giusto
      ?Come fai tu a decidere cosa avrebbe fatto una persona che non conosci in un'epoca diversa dalla sua (il nazismo non è tanto lontano, ma almeno quello vero è passato) ed in una situazione di pericolo?
      O muti e tranquilli si mettevano a cuccia e si
      iscrivevano come tutti, d'accordo o no ?Sai che se tutti avessero fatto così tu non saresti su questo forum a scrivere?
      Se tutt'oggi dovesse di nuovo succedere qualcosa
      di simile e qualche ufficiale andasse a prenderli
      a casa uno ad uno avrebbero tanto coraggio da
      dire no o le OO sono prerogativa di chi si
      nasconde dietro un monitor e fare pasticci con
      photoshop ?"Cornuto!" disse il bue all'asino.Traduzione:Sbaglio o ti stai nascondendo dietro un monitor a fare pasticci con Internet Explorer? (ed è facile con quello... :p )==================================Modificato dall'autore il 02/05/2005 4.33.13
      • Anonimo scrive:
        Re: Immagino che...
        Questa non è libertà d'espressione ma libertà d'ignoranza mista a bastardaggine e chi non arriva a capire un concetto tanto semplice dovrebbe ritrovarsi lui stesso dentro una malebolgia simile con due o tre ufficiali armati di manganello, che neppure i reparti antisommossa coreani si sognano, che gli chiedono se vuole "democraticamente iscriversi" o "democraticamente rimetterci qualche parte del corpo". Poi sicuramente ci sarà quello che si iscriverà per convinzione ma non tutti sono così e fotomontaggi di questo tipo, se indirizzati alla persona sbagliata, sono semplicemente volgari e fuoriluogo.Visto che questi signorini conoscono tanto bene la storia ed hanno OO da vendere, perchè non mettono su un bel fotomontaggio dove saddam se la spassa allegramente con l'ayatollah magari datato durante la guerra tra iraq e iran ?Non avranno mica paura di qualche migliaio di integralisti che andranno a cercarli casa per casa per ricordare loro, con metodi molto democratici, che loro hanno sbagliato no ?
        • Fiamel scrive:
          Re: Immagino che...
          - Scritto da: Anonimo
          Questa non è libertà d'espressioneE invece sì.
          ma libertà
          d'ignoranzaAnche quella è libertà.
          mista a bastardaggineQuesta è una tua valutazione personale, seppure condivisa da tantissime persone.
          e chi non
          arriva a capire un concetto tanto semplice
          dovrebbe ritrovarsi lui stesso dentro una
          malebolgiaMalebolgia? Cacchio, non c'è neanche su www.garzanti.it! Sei avanti!
          simile con due o tre ufficiali armati
          di manganello, che neppure i reparti antisommossa
          coreani si sognano, che gli chiedono se vuole
          "democraticamente iscriversi" o "democraticamente
          rimetterci qualche parte del corpo".Allora proprio non capite quello che dico: io sto parlando di libertà di espressione pura e semplice. Non gli sto affatto dando ragione. Io non parlo del fatto storico. Parlo della libertà di fare fotomontaggi su di un sito che fisicamente sta in Brasile ed a cui accedi andando a cercarlo tu. Poi che sia di cattivo gusto lo credo anch'io, se il fatto storico non è vero. Chi ha fatto il fotomontaggio sarà anche disinformato, come me. Ma questa è libertà di espressione pura e semplice. Immagina poi che dopo che l'hai censurata si scoprisse che invece era più vera di quello che pensavi. Come glielo spieghi all'autore del fotomontaggio? Beh, te lo dico io: si chiamerebbe censura.Lo so: è difficile da digerire: la gente non è preparata per la libertà d'espressione pura e semplice e forse non lo sarà mai. E' un concetto non ancora compatibile con la società attuale. Ma allora non venitemi a dire che in Italia (o in Brasile) c'è vera libertà d'espressione.
          Poi
          sicuramente ci sarà quello che si iscriverà per
          convinzione ma non tutti sono così e fotomontaggi
          di questo tipo, se indirizzati alla persona
          sbagliata, sono semplicemente volgari e
          fuoriluogo.Probabile, ma è sempre una opinione.

          Visto che questi signorini conoscono tanto bene
          la storiaBeh, permettimi un dubbio...
          ed hanno OO da vendere,Ripeto il concetto di un altro post:Come mai chi pubblica un fotomontaggio "scomodo" si dice che ha le OO?
          perchè non
          mettono su un bel fotomontaggio dove saddam se la
          spassa allegramente con l'ayatollahSe glielo suggerisci magari lo fanno!
          magari datato
          durante la guerra tra iraq e iran ?
          Non avranno mica paura di qualche migliaio di
          integralisti che andranno a cercarli casa per
          casa per ricordare loro, con metodi molto
          democratici, che loro hanno sbagliato no ?Mah, fatti meno film. Agli integralisti, di un fotomontaggio di qualche coglioncello italiano su un sito italiano non gliene può fregare di meno!
          • Anonimo scrive:
            Re: Immagino che...

            Mah, fatti meno film. Agli integralisti, di un
            fotomontaggio di qualche coglioncello italiano su
            un sito italiano non gliene può fregare di meno!quindi Theo Van Gogh è morto di cause naturali...
          • Anonimo scrive:
            Re: Immagino che...
            e cmq sempre rimanendo in tema di libertà d'ignoranza, se il papa fosse stato un inglese, gli avrebbero fatto gli orecchioni alla carlo ? se americano gli avrebbero messo cappello e stivali da texano ? O come al solito vige il concetto Tedesco = Nazista come se il resto del mondo fosse lindo ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Immagino che...
            - Scritto da: Anonimo
            O come al solito vige il
            concetto Tedesco = Nazista come se il resto del
            mondo fosse lindo ?Il vestito da nazista probabilmente glielo avrebbero messo anche se fosse stato indocinese. Ho visto numerosi fotomontaggi con bush nazista, bill gates nazista, steve jobs nazista, e via dicendo, e nessuno di loro mi risulta sia tedesco. Semplicemente hanno avuto dei modi di comportarsi, su certi ambiti, troppo votati al "muro contro muro". Esattamente come questo papa.
          • Fiamel scrive:
            Re: Immagino che...
            - Scritto da: Anonimo

            Mah, fatti meno film. Agli integralisti, di un

            fotomontaggio di qualche coglioncello italiano
            su

            un sito italiano non gliene può fregare di meno!

            quindi Theo Van Gogh è morto di cause naturali...Scusa, non conosco la vicenda, ma da quel che ho trovato in giro in internet pare che Theo Van Gogh abbia espresso qualcosa di più preciso, articolato e soprattutto che andava contro ad una caratteristica della cultura islamica, in cui gli integralisti si identificano seriamente.Un "fotomontaggio dove saddam se la spassa allegramente con l'ayatollah" offende, ma è un po' diverso dal criticare un intero modo di vivere che identifica te, la tua religione ed i tuoi antenati. Ed una cosa che aumenta la differenza è che il secondo probabilmente è anche una verità che fa male.
          • Anonimo scrive:
            Re: Immagino che...
            TVG ha messo in mostra un punto di vista che per alcune persone era solo una visione esagerata, per altri un'offesa da lavare nel sangue. Lo stesso che hanno fatto questi di indymedia con una profonda differenza: che trovare un fissato cattolico pronto a portare la "santa" inquisizione nel 21° secolo è praticamente impossibile mentre un islamico capace di sgozzare chi non la pensa come lui è, a confronto, piuttosto facile ed è lì che stanno le OO, nel saper stuzzicare (a ragione o a torto) le persone giuste e sbagliate
          • Fiamel scrive:
            Re: Immagino che...
            - Scritto da: Anonimo
            TVG ha messo in mostra un punto di vista che per
            alcune persone era solo una visione esagerata,
            per altri un'offesa da lavare nel sangue. Lo
            stesso che hanno fatto questi di indymedia con
            una profonda differenza: che trovare un fissato
            cattolico pronto a portare la "santa"
            inquisizione nel 21° secolo è praticamente
            impossibile mentre un islamico capace di sgozzare
            chi non la pensa come lui è, a confronto,
            piuttosto facile [cut]Sono perfettamente d'accordo, nel senso che nel dire che "ad un integralista islamico non gliene frega niente" non intendo che "è impossibile che un integralista ti ammazzi per un fotomontaggio". Anche un cattolico impazzito potrebbe uccidere due gay che si baciano in pubblico. Tutto è possibile. Siamo in 6 miliardi e di casi ce ne sono. Quello che intendo è che gli integralisti islamici sono tali perché difendono la propria cultura e la propria religione, intesa come regole e modo di vivere da cose a loro "pericolose". Un video sui maltrattamenti della donna poteva svegliare le coscienze di qualcuno e criticava l'Islam in modo fondato. Un fotomontaggio porno invece è una cosa molto più infantile e "termina lì", perché in questo caso è assolutamente irreale.
  • Anonimo scrive:
    ... e invece poi si lascia libero Izzo
    con le orribili conseguenze del caso...
    • Anonimo scrive:
      Re: ... e invece poi si lascia libero Izzo
      - Scritto da: Anonimo
      con le orribili conseguenze del caso...Hai ragione, l'ho vista stasera alla Fattoria ed è stato terribile!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: ... e invece poi si lascia libero Izzo
        Ma che c' entra la Fattoria?
        • Anonimo scrive:
          Re: ... e invece poi si lascia libero Izzo
          - Scritto da: Anonimo
          Ma che c' entra la Fattoria?C'era ospite Simona Izzo
          • Bruco scrive:
            Re: ... e invece poi si lascia libero Iz
            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo

            Ma che c' entra la Fattoria?

            C'era ospite Simona IzzoROFTL! :-)Io invece l'ho sentita stamattina a RTL.Certo che io e te ci vogliamo fare del male eh?Staccare TV e radio non sarebbe meglio?
Chiudi i commenti