Office 2007 anche in edizione Ultimate

Microsoft ha confermato che tra le edizioni dell'imminente suite ve ne sarà una che comprenderà in un solo pacchetto tutte le applicazioni che caratterizzano il nuovo pacchetto

Redmond (USA) – Come Windows Vista, anche Office 2007 verrà proposto in un’edizione all-inclusive , chiamata Ultimate : in un unico disco d’installazione offrirà tutte le applicazioni comprese nella prossima e ormai imminente suite per l’ufficio di Microsoft .

Office Ultimate 2007 , la cui licenza costerà circa 680 dollari, sarà di fatto la versione retail di Office Enterprise 2007 : quest’ultima edizione, che oltre alle applicazioni classiche include Microsoft Publisher, OneNote, InfoPath, Access e la nuova suite per la collaborazione Groove, sarà infatti disponibile solo alle grandi aziende.

Microsoft ha spiegato di aver introdotto un’edizione Ultimate di Office 2007, inizialmente non prevista , in base al feedback dei propri clienti. “Alcune delle persone che lavorano in casa hanno bisogno di accedere all’intera linea di applicazioni comprese in Office 2007”, ha spiegato un portavoce dell’azienda.

Insieme alle applicazioni succitate, l’edizione Ultimate includerà funzionalità integrate per la gestione dei contenuti, delle form e dei permessi.

Microsoft non ha ancora aggiornato la tabella comparativa delle varie edizioni di Office, ma per farsi un’idea di cosa conterrà la versione Ultimate è possibile fare riferimento alla colonna dedicata a Office Enterprise 2007.

Microsoft ha inaugurato il concetto di “edizione Ultimate” con l’ annuncio della line-up di Windows Vista: nel futuro sistema operativo made in Redmond questa versione combinerà tutte le applicazioni e le funzionalità delle edizioni consumer e business.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    WMWare?
    Forse l'estensore dell'articolo intendeva VMWare...
  • Anonimo scrive:
    Mai dire 4 se non l'hai nel sacco.
    Eviterei di evidenziare in grassetto quelle che sono le dichiarazioni della casa madre senza aver prima avuto riscontri. Alla luce di questi test:http://www.2cpu.com/review.php?id=112il "fino al 60% in più rispetto agli Opteron" i Woodcrest se lo sognano.Rapportando la velocità degli Opteron provati ( 2,6 GHz ) a quella dei Woodcrest ( 3 GHz ) quando questi ultimi risultano più veloci il divario si assesta sul 10% circa.
    • Anonimo scrive:
      Re: Mai dire 4 se non l'hai nel sacco.
      - Scritto da:
      Eviterei di evidenziare in grassetto quelle che
      sono le dichiarazioni della casa madre senza aver
      prima avuto riscontri. Alla luce di questi
      test:

      http://www.2cpu.com/review.php?id=112

      il "fino al 60% in più rispetto agli Opteron" i
      Woodcrest se lo
      sognano.
      Rapportando la velocità degli Opteron provati (
      2,6 GHz ) a quella dei Woodcrest ( 3 GHz ) quando
      questi ultimi risultano più veloci il divario si
      assesta sul 10%
      circa.
      E quindi de facto se intel non è credibile, tu lo sei gioco forza?mah
      • Anonimo scrive:
        Re: Mai dire 4 se non l'hai nel sacco.
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Eviterei di evidenziare in grassetto quelle che

        sono le dichiarazioni della casa madre senza
        aver

        prima avuto riscontri. Alla luce di questi

        test:



        http://www.2cpu.com/review.php?id=112



        il "fino al 60% in più rispetto agli Opteron" i

        Woodcrest se lo

        sognano.

        Rapportando la velocità degli Opteron provati (

        2,6 GHz ) a quella dei Woodcrest ( 3 GHz )
        quando

        questi ultimi risultano più veloci il divario si

        assesta sul 10%

        circa.




        E quindi de facto se intel non è credibile, tu lo
        sei gioco
        forza?

        mahTu non sei buono a fare i calcoli da te?Prova, non e' difficile.Poi le considerazioni da trarre le potrai fare anche quelle da solo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Mai dire 4 se non l'hai nel sacco.
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          Eviterei di evidenziare in grassetto quelle
          che


          sono le dichiarazioni della casa madre senza

          aver


          prima avuto riscontri. Alla luce di questi


          test:





          http://www.2cpu.com/review.php?id=112





          il "fino al 60% in più rispetto agli Opteron"
          i


          Woodcrest se lo


          sognano.


          Rapportando la velocità degli Opteron provati
          (


          2,6 GHz ) a quella dei Woodcrest ( 3 GHz )

          quando


          questi ultimi risultano più veloci il divario
          si


          assesta sul 10%


          circa.








          E quindi de facto se intel non è credibile, tu
          lo

          sei gioco

          forza?



          mah


          Tu non sei buono a fare i calcoli da te?Prova,
          non e' difficile.Poi le considerazioni da trarre
          le potrai fare anche quelle da
          solo.soprattutto divergeranno dalle tue trollate...
    • Anonimo scrive:
      Re: Mai dire 4 se non l'hai nel sacco.
      - Scritto da:
      Eviterei di evidenziare in grassetto quelle che
      sono le dichiarazioni della casa madre senza aver
      prima avuto riscontri. Alla luce di questi
      test:

      http://www.2cpu.com/review.php?id=112

      il "fino al 60% in più rispetto agli Opteron" i
      Woodcrest se lo
      sognano.
      Rapportando la velocità degli Opteron provati (
      2,6 GHz ) a quella dei Woodcrest ( 3 GHz ) quando
      questi ultimi risultano più veloci il divario si
      assesta sul 10%
      circa.Sì, vabbè. Tu sei un fanatico AMD che nega la realtà. La realtà che non ti piace è che la tecnologia Centrino di Intel ora in versione desktop e server è la migliore sul mercato. Punto. Woodcrest è dal 30 al 60% più veloce degli AMD e dal 50 al 70% più veloce dei Pentium D.
      • Anonimo scrive:
        Re: Mai dire 4 se non l'hai nel sacco.
        La tecnologia Centrino che tu citi a sproposito non ha nulla a che fare con le cpu. E' la piattaforma completa di chipset di controllo, wireless lan e altro hardware integrativo, proposta da Intel per il segmento mobile.Quanto alle millantate prestazioni dei Woodcrest nei confronti degli Opteron, negare la realtà è immaginarsi cose che non ci sono e crederci. E' ridicolo affermare qualcosa non potendola sostenere.I numeri non mentono. Calcoli alla mano, obiettivamente la dichiarazione di Intel è una bufala.Le prestazioni sono sì superiori, ma non sempre e assolutamente non nella grandezza dichiarata da Intel. Le considerazioni atte a confutare questi fatti sono soltanto illazioni senza costrutto, smentite immediatamente nel mondo reale. Con le dichiarazioni da spaccone non si va lontano. I numeri non mentono.
        • Anonimo scrive:
          Re: Mai dire 4 se non l'hai nel sacco.
          - Scritto da:
          La tecnologia Centrino che tu citi a sproposito
          non ha nulla a che fare con le cpu. E' la
          piattaforma completa di chipset di controllo,
          wireless lan e altro hardware integrativo,
          proposta da Intel per il segmento
          mobile.
          Quanto alle millantate prestazioni dei Woodcrest
          nei confronti degli Opteron, negare la realtà è
          immaginarsi cose che non ci sono e crederci. E'
          ridicolo affermare qualcosa non potendola
          sostenere.
          I numeri non mentono. Calcoli alla mano,
          obiettivamente la dichiarazione di Intel è una
          bufala.
          Le prestazioni sono sì superiori, ma non sempre e
          assolutamente non nella grandezza dichiarata da
          Intel. Le considerazioni atte a confutare questi
          fatti sono soltanto illazioni senza costrutto,
          smentite immediatamente nel mondo reale. Con le
          dichiarazioni da spaccone non si va lontano. I
          numeri non
          mentono.http://www.intel.com/products/centrino/http://www.hexus.net/content/item.php?item=5692&page=3http://www.presence-pc.com/actualite/woodcrest-benchmark-17060/
          • Anonimo scrive:
            Re: Mai dire 4 se non l'hai nel sacco.
            Quanta distrazione!Conosco tutti quei test e diversi altri.Ne ho fatti anche personalmente.Il Woodcrest a confronto con un Opteron dalla tecnologia vecchia di tre anni, nella migliore delle circostanze *a parità di clock* va il 10% - 15% più veloce. Nei calcoli scientifici è anche più lento. Il 60% è per coloro che credono. E contro la fede non c'è ragione che tenga.Non effettuerò ulteriori interventi su questo post.
          • Anonimo scrive:
            Re: Mai dire 4 se non l'hai nel sacco.
            - Scritto da:
            Quanta distrazione!
            Conosco tutti quei test e diversi altri.
            Ne ho fatti anche personalmente.
            Il Woodcrest a confronto con un Opteron dalla
            tecnologia vecchia di tre anni, nella migliore
            delle circostanze *a parità di clock* va il 10% -
            15% più veloce. Nei calcoli scientifici è anche
            più lento. Il 60% è per coloro che credono. E
            contro la fede non c'è ragione che
            tenga.
            Non effettuerò ulteriori interventi su questo
            post.meglio visto che la tua attendibilità è tutta da dimostrare, contrariamente a quei link che ti hanno citato.
  • Crazy scrive:
    Nuova Generazione da Evitare
    CIAO A TUTTIindubbiamente in questa nuova generazione di processori sara` inclusa la tanto "amata" (da Intel) tecnologia conosciuta come "LaGrande" che altro non e` che una delle svariate implementazioni del Trusted Computing... e chi e` che vuole ridursi alla totale sottomissione nell'utilizzo di quello che una volta era il suo Personal Computer?Nessuno credo, quindi, la cosa migliore da fare e` semplicemente non comperare nessuno di questi Processori, in pratica, attuare una violenta campagna di boicottaggio dei Processori Intel al fine che Intel capisca che non vogliamo perdere il possesso dei nostri Computer, noi, li vogliamo usare liberamente.Biocottare il Trusted Computing e` per il nostro bene Futuro, cerchiamo di informare il piu` possibile sul perche` e come evitare che il TC diventi il futuro delle prossime generazioni.DISTINTI SALUTI
    • Anonimo scrive:
      Re: Nuova Generazione da Evitare
      Sono Destinati al mercato Server ......TAZZONE .....dove regnano incontrastati BSD e LinuxTAZZONE2 .....
      • Anonimo scrive:
        Re: Nuova Generazione da Evitare
        Mi sà che non hai ben capito in che mercato si posizionano i server x86.
        • Anonimo scrive:
          Re: Nuova Generazione da Evitare
          - Scritto da:
          Mi sà che non hai ben capito in che mercato si
          posizionano i server
          x86.siegacelo tu einstein...e spiegaci il nesso con il post dello psicopatico anti drm...che ormai se li sogna anche nel panino al salame della merenda delle 16
          • Alessandrox scrive:
            Re: Nuova Generazione da Evitare
            - Scritto da:
            - Scritto da:

            Mi sà che non hai ben capito in che mercato si

            posizionano i server

            x86.
            siegacelo tu einstein...e spiegaci il nesso con
            il post dello psicopatico anti drm...che ormai se
            li sogna anche nel panino al salame della merenda
            delle
            16Non c' entra nulla, che siano destinati a server o workstation cio' che conta e' che il TC comincia a diffondersi, logico che in questi ambiti desta meno scalpore e meno curiosita'....Si deve cominciare sempre da qualche parte no? E quindi si inizia da dove e' piu' facile penetrare.
          • Anonimo scrive:
            Re: Nuova Generazione da Evitare
            - Scritto da: Alessandrox
            - Scritto da:


            - Scritto da:


            Mi sà che non hai ben capito in che mercato si


            posizionano i server


            x86.


            siegacelo tu einstein...e spiegaci il nesso con

            il post dello psicopatico anti drm...che ormai
            se

            li sogna anche nel panino al salame della
            merenda

            delle

            16

            Non c' entra nulla, che siano destinati a server
            o workstation cio' che conta e' che il TC
            comincia a diffondersi, logico che in questi
            ambiti desta meno scalpore e meno
            curiosita'....
            Si deve cominciare sempre da qualche parte no? E
            quindi si inizia da dove e' piu' facile
            penetrare.si ma tanto se non sono usati da tutti gli OS, puoi anche metterci un criceto..
      • Anonimo scrive:
        Re: Nuova Generazione da Evitare
        - Scritto da:

        Sono Destinati al mercato Server ......

        TAZZONE .....

        dove regnano incontrastati BSD e Linux


        TAZZONE2 .....E quindi? Anche i processori desktop con nome in codice Conroe, che verranno presentati il prossimo luglio, avranno LaGrande.
    • Anonimo scrive:
      Re: Nuova Generazione da Evitare
      server o no, sono processori che integrano LaGrande e quindi da BOICOTTARE. Per il bene nostro e delle future generazioni.p.s.: che regni incostratato linux/bsd mi pare un'affermazione (purtroppo) un po' tanto esagerata.. fatti un giro a vedere cosa davvero usano enti come banche o poste italiane (ribadisco: purtroppo..)
    • Anonimo scrive:
      Re: Nuova Generazione da Evitare
      Caro amico, l'idea che il TC sia il male è comune; cio' che purtroppo non condividiamo è l'ottimismo dell'azione comune, della "class action", del "popolo che scende in piazza".Probabilmente sei giovane e per questo con genuinità ed ingenuità invochi il boicottaggio; che è certamente una cosa fra le tante da fare, ma serve a poco perchè siamo in pochi ad aderire concretamente.Uno dei filosofi che fornirono la base ideologica ai movimenti degli anni '60 era H. Marcuse, scappato dalla Germania nazista e rifuggiato in USA. Tra le tante pillole di saggezza che tradusse in scritti per noi ignoranti fu una rivisitazione del concetto latino del "panem et circensis" secondo cui basta sfamare e far divertire il popolo, per controllarlo tutto. Nessuno che ha la pancia piena, la testa distratta ed il pisello contento, muoverà mai un dito per il progresso etico a cui io e te siamo sensibili. Perchè un uomo che ha i suoi istinti primordiali soddisfatti, dovrebbe rischiare di vederli insoddisfatti per un benessere superiore che non vede?Fino a 3-4 anni fa ero come te; ed a scuola, pur eccellendo nelle materie scientifiche, non ho mai studiato le materie umanistiche... finendo per essere uno studente mediocre. Mai poi a forza di soffrire per l'inerzia della società che ho attorno, ho iniziato a studiare l'uomo ed a trascurare l'ingegneria informatica.Oggi penso che se anche siamo in tanti a soffrire per le cose scriteriate che vediamo intorno, siamo troppo pochi per cambiarle. Non che mi sia arreso, ma penso che faremmo bene a parlare di meno ed agire di più, ognuno nel proprio piccolo. In modo che invece di cercare il consenso delle masse, che non aderiranno mai per ignoranza o beata idiozia, potremo realizzare piccoli fatti che saranno i semi della rinascita dopo la prossima catastrofe che, la storia insegna, costringerà l'uomo a fermarsi per ripensare le idee che hanno portato a quella catastrofe. Sbagliare e' l'inevitabile destino di un animale che ha coscienza di se, ma che subisce le pulsioni al paro di tutti gli altri animali.Con affetto,Renton78
      • Anonimo scrive:
        Re: Nuova Generazione da Evitare
        Il miglior intervento mai letto su questi forumCongratulazioniCiaoDavide- Scritto da:
        Caro amico, l'idea che il TC sia il male è
        comune; cio' che purtroppo non condividiamo è
        l'ottimismo dell'azione comune, della "class
        action", del "popolo che scende in
        piazza".
        Probabilmente sei giovane e per questo con
        genuinità ed ingenuità invochi il boicottaggio;
        che è certamente una cosa fra le tante da fare,
        ma serve a poco perchè siamo in pochi ad aderire
        concretamente.

        Uno dei filosofi che fornirono la base ideologica
        ai movimenti degli anni '60 era H. Marcuse,
        scappato dalla Germania nazista e rifuggiato in
        USA. Tra le tante pillole di saggezza che
        tradusse in scritti per noi ignoranti fu una
        rivisitazione del concetto latino del "panem et
        circensis" secondo cui basta sfamare e far
        divertire il popolo, per controllarlo tutto.
        Nessuno che ha la pancia piena, la testa
        distratta ed il pisello contento, muoverà mai un
        dito per il progresso etico a cui io e te siamo
        sensibili. Perchè un uomo che ha i suoi istinti
        primordiali soddisfatti, dovrebbe rischiare di
        vederli insoddisfatti per un benessere superiore
        che non
        vede?

        Fino a 3-4 anni fa ero come te; ed a scuola, pur
        eccellendo nelle materie scientifiche, non ho mai
        studiato le materie umanistiche... finendo per
        essere uno studente mediocre. Mai poi a forza di
        soffrire per l'inerzia della società che ho
        attorno, ho iniziato a studiare l'uomo ed a
        trascurare l'ingegneria
        informatica.
        Oggi penso che se anche siamo in tanti a soffrire
        per le cose scriteriate che vediamo intorno,
        siamo troppo pochi per cambiarle. Non che mi sia
        arreso, ma penso che faremmo bene a parlare di
        meno ed agire di più, ognuno nel proprio piccolo.
        In modo che invece di cercare il consenso delle
        masse, che non aderiranno mai per ignoranza o
        beata idiozia, potremo realizzare piccoli fatti
        che saranno i semi della rinascita dopo la
        prossima catastrofe che, la storia insegna,
        costringerà l'uomo a fermarsi per ripensare le
        idee che hanno portato a quella catastrofe.
        Sbagliare e' l'inevitabile destino di un animale
        che ha coscienza di se, ma che subisce le
        pulsioni al paro di tutti gli altri
        animali.

        Con affetto,

        Renton78
        • Anonimo scrive:
          Re: Nuova Generazione da Evitare
          - Scritto da:
          Il miglior intervento mai letto su questi forum

          Congratulazioni

          Ciao

          Davide


          - Scritto da:

          Caro amico, l'idea che il TC sia il male è

          comune; cio' che purtroppo non condividiamo èe bravo, non ti dico quanto apprezzo che tu abbia quotato tutto l'articolo solo per fargli i complimenti. Visto che ti e' piaciuto tanto, senza nulla togliere a renton, potevi anche quotarlo piu' volte, finche' non venivi definitivamente.
          • Anonimo scrive:
            Re: Nuova Generazione da Evitare
            e bravo...apprezziamo molto che pure tu quoti tutto per dirgli 2 cose.mah
    • Anonimo scrive:
      Re: Nuova Generazione da Evitare
      Ma che dici ? Tanto il Trusted Computing sarà ovunque, motherboard, CPU AMD e non solo Intel, hard disk, schede video, schede audio. Tu credi davvero che tutti smetteranno di comprare hardware ? E' utopia. Non avverrà.Il Trusted Computing è una cosa oscena ma è impossibile non comprare nuovo hardware e credere che la gente smetterà di comprarlo.- Scritto da: Crazy
      CIAO A TUTTI
      indubbiamente in questa nuova generazione di
      processori sara` inclusa la tanto "amata" (da
      Intel) tecnologia conosciuta come "LaGrande" che
      altro non e` che una delle svariate
      implementazioni del Trusted Computing... e chi e`
      che vuole ridursi alla totale sottomissione
      nell'utilizzo di quello che una volta era il suo
      Personal
      Computer?
      Nessuno credo, quindi, la cosa migliore da fare
      e` semplicemente non comperare nessuno di questi
      Processori, in pratica, attuare una violenta
      campagna di boicottaggio dei Processori Intel al
      fine che Intel capisca che non vogliamo perdere
      il possesso dei nostri Computer, noi, li vogliamo
      usare
      liberamente.
      Biocottare il Trusted Computing e` per il nostro
      bene Futuro, cerchiamo di informare il piu`
      possibile sul perche` e come evitare che il TC
      diventi il futuro delle prossime
      generazioni.
      DISTINTI SALUTI
Chiudi i commenti