Office, scatta nuovo allarme macro

Una nuova vulnerabilità scoperta in alcuni applicativi di Office mette fuori uso il controllo macro rilanciando il pericolo macro virus


Redmond (USA) – Se i macro virus – si ricorderà il celebre Melissa – sembrano ormai soltanto un lontano ricordo, le macro tornano nuovamente a far parlare di sé.

Microsoft ha infatti pubblicato un nuovo bollettino di sicurezza in cui annuncia la scoperta di una vulnerabilità in Excel e PowerPoint che, se sfruttata, può consentire ad un documento creato ad hoc di aggirare il controllo macro: questo significa che le macro all’interno di un documento posso essere eseguite senza l’autorizzazione dell’utente.

Le versioni di Excel e PowerPoint afflitte dal problema vanno dalla 98 alla 2002, sia in versione Mac che PC, sebbene Microsoft ammette che la falla potrebbe interessare anche versioni meno recenti dei due prodotti, ma non più supportate dall’azienda.

Questa vulnerabilità, segnalata a Microsoft dal Symantec Security Response, ricorda da vicino quella scoperta in Word lo scorso maggio : all’epoca Microsoft dichiarò che “sebbene altre applicazioni Office utilizzino le macro, Word è il solo prodotto afflitto da questa vulnerabilità”.

Microsoft ha già rilasciato le relative patch qui .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Bufala
    Ci hanno propinato illusioni e bufale in 5 anni di propaganda contro i comunisti.Lo scopo, si sta ora rivelando, era quello di tornare al POTERE, con i fascisti, per evitare di finire sotto processo e di far scoprire le VERE malefatte dei personaggi oggi presenti in parlamento. Per il resto, sono un manipolo di incompetenti, furbacchioni e ruffiani
  • Anonimo scrive:
    Ho parlato con Silvio
    Ho parlato con Silvio per la questione di Internet eccetera.Mi ha detto che..."... e' tutta colpa dei comunisti!"Ma davvero pensavate che Silvio facessi i vostri interessi?Illusi!Saluti e Forza Amerika.
  • Anonimo scrive:
    Sono stato frainteso
    Ma cribbio, per l'ennesima volta sono stato frainteso e le mie dichiarazioni sullo stato di internet in Italia sono state manovrate ad arte da certa stampa di sinistra sempre attenta a cercare ogni appiglio per screditarmi agli occhi del mio elettorato e agli occhi del mio amico Bush.Non ho mai parlato di 3 "I" intendendo Internet Inglese Impresa. Le "I" erano solo 2 impresa e inglese.Per l'impresa stò lavorando (Agnelli mi è testimone) mentre per l'inglese ci sto' provando a tirare dentro l'Italia in una guerra santa contro i talebani a fianco del mio amico Bush che appunto parla l'inglese.Per internet dovremo chiedere all'Authority e comunque attiveremo entro 5 anni i numeri 700 ad essa destinati.Basta avere pazienza d'altra parte non potete mettermi in croce per una cosa che non era compresa nel contratto con gli Italiani che ho firmato con Vespa nella sua trasmissione.Saluti.Silvio Cav. da Arcore.
  • Anonimo scrive:
    LE 3 I? ECCO COSA SONO!
    Traduzione delle famose 3 I:1)INCAPACI: cosa hanno fatto? niente!2)INCOMPETENTI: anzi no, hanno fatto, G8 Genova..una persona ammazzata.3)ISLAM: Berlusconi "siamo più migliori.....!"Infatti il governo Berlusca è stato informato dal vice di Bush, della nuova guerra "anglo-americana" 1/2 ora dopo il suo inizio!!!!!!!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: LE 3 I? ECCO COSA SONO!
      Oggi avete deciso di farmi arrabbiare con i vostri post...gio, rifletti prima di scrivere o hai delle pesche sciroppate nel cervello? sono incapaci? beh, almeno hanno ancora 4 anni e 8 mesi per invertire rotta. Mi sembra che invece la costante della precedente legislatura fosse proprio l'incapacità totale.Sono incompetenti? Eh be certo, tremonti per dirne uno, e' solo il titolare del piu' grande e blasonato studio commerciale europeo... si si e' proprio uno incompetente! Meglio Amato, senza dubbio! E la Bindi alla sanità? Strano che non l'abbiano confermata (gli stessi della sinistra!), era cosi' capace!!!Circa l'islam, beh: superiori o non superiori, vatti a leggere un rapporto dell'osservatorio internazionale sulle condizioni di vita e sociali (le donne, in particolare) in afghanistan, e poi torna qui. Non siamo superiori, ma piu' progrediti in certe cose si, direi a occhio e croce.Circa il fatto che il vice di Bush abbia telefonato e non Bush in persona, e per di piu' in ritardo, temo che sia troppo complesso darti una spiegazione alternativa che nulla ha a che vedere col colore del governo italiano: tanto chi posta roba simile ha davvero poca capacità di discernimento.Buona serata. SadPetronius- Scritto da: gio
      Traduzione delle famose 3 I:
      1)INCAPACI: cosa hanno fatto? niente!
      2)INCOMPETENTI: anzi no, hanno fatto, G8
      Genova..una persona ammazzata.
      3)ISLAM: Berlusconi "siamo più
      migliori.....!"

      Infatti il governo Berlusca è stato
      informato dal vice di Bush, della nuova
      guerra "anglo-americana" 1/2 ora dopo il suo
      inizio!!!!!!!!!!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: LE 3 I? ECCO COSA SONO!
        Oggi avete deciso di farmi arrabbiare con i vostri post...gio, rifletti prima di scrivere o hai delle pesche sciroppate nel cervello? sono incapaci? beh, almeno hanno ancora 4 anni e 8 mesi per invertire rotta. Mi sembra che invece la costante della precedente legislatura fosse proprio l'incapacità totale.Sono incompetenti? Eh be certo, tremonti per dirne uno, e' solo il titolare del piu' grande e blasonato studio commerciale europeo... si si e' proprio uno incompetente! Meglio Amato, senza dubbio! E la Bindi alla sanità? Strano che non l'abbiano confermata (gli stessi della sinistra!), era cosi' capace!!!Circa l'islam, beh: superiori o non superiori, vatti a leggere un rapporto dell'osservatorio internazionale sulle condizioni di vita e sociali (le donne, in particolare) in afghanistan, e poi torna qui. Non siamo superiori, ma piu' progrediti in certe cose si, direi a occhio e croce.Circa il fatto che il vice di Bush abbia telefonato e non Bush in persona, e per di piu' in ritardo, temo che sia troppo complesso darti una spiegazione alternativa che nulla ha a che vedere col colore del governo italiano: tanto chi posta roba simile ha davvero poca capacità di discernimento.Buona serata.SadPetronius"cominciamo con non offendere, grazie, poi punto 1)mi sai dire casa hanno fatto di positivo da quando sono al governo, tranne che la legge sulle rogatorie internazionali x salvarsi dai processi (vedi Previti e lo stesso Berlusconi)punto 2)tremonti sarà anche il più bravo o titolato ma sono i fatti che contano (vedi legge finanziaria: non piace ne agli industriali ne ai sindacati, a chi piace?).punto 3)non ho mai scritto che "quelli" di prima erano migliori.punto 4)se tu ti credi superiore ad un'altro popolo e/o religione non ho niente da dire, le tue parole dicono tutto di tè (per la serie "vatti a leggere" Nicaragua, ti ricorda qualche cosa? quanti morti ammazzati? non mi risulta siano islamaci o mussulmani gli autori di quello scempio ma "civilissimi" cattolici appoggiati e foraggiati dagli altrettanto "progrediti" americanipunto 4) attendo le tue illuminanti risposte in merito, visto che il sottoscritto non ha capacità di "discernere"! si ma che cosa?
      • Anonimo scrive:
        Re: LE 3 I? ECCO COSA SONO!
        Sei come tutti quelli di destra,ARROGANTE
        • Anonimo scrive:
          Re: LE 3 I? ECCO COSA SONO!
          - Scritto da: dreamweaver
          Sei come tutti quelli di destra,ARROGANTEE io aggiungo che è anche uno stronzo fascista cacato a forza...
        • Anonimo scrive:
          Re: LE 3 I? ECCO COSA SONO!
          - Scritto da: SadPetronius
          Poi, appena hai un attimo, magari rispondi
          davvero alle mie arroganti considerazioni
          del post originario, okay?quali argomentazioni?sopravvaluti la tua dialettica...
          • Anonimo scrive:
            Re: LE 3 I? ECCO COSA SONO!
            Oh , e vabbe', fai un po' come vuoi tu : io saro' pure arrogante, ma certo la tua apoditticità non ti fa onore (specialmente quando si sostengono certe tesi e ci si vuole fare paladini di una certa onestà intellettuale).Ciao ciao SadPetronius- Scritto da: skull


            - Scritto da: SadPetronius


            Poi, appena hai un attimo, magari rispondi

            davvero alle mie arroganti considerazioni

            del post originario, okay?

            quali argomentazioni?
            sopravvaluti la tua dialettica...
    • Anonimo scrive:
      Re: LE 3 I? ECCO COSA SONO!
      La mia personale traduzione:1) IMBECILLI2) INCAPACI3) IGNORANTIce ne sarebbe un'altra da aggiungere, la M come MALFATTORI
  • Anonimo scrive:
    Questione di priorità
    LA giornata "tipo" del nostro politico è zeppa di convegni e scartoffie da firmare; un uomo avulso dala realtà e circondato da leccapiedi preoccupato di sopravvivere, costi quel che costi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Questione di priorità
      - Scritto da: danlup
      LA giornata "tipo" del nostro politico è
      zeppa di convegni e scartoffie da firmare;
      un uomo avulso dala realtà e circondato da
      leccapiedi preoccupato di sopravvivere,
      costi quel che costi.Non sono d'accordo: quando ritengono qualcosa importante, la fanno con velocità lodevole:vedi depenalizzazione del falso in bilancio, rogatorie internazionali, tassa sul passaggio di proprietà oltre le cifre a 9 zeri ecc. ecc.
      • Anonimo scrive:
        Re: Questione di priorità

        Non sono d'accordo: quando ritengono
        qualcosa importante, la fanno con velocità
        lodevole:
        vedi depenalizzazione del falso in bilancio,
        rogatorie internazionali, tassa sul
        passaggio di proprietà oltre le cifre a 9
        zeri ecc. ecc.Allora, lo ripeto una volta per te e per quelli che come te non vogliono essere obiettivi (e sono gentile):il reato di falso in bilancio riguarda tutte le aziende. Tutte. Mettetevelo in testa. Con la legislazione che ci ritroviamo una azienda non puo' credere di essere competitiva e del tutto onesta allo stesso tempo. Capisco che non tutti si possano interessare a problematiche della piccola e media impresa (dove i problemi si fanno piu' spinosi) , e in generale delle aziende.Pero', vivaddio, ci vuole tanto a documentarsi prima di parlare? E vi do uno spunto: chi credete che abbia allestito un simile palazzone economico che non va e fa acqua da tutte le parti, in primis come concezione dell'economia in se? Vi do un indizio: ci troviamo in un sistema in cui la proprietà e' ancora vista , sotto sotto, come un delitto. Bravi, so che ci arrivate.Se accusate Berlusconi, va bene. Ma accusate implicitamente tutto l'impianto economico voluto dalla sinistra negli ultimi 50 anni.Francamente mi sembra piu' "ribelle" un presidente di azienda (Berlusca o simile) che deve sopravvivere ai mille pregiudizi e meandri della concezione economica italiana , che quei fessi del genoa social forum. Un saluto di incoraggiamento a voler scavare piu' in profondita' e a considerare le cose da piu' angolazioni diverse dal vostro pregiudizio. SadPetronius "Habe, haberis"
        • Anonimo scrive:
          Re: Questione di priorità
          - Scritto da: SadPetronius


          Allora, lo ripeto una volta per te e per
          quelli che come te non vogliono essere
          obiettivi (e sono gentile):
          il reato di falso in bilancio riguarda tutte
          le aziende. Tutte. Mettetevelo in testa. Con
          la legislazione che ci ritroviamo una
          azienda non puo' credere di essere
          competitiva e del tutto onesta allo stesso
          tempo. Capisco che non tutti si possano
          interessare a problematiche della piccola e
          media impresa (dove i problemi si fanno piu'
          spinosi) , e in generale delle aziende.
          Pero', vivaddio, ci vuole tanto a
          documentarsi prima di parlare? E vi do uno
          spunto: chi credete che abbia allestito un
          simile palazzone economico che non va e fa
          acqua da tutte le parti, in primis come
          concezione dell'economia in se?
          Vi do un indizio: ci troviamo in un sistema
          in cui la proprietà e' ancora vista , sotto
          sotto, come un delitto. Bravi, so che ci
          arrivate.
          Se accusate Berlusconi, va bene. Ma accusate
          implicitamente tutto l'impianto economico
          voluto dalla sinistra negli ultimi 50 anni.
          Francamente mi sembra piu' "ribelle" un
          presidente di azienda (Berlusca o simile)
          che deve sopravvivere ai mille pregiudizi e
          meandri della concezione economica italiana
          , che quei fessi del genoa social forum.
          Un saluto di incoraggiamento a voler scavare
          piu' in profondita' e a considerare le cose
          da piu' angolazioni diverse dal vostro
          pregiudizio.

          SadPetronius
          "Habe, haberis"Vedo solo un sacco di bla bla bla che nulla ha a che vedere con le priorità dimostrate (nei fatti, non nelle parole) dal governo attuale. Se non l'intento di giustificare quello che, per coloro i quali non si limitino a farsi impollinare dai mefitici influssi della stampa nostrana, rimangono una serie di manovre portate avanti da un governo che alimenta se stesso.Ci si indigna per le manovre della Microsoft che, nonostante tutte le inchieste dell'antitrust, rimane uguale a se stessa a fare i propri comodi...Se fosse italiana la MS avrebbe ora Gates come ministro per l'innovazione tecnologica.Resta un dato di fatto indipendente dalle tue (scarsamente profonde, devo dire, nonostante il tono da giurista ed economo) rivelazioni sullo status giuridico della media azienda italiana.
          • Anonimo scrive:
            Re: Questione di priorità
            Guarda che ci puo' essere pensiero indipendente anche a destra, eh! Non e' che per forza uno debba essere impapocchiato da stampa e tv. Perlomeno, io non credo proprio di esserlo. Se poi, siccome la vedo diversamente, sono automaticamente un indottrinato, chiudiamo i giochi qui perche' non serve discutere con premesse simili.Per il resto, nessuno puo' (ne' vuole, con un minimo di buonsenso) negare che questo governo berlusconi abbia pensato piu' a pararsi il didietro piuttosto che a dare innovazione allo stato. Ti diro' di piu': questa mossa delle pensioni minime a un milione e' sicuramente meritoria ma mi sa molto di "contentino"-"copertura" . Ma il mio discorso non andava in questa direzione: piuttosto, indendevo far riflettere sul perche' di un certo stato di cose che, siamo d'accordo, non ci piacciono.Io ho individuato questo perche' in una serie di motivi concorrenti, e nel particolare il discorso del falso in bilancio mi sembra che si possa trovare una motivazione piuttosto lampante anche a chi non e' un economista (come me, tra l'altro) ma ha solo voglia di riflettere sulle cose.Personalmente, preferisco un presidente del consiglio che abbia un mestiere e una esperienza alle spalle (con relativi compromessi) piuttosto che un Rutelli, ad esempio, che non ha ne' arte ne' parte e senza averci mai dato dimostrazione di quanto sia bravo ad amministrare una realtà (che sia cittadina come aziendale... sei di Roma? vieni a Roma un giorno... potrai renderti conto da te della bassissima levatura politica nonche' intellettuale del leader dell'opposizione). O forse io sono rimasto alla vecchia concezione del politico che e' prima di tutto un lavoratore, e non un filosofo... Su bill gates, non mi addentro in una discussione (se ti interessa sapere cosa ne penso, possiamo farlo via mail) che ci porterebbe lontano. Solo penso che come ministro dell'innovazione non sarebbe male avere Gates, che ha l'indubbio merito di averci dato il mondo tecnologico di cui anche un anti-global come te riceve i benefici. Questo va detto insieme alle indubbie accuse che tu stesso hai menzionato, senno' si pecca di faziosità.Poi, le mie riflessioni non saranno certo le piu' profonde disponibili in giro, ma di sicuro sono un po' piu' ragionate del solito "sparare a zero" di cui anche tu, col tuo post, ti sei reso complice. Un saluto. SadPetronius
            Vedo solo un sacco di bla bla bla che nulla
            ha a che vedere con le priorità dimostrate
            (nei fatti, non nelle parole) dal governo
            attuale. Se non l'intento di giustificare
            quello che, per coloro i quali non si
            limitino a farsi impollinare dai mefitici
            influssi della stampa nostrana, rimangono
            una serie di manovre portate avanti da un
            governo che alimenta se stesso.
            Ci si indigna per le manovre della Microsoft
            che, nonostante tutte le inchieste
            dell'antitrust, rimane uguale a se stessa a
            fare i propri comodi...
            Se fosse italiana la MS avrebbe ora Gates
            come ministro per l'innovazione tecnologica.
            Resta un dato di fatto indipendente dalle
            tue (scarsamente profonde, devo dire,
            nonostante il tono da giurista ed economo)
            rivelazioni sullo status giuridico della
            media azienda italiana.
          • Anonimo scrive:
            Re: Questione di priorità
            - Scritto da: SadPetronius
            No vabbe'... qui si esagera. A me non
            interessa se tu la pensi diversamente da me,
            anzi mi piace il confronto. Ma lo scambio
            dialogico per definizione presuppone due
            tesi , mentre il solito "Berlusconi Ladro"
            non e' una tesi: quale arguto ragionamento
            ti ha portato a dare siffatte notizie? Se
            ragionamento c'e' stato, io ribadisco che
            secondo me e' stato impostato nella maniera
            sbagliata, non valutando correttamente i 2
            piatti della bilancia. Forse sono
            intransigente, ma sono anche solito motivare
            i perche' delle mie affermazioni. Se
            analizzo cio' che ho scritto non mi sembra
            che se ne cavi un mero cazzo, e neanche da
            quello che hai scritto tu. Ti invito solo a
            ragionare piu' a 360 gradi. Che gran colpa.

            SadPetronius
            Non ci vuole nessun ragionamento particolarmente profondo per farmi stabilire che se chi è indagato (insieme alla sua cricca) riesce a mettersi in condizioni di farsi da solo una legge che lo scagiona non lo fa per il bene del paese. Ergo, lo sberleffante blaterare di "arguti ragionamenti" non ha, nella fattispecie, ragion d'essere. Il fatto che le conseguenze delle decisioni legiferative prese coinvolgano l'impunità di coloro che le hanno emanate non è fantapolitica nè fantagiustizia. E' il palese stato dei fatti. Che mi si dica che non è stato fatto per quello è un conto, ma che non ne tragga alcun vantaggio proprio no.Ma per tornare alla seconda parte dell'argomento originario, chi diamine ti dà il diritto di stabilire che quello che dico non deriva da un ragionamento, ma dal mio solo status di filo-social-forum?Ribadisco: non è certo nei post da te precedentemente inviati che si evince la profondità del mio o del tuo ragionamento. Ergo, quale profonda conoscenza esoterica ti permette di asserire la mia natura di pensatore di scarse doti? O è forse una mia impressione che per ben 2 volte il succo del discorso è stato "ti invito a pensarci più profondamente"? Che poi, a ben vedere, vuol dire, "pensa ancora che ce la fai, fino adesso non hai capito niente"?Buona giornata.
          • Anonimo scrive:
            Re: Questione di priorità
            - Scritto da: skull


            - Scritto da: SadPetronius

            Ergo, quale profonda conoscenza esoterica ti
            permette di asserire la mia natura di
            pensatore di scarse doti?No cmq non penso questo. E non lo si evince dai miei post . Dico che su questo argomento forse hai un po' i paraocchi e consideri delle cose (peraltro , e lo ribadisco , giustissime come le leggi salvaculo di questi giorni) mentre ne tralasci altre. Tutto qui , e limitatamente al topic in questione.
            O è forse una mia
            impressione che per ben 2 volte il succo del
            discorso è stato "ti invito a pensarci più
            profondamente"? Che poi, a ben vedere, vuol
            dire, "pensa ancora che ce la fai, fino
            adesso non hai capito niente"?Wait. ti invito a ragionare a 360 gradi, che per definizione non e' uno "scendere in profondità" ma un "ruotare sullo stesso piano" . La differenza e' sostanziale. Vedere anche le proprie magagne (credi che la sinistra sia meno ladra della destra? e le leggi dalema che salvavano il culo alla Cirio? e il dossier Mitrokihn (non ricordo se si scrive cosi'). I finanziamenti neri al pci (e quindi futuri pds?). Questo io intendevo, ok?

            Buona giornata.Anche a te!SadPetronius
        • Anonimo scrive:
          Re: Questione di priorità
          - Scritto da: SadPetronius

          Allora, lo ripeto una volta per te e per
          quelli che come te non vogliono essere
          obiettivi (e sono gentile):l'obiettivita' di tutti noi, inclusi tu ed io, e' tutta da dimostrare; forse quella pura e limpida da dizionario non esiste nella pratica, tanto vale discutere continuare a discutere civilmente tralasciando il punto dell'obiettivita'
          il reato di falso in bilancio riguarda tutte
          le aziende. Tutte. Mettetevelo in testa. Con
          la legislazione che ci ritroviamo una
          azienda non puo' credere di essere
          competitiva e del tutto onesta allo stesso
          tempo.IMHO, questo equivale a dire che il "lo fanno tutti, se non lo faccio anch'io la concorrenza mi schiaccia" depenalizza automaticamente qualsivoglia reato configurabile come di massa, e non so se e' il caso......anche perche' il fisco e' maggiormente capace di recuperare parte dell'evasione sui redditi piu' certi e documentati, tipo quelli statali, e non mi va che il cittadino X, per recuperare parte di cio' di cui si sente defraudato a causa della legislazione ingiusta la faccia pagare al cittadino Y che gia' paga tutto di suo...
          Francamente mi sembra piu' "ribelle" un
          presidente di azienda (Berlusca o simile)
          che deve sopravvivere ai mille pregiudizi e
          meandri della concezione economica italiana
          , che quei fessi del genoa social forum. IMHO, riferire il termine sopravvivere ad un qualsivoglia individuo anche solo benestante mi pare irriguardoso verso coloro che giorno per giorno sopravvivono davvero (lo so, lo so, era in senso figurato...)e sempre IMHO, chiamarlo ribelle equivale a glorificare la furbizia di maradona che segna di mano e se ne vanta pure... ribadisco che posso anche capire chi sente "necessari" certi "espedienti" ma permettetemi di non condividere...
          Un saluto di incoraggiamento a voler scavare
          piu' in profondita' e a considerare le cose
          da piu' angolazioni diverse dal vostro
          pregiudizio.togliamo il "vostro" che da' uno spiacevole senso di superiorita' e concordo ;)KaysiX
        • Anonimo scrive:
          Re: Questione di priorità
          Senti una cosa l'essere gentili credo sia sempre dovuto......non ti pare?cito testuale "Con la legislazione che ci ritroviamo una azienda non puo' credere di essere competitiva e del tutto onesta allo stesso tempo" Allora Mr. Berlusca credo il problema va risolto alle radici ma non a soldi già intascati! è vero tutte le aziende,allora te ne dico n'altra,a noi lavoratori cosa ci ha dato di speciale???? e credo siamo più lavoratori che aziende....è chiara la lezione.....caro watson. Che io sappia la sinistra ha solo governato 4 anni e non 50 come la DC.
          • Anonimo scrive:
            Re: Questione di priorità
            - Che io sappia la
            sinistra ha solo governato 4 anni e non 50
            come la DC. Sai male. SadPetronius
          • Anonimo scrive:
            Re: Questione di priorità
            - Scritto da: SadPetronius


            - Che io sappia la

            sinistra ha solo governato 4 anni e non 50

            come la DC.

            Sai male.
            Quale profonda introspezione nascondon siffatte parole...Signori, ecco a voi la summa teologica di costui. Quando nulla più attacca le masse, quando nulla più vien loro in aiuto, ecco a cosa ci si appende... la rivisitazione storica...Quale è la sinistra che avrebbe governato per 50 anni? Quella di berlinguer? quella di occhetto? O forse sei in grado di argomentare siffatte nefandezze col solo tributo del fatto che quando quei 50 anni che citi ebbero luogo, la sinistra esisteva (ma NON governava) il polo non ancora?O forse per "la sinistra al governo" intendi il mangnone del Craxo, che, pace all'anima sua, per 20 anni ha sbafato sulle casse di noi tutti? Consta forse a me rammentar all'immane genio tuo ciò che il grasson pelato della nostra italica storia politica è stato? più ancor di scarso uomo di sinistra, uomo dai mille intrallazzi e protettore e patrocinatore dello stesso piccoletto che ne ha preso degnamente il posto?Certo, anche questa è fantapolitica, nell'immenso lavaggio del cervello che ormai da un decennio vien perpetrato dalla macchina mediatica, no?
          • Anonimo scrive:
            Re: Questione di priorità
            - Scritto da: skull


            - Scritto da: SadPetronius





            - Che io sappia la


            sinistra ha solo governato 4 anni e
            non 50


            come la DC.



            Sai male.


            Quale profonda introspezione nascondon
            siffatte parole...
            Signori, ecco a voi la summa teologica di
            costui. Quando nulla più attacca le masse,
            quando nulla più vien loro in aiuto, ecco a
            cosa ci si appende... la rivisitazione
            storica...

            Quale è la sinistra che avrebbe governato
            per 50 anni? Quella di berlinguer? quella di
            occhetto? O forse sei in grado di
            argomentare siffatte nefandezze col solo
            tributo del fatto che quando quei 50 anni
            che citi ebbero luogo, la sinistra esisteva
            (ma NON governava) il polo non ancora?

            O forse per "la sinistra al governo" intendi
            il mangnone del Craxo, che, pace all'anima
            sua, per 20 anni ha sbafato sulle casse di
            noi tutti? Consta forse a me rammentar
            all'immane genio tuo ciò che il grasson
            pelato della nostra italica storia politica
            è stato? più ancor di scarso uomo di
            sinistra, uomo dai mille intrallazzi e
            protettore e patrocinatore dello stesso
            piccoletto che ne ha preso degnamente il
            posto?
            Certo, anche questa è fantapolitica,
            nell'immenso lavaggio del cervello che ormai
            da un decennio vien perpetrato dalla
            macchina mediatica, no?Caro Teschio, visto che ti lamenti perche' nell'altro post (a tuo e solo tuo dire, tra l'altro) ti do' sotto sotto del deficiente, cerca almeno di non dare appigli a questa tesi. Non sei neanche capace di parlarci, aulico.Ma non voglio stare qui a lanciare insulti (neanche riceverne, pero'!) quanto piuttosto scambiare opinioni, anche sanguignamente , con una persona che la pensa diversa da me.Allora scopriamo le carte, ok? A questo tuo post io potrei tranquillamente fare cut&paste della tua risposta al mio post piu' in alto.Dopodichè , visto che ti permetti di fare simpatica ironia, ti invito a citarmi i libri (sicuramente tutti oggettivi e imparziali!) da cui attingi le tue infos? O pensi ancora che e' solo la tv che fa lavaggio del cervello mediatico? Questo nulla toglie al fatto che anche a me queste leggi "paraçulo" diano molto da pensare e da "ripensare" (sebbene non abbia votato Berlusconi). Ma certe grossolane valutazioni storiche no , eh!! Buona giornata anche a te, SadPetronius
  • Anonimo scrive:
    Benvenuto Mantellini
    Benvenuto Mantellini nel club dei delusi della politica. Proprio come me, che un tempo ci ha creduto davvero, tanto da militare per anni in un partito politico. Uscendone deluso dopo aver imparato che gli uomini politici del nostro paese (e anche degli altri, purtroppo) pensano solo ad una cosa: la propria carriera, il prestigio personale (in molti casi il proprio interesse). E dei problemi concreti della gente non importa niente a nessuno. Ecco perché tante volte mi sono domandato se questa sia veramente una ?democrazia?.Venendo però all?argomento di oggi, anche io sono convinto che sia ancora un pò troppo presto per dare giudizi definitivi. E? invece questo il momento giusto per prendere le decisioni. Credo e sono convinto che per realizzare gli obbiettivi che stanno a cuore un po? a tutti noi (connessione a Internet veloce, a costi bassi e diffusa su tutto il territorio nazionale) non bastino le tariffe flat o la ADSL. Ci vuole la banda larga. Solo così potremo superare le strozzature della rete che tu stesso evidenziavi in un commento di alcune settimane fa. Solo così, soprattutto, Internet diverrà popolare in tutti gli strati della popolazione: diventando un mezzo di svago. Solo se la gente potrà avere su Internet tutto ciò che adesso c?è in televisione (e, mi auguro, anche molte cose in più) avrà inizio quella ?rivoluzione digitale? di cui si sente parlare ormai da molti anni. La banda larga, dunque, è indispensabile. La situazione attuale nel nostro paese è questa: a parte Roma e Milano, in cui il servizio di banda larga tramite cavi in fibra ottica è già attivo (sia pure in forma ancora sperimentale) il resto dell?Italia può accedere alla banda larga solo via satellite, a costi notevolmente più alti.A mio modesto parere la banda larga via satellite è e resterà indispensabile per raggiungere le zone più impervie, ma il resto del paese dovrebbe essere connesso con le fibre ottiche. I costi di questa operazione non sarebbero altissimi (fino a qualche anno fa la situazione era diversa, ma ora non è più così). Il problema è politico: bisogna spronare chi ci governa a mantenere le promesse che hanno fatto in campagna elettorale. La mia modesta proposta (che rivolgo a Te, a Paolo De Andreis e a tutta la redazione di Punto Informatico) è quella di creare un movimento di opinione che, attraverso la rete, sproni i nostri governanti a realizzare questo obbiettivo: il cablaggio con le fibre ottiche di tutto (o quasi) il territorio italiano. Entro pochi anni a partire da adesso. Il nostro impegno è fondamentale perché la democrazia è fatta soprattutto di partecipazione. Se vogliamo un mondo nuovo, dobbiamo anche meritarcelo!Voltaire 2001
    • Anonimo scrive:
      Re: Benvenuto Mantellini
      Voltaire junior, come sempre si puo' essere d'accordo o no con le tue valutazioni (in questo caso, direi di essere d'accordo in sostanza, dissentendo solo in alcuni punti) , ma dai input interessanti.Cosa ne pensi della "democrazia" ?Puoi rispondere in mail, evitando l'off topic.Un salutone, SadPetronius "Habe, haberis"- Scritto da: Voltaire 2001
      Benvenuto Mantellini nel club dei delusi
      della politica. Proprio come me, che un
      tempo ci ha creduto davvero, tanto da
      militare per anni in un partito politico.
      Uscendone deluso dopo aver imparato che gli
      uomini politici del nostro paese (e anche
      degli altri, purtroppo) pensano solo ad una
      cosa: la propria carriera, il prestigio
      personale (in molti casi il proprio
      interesse). E dei problemi concreti della
      gente non importa niente a nessuno. Ecco
      perché tante volte mi sono domandato se
      questa sia veramente una ?democrazia?.


      Venendo però all?argomento di oggi, anche io
      sono convinto che sia ancora un pò troppo
      presto per dare giudizi definitivi. E?
      invece questo il momento giusto per prendere
      le decisioni.

      Credo e sono convinto che per realizzare gli
      obbiettivi che stanno a cuore un po? a tutti
      noi (connessione a Internet veloce, a
      costi bassi e diffusa su tutto il territorio
      nazionale) non bastino le tariffe flat o la
      ADSL. Ci vuole la banda larga. Solo così
      potremo superare le strozzature della rete
      che tu stesso evidenziavi in un commento di
      alcune settimane fa.

      Solo così, soprattutto, Internet diverrà
      popolare in tutti gli strati della
      popolazione: diventando un mezzo di svago.
      Solo se la gente potrà avere su Internet
      tutto ciò che adesso c?è in televisione (e,
      mi auguro, anche molte cose in più) avrà
      inizio quella ?rivoluzione digitale? di cui
      si sente parlare ormai da molti anni.

      La banda larga, dunque, è indispensabile. La
      situazione attuale nel nostro paese è
      questa: a parte Roma e Milano, in cui il
      servizio di banda larga tramite cavi in
      fibra ottica è già attivo (sia pure in forma
      ancora sperimentale) il resto dell?Italia
      può accedere alla banda larga solo via
      satellite, a costi notevolmente più alti.

      A mio modesto parere la banda larga via
      satellite è e resterà indispensabile per
      raggiungere le zone più impervie, ma il
      resto del paese dovrebbe essere connesso con
      le fibre ottiche. I costi di questa
      operazione non sarebbero altissimi (fino a
      qualche anno fa la situazione era diversa,
      ma ora non è più così).

      Il problema è politico: bisogna spronare chi
      ci governa a mantenere le promesse che hanno
      fatto in campagna elettorale. La mia modesta
      proposta (che rivolgo a Te, a Paolo De
      Andreis e a tutta la redazione di Punto
      Informatico) è quella di creare un movimento
      di opinione che, attraverso la rete, sproni
      i nostri governanti a realizzare questo
      obbiettivo: il cablaggio con le fibre
      ottiche di tutto (o quasi) il territorio
      italiano. Entro pochi anni a partire da
      adesso.

      Il nostro impegno è fondamentale perché la
      democrazia è fatta soprattutto di
      partecipazione. Se vogliamo un mondo nuovo,
      dobbiamo anche meritarcelo!


      Voltaire 2001



      • Anonimo scrive:
        Re: Benvenuto Mantellini

        Cosa ne pensi della "democrazia" ?
        Puoi rispondere in mail, evitando l'offè un off topic ? eppure è pertinente alla notizia,come anche la tua risposta, non solo : la partecipazione democratica del succitato "voltairenovello" si esplica proprio su Internet ( ricordate xè il nome di una storica provider-news-chat ecc ecc Agorà che riprendeva le concezioni della polis Atene ? tanto x restare sulle notizie date da PI ) .se ci sono news adatte allo scopo , potreste indicarmele ? ne sarei mooolto interessato.Grazie.
      • Anonimo scrive:
        Re: Benvenuto Mantellini
        - Scritto da: SadPetronius
        Voltaire junior, come sempre si puo' essere
        d'accordo o no con le tue valutazioni (in
        questo caso, direi di essere d'accordo in
        sostanza, dissentendo solo in alcuni punti)
        , ma dai input interessanti.
        Cosa ne pensi della "democrazia" ?
        Puoi rispondere in mail, evitando l'off
        topic.
        Un salutone,

        SadPetronius
        "Habe, haberis"ciao Petronio Triste se vuoi sapere che ne penso della democrazia vai all'indirizzo:http://punto-informatico.it/p.asp?i=35809poi magari fammi sapere.Ciao Voltaire 2001
        • Anonimo scrive:
          Re: Benvenuto Mantellini
          - Scritto da: Voltaire2001


          - Scritto da: SadPetronius

          Puoi rispondere in mail, evitando l'off

          topic.

          Un salutone,

          ciao Petronio Triste

          se vuoi sapere che ne penso della democrazia
          vai all'indirizzo:

          http://punto-informatico.it/p.asp?i=35809

          poi magari fammi sapere.
          ...mi aggrego anche se non invitato :PDemorazia diretta, un sogno che per adesso resta di difficile attuazione (la modalita' referendaria non va bene... vedi l'affluenza di ieri)Comunque supponendo che sia attuabile, sei sicuro che chi detiene giornali e TV potrebbe essere avvantaggiato? (senza pensare all'italia come caso particolare, consideriamo un sistema simile in una nazione dove non ci siano monopolisti dell'informazione...)
          • Anonimo scrive:
            Re: Benvenuto Mantellini
            - Scritto da: Dixie


            ...mi aggrego anche se non invitato :P
            Democrazia diretta, un sogno che per adesso
            resta di difficile attuazione (la modalita'
            referendaria non va bene... vedi l'affluenza
            di ieri)
            Comunque supponendo che sia attuabile, sei
            sicuro che chi detiene giornali e TV
            potrebbe essere avvantaggiato? (senza
            pensare all'italia come caso particolare,
            consideriamo un sistema simile in una
            nazione dove non ci siano monopolisti
            dell'informazione...)Benvenuto Dixie!secondo me la "vera" democrazia è molto diversa da ciò che succede in Italia. Per esempio il referendum sul federalismo:1) il 30% degli italiani non sapeva neanche che c'era;2) un altro 30% lo sapeva ma non aveva idea dell'argomento;3) il restante 30% (quello che poi è andato a votare) sapeva solo che, in caso di vittoria dei sì, sarebbero passate alla regioni alcuni poteri che adesso sono di competenza del governo. Ma quali? Boh!Questa sarebbe democrazia? Non credo proprio. Bisogna che la gente sia informata su quello che vota, prima di tutto. Altrimenti votare non serve a niente. ?chi possiede giornali e televisioni non sarà avvantaggiato??, mi chiedi. Sicuramente sì. Ma per fortuna esiste anche Internet. Se riusciremo a mantenerla libera, impedendo che si trasformi in uno strumento di controllo delle masse come la televisione, il problema è risolto.Per concludere, aggiungo: non è che la democrazia elettronica sia fatta solo di proclami (come quello, ormai entrato nella storia, della legge sull?editoria). Questa è solo la fase iniziale. Fra 20 o 30 anni, quando Internet sarà nelle case di tutti e tutti lo sapranno usare, potremo fare molto ma molto di più. Per ora accontentiamoci.AD MAIORAVoltaire 2001
    • Anonimo scrive:
      Re: Benvenuto Mantellini
      Molto obbiettivo! Grande!
  • Anonimo scrive:
    non si puo' fare niente
    non si puo' fare davvero niente per cambiare qualcosa??
  • Anonimo scrive:
    L'orticello...
    Tutti a guardare il vostro orticello.Questo governo non ha fatto un bel nulla per internet in questi 4 mesi, ed è giusto protestare: il popolo di internet e' rilevante e il settore ha bisogno di impulsi (e piu' semplicistica di così non saprei descrivere la situazione); ma forse sarà che alcuni argomenti abbiano maggiore priorità rispetto ad altri (le pensioni, il "buco" in bilancio lasciato dai simpaticoni della sinistra, per esempio)? Diamo tempo. Il nostro orticello va coltivato, ma l'Italia ha qualche altra cosa da sistemare prima, per allinearsi agli altri paesi. Senza che tra l'altro non si possa dare un colpo al cerchio e uno alla botte, ma proprio questo e' a mio parere il banco di prova su cui attendo il governo, e per questo l'articolo del solito Mantellini è sacrosanto, ma in anticipo di svariati mesi.Saluti. SadPetronius "Habe, haberis"
  • Anonimo scrive:
    attenzione!!!
    forse il problema sta "a monte": in politica è sempre più facile partire con pregiudizi prima che con analisi, "pro" o "contro" prima di sapere e valutare bene, e c'è questo rischio anche per Punto Informatico.....che sia stato "pregiudicalmente troppo pro"?
    • Anonimo scrive:
      Re: attenzione!!!
      - Scritto da: Paolo B.
      forse il problema sta "a monte": in politica
      è sempre più facile partire con pregiudizi
      prima che con analisi, "pro" o "contro"
      prima di sapere e valutare bene, e c'è
      questo rischio anche per Punto
      Informatico.....
      che sia stato "pregiudicalmente troppo pro"?UH ma quante pippe. Qui stiamo aspettando risultati, DA MESI, e per ora si sono sentite solo le campane del silenzio. Che manco battono a morto.
  • Anonimo scrive:
    Forse è ancora presto per giudicare.
    Sono certo che entro pochi mesi faranno cose positive per Internet.Penso sia presto per giudicare, pensiamo a cosa hanno fatto i primi 4 mesi altri governi nelle passate legislature. Da quello che ricordo non mi pare ci siano stati cambiamenti radicali. Un governo che non incentiva Internet va contro se stesso.uno che vota per meriti e non per appartenenza politica
    • Anonimo scrive:
      Re: Forse è ancora presto per giudicare.
      - Scritto da: uno che vota per meriti
      Non ho detto di aver votato a questo
      governo, ma nemmeno posso dire al governo
      precedente di aver fatto bene (almeno per
      quando riguarda internet)
      Quantomeno ha il pregio di non aver detto bugie!Cmq. io voto per chi ha meno demeriti....
    • Anonimo scrive:
      Re: Forse è ancora presto per giudicare.
      Presto???? Ma che dici? Gazzparri è la persona giusta che ci doveva pensare al problema! Anzi l'aveva promesso! ca***! Forse è un pò lento il modem che usa.......po'eerriinoooo!!!!!!LADRI!!!!LURIDI!!!!! Hanno solo pensato a loro stessi con le leggi che hanno approvato!E pensi che sia troppo presto x giudicare???? Ah già!....ne vedremo ancora delle belle!
    • Anonimo scrive:
      Re: OK, io sono anche anche d'accordo
      Ancora non hai capito che il governo è impegnato a legittimare i ladri,i falsi in bilancio,le rogatorie,e depenalizare gli industriali che non vogliono pagare le tasse in Italia e i soldi portati via nei paradisi fiscali! e noi po'eri lavoratori paghiamo tutto sai!pensaci al meno 1 volta
  • Anonimo scrive:
    GRAZIE TANTE GAZZPARRI!
    Tante promesse......di incentivi alla flat rate ....tanto lui e compagnia bella, col falso in bilancio e le rogatorie sono già a posto....che paese dei balocchi! VERGOGNA!
    • Anonimo scrive:
      Re: GRAZIE TANTE GAZZPARRI!
      Bah... Ne ha dette tante da quand'e' ministro... Sarebbe anche ora che facesse qualcosa direi...
    • Anonimo scrive:
      Re: GRAZIE TANTE GAZZPARRI!
      Qui si vede quale fosse il loro programma dei cento giorni: garantirsi l'impunità prima possibile. Poi per lo sviluppo del paese tanto c'è tempo...- Scritto da: dreamweaver
      Tante promesse......di incentivi alla flat
      rate ....tanto lui e compagnia bella, col
      falso in bilancio e le rogatorie sono già a
      posto....che paese dei balocchi! VERGOGNA!
  • Anonimo scrive:
    Telecom
    Finche' faranno fare a Telecom quello che vuole non se ne esce.
    • Anonimo scrive:
      Re: Telecom
      Non la vedo bene, anche perche' ora in TI ce' un esecutivo molto vicino a questo governo. Invece per l'assenza delle 3 I sinceramente non sono stupito, visto lo "sboom" della NEW ECONMOY. Insomma oggi le attese sono molto minori e i mercati si sgonfiano, chi gli interessa ancora di NEW ECONOMY?
      • Anonimo scrive:
        Re: Telecom

        Non la vedo bene, anche perche' ora in TI
        ce' un esecutivo molto vicino a questo
        governo. Rieccoli. C'e' qualcosa che non va e la colpa e' sempre di Telecom vero? Anche quando sono i ministri che non fanno quello che devno fare?????Guardate che Telecom avra' pure tanti difetti ma e' quella che lavora meglio, che da garanzie.
        Invece per l'assenza delle 3 I sinceramente
        non sono stupito, visto lo "sboom" della NEW
        ECONMOY. Insomma oggi le attese sono molto
        minori e i mercati si sgonfiano, chi gli
        interessa ancora di NEW ECONOMY?Appunto: cazzo c'entra Telecom????????
        • Anonimo scrive:
          Re: Telecom
          Buongiorno! è ancora in linea il signor Tronchetti Provera?Potrebbe dire a qualcuno dei suoi se mi levano dalla bolletta i noleggi dei vostri telefoni che ho restituito e che continuate a farmi pagare su ogni bolletta?(visto che siete "gente seria che lavora bene")Figuriamoci come lavorate bene sulla rete se non riuscite a correggere una fatturina semplice semplice!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Telecom
            Probabilmente quelli che si occupano di reti non sono gli stessi che si occupano di contabilita', novello Einstein!Consiglio: (tentere di) usare il cervello fa sempre bene. Provaci anche tu.Ciao- Scritto da: Bravo
            Buongiorno! è ancora in linea il signor
            Tronchetti Provera?
            Potrebbe dire a qualcuno dei suoi se mi
            levano dalla bolletta i noleggi dei vostri
            telefoni che ho restituito e che continuate
            a farmi pagare su ogni bolletta?
            (visto che siete "gente seria che lavora
            bene")
            Figuriamoci come lavorate bene sulla rete se
            non riuscite a correggere una fatturina
            semplice semplice!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Telecom

          Guardate che Telecom avra' pure tanti
          difetti ma e' quella che lavora meglio, che
          da garanzie.Ahahhahahahahaaaaaaa! aaaaaaaaaaaaaaaaaaahahahhahahahhahahahha!!! hhahhahahaha haah hahahahahahhaahahhhaaaaaa!!!Basta ti prego non ce la faccio piu'!! Le garanzieeeeeeaaaaaaaaahahahahahhaha!! Si certo, che non ti funzioni niente!!!Bella li' SadPetronius
        • Anonimo scrive:
          Re: Telecom
          Signori, non prendiamoci per i fondelli!L'attuale situazione di stallo e di incertezzariguardo la diffusione di Internet, in Italia,deriva principalmente dalla politica di Telecom.Avendo la disponibilita' delle infrastrutture, di fatto una reale concorrenza non e' possibile,visto anche il letargo del garante preposto.Una qualsiasi ipotesi di accesso a internetindipendente dalla tariffa a tempo passa perle forche caudine di Telecom. L'attuale fallimento della flat deriva anche esoprattutto dal sabotaggio di questa societa'che continua ad essere controllata a livellopolitico. State tranquilli che anche questo governo non fara' nulla di sostanziale.La tentazione di condizionare un mercato cosi'importante sara' troppo forte comunque.E poi, scusate, se avessero voluto una *reale*concorrenza avrebbero scisso la parte servizi di fonia e dati da quella che gestisce l'infrastruttura (l'hardware, tanto per intendercied il cablaggio).Cio' sarebbe stato problematico, ne convengo, main caso contrario (come sta avvenendo ora) none' *possibile*alcuna concorrenza.Saluti
Chiudi i commenti