Olivetti, dipendenti preoccupati

In una lettera aperta al nuovo vertice Telecom sostengono la necessità di un rilancio
In una lettera aperta al nuovo vertice Telecom sostengono la necessità di un rilancio

FIOM CGIL, sindacato di categoria, ha confermato che una lettera aperta è stata inviata dai 214 dipendenti della Olivetti al nuovo vertice di Telecom Italia, una lettera con cui si chiedono certezze occupazionali e il rilancio delle attività dello storico brand italiano.

Secondo Federico Bellono di FIOM CGIL i dipendenti chiedono “un cambio al vertice di Olivetti” e “un rilancio produttivo dell’azienda”, inoltre si attendono “smentite” sulle “voci di un drastico ridimensionamento” e sui rumors di una “strategia che preveda una riduzione del personale”.

A suo dire la lettera è “quantomai opportuna in un momento in cui continua l’incertezza sul futuro della Olivetti”. “È ormai evidente – ha anche sottolineato – che prima della fine dell’anno non ci saranno novità”. “Speriamo che questo gesto – ha anche dichiarato Bellono – possa servire per rilanciare l’attenzione da parte delle istituzioni”.

La lettera è stata trasmessa anche agli enti locali e al Governo.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

19 12 2007
Link copiato negli appunti