OpenOffice 1.0 sbarca su MacOS X

Anche la versione Mac OS X della celebre suite per l'ufficio open source raggiunge la prima release matura e getta le fondamenta per future versioni in grado di sfruttare a fondo il motore grafico e l'interfaccia dell'OS di Apple
Anche la versione Mac OS X della celebre suite per l'ufficio open source raggiunge la prima release matura e getta le fondamenta per future versioni in grado di sfruttare a fondo il motore grafico e l'interfaccia dell'OS di Apple


Roma – Dopo quasi due anni di sviluppo, OpenOffice 1.0 per Mac OS X è divenuto una realtà. Questa nuova versione della famosa suite per l’ufficio open source, che si affianca a quelle già rilasciate lo scorso anno per Windows, Linux e Solaris, si basa sul codice della release 1.0.3 e supporta i font FreeType e l’antialising dei caratteri.

“Questa release è un grande successo per la collaborazione fra la comunità open source e aziende come Sun e Apple”, ha affermato Louis Suarez-Potts, community manager di OpenOffice.org.

Per girare su Mac OS X, l’attuale versione di OpenOffice necessita ancora dell’ambiente a finestre X11: a tal proposito gli utenti Mac possono decidere di utilizzare l’implementazione fornita da Apple , sfruttandone la migliore integrazione con il Dock e le altre funzionalità di Mac OS X, o installare il pacchetto XFree86 4.3 incluso nell’installazione di OpenOffice.

Il fatto che OpenOffice 1.0 per Mac OS X si appoggi quasi interamente sul motore grafico di X11 lo rende adatto a girare anche su Darwin, il kernel open source su cui poggia il sistema operativo di Apple, ma gli impedisce di sfruttare le peculiarità del motore grafico Quartz e l’interfaccia grafica di Aqua. Per questo motivo gli sviluppatori affermano che questa release di OpenOffice per Mac OS X è pensata non tanto per il normale utente, quanto per la comunità di sviluppatori di Darwin e per quegli utenti di Mac OS X che hanno già esperienza con i sistemi Unix e le interfacce basate su X11.

La versione 1.0 sarà la base di partenza per future release del software che, secondo quanto spiegato dal team di sviluppo, saranno in grado di supportare dapprima Quartz – affrancandosi così da X11- e, in seguito, anche Aqua: questo sarà il passo più difficile, descritto dagli sviluppatori come “non un semplice port, ma un adattamento e un’evoluzione”.

La prima release stabile di OpenOffice per Quartz è prevista per il terzo trimestre di quest’anno, mentre l’integrazione della suite con il look and feel di Acqua dovrebbe essere ultimato verso il secondo trimestre del 2004.

Sulla scia di questo progetto di porting lo scorso anno Sun e Apple stipularono un accordo per lo sviluppo congiunto di una versione di StarOffice per Mac OS X: dato che, come noto, StarOffice si basa sul codice sorgente di OpenOffice, le due aziende si sono di fatto impegnate a fornire il loro appoggio al progetto di porting open source.

OpenOffice 1.0 per Mac OS X può essere scaricato da qui insieme al programma Localizer per la localizzazione da inglese a italiano.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

26 06 2003
Link copiato negli appunti