OpenOffice 3.1 rinnova la sfida a MS Office

La celebre suite per l'ufficio open source arriva in una nuova versione che migliora molte funzionalità preesistenti e ne introduce di nuove, quali ad esempio il supporto all'antialiasing. Già disponibile in italiano

La comunità OpenOffice.org ha rilasciato la nuova versione 3.1 della propria suite per l’ufficio open source, un importante aggiornamento che porta con sé diverse migliorie e nuove funzionalità, buona parte delle quali suggerite dagli stessi utenti.

open office Il miglioramento senza dubbio più visibile è dato dal nuovo modulo per la visualizzazione degli elementi grafici sullo schermo, che ora supporta l’ antialiasing e consente di effettuare la sopralineatura del testo. L’antialiasing viene applicato ad ogni oggetto di tipo vettoriale, come grafici e diagrammi, e può contribuire a migliorare l’aspetto di documenti e presentazioni. Composto da circa mezzo milione di righe di codice, il modulo di rendering è stato completamente riscritto.

Tra le altre più importanti novità di OpenOffice 3.1 si citano l’implementazione di un sistema di file locking, che si aggiunge a quello del sistema operativo e che, in caso di documenti condivisi, impedisce ad un utente di cancellare accidentalmente le modifiche apportate da un altro utente; la possibilità, per due o più revisori, di strutturare le note al testo come una sorta di chat, e di cercare parole chiave all’interno di tali note; l’integrazione in Writer del correttore grammaticale (fornito come estensione); il supporto al syntax highlighting del codice SQL in Base; e l’introduzione in Calc della barra Zoom slider, che permette di controllare con accuratezza il livello di ingrandimento della pagina.

Tutte le principali novità del nuovo OpenOffice sono illustrate in questa pagina del sito inglese e in questa del Progetto Linguistico Italiano OOo ( PLIO ), che come noto cura la localizzazione italiana della suite.

Reso disponibile nell’ottobre dello scorso anno, OpenOffice 3.0 ha recentemente superato i 50 milioni di download: quasi 5 milioni sono stati collezionati dalla sola localizzazione italiana.

“OpenOffice.org 3.1 è un passo in avanti importante nell’evoluzione della suite, che ha raggiunto – con la versione 3.0 – un traguardo significativo sul mercato italiano, dove il numero mensile dei download ormai supera regolarmente quello delle vendite di nuovi PC”, ha commentato Italo Vignoli, presidente dell’Associazione PLIO. “Questo significa che OpenOffice.org viene utilizzato da un numero sempre maggiore di utenti, sia individuali sia all’interno delle aziende, perché risponde alle loro esigenze sia sotto il profilo delle funzionalità sia sotto quello della qualità e dell’affidabilità”.

OpenOffice 3.1 può essere scaricato gratuitamente da qui in lingua italiana per Windows, Mac OS X, Linux e Solaris. Tutte le altre localizzazioni sono disponibili qui .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • sasa scrive:
    i numeri uni!
    così oer fare una battuta...sasa
  • ufo1 scrive:
    Dvertente, Google
    Quando agli inizi si usava Google, i risultati della ricerca erano via via più appetitosi, tanto da preferirlo col tempo, fra i motori presenti nella rete. Oggi se non gli lo si addomestica inserendo -compro, -prezzo, -listino, -ebay, per fare esempi, i risultati utili solitamente s'incontrano dopo la quarta pagina. Idem dicasi per Google map che propone non tanto la via cercata di un paese se non tutti gli eventuali negozi che vendono qualcosa, affilliati a Google. Capisco che goggle vive specie di pubblicità, ma sta stancando. Divertente poi fare le stesse ricerche cambiando l'IP dei suoi servizi, o cambiando browser. Risultati che divergono."http://salsadibit.blogspot.com/2009/05/le-stranezze-di-google.html""http://salsadibit.blogspot.com/2009/04/google-e-se-non-funzionasse-piu.html"
    • Hert scrive:
      Re: Dvertente, Google
      dimentichi i falsi risultati dei siti di m...a che fanno a loro volta da ricerca (del cappero) con migliaia di pop-up, pubblicità aggressiva e capperi vari e che contegono migliaia di parole x sviare i motori di ricerca e poi dimentichi una i
    • algo scrive:
      Re: Dvertente, Google
      - Scritto da: ufo1
      Oggi se non gli lo si addomestica
      inserendo -compro, -prezzo, -listino, -ebay, per
      fare esempi, i risultati utili solitamente
      s'incontrano dopo la quarta pagina.Si come no.
    • mccd scrive:
      Re: Dvertente, Google
      i negozi che ti propone sulle mappe sono solo quelli che i proprietari hanno registrato. Vai a leggerti quacosa su Google Local Business Center. (La registrazione è gratuita).
      • ufo1 scrive:
        Re: Dvertente, Google
        Il fatto che siano registrati, non cambia una cippa dal fatto che se fai una ricerca per un percorso, prima di bloccare da dove verso dove, devi sudare scansandoli.Rimane quanto ho detto: Cerco una cosa, mi viene proposta un'altraAh, ma adesso che sappiamo che è regolarmente registrata cambia tutto..- Scritto da: mccd
        i negozi che ti propone sulle mappe sono solo
        quelli che i proprietari hanno registrato. Vai a
        leggerti quacosa su Google Local Business Center.
        (La registrazione è
        gratuita).
  • Pol scrive:
    The number one.
    Google, impossibile vivere senza!Da quando ho iniziato ad usarlo è diventato indispensabile!E come per i milioni di utenti che lo usano ogni giorno, non posso farne a meno! Credo che difficilmente, almeno per ora, potrà avere rivali degni di nota.
Chiudi i commenti