Oracle, Java EE verrà ceduto a una fondazione Open Source?

L'eventualità, introdotta da Oracle sul proprio blog, sarà discussa nelle prossime settimane assieme alla Java EE Community
L'eventualità, introdotta da Oracle sul proprio blog, sarà discussa nelle prossime settimane assieme alla Java EE Community

Con un recente articolo sul proprio blog , firmato dal Java Evangelist David Delabassee, Oracle annuncia la possibilità di cedere Java Enterprise Edition ad una fondazione open source .

Le motivazioni legate ad una decisione di questo tipo sono diverse: da parte di Oracle vi è la necessità di lasciare un prodotto ormai longevo e lontano dagli imperativi strategici dell’azienda, sempre più legati a servizi e soluzioni in ambito cloud; dall’altro, Java EE gode tuttora di una notevole diffusione , per cui una sua cessione ad una organizzazione non profit porterebbe benefici all’intera comunità di sviluppatori.

Diversi tweet, tra cui quello di Red Hat – che ha replicato con un articolo – hanno reagito in maniera entusiasta alla comunicazione.

Java EE viene già prodotto in collaborazione con una comunità open source di sviluppatori, la Java EE Community; la cessione ad una fondazione, secondo Delabassee, porterebbe ad un licensing più flessibile e ad un migliore uso dei processi agile .

Inoltre, Oracle promette di mantenere gli accordi già presi con clienti, sviluppatori e business partner, di supportare le implementazioni correnti e future della specifica, e di partecipare agli sviluppi futuri di Java EE.

La proposta sarà discussa insieme alla community ; in ogni modo, un’eventuale decisione sarà intrapresa solo in seguito al rilascio di Java EE 8, che si trova ormai nella sua fase finale : le specifiche sono quasi complete e l’implementazione di riferimento sarà rilasciata entro questa estate.

Elia Tufarolo

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

23 08 2017
Link copiato negli appunti