Oracle si mangia Virtual Iron

Il gigante dei database sta per acquisire la società specializzata nei software di virtualizzazione di classe enterprise. L'obiettivo è migliorare la piattaforma Oracle VM

Roma – Dopo Sun, “assopigliatutto” Oracle ha annunciato una nuova acquisizione tesa a rafforzare la propria piattaforma middleware, e in particolare i propri tool di virtualizzazione. Il nuovo acquisto è Virtual Iron , una società americana specializzata nell’implementazione di infrastrutture di virtualizzazione di classe enterprise.

Grazie a questa acquisizione, che si dovrebbe concludere entro l’estate, Oracle afferma di poter colmare alcune delle più importanti lacune che oggi affliggono la sua piattaforma di virtualizzazione, soprattutto per quel che riguarda gli strumenti di gestione.

“L’unione della tecnologia di Virtual Iron con un server di virtualizzazione scalabile, ad alte prestazioni e ad alta disponibilità come Oracle VM ci permetterà di fornire una gestione delle risorse ancor più completa e dinamica attraverso il nostro intero stack software” ha affermato Oracle in questo comunicato . “Di conseguenza, i nostri clienti avranno un maggior controllo sul loro software aziendale e saranno in grado di sfruttarne più a fondo le capacità, inoltre potranno configurare i server virtuali in modo più semplice”.

Il gigante di Redwood Shores afferma che la propria piattaforma Oracle VM e quella di Virtual Iron sono complementari: entrambe poggiano infatti su Linux e l’hypervisor open source Xen. Tale caratteristica semplificherà enormemente la fusione dei due software, e consentirà ad Oracle di aggiornare la propria soluzione software in tempi piuttosto brevi.

Oltre ai tool di management, ciò che probabilmente fa più gola ad Oracle del software di Virtual Iron sono le funzionalità di risparmio energetico e le interfacce di programmazione.

Ma ciò che Oracle erediterà da Virtual Iron non solo soltanto prodotti e tecnologie, ma anche clienti del calibro di U.S. Air Force, Toyota, Hitachi, NetApp e NTT Group.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Fustigatore dei bigotti scrive:
    Presto, mandate cavoli e cicogne!!!
    Senza di essi gli Americani rischiano l'estinzione!!! :| :p :D
  • Undertaker scrive:
    Diritti dei minori
    Non si capisce anche perché censurare quello che un minore vede e trattarlo come un piccolo carcerato, che non puó scegliere quello che puó vedere o non vedere significhi "tutelarlo". Se un bambino arriva ad una pagina web XXXXX é libero di vederla o non vederla. Se decide di vederla é un suo diritto farlo e non capisco perché qualcuno, togliendogli questo diritto pretenda di "tutelarlo".Da bambino la XXXXXgrafia non mi schifava affatto, anzi..
  • Undertaker scrive:
    messaggio cancellato
    Ho postato un messaggio qui, poco dopo mezzanotte, ed é stato cancellato.Potete spiegare perché ?
    • Mr.God scrive:
      Re: messaggio cancellato
      - Scritto da: Undertaker
      Ho postato un messaggio qui, poco dopo
      mezzanotte, ed é stato
      cancellato.
      Potete spiegare perché ?Perché sei in un sito di teste di XXXXX.
  • get the facts scrive:
    ma tanto non funzionano
    avro messo 10 annunci come massaggiatore per donne ma non mi hanno mmi hanno mai risposto..
    • Pippo Lacoca scrive:
      Re: ma tanto non funzionano
      Dovevi mettere "uomo ben dotato cerca XXXXXX da sfondare", a che serve nascondersi dietro la XXXXXXX del massaggio?
  • Undertaker scrive:
    Craigslist trasferisciti in Russia
    La proibizionista america comincia a stare stretta anche a loro.Ma se il primo amendamento tutela la libertá di stampa perché devono impazzire per rispettare i capricci di ogni politicante bacchettone ?E perché tutta questa isteria per tutelare i famosi minori?Bambini e minorenni sono una minoranza, e non si capisce perché il mondo intero, in ogni cosa che fa debba essere ostaggio di questa minoranza.Non si capisce anche perché censurare quello che un minore vede e trattarlo come un piccolo carcerato, che non puó scegliere quello che puó vedere o non vedere significhi "tutelarlo". Se un bambino arriva ad una pagina web XXXXX é libero di vederla o non vederla. Se decide di vederla é un suo diritto farlo e non capisco perché qualcuno, togliendogli questo diritto pretenda di "tutelarlo".Da bambino mi piaceva vedere fumetti XXXXX e mi tirava anche, alla faccia del senatore Blumenthal (un nome, un programma !)Ci sono innumerevoli siti web che mostrano scene di sesso esplicito senza controllare un bel niente, per esempiowww.xnxx.com ne indicizza migliaia, quindi perché prendersela con craigslist ?Forse perché craigslist é un sito di cui si conoscono i titolari, con nomi e cognomi, molti siti XXXXX sono creati in maniera semianonima, quindi le "autoritá", come al solito, quando devono alzare un pó di polverone moralista se la prendono con chi possono, ad ulteriore dimostrazione di come queste "iniziative" siano solo pagliacciate senza senso.
    • tato lucio scrive:
      Re: Craigslist trasferisciti in Russia
      quindi? cosa proponi?ignorare craiglist, non controllare niente, quel che viene viene? tanto c'e' la liberta' di stampa.Un conto e' un sito XXXXX dove male che vada ti vengono le occhiaie,un conto e' un annuncio su craiglist dove male che vada incontri un maniaco di persona.
Chiudi i commenti