P2P e pirateria, RIAA denunciata

Uno dei partner di Kazaa sostiene che i discografici giocano con le proprie tecnologie per scovare utenti che violano il copyright. Nel farlo, però, abusano di brevetti industriali. Offensiva legale


San Francisco (USA) – L’offensiva del P2P contro i discografici dopo l’assoluzione di Grokster e Morpheus acquista spessore: Altnet ha denunciato le major della RIAA per pirateria .

Altnet, il cuore adware del celeberrimo software di sharing Kazaa , sostiene che RIAA e i suoi amichetti che vanno a caccia di utenti che condividono musica via Internet violano i propri brevetti tecnologici , utilizzando abusivamente tecnologie che le appartengono.

Il riferimento diretto è agli agenti RIAA e a quelli delle società di rilevazione associate come Overpeer o MediaDefender che secondo Altnet si fanno pochi scrupoli di violare la legge pur di tentare di incastrare gli utenti P2P .

La chiave della denuncia di Altnet è un brevetto ottenuto nel 2003 che, a detta dell’azienda, le consente di rivendicare la tecnologia di individuazione su una rete peer-to-peer di un file attraverso il suo “hash” , sorta di codice univoco di identificazione che caratterizza i file per il loro contenuto.

“Abbiamo tentato ogni strada per lavorare con queste società e coloro che rappresentano – ha dichiarato uno dei boss di Altnet – per incoraggiare con pazienza e attenzione lo sviluppo del canale di distribuzione P2P. Non possiamo metterci da parte e consentire loro di distruggere le nostre opportunità di business violando sistematicamente i nostri diritti”.

Altnet su questo fronte è peraltro decisamente aggressiva e non da ora: ha già inviato diverse diffide a società del mondo peer-to-peer per l’uso non autorizzato, cioè privo di licenza, proprio delle tecnologie di ricerca via hash su cui ha il brevetto, una procedura del tutto comune in alcuni dei più diffusi programmi di sharing.

Secondo l’azienda sia Overpeer che Mediadefender, inondando la rete di file fasulli che rendono più complesse le ricerche o bloccando i tentativi di scaricamento dei file stessi si macchiano di utilizzo illecito delle tecnologie di Kazaa e di quelle Altnet.

Ciò che rende la posizione di Altnet più minacciosa è il fatto che alla RIAA da quasi un anno è stato notificato dall’azienda l’ottenimento del brevetto e la necessità di impedire l’uso non autorizzato di certe tecnologie. Una situazione alla quale RIAA fin qui non ha mai reagito.

Scontata in questa fase la reazione a caldo di Overpeer secondo cui nessun brevetto viene violato . “Respingiamo con forza queste pretese – hanno dichiarato gli uomini dell’azienda – e le riteniamo totalmente infondate e senza rilevanza”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: razzismo...
    - Scritto da: Terra2


    Per me possono stare A CASA LORO e
    farsi gli

    affari propri tranquillamente con le
    loro

    leggi del piffero che non me ne
    può

    fregare di meno se frustano i loro
    ladri,

    lapidano le loro donne o impiccano i
    loro

    assassini.

    Ottimo... puoi cominciare a fare la tua
    parte cercando di non appoggiare politici e
    governi che vanno a romperre le palle a casa
    loro... Più saranno felici nel loro
    paese meno avrai il "problema" di vederteli
    in casa tua.



    Però se vengono a casa mia si

    adeguano ed anche velocemente.

    Pienamente daccordo, è l'ospite che
    deve adattarsi non il contrario...
    Ma sarebbe anche meraviglioso se noi,
    rispettando la *nostra* costituzione
    (che concede la piena libertà di
    professare qualsiasi religione) non
    rompessimo le palle agli stranieri che
    vengono qui imponendo la nostra religione o
    come in francia, proibendo l'uso di un
    innocuo velo per coprire i capelli.il velo non serve a coprire i capelli, ma il volto.
  • Anonimo scrive:
    Re: razzismo...
    - Scritto da: Terra2


    Stiamo appoggiando la ricostruzione (non

    rompendo le palle) per te forse stavano

    meglio con Saddam vero?!

    Non siamo li ad appoggiare la ricostruzione.

    Siamo li a presidiare gli appalti per la
    ricostruzione a seguito di una "distruzione"
    inguistificata e basata su prove puramente
    inventate. Non ci sono FATTI che dimostrino
    il contrario, solo illazioni su quanto
    Saddam avrebbe potuto essere pericoloso.

    Poi, puoi credere a quello che vuoi...Gli appalti sarebbero comunque nostri visto che siamo noi a comprare a caro prezzo il loro petrolio.L'11 settembre non è stata un'illazione, in quella occasione si è capito che chiunque puo' essere pericoloso, basta che odi l'america . Se poi puo' anche costruirsi l'arma atomica allora non è nenche necessario che odi molto l'america, è sufficiente che la odi soltanto un po' perche' si possa paventare un'azione preventiva.
  • Anonimo scrive:
    Re: Presto porteranno qua tutto questo
  • paperinox scrive:
    Re: razzismo...
    - Scritto da: Terra2


    vero.... allora NON facciamo nemmeno

    assistenzialismo "peloso", come sempre,
    ma

    INSEGNAMOGLI a fare le cose.... non li

    renderemo schiavi della nostra
    carità.

    A volte sarebbe sufficiente non disintegrare
    quello che loro sanno già fare...



    devo essermi perso qualcosa.... da
    quando li

    costringiamo a battezzarsi?? o forse
    abbiamo

    deciso di chiudere tutte le moschee??

    Non hai mai parlato con un leghista in vita
    tua vero? si,qualche volta, probabilmente con un leghista normale, comunque ci sono estremisti dovunque.e non mi risulta che ci siano state proposte di leggi in tal senso.... ma forse mi son perso qualcosa??




    come in francia, proibendo l'uso
    di un


    innocuo velo per coprire i capelli.



    non è un innocuo velo..... ma
    un'arma

    di distruzione di massa :)

    Beh... Forse la bandana di Berlusconi
    intrisa del suo sudore... :)azz... quella si che dovrebbe essere..... bandita!! :D
  • Anonimo scrive:
    Re: razzismo...

    La maggior parte degli islamici e pacifica,
    tollerante e non avrebbe la minima
    difficoltà ad integrarsi.in realtà nessuno ha un'esatta idea di quanti siano tolleranti e sopratutto di quanto sia questa tolleranza
    Li facciamo entrare?tenuti sotto stretto controllo
  • Anonimo scrive:
    Re: razzismo...

    Purtroppo, a casa loro, possono farsi le
    leggi che vogliono.questo è assolutamente opinabile, infatti pratichiamo embarghi e prendiamo atteggiamenti censori verso tutti quei paesi che non sono in grado di garantire i più fondamentali diritti umani
    Sta a noi dimostrare il nostro grado di
    civiltà, mostrando loro che è
    possibile far convivere più religioni
    e culture insieme concedendo loro la
    possibilità di esprimere i loro
    costumi nel nostro paese senza restrizioni,
    ma solo quando loro si dimostrino capaci di
    poterli esercitare senza interferire con le
    nostre usanze e le nostre leggi.invece quello che sta accadendo è che in barba alle nostre leggi stanno portando costumi che mai avremmo voluto vedere
    Hai detto bene... quando sei chiuso
    mentalmente verso il prossimo sei un
    "troglodita" ed i francesi, con la loro
    legge che proibisce il velo nelle scuole si
    sono avvicinati un pelino a questa
    definizione, quando per anni avevano detto
    (a chiacchiere) di volersene allontanare.
    non so se *Liberté - Egalité -
    Fraternité* ti suggeriscano
    qualcosa...ringrazia anche e sopratutto i Francesi se oggi il nostro stato è fondato sul laicismo, il punto è che in Francia il fenomeno immigrati e radicalizzazione di una parte di essi è molto più diffuso che da noi e stanno cercando in qualche modo di barcamenarsi pure lorodi ricette tout-court non ve ne sono, tranne che nei salotti dei blateratori populisti ed ipergarantisti ovviamente
  • Anonimo scrive:
    Re: razzismo...

    A volte sarebbe sufficiente non disintegrare
    quello che loro sanno già fare...certo cose come murare vive le figlie, affogarle, tagliare gole, stuprare minorenni, lapidare adulteri, carcerare omosessuali ecc. ecc.
  • Anonimo scrive:
    Re: razzismo...

    Per ragioni dovute alla solo cultura ed
    educazione, per molte donne islamiche,
    nascondere i capelli corrisponde a
    nascondere una parte di cui hanno un estremo
    pudore.un paio di ciuffoli si tratta di un deliberato soppruso perpretato ai danni delle donne da un'organizzazione della società che considera meritevoli di diritti solo gli uomini
    In pratica, sarebbe come obbligare una
    ragazza italiana ad andare a scuola con le
    tette di fuori.una ragazza italiana ha libertà di scelta, una musulmana praticamente mai (pena botte, umiliazioni e isolamento da parte della sua comunità, nel migliore dei casi, in alcuni civilissimi paesi taglio della gola con battimani della folla)
    Vietare l'uso del velo in pubblico, per
    molte ragazze islamiche corrisponde ad un
    *atto di violenza* a cui molte dovranno
    adeguarsi, loro malgrado, per continuare a
    frquentare le scuole francesi.che vile ipocrisia... l'unico atto di violenza è quello che si consuma se provano a scegliere di non portarlo
    Questa è *mancanza di
    sensibilità* e di *civiltà*
    nei confronti di molti stranieri che sono
    entrati in francia, si sono adattati alle
    leggi francesi senza causare problemi di
    alcun genere.nella nostra società mettiamo la libertà come primo valore, quando saremo stati in grado di farla capire a queste comunità (garantendo libertà di scelta alle donne senza che abbiano ripercussioni), allora potremo pensare alla "sensibilità" ma credo che al quel punto non ce ne sarebbe neppure più bisogno
    La costituzione francese permette a chiunque
    di professare qualsiasi religione
    purchè nel suo esercizio non venga
    arrecato alcun genere di fastidio al
    prossimo... ma se cominciamo ad infastidirci
    per un pezzo di stoffa in testa, allora
    scateneremo querre quando pretenderanno di
    costruire mochee sul suolo europeo.cosa che accade regolarmente quando cerchiamo di costrutire chiese da loro, o di portare simboli di altre religioni da loro
    Stando alla legge italiana, il crocifisso
    andrebbe rimosso.Stando alla legge Italiana la poligamia ed il concubinaggio sono vietate, peccato che stia diventanto pratica diffusa
  • shevathas scrive:
    Re: razzismo...

    Quella delle piscine mi è nuova, ma
    poligamia, percosse ed altro, quanto
    praticate su suolo italiano andrebbero
    perseguite. Ma in parlamento, la proposta di
    applicare una legge simile a quella francese
    per vietare il velo a scuola c'è
    stata... non mi sembra che un fazzoletto in
    testa contrasti con l'ordinamento giuridico
    italiano (o francese).
    Mia mamma lo mette quando tira vento... non
    è un bello spettacolo ma neppure un
    atto criminale :)la storia delle piscine riguardava un fatto di cronaca avvenuto a bolzano, due mamme si erano tuffate vestite, e per questo sono state richiamate dal bagnino.Per risolvere il problema dei tuffi vestiti un imam aveva proposto di costruire piscine per uomini e per donne.Riguardo al velo il problema non è o meno l'indossare una bandana o un velo o una muta da palombaro.per i francesi sono da evitare le ostentazioni di simboli religiosi in classe.per me ognuno deve essere libero/a di vestirsi come gli pare fatte salve le esigenze di pubblica sicurezza (non puoi essere mascherato e/o irriconoscibile salvo giustificato motivo) e della decenza.Rimane il problema che spesso il velo non è una libera scelta ma un'imposizione della famiglia o del gruppo nei confronti della ragazza, inoltre è diventato un segno di distinzione e di (auto)segregazione.
    Adel Smith, e chiunque dica che una
    istituzione laica (come la scuola) non
    dovrebbero esporre simboli religiosi,
    secondo la legislazione italiana, hanno
    ragione. E la cosa è stata confermata
    da giudici Italiani con buona pace dei
    cattolici al governo.
    C'è modo e modo di dirlo, una cosa è dire che il crocefisso va tolto perchè la scuola pubblica deve essere laica e aconfessionale, cosa che mi trova pienamente d'accordo, ma un'altra cosa è dire che il "cadaverino appeso ai due legnetti traumatizza i bambini" e cercare la provocazione a tutti i costi.

    di strada con una fatwa come quella di

    Salman Rushdie (anche lui mussulmano) ?

    Quello che ha scagliato la fatwa a Rushide[cut]
    Gli USA però non l'hanno mai
    combattuto direttamente... hanno finanziato
    Saddam per farlo.... bell'affare!non potevano fare altrimenti, gli bruciava ancora il vietnam, secondariamente durante la guerra fredda le sue superpotenze giocavano molto sporco anche per evitare lo scontro in campo aperto, sapendo che c'era il rischio di dover usare il nucleare.
  • Anonimo scrive:
    Re: noi invece costantino

    Ma chi te ha detto, ma ddo vivi? hai appena
    finito de leggere Salgari?Leggi un paio di libri autobiografici di chi è riuscita a scappare, oppure semplicemente la cronaca o se vuoi prova ad essere una donna e ad avere in qualche modo a che fare con qualche saudita.prova, prova, poi vieni pure qui a fare il grandone dicendo se abbiamo appena finito di leggere Salgari...
  • Terra2 scrive:
    Re: razzismo...

    Peccato che in Francia se tu trasgredisci a
    questa norma, al massimo paghi una multa....
    mentre in quel paese di troglotiti ti
    possono sbattere in galera o aggredirti solo
    se fai una fotografiaPurtroppo, a casa loro, possono farsi le leggi che vogliono.Sta a noi dimostrare il nostro grado di civiltà, mostrando loro che è possibile far convivere più religioni e culture insieme concedendo loro la possibilità di esprimere i loro costumi nel nostro paese senza restrizioni, ma solo quando loro si dimostrino capaci di poterli esercitare senza interferire con le nostre usanze e le nostre leggi.Hai detto bene... quando sei chiuso mentalmente verso il prossimo sei un "troglodita" ed i francesi, con la loro legge che proibisce il velo nelle scuole si sono avvicinati un pelino a questa definizione, quando per anni avevano detto (a chiacchiere) di volersene allontanare. non so se *Liberté - Egalité - Fraternité* ti suggeriscano qualcosa...
  • Terra2 scrive:
    Re: razzismo...

    dice anche
    (art 7)
    Le confessioni religiose diverse dalla
    cattolica hanno diritto di organizzarsi
    secondo i propri statuti, in quanto non
    contrastino con l'ordinamento giuridico
    italiano .Immagino che l'articolo della costituzione francese sia sostanzialmente simile...
    e inoltre:
    Tutti i cittadini hanno pari
    dignità sociale e sono eguali davanti
    alla legge, senza distinzione di sesso, di
    razza, di lingua, di religione, di opinioni
    politiche, di condizioni personali e
    sociali.

    non so la questione di fare piscine
    separate, poter dare impunemente mazzate
    alla moglie o la poligamia siano in accordo
    con quanto sopra.Quella delle piscine mi è nuova, ma poligamia, percosse ed altro, quanto praticate su suolo italiano andrebbero perseguite. Ma in parlamento, la proposta di applicare una legge simile a quella francese per vietare il velo a scuola c'è stata... non mi sembra che un fazzoletto in testa contrasti con l'ordinamento giuridico italiano (o francese).Mia mamma lo mette quando tira vento... non è un bello spettacolo ma neppure un atto criminale :-)
    Nessuno vuole imporre nulla a chichessia,
    della nostra religione possono sbattersene
    quanto e come vogliono, un certo adel smith
    ha potuto esprimere le sue opinioni sul crocefisso.Adel Smith, e chiunque dica che una istituzione laica (come la scuola) non dovrebbero esporre simboli religiosi, secondo la legislazione italiana, hanno ragione. E la cosa è stata confermata da giudici Italiani con buona pace dei cattolici al governo.
    Si certo è stato malmenato da qualche
    baldo giovane che non sopportava che potesse
    esistere uno più IDIOTA di lui e
    quindi è intervenuto a vendicare il
    torto subito, ma vuoi mettere una rissuncola
    di strada con una fatwa come quella di
    Salman Rushdie (anche lui mussulmano) ?Quello che ha scagliato la fatwa a Rushide è stato anche quello che, ribaltando il significato da "suicida" in "martire", ha inventato da un giorno all'altro i "kamikaze islamici"... in barba alle leggi del corano. Ed insieme ad Hitler e Stalin, è universalmente riconosciuto come uno delle piu grandi teste di ca%%o mai ospitate da questo pianeta.Gli USA però non l'hanno mai combattuto direttamente... hanno finanziato Saddam per farlo.... bell'affare!
  • Terra2 scrive:
    Re: razzismo...

    vero.... allora NON facciamo nemmeno
    assistenzialismo "peloso", come sempre, ma
    INSEGNAMOGLI a fare le cose.... non li
    renderemo schiavi della nostra carità.A volte sarebbe sufficiente non disintegrare quello che loro sanno già fare...
    devo essermi perso qualcosa.... da quando li
    costringiamo a battezzarsi?? o forse abbiamo
    deciso di chiudere tutte le moschee??Non hai mai parlato con un leghista in vita tua vero?

    come in francia, proibendo l'uso di un

    innocuo velo per coprire i capelli.

    non è un innocuo velo..... ma un'arma
    di distruzione di massa :)Beh... Forse la bandana di Berlusconi intrisa del suo sudore... :-)
  • Terra2 scrive:
    Re: razzismo...

    Concordo con te su tutta la linea, meno che
    su quest'ultimo punto.
    Non sono cosi' sicuro che la legge sul velo
    sia ingiusta, perche' e' estesa a tutti i
    simboli religiosi.
    Io leggo in essa un messaggio del tipo "fate
    quello che volete a casa vostra, ma sappiate
    che lo stato e' laico e non tollera
    l'ostentazione della vostra diversita'
    all'interno dei luoghi che lo
    rappresentano".Per ragioni dovute alla solo cultura ed educazione, per molte donne islamiche, nascondere i capelli corrisponde a nascondere una parte di cui hanno un estremo pudore.In pratica, sarebbe come obbligare una ragazza italiana ad andare a scuola con le tette di fuori.Vietare l'uso del velo in pubblico, per molte ragazze islamiche corrisponde ad un *atto di violenza* a cui molte dovranno adeguarsi, loro malgrado, per continuare a frquentare le scuole francesi.Questa è *mancanza di sensibilità* e di *civiltà* nei confronti di molti stranieri che sono entrati in francia, si sono adattati alle leggi francesi senza causare problemi di alcun genere.La costituzione francese permette a chiunque di professare qualsiasi religione purchè nel suo esercizio non venga arrecato alcun genere di fastidio al prossimo... ma se cominciamo ad infastidirci per un pezzo di stoffa in testa, allora scateneremo querre quando pretenderanno di costruire mochee sul suolo europeo.
    In Italia non passerebbe mai prima di tutto
    non per i musulmani, ma per i cattolici ed
    il loro (sottolineo "loro", e non "nostro",
    perche' non mio, ad esempio) crocifisso , ma
    questo e' un altro capitolo.Stando alla legge italiana, il crocifisso andrebbe rimosso.
  • Terra2 scrive:
    Re: razzismo...

    Perchè crearsi altri problemi, basta
    non farli entrare. D'altronde che senso ha
    far entrare persone che non si vogliono
    integrare e cui non interessa nulla della
    tolleranza?La maggior parte degli islamici e pacifica, tollerante e non avrebbe la minima difficoltà ad integrarsi.Li facciamo entrare?
  • Terra2 scrive:
    Re: razzismo...

    Senza offesa ma è da mo che sono
    arrivati qui a dettare legge, da molto prima
    della guerra in Iraq,Gli islamici in italia, che io sappia, non hanno mai imposto un fico alla popolazione italiana.
    che per altro non ci
    sarebbe stata se un ricchissimo sceicco,
    invece che usare i suoi soldi per colpire le
    torri gemelle, li avesse usati per andare a
    donne di facili costumi o li avesse dedicati
    a rendere veramente più felice il suo
    popolo, magari dandogli qualcosa da
    mangiare.Saddam (appoggiando la minoranza sunnita) era il primo a tenere fuori dall'iraq i fondamentalisti islamici e sciiti.Se ricordi, Saddam fu messo a capo dell'IRAQ dalla CIA per apire una guerra contro l'IRAN (all'epoca comandato da Komeini e fondamentalisti) che è andata avanti per oltre 10 anni.Bin Laden è Egiziano i dirottatori erano egiziani ed Al Queida è finanziata da denaro egiziano. Gli USA non hanno torto un capello all'egitto!
  • Terra2 scrive:
    Re: razzismo...

    Stiamo appoggiando la ricostruzione (non
    rompendo le palle) per te forse stavano
    meglio con Saddam vero?!Non siamo li ad appoggiare la ricostruzione.Siamo li a presidiare gli appalti per la ricostruzione a seguito di una "distruzione" inguistificata e basata su prove puramente inventate. Non ci sono FATTI che dimostrino il contrario, solo illazioni su quanto Saddam avrebbe potuto essere pericoloso.Poi, puoi credere a quello che vuoi...
  • Scribblesboy scrive:
    Re: il culto delle immagini
    Già, capisco.Ma io comunque diffido e diffiderò sempre di un popolo che mette come prioritario il suo culto, rispetto alla vita.Meglio essere atei che vivere sottomessi
  • Scribblesboy scrive:
    Re: Interessante....
    Vedi, secondo me i media cercano di evitare notizie che possano creare sentimenti razzisti.... Mi spiego, loro cercano in tutti i modi di non suscitare l'odio occidentale verso i paesi mussulmaniCondannano i terroristi, ma non la religione che li spinge a fare questo.Io non ci credo che i leader religiosi condannino l'integralismo e il fondamentalismo... anzi, in realtà mi chiedo se esista un leader religioso....
  • Scribblesboy scrive:
    Re: Ipocrisia
    - Scritto da: 3p
    Certo che questi qui come ipocrisia riescono
    a battere anche i cattolici...
    Gran brutta cosa la religione: focolaio di
    estremismi pericolosi.La penso esattamente come te e la storia lo insegna.Il paese piu' civile, piu' moderno e piu' libero (con tutti i problemi che ne derivano, non sto dicendo che sia perfetto) è proprio quello che non ha mai avuto una religione di stato... l'USA appunto.Noi per nostra fortuna abbiamo avuto una religione che si è modernizzata, ma basta tornare indietro di un paio di secoli per vedere il nostro paese per certi aspetti simili a quei paesi Arabi "governati" dal fondamentalismo islamico.
  • Scribblesboy scrive:
    Re: razzismo...
    - Scritto da: Terra2
    Ma sarebbe anche meraviglioso se noi,
    rispettando la *nostra* costituzione
    (che concede la piena libertà di
    professare qualsiasi religione) non
    rompessimo le palle agli stranieri che
    vengono qui imponendo la nostra religione o
    come in francia, proibendo l'uso di un
    innocuo velo per coprire i capelli.Peccato che in Francia se tu trasgredisci a questa norma, al massimo paghi una multa.... mentre in quel paese di troglotiti ti possono sbattere in galera o aggredirti solo se fai una fotografia
  • Scribblesboy scrive:
    Re: la macchina fotografica si puo' usare??
    Che civiltà schifosa quella araba....Non andrò mai nei loro paesi dove ancora ci sono certe stupide leggi....Mi auguro per loro che non comincino ad arrogarsi diritti anche in Italia altrimenti poveri loro....Che se ne stiano al paese loro con le loro leggi medioevali
  • Tecnomaya scrive:
    Re: noi invece costantino
    - Scritto da: Anonimo

    E buttiamo gli scooter dagli spalti
    degli

    stadi, e magari sotto c'è il
    padre di

    famiglia cor pupo.

    certo! mi sembra proprio intelligente porre
    sullo stesso piano un gruppo circoscritto di
    esagitati che, bada bene, andando contro la
    legge fanno un atto stupido e criminoco, e
    popoli interi che assecondano tagliatori di
    gole che non tollerano che le donne possano
    avere diritti.Ma chi te ha detto, ma ddo vivi? hai appena finito de leggere Salgari?
  • Anonimo scrive:
    Re: razzismo...

    ghiup.
    Ma se uno per strada glielo strappa, anche
    la moglie viene gonfiata di botte o solo il
    Robin Hood della situazione?ma se possono lapidarle anche se vengono stuprate... vedi tu... e poi mi tocca anche sentire idiozie come "anche noi non siamo poi migliori"povera Italia
  • Anonimo scrive:
    Re: Aprirsi un po', no eh?
    nella tua ipocrisia ti sfugge un piccolo particolare: i numeri
  • livio82 scrive:
    Re: razzismo...
    Ma se il sottoscritto Robin Hood indossasse il burka chi vanno a pigliare?Che pozzo di sant'antonio che sono, ne esce sempre una nuova!
  • paperinox scrive:
    Re: Ipocrisia
    - Scritto da: livio82
    ghghg e portaci la meta' della gente che
    posta qui
    heeh
    io non vengo che ho gia' delle idee
    pepatine, non sia mai che dopo ne esca
    Radicale.


    ==================================
    Modificato dall'autore il 10/09/2004 12.21.34mio dio no, Anarchico semmai ma radicale......
  • Anonimo scrive:
    Re: razzismo...
    - Scritto da: livio82
    ghiup.
    Ma se uno per strada glielo strappa, anche
    la moglie viene gonfiata di botte o solo il
    Robin Hood della situazione?La moglie le piglia lo stesso ed il 'robin hood' della situazione se la deve vedere con il consiglio degli ulema...ed io preferirei vedermela con toto riina.
  • livio82 scrive:
    Re: Presto porteranno qua tutto questo
    Esempio della Francia...hmm non sarebbe male.C'e stato solo l'inghippo finale della destra e sinistra coalizzate, altrimenti ora ci sarebbe Jean-Marie Le Pen.Speriamo che l'Italia non fallisca laddove la Francia ha inciampato.
  • livio82 scrive:
    Re: Presto porteranno qua tutto questo
    mah...Vietare nella costituzione la rifondazione del PNF e tollerare senza minimi problemi FN e simili...Questa e' l'Italia.W L'ITALIAAAAAAAA((Un'ora segnata dal destino batte nel cielo della nostra patria. L'ora delle decisioni irrevocabili.))
  • livio82 scrive:
    Re: Ipocrisia
    ghghg e portaci la meta' della gente che posta qui heehio non vengo che ho gia' delle idee pepatine, non sia mai che dopo ne esca Radicale.==================================Modificato dall'autore il 10/09/2004 12.21.34
  • livio82 scrive:
    Re: Ipocrisia
    ghghg e portaci la meta' della gente che posta qui heehio non vengo che ho gia' delle idee pepatine, non sia mai che dopo ne esca Radicale.==================================Modificato dall'autore il 10/09/2004 12.21.24
  • livio82 scrive:
    Re: razzismo...
    ghiup.Ma se uno per strada glielo strappa, anche la moglie viene gonfiata di botte o solo il Robin Hood della situazione?
  • Anonimo scrive:
    Re: razzismo...
    Il problema sta proprio nella costituzione, van fatte leggi costituzionali che vadano a variare certi punti dettati da buonismo post-fascista.Speriamo che Il Silvio sia un buon erede del PNF.Livio
  • Anonimo scrive:
    Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi
    non meriti risposta, parolaio della domenica e mistificatore delle parole altrui
  • Anonimo scrive:
    Re: razzismo...
    - Scritto da: Anonimo


    Ottimo... puoi cominciare a fare la tua

    parte cercando di non appoggiare
    politici e

    governi che vanno a romperre le palle a
    casa

    loro... Più saranno felici nel
    loro

    paese meno avrai il "problema" di
    vederteli

    in casa tua.


    Senza offesa ma è da mo che sono
    arrivati qui a dettare legge, da molto prima
    della guerra in Iraq, che per altro non ci
    sarebbe stata se un ricchissimo sceicco,
    invece che usare i suoi soldi per colpire le
    torri gemelle, li avesse usati per andare a
    donne di facili costumi o li avesse dedicati
    a rendere veramente più felice il suo
    popolo, magari ------
    dandogli qualcosa da mangiare.
  • Anonimo scrive:
    Re: SEMPRE per nicola e altri filo musul
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo




    A parte che dovremmo finirla con il

    razzismo



    io non lo chiamo razzismo ma
    sopravvivenza



    Chiamalo come vuoi, fa schifo uguale.
    e perchè fa schifo uguale, metti caso che il mio vicino mussulmano ospita strani individui non dovrei chiamare la polizia, altrimenti mi chiamano razzista, probabilmente facendo il razzista ho salvato da una bella bomba il tuo fondoschiena pacifista.
    E poi per assecondare gli allarmismi si e'
    invaso l'Iraq, dove non si e' trovata una
    sola arma di distruzione di massa, tutte trasferite nei paesi vicini.
    ma in compenso si e' reso qual paese cio' che non
    era, una fucina di terroristi.dalla guerra del golfo l'iraq era una fucina di terroristi.
    Nel senso che ci sono molti piu' arabi?
    Tanto meglio, se il processo di integrazione
    in qualche modo riuscira', rappresenteranno
    un modello formidabile.hai ragione ricordo dopo l'11 settembre l'esplosione in una fabbrica chimica francese causata da uno dei tuoi arabi integrati.


    Inoltre il mulsumano e una bomba ad

    orologeria, come da cronaca recente,
    quando

    le cose gli vanno male invece di darsi

    all'alcol, si depila mette nella
    macchina

    una cofanata di butan gas e si fa
    esplodere

    davanti al comune.

    Si vabbe' e le donne di Cogne ammazzano
    tutte i loro bambini
    se una religione perversa gli impone di fare ciò allora puo darsi.
    A parte che, come si diceva in un altro
    post, l'Arabia Saudita e' il paese musulmano
    meno evoluto per quanto riguarda i diritti
    civili,ma sono tutti nelle stesse condizioni
    e' anche vero che nessun arabo in
    Italia mi ha fatto quello che tu dici
    (sgozzato, ecc.).
    In compenso di cattolici spaccamaroni ne ho
    incontrati, uh se ne ho incontrati.

    Bye
    Nicolacome tengo a precisare il cattolico ti ha spaccamarronato, ma non certo sgozzatoby
  • alexmario scrive:
    Re: Aprirsi un po', no eh?
    - Scritto da: Anonimo
    Tipo tagliare in massa le gole alle femmine
    senza velo o lasciarle morire per non
    toccarle.

    Esattamente come noi.Come se da noi non ci fossero uomini gelosi che crivellano di colpi le proprie ex compagne e nuovi compagni, o le accoltellano.Come se da noi non ci fossero vicini di casa che si sparano per uno "sgarro".Come se da noi non ci fossero mamme che uccidono i proprifigli.Come se da noi non ci fossero figli che uccidono i genitori.Come se da noi non si morisse ad una partita di calcio perché pestati a sangue.....Intendevi anche questo, vero? :)Non dico siano migliori, non lo siamo nemmeno noi, però.E quando gli giudichiamo, come in questo caso, dobbiamo sempre ricordarci che sono persone, esattamente come noi.Percui inclini anche alla violenza.
  • Anonimo scrive:
    Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi
    - Scritto da: AnonimoComplimenti bell'ammasso di nulla.
    il problema non è battersela ma
    è quella di rispettare la mia
    intelligenza evitando di stare a fare
    inutili giochetti di parole quando i
    concetti sono ben chiariQuale intelligenza? Quella tua e' completamente e continuamente intenta ad asserire cose che non ho mai detto e che non hanno mai fatto parte di questa conversazione. Pensi al mio posto e poi contesti quello che credi io abbia detto. Sei pazzo. Cose come:
    prima ancora di parlare di integrazione di
    questi signori ricordo infatti a te, ed a
    tutti quelli come te, che devono prima di
    tutto allinearsi su quelle che sono leggi
    già in vigorepresuppongono che io non mi voglia allineare alle leggi. Ma che ti sei fumato? Da dove ti verrebbe una simile idea? L'ho scritto? Citami.In un altro messaggio presupponi che io disprezzo la morale cristiana. Ma che ne sai? L'ho scritto? Citami. Parlare con te e' inutile, parli per te stesso, vaneggi idee tutte tue, sei livido di rabbia, sei incapace di distinguere il senso delle parole della lingua italiana come hai dimostrato. Io ho sempre e solo sostenuto che le minoranze vanno rispettate e che la maggioranza non fa sempre leggi giuste, benche' sia una maggioranza. Basta. Tanto assurdo?Non ho mai scritto, altrimenti citami - vuol dire CITAMI e controlla il dizionario per sapere cosa vuol dire, incolto - dove sostengo che dobbiamo fare leggi che augurano un'integrazione che accontenti tutti come nel paese dei balocchi.Il RISPETTO di tutti NON VUOL DIRE ACCONTENTARE tutti, e anche per le definizoni di questi due termini ti rimando al dizionario, visto che le confondi.Non ho mai detto nemmeno "si al velo, forza soto con l'infibulaizone per accontentare tutti". Altrimenti citami.E invece tu vaneggi, invocando come un censore del cazzo il rispetto delle leggi (infatti io no vero? Se e' cosi' citami), e di soffrire per mano di un barbaro, come se avessi scritto per tutti i messaggi "vengano a noi i figli dell'Islam".Queste cose invece sono tutte nella tua testa e se non e' cosi' citami chiaramente. Ma se non puoi farlo, e io so che non puoi farlo perche' non ho mai scritto cose del genere, i tuoi vaneggiamenti e atteggiamenti retorici del menga, del tipo "vi dico io come stanno le cose" fanno di te esattamente quello di cui tu accusi gli altri, un inutile parolario, un fustigatore di costumi.Con l'aggravante della disonesta' intellettuale di quei meschini che attribuiscono ad altri idee mai esposte.
  • shevathas scrive:
    Re: razzismo...

    Ottimo... puoi cominciare a fare la tua
    parte cercando di non appoggiare politici e
    governi che vanno a romperre le palle a casa
    loro... Più saranno felici nel loro
    paese meno avrai il "problema" di vederteli
    in casa tua.
    ok facciamo una manifestazione per il ritiro immediato e incondizionato delle forze d'occupazione italiane da:Egitto, Arabia, Sudan, Senegal, Marocco...
    Pienamente daccordo, è l'ospite che
    deve adattarsi non il contrario...
    Ma sarebbe anche meraviglioso se noi,
    rispettando la *nostra* costituzione
    (che concede la piena libertà di
    professare qualsiasi religione) non
    rompessimo le palle agli stranieri che
    vengono qui imponendo la nostra religione o
    come in francia, proibendo l'uso di un
    innocuo velo per coprire i capelli. la *nostra* costituzione
    (che concede la piena libertà di
    professare qualsiasi religione)dice anche(art 7)Le confessioni religiose diverse dalla cattolica hanno diritto di organizzarsi secondo i propri statuti, in quanto non contrastino con l'ordinamento giuridico italiano .e inoltre: Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. non so la questione di fare piscine separate, poter dare impunemente mazzate alla moglie o la poligamia siano in accordo con quanto sopra.Nessuno vuole imporre nulla a chichessia, della nostra religione possono sbattersene quanto e come vogliono, un certo adel smith ha potuto esprimere le sue opinioni sul crocefisso.Si certo è stato malmenato da qualche baldo giovane che non sopportava che potesse esistere uno più IDIOTA di lui e quindi è intervenuto a vendicare il torto subito, ma vuoi mettere una rissuncola di strada con una fatwa come quella di Salman Rushdie (anche lui mussulmano) ?
  • paperinox scrive:
    Re: razzismo...
    - Scritto da: Terra2


    Per me possono stare A CASA LORO e
    farsi gli

    affari propri tranquillamente con le
    loro

    leggi del piffero che non me ne
    può

    fregare di meno se frustano i loro
    ladri,

    lapidano le loro donne o impiccano i
    loro

    assassini.

    Ottimo... puoi cominciare a fare la tua
    parte cercando di non appoggiare politici e
    governi che vanno a romperre le palle a casa
    loro... Più saranno felici nel loro
    paese meno avrai il "problema" di vederteli
    in casa tua.vero.... allora NON facciamo nemmeno assistenzialismo "peloso", come sempre, ma INSEGNAMOGLI a fare le cose.... non li renderemo schiavi della nostra carità.



    Però se vengono a casa mia si

    adeguano ed anche velocemente.

    Pienamente daccordo, è l'ospite che
    deve adattarsi non il contrario...
    Ma sarebbe anche meraviglioso se noi,
    rispettando la *nostra* costituzione
    (che concede la piena libertà di
    professare qualsiasi religione) non
    rompessimo le palle agli stranieri che
    vengono qui imponendo la nostra religionedevo essermi perso qualcosa.... da quando li costringiamo a battezzarsi?? o forse abbiamo deciso di chiudere tutte le moschee?? o
    come in francia, proibendo l'uso di un
    innocuo velo per coprire i capelli.non è un innocuo velo..... ma un'arma di distruzione di massa :)
  • paperinox scrive:
    Re: Ipocrisia
    - Scritto da: Anonimo




    Certo che questi qui come ipocrisia
    riescono

    a battere anche i cattolici...

    quelli non li batte nessuno


    Gran brutta cosa la religione: focolaio
    di

    estremismi pericolosi.

    la religione e' l'oppio dei popoli, mai
    proverbio fu piu' azzeccato, eppure l'oppio
    e' illegale e la religione no (almeno, non
    tutte e non dappertutto)
    e' discriminazione, ecco!hemmm.... non sarebbe un proverbio sai?è una frase di Marx....fa il bravo, torna in fumeria.......
  • Anonimo scrive:
    Re: per nicola e altri filo musulmani


    E poi per assecondare gli allarmismi si e'
    invaso l'Iraq, dove non si e' trovata una
    sola arma di distruzione di massa, ma in
    compenso si e' reso qual paese cio' che non
    era, una fucina di terroristi.
    Che strano, mi pare di ricordare che fosse un certo Saddam a promettere 20000$ di premio alle famiglie di quei delinquenti palestinesi che si facevano esplodere sugli autobus Israeliani... che fosse solo un caso di omonimia?
  • Anonimo scrive:
    quando parti??
    come da oggetto....
  • Anonimo scrive:
    Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi

    Il crocefisso nei luoghi pubblici dello
    stato, di tutti, e' un bel problema. Un
    simbolo, come tale carico di significati in
    questo caso cristiani, e' affisso nelle
    scuole di tutti, atei, cristiani, islamici,
    valdesi, mormoni.Il crocefisso è solo un simbolo e di problemi ne da ben pochi.I problemi reali sono da tutt'altra parte.
    Facciamo qualcosa in proposito visto che si
    puo'.Facciamo invece semplicemente rispettare quelle leggi che in un paese civilizzato come il nostro non ammettono la prevaricazione dei diritti fondamentali che questi signori invece tolgono completamente alla donne.
    Beh, allora non possiamo parlare di
    poligamia, di infibulazione, di lapidazione
    ecc.
    Insomma o sono parole e non possiamo o non
    lo sono e possiamo. Possiamo?non appena la smetti di giocare, stupidamente, con le parole possiamo parlare di quello che vuoi
    Sei ti contraddici, il maestro delle
    giravolte sei tu.continua pure a giocare con le parole, non fai null'altro che dimostrare la tua volontà nell'affrontare il problema: nulla.
    Sei tu che chiudi l'argomento. E te la batti.il problema non è battersela ma è quella di rispettare la mia intelligenza evitando di stare a fare inutili giochetti di parole quando i concetti sono ben chiarila tua affermazione iniziale di creare leggi neutre rispetto alle varie confessioni non è nient'altro che la solita trita e stratrita ultra-retorica di chi parla di integrazione e razzismo solo a livello teoricoqui il problema è ben altroprima ancora di parlare di integrazione di questi signori ricordo infatti a te, ed a tutti quelli come te, che devono prima di tutto allinearsi su quelle che sono leggi già in vigoreleggi che vengono ormai regolarmente infrante come quelle relative al concubinaggioora mi pare piuttosto chiaro che ad un musulmano andrebbe bene una legge che permette il consubunaggio mentre un cattolico non la accetterebbe maipeccato che prima di porsi domande sulla liceità del consubinaggio dovremmo semplicemente prendere atto del perché il nostro stato non lo ammettevogliamo dire che la poligamia è una pratica barbara che lede gravemente la dignità delle donne? vogliamo prendere in considerazione il fatto che tutte quelle donne che sono pro poligamia lo sono perché altrimenti sono bastonate sonore?vogliamo parlare del velo? vogliamo parlare del fatto che in Algeria hanno barbaramente tagliato gole per la storia del velo? vogliamo tenere conto della voce di povere donne che vogliono fortemente il velo perché fa parte di una tradizione oppure più realisticamente vogliamo capire che quelle stesse donne non hanno mai avuto diritti e libertà?vogliamo fare delle leggi neutre su che basi? sulle basi della teorie dei parolai da salotto che si augurano un'integrazione che accontenti tutti e che sia giusta con tutti quanti... certo... belle parole... ma sono solo parole perché non è possibilenon solo, non è neppure giusto! e mi auguro che nessuno stato civile si metta a fare leggi sul presupposto che le donne non devono avere dirittiintanto le leggi ci sono già, iniziamo *CON OGNI MEZZO* a farle rispettare applicando pene severissimepoi quando questa fantomatica minoranza di radicali prevaricatori di diritti fondamentali diventereanno finalmente parte dei moderati potremo pensare a regole di convivenzail vero problema, purtroppo, è che ci credo ben poco che si tratti di una minoranza... a parole, come al solito, sono sempre tutti bravi e moderati , poi nella realtà avere delle schiave su cui poter esercitare tutto il proprio meschino potere rimane una prospettiva troppo allettante per non usufruirnecon buona pace dei tolleranti parolai che dovrebbero provare almeno una volta nella loro miserrima e vuota vita a vedere la propria dignità schiacciata da uno di questi barbari (vale anche sul lavoro, senza entrare negli orrori delle mura domestiche)
  • rumenta scrive:
    Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: apo

    Io mi domando con che coraggio questa
    gente

    viene qua da noi, si butta in piscina

    vestita e si lamenta pure, viene qua e
    vuole

    togliere le croci che sono un nostro

    patrimonio culturale (e badate bene,
    sono si

    cattolico ma non praticante), ecc.

    Il crocifisso qualcosa di culturale?
    Vedremo, mio caro cattotalebano (è
    inutile che vi travestite da moderati,
    cattotalebani, vi riconosciamo comunque):
    è attesa per i prossimi mesi una
    sentenza della Corte Costituzionale
    sull'esposizione dei crocefissi nelle
    scuole. Quando il TAR del Veneto ha
    rimandato la questione alla CC i media non
    hanno detto nulla. Forse per i cattolici
    conta più l'opinione di un musulmano
    che quella di nove milioni di atei ed
    agnostici.francamente meglio i nostri talebani dei loro.... per lo meno, come in questo caso, ci puoi discutere senza rischiare la pelle......


    E poi da loro ti pigliano a calci e
    pugni se

    non segui le loro usanze?

    Pensa alla tua di religione, integralista,
    che ne avete a sufficienza. Per inculcarvi
    il concetto di tolleranza c'è voluta
    la Rivoluzione Francese, il Terrore e il
    massacro dei Vandeani. Te ne sei
    dimenticato?mmmmm..... forse ti è sfuggito che nel frattempo questa religione si è un tantinino evoluta??mentre quelli sono rimasti un pò al palo in fatto di evoluzione :D



    Io credo fortemente nella
    libertà, ed

    ognuno deve essere libero di fare
    ciò

    che preferisce, ma questa libertà

    termina nel momento in cui lede quella

    altrui. Bene, io non ho mai tiratu su

    panzanate del tipo vogliamo posti in cui

    andare in pantalocini corti nelle
    piramidi

    per noi che ci piacciono i pantaloncini

    corti o boiate simili. A casa loro
    decidano

    Però il vostro amico ayatollah
    Scalfaro è ancora famoso
    perchè anni fa ha preso a schiaffi
    una ragazza straniera perchè portava
    le maniche corte a p.za S. Pietro e qui a
    Genova quando era vescovo Siri le donne con
    i pantaloni non potevano entrare nella
    cattedrale. beh, e una chiesa è un luogo di culto, o forse hai dimenticato pure questo??sono stato nelle moschee, e francamente non mi sognerei mai di entrarci con le scarpe ai piedi, se non altro per rispetto ai fedeli.stai facendo due esempi un pò datati sai?sono cose che accadevano negli anni '50.... vediamo un pò.... 54 anni fa??e poi, francamente, da noi gli estremisti li conti sulle dita di una mano, da loro sulle dita della stessa mano ci conti i moderati ;)
    E ti ricordo che l'Italia è un paese
    laico, in cui la laicità è,
    secondo una sentenza della Corte
    Costituzionale, "Principio Supremo dello
    Stato". Quindi se per "casa tua" intendi un
    paese cattolico trasferisciti a Città
    del Vaticano o in Irlanda.certo, certo, peccato che ci siano più chiese che municipi :D
    Ah, le piramidi le puoi tranquillamente
    visitare in pantaloncini corti:
    contrariamente a quanto vi racconta il prete
    a messa in Egitto NON vige la Sharia.


    loro e se uno vuole andarci fa il
    piacere di

    adeguarsi alle loro abitudini. Se non
    gli

    sta bene, nessuno lo obbliga ad andarci.

    Vale la stessa cosa per i crocefissi nelle
    scuole pubbliche: se secondo i cattolici
    mandare i propri figli in un'aula senza
    quell'oggetto fa male alla loro salute (come
    sosteneva il sindaco di Ofena) mandateli
    nelle scuole cattoliche (A VOSTRE SPESE) o a
    zappare la terra.tu citi cosituzione e leggi dello stato solo quando ti fa comodo, mi pare....i cattolici sono una MAGGIORANZA, e in democrazia quella decide.fai costruire una scuola senza crocifissi (a tue spese) e mandaci i tuoi figli.... o a zappare, che COMUNQUE, caro il mio arrogante, è un mestiere onorevole quanto tutti gli altri.


    Bene, lo stesso deve valere da noi. Se
    viene

    quan in Italia e vuole andare in
    piscina fa

    il piacere di:

    1) lavarsi

    2) usare ciabatte pulite

    3) usare solo costume ed occhialini

    Non gli sta bene? Va a farsi il bagno a
    casa

    sua.

    Come sosteneva qualcuno voi vedete la
    pagliuzza nell'occhio del vostro fratello e
    non vedete la trave che è nel vostro.certo, certo.... ma quella pagliuzza è diventata così lunga che sta entrando pure nel mio..... e sì che c'è già la trave 8) -------------------------e a proposito di tolleranza (come già scrissi altrove).....una civiltà che impone alle donne di portare veli, di camminare tre passi dietro il marito e le tratta come serve (quando va bene);una civiltà che le lapida per adulterio anche quando vengono violentate (e tu sai come si lapida una persona, vero?);una civiltà che non garantisce la libertà di culto;una civiltà che adotta la pena di morte e ne fa pubblico spettacolo;una civiltà che per ammazzare una mucca la sgozza (veloce ed indolore vero?.... ah scusate, lo fanno per motivi religiosi, allora va tutto bene );ecc. ecc...è senz'altro BEN SUPERIORE alla nostra decadente civiltà occidentale.....
  • Anonimo scrive:
    Re: razzismo...
    - Scritto da: Anonimo

    Però se vengono a casa mia si

    adeguano ed anche velocemente.

    Perchè crearsi altri problemi, basta
    non farli entrare. D'altronde che senso ha
    far entrare persone che non si vogliono
    integrare e cui non interessa nulla della
    tolleranza?Guarda sono anche d' accordo con te, ma per dimostrare che sono loro che non si vogliono integrare li devi prima far entrare, poi loro non si adeguano e allora li rimandi indietro.
  • Anonimo scrive:
    Re: razzismo...

    Però se vengono a casa mia si
    adeguano ed anche velocemente.Perchè crearsi altri problemi, basta non farli entrare. D'altronde che senso ha far entrare persone che non si vogliono integrare e cui non interessa nulla della tolleranza?
  • Anonimo scrive:
    Re: il culto delle immagini
    - Scritto da: flavio05

    - Scritto da: Anonimo

    parole troppo difficili come iconoclasta



    ah, scusa, non volevo creare confusione;
    "iconoclastia" significa (tratto dal
    dizionario Garzanti):

    movimento religioso e politico-sociale sorto
    nell'impero bizantino durante il sec. VIII,
    che vietava il culto delle immagini e ne
    propugnava la distruzione.

    Flavio
    Ogni religione ha le sue fobie, per esempio la religione ortodossa proibiva e ancora oggi non ammette l'uso di strumenti musicali.....ecco così le bellissime corali russe o i concerti di campane.
  • Anonimo scrive:
    Re: razzismo...
    - Scritto da: Terra2
    Pienamente daccordo, è l'ospite che
    deve adattarsi non il contrario...
    Ma sarebbe anche meraviglioso se noi,
    rispettando la *nostra* costituzione
    (che concede la piena libertà di
    professare qualsiasi religione) non
    rompessimo le palle agli stranieri che
    vengono qui imponendo la nostra religione o
    come in francia, proibendo l'uso di un
    innocuo velo per coprire i capelli.Concordo con te su tutta la linea, meno che su quest'ultimo punto.Non sono cosi' sicuro che la legge sul velo sia ingiusta, perche' e' estesa a tutti i simboli religiosi.Io leggo in essa un messaggio del tipo "fate quello che volete a casa vostra, ma sappiate che lo stato e' laico e non tollera l'ostentazione della vostra diversita' all'interno dei luoghi che lo rappresentano".In Italia non passerebbe mai prima di tutto non per i musulmani, ma per i cattolici ed il loro (sottolineo "loro", e non "nostro", perche' non mio, ad esempio) crocifisso , ma questo e' un altro capitolo.Ciao,nicola
  • Anonimo scrive:
    Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi
  • havana9 scrive:
    Re: Sarò malato ma quasi li capisco...
    Ricordo che in Inghilterra (già 4 anni fa) c'erano dei pub "cellular free" dove è obbligatorio spegnere il telefonino. (Naturalmente sei libero di andare in un pub normale se vuoi usarlo per forza). Forse qualcuno ce l'ha davvero la cultura superiore...
  • Anonimo scrive:
    Re: Non a caso erano sauditi

    L'Arabia Saudita (ve lo dice uno che studia
    lingua e cultura araba da 5 anni e di queste
    cose un po' ne sa) e' in assoluto il paese
    piu' fondamentalista e piu' arretrato del
    mondo arabo.
    Invece che preoccuparci dei talebani o dei
    regimi iracheni, dovremmo iniziare a
    preoccuparci dei predicatori sauditi che
    vengono mandati in giro per il mondo nelle
    comunita' islamiche locali ad insegnare un
    corano wahabita "riveduto e corretto" da
    loro.Esatto. Finalmente scrive qualcuno informato. Mi fa piacere. Ciao.
  • Anonimo scrive:
    Re: Interessante....

    avvenuto nel 2000 in
    Cecenia a Grozny dove di bambini massacrati
    ne sono stati contati circa 40.000!!!40.000 bambini, come no? Cita le tue fonti per favore, oppure taci.
    • Anonimo scrive:
      Re: Interessante....
      - Scritto da: Anonimo

      avvenuto nel 2000 in

      Cecenia a Grozny dove di bambini
      massacrati

      ne sono stati contati circa 40.000!!!

      40.000 bambini, come no? Cita le tue fonti
      per favore, oppure taci.E naturalmente non dimenticare anche di fare l'elenco tutte le scuole cecene occupate premeditatamente dai soldati russi che si sono poi premurati di farcisi saltare in aria dentro...
    • mr_setter scrive:
      Re: Interessante....
      - Scritto da: Anonimo

      avvenuto nel 2000 in

      Cecenia a Grozny dove di bambini
      massacrati

      ne sono stati contati circa 40.000!!!

      40.000 bambini, come no? Cita le tue fonti
      per favore, oppure taci.sono partito da questa intervista riportata da Repubblica http://www.venetoradicale.it/cecenia/060904.htmpoi ho trovato questo http://www.indicius.it/cecenia/cecenia_vicolo_cieco.htmed infine questohttp://ceceniasos.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=39114e questo http://ceceniasos.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=75579Io le fonti - solo italiane e penso bastino - te le ho anche citate pero' il tono con cui me la hai chieste e l'arroganza con cui concludi la tua frase per favore risparmiali per cause migliori...... :o
  • Anonimo scrive:
    Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi

    Ti potrei dare la mia approvazione e al
    contempo avere una cattiva opinione e
    viceversa. Ma hai studiato l'italiano?
    Incomincia ora che putroppo mostri gravi
    lacune.Ogni tanto cadi nell'offesa..che brutto vizioSai non ho mai incontrato qualcuno che avesse una cattiva opinione di qualcun'altro ma lo approvasse...Approvare = riconoscere giusto, valido (lo trovi su qualsiasi dizionario)... quindi tu hai una cattiva opinione di me, cioè di quello che scrivo (perchè questo sai di me) però quello che scrivo lo ritieni giusto.....mah.... come vuoi

    Io almeno le premesse le ho fatte, tu
    invece

    solo tante chiacchiere.

    Qui solo queste ci sono, con la differenza
    che le mie hanno un senso le tue no.Che affermazione pesante! devo dire molto matura e meditata

    Cos'è? la coda di paglia? ti

    riconosci in uno dei QUATTRO esempi che
    ho

    fatto? non mi sembra di averti indicato.

    Ma, visto che me metti in antitesi alla tua
    proposta di uno governo di sola maggioranza
    queste soluzioni inaccettabili di governo
    quando io ho sempre e solo postulato la
    necessita' di tutelare tutte le minoranze,
    beh, mi sembra un modo vigliaccoNon mi piacciono quelli che dicono "voglio tanto questo" ma non hanno idea di come raggiungerlo, il prossimo propone qualcosa e l'unica risposta è "si ma io voglio questo".Se vuoi rispondere in merito proponi tu una soluzione che tuteli le minoranze ma non leda il sacrosanto diritto della maggioranza.

    " minoranza di saggi e intelligenti "?

    mah... è perchè mai una

    minoranza dovrebbe essere di "saggi e

    intelligenti"? perchè sono una

    minoranza?

    Si parlava di una cattiva legge per
    eccellenza come una condanna a morte per
    lapidazione per stupidi motivi. prodotto
    della tua formula di governo in cui tutto
    quello che decide la maggioranza e' giusto
    anche quando e' stupido e brutale quindi. Ne
    consegue che chi non fa parte di una simile
    maggioranza puo' ben dirsi piu' saggio.
    Ma manchi il punto. Sei ancora convinto che
    QUALUNQUE legge prodotta da una maggioranza
    sia GIUSTA?Sai cosa? tu fai ragionamenti partendo da postulati che non metti in discussione, non dai una validità di un qualche tipo a tali postulati, per te sono veri, punto.Riesci a capire che ciò che per te è vero per altri può essere una betemmia? e che vivono ugualemente?"Ne consegue che chi non fa parte di una simile maggioranza puo' ben dirsi piu' saggio" e in base a che ? alla morale cristiana che disprezzi tanto? in base a quello che ti hanno insegnato i genitori? sei tu che ragioni per dogmi.Io un fondamento lo do almeno, per me se lo decide la maggioranza va bene, non dico che è giusto moralmente o che lo condivido.Condivido il metodo, secondo me è il sistema più equo possibile.

    Ognuno ha lo spazio in relazione al
    peso che

    ha all'interno della comunità,
    senza

    favoritismi per minoranze di "saggi ed

    intelligenti" o "stupidi ed ignoranti"
    che

    siano.

    Se il peso è pressochè
    zero lo

    spazio sarà pressochè zero

    Per cui i bambini che hanno ben poco peso,
    avranno anche ben poco spazio. Molto molto
    molto democratico.Poi ti offendi se dico che fai esempi stupidi...vabbè, diciamo provocazioni.Fammi capire, tu faresti fare le leggi anche ai bambini?Oppure... secondo te il popolo non è in grado di capire che i bambini vanno tutelati e protetti perchè sono il suo futuro? mah...qui, come si dice, l'hai fatta fuori dal vaso...
    • Anonimo scrive:
      Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi
      - Scritto da: Anonimo
      Ogni tanto cadi nell'offesa..che brutto vizio
      Sai non ho mai incontrato qualcuno che
      avesse una cattiva opinione di qualcun'altro
      ma lo approvasse...Evidentemente devi fare piu' esperienze.Io ad esempio ho avuto spesso una cattiva opinione del mio sindaco ma ho approvato le sue scelte.
      Approvare = riconoscere giusto, valido (lo
      trovi su qualsiasi dizionario)...Appunto, come dici tu stesso, approvare non vuol dire avere una buona opinione. Prima di giocare con le parole, studiale, non e' mia un offesa dirtelo!De deduco che sto parlano con una persa davvero incolta.Questa e' un offesa.Capito la differenza?
  • Anonimo scrive:
    Re: razzismo...
    Cazzate.
  • Anonimo scrive:
    Re: per nicola e altri filo musulmani
    A proposito, come gia' ebbi a dire, non sono filoislamico, sono ateo.E le religioni tutte mi stanno parecchio sulle palle, figurarci se mi piacerebbe vivere in uno stato islamico.
  • Anonimo scrive:
    Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi
  • Anonimo scrive:
    Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi
    - Scritto da: Anonimo


    ah beh certo modifichiamo quelle 4
    cosette


    collaterali che non servono a
    nulla...



    Cominciamo da quello che possiamo fare.

    certo, tutto pu di non affrontare il problemaIl crocefisso nei luoghi pubblici dello stato, di tutti, e' un bel problema. Un simbolo, come tale carico di significati in questo caso cristiani, e' affisso nelle scuole di tutti, atei, cristiani, islamici, valdesi, mormoni.Facciamo qualcosa in proposito visto che si puo'.


    poi però vogliamo iniziare a


    discutere di poligamia, di
    infibulazione, di


    lapidazione ecc.?



    Ma i miei principi non erano solo
    parole?

    lo sono, e lo sono sempre più mi
    pare...Beh, allora non possiamo parlare di poligamia, di infibulazione, di lapidazione ecc.Insomma o sono parole e non possiamo o non lo sono e possiamo. Possiamo?

    Allora possiamo davvero provare a
    legiferare

    in maniera egualitaria per tutti?
    Quando ti

    fa comodo...

    bravo, bravo, comincia a rigirare le parole
    che vedrai dove finiamoSei ti contraddici, il maestro delle giravolte sei tu.
    TU hai asserito che dovremmo tendere a
    produrre leggi neutre rispetto alle
    confessioni

    IO ho asserito che sono solo parole (o
    sporche menzogne se credi) perché
    è evidentemente impossibile farlo

    TU hai iniziato proponendo di attuare delle
    misere stupidate che non cambiano di una
    virgola il problemaLa discussione e' cominciata da questo argomento.
    IO ti ho chiesto di dimostrare che è
    possibile fare leggi neutre proponendoti un
    paio di questioncine da nulla che vorrei
    proprio vedere come fai a risolvere in
    maniera neutra

    TU pur di non rispondere cerchi di girare la
    frittataTi ho sempre risposto.
    IO passo e chiudoSei tu che chiudi l'argomento. E te la batti.
  • Anonimo scrive:
    Re: per nicola e altri filo musulmani
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo


    A parte che dovremmo finirla con il
    razzismo

    io non lo chiamo razzismo ma sopravvivenza
    Chiamalo come vuoi, fa schifo uguale.

    (perche' tale e', poi per carita', se ne

    puo' anche andar fieri) del "si
    riproducono

    come topi", se proprio siete tanto

    preoccupati mettetevi a far figli e

    smettetela di seminare pericolosi

    allarmismi.

    per sottovalutare gli allarmismi le due
    torri non ci sono piu.
    E poi per assecondare gli allarmismi si e' invaso l'Iraq, dove non si e' trovata una sola arma di distruzione di massa, ma in compenso si e' reso qual paese cio' che non era, una fucina di terroristi.

    La Francia dimostra che esiste una
    strada

    praticabile per l'integrazione, basta

    volerla percorrere.

    ahahaah mai preso il metro di parigi di
    notte o girare per certe strade, non
    c'è paragone con l'italia li sono
    conciati molto peggio.Nel senso che ci sono molti piu' arabi? Tanto meglio, se il processo di integrazione in qualche modo riuscira', rappresenteranno un modello formidabile.
    Inoltre il mulsumano e una bomba ad
    orologeria, come da cronaca recente, quando
    le cose gli vanno male invece di darsi
    all'alcol, si depila mette nella macchina
    una cofanata di butan gas e si fa esplodere
    davanti al comune.Si vabbe' e le donne di Cogne ammazzano tutte i loro bambini

    Se penso a qualcuno che mi ha imposto di

    adeguarmi ai suoi simboli e ai suoi
    riti qui

    in Italia, non vi sovviene un solo

    musulmano, mentre mi vengono alla mente

    parecchi cattolici (sono un non
    credente).



    Nicola

    be nicola nessuno mi sembra ti ha rapito
    lapidato, sgozzato per non aver seguito
    quelle imposizioni, prova a fare lo stesso
    non dico in iraq ma nella evoluta arabia
    saudita e poi ne riparliamo.

    byA parte che, come si diceva in un altro post, l'Arabia Saudita e' il paese musulmano meno evoluto per quanto riguarda i diritti civili, e' anche vero che nessun arabo in Italia mi ha fatto quello che tu dici (sgozzato, ecc.).In compenso di cattolici spaccamaroni ne ho incontrati, uh se ne ho incontrati.ByeNicola
  • Anonimo scrive:
    Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi


    ah beh certo modifichiamo quelle 4 cosette

    collaterali che non servono a nulla...

    Cominciamo da quello che possiamo fare.certo, tutto pu di non affrontare il problema

    poi però vogliamo iniziare a

    discutere di poligamia, di infibulazione, di

    lapidazione ecc.?

    Ma i miei principi non erano solo parole?lo sono, e lo sono sempre più mi pare...
    Allora possiamo davvero provare a legiferare
    in maniera egualitaria per tutti? Quando ti
    fa comodo...bravo, bravo, comincia a rigirare le parole che vedrai dove finiamoTU hai asserito che dovremmo tendere a produrre leggi neutre rispetto alle confessioniIO ho asserito che sono solo parole (o sporche menzogne se credi) perché è evidentemente impossibile farloTU hai iniziato proponendo di attuare delle misere stupidate che non cambiano di una virgola il problemaIO ti ho chiesto di dimostrare che è possibile fare leggi neutre proponendoti un paio di questioncine da nulla che vorrei proprio vedere come fai a risolvere in maniera neutraTU pur di non rispondere cerchi di girare la frittataIO passo e chiudo
  • Anonimo scrive:
    Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi
    - Scritto da: Anonimo

    Per cui i bambini che hanno ben poco
    peso,

    avranno anche ben poco spazio. Molto
    molto

    molto democratico.
    mamma mia ma che livelli di bassa retorica
    mi tocca vedere :|Vattene
    i bambini non hanno nessun tipo di peso
    perché non sono in grado di
    esprimerlo ancora ed infatti, guarda caso,
    ci pensano gli adultiE le donne?Anche loro, poco peso, poco spazio? E gli animali? Nessun peso, nessuno spazio? E i mormoni? Pochissimo peso, nessuno spazio?Guarda che la puoi anche leggere in chiave retorica, ma sto solo esponendo le conseguenze logiche dei tuoi ragionamenti.
    • Anonimo scrive:
      Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi


      mamma mia ma che livelli di bassa retorica

      mi tocca vedere :|

      Vatteneper lasciare spazio ad un parolaio come te?mai!

      i bambini non hanno nessun tipo di peso

      perché non sono in grado di

      esprimerlo ancora ed infatti, guarda caso,

      ci pensano gli adulti

      E le donne?
      Anche loro, poco peso, poco spazio? E gli
      animali? Nessun peso, nessuno spazio? E i
      mormoni? Pochissimo peso, nessuno spazio?
      Guarda che la puoi anche leggere in chiave
      retorica, ma sto solo esponendo le
      conseguenze logiche dei tuoi ragionamenti.guarda che non sono neppure quello con cui stavi discorrendo, ma quando leggo queste miserrime frasette ad effetto sullo spazio dei bambini ho la nausea proprio come quando vedo certi viscidi opinionisti di sinistra in tvche ci siano delle minoranza è un dato di fatto come è un dato di fatto che il nostro sistema democratico cerca sempre di più di dargli voce ma sempre con dei limiti ben precisi che tendono comunque a cercare di bilanciare il volere della maggioranzache tu faccia degli esempi di una faziosità sconsolante (quello dei bambini) è anch'esso un dato di fatto
  • Anonimo scrive:
    Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi
    - Scritto da: Anonimo
    ah...dovevo risponderti con argomentazioni
    diverse????mah, secondo te che cosa hai aggiunto alla discussione?
    Io almeno un'idea chiara e perseguibile l'ho
    esposta."Io almeno" significa che gli altri no?
    Si vede che non posso capire....AMEN ...
    anzi... OK ... non vorrei offendere....Ogni tanto hai ragione.
  • Anonimo scrive:
    Re: Presto porteranno qua tutto questo


    Si riproducono come topiIl KKK lo diceva degli afroamericani. Bella parentela eh?
  • Anonimo scrive:
    Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi
    - Scritto da: Anonimo

    I miei non sono principi da salotto.
    Guarda

    che si puo' gia' incominciare a fare

    qualcosa, come togliere i crocefissi
    dalle

    scuole pubbliche, scuole di tutti, di

    critiani, atei e mussulmani.

    ah beh certo modifichiamo quelle 4 cosette
    collaterali che non servono a nulla...Cominciamo da quello che possiamo fare.
    poi però vogliamo iniziare a
    discutere di poligamia, di infibulazione, di
    lapidazione ecc.?Ma i miei principi non erano solo parole?Allora possiamo davvero provare a legiferare in maniera egualitaria per tutti? Quando ti fa comodo...
  • Anonimo scrive:
    Re: Presto porteranno qua tutto questo
    - Scritto da: Anonimo

    La Francia dimostra che esiste una
    strada

    praticabile per l'integrazione, basta

    volerla percorrere.

    Perché parli di cose che non conosci?
    E chi sei, il detentore del Verbo? Che ne sai di cosa conosco?
    La Francia è seduta su una bomba ad
    orologeria e ne sono ben consci tutti
    quanti: dai politici ai semplici cittadini.
    Una fine analisi socio-politica, non c'e' che dire. Tu si' che conosci le cose.Hai detto una cosa ovvia, la situazione francese e' potenzialmente esplosiva, la concentrazione di musulmani storicamente piu' alta che nel resto d'Europa sta solo anticipando una tendenza gia' in atto negli altri paesi del Vecchio Continente.E' proprio per disinnescare la bomba i nostri cugini d'oltralpe si stanno attivando, cio' che sostengo e' che lo stanno facendo nell'unica direzione possibile (e certamente non facile) dell'integrazione delle diverse culture in uno Stato rigidamente laico. Per esempio hanno fatto passare una legge estremamente severa come quella sul velo, senza sostanziali traumi.La mia impressione (ben lungi da essere una verita', sono allergico alle verita') e' che noi presto dovremo seguire la stessa strada, certo non sara' facile, anche considerando che stiamo ancora a scannarci sul crocifisso in aula.Se l'alternativa che mi si propone e' quella dell'ognuno a casa sua, fate pure, tanti auguri.
    Parla con qualche Francese qualche volta
    altrimenti pensi che siano tutti con la
    puzza sotto il naso e che facciano apposta a
    non capire l'ItalianoCon i francesi ci lavoro e ci parlo (l'inglese di solito lo capiscono) tutti i giorni o quasi.Certo molto dipende dal tuo interlocutore, un francese che parlasse con qualche frequentatore di questo forum certo si farebbe l'idea dell'Italia come di un paese assediato da islamici pronti a tagliarti la gola ad ogni angolo.E non invece di un paese che, ad esempio, buttava il piscio di maiale sui terreni destinati ad una moschea.Saluti e ... buona guerra.Nicola
  • Anonimo scrive:
    Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi

    I miei non sono principi da salotto. Guarda
    che si puo' gia' incominciare a fare
    qualcosa, come togliere i crocefissi dalle
    scuole pubbliche, scuole di tutti, di
    critiani, atei e mussulmani.ah beh certo modifichiamo quelle 4 cosette collaterali che non servono a nulla...poi però vogliamo iniziare a discutere di poligamia, di infibulazione, di lapidazione ecc.?
  • Anonimo scrive:
    Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi
    ah...dovevo risponderti con argomentazioni diverse????Io almeno un'idea chiara e perseguibile l'ho esposta.Si vede che non posso capire....AMEN ... anzi... OK ... non vorrei offendere....
  • Anonimo scrive:
    Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi

    quello delle leggi neutre SONO SOLO PAROLE
    perché non esiste modo di conciliare
    visioni così diverse anche solo tra
    cattolici mussulmani ed ateiI miei non sono principi da salotto. Guarda che si puo' gia' incominciare a fare qualcosa, come togliere i crocefissi dalle scuole pubbliche, scuole di tutti, di critiani, atei e mussulmani.
  • Anonimo scrive:
    Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi



    Non hai capito



    cvd rimangono solo parole

    Si, ho compreso la tua opinione in merito,no, no, non hai proprio compresoquello delle leggi neutre SONO SOLO PAROLE perché non esiste modo di conciliare visioni così diverse anche solo tra cattolici mussulmani ed ateiparlare di ideali ispiratori o di come dovremmo fare serve solo per fare salotto, i problemi non si risolvono ne si affrontano in questo modo
  • Anonimo scrive:
    Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi
    - Scritto da: Anonimo

    Non hai capito

    cvd rimangono solo paroleSi, ho compreso la tua opinione in merito, ma mi pare che tu non abbia compreso che i principi a cui attenersi per fare le leggi sono e devono essere piu' alti della maggioranza. E' ovvio che in una democrazia e' la maggioranza a decidere, e' ovvio che in un paese con una maggioranza di adoratori di Pippo e coltivatori di senape, passeranno molte piu' leggi a favore di queste categorie, ma il principio per cui vanno fatte le leggi e' ben altro, e a prova di quanto dico, dovresti sapere che le stesse maggioranze legiferano a tutela di minoranze, che in quanto tali non sono rappresentate adeguatamente. Questo avviene perche' in uno stato di diritto anche gli adoratori di Pippo sanno che vanno rispettati i diritti di liberta' degli adoratori di Pluto. In uno stato in cui esistono SOLO le leggi della maggioranza a favore della medesima si ha una dittatura.
  • Anonimo scrive:
    Re: Presto porteranno qua tutto questo
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo


    La Francia dimostra che esiste una
    strada

    praticabile per l'integrazione, basta

    volerla percorrere.

    Fermo restando che non penso che l'islam sia
    portatore di barbarie, bisogna dire che la
    Francia ha ENORMI porblemi di integrazione
    sta soffrendo moltissimo e non si e' trovata
    ancora una soluzione valida.Non ho mai detto che e' una strada facile, solo che e' l'unica possibile, mi sembra che in Francia l'abbiano capito e stiano seguendo la via piu' praticabile: quella della laicita' dello Stato (ma noi non sappiamo neanche cosa voglia dire).Se poi pensate che la cosa si possa risolvere con l'"ognuno a casa sua", allora significa che siete voi gli utopisti.NicolaP.S.: non sono filoislamico, sono ateo, cazzo. Fosse per me, e se servisse a qualcosa, le religioni tutte le abolirei per decreto.
  • Anonimo scrive:
    Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi
    - Scritto da: Anonimo
    Io parlavo molto più in generale, le
    confessioni religiose sono solo un esempio.Ma io parlavo delle confessioni religiose.Mi rispondi ancora con le stesse argomentazioni, se potevi capire avevi gia' capito per cui non ti rispondo ancora.
  • Anonimo scrive:
    Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi
    Io parlavo molto più in generale, le confessioni religiose sono solo un esempio.Se gran parte del paese è credente VORRA' leggi che rispecchiano, almeno in parte, tale credo.Non dare seguito a questa volontà in nome di un qualche autoattribuito diritto a decidere per gli altri è una cosa vicina alla ditattura.La maggior parte delle leggi non può rispettare tutte le posizioni,è ovvio, altrimenti saremmo nell'anarchia.Una legge indica una regola che si è scelti, è un impegno della comunità ad agire in una direzione.Più direzioni comprende una legge più sarà vaga e inutile.
  • Anonimo scrive:
    Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi

    Non hai capitocvd rimangono solo parole
  • Anonimo scrive:
    Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi
    - Scritto da: Anonimo

    Sono parole giuste. Sono obiettivi da

    perseguire e i principi da osservare
    quando

    si produce e si giudica una nuova legge.

    Anche perche' l'alternativa e'
    l'oppressione

    di qualcuno.

    sono solo parole perché come la
    mettiamo con la poligamia? e con
    l'adulterio? (e sono solo banali esempi)Non hai capito
  • Anonimo scrive:
    Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi

    Sono parole giuste. Sono obiettivi da
    perseguire e i principi da osservare quando
    si produce e si giudica una nuova legge.
    Anche perche' l'alternativa e' l'oppressione
    di qualcuno.sono solo parole perché come la mettiamo con la poligamia? e con l'adulterio? (e sono solo banali esempi)
  • Anonimo scrive:
    Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi

    "neutralità leigslativa verso tutte
    le confessioni" sono solo paroleSono parole giuste. Sono obiettivi da perseguire e i principi da osservare quando si produce e si giudica una nuova legge. Anche perche' l'alternativa e' l'oppressione di qualcuno.
  • Anonimo scrive:
    Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi

    E' qui che ti sbagli le leggi non devono
    rispecchiare tutte le idee e le religioni -
    chiaramente utopistico, devono rispettare
    tutti. E questo non e' utopistico, forse
    difficile, ma si puo' provare a condurre uno
    stato al massimo rispetto possibile per
    tutti attraverso una neutralita' legislativa
    verso tutte le confessioni."neutralità leigslativa verso tutte le confessioni" sono solo parole
  • oscarfc scrive:
    Re: la macchina fotografica si puo' usare??
    - Scritto da: Anonimo
    perchè non riesco a capire bene
    (scusate l'ignoranza sulle tradizioni di
    quel paese) che differenza c'è fra un
    fotofonino usato per fare le foto e una
    macchina fotografica.Non ho approfondito la notizia ma da quanto ho capito, la questione non nasce dal fotofonino vs. fotocamera, ma bensì dall'uso del medesimo.Se non erro, le foto incriminate sono state fatte nella sala dove si teneva la festa riservata alle donne. Per i mussulmani una donna nella vita pubblica deve tenere un comportamento riservato e coprirsi alcune parti del corpo in modo rigoroso, anche quando ne va della sua vita.In posti riservati ad esempio la casa domestica o in luoghi appositamente dedicati alle donne, questi vincoli decadono. E' di questi giorni la polemica sorta a Bolzano dove alcune donne islamiche sono state allontanate da una piscina pubblica dopo che avevano cercato di bagnarsi indossando le loro tuniche, poiché ad una donna islamica non è concesso mostrarsi in costume da bagno dove ci sono uomini estranei alla famiglia.Fare foto, quindi immortalarle senza i veli, è stata ritenuta una offesa ed un sacrilegio, da qui è nata la reazione delle altre partecipanti alla festa, se un estraneo si fosse introdotto furtivamente nella sala, in questo caso sarebbe stato il malcapitato a fare la fine del fotofonino...Ciao Oscar
  • Anonimo scrive:
    Re: noi invece costantino

    E buttiamo gli scooter dagli spalti degli
    stadi, e magari sotto c'è il padre di
    famiglia cor pupo.certo! mi sembra proprio intelligente porre sullo stesso piano un gruppo circoscritto di esagitati che, bada bene, andando contro la legge fanno un atto stupido e criminoco, e popoli interi che assecondano tagliatori di gole che non tollerano che le donne possano avere diritti.
  • Anonimo scrive:
    Re: noi invece costantino
    Ma lascialo perdere questo deve essere il solito che vuole mettersi due belle fette di salamone davanti agli occhi per continuare a blaterare di integrazione e razzismo come se fossero delle semplici cose ideali, senza nessun riscontro nella realtà.
  • Anonimo scrive:
    Re: ciò dimostra che ...
    - Scritto da: Anonimo


    - Scritto da: Anonimo


    Pazienza. Il consumatore e' libero di
    non

    comprare.

    ........altro.

    Difatti si trovano solo gingilli per
    lobotomizzati dalla tv.Non comprarli.
  • Anonimo scrive:
    Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi
    - Scritto da: Anonimo


    Non si può pretendere che
    molti


    subiscano le idee di pochi.



    Ma anche il contrario e' intollerabile.

    Questo credo sia il punto centrale di tutto,
    piuttosto che la religione.
    Se molti hanno idee diverse da pochi che si
    fa?
    Non si decide nulla?Semplice, si rispetta tutti, i luoghi di culto sono per il culto dei singoli, di qualsiasi religione, lo stato che e' di tutti, deve essere scevro da leggi religiose o di ispirazione religiosa. Da dove ne consegue che se molti hanno idee diverse da pochi non si decide nulla?
    Lasciamo perdere gli idealismi per i quali
    se io avessi un'idea diversa dal resto della
    popolazione italiana le leggi dovrebbero
    rispecchiare anche quella.E' qui che ti sbagli le leggi non devono rispecchiare tutte le idee e le religioni - chiaramente utopistico, devono rispettare tutti. E questo non e' utopistico, forse difficile, ma si puo' provare a condurre uno stato al massimo rispetto possibile per tutti attraverso una neutralita' legislativa verso tutte le confessioni.
    Realisticamente più gente si convince
    più le leggi si adegueranno a tali
    convinzioni.Avviene anche il contrario, ma questo comunque non e' un buon motivo per fare leggi malvage, vessatorie, o crudeli.
  • Anonimo scrive:
    Re: razzismo...
    Ben detto!
  • Anonimo scrive:
    Re: ciò dimostra che ...
    - Scritto da: Anonimo
    Pazienza. Il consumatore e' libero di non
    comprare.........altro. Difatti si trovano solo gingilli per lobotomizzati dalla tv.
  • Anonimo scrive:
    Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi


    Non si può pretendere che molti

    subiscano le idee di pochi.

    Ma anche il contrario e' intollerabile.Questo credo sia il punto centrale di tutto, piuttosto che la religione.Se molti hanno idee diverse da pochi che si fa?Non si decide nulla?Lasciamo perdere gli idealismi per i quali se io avessi un'idea diversa dal resto della popolazione italiana le leggi dovrebbero rispecchiare anche quella.Realisticamente più gente si convince più le leggi si adegueranno a tali convinzioni.Se la gente è poca è assolutamente giusto che le leggi non si adeguino, non è intollerabile per una democrazia, è intollerabile per chi non accetta questo meccanismo e vorrebbe che tutti gli altri seguissero regole che solo per lui sono giuste.
  • Anonimo scrive:
    Re: Presto porteranno qua tutto questo
    - Scritto da: Anonimo
    La Francia dimostra che esiste una strada
    praticabile per l'integrazione, basta
    volerla percorrere.Fermo restando che non penso che l'islam sia portatore di barbarie, bisogna dire che la Francia ha ENORMI porblemi di integrazione sta soffrendo moltissimo e non si e' trovata ancora una soluzione valida.
  • Anonimo scrive:
    Re: Presto porteranno qua tutto questo

    La Francia dimostra che esiste una strada
    praticabile per l'integrazione, basta
    volerla percorrere.Perché parli di cose che non conosci?La Francia è seduta su una bomba ad orologeria e ne sono ben consci tutti quanti: dai politici ai semplici cittadini.Parla con qualche Francese qualche volta altrimenti pensi che siano tutti con la puzza sotto il naso e che facciano apposta a non capire l'Italiano
  • Anonimo scrive:
    Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi
    - Scritto da: Anonimo

    La religione esiste. Idee confuse?
    Mangiato

    troppo?
    Sei tu che deduci la non esistenza di Dio o
    di quello che è e poi odi chi pensa
    il contrario, mica io.Sei tu che hai scritto:
    Sai gli atei si creano tante belle
    giustificazioni, per carità liberi di
    farlo, una delle più divertenti
    è l'ateo che giustifica il suo odio
    per la religione.
    Odia qualcosa che ha stabilito in precedenza
    non esistere.Quindi tu stesso parli di odio per la religione da parte degli atei e non per dio, e poi sosteni che gli atei non credono alla religione. Sarai stanco....
    Non si può pretendere che molti
    subiscano le idee di pochi.Ma anche il contrario e' intollerabile.
  • Anonimo scrive:
    Re: Con che coraggio poi ...
    ;)Che bello... mi avete rovinato la giornata!Speriamo bene per domani!:'(
  • Anonimo scrive:
    Re: Aprirsi un po', no eh?

    Rifiuto questa definizione.
    Sono perone come noi e come noi sono capaci
    di cose generose e fantastiche quanto di
    cose orribili e violente.
    Esattamente come noi.Tipo tagliare in massa le gole alle femmine senza velo o lasciarle morire per non toccarle.Esattamente come noi.
  • Anonimo scrive:
    Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi
    -
    e nei locali dove c'è la clientela
    selezionata? e i locali in cui senza giacca
    e cravatta non puoi entrare ?
    Infatti questi locali violano il TULPS e sono passibili di un'ammenda che va da 516 a 3096 euro (mi pare), ma sembra che non importi niente a nessuno, specialmente a quelli che la legge dovrebbero farla rispettare.
    e invece sono d'accordo con te, la religione
    è, e deve essere un fatto personale,
    come personale deve essere la scelta di
    aderirci,
    non un obbligo sancito dalla legge.O dai genitori.
  • flavio05 scrive:
    Re: il culto delle immagini
    - Scritto da: Anonimo
    parole troppo difficili come iconoclasta
    ah, scusa, non volevo creare confusione; "iconoclastia" significa (tratto dal dizionario Garzanti):movimento religioso e politico-sociale sorto nell'impero bizantino durante il sec. VIII, che vietava il culto delle immagini e ne propugnava la distruzione.Flavio
  • Anonimo scrive:
    Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi
    Per maggioranza intendo la maggioranza reale del paese, sia chiaro.In questi termini si, è assolutamente giusto.Sarebbe grottesco ed illiberale che si imponga una minoranza.
    • Anonimo scrive:
      Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi
      - Scritto da: Anonimo
      Per maggioranza intendo la maggioranza reale
      del paese, sia chiaro.
      In questi termini si, è assolutamente
      giusto.Quindi se la maggioranza decreta che chi legge un dato llibro va lapidato, e' giusto. Bene, complimenti
      Sarebbe grottesco ed illiberale che si
      imponga una minoranza.Sarebbe grottesco ed illiberale che si reprimano le minoranze.
      • Anonimo scrive:
        Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi

        Quindi se la maggioranza decreta che chi
        legge un dato llibro va lapidato, e' giusto.
        Bene, complimentiChe esempio stupido...è proprio grazie alla democrazia che non accadono più cose del genere, il tuo è il classico atteggiamento di chi vede il popolo sempre immaturo ed incapace di decidere per se.Con questo meccanismo c'è la massima libertà ed ovviamente è compresa anche l'ipotesi che descrivi, di gran lunga ipotesi preferibile a quella del partito del popolo, del dittatore di turno, del consiglio dei saggi o del discendente del profeta. Certo sarebbe interessante capire come mai tutti si sono convinti su tale lapidazione.

        Sarebbe grottesco ed illiberale che si

        imponga una minoranza.

        Sarebbe grottesco ed illiberale che si
        reprimano le minoranze.Prego?Qualcuno ha parlato di reprimere? mi fai un esempio?Però fammi un esempio serio, non dirmi che reprimere vuol dire impedire ad un gruppo di minoranza di evadere le tasse perchè hanno deciso che così sono più liberi.
        • Anonimo scrive:
          Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi
          - Scritto da: Anonimo

          Quindi se la maggioranza decreta che chi

          legge un dato llibro va lapidato, e'
          giusto.

          Bene, complimenti

          Che esempio stupido...è proprio
          grazie alla democrazia che non accadono
          più cose del genereSei tu che hai detto che qualunque legge espressa da una maggioranza e' giusta, mica io. Per cui anche un esempio stupido seguendo le tue stesse premesse, deve essere valido. Ora, dove sta la stupidita'?
          il tuo è
          il classico atteggiamento di chi vede il
          popolo sempre immaturo ed incapace di
          decidere per se.Affatto. L'unico di cui ho una cattiva opinione sei tu fin'ora.Ti ho fatto un esempio partendo dalle tue stupide premesse, non ho mai detto che il "popolo" e' bue, altrimenti citami o stai zitto.
          Con questo meccanismo c'è la massima
          libertà ed ovviamente è
          compresa anche l'ipotesi che descrivi, di
          gran lunga ipotesi preferibile a quella del
          partito del popolo, del dittatore di turno,
          del consiglio dei saggi o del discendente
          del profeta. Che io mai ho postuato. Complimenti per mettere le parole in bocca.
          Certo sarebbe interessante capire come mai
          tutti si sono convinti su tale lapidazione.Mica tutti, la "maggioranza". La minoranza di saggi e intelligenti nella tua realta' di stato non puo' avere ruolo nelle leggi. Ne conseguono leggi del cazzo, ma della maggiornaza, quindi a tuo dire, "giuste".


          Sarebbe grottesco ed illiberale
          che si


          imponga una minoranza.



          Sarebbe grottesco ed illiberale che si

          reprimano le minoranze.

          Prego?Qualcuno ha parlato di reprimere? mi
          fai un esempio?Se le esigenze della minoranza non trovano spazio nella legge, tu come la chiami, "tutela"?
          • Anonimo scrive:
            Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi

            Sei tu che hai detto che qualunque legge
            espressa da una maggioranza e' giusta, mica
            io. Per cui anche un esempio stupido
            seguendo le tue stesse premesse, deve essere
            valido. Ora, dove sta la stupidita'?Te la spiegavo nella frase successiva, si vede che non l'hai letta, in qualsiasi forma di governo si può arrivare a lapidare il prossimo, la democrazia è la forma in cui tale evento è maggiormente improbabile.

            il tuo è

            il classico atteggiamento di chi vede il

            popolo sempre immaturo ed incapace di

            decidere per se.

            Affatto. L'unico di cui ho una cattiva
            opinione sei tu fin'ora.
            Ti ho fatto un esempio partendo dalle tue
            stupide premesse, non ho mai detto che il
            "popolo" e' bue, altrimenti citami o stai
            zitto.Accidenti, che delusione, sai speravo proprio di avere la tua approvazione...Io almeno le premesse le ho fatte, tu invece solo tante chiacchiere.

            Con questo meccanismo c'è la
            massima

            libertà ed ovviamente è

            compresa anche l'ipotesi che descrivi,
            di

            gran lunga ipotesi preferibile a quella
            del

            partito del popolo, del dittatore di
            turno,

            del consiglio dei saggi o del
            discendente

            del profeta.

            Che io mai ho postuato. Complimenti per
            mettere le parole in bocca.Cos'è? la coda di paglia? ti riconosci in uno dei QUATTRO esempi che ho fatto? non mi sembra di averti indicato.
            Mica tutti, la "maggioranza". La minoranza
            di saggi e intelligenti nella tua realta' di
            stato non puo' avere ruolo nelle leggi. Ne
            conseguono leggi del cazzo, ma della
            maggiornaza, quindi a tuo dire, "giuste"." minoranza di saggi e intelligenti "? mah... è perchè mai una minoranza dovrebbe essere di "saggi e intelligenti"? perchè sono una minoranza?
            Se le esigenze della minoranza non trovano
            spazio nella legge, tu come la chiami,
            "tutela"?Ognuno ha lo spazio in relazione al peso che ha all'interno della comunità, senza favoritismi per minoranze di "saggi ed intelligenti" o "stupidi ed ignoranti" che siano.Se il peso è pressochè zero lo spazio sarà pressochè zero
          • Anonimo scrive:
            Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi
            - Scritto da: Anonimo


            il tuo è


            il classico atteggiamento di chi
            vede il


            popolo sempre immaturo ed incapace
            di


            decidere per se.



            Affatto. L'unico di cui ho una cattiva

            opinione sei tu fin'ora.

            Ti ho fatto un esempio partendo dalle
            tue

            stupide premesse, non ho mai detto che
            il

            "popolo" e' bue, altrimenti citami o
            stai

            zitto.

            Accidenti, che delusione, sai speravo
            proprio di avere la tua approvazione...Opinione cattiva e approvazione sono due cose distinte.Ti potrei dare la mia approvazione e al contempo avere una cattiva opinione e viceversa. Ma hai studiato l'italiano? Incomincia ora che putroppo mostri gravi lacune.
            Io almeno le premesse le ho fatte, tu invece
            solo tante chiacchiere.Qui sono queste ci sono, con la differenza che le mie hanno un senso le tue no.
            Cos'è? la coda di paglia? ti
            riconosci in uno dei QUATTRO esempi che ho
            fatto? non mi sembra di averti indicato.Ma, visto che me metti in antitesi alla tua proposta di uno governo di sola maggioranza queste soluzioni inaccettabili di governo quando io ho sempre e solo postulato la necessita' di tutelare tutte le minoranze, beh, mi sembra un modo vigliacco
            " minoranza di saggi e intelligenti "?
            mah... è perchè mai una
            minoranza dovrebbe essere di "saggi e
            intelligenti"? perchè sono una
            minoranza?Si parlava di una cattiva legge per eccellenza come una condanna a morte per lapidazione per stupidi motivi. prodotto della tua formula di governo in cui tutto quello che decide la maggioranza e' giusto anche quando e' stupido e brutale quindi. Ne consegue che chi non fa parte di una simile maggioranza puo' ben dirsi piu' saggio.Ma manchi il punto. Sei ancora convinto che QUALUNQUE legge prodotta da una maggioranza sia GIUSTA?

            Se le esigenze della minoranza non
            trovano

            spazio nella legge, tu come la chiami,

            "tutela"?

            Ognuno ha lo spazio in relazione al peso che
            ha all'interno della comunità, senza
            favoritismi per minoranze di "saggi ed
            intelligenti" o "stupidi ed ignoranti" che
            siano.
            Se il peso è pressochè zero lo
            spazio sarà pressochè zeroPer cui i bambini che hanno ben poco peso, avranno anche ben poco spazio. Molto molto molto democratico.
          • Anonimo scrive:
            Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi

            Per cui i bambini che hanno ben poco peso,
            avranno anche ben poco spazio. Molto molto
            molto democratico.mamma mia ma che livelli di bassa retorica mi tocca vedere :|i bambini non hanno nessun tipo di peso perché non sono in grado di esprimerlo ancora ed infatti, guarda caso, ci pensano gli adulti
      • rumenta scrive:
        Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Per maggioranza intendo la maggioranza
        reale

        del paese, sia chiaro.

        In questi termini si, è
        assolutamente

        giusto.

        Quindi se la maggioranza decreta che chi
        legge un dato llibro va lapidato, e' giusto.
        Bene, complimentima LOL..... non è forse quello che fanno i musulmani??


        Sarebbe grottesco ed illiberale che si

        imponga una minoranza.

        Sarebbe grottesco ed illiberale che si
        reprimano le minoranze.ecco, bravo, vai a protestare alla mecca, vedrai come rispettano le minoranze quelli ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: razzismo...

    Ma sarebbe anche meraviglioso se noi,
    rispettando la *nostra* costituzione
    (che concede la piena libertà di
    professare qualsiasi religione) non
    rompessimo le palle agli stranieri che
    vengono qui imponendo la nostra religione o
    come in francia, proibendo l'uso di un
    innocuo velo per coprire i capelli.Il giorno che avrò la garanzia, che le donne mussulmane tutte, portano il velo perchè lo vogliono loro e non perchè altrimenti il marito le gonfia di botte a casa la sera; allora inizierò a pensare se coprirsi la faccia girando per strada può essere una cosa garantita per legge.
  • Anonimo scrive:
    Re: Aprirsi un po', no eh?

    in fondo noi nascondiamo gelosamente i
    nostri organi genitali allo stesso modo di
    come alcune donne musulmane nascondono il
    viso;con una piccola banale differenza che quelli come te sembrano non capire proprio: qui al massimo sferri un cazzotto e ricorri ad un giudice, li hai licenza di lapidare o tagliare le gole
    "la violenza è l'ultimo rifugio degli
    incapaci" diceva Asimov, e mi trova
    pienamente d'accordo;

    "la tolleranza è un evidente segno di
    intelligenza" mi permetto di aggiungere io;ed io aggiungo che il qualunquismo la fa sempre da padrona
  • Anonimo scrive:
    Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi
    se è una legge non condivisa dal paese durerà poco non credi?Io ad es. non ho molte remore a riguardo, è solo questione di tempi
  • Anonimo scrive:
    Re: Aprirsi un po', no eh?

    Una storiella che mi ha insegnato molto:
    Un uomo passa davanti a un manicomio e
    dell'altra parte del cancello uno gli chiede
    "Ma in quanti siete lì dentro?"beato te che ti pasci di qualunquismo
  • Anonimo scrive:
    Re: terra2 e le invasioni
    - Scritto da: Terra2
    Ottimo... puoi cominciare a fare la tua
    parte cercando di non appoggiare politici e
    governi che vanno a romperre le palle a casa
    loro... Più saranno felici nel loro
    paese meno avrai il "problema" di vederteli
    in casa tua.
    be da un certo punto di vista hai ragione, ma ricordando la storia e attingendo dai suoi insegnamenti, mi vien da pensare, che se gli americani fossero intervenuti alla prima invasione tedesca in europa, quanti lutti si sarebbero evitati.Ogni popolo nei suoi confini puo fare quello che gli pare, ma già che mi stivi le sue scorie nucleari a due km dal mio paese gia mi fa inxxazzare, peggio se mi sperimenta missili intercontinentali, virus, gas nervini ecc...

    Però se vengono a casa mia si

    adeguano ed anche velocemente.

    Pienamente daccordo, è l'ospite che
    deve adattarsi non il contrario... ok
    Ma sarebbe anche meraviglioso se noi,
    rispettando la *nostra* costituzione
    (che concede la piena libertà di
    professare qualsiasi religione) non
    rompessimo le palle agli stranieri che
    vengono qui imponendo la nostra religionenon mi sembra che in italia si imponga il cristianesimo, se vi sembra giusto togliere il natale perche l'1% della popolazione non lo accetta facciamolo che ve devo di.
    o
    come in francia, proibendo l'uso di un
    innocuo velo per coprire i capelli.il velo e un simbolo religioso, la scuola francese e laica, una legge ha sancito che tu non lo debba portare, mi fai il piacere di toglierlo, che poi sia giusto oppure no e un altra questione
  • Anonimo scrive:
    Re: razzismo...

    Ottimo... puoi cominciare a fare la tua
    parte cercando di non appoggiare politici e
    governi che vanno a romperre le palle a casa
    loro... Più saranno felici nel loro
    paese meno avrai il "problema" di vederteli
    in casa tua.
    Senza offesa ma è da mo che sono arrivati qui a dettare legge, da molto prima della guerra in Iraq, che per altro non ci sarebbe stata se un ricchissimo sceicco, invece che usare i suoi soldi per colpire le torri gemelle, li avesse usati per andare a donne di facili costumi o li avesse dedicati a rendere veramente più felice il suo popolo, magari dandogli qualcosa da mangiare.
  • Anonimo scrive:
    Re: Aprirsi un po', no eh?
    Ma certo apriamoci un pò....- quando posso iniziare a prendere a sberloni mia moglie come ha fatto quell'egiziano qualche giorno fa che ha detto candidamente alla polizia che non credeva fosse illegale?- quando posso iniziare a tagliare gole a quelle che non portano il velo?- quando posso iniziare a portare a casa altre quattro o cinque concubine tirando quattro mazzate a mia moglie se ha da dire beh?- quando posso iniziare a tagliare le mani a quei quattro ladruncoli drogati che mi rubano l'autoradio?- quando posso iniziare a non dare più a mia moglie le chiavi della macchina?- quando iniziamo a portare qualche decine di migliaia di cubetti di porfido in Loreto per rendere giustizia ad un Dio improbabile lapidando tutte le adultere di Milano?quando iniziamo ecc. ecc.
  • Anonimo scrive:
    Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi

    La religione esiste. Idee confuse? Mangiato
    troppo?Sei tu che deduci la non esistenza di Dio o di quello che è e poi odi chi pensa il contrario, mica io.

    Visto che l'Italia non e' una dittatura
    della maggioranza, ma una democrazia
    liberale, e' bene sapere che la democrazia
    liberale si fonda sul rispetto e sulla
    garanzia delle minoranze, in modo
    particolare nel campo delle libertà
    civili, libertà di pensiero in
    primis. Lo Stato che fa ufficialmente
    propria una religione, non importa quanto
    diffusa, non è una democrazia
    liberale ma, a seconda del grado di
    discriminazione dei non appartenenti al
    culto ufficiale, un ibrido che inclina verso
    lo Stato confessionale o teocratico.

    Solo così si realizza il fondamentale
    principio dell?uguaglianza previsto
    dall?art. 3 Cost., per il quale «Tutti i
    cittadini hanno pari dignità sociale
    e sono eguali davanti alla legge, senza
    distinzione di sesso, di razza, di lingua,
    di religione, di opinioni politiche, di
    condizioni personali e sociali». Se
    l?effettiva attuazione di questo principio
    dovesse dipendere dall?appartenenza al
    gruppo maggioritario, ogni uguaglianza
    svanirebbe. Dopo tutta questa (inutile) sbrodolata ti risulta che l'Italia sia un paese teocratico?Le leggi rispecchiano le idee più diffuse, questo mi sembra ovvio e le idee ovviamente si sposano con le proprie opinioni personali, è quindi altrettanto ovvio che se la maggioranza è credente le leggi approvate avranno caratteristiche derivanti da tale credo, che sia giusto o sbagliato.Rispetto delle minoranze non significa assolutamente approvare leggi che la maggioranza non condivide, è difficile da capire o è troppo duro da digerire?Si può discutere e cercare di convincere il prossimo, con motivazioni serie, che alcuni principi sono sbagliati, e cercare di diffondere i propri.Non si può pretendere che molti subiscano le idee di pochi.
  • Anonimo scrive:
    Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi
    - Scritto da: Anonimo
    ...per il resto ti basti
    che se la maggioranza crede in qualcosa le
    leggi ovviamente rispecchieranno queste
    convinzioni.E questo e' giusto?
  • Anonimo scrive:
    Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi

    Perchè secondo te hai credenti sono
    cose che non interessano?mi basta vedere la legge che è passata sulla fecondazione artificiale per avere una più che solida idea di come siano fatti i credenti cattolici.
  • Anonimo scrive:
    Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi
    - Scritto da: Anonimo

    La cosa più tragicomica di voi
    atei

    è l'odio che sprizzate verso la

    religione.

    Perché cercano, o hanno cercato,
    tutte di coercire le persone e privarle dei
    loro diritti fondamentali.Non ci posso credere quando leggo queste cose, questa è una visione DAVVERO col paraocchi.Tra l'altro denota una scarsa conoscenza delle diversissime religioni che ci sono al mondo.
    Mai abbassare la guardia, basta vedere lo
    scempio che è stato fatto con la
    legge sulla procreazione artificiale.Vedi sotto

    Non ve ne dovrebbe fregare nulla della

    convinzioni religiose del prossimo ma
    non

    sopportate una società dove la

    stragrande maggioranza ha un credo di

    qualche tipo.

    Ci frega della libertà e dei diritti.Perchè secondo te hai credenti sono cose che non interessano?

    Alla fine vivete in funzione di quello
    in

    cui non credete.

    Viviamo anche in funzione di proteggere i
    nostri diritti, sicuramente non in funzione
    di seguire banali superstizioni per la quali
    sono stati fatti gia morti a sufficienza.E' un atteggiamento troppo superficiale definire "banale superstizione" una qualsiasi religione, se ti manca il coraggio di approfondire amen...per il resto ti basti che se la maggioranza crede in qualcosa le leggi ovviamente rispecchieranno queste convinzioni.
  • Anonimo scrive:
    Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    La cosa più tragicomica di voi
    atei

    è l'odio che sprizzate verso la

    religione.

    Odioare qualcuno o qualcosa non rende una
    persona ipocrita o tragicomica. Anche se
    molti disprezzano la religione, cio' non
    rende un ateo meno coerente con se stesso.Sai gli atei si creano tante belle giustificazioni, per carità liberi di farlo, una delle più divertenti è l'ateo che giustifica il suo odio per la religione.Odia qualcosa che ha stabilito in precedenza non esistere.

    Non ve ne dovrebbe fregare nulla della

    convinzioni religiose del prossimo

    Infatti, delle altrui religioni non ce ne
    frega nulla, mi frega pero' quando i
    credenti si intromettono in cose quali la
    mia liberta' in merito a:
    - procreazione
    - educazione
    - leggi dello stato

    Tenetevi fuori da ospedali, scuole e
    parlamento, e poi adorate cio che vi pare.Finchè ci sarà la democrazia e finchè la maggioranza sarà credente mi sa che ti arrangi.

    Alla fine vivete in funzione di quello
    in

    cui non credete.

    Non hai detto nulla.Se non capisci l'affermazione :" Alla fine vivete in funzione di quello in cui non credete." mi spiace per te, si vede che sei in grado di fare solo ragionamenti elementari.
    • Anonimo scrive:
      Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi
      - Scritto da: Anonimo
      Sai gli atei si creano tante belle
      giustificazioni, per carità liberi di
      farlo, una delle più divertenti
      è l'ateo che giustifica il suo odio
      per la religione.
      Odia qualcosa che ha stabilito in precedenza
      non esistere.La religione esiste. Idee confuse? Mangiato troppo?

      Tenetevi fuori da ospedali, scuole e

      parlamento, e poi adorate cio che vi
      pare.

      Finchè ci sarà la democrazia e
      finchè la maggioranza sarà
      credente mi sa che ti arrangi.Visto che l'Italia non e' una dittatura della maggioranza, ma una democrazia liberale, e' bene sapere che la democrazia liberale si fonda sul rispetto e sulla garanzia delle minoranze, in modo particolare nel campo delle libertà civili, libertà di pensiero in primis. Lo Stato che fa ufficialmente propria una religione, non importa quanto diffusa, non è una democrazia liberale ma, a seconda del grado di discriminazione dei non appartenenti al culto ufficiale, un ibrido che inclina verso lo Stato confessionale o teocratico.Solo così si realizza il fondamentale principio dell?uguaglianza previsto dall?art. 3 Cost., per il quale «Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali». Se l?effettiva attuazione di questo principio dovesse dipendere dall?appartenenza al gruppo maggioritario, ogni uguaglianza svanirebbe.


      Alla fine vivete in funzione di
      quello

      in


      cui non credete.



      Non hai detto nulla.

      Se non capisci l'affermazione :" Alla fine
      vivete in funzione di quello in cui non
      credete." mi spiace per te, si vede che sei
      in grado di fare solo ragionamenti
      elementari.Pazienza.
  • Anonimo scrive:
    Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi

    La cosa più tragicomica di voi atei
    è l'odio che sprizzate verso la
    religione.Perché cercano, o hanno cercato, tutte di coercire le persone e privarle dei loro diritti fondamentali.Mai abbassare la guardia, basta vedere lo scempio che è stato fatto con la legge sulla procreazione artificiale.
    Non ve ne dovrebbe fregare nulla della
    convinzioni religiose del prossimo ma non
    sopportate una società dove la
    stragrande maggioranza ha un credo di
    qualche tipo.Ci frega della libertà e dei diritti.
    Alla fine vivete in funzione di quello in
    cui non credete.Viviamo anche in funzione di proteggere i nostri diritti, sicuramente non in funzione di seguire banali superstizioni per la quali sono stati fatti gia morti a sufficienza.
  • musketeer scrive:
    Re: razzismo...
    - Scritto da: Terra2


    Per me possono stare A CASA LORO e
    farsi gli

    affari propri tranquillamente con le
    loro

    leggi del piffero che non me ne
    può

    fregare di meno se frustano i loro
    ladri,

    lapidano le loro donne o impiccano i
    loro

    assassini.

    Ottimo... puoi cominciare a fare la tua
    parte cercando di non appoggiare politici e
    governi che vanno a romperre le palle a casa
    loro... Più saranno felici nel loro
    paese meno avrai il..........Stiamo appoggiando la ricostruzione (non rompendo le palle) per te forse stavano meglio con Saddam vero?!==================================Modificato dall'autore il 09/09/2004 15.43.17
  • Anonimo scrive:
    Re: per nicola e altri filo musulmani
    - Scritto da: Anonimo
    A parte che dovremmo finirla con il razzismoio non lo chiamo razzismo ma sopravvivenza
    (perche' tale e', poi per carita', se ne
    puo' anche andar fieri) del "si riproducono
    come topi", se proprio siete tanto
    preoccupati mettetevi a far figli e
    smettetela di seminare pericolosi
    allarmismi.per sottovalutare gli allarmismi le due torri non ci sono piu.
    La Francia dimostra che esiste una strada
    praticabile per l'integrazione, basta
    volerla percorrere.ahahaah mai preso il metro di parigi di notte o girare per certe strade, non c'è paragone con l'italia li sono conciati molto peggio.Inoltre il mulsumano e una bomba ad orologeria, come da cronaca recente, quando le cose gli vanno male invece di darsi all'alcol, si depila mette nella macchina una cofanata di butan gas e si fa esplodere davanti al comune.
    Se penso a qualcuno che mi ha imposto di
    adeguarmi ai suoi simboli e ai suoi riti qui
    in Italia, non vi sovviene un solo
    musulmano, mentre mi vengono alla mente
    parecchi cattolici (sono un non credente).

    Nicolabe nicola nessuno mi sembra ti ha rapito lapidato, sgozzato per non aver seguito quelle imposizioni, prova a fare lo stesso non dico in iraq ma nella evoluta arabia saudita e poi ne riparliamo.by
  • Anonimo scrive:
    Re: Sarò malato ma quasi li capisco...

    Ma dov'è un talebano quando serve?a guantanamo
  • Hydargos scrive:
    Sono stato in Iran...
    ...qualche anno fa.Mi sono trovato benissimo.Persone squisite, disponibilissime e gentili.Peccato che alla dogana, durante l'ispezione dei bagagli, mi hanno sequestrato la Bibbia che portavo con me in valigia in quanto "libro non gradito".Fate vobis.
  • Terra2 scrive:
    Re: ancora per poco
    - Scritto da: Anonimo
    internet e la libertà non possono
    essere fermate.. probabilmente già la
    generazione futura sarà diversa.molto diversa... adesso puoi reclutare pazzi assassini disposti a farsi saltare in aria, in qualsiasi parte del pianeta e senza muoverti da casa :)
  • Terra2 scrive:
    Re: razzismo...

    Per me possono stare A CASA LORO e farsi gli
    affari propri tranquillamente con le loro
    leggi del piffero che non me ne può
    fregare di meno se frustano i loro ladri,
    lapidano le loro donne o impiccano i loro
    assassini.Ottimo... puoi cominciare a fare la tua parte cercando di non appoggiare politici e governi che vanno a romperre le palle a casa loro... Più saranno felici nel loro paese meno avrai il "problema" di vederteli in casa tua.
    Però se vengono a casa mia si
    adeguano ed anche velocemente.Pienamente daccordo, è l'ospite che deve adattarsi non il contrario... Ma sarebbe anche meraviglioso se noi, rispettando la *nostra* costituzione (che concede la piena libertà di professare qualsiasi religione) non rompessimo le palle agli stranieri che vengono qui imponendo la nostra religione o come in francia, proibendo l'uso di un innocuo velo per coprire i capelli.
  • Anonimo scrive:
    Re: il culto delle immagini
    - Scritto da: flavio05

    - Scritto da: Anonimo



    se quello che afferma Flavio fosse
    vero, mi

    domanderei chi ha fatto i vari dipinti

    arabi.

    8 marzo 2001, vallata di Bamyan
    non ti ricorda qualcosa a proposito della
    violenza iconoclasta dei talebani (due
    statue di Buddha abbattute...)?

    e i talebani sono proprio integralisti con
    la "I" maiuscola che hanno un kalashnikov al
    posto del cervello.

    Flavio
    Flavio, purtroppo qui il livello medio degli interventi sconsiglia l'uso di parole troppo difficili come iconoclasta
  • Anonimo scrive:
    Re: Presto porteranno qua tutto questo

    Tu che alternativa proponi, un comodo
    sterminio di massa?

    NicolaNon sono lo stesso di prima, ma una proposta ce l' ho ed è anche molto semplice ed indolore...ogniuno se ne sta a casa sua con le sue leggi, usanze e convinzioni.Niente conflitti, niente incomprensioni e ci si vede in vacanza al clubmed...no eh?Va bhe pazienza.p.s.se è un problema di soldi possono sempre rivolgersi ai loro sceicchi pluri-milionari invece che a noi.
  • Anonimo scrive:
    Re: Con che coraggio poi ... e noi?
    Già, con che coraggio.... E noi? E noi poveri trentenni costretti a prendere il treno ogni mattina per venire a Milano Lambrate a lavorare... E noi? che viaggiamo con più extra comunitari che altri (ma dove sono finiti gli italiani a Milano????)....E noi? che magari ci capitano pure dei superiori stranieri incapaci ma che non ci possiamo far nulla....E noi? che viviamo nell'incubo di attentati, degli aerei e, perchè no, pure dei treni...E noi? che l'unico sfogo ce l'abbiamo la domenica uscendo a fare un giro in moto ad osservare questo mondo che si trasforma intorno a noi (con tutti sti diesel che sbuffano davanti)...E noi? E noi?.... dove siamo finti? Riusciremo a stare uniti?.... si direbbe di no dalle risposte a questo forum........ e noi.... non ci resta che attendere la nostra fine... :(
  • Anonimo scrive:
    Re: un classico!
    rimescolamento della carte in tavola alla sa comunistasa per evitare di affrontare gli argomenti e fare cortina fumogena a manetta
  • Anonimo scrive:
    Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi
    - Scritto da: Anonimo

    A *casa tua* nessuno ti impedisce di

    foderare la casa di crocefissi, neanche
    in

    Arabia Saudita. Converrai però
    che lo

    stato italiano non è *casa tua*.

    Sbagliato, lo stato Italiano è ANCHE
    casa mia, invece lo stato Italiano NON E'
    ANCHE la casa di chi viene da fuori a meno
    che non decida di seguirne le leggi e
    RISPETTARE usanze costumi e tradizioni.Visto che l'Italia non e' una dittatura della maggioranza, ma una democrazia liberale, e' bene sapere che la democrazia liberale si fonda sul rispetto e sulla garanzia delle minoranze, in modo particolare nel campo delle libertà civili, libertà di pensiero in primis. Lo Stato che fa ufficialmente propria una religione, non importa quanto diffusa, non è una democrazia liberale ma, a seconda del grado di discriminazione dei non appartenenti al culto ufficiale, un ibrido che inclina verso lo Stato confessionale o teocratico.Solo così si realizza il fondamentale principio dell?uguaglianza previsto dall?art. 3 Cost., per il quale «Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali». Se l?effettiva attuazione di questo principio dovesse dipendere dall?appartenenza al gruppo maggioritario, ogni uguaglianza svanirebbe.
  • Anonimo scrive:
    ancora per poco
    internet e la libertà non possono essere fermate.. probabilmente già la generazione futura sarà diversa.
  • Anonimo scrive:
    Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi ...
    - Scritto da: apo
    Per quanto riguarda i crocifissi nelle
    scuole, ti dico che a me non me ne frega
    niente, nel senso che se c'e' o non c'e' non
    mi cambia la vita. Idem ospedali ecc.,
    però non puoi negare che puoi trovare
    riferimenti alla religione Cristiana in
    molti particolari delle nostre città:
    esempio le classiche madonnine a cui molte
    persone portano iceri, i cimiteri con le
    croci e immagini sacre, le stesse chiese,
    anche di epoca romanica, la maggioranza dei
    dipinti artistici che trovi anche nei musei
    e quindi non in luoghi di culto, le croci
    sulle cime delle montagne costruite dagli
    alpinisti, le nicchie che trovi nelle
    abitazioni più datate con affreschi
    della Madonna o di Gesu o quant'altro, e la
    lista può continuare ancora.
    Quindi non puoi non dirmi che non fanno
    parte della nostra cultura, perchè se
    sei nato e vissuto in Italia, le avrai
    viste anche te.
    E magari da piccolo ti sarai fermato anche
    te a guarda una di quelle classiche croci
    montane mentre ti fermavi a bere nelle
    fontane.Fammi capire come il fatto che i simboli di una religione siano frequenti sia nella cultura storica del paese che nel paesaggio, sia motivo per mettere tali simboli anche in scuole ed ospedali dello stato. Che ci siano tante madonne e croci, che vuol dire, che ne dobbiamo mettere ancora un po' nelle scuole? Che ne dobbiamo mettere anche in piscina e nei cessi? E questo che vogliamo? O vogliamo Stato e Chiesa separati, cosi come vogliamo Stato e Islam separati?Dici che a te se c'e' il crocefisso o no nelle scuole non cambia nulla. Perche' a me si? Perche' sotto quel simbolo sono state commesse stragi di eretici, crociate e stermini di altre civiltà, caccia alle streghe e torture, persecuzione della libertà di pensiero e del progresso della conoscenza. Nel Novecento è stato impugnato da tutti i regimi fascisti d?Europa e sud America, con cui la chiesa cattolica si è regolarmente compromessa per ottenerne in cambio potere e privilegi.Sotto quel simbolo si combattono ancor oggi battaglie ideologiche tutt?altro che universalmente condivise: l?opposizione al riconoscimento dei diritti civili degli omosessuali, l?opposizione alla diffusione del preservativo per contrastare l?AIDS, l?opposizione alla contraccezione come strumento di maternità responsabile e ovviamente alle legislazioni che hanno legalizzato l?aborto, l?opposizione al divorzio civile e alla ricerca sugli embrioni.E poi, ci dici che la cultura italiana e' legata alla religione. Vero anche pero' che la cultura italiana e' legata anche al laicismo, all'illumunismo, allo scetticismo, ad un umanesimo che non ha messo croci o cerchi o quadrati o banane d'ovunque per ricordare agli adepti che esiste qualcosa (chissa' perche' poi i fedeli avranno sempre da doversi ricordare della religione se hanno dio dentro di se').Questa cultura italiana umanista che tu dimentichi, ha posto nei cervelli una certa diffidenza per chi a spese mie nelle scuole del mio stato, negli ospedali del mio stato, negli uffici del mio stato, continua a porsi come paladino di una religione che si e' macchiata di tanti crimini, religione di molti, ma non di tutti.Visto che l'Italia non e' una dittatura della maggioranza, ma una democrazia liberale, e' bene sapere che la democrazia liberale si fonda sul rispetto e sulla garanzia delle minoranze, in modo particolare nel campo delle libertà civili, libertà di pensiero in primis. Lo Stato che fa ufficialmente propria una religione, non importa quanto diffusa, non è una democrazia liberale ma, a seconda del grado di discriminazione dei non appartenenti al culto ufficiale, un ibrido che inclina verso lo Stato confessionale o teocratico.Solo così si realizza il fondamentale principio dell?uguaglianza previsto dall?art. 3 Cost., per il quale «Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali». Se l?effettiva attuazione di questo principio dovesse dipendere dall?appartenenza al gruppo maggioritario, ogni uguaglianza svanirebbe.
  • soulista scrive:
    Re: Sarò malato

    bisogna sapere stare con gli altri,
    altrimenti si sta a casa...:(se ti sforzi di stare con gli altri fai del male a te stesso... Se hai la pulsione di fare del male agli altri forse vuol dire che nella tua vita ti sei troppo represso!
  • Anonimo scrive:
    Re: Sarò malato ma quasi li capisco...
    -
    Non avreste anche voi la sottile tentazione
    di infilargli in gola la pizza bollente,
    magari senza arrotolarla e magari con tutto
    il piatto?
    Ma dov'è un talebano quando serve? Certo che sei malato! Una pizza bollente in gola? Dopo che la hai pagata? Io la pizza la mangio, un calcio nelle palle è molto più indicato!
  • flavio05 scrive:
    Re: Aprirsi un po', no eh?
    - Scritto da: Anonimo
    Ma chi ha detto che la nostra civiltà
    è quella giusta?appunto... e chi l'ha detto? Di certo è giusta a casa nostra.Le due civiltà sono così diverse l'una dall'altra che non appena si sfiorano fanno subito scintille.E, ci tengo a sottolinearlo, i più intolleranti e razzisti sono proprio loro, gli islamici! Qui da noi nessuno impedisce ad un islamico di fare proselitismo o ad un cristiano di convertirsi all'islam ma provate a diffondere il cristianesimo in un paese musulmano. Certi comportamenti nei loro paesi sono considerati dei veri e propri crimini a volte puniti con la pena capitale.Inoltre per un musulmano noi siamo considerati semplicemente degli "infedeli", inferiori e indegni rivelando quindi anche una buona dose di puro e semplice razzismo.Flavio
  • Anonimo scrive:
    Re: per un Un ateo italiano
    - Scritto da: Anonimo

    Un ateo italiano

    dove lavoro ne vedo molti di atei come te
    entrano tranquilli, poi quando passa il
    prete per l'estrema unzione e nelle loro
    stanze che si ferma di piu.Per cercare di convincerli e dargli l'estrema unzione anche contro la loro volontà, immagino.

    by ateo italiano lo sarai fino in fondo
    • Anonimo scrive:
      Re: per un Un ateo italiano
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo


      Un ateo italiano



      dove lavoro ne vedo molti di atei come
      te

      entrano tranquilli, poi quando passa il

      prete per l'estrema unzione e nelle loro

      stanze che si ferma di piu.

      Per cercare di convincerli e dargli
      l'estrema unzione anche contro la loro
      volontà, immagino.
      se ti va di pensarla cosi sei libero, infondo ora ti credi immortale, se tu fossi presente quando il nostro prete esce dalle loro stanze mentre ha gli occhi umidi cambieresti idea, vedere la serenità nei volti di questi exatei mentre si incamminano verso l'ultima soglia, ma cosa puoi capire sei solo un povero ateo.by



      by ateo italiano lo sarai fino in fondo
      • Anonimo scrive:
        Re: per un Un ateo italiano
        - Scritto da: Anonimo
        se ti va di pensarla cosi sei libero,
        infondo ora ti credi immortale,Ma chi? I credenti casomai...
        se tu fossi
        presente quando il nostro prete esce dalle
        loro stanze mentre ha gli occhi umidi
        cambieresti idea, vedere la serenità
        nei volti di questi exatei mentre si
        incamminano verso l'ultima soglia, ma cosa
        puoi capire sei solo un povero ateo.Razzismo...
      • Anonimo scrive:
        Re: per un Un ateo italiano

        se ti va di pensarla cosi sei libero,
        infondo ora ti credi immortale, se tu fossi
        presente quando il nostro prete esce dalle
        loro stanze mentre ha gli occhi umidi
        cambieresti idea, vedere la serenità
        nei volti di questi exatei mentre si
        incamminano verso l'ultima soglia, ma cosa
        puoi capire sei solo un povero ateo.
        seee... se uno di quei corvacci neri si fa vedere al mio capezzale gliene dico tante che esce piangendo come una fontana, altro che occhi umidi! :D
  • Anonimo scrive:
    Re: per un Un ateo italiano

    Un ateo italianodove lavoro ne vedo molti di atei come te entrano tranquilli, poi quando passa il prete per l'estrema unzione e nelle loro stanze che si ferma di piu.by ateo italiano lo sarai fino in fondo
  • Anonimo scrive:
    Re: Presto porteranno qua tutto questo
    - Scritto da: Anonimo
    Tu non vuoi parlare di razzismo
    perchè forse non hai mai avuto a che
    fare con loro. Io non lo ero, poi lo sono
    diventato col tempo. E' difficile parlare di
    integrazione con chi non ne vuol sapere.
    Quanto tuo figlio di 4 anni torna dall'asilo
    dicendo:
    Quel bimbo mussulmano mi ha detto:
    - ai cristiani bisognerebbe tagliargli il
    collo.
    - quando saremo 50 + 1 te lo faremo vedere
    noi.
    Cavolo a 4 anni sono stati istruiti bene.
    Continuiamo così, facciamo finta di
    niente, integriamoci con loro caro Nicola,
    seguiamo la Francia.Non ho detto che l'integrazione sarebbe un processo semplice e lineare, "loro" sono sicuramente tentati dalle sirene del fondamentalismo, ma la discriminazione non farebbe (e lo sta gia' facendo) altro che spingerli verso quella sponda.Tu che alternativa proponi, un comodo sterminio di massa?Nicola
  • Anonimo scrive:
    Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi
    - Scritto da: Anonimo
    La cosa più tragicomica di voi atei
    è l'odio che sprizzate verso la
    religione.Odioare qualcuno o qualcosa non rende una persona ipocrita o tragicomica. Anche se molti disprezzano la religione, cio' non rende un ateo meno coerente con se stesso.
    Non ve ne dovrebbe fregare nulla della
    convinzioni religiose del prossimoInfatti, delle altrui religioni non ce ne frega nulla, mi frega pero' quando i credenti si intromettono in cose quali la mia liberta' in merito a:- procreazione- educazione- leggi dello statoTenetevi fuori da ospedali, scuole e parlamento, e poi adorate cio che vi pare.
    Alla fine vivete in funzione di quello in
    cui non credete.Non hai detto nulla.
  • Anonimo scrive:
    Re: razzismo...

    Quello che vuole la maggior parte delle
    persone del pianeta è semplicemente.
    vivere in pace con la propria famiglia,
    avere figli e soprattutto, nessuno che venga
    a rompere loro le palle dettando leggi che
    nulla hanno a che fare con la loro cultura.
    E gli arabi (e gli islamici) non sono da
    meno!Per me possono stare A CASA LORO e farsi gli affari propri tranquillamente con le loro leggi del piffero che non me ne può fregare di meno se frustano i loro ladri, lapidano le loro donne o impiccano i loro assassini.Però se vengono a casa mia si adeguano ed anche velocemente.
  • Anonimo scrive:
    Re: ciò dimostra che ...
    - Scritto da: Sparrow
    i telefoni (ni) dovrebbero servire SOLO per
    telefonare !Quindi niente rubrica, niente messaggi, niente suonerie, neinte sveglia, niente calendario?Bene ma se uno vuole fare qualcosa di meglio di un telefono e un altro lo vuole comprare, la cosa ti disturba tanto? Non li comprare.Non dettare legge su cio' che deve o non deve esistere.
    Quella dei fotofonini è un'emerita
    cazzata inventata dai produttori per vendere
    a prezzi esorbitanti fotocamere da mezzo
    mpixel !Pazienza. Il consumatore e' libero di non comprare.
    D'altra parte per i Sauditi l'immagine
    è molto più tutelata che da
    noi, e hanno anche ragione in un certo
    senso. Però poi dico all'Arabia,
    perchè non vietate anche le
    fotocamere ? Perche' quando fai il gesto di scattare una foto con una fotocamera, tutti se ne accorgono, una macchina fotografica a forma di telefono da indubbiamente meno nell'occhio.
  • Anonimo scrive:
    Re: Aprirsi un po', no eh?




    ecco... sintetico... ma chiaro no?



    come programmatore non vali una mazza...
    fammi indovinare: Microsoft?
    lol
  • Anonimo scrive:
    Re: Presto porteranno qua tutto questo
    - Scritto da: Anonimo

    Perchè invece di lanciare bombe
    intelligenti non lanciamo super-bombe
    ignoranti e li sterminiamo una volta per
    tutti?
    HI HITLER!Si scrive "Heil Hitler", non occorre neanche fabbricarle le bombe ignoranti, basterebbe lanciare quelli come te.Siete l'equivalente occidentale degli estremisti islamici, sebbene loro abbiano l'aggravante di essere spesso istruiti.Tra l'altro chiedo al moderatore se sia il caso di lasciare un messaggio del genere, ricordo che per fortuna in Italia l'apologia del nazismo e del fascismo e' ancora un reato.Nicola
  • flavio05 scrive:
    Re: il culto delle immagini
    - Scritto da: Anonimo

    se quello che afferma Flavio fosse vero, mi
    domanderei chi ha fatto i vari dipinti
    arabi.8 marzo 2001, vallata di Bamyannon ti ricorda qualcosa a proposito della violenza iconoclasta dei talebani (due statue di Buddha abbattute...)?e i talebani sono proprio integralisti con la "I" maiuscola che hanno un kalashnikov al posto del cervello.Flavio
  • Anonimo scrive:
    Re: noi invece costantino
    - Scritto da: Anonimo
    noi sì che siamo avanti.
    alle feste di addio al celibato non solo si
    fanno le foto ma magari un bel filmato con
    costantino che invita a provare le sue parti
    intime.
    questa è democrazia, forza,
    esportiamola a cannonate!
    claudioNoi chi?
  • Anonimo scrive:
    Re: Ipocrisia

    Certo che questi qui come ipocrisia riescono
    a battere anche i cattolici...quelli non li batte nessuno
    Gran brutta cosa la religione: focolaio di
    estremismi pericolosi.la religione e' l'oppio dei popoli, mai proverbio fu piu' azzeccato, eppure l'oppio e' illegale e la religione no (almeno, non tutte e non dappertutto)e' discriminazione, ecco!
  • Anonimo scrive:
    Re: Presto porteranno qua tutto questo
    Cioè?
  • Alessandrox scrive:
    Re: Ipocrisia
    - Scritto da: oscarfc
    E caro Pietrino, probabilmente a causa di
    altre tue faccende empiree, hai tralasciato
    gli studi storici, altrimenti ti saresti
    accorto che al contrario delle religioni
    nessuna ideologia politica, perquanto
    dominante e pervasiva, ha superato in durata
    i 100 anni, senza entrare in crisi e subire
    attacchi profondi tali da mutarla o
    sconfiggerla. Mhhh....In verita' crisi, attacchi profondi e mutazioni ne hanno subito anche le religioni e anche abbastanza presto dopo la loro "fondazione".La differenza sta nel fatto che le religioni non si annientano ma si trasformano e si suddividono, generando se possibile ancora piu' confusione.Inoltre mentre le ideologie riguardano nascono da un ragionamento intellettuale coinvolgendo poi quella emotiva, le religioni nascono da quella emotiva investendo poi anche quella intellettuale.IMHO.
  • Marlenus scrive:
    Re: Aprirsi un po', no eh?
    - Scritto da: HellBoy
    "la tolleranza è un evidente segno di
    intelligenza" mi permetto di aggiungere io;Bella frase fatta.Dove finisce la tolleranza e comincia la schiavitù?I ladri potrebbero sostenere che devi tollerare la loro scelta di vita, che è una cultura millenaria che si basa su un modo diverso di vedere la proprietà.Una società basata sulla schiavitù potrebbe sostenere che gli schiavi sono contenti così, che non hanno conosciuto altro modo di vivere e che questa è una delle culture più antiche del mondo, che ha dato al mondo la civiltà greca e la civiltà romana. E che deve essere tollerata per queste ragioni, che chi non la tollera è razzista.La superficialità di queste discussioni spesso mi sconcerta. Ancor di più l'incapacità di comprendere che su questa strada si finisce per tornare alle bande e alla legge del più forte.Che diventa civiltà qualunque banda sufficientemente forte da imporre il suo modo di vedere il mondo come una "cultura diversa".
  • Anonimo scrive:
    Re: il culto delle immagini
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: flavio05

    ricordiamoci che l'Islam vieta il culto

    dell'immagine perciò non è

    ammessa la raffigurazione dell'immagine

    umana. E questo non può avvenire
    in

    nessuna forma e con nessun mezzo, si
    tratti

    di videofonini, telecamere, macchine

    fotografiche, matite, pennelli, ecc...



    "solo Dio può dare volto
    all'uomo"



    con questo si spiega come mai siano

    così "scontrosi" (è un

    eufemismo... lo so) davanti a una
    innocente

    macchina fotografica.



    Flavio



    Non si sembra che televisione o telegiornali
    arabi applichino questa regola. Due pesi e
    due misure?se quello che afferma Flavio fosse vero, mi domanderei chi ha fatto i vari dipinti arabi.
  • Alessandrox scrive:
    Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi
    - Scritto da: Anonimo
    Appunto. Vuoi ridurre l'Italia così,
    con il benestare del Vaticano? Su un NG
    (it.cultura.cattolica o
    it.cltura.religioni.cristiani, non ricordo)
    c'era uno che si lamentava del fatto che non
    lo avevano fatto entrare a p.za San Pietro
    con i pantaloni lunghi fino al ginocchio.
    Secondo i guardiani erano "indecenti". Beh non ti sbagliare... entrare in P.zza S.pietro e' come entrare nella chiesa dove comada il parroco... il Parroco dei Parroci... e scusa se e' poco.
    Saresti un po' meno d'accordo con me,
    probabilmente, sul fatto che proibirei
    qualsiasi intervento religioso (battesimo,
    circoncisione o altro) fino ai 14 anni.Assolutamnente...Che in fondo era poi l' usanza dei primi cristiani.Anzi per loro dovevano proprio essere adulti (anche se non so con esattezza quando si era adulti a quell' epoca).
  • Anonimo scrive:
    Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi
    La cosa più tragicomica di voi atei è l'odio che sprizzate verso la religione.Non ve ne dovrebbe fregare nulla della convinzioni religiose del prossimo ma non sopportate una società dove la stragrande maggioranza ha un credo di qualche tipo.Alla fine vivete in funzione di quello in cui non credete.
  • Anonimo scrive:
    Re: il culto delle immagini
    - Scritto da: flavio05
    ricordiamoci che l'Islam vieta il culto
    dell'immagine perciò non è
    ammessa la raffigurazione dell'immagine
    umana. E questo non può avvenire in
    nessuna forma e con nessun mezzo, si tratti
    di videofonini, telecamere, macchine
    fotografiche, matite, pennelli, ecc...

    "solo Dio può dare volto all'uomo"

    con questo si spiega come mai siano
    così "scontrosi" (è un
    eufemismo... lo so) davanti a una innocente
    macchina fotografica.

    Flavio
    Non si sembra che televisione o telegiornali arabi applichino questa regola. Due pesi e due misure?
  • Anonimo scrive:
    Re: noi invece costantino

    E buttiamo gli scooter dagli spalti degli
    stadi, e magari sotto c'è il padre di
    famiglia cor pupo.Infatti la legge italiana lo permette.
  • Anonimo scrive:
    Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi
    -
    Tanto per cominciare, gli integralisti in
    Iraq ci sono adesso, perchè quando
    c'era Saddam Hussein neanche fiatavano
    (così come non fiatava nessuno che
    non fosse gradito a quel dittatore), forse
    ti sei dimenticato che i leader musulmani lo
    chiamavano "l'ateo di Baghdad".
    Dimenticavo:in secondo luogo, in Francia ed in Turchia i movimenti laicisti erano autoctoni, non "importati".Infine, non vedo che cosa abbia a che fare con l'illuminismo un fondamentalista cristiano che balbetta in continuazione "Dio è con noi" e che ha avuto il coraggio (e l'ignoranza) di dire che un ateo non può essere un patriota, dimenticandosi che molti tra i padri fondatori del suo paese erano massoni.
    • Alessandrox scrive:
      Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi
      - Scritto da: Anonimo

      Tanto per cominciare, gli integralisti
      in

      Iraq ci sono adesso, perchè
      quando

      c'era Saddam Hussein neanche fiatavano

      (così come non fiatava nessuno
      che

      non fosse gradito a quel dittatore),
      forse

      ti sei dimenticato che i leader
      musulmani lo

      chiamavano "l'ateo di Baghdad".
      Dimenticavo:
      in secondo luogo, in Francia ed in Turchia i
      movimenti laicisti erano autoctoni, non
      "importati".
      Infine, non vedo che cosa abbia a che fare
      con l'illuminismo un fondamentalista
      cristiano che balbetta in continuazione "Dio
      è con noi" e che ha avuto il coraggio
      (e l'ignoranza) di dire che un ateo non
      può essere un patriota,
      dimenticandosi che molti tra i padri
      fondatori del suo paese erano massoni.Il che non significa ATEIPoi concordo con il resto
  • flavio05 scrive:
    il culto delle immagini
    ricordiamoci che l'Islam vieta il culto dell'immagine perciò non è ammessa la raffigurazione dell'immagine umana. E questo non può avvenire in nessuna forma e con nessun mezzo, si tratti di videofonini, telecamere, macchine fotografiche, matite, pennelli, ecc..."solo Dio può dare volto all'uomo"con questo si spiega come mai siano così "scontrosi" (è un eufemismo... lo so) davanti a una innocente macchina fotografica.Flavio
  • Anonimo scrive:
    Re: Interessante....

    Fahrenheit 9/11 avete notato la maniera in cui moore viene avvicinato dai servizi segreti mentre girava filmati davanti all'ambasciata saudita ?'salve, ci scusi, ci chiedevamo che cosa stesse filmando... ah e' per un documentario... ci scusi e' solo per una questione di sicurezza... ok, tutto a posto... buona giornata...' (tutto senza neanche una manata alla telecamera...)Chissa' che invidia staffelli ;-))
  • Anonimo scrive:
    Re: la macchina fotografica si puo' usar
    - Scritto da: Anonimo
    perchè non riesco a capire bene
    (scusate l'ignoranza sulle tradizioni di
    quel paese) che differenza c'è fra un
    fotofonino usato per fare le foto e una
    macchina fotografica.Non c'e' differenza: i primi gg che ero negli emirati giravo con una macchina fotografica al collo e una guardia privata in un centro commerciale mi ha fatto notare che non era il caso che io la esponessi cosi' vistosamente, cosi' sono entrato in un negozio, ho comprato uno zainetto e ce l'ho infilata dentro.
  • Anonimo scrive:
    Re: E qualcuno si scandalizza...
    - Scritto da: Anonimo
    ...se qualcun'altro afferma che la nostra
    è una cultura superiore!

    Mah!San Gennaro? Le madonne che piangono? Padre Pio?Bella cultura!
    • Anonimo scrive:
      Re: E qualcuno si scandalizza...

      San Gennaro? Le madonne che piangono? Padre
      Pio?
      Bella cultura!In effetti in Italia è pieno di gente che è stata linciata per aver fotografato l'icona di San Gennaro...
      • Anonimo scrive:
        Re: E qualcuno si scandalizza...
        - Scritto da: Anonimo
        Davvero?
        E quando sarebbe successo?Era apparso su un trafiletto un po' di tempo fa... vedo di recuperare l'articolo su google.
        E la polizia avrebbe dato ragione ai
        linciatori nel caso la cosa fosse vera?
        Perchè secondo te nei paesi arabi la polizia dà ragione ai linciatori? Ma chi sei? Un fan di Oriana Fallaci?
        La superstizione in Italia è
        individuale, non è imposta dallo
        stato e non prevede di linciare persone che
        non la condividono. Cogli la differenza?
        Idem come sopra. Quanto alle superstizioni di stato, che cosa mi dici dei crocefissi appesi nelle scuole?
        • Anonimo scrive:
          Re: E qualcuno si scandalizza...

          - Scritto da: Anonimo

          Davvero?

          E quando sarebbe successo?
          Era apparso su un trafiletto un po' di tempo
          fa... vedo di recuperare l'articolo su
          google.

          E la polizia avrebbe dato ragione ai

          linciatori nel caso la cosa fosse vera?


          Perchè secondo te nei paesi arabi la
          polizia dà ragione ai linciatori? Ma
          chi sei? Un fan di Oriana Fallaci?Quando lo stato non condanna certi atti nonostante la legge lo preveda, significa che la legge è solo di facciata.

          La superstizione in Italia è

          individuale, non è imposta dallo

          stato e non prevede di linciare persone
          che

          non la condividono. Cogli la differenza?



          Idem come sopra. ?
          Quanto alle superstizioni
          di stato, che cosa mi dici dei crocefissi
          appesi nelle scuole?Pieno di persone linciate per il crocefisso, vero?Ma tu sei sicuro di vivere in Italia?
    • Anonimo scrive:
      Re: E qualcuno si scandalizza...
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo

      ...se qualcun'altro afferma che la
      nostra

      è una cultura superiore!



      Mah!

      San Gennaro? Le madonne che piangono? Padre
      Pio?
      Bella cultura!Ma nessuno ti ammazza se non ci credi.... piccola differenza.
      • Anonimo scrive:
        Re: E qualcuno si scandalizza...
        - Scritto da: Anonimo


        Ma nessuno ti ammazza se non ci credi....
        piccola differenza.Neanche in Arabia Saudita se è per questo: il Corano lo proibisce. Ti vuoi trasferire lì adesso che lo sai? :)
        • Alessandrox scrive:
          Re: E qualcuno si scandalizza...
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo






          Ma nessuno ti ammazza se non ci
          credi....

          piccola differenza.

          Neanche in Arabia Saudita se è per
          questo: il Corano lo proibisce. Ti vuoi
          trasferire lì adesso che lo sai? :)Si ma devi ***comportarti*** come se ci credessi. Senno' sei morto.Cosa cambia allora?
  • Anonimo scrive:
    la macchina fotografica si puo' usare??
    perchè non riesco a capire bene (scusate l'ignoranza sulle tradizioni di quel paese) che differenza c'è fra un fotofonino usato per fare le foto e una macchina fotografica.
  • Anonimo scrive:
    Re: Con che coraggio poi ...
    Quoto in pieno.
  • Anonimo scrive:
    Re: Presto porteranno qua tutto questo
    - Scritto da: Anonimo
    Quel bimbo mussulmano mi ha detto:
    - ai cristiani bisognerebbe tagliargli il
    collo.
    - quando saremo 50 + 1 te lo faremo vedere
    noi.
    Cavolo a 4 anni sono stati istruiti bene.A me i bambini cristiani dicevano di peggio.E pure i genitori, allo stadio.Gli zii d'America, invece, sono passati ai fatti.
  • Anonimo scrive:
    Re: Presto porteranno qua tutto questo
    - Scritto da: Anonimo

    A parte che dovremmo finirla con il
    razzismo

    E perchè mai?
    E' un'ideologia che merita tanto rispetto
    quanto la tua!E' una ideologia priva di fondamento, quindi falsa.
  • Anonimo scrive:
    Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi
    - Scritto da: shevathas
    noi europei abbiamo imparato col sangue che
    è meglio separare la religione
    (qualunque essa sia, anche quella della "dea
    ragione") dallo stato, perchè non
    dovremmo insegnarlo anche agli altri? o
    è meglio che anche loro passino tutto
    quello che abbiamo passato noi ?
    Dubito che sia possibile fare altrimenti. Guarda com'è stata imposta la laicità in Turchia!
    ma di certo non venivano lapidate per atti
    contrari alla
    castità, in secondo
    luogo prova ad entrare in minigonna in una
    qualsiasi moschea,
    Prova ad entrare con una minigonna in chiesa! Pensi ti lascino entrare?
    e se i genitori di ofena avessero chiesto di
    mandare i figli in una scuola solo con
    cattolici cosa avresti detto ?Purtroppo per i figli la Costituzione permette ai genitori di scegliere scuole private.
    e cosa pensi della classe per soli islamici
    di milano?Idea balzana. In Italia le classi sono miste per sesso e per religione. Inoltre classi del genere non favoriscono certo l'integrazione. Non ti sta bene che tua figlia sia compagna di banco di un maschietto o di un cristiano? Ti apri una scuola come piace a te "senza oneri per lo stato" (cost. it. art. 33)
    • shevathas scrive:
      Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi

      Dubito che sia possibile fare altrimenti.
      Guarda com'è stata imposta la
      laicità in Turchia!
      e allora cosa c'è di male a farlo anche, ad esempio, in iraq
      Prova ad entrare con una minigonna in
      chiesa! Pensi ti lascino entrare?
      in chiesa si entra vestiti come piace al parroco, fuori puoi girare come ti pare.prova a girare in mini a riad o a teheran
      Idea balzana. In Italia le classi sono miste
      per sesso e per religione. Inoltre classi
      del genere non favoriscono certo
      l'integrazione. Non ti sta bene che tua
      figlia sia compagna di banco di un
      maschietto o di un cristiano? Ti apri una
      scuola come piace a te "senza oneri per lo
      stato" (cost. it. art. 33)su questo sono pienamente d'accordo
      • Anonimo scrive:
        Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi
        - Scritto da: shevathas


        e allora cosa c'è di male a farlo
        anche, ad esempio, in iraq
        Tanto per cominciare, gli integralisti in Iraq ci sono adesso, perchè quando c'era Saddam Hussein neanche fiatavano (così come non fiatava nessuno che non fosse gradito a quel dittatore), forse ti sei dimenticato che i leader musulmani lo chiamavano "l'ateo di Baghdad".
        in chiesa si entra vestiti come piace al
        parroco, fuori puoi girare come ti pare.
        prova a girare in mini a riad o a teheran
        Appunto. Vuoi ridurre l'Italia così, con il benestare del Vaticano? Su un NG (it.cultura.cattolica o it.cltura.religioni.cristiani, non ricordo) c'era uno che si lamentava del fatto che non lo avevano fatto entrare a p.za San Pietro con i pantaloni lunghi fino al ginocchio. Secondo i guardiani erano "indecenti".
        su questo sono pienamente d'accordoSaresti un po' meno d'accordo con me, probabilmente, sul fatto che proibirei qualsiasi intervento religioso (battesimo, circoncisione o altro) fino ai 14 anni.
        • shevathas scrive:
          Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi
          Saddam era l'"ateo di bagdad" finquando non era contro gli americani, poi è tornato ad essere un devoto islamico.
          Appunto. Vuoi ridurre l'Italia così,
          con il benestare del Vaticano? Su un NG
          (it.cultura.cattolica o
          it.cltura.religioni.cristiani, non ricordo)in chiesa ti comporti come dice il parroco, fuori dalla chiesa come dice la legge civile
          c'era uno che si lamentava del fatto che non
          lo avevano fatto entrare a p.za San Pietro
          con i pantaloni lunghi fino al ginocchio.
          Secondo i guardiani erano "indecenti". e nei locali dove c'è la clientela selezionata? e i locali in cui senza giacca e cravatta non puoi entrare ?
          Saresti un po' meno d'accordo con me,
          probabilmente, sul fatto che proibirei
          qualsiasi intervento religioso (battesimo,
          circoncisione o altro) fino ai 14 anni.e invece sono d'accordo con te, la religione è, e deve essere un fatto personale, come personale deve essere la scelta di aderirci,non un obbligo sancito dalla legge.
    • Anonimo scrive:
      Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: shevathas


      noi europei abbiamo imparato col sangue
      che

      è meglio separare la religione

      (qualunque essa sia, anche quella della
      "dea

      ragione") dallo stato, perchè non

      dovremmo insegnarlo anche agli altri? o

      è meglio che anche loro passino
      tutto

      quello che abbiamo passato noi ?



      Dubito che sia possibile fare altrimenti.
      Guarda com'è stata imposta la
      laicità in Turchia!


      ma di certo non venivano lapidate per
      atti

      contrari alla

      castità,   in
      secondo

      luogo prova ad entrare in minigonna in
      una

      qualsiasi moschea,



      Prova ad entrare con una minigonna in
      chiesa! Pensi ti lascino entrare?



      e se i genitori di ofena avessero
      chiesto di

      mandare i figli in una scuola solo con

      cattolici cosa avresti detto ?

      Purtroppo per i figli la Costituzione
      permette ai genitori di scegliere scuole
      private.


      e cosa pensi della classe per soli
      islamici

      di milano?

      Idea balzana. In Italia le classi sono miste
      per sesso e per religione. Inoltre classi
      del genere non favoriscono certo
      l'integrazione. Non ti sta bene che tua
      figlia sia compagna di banco di un
      maschietto o di un cristiano? Ti apri una
      scuola come piace a te "senza oneri per lo
      stato" (cost. it. art. 33)E perche' allora non lo fa anche la Chiesa, si apre le sue scuole e abbandona definitivamente le scuole delo Stato italiano?Si badi, le SUE scuole sovvenzionate privatamente e non con le tasse di TUTTI gli italiani. Appunto, "senza oneri per lo stato" (cost. it. art. 33). Predicare bene e razzolare male, antico vizio.
      • Anonimo scrive:
        Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi

        E perche' allora non lo fa anche la Chiesa,
        si apre le sue scuole e abbandona
        definitivamente le scuole delo Stato
        italiano?
        Si badi, le SUE scuole sovvenzionate
        privatamente e non con le tasse di TUTTI gli
        italiani. Appunto, "senza oneri per lo
        stato" (cost. it. art. 33). Predicare bene e
        razzolare male, antico vizio.Ed infatti sono perfettamente d'accordo con te. Non si era capito? Sono sempre l'ateo italiano!
        • Anonimo scrive:
          Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi
          - Scritto da: Anonimo
          Ed infatti sono perfettamente d'accordo con
          te. Non si era capito? Sono sempre l'ateo
          italiano!Senza le firme non si capisce un tubo alle volte :(Noncredente
      • apo scrive:
        Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi

        E perche' allora non lo fa anche la Chiesa,
        si apre le sue scuole e abbandona
        definitivamente le scuole delo Stato
        italiano?
        Si badi, le SUE scuole sovvenzionate
        privatamente e non con le tasse di TUTTI gli
        italiani. Appunto, "senza oneri per lo
        stato" (cost. it. art. 33). Predicare bene e
        razzolare male, antico vizio.Questa cosa mi fa girare le balle pure a me. Ma non è passata, vero? O anche sta volta me l'hanno sbattuto in quel posto senza nemmeno con la supervaselina che non te lo fa sentire?
  • Anonimo scrive:
    Re: Presto porteranno qua tutto questo
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    La barbarie e' alle porte e il mondo
    moderno

    e libero non so quanto potra' resistere

    all'invasione..

    Consiglio la lettura della pagina


    www.google.it/search?q=cache:52WoAfU1KJAJ:www

    dove inizia la frase colorata.
    agghiacciante, ma vero

    Si riproducono come topiO sei tu che hai qualche problemino "la' sotto" :-)
  • HellBoy scrive:
    Re: [Molto OT] Aprirsi un po', no eh?
    - Scritto da: Anonimo


    "la violenza è l'ultimo rifugio
    degli

    incapaci" diceva Asimov, e mi trova

    pienamente d'accordo;

    Veramente era Salvor Hardin. vero, ma chi era che gli scriveva le battute? :)))
  • Anonimo scrive:
    Re: Non a caso erano sauditi
    - Scritto da: Anonimo

    Mah, mi viene in mente il capitano
    dell'Ufficio Armamento presso la caserma
    alpina dove ho prestato servizio militare
    tanti anni fa (crisi petrolifera,
    circolazione con targhe alterne, vi
    ricordate?): "Mah, loro hanno molto
    più petrolio di noi ma noi abbiamo
    molti più carri armati di loro. Che
    aspettiamo a usarli contro quei quattro
    beduini che ricattano il mondo intero con il
    loro oro nero prima che le cose peggiorino
    ancor di più?". Lo disse
    semischerzosamente, però parecchi
    anni dopo ci fu la tragedia delle torri
    gemelle a NY e lo stillicidio continuo di
    morti causato dal fondamentalismo arabo.
    Forse con il mio capitano queste cose non
    sarebbero mai accadute.

    Un vecchio alpinostra lol
  • alexmario scrive:
    Re: Aprirsi un po', no eh?
    - Scritto da: Anonimo
    Dico solo che se uno va a un matrimonio (per
    divertirsi) e poi per 2 foto picchia a
    sangue un altro essere umano, allora questo
    è MALE.Un male se succedesse in Italia.Da loro solo eccessivo, in quanto il discorso ragionevole è chiamare la polizia.
    E fortunatamente nessuno mi ha insegnato
    cosa è BENE e MALE, sono concetti
    già presenti nell'animo umano.
    Il problema è che non ti hanno insegnato che cambiano con il costume.:)No, non quello da bagno... ;)
    Queste sono bestie rabbiose, non esseri
    umani. Indipendentemente da cosa credono.
    L'odio e la violenza sono valori assoluti e
    non giustificabili con nessuna
    argomentazione.Rifiuto questa definizione.Sono perone come noi e come noi sono capaci di cose generose e fantastiche quanto di cose orribili e violente.Esattamente come noi.
  • Tecnomaya scrive:
    Re: noi invece costantino
    - Scritto da: Anonimo
    noi sì che siamo avanti.
    alle feste di addio al celibato non solo si
    fanno le foto ma magari un bel filmato con
    costantino che invita a provare le sue parti
    intime.
    questa è democrazia, forza,
    esportiamola a cannonate!
    claudioE buttiamo gli scooter dagli spalti degli stadi, e magari sotto c'è il padre di famiglia cor pupo.
  • Anonimo scrive:
    noi invece costantino
    noi sì che siamo avanti.alle feste di addio al celibato non solo si fanno le foto ma magari un bel filmato con costantino che invita a provare le sue parti intime.questa è democrazia, forza, esportiamola a cannonate!claudio
  • Anonimo scrive:
    Re: ciò dimostra che ...
    - Scritto da: Sparrow
    i telefoni (ni) dovrebbero servire SOLO per
    telefonare !D'accordo a metà... io ho un telefonino di quelli che servono solo per telefonare, ma vado sempre in giro con una fotocamera compatta da 5 megapixel.
  • Anonimo scrive:
    Re: razzismo...
    Un muro dentro, eretto dagli dei.Barbaro come gli avi miei...http://vil.emotiv.it
  • Anonimo scrive:
    Re: Presto porteranno qua tutto questo
    - Scritto da: Anonimo
    Tu non vuoi parlare di razzismo
    perchè forse non hai mai avuto a che
    fare con loro. Io non lo ero, poi lo sono
    diventato col tempo. E' difficile parlare di
    integrazione con chi non ne vuol sapere.
    Quanto tuo figlio di 4 anni torna dall'asilo
    dicendo:
    Quel bimbo mussulmano mi ha detto:
    - ai cristiani bisognerebbe tagliargli il
    collo.
    - quando saremo 50 + 1 te lo faremo vedere
    noi.
    Cavolo a 4 anni sono stati istruiti bene.
    Continuiamo così, facciamo finta di
    niente, integriamoci con loro caro Nicola,
    seguiamo la Francia.Perchè invece di lanciare bombe intelligenti non lanciamo super-bombe ignoranti e li sterminiamo una volta per tutti?HI HITLER!
  • Terra2 scrive:
    razzismo...
    Che attualmente i paesi islamici pullulino di ca%%oni (razzisti, intolleranti, fanatici, etc...) nessuno lo mette in dubbio.Che vi piaccia o no, questa non è la "cultura araba", la quale, attualmente è andata a farsi friggere esattamente come quella degli scenziati e compositori tedeschi durante il periodo del nazismo o quella rinascimentale durante il fascismo qui in italia.Quello che vuole la maggior parte delle persone del pianeta è semplicemente. vivere in pace con la propria famiglia, avere figli e soprattutto, nessuno che venga a rompere loro le palle dettando leggi che nulla hanno a che fare con la loro cultura. E gli arabi (e gli islamici) non sono da meno!Poi (purtroppo) siete liberi di anche pensare che gli arabi siano bifolchi trogloditi, pazzi sanguinari assetati di sangue cristiano, vampiri succhiasangue, sadici perversi o quello che volete... Ma continuare a pensarla così, provocherà di tutto, tranne che un miglioramento delle vostre condizioni di vita :-)
  • Anonimo scrive:
    Re: Sarò malato ma quasi li capisco...

    Provate voi a passare una serata in pizzeria, con quel
    simpaticone del tavolo accanto che per tutta la serata, con
    cadenza fissa ogni 2 minuti, spedisce un SMS a chissà quale
    altro povero sfigato.
    Con naturalmente l'immancabile "bip-bip" del messaggio di
    risposta ricevuto.Beh io capisco che sia fastidioso, ma impedirglielo mi sembra eccessivo! Basterebbe semplicemente che la gente metta il cellulare silenzioso (o vibrazione) e ci sarebbe meno inquinamento acustico...Impedirgli di usare il cellulare... Beh, allora impediamo anche i bucatini alla amatriciana... lo stesso di fianco dopo che ha mandato l'sms m'ha macchiato la camicia con uno schizzo di sugo...:D
  • Anonimo scrive:
    Re: Sarò malato
    - Scritto da: soulista

    - Scritto da: Anonimo.

    Non avreste anche voi la sottile
    tentazione

    di infilargli in gola la pizza bollente,

    magari senza arrotolarla e magari con
    tutto

    il piatto?

    Ma dov'è un talebano quando
    serve?

    Ti dirò... sono d'accordo con te!
    Un conto comunque é farsi prendere
    dal proprio furore e sfogarsi... nel modo
    che hai detto tu (io approvo sempre le
    reazioni a caldo)bisogna sapere stare con gli altri, altrimenti si sta a casa...:(
  • soulista scrive:
    Re: ciò dimostra che ...
    - Scritto da: Sparrow
    i telefoni (ni) dovrebbero servire SOLO per
    telefonare ! non ti quoto del tutto perchè spero di non essere OTizzato assieme a te....
  • soulista scrive:
    Re: Sarò malato ma quasi li capisco...
    - Scritto da: Anonimo
    Gente pestata per aver "abusato" del
    videofonino?
    Reazione spropositata e incivile dite?
    Mah...
    Provate voi a passare una serata in
    pizzeria, con quel simpaticone del tavolo
    accanto che per tutta la serata, con cadenza
    fissa ogni 2 minuti, spedisce un SMS a
    chissà quale altro povero sfigato.
    Con naturalmente l'immancabile "bip-bip" del
    messaggio di risposta ricevuto.
    Non avreste anche voi la sottile tentazione
    di infilargli in gola la pizza bollente,
    magari senza arrotolarla e magari con tutto
    il piatto?
    Ma dov'è un talebano quando serve?Ti dirò... sono d'accordo con te!Un conto comunque é farsi prendere dal proprio furore e sfogarsi... nel modo che hai detto tu (io approvo sempre le reazioni a caldo), un altro invece é la violenza vigliacca del brancoIl branco é la volontaria regressione dell'uomo a livello di bestia.
  • Anonimo scrive:
    Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi

    Non mi sembra di aver usato le parole
    offensive che stai invece usando tu.Scusami se ti ho offeso, ma imporre simboli religiosi nei locali pubblici a me sembra una forma di intolleranza abbastanza grave.
    Per quanto riguarda i crocifissi nelle
    scuole, ti dico che a me non me ne frega
    niente, nel senso che se c'e' o non c'e' non
    mi cambia la vita. Idem ospedali ecc.,
    però non puoi negare che puoi trovare
    riferimenti alla religione Cristiana in
    molti particolari delle nostre città:A me guardandoli vengono in mente i massacri che hanno compiuto per poter mettere quei simboli ovunque.
    esempio le classiche madonnine a cui molte
    persone portano iceri, i cimiteri con le
    croci e immagini sacre, le stesse chiese,
    anche di epoca romanica, la maggioranza dei
    dipinti artistici che trovi anche nei musei
    e quindi non in luoghi di culto, le croci
    sulle cime delle montagne costruite dagli
    alpinisti, le nicchie che trovi nelle
    abitazioni più datate con affreschi
    della Madonna o di Gesu o quant'altro, e la
    lista può continuare ancora.Passino i dipinti e le madonnine (tranne quelle che piangono), già NON passano i Cristi in cima ai monti (mi piace l'alpinismo e mi viene il voltastomaco ogni volta che vedo questi scempi architettonici), ma ogni volta che vedo un crocefisso mi viene in mente Giordano Bruno, che si rifiutò di baciarne uno mentre veniva arso sul rogo. E mi viene in mente che fino al X secolo i buoni cristiani usavano crocifiggere i servi ribelli.
    Quindi non puoi non dirmi che non fanno
    parte della nostra cultura, perchè se
    sei nato e vissuto in Italia, le avrai
    viste anche te.Ne ho visti tanti, ne ho visti così tanti che da cattolico praticante sono diventato ateo.
    E magari da piccolo ti sarai fermato anche
    te a guarda una di quelle classiche croci
    montane mentre ti fermavi a bere nelle
    fontane.Mi puoi dire che cosa ci trovi di artistico in quelle schifezze di compensato e plastica che trovi appese nelle scuole?
    La chiesa cattolica ne ha combinate
    più di bertoldo in passato, basta
    pensare al medioevo e all'inquisizione.Beh, vai a vederti il film Magdalene e poi pensa che l'ultimo di questi conventi è stato chiuso nel 1996.
    Non ho messo in discussione questo, ai tempi
    la chiesa aveva un potere politico che non
    gli è dovuto. Oggi non è
    più così, e questo è
    bene.
    Il problema è che, quando accetti il catttolicesimo come elemento costitutivo italiano ci vuole poco a passare alla teocrazia. Pensa alle leggi sulla fecondazione assiastita e al fatto che hanno tolto la teoria dell'evoluzione dai programmi delle medie.
    Vostro di chi? Te pensi di parlare con un
    cellino, vero? Sei proprio cascato male,
    perchè sono proprio di tutt'altra
    parte.Opus Dei? :-)Neocatecumeno? :-))
    Comunque ti rispondo che anche a me sta
    sulle balle non poter entrare in una chiesa
    con i pantaloncini, specie perchè se
    ci entro sono più turista che
    religioso, e il turista non se ne va in giro
    ad agosto con la tunica. Ok, sei tollerante. Ritiro "integralista" e "cattotalebano". Tieni conto che su it.cultura.* c'è gente che si dichiara tollerante e vuole proibire ai propri figli di leggere Harry Potter (è ispirato dal maligno :-) )
    Qui ammetto di aver detto una cazzata, o
    meglio non lo so, e sinceramente non me ne
    frega nulla di andare a vedere le piramidi
    in pantaloncini. Se fosse necessario
    vestirsi in un certo modo mi adeguerei.
    Probabilmente ci andrò, ma non ne ho
    avuto fin'ora l'occasione.
    Però per certo ci sono molte
    limitazioni che in Italia non esistono nei
    paesi arabi. E non dire che non è
    vero.Non dico che non è vero (in Arabia Saudita e in Iran!), ma io sono stato in Marocco, nello Yemen, in Egitto, negli Emirati Arabi Uniti e in Pakistan al seguito di mio padre, che ha lavorato in questi posti. Visto che sono sempre stato trattato benissimo dalla gente di questi posti a volte non mi rendo conto che chi ne parla male spesso non lo fa in malafede.

    OK, ma se si tolgono voglio che sia il
    popolo italiano a decidere questa cosa. Non
    uno che viene da fuori.Vedremo che cosa ne dirà la Corte Costituzionale "in nome del popolo italiano". Ah, per la cronaca: Adel Smith ha cittadinanza italiana.
    Qua onestamente non so cosa risponderti. A
    me sembra che te ti sei sfogato, tra l'altro
    con la persona sbagliata.E' vero, ma non posso pensare che due secoli di tradizione illuministica verranno spazzati via proprio in nome della lotta all'integralismo. Si comincia con le piccole cose, poi...
    Allora, la trave è che ci sono
    problemi ben più gravi che affliggono
    il mondo, non pensare che non li veda.
    Questo thread non parla di problemi gravi.
    Penso che tu l'abbia notato.
    Qui si voleva commentare un articolo. E
    penso che ognuno sia libero di esprimere il
    proprio parere, ovviamente senza offendere
    le altre persone.In effetti ho un tantinello esagerato. Scusa! :$Comunque devo ammettere che la mia reazione all'articolo è stato uno sbuffo divertito... lo stesso che emetto quando vedo le fiumane inneggiare a Padre Pio e a San Gennaro (altro che cultura superiore! C'è da vergognarsi ad essere concittadini di questi!)
    Io penso che oltre a me ci siano molte altre
    persone che mal digeriscono queste continue
    richieste di adeguamento delle nostre
    abitudini per far si che gente ospite nel
    nostro paese si senta come a casa sua.Ahem... veramente io sono italiano... prova a vedere:http://www.uaar.itChe vuoi fare? Togliere la cittadinanza a tutti i non cattolici? In Italia ci sono ebrei, musulmani, atei, agnostici, valdesi, testimoni di Geova, mormoni.
    Se te inviti un ospite a casa, questo
    dovrebbe adattarsi a te e non te a lui. Non
    trovi?
    A *casa tua* nessuno ti impedisce di foderare la casa di crocefissi, neanche in Arabia Saudita. Converrai però che lo stato italiano non è *casa tua*.
    E poi potresti anche firmati!Solo dopo le 17.00 ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi
      Mi intrometto per aggiungere un paio di cose
      A me guardandoli vengono in mente i massacri
      che hanno compiuto per poter mettere quei
      simboli ovunque.Una visione decisamente limitata considerare solo le violenze passate.Ma dato l'astio dimostrato immagino che per te il cristianesimo sia il male in terra.
      Non dico che non è vero (in Arabia
      Saudita e in Iran!), ma io sono stato in
      Marocco, nello Yemen, in Egitto, negli
      Emirati Arabi Uniti e in Pakistan al seguito
      di mio padre, che ha lavorato in questi
      posti. Visto che sono sempre stato trattato
      benissimo dalla gente di questi posti a
      volte non mi rendo conto che chi ne parla
      male spesso non lo fa in malafede.A si? Non ti è mai venuto in mente che se eri donna probabilmente tuo padre non ti avrebbe portato?Probabilmente non ti è neanche venuto in mente che eri trattato bene perchè portavi tanti bei soldini, a meno che non andavi a cena con gli sceicchi, cosa di cui dubito.Sai, non sei l'unico ad aver viaggiato.
      Comunque devo ammettere che la mia reazione
      all'articolo è stato uno sbuffo
      divertito... lo stesso che emetto quando
      vedo le fiumane inneggiare a Padre Pio e a
      San Gennaro (altro che cultura superiore!
      C'è da vergognarsi ad essere
      concittadini di questi!)Io a dire il vero mi vergogno di concitaddini che mancano di rispetto verso le idee degli altri, come hai dimostrato largamente nei tuoi interventi.Per me la gente può adorare Padre Pio o una Pietra Sacra o non credere a niente, ma non mi permetto di giudicarli in base a questo.
      A *casa tua* nessuno ti impedisce di
      foderare la casa di crocefissi, neanche in
      Arabia Saudita. Converrai però che lo
      stato italiano non è *casa tua*.Sbagliato, lo stato Italiano è ANCHE casa mia, invece lo stato Italiano NON E' ANCHE la casa di chi viene da fuori a meno che non decida di seguirne le leggi e RISPETTARE usanze costumi e tradizioni.
      • Anonimo scrive:
        Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi
        - Scritto da: Anonimo
        Mi intrometto per aggiungere un paio di cose
        Una visione decisamente limitata considerare
        solo le violenze passate.
        Ma dato l'astio dimostrato immagino che per
        te il cristianesimo sia il male in terra.
        Oh, non ce l'ho solo con il cristianesimo, tranquillo... ma visto che in Italia ho a che fare con il cristianesimo...

        Non dico che non è vero (in
        Arabia

        Saudita e in Iran!), ma io sono stato in

        Marocco, nello Yemen, in Egitto, negli

        Emirati Arabi Uniti e in Pakistan al
        seguito

        di mio padre, che ha lavorato in questi

        posti. Visto che sono sempre stato
        trattato

        benissimo dalla gente di questi posti a

        volte non mi rendo conto che chi ne
        parla

        male spesso non lo fa in malafede.

        A si? Non ti è mai venuto in mente
        che se eri donna probabilmente tuo padre non
        ti avrebbe portato?
        Probabilmente non ti è neanche venuto
        in mente che eri trattato bene perchè
        portavi tanti bei soldini, a meno che non
        andavi a cena con gli sceicchi, cosa di cui
        dubito.
        Sai, non sei l'unico ad aver viaggiato.
        Mia sorella e mia madre sono sempre state trattate benissimo. Tu dove sei stato?
        Io a dire il vero mi vergogno di
        concitaddini che mancano di rispetto verso
        le idee degli altri, come hai dimostrato
        largamente nei tuoi interventi.Eh già, parlare è una mancanza di rispetto... invece proibire per legge cose che per gli altri sono lecite e benefiche (vedi diagnosi preimpianto degli embrioni) è cultura del rispetto.
        Per me la gente può adorare Padre Pio
        o una Pietra Sacra o non credere a niente,
        ma non mi permetto di giudicarli in base a
        questo.
        Mi sembra che tutti i commenti di questo thread giudichino la gente in base al fatto che adorino Allah.
        Sbagliato, lo stato Italiano è ANCHE
        casa mia, invece lo stato Italiano NON E'
        ANCHE la casa di chi viene da fuori a meno
        che non decida di seguirne le leggi e
        RISPETTARE usanze costumi e tradizioni.Ricominciamo ad appendere fuori le lenzuola sporche di sangue dopo la prima notte di nozze! Rivalutiamo le nostre tradizioni!
        • Anonimo scrive:
          Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          Mi intrometto per aggiungere un paio di
          cose


          Una visione decisamente limitata
          considerare

          solo le violenze passate.

          Ma dato l'astio dimostrato immagino che
          per

          te il cristianesimo sia il male in
          terra.



          Oh, non ce l'ho solo con il cristianesimo,
          tranquillo... ma visto che in Italia ho a
          che fare con il cristianesimo...Poverino, chissà come sei stato traviato....

          A si? Non ti è mai venuto in
          mente

          che se eri donna probabilmente tuo
          padre non

          ti avrebbe portato?

          Probabilmente non ti è neanche
          venuto

          in mente che eri trattato bene
          perchè

          portavi tanti bei soldini, a meno che
          non

          andavi a cena con gli sceicchi, cosa di
          cui

          dubito.

          Sai, non sei l'unico ad aver viaggiato.



          Mia sorella e mia madre sono sempre state
          trattate benissimo.
          Tu dove sei stato? Dove sono stato io, e ti assicuro che ho viaggiato molto, c'era la sgradevole abitudine di TOCCARE le turiste straniere, quando si parlava l'attenzione veniva rivolta all'uomo, la donna non veniva considerata degna di attenzione, ovviamente non era saggio ipotizzare che una donna si facesse una passeggiata da sola.Certo, ovviamente tu sei la mosca bianca, dove passi tu è tutta civiltà e noi dovremmo crederti.O molto probabilmente le tue esperienze si limitano ai duty free shop ed alle hall degli alberghi.Immagino non ti sia venuto in mente di dire, in quei casi, che sei ateo, vero? Sai gli atei per l'islam sono la razza peggiore.

          Io a dire il vero mi vergogno di

          concitaddini che mancano di rispetto
          verso

          le idee degli altri, come hai dimostrato

          largamente nei tuoi interventi.

          Eh già, parlare è una mancanza
          di rispetto... invece proibire per legge
          cose che per gli altri sono lecite e
          benefiche (vedi diagnosi preimpianto degli
          embrioni) è cultura del rispetto.Parlare? mi sa che confondi un po' il verbo parlare con il verbo offendere, è tipico di chi non ascolta il prossimo.Hai detto che dovremmo vergognarci degli adoratori di PadrePio, e perchè invece non dovremmo vergognarci degli atei?E' difficile mettere in discussione le proprie idee, vero? Molto meglio darle comunque per certe e dare del Talebano agli altri. Sulle leggi preferisco di gran lunga queste alle lapidazioni per le donne che hanno subito uno stupro.

          Per me la gente può adorare
          Padre Pio

          o una Pietra Sacra o non credere a
          niente,

          ma non mi permetto di giudicarli in
          base a

          questo.



          Mi sembra che tutti i commenti di questo
          thread giudichino la gente in base al fatto
          che adorino Allah.Le cose sono due, o sei decisamente superficiale nel leggere gli altri o sei in malafede, anche se probabilmente sono entrambe vere.Qui non si parla di Allah, si parla di atteggiamenti oppressivi e di mancanza di diritti.
          Ricominciamo ad appendere fuori le lenzuola
          sporche di sangue dopo la prima notte di
          nozze! Rivalutiamo le nostre tradizioni!E' abbastanza chiaro che non sei una persona seria, se si va a fondo su quello che dici o fai il vago o tiri fuori qualche provocazione gratuita.
          • Anonimo scrive:
            Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi

            Hai detto che dovremmo vergognarci degli
            adoratori di Padre
            Pio, e perchè invece non dovremmo
            vergognarci degli atei?Guarda che puoi farlo se ti pare. Accomodati.
    • apo scrive:
      Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi

      Scusami se ti ho offeso, ma imporre simboli
      religiosi nei locali pubblici a me sembra
      una forma di intolleranza abbastanza grave.Beh, cattotalebano a me!!!! E ripeto, a me!!!! Se solo mi conoscessi...
      A me guardandoli vengono in mente i massacri
      che hanno compiuto per poter mettere quei
      simboli ovunque.Dovresti provare lo stesso anche per le strade romane, per il colosseo, per le piramidi...Una volta c'erano gli schiavi, una volta l'umanità era diversa. 60 anni fa l'Europa bruciava nel fuoco.Guarda le cose con la mente di una persona nata nel dopoguerra e non penso che vedrai queste cose. Almeno, io non ce le vedo. Anche se so che ci sono state.Non ritiriamo gli scheletri fuori dagli armadi.
      Passino i dipinti e le madonnine (tranne
      quelle che piangono), già NON
      passano i Cristi in cima ai monti (mi piace
      l'alpinismo e mi viene il voltastomaco ogni
      volta che vedo questi scempi
      architettonici), ma ogni volta che vedo un
      crocefisso mi viene in mente Giordano Bruno,
      che si rifiutò di baciarne uno mentre
      veniva arso sul rogo. E mi viene in mente
      che fino al X secolo i buoni cristiani
      usavano crocifiggere i servi ribelli.Siamo sempre uomini... non mi ricordo se ho usato il termine cattolico o cristinano, ad ogni modo io intendevo dire il secondo. Sei ateo, ti capisco, però Gesù, e questa è storia, è esistito veramente, che abbia o non abbia fatto i miracoli e questione di credo, però di sicuro è stato un gran uomo e non mi sembra che venga ricordato per essere stato un malvagio.La croce alla fine è solo un simbolo, ma richiama appunto Gesù che comunque è stato un uomo. Poi il resto puoi anche attribuircelo tu. La lotta tra bene e male è un tema comune a tutte le religioni, e non solo.
      Mi puoi dire che cosa ci trovi di artistico
      in quelle schifezze di compensato e plastica
      che trovi appese nelle scuole?Qui forse ci siamo fraintesi: io parlo dell'ultima cena, dei mosaici di ravenna, ecc.
      Beh, vai a vederti il film Magdalene e poi
      pensa che l'ultimo di questi conventi
      è stato chiuso nel 1996.Non conosco questo convento e non ho visto il film, comunque i tempi dei nostri padre che venivano picchiati a scuola dai preti sono finiti.
      Il problema è che, quando accetti il
      catttolicesimo come elemento costitutivo
      italiano ci vuole poco a passare alla
      teocrazia. Pensa alle leggi sulla
      fecondazione assiastita e al fatto che hanno
      tolto la teoria dell'evoluzione dai
      programmi delle medie.Bah, capisco la tua preoccupazione, ma personalmente ti confesso che sono più preoccupato che qualcuno da fuori venga qui a dettare, con una pretesa alla volta, un'altra teocrazia ben peggiore.
      Opus Dei? :)
      Neocatecumeno? :))I cellini mischiano politica e religione. Io le tengo ben separate.
      Ok, sei tollerante. Ritiro "integralista" e
      "cattotalebano".
      Tieni conto che su it.cultura.* c'è
      gente che si dichiara tollerante e vuole
      proibire ai propri figli di leggere Harry
      Potter (è ispirato dal maligno :) )Ok, sono contento anch'io di aver letto che ogni imcomprensione è stata chiarita.
      Non dico che non è vero (in Arabia
      Saudita e in Iran!), ma io sono stato in
      Marocco, nello Yemen, in Egitto, negli
      Emirati Arabi Uniti e in Pakistan al seguito
      di mio padre, che ha lavorato in questi
      posti. Visto che sono sempre stato trattato
      benissimo dalla gente di questi posti a
      volte non mi rendo conto che chi ne parla
      male spesso non lo fa in malafede.Io non ci sono mai andato, in nessuno di questi posti. Personalmente non ci tengo ad andarci e se comunque ci andassi mi adatterei. Questo è quello che esigo anche da chi di loro viene qui. Mi sembra che non si possa dire che non sono liberale.
      Vedremo che cosa ne dirà la Corte
      Costituzionale "in nome del popolo
      italiano". Ah, per la cronaca: Adel Smith ha
      cittadinanza italiana.Proprio quel personaggio li ... laciamo perdere. Spero tu non sia un suo ammiratore
      E' vero, ma non posso pensare che due secoli
      di tradizione illuministica verranno
      spazzati via proprio in nome della lotta
      all'integralismo. Si comincia con le piccole
      cose, poi...Io ho la stessa paura ma al contrario
      In effetti ho un tantinello esagerato.
      Scusa! :$Scusato
      Comunque devo ammettere che la mia reazione
      all'articolo è stato uno sbuffo
      divertito... lo stesso che emetto quando
      vedo le fiumane inneggiare a Padre Pio e a
      San Gennaro (altro che cultura superiore!
      C'è da vergognarsi ad essere
      concittadini di questi!)Io non mi vergogno, non mi hanno mai rotto le balle. Anzi, gli unici che le rompono sono i testimoni di Geova. Se poi uno vuole comperare il quaderno di Padre Pio, il calendario di Padre Pio ecc., affari suoi. Finche se li mette a casa sua.
      Che vuoi fare? Togliere la cittadinanza a
      tutti i non cattolici? In Italia ci sono
      ebrei, musulmani, atei, agnostici, valdesi,
      testimoni di Geova, mormoni.No, ma non voglio nemmeno sentire parlare di macellerie solo per mussulmani, piscine solo per donne mussulmane, e cose di questo tipo. Ok che le minoranze vanno tutelate, ma non è possibile che una minoranza, per giunta non indigena, venga a dettar legge.

      Se te inviti un ospite a casa, questo

      dovrebbe adattarsi a te e non te a lui.
      Non

      trovi?



      A *casa tua* nessuno ti impedisce di
      foderare la casa di crocefissi, neanche in
      Arabia Saudita. Converrai però che lo
      stato italiano non è *casa tua*.Lo stato italiano è casa nostra, casa di chi è nato in Italia da genitori italiani. Chi è venuto qua da 2 anni, avrà anche la residenza ma per me non è italiano. Io la penso così.
      Solo dopo le 17.00 ;)Va che aspetto, eh!
      • Anonimo scrive:
        Re: Con che coraggio poi
        Mah.Io cmq. proverei a chiedere al supporto applatoo.Luca Panerai
      • Anonimo scrive:
        Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi
        - Scritto da: apo
        La croce alla fine è solo un simbolo,I simboli non sono mai indifferenti. E forse oggi il crocifisso è più indifferente a molti cattolici tiepidi e distratti che agli appartenenti ad altre religioni o ai non credenti. Per costoro il crocifisso nei luoghi pubblici diventa un simbolo di esclusione. L?emblema di una cittadinanza parziale o inferiore. Il segno tangibile di una discriminazione rispetto al resto alla comunità civile organizzata nell?ente o nell?istituto che invece, in quanto pubblico, dovrebbe far sentire tutti a proprio agio.Su questo punto il giudice Montanaro, nella sua ordinanza del 22/10/2003, ha usato parole particolarmente incisive: «?nell?ambito scolastico, la presenza del simbolo della croce induce nell?alunno una comprensione profondamente scorretta della dimensione culturale dell?espressione di fede, perché manifesta l?inequivoca volontà dello Stato, trattandosi di scuola pubblica, di porre il culto cattolico al centro dell?universo, come verità assoluta, senza il minimo rispetto per il ruolo svolto dalle altre esperienze religiose e sociali nel processo storico dello sviluppo umano?». È anche «il segno visibile che la scuola, di fronte al fatto religioso arretra la sua sfera d?azione, rinuncia alla sua funzione educativa, compie la precisa scelta di abbandonare il criterio dell?approccio culturale e critico?». Per cui «la presenza del crocifisso nelle aule scolastiche comunica un?implicita adesione a valori che non sono realmente patrimonio comune di tutti i cittadini, presume una omogeneità che in realtà non c?è mai stata e sicuramente non può affermarsi sussistere oggi» e che finisce per connotare in modo confessionale la scuola pubblica, ridimensionandone fortemente l?immagine pluralista.
  • Anonimo scrive:
    Re: Aprirsi un po', no eh?
    - Scritto da: soulista

    - Scritto da: Anonimo

    Quella è un'altra
    civiltà, un

    altra filosofia, un altro modo
    completamente

    diverso di vivere il mondo, una forma
    mentis

    diversa dalla nostra. Solo
    perché non

    la pensano come voi allora sono
    retrogradi e

    nel medioevo, oscurantisti e
    quant'altro? Ma

    chi ha detto che la nostra
    civiltà

    è quella giusta?

    Loro hanno delle convinzioni, noi ne
    abbiamo

    altre; quale siano quelle corrette non

    è scritto da nessuna parte!

    E se avessero ragione loro? Con che

    presunzione si dice cosa è bene e

    cosa è male, cosa è vero e

    cosa è falso, cosa è
    giusto e

    cosa è sbagliato?

    Tempo fa ho letto di due ragazze musulmane
    che stavano annegando e nessuno si é
    tuffato a salvarle perchè le donne,
    nella loro cultura, possono essere toccate
    solo da fratelli e padri.
    Io dico che una cultura che porta tanto poco
    rispetto per la vita umana é
    retrograda (e, bada, non sto certo
    escludendo la nostra).
    Sono Anarchico e penso che la Vita debba
    stare sopra ogni cosa, il resto sono
    cazzate, tipo:


    Gli arabi con Averroè e Avicenna
    ci

    hanno portato i testi della filosofia
    greca

    tradotti in latino dagli ebrei (al
    seguito

    delle loro truppe); in questa lingua,

    conosciuta in occidente al contrario del

    greco, si è iniziato un lento

    processo di crescita culturale sulla
    logica

    aristotelica che secoli dopo avrebbe
    dato

    origine all'illuminismo e tutto il
    resto.

    E se fossimo noi nel medioevo? (peraltro

    periodo molto vivace e dovizioso di
    frementi

    dal punto di vista culturale).

    "La cultura non vale un bel niente se non sei
    disposto a disimparare ciò che hai
    imparato e a focalizzarti su ciò che
    é veramente importante."Bella l'ultima frase, me la segno
  • Terra2 scrive:
    Re: E qualcuno si scandalizza...
    - Scritto da: Anonimo
    ...se qualcun'altro afferma che la nostra
    è una cultura superiore!bah... se il geraneo che ho sul balcone venisse a dirmi che la sua cultura è superiore alla tua, non credo che mi scandalizzerei :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: E qualcuno si scandalizza...

      bah... se il geraneo che ho sul balcone
      venisse a dirmi che la sua cultura è
      superiore alla tua, non credo che mi
      scandalizzerei :)C'è sempre chi difende la cultura della violenza, della chiusura, dell'insofferenza verso ogni tipo di diversità...E ovviamente chi fa questo non può argomentare, per cui si limita a dare dell'idiota a chi si trova di fronte.
  • Anonimo scrive:
    Re: Non a caso erano sauditi
    - Scritto da: Anonimo
    L'Arabia Saudita (ve lo dice uno che studia
    lingua e cultura araba da 5 anni e di queste
    cose un po' ne sa) e' in assoluto il paese
    piu' fondamentalista e piu' arretrato del
    mondo arabo.

    Invece che preoccuparci dei talebani o dei
    regimi iracheni, dovremmo iniziare a
    preoccuparci dei predicatori sauditi che
    vengono mandati in giro per il mondo nelle
    comunita' islamiche locali ad insegnare un
    corano wahabita "riveduto e corretto" da
    loro...[CUT]Mah, mi viene in mente il capitano dell'Ufficio Armamento presso la caserma alpina dove ho prestato servizio militare tanti anni fa (crisi petrolifera, circolazione con targhe alterne, vi ricordate?): "Mah, loro hanno molto più petrolio di noi ma noi abbiamo molti più carri armati di loro. Che aspettiamo a usarli contro quei quattro beduini che ricattano il mondo intero con il loro oro nero prima che le cose peggiorino ancor di più?". Lo disse semischerzosamente, però parecchi anni dopo ci fu la tragedia delle torri gemelle a NY e lo stillicidio continuo di morti causato dal fondamentalismo arabo. Forse con il mio capitano queste cose non sarebbero mai accadute.Un vecchio alpino
  • Anonimo scrive:
    Re: [Molto OT] Aprirsi un po', no eh?

    "la violenza è l'ultimo rifugio degli
    incapaci" diceva Asimov, e mi trova
    pienamente d'accordo; Veramente era Salvor Hardin.
  • soulista scrive:
    Re: Aprirsi un po', no eh?
    - Scritto da: Anonimo
    Quella è un'altra civiltà, un
    altra filosofia, un altro modo completamente
    diverso di vivere il mondo, una forma mentis
    diversa dalla nostra. Solo perché non
    la pensano come voi allora sono retrogradi e
    nel medioevo, oscurantisti e quant'altro? Ma
    chi ha detto che la nostra civiltà
    è quella giusta?
    Loro hanno delle convinzioni, noi ne abbiamo
    altre; quale siano quelle corrette non
    è scritto da nessuna parte!
    E se avessero ragione loro? Con che
    presunzione si dice cosa è bene e
    cosa è male, cosa è vero e
    cosa è falso, cosa è giusto e
    cosa è sbagliato?Tempo fa ho letto di due ragazze musulmane che stavano annegando e nessuno si é tuffato a salvarle perchè le donne, nella loro cultura, possono essere toccate solo da fratelli e padri.Io dico che una cultura che porta tanto poco rispetto per la vita umana é retrograda (e, bada, non sto certo escludendo la nostra).Sono Anarchico e penso che la Vita debba stare sopra ogni cosa, il resto sono cazzate, tipo:
    Gli arabi con Averroè e Avicenna ci
    hanno portato i testi della filosofia greca
    tradotti in latino dagli ebrei (al seguito
    delle loro truppe); in questa lingua,
    conosciuta in occidente al contrario del
    greco, si è iniziato un lento
    processo di crescita culturale sulla logica
    aristotelica che secoli dopo avrebbe dato
    origine all'illuminismo e tutto il resto.
    E se fossimo noi nel medioevo? (peraltro
    periodo molto vivace e dovizioso di frementi
    dal punto di vista culturale).La cultura non vale un bel niente se non sei disposto a disimparare ciò che hai imparato e a focalizzarti su ciò che é veramente importante.
  • Anonimo scrive:
    Sarò malato ma quasi li capisco...
    Gente pestata per aver "abusato" del videofonino?Reazione spropositata e incivile dite?Mah...Provate voi a passare una serata in pizzeria, con quel simpaticone del tavolo accanto che per tutta la serata, con cadenza fissa ogni 2 minuti, spedisce un SMS a chissà quale altro povero sfigato. Con naturalmente l'immancabile "bip-bip" del messaggio di risposta ricevuto.Non avreste anche voi la sottile tentazione di infilargli in gola la pizza bollente, magari senza arrotolarla e magari con tutto il piatto?Ma dov'è un talebano quando serve?
  • Anonimo scrive:
    Re: Presto porteranno qua tutto questo
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    La barbarie e' alle porte e il mondo
    moderno

    e libero non so quanto potra' resistere

    all'invasione..

    A parte che dovremmo finirla con il razzismo
    (perche' tale e', poi per carita', se ne
    puo' anche andar fieri) del "si riproducono
    come topi", se proprio siete tanto
    preoccupati mettetevi a far figli e
    smettetela di seminare pericolosi
    allarmismi.
    La Francia dimostra che esiste una strada
    praticabile per l'integrazione, basta
    volerla percorrere.
    Se penso a qualcuno che mi ha imposto di
    adeguarmi ai suoi simboli e ai suoi riti qui
    in Italia, non vi sovviene un solo
    musulmano, mentre mi vengono alla mente
    parecchi cattolici (sono un non credente).

    NicolaTu non vuoi parlare di razzismo perchè forse non hai mai avuto a che fare con loro. Io non lo ero, poi lo sono diventato col tempo. E' difficile parlare di integrazione con chi non ne vuol sapere. Quanto tuo figlio di 4 anni torna dall'asilo dicendo:Quel bimbo mussulmano mi ha detto:- ai cristiani bisognerebbe tagliargli il collo.- quando saremo 50 + 1 te lo faremo vedere noi.Cavolo a 4 anni sono stati istruiti bene.Continuiamo così, facciamo finta di niente, integriamoci con loro caro Nicola, seguiamo la Francia.
  • Anonimo scrive:
    ma facciamola finita
  • Anonimo scrive:
    Re: Presto porteranno qua tutto questo

    A parte che dovremmo finirla con il razzismoE perchè mai?E' un'ideologia che merita tanto rispetto quanto la tua!
  • Anonimo scrive:
    Re: Ipocrisia
    - Scritto da: oscarfc

    E caro Pietrino, probabilmente a causa di
    altre tue faccende empiree, hai tralasciato
    gli studi storici, altrimenti ti saresti
    accorto che al contrario delle religioni
    nessuna ideologia politica, perquanto
    dominante e pervasiva, ha superato in durata
    i 100 anni, senza entrare in crisi e subire
    attacchi profondi tali da mutarla o
    sconfiggerla.
    saggia considerazione;il problema è che fino a quando il mondo sarà popolato da persone che come unico scopo della propria esistenza hanno l'uccisione del libero pensiero e l'imposizione delle proprie idee (idee?) in zucche vuote, le cose andranno avanti in questo modo;eliminare ogni tipo di fondamentalismo può senz'altro essere una cosa positiva, ma l'unico modo per farlo è di insegnare alla gente a pensare con la propria testa, perchè in mancanza di meglio, una persona senza cervello rischia di farsi condizionare anche dal film di Mary Poppins
  • soulista scrive:
    Re: E qualcuno si scandalizza...
    - Scritto da: Anonimo
    ...se qualcun'altro afferma che la nostra
    è una cultura superiore!

    Mah!Il discorso é diverso: non é la nostra ad essere superiore ma la loro ad essere inferiore.Noi ci impegnamo in fesserie ben più importanti, loro sono ancora persi in fesserie più idiote (il velo alle donne, se ti ammazzi per ammazzare dei crociati vai in paradiso...)
  • Anonimo scrive:
    Re: Aprirsi un po', no eh?
    - Scritto da: Anonimo

    Quella è un'altra civiltà,

    ah si?
    allora vediamola come struttura condizionale:

    SE
    (CIVILTà == "il livello di cultura e
    di progresso materiale, sociale e spirituale
    raggiunto dall'umanità intera o da un
    popolo in particolare")
    ALLORA
    ("gli integralisti di qualsiasi religione ma
    oggi soprattutto gli islamici SONO
    indiscutibilmente INCIVILI")
    ALTRIMENTI
    ("le altre civiltà democratiche hanno
    sbagliato tutto nella loro evoluzione e
    devono ricominciare dal livello PRIMORDIALE
    delle cosiddette civiltà islamiche")

    ecco... sintetico... ma chiaro no?
    come programmatore non vali una mazza... fammi indovinare: Microsoft?
  • HellBoy scrive:
    Re: Aprirsi un po', no eh?
    - Scritto da: Anonimo
    Non mi interessa la storia, la cultura, la
    religione, la politica etc etc.
    Se voglio una lezione di storia apro un
    libro e leggo.
    sorvolo pietosamente
    Dico solo che se uno va a un matrimonio (per
    divertirsi) e poi per 2 foto picchia a
    sangue un altro essere umano, allora questo
    è MALE.
    E fortunatamente nessuno mi ha insegnato
    cosa è BENE e MALE, sono concetti
    già presenti nell'animo umano.
    il problema è come da noi si considera l'intimità di una persona rispetto a loro; prova a pensare come reagiresti se mentre sei in mutande - o magari anche senza - nello spogliatoio della tua palestra o piscina, qualcuno si aggira con un fotofonino a scattare foto;in fondo noi nascondiamo gelosamente i nostri organi genitali allo stesso modo di come alcune donne musulmane nascondono il viso;
    Queste sono bestie rabbiose, non esseri
    umani. Indipendentemente da cosa credono.
    L'odio e la violenza sono valori assoluti e
    non giustificabili con nessuna
    argomentazione.bella sta frase, condanni odio e violenza e allo stesso tempo ne trasuda da ogni poro;"la violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci" diceva Asimov, e mi trova pienamente d'accordo; "la tolleranza è un evidente segno di intelligenza" mi permetto di aggiungere io;saluti
  • Anonimo scrive:
    Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi
    - Scritto da: Anonimo

    Beh, non è che tu dimostri tanto
    più tolleranza di loro. Non mi sono
    dimenticato degli atei degli anni '70: se
    non la pensavi come loro eri un fascio e
    quindi picchiato. A proposito di
    integralisti...
    Credevo che soltanto i ciellini pensassero ancora che ateo e comunista fossero sinonimi. Non sapevo che la rivoluzione francese fosse stata fatta dai comunisti.
    Ehilà! Ci siamo svegliati tolleranti
    stamatina, eh?
    Io non sono cattolico, non sono neanche
    cristiano, non so di che religione sono, non
    me ne occupo, però vedere o non
    vedere un crocefisso non mi suscita nessun
    sentimento. Se uno è ateo che se ne
    frega se c'è o non c'è un
    crocefisso? Tanto non ci crede...Tu ti sentiresti tutelato come non credente in un tribunale in cui c'è un crocefisso sopra la scritta "La legge è uguale per tutti" ?Io mi sentireri preso per i fondelli. Idem per una scuola. Prova ad andare in Francia con un crocefisso appeso al collo, poi vediamo se quello intollerante sono io.


    Come sosteneva qualcuno voi vedete la

    pagliuzza nell'occhio del vostro
    fratello e

    non vedete la trave che è nel
    vostro.

    Esatto. Adesso applicalo anche con te.
    Io non ho mai detto di seguire gli insegnamenti di quest'uomo.

    Un ateo italiano

    BTW: non so se ti hanno informato che anche
    l'ateismo è una religione.Secondo me hai le idee un po' confuse.
  • oscarfc scrive:
    Re: Ipocrisia
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: 3p

    Certo che questi qui come ipocrisia
    riescono

    a battere anche i cattolici...

    Gran brutta cosa la religione: focolaio
    di

    estremismi pericolosi.

    Invece la politica ha creato sempre docili
    creature con profonda capacità di
    autocritica.

    San PietrinoE caro Pietrino, probabilmente a causa di altre tue faccende empiree, hai tralasciato gli studi storici, altrimenti ti saresti accorto che al contrario delle religioni nessuna ideologia politica, perquanto dominante e pervasiva, ha superato in durata i 100 anni, senza entrare in crisi e subire attacchi profondi tali da mutarla o sconfiggerla. Ciao oscar.
  • Anonimo scrive:
    Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi
    - Scritto da: Anonimo
    si hai ragione tu, hanno fatto bene a
    lapidarle per il videofoninoDevo essermi spiegato male: il problema è che uno che vuole far passare un crocefisso come simbolo culturale in cui io mi dovrei riconoscere mi offende. Come mai i cattolici piagnucolano sempre per le offese ai loro sentimenti religiosi e gli altri non possono?
    • Alessandrox scrive:
      Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo

      si hai ragione tu, hanno fatto bene a

      lapidarle per il videofonino

      Devo essermi spiegato male: il problema
      è che uno che vuole far passare un
      crocefisso come simbolo culturale in cui io
      mi dovrei riconoscere mi offende. Come mai i
      cattolici piagnucolano sempre per le offese
      ai loro sentimenti religiosi e gli altri non
      possono?Su questo non posso che concordare.Un sentimento non si puo' imporre.MAI. senza se ne ma
  • apo scrive:
    Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi ...

    Il crocifisso qualcosa di culturale?
    Vedremo, mio caro cattotalebano (è
    inutile che vi travestite da moderati,
    cattotalebani, vi riconosciamo comunque):
    è attesa per i prossimi mesi una
    sentenza della Corte Costituzionale
    sull'esposizione dei crocefissi nelle
    scuole. Quando il TAR del Veneto ha
    rimandato la questione alla CC i media non
    hanno detto nulla. Forse per i cattolici
    conta più l'opinione di un musulmano
    che quella di nove milioni di atei ed
    agnostici.Non mi sembra di aver usato le parole offensive che stai invece usando tu.Per quanto riguarda i crocifissi nelle scuole, ti dico che a me non me ne frega niente, nel senso che se c'e' o non c'e' non mi cambia la vita. Idem ospedali ecc., però non puoi negare che puoi trovare riferimenti alla religione Cristiana in molti particolari delle nostre città: esempio le classiche madonnine a cui molte persone portano iceri, i cimiteri con le croci e immagini sacre, le stesse chiese, anche di epoca romanica, la maggioranza dei dipinti artistici che trovi anche nei musei e quindi non in luoghi di culto, le croci sulle cime delle montagne costruite dagli alpinisti, le nicchie che trovi nelle abitazioni più datate con affreschi della Madonna o di Gesu o quant'altro, e la lista può continuare ancora.Quindi non puoi non dirmi che non fanno parte della nostra cultura, perchè se sei nato e vissuto in Italia, le avrai viste anche te.E magari da piccolo ti sarai fermato anche te a guarda una di quelle classiche croci montane mentre ti fermavi a bere nelle fontane.
    Pensa alla tua di religione, integralista,
    che ne avete a sufficienza. Per inculcarvi
    il concetto di tolleranza c'è voluta
    la Rivoluzione Francese, il Terrore e il
    massacro dei Vandeani. Te ne sei
    dimenticato?La chiesa cattolica ne ha combinate più di bertoldo in passato, basta pensare al medioevo e all'inquisizione.Non ho messo in discussione questo, ai tempi la chiesa aveva un potere politico che non gli è dovuto. Oggi non è più così, e questo è bene.
    Però il vostro amico ayatollah
    Scalfaro è ancora famoso
    perchè anni fa ha preso a schiaffi
    una ragazza straniera perchè portava
    le maniche corte a p.za S. Pietro e qui a
    Genova quando era vescovo Siri le donne con
    i pantaloni non potevano entrare nella
    cattedrale.Vostro di chi? Te pensi di parlare con un cellino, vero? Sei proprio cascato male, perchè sono proprio di tutt'altra parte.Comunque ti rispondo che anche a me sta sulle balle non poter entrare in una chiesa con i pantaloncini, specie perchè se ci entro sono più turista che religioso, e il turista non se ne va in giro ad agosto con la tunica.
    E ti ricordo che l'Italia è un paese
    laico, in cui la laicità è,
    secondo una sentenza della Corte
    Costituzionale, "Principio Supremo dello
    Stato". Quindi se per "casa tua" intendi un
    paese cattolico trasferisciti a Città
    del Vaticano o in Irlanda.
    Ah, le piramidi le puoi tranquillamente
    visitare in pantaloncini corti:
    contrariamente a quanto vi racconta il prete
    a messa in Egitto NON vige la Sharia.Qui ammetto di aver detto una cazzata, o meglio non lo so, e sinceramente non me ne frega nulla di andare a vedere le piramidi in pantaloncini. Se fosse necessario vestirsi in un certo modo mi adeguerei. Probabilmente ci andrò, ma non ne ho avuto fin'ora l'occasione.Però per certo ci sono molte limitazioni che in Italia non esistono nei paesi arabi. E non dire che non è vero.
    Vale la stessa cosa per i crocefissi nelle
    scuole pubbliche: se secondo i cattolici
    mandare i propri figli in un'aula senza
    quell'oggetto fa male alla loro salute (come
    sosteneva il sindaco di Ofena) mandateli
    nelle scuole cattoliche (A VOSTRE SPESE) o a
    zappare la terra.OK, ma se si tolgono voglio che sia il popolo italiano a decidere questa cosa. Non uno che viene da fuori.
    Come sosteneva qualcuno voi vedete la
    pagliuzza nell'occhio del vostro fratello e
    non vedete la trave che è nel vostro.Qua onestamente non so cosa risponderti. A me sembra che te ti sei sfogato, tra l'altro con la persona sbagliata.Allora, la trave è che ci sono problemi ben più gravi che affliggono il mondo, non pensare che non li veda. Questo thread non parla di problemi gravi. Penso che tu l'abbia notato.Qui si voleva commentare un articolo. E penso che ognuno sia libero di esprimere il proprio parere, ovviamente senza offendere le altre persone.Io penso che oltre a me ci siano molte altre persone che mal digeriscono queste continue richieste di adeguamento delle nostre abitudini per far si che gente ospite nel nostro paese si senta come a casa sua.Se te inviti un ospite a casa, questo dovrebbe adattarsi a te e non te a lui. Non trovi?E poi potresti anche firmati!
  • Anonimo scrive:
    Re: Aprirsi un po', no eh?

    Quella è un'altra civiltà,ah si?allora vediamola come struttura condizionale:SE (CIVILTÀ == "il livello di cultura e di progresso materiale, sociale e spirituale raggiunto dall'umanità intera o da un popolo in particolare")ALLORA("gli integralisti di qualsiasi religione ma oggi soprattutto gli islamici SONO indiscutibilmente INCIVILI")ALTRIMENTI("le altre civiltà democratiche hanno sbagliato tutto nella loro evoluzione e devono ricominciare dal livello PRIMORDIALE delle cosiddette civiltà islamiche")ecco... sintetico... ma chiaro no?Flavio
  • oscarfc scrive:
    Re: Aprirsi un po', no eh?

    E fortunatamente nessuno mi ha insegnato
    cosa è BENE e MALE, sono concetti
    già presenti nell'animo umano."Le strade dell'Inferno sono lastricate di buone intenzioni"Quante persone sono morte a causa di altre persone che sapevano cosa è bene e cosa è male!Ciao oscar.
  • oscarfc scrive:
    Re: Aprirsi un po', no eh?

    E fortunatamente nessuno mi ha insegnato
    cosa è BENE e MALE, sono concetti
    già presenti nell'animo umano."Le strade dell'Inferno sono lastricate di buone intenzioni"Quante persone sono morte a causa di altre persone che sapevano cosa è bene e cosa è male!
  • Anonimo scrive:
    Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi
    si hai ragione tu, hanno fatto bene a lapidarle per il videofonino
  • shevathas scrive:
    Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi

    Pensa alla tua di religione, integralista,
    che ne avete a sufficienza. Per inculcarvi
    il concetto di tolleranza c'è voluta
    la Rivoluzione Francese, il Terrore e il
    massacro dei Vandeani. Te ne sei
    dimenticato?
    noi europei abbiamo imparato col sangue che è meglio separare la religione (qualunque essa sia, anche quella della "dea ragione") dallo stato, perchè non dovremmo insegnarlo anche agli altri? o è meglio che anche loro passino tutto quello che abbiamo passato noi ?
    Però il vostro amico ayatollah
    Scalfaro è ancora famoso
    perchè anni fa ha preso a schiaffi
    una ragazza straniera perchè portava
    le maniche corte a p.za S. Pietro e qui a
    Genova quando era vescovo Siri le donne con
    i pantaloni non potevano entrare nella
    cattedrale. ma di certo non venivano lapidate per atti contrari alla castità, in secondo luogo prova ad entrare in minigonna in una qualsiasi moschea,
    Vale la stessa cosa per i crocefissi nelle
    scuole pubbliche: se secondo i cattolici
    mandare i propri figli in un'aula senza
    quell'oggetto fa male alla loro salute (come
    sosteneva il sindaco di Ofena) mandateli
    nelle scuole cattoliche (A VOSTRE SPESE) o a
    zappare la terra.
    e se i genitori di ofena avessero chiesto di mandare i figli in una scuola solo con cattolici cosa avresti detto ?e cosa pensi della classe per soli islamici di milano?
  • Anonimo scrive:
    Re: [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi
    - Scritto da: Anonimo

    Pensa alla tua di religione, integralista,
    che ne avete a sufficienza. Per inculcarvi
    il concetto di tolleranza c'è voluta
    la Rivoluzione Francese, il Terrore e il
    massacro dei Vandeani. Te ne sei
    dimenticato?Beh, non è che tu dimostri tanto più tolleranza di loro. Non mi sono dimenticato degli atei degli anni '70: se non la pensavi come loro eri un fascio e quindi picchiato. A proposito di integralisti...
    Vale la stessa cosa per i crocefissi nelle
    scuole pubbliche: se secondo i cattolici
    mandare i propri figli in un'aula senza
    quell'oggetto fa male alla loro salute (come
    sosteneva il sindaco di Ofena) mandateli
    nelle scuole cattoliche (A VOSTRE SPESE) o a
    zappare la terra.Ehilà! Ci siamo svegliati tolleranti stamatina, eh?Io non sono cattolico, non sono neanche cristiano, non so di che religione sono, non me ne occupo, però vedere o non vedere un crocefisso non mi suscita nessun sentimento. Se uno è ateo che se ne frega se c'è o non c'è un crocefisso? Tanto non ci crede...
    Come sosteneva qualcuno voi vedete la
    pagliuzza nell'occhio del vostro fratello e
    non vedete la trave che è nel vostro.Esatto. Adesso applicalo anche con te.
    Un ateo italianoBTW: non so se ti hanno informato che anche l'ateismo è una religione.
  • oscarfc scrive:
    Re: Aprirsi un po', no eh?
    Nell'inserto Tuttoscienze del quotidiano La Stampa del 8 settembre, ieri, è stata pubblicata una interessante intervista al fisico nucleare Pervez Hoodbhoy, che ha per oggetto il rapporto fra scienza e fondamentalismo islamico.Una lettura interessante e consigliabile a tutti.Ciao, oscar
  • Anonimo scrive:
    Re: Presto porteranno qua tutto questo
    - Scritto da: Anonimo
    La barbarie e' alle porte e il mondo moderno
    e libero non so quanto potra' resistere
    all'invasione..A parte che dovremmo finirla con il razzismo (perche' tale e', poi per carita', se ne puo' anche andar fieri) del "si riproducono come topi", se proprio siete tanto preoccupati mettetevi a far figli e smettetela di seminare pericolosi allarmismi.La Francia dimostra che esiste una strada praticabile per l'integrazione, basta volerla percorrere.Se penso a qualcuno che mi ha imposto di adeguarmi ai suoi simboli e ai suoi riti qui in Italia, non vi sovviene un solo musulmano, mentre mi vengono alla mente parecchi cattolici (sono un non credente).Nicola
  • Anonimo scrive:
    Re: Ipocrisia
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: 3p

    Certo che questi qui come ipocrisia
    riescono

    a battere anche i cattolici...

    Gran brutta cosa la religione: focolaio
    di

    estremismi pericolosi.

    Invece la politica ha creato sempre docili
    creature con profonda capacità di
    autocritica.

    San Pietrinoe perche' hai mai sentito un politico parlar male dei preti?sara' un cittadino qualunque..
  • Anonimo scrive:
    Re: Aprirsi un po', no eh?
    Non mi interessa la storia, la cultura, la religione, la politica etc etc.Se voglio una lezione di storia apro un libro e leggo.Dico solo che se uno va a un matrimonio (per divertirsi) e poi per 2 foto picchia a sangue un altro essere umano, allora questo è MALE.E fortunatamente nessuno mi ha insegnato cosa è BENE e MALE, sono concetti già presenti nell'animo umano.Queste sono bestie rabbiose, non esseri umani. Indipendentemente da cosa credono.L'odio e la violenza sono valori assoluti e non giustificabili con nessuna argomentazione.
  • Anonimo scrive:
    Re: Aprirsi un po', no eh?
    - Scritto da: Anonimo

    Io direi che non c'è niente di giusto
    o sbagliato, c'è solo un pò di
    buon senso nel guardare le cose
    oggettivamente. Oggettivamente il medioevo
    era bello solo per le spade e le armature e
    per chi crede che i buoni vincessero sempre
    a cavallo del proprio destriero. Nella
    storia non c'è stato un periodo
    più sanguinoso e devastante come il
    medioevo!La letteratura cavalleresca, le lingue d'hoc e d'oil, da noi il Dolce Stil Novo: tutto questo è stato l'inizio di una rivoluzione culturale che è possibile solo in periodi in cui le popolazioni godono di un relativo benessere e non sono impegnate a fare guerre importanti. E infatti germogliano in un periodo in cui fioriscono i commerci e nascono nuove forme di classi sociali che daranno poi vita ai comuni e le signorie superando l'antica ripartizione tra nobiltà, clero e terzo stato. E questo avviene per la potenza del dio denaro che inizia a circolare e non più a essere impiegato in armi ed eserciti. Grazie a questo ci sono nuove caste che si vengono a formare e che possono accedere a una cultura che prima era appannaggio solo di clerici e nobili.Il revisionismo sul medioevo è una cosa ormai consolidata da anni: le guerre di quel periodo iniziano a diventare fatti abbastanza marginali che poco hanno influenzato i secoli a venire in confronto al fiorire della cultura.Non che nel medioevo ci siano stati dei mostri sacri della cultura mondiale (a parte Dante e pochi altri), ma è lì che si sono sviluppati i germi che sono esplosi intorno al '700.
    Loro sono arrivati adesso al
    periodo delle crociate.E se così non fosse? Loro potrebbero senz'altro dire che all'epoca della Mesopotamia, dei Persiani e dei Babilonesi noi eravamo indietro rispetto a loro, e che quindi loro adesso sono più avanti di noi. Mi sembra un po' una forzatura. Come dire che siccome l'america è stata scoperta nel 1492, allora gli americani sono 1492 anni indietro rispetto a noi.
    Siamo nel 2004 e non
    è ammissibile che succedano certe
    cose!! Loro guardano noi e dicono la stessa cosa (a parte la cifra dell'anno).Una storiella che mi ha insegnato molto:Un uomo passa davanti a un manicomio e dell'altra parte del cancello uno gli chiede "Ma in quanti siete lì dentro?"Tit.
  • Anonimo scrive:
    Non a caso erano sauditi
    L'Arabia Saudita (ve lo dice uno che studia lingua e cultura araba da 5 anni e di queste cose un po' ne sa) e' in assoluto il paese piu' fondamentalista e piu' arretrato del mondo arabo.Invece che preoccuparci dei talebani o dei regimi iracheni, dovremmo iniziare a preoccuparci dei predicatori sauditi che vengono mandati in giro per il mondo nelle comunita' islamiche locali ad insegnare un corano wahabita "riveduto e corretto" da loro.Certo, finche' il principe saudita sara' uno degli azionisti di maggioranza (assieme a bush padre) della Carlisle, suppongo che nessuno muovera' un dito verso questo "civilissimo" paese.Ad ogni modo lasciate che ve lo dica: non prendete l'Arabia Saudita come esempio di nazione araba!Anzi: on prendete esempi: ogni nazione fa quello che le pare, dopotutto e' come se prendessimo i tedeschi o i francesi come "standard" per gli europei. Non mi pare ci sia (per fortuna) tutta questa omologazione.CoD
  • flavio05 scrive:
    Re: Interessante....

    E' davvero interessante notare che notizie
    del genere vengono subito amplificate dai
    mediahai ragione mr_setter ma mi viene da dire la solita frase fatta: "benvenuto nel mondo reale"!sappiammo bene che i c.d. media non sono ne' indipendenti ne' oggettivi. Hai mai sentito un giornalista della TV esporre una notizia senza poi attaccarle il suo (o quello del suo direttore) stramaledetto e non richiesto commento?I media si nutrono delle sofferenze altrui, le manipolano, le colorano, le cavalcano, le comprimono o le espandono a loro piacere ben sapendo che quello che conta e' una sola cosa dal nome "audience". Vedi bene che quando proprio non ci sono disgrazie da spalmare sullo schermo ti vendono notizie come "i temporali d'estate" o "le nevicate d'inverno"?!Smettiamo di dare soddisfazione a queste "iene", voltiamo loro le spalle!! Non ascoltiamoli più tanto da loro non avremo mai e poi mai la VERITA'.Flavio==================================Modificato dall'autore il 09/09/2004 10.00.27
    • Anonimo scrive:
      Re: Interessante....

      Smettiamo di dare soddisfazione a queste
      "iene", voltiamo loro le spalle!! Non
      ascoltiamoli più tanto da loro non
      avremo mai e poi mai la VERITA'.e chi dovremmo ascoltare? Moore?
  • Anonimo scrive:
    [quasi-OT] Re: Con che coraggio poi ...
    - Scritto da: apo
    Io mi domando con che coraggio questa gente
    viene qua da noi, si butta in piscina
    vestita e si lamenta pure, viene qua e vuole
    togliere le croci che sono un nostro
    patrimonio culturale (e badate bene, sono si
    cattolico ma non praticante), ecc.Il crocifisso qualcosa di culturale?Vedremo, mio caro cattotalebano (è inutile che vi travestite da moderati, cattotalebani, vi riconosciamo comunque): è attesa per i prossimi mesi una sentenza della Corte Costituzionale sull'esposizione dei crocefissi nelle scuole. Quando il TAR del Veneto ha rimandato la questione alla CC i media non hanno detto nulla. Forse per i cattolici conta più l'opinione di un musulmano che quella di nove milioni di atei ed agnostici.
    E poi da loro ti pigliano a calci e pugni se
    non segui le loro usanze?Pensa alla tua di religione, integralista, che ne avete a sufficienza. Per inculcarvi il concetto di tolleranza c'è voluta la Rivoluzione Francese, il Terrore e il massacro dei Vandeani. Te ne sei dimenticato?
    Io credo fortemente nella libertà, ed
    ognuno deve essere libero di fare ciò
    che preferisce, ma questa libertà
    termina nel momento in cui lede quella
    altrui. Bene, io non ho mai tiratu su
    panzanate del tipo vogliamo posti in cui
    andare in pantalocini corti nelle piramidi
    per noi che ci piacciono i pantaloncini
    corti o boiate simili. A casa loro decidanoPerò il vostro amico ayatollah Scalfaro è ancora famoso perchè anni fa ha preso a schiaffi una ragazza straniera perchè portava le maniche corte a p.za S. Pietro e qui a Genova quando era vescovo Siri le donne con i pantaloni non potevano entrare nella cattedrale. E ti ricordo che l'Italia è un paese laico, in cui la laicità è, secondo una sentenza della Corte Costituzionale, "Principio Supremo dello Stato". Quindi se per "casa tua" intendi un paese cattolico trasferisciti a Città del Vaticano o in Irlanda.Ah, le piramidi le puoi tranquillamente visitare in pantaloncini corti: contrariamente a quanto vi racconta il prete a messa in Egitto NON vige la Sharia.
    loro e se uno vuole andarci fa il piacere di
    adeguarsi alle loro abitudini. Se non gli
    sta bene, nessuno lo obbliga ad andarci.Vale la stessa cosa per i crocefissi nelle scuole pubbliche: se secondo i cattolici mandare i propri figli in un'aula senza quell'oggetto fa male alla loro salute (come sosteneva il sindaco di Ofena) mandateli nelle scuole cattoliche (A VOSTRE SPESE) o a zappare la terra.
    Bene, lo stesso deve valere da noi. Se viene
    quan in Italia e vuole andare in piscina fa
    il piacere di:
    1) lavarsi
    2) usare ciabatte pulite
    3) usare solo costume ed occhialini
    Non gli sta bene? Va a farsi il bagno a casa
    sua.Come sosteneva qualcuno voi vedete la pagliuzza nell'occhio del vostro fratello e non vedete la trave che è nel vostro.Un ateo italiano
  • Anonimo scrive:
    Re: farle e non mostrarle li, ma fuori
    - Scritto da: Anonimo

    selvaggio è chi non rispetta la
    cultura del paese che visitaGuarda che le due donne erano arabe e non occidentali...
    selvaggio è chi legge i comportamenti
    altrui secondo la propria cultura senza
    rendersene contoSu questo ti posso anche ragione. Ma io non giudicherei il fatto che siano vietati i telefonini con la fotocamera, ma il fatto che le due donne siano state aggredite.
    come reagiresti se ti facessero una foto
    mentre caghi in un campo ?
    anche a me da fastidio se mi fanno una foto
    per strada senza chiedermeloAnche a me. Ma se capita non riempio di botte chi mi fotografa...
  • Anonimo scrive:
    Re: Presto porteranno qua tutto questo
    - Scritto da: Anonimo
    La barbarie e' alle porte e il mondo moderno
    e libero non so quanto potra' resistere
    all'invasione..
    Consiglio la lettura della pagina
    www.google.it/search?q=cache:52WoAfU1KJAJ:www
    dove inizia la frase colorata.agghiacciante, ma veroSi riproducono come topi
  • Sparrow scrive:
    ciò dimostra che ...
    i telefoni (ni) dovrebbero servire SOLO per telefonare ! Quella dei fotofonini è un'emerita cazzata inventata dai produttori per vendere a prezzi esorbitanti fotocamere da mezzo mpixel !D'altra parte per i Sauditi l'immagine è molto più tutelata che da noi, e hanno anche ragione in un certo senso. Però poi dico all'Arabia, perchè non vietate anche le fotocamere ? Bah !
  • Anonimo scrive:
    Re: farle e non mostrarle li, ma fuori
  • Anonimo scrive:
    Presto porteranno qua tutto questo
    La barbarie e' alle porte e il mondo moderno e libero non so quanto potra' resistere all'invasione..Consiglio la lettura della paginahttp://www.google.it/search?q=cache:52WoAfU1KJAJ:www.elezioni.radicali.it/forum/topic.asp%3Ftopic_id%3D16823%26forum_id%3D1%26Topic_Title%3D%253Cb%253E8%2BMARCIO%2B%253C%252Fb%253E%26forum_title%3DRadic%26M%3DFalso+%22Guarda,+l%E2%80%99attuale+invasione+dell%E2%80%99Europa+non+%C3%A8+che+un%22&hl=itdove inizia la frase colorata.
  • Anonimo scrive:
    mah...
    ...con tutti i problemi che ti crea la vita che bisogno c'è di crearsene mille altri...IL MONDO NON CE LA FA DAVVERO PIù
  • Anonimo scrive:
    Re: Aprirsi un po', no eh?

    E se avessero ragione loro? Con che
    presunzione si dice cosa è bene e
    cosa è male, cosa è vero e
    cosa è falso, cosa è giusto e
    cosa è sbagliato?.......
    E se fossimo noi nel medioevo? (peraltro
    periodo molto vivace e dovizioso di frementi
    dal punto di vista culturale).Io direi che non c'è niente di giusto o sbagliato, c'è solo un pò di buon senso nel guardare le cose oggettivamente. Oggettivamente il medioevo era bello solo per le spade e le armature e per chi crede che i buoni vincessero sempre a cavallo del proprio destriero. Nella storia non c'è stato un periodo più sanguinoso e devastante come il medioevo! Loro sono arrivati adesso al periodo delle crociate. Siamo nel 2004 e non è ammissibile che succedano certe cose!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Si dice che siamo tutti fratelli...
  • Anonimo scrive:
    Re: farle e non mostrarle li, ma fuori
  • Anonimo scrive:
    Re: Ipocrisia
    - Scritto da: 3p
    Certo che questi qui come ipocrisia riescono
    a battere anche i cattolici...
    Gran brutta cosa la religione: focolaio di
    estremismi pericolosi.Invece la politica ha creato sempre docili creature con profonda capacità di autocritica.San Pietrino
  • Anonimo scrive:
    farle e non mostrarle li, ma fuori
  • Anonimo scrive:
    Re: Con che coraggio poi ...
    - Scritto da: apo....
    altrui. Bene, io non ho mai tiratu su
    panzanate del tipo vogliamo posti in cui
    andare in pantalocini corti nelle piramidi
    per noi che ci piacciono i pantaloncini
    corti o boiate simili. A casa loro decidano....Potrebbe essere un'idea: noi costruiamo piscine per loro, separate per sessi e dove possano andarci vestiti/e come gli pare, e loro costruiscono delle piramidi per noi visitabili in pantaloncini corti. Ovviamente utilizzando le tecniche costruttive originali... altrimenti non vale...Così direi che almeno per 30-40 anni ce li siamo levati dalle palle...
  • Anonimo scrive:
    Si dice che siamo tutti fratelli...
  • 3p scrive:
    Ipocrisia
    Certo che questi qui come ipocrisia riescono a battere anche i cattolici...Gran brutta cosa la religione: focolaio di estremismi pericolosi.
  • Anonimo scrive:
    Aprirsi un po', no eh?
    Quella è un'altra civiltà, un altra filosofia, un altro modo completamente diverso di vivere il mondo, una forma mentis diversa dalla nostra. Solo perché non la pensano come voi allora sono retrogradi e nel medioevo, oscurantisti e quant'altro? Ma chi ha detto che la nostra civiltà è quella giusta?Loro hanno delle convinzioni, noi ne abbiamo altre; quale siano quelle corrette non è scritto da nessuna parte!E se avessero ragione loro? Con che presunzione si dice cosa è bene e cosa è male, cosa è vero e cosa è falso, cosa è giusto e cosa è sbagliato?Gli arabi con Averroè e Avicenna ci hanno portato i testi della filosofia greca tradotti in latino dagli ebrei (al seguito delle loro truppe); in questa lingua, conosciuta in occidente al contrario del greco, si è iniziato un lento processo di crescita culturale sulla logica aristotelica che secoli dopo avrebbe dato origine all'illuminismo e tutto il resto.E se fossimo noi nel medioevo? (peraltro periodo molto vivace e dovizioso di frementi dal punto di vista culturale).Tit.
  • apo scrive:
    Con che coraggio poi ...
    Io mi domando con che coraggio questa gente viene qua da noi, si butta in piscina vestita e si lamenta pure, viene qua e vuole togliere le croci che sono un nostro patrimonio culturale (e badate bene, sono si cattolico ma non praticante), ecc.E poi da loro ti pigliano a calci e pugni se non segui le loro usanze?Io credo fortemente nella libertà, ed ognuno deve essere libero di fare ciò che preferisce, ma questa libertà termina nel momento in cui lede quella altrui. Bene, io non ho mai tiratu su panzanate del tipo vogliamo posti in cui andare in pantalocini corti nelle piramidi per noi che ci piacciono i pantaloncini corti o boiate simili. A casa loro decidano loro e se uno vuole andarci fa il piacere di adeguarsi alle loro abitudini. Se non gli sta bene, nessuno lo obbliga ad andarci.Bene, lo stesso deve valere da noi. Se viene quan in Italia e vuole andare in piscina fa il piacere di:1) lavarsi2) usare ciabatte pulite3) usare solo costume ed occhialiniNon gli sta bene? Va a farsi il bagno a casa sua.
  • alexmario scrive:
    Re: il medioevo esiste ancora
    - Scritto da: Terra2

    Ma comunque ribadisco... li il medioevo lo
    abbiamo portato noi li... già dai
    tempi delle crociate... sono più di
    1000 anni che esportiamo medioevo in
    mediooriente (altro che democrazia)...
    adesso che hanno i magazzini pieni ce ne
    stanno restituendo un po'! Logico...
    No.Quello che a noi appare medio evo è una cultura conservatriceche tenta di sopravvivere ai cambiamenti.Non lo dico in senso negagivo.Gli arabi hanno la loro cultura pari alla nostra, come ogni altrapopolazione al mondo. La conservazione di questa cultura e la sua crisi sono causati dalle enormi entrate di denaro fornite dal petrolio.Questo perché i soldi che paghiamo agli sceicchi vengono anche se in minima parte redistribuiti e quindi generano richezza. Questa richezza viene gestiata cercando di acquisire beni che servono a migliorare la vita.Questi beni arrivano sopratutto dall'occidente, in quanto la struttura produttiva di questi paesi è ancora poco evoluta tecnologicamente.I beni occidentali, però, sono concepiti per culture e società occidentati.In medio oriente creano una rivoluzione silenziosa.Tornando al fatto che i soldi maggiori del petrolio vanno agli stati, che hanno la necessità di mantenere il controllo, l'acquisto di beni e servizi occidentali si trasforma in repressione.
    Non è una questione di
    "faziosità retorica"... se non
    avessimo spremuto le risorse dei paesi
    mediorientali (ma anche quelle orientali,
    dell'estremo oriente, africa e sudamerica
    compresi), se non avessimo scatenato
    conflitti intestini per poter vendere armi^^^^^^^^^^^^^^^^^^^Mi sapresti indicare un periodo nella storia dell'uomo in cui non c'è stata guerra?
    (e perchè no... anche ambulanze), ed
    il tutto per accrescere il PIL a loro spese,
    le donne adesso vivrebbero anche li nel
    21esimo secolo...
    Questo è esattamente quello che tutti i popoli hanno cercato di fare durante la nostra storia (nostra come umanità).
  • Anonimo scrive:
    Re: il medioevo esiste ancora
  • alexmario scrive:
    Re: il medioevo esiste ancora
    - Scritto da: Anonimo
    guarda che noi non stiamo andando verso un
    futuro migliore... soprattutto grazie a 2
    persone di spicco conosciute in italia e
    usa...Scusa, ma credo sia un po' presuntuoso addossare le colpe di tutti i mali a due sole persone.In occidente c'è più libertà che in tutto il resto del mondo.Sarebbe assurdo pensare che milioni di persone agisconosottomesse ed in disaccordo con queste due persone.Non credi?Dico questo perché penso che i problemi non si possanomai risolvere con un capo espitorio.Piuttosto vanno trovate soluzioni.Il nostro dramma è proprio quello di non averne di soluzioni.L'unica aspettativa è il fatto di avere una cultura che si basa sulla storia e che prima o poi questa ci faccia comprendere la strada da seguire per il futuro. Che, per me, è tutt'altro che chiara alla luce di quanto sta accadendo.
  • Anonimo scrive:
    Re: il medioevo esiste ancora
  • Anonimo scrive:
    E qualcuno si scandalizza...
    ...se qualcun'altro afferma che la nostra è una cultura superiore!Mah!
  • Anonimo scrive:
    Re: il medioevo esiste ancora

    Ma comunque ribadisco... li il medioevo lo
    abbiamo portato noi li... già dai
    tempi delle crociate... sono più di
    1000 anni che esportiamo medioevo in
    medioorienteMa dove, somaro? Le crociate sono state anche l'ovvia risposta allo strapotere dell'impero arabo che per secoli ha scassato le palle a mezza europa, devastandola. Se con i crociati abbiamo iniziato a prenderli a calci nel sedere, mi sembra il minimo che potessero aspettarsi dopo secoli di dominazione.
  • Anonimo scrive:
    Re: Lasciate perdere il Medioevo...

    La "cultura" orientale e medio-orientale
    è tutt'altro che spiacevole, e se ti
    riferisci al fanatismo islamico è
    roba recente.Anche citare un glorioso passato invece del presenteè solo retorica, propaganda politica, tifo da stadio.L'Italia nel Rinascimento era la prima potenza europea,la Grecia antica era una fucina di arti e scienze... oggicosa sono più questi paesi? Terre di musei e rovine,più un po' di benessere economico e sociale diffusosiper contagio dall'Europa settentrionale.Non conta ciò che hanno fatto i tuoi bisnonni, contaciò che fate oggi tu e i tuoi connazionali... ciò vale siaper gli italiani che per gli arabi. Quel che fanno oggigli arabi è da trogloditi paranoici, punto e basta.Domani, chissà... ma oggi è così, inutile negarlo.
    • Terra2 scrive:
      Re: Lasciate perdere il Medioevo...

      L'Italia nel Rinascimento era la prima potenza europea,
      la Grecia antica era una fucina di arti e scienze... oggi
      cosa sono più questi paesi? Terre di musei e rovine,
      più un po' di benessere economico e sociale diffusosi
      per contagio dall'Europa settentrionale.Ok... il fatto che l'italia o la grecia non siano tuttora all'altezza degli USA non autorizza Bush a sputare sulla cultura rinascimentale o ellenica.E comunque... i posti dove vige arretratezza, guerra e soppressione dei diritti sociali sono quelli in cui l'evoluto occidente è andato a ficcare le manacce... senza retorica, sono "fatti".
  • Terra2 scrive:
    Re: il medioevo esiste ancora
    - Scritto da: Anonimo
    Questi arabi sono rimasti al medioevo, solo
    che a differenza del "nostro" medioevo hanno
    un sacco di soldi e siamo nel 2000!
    Berlusconi tempo fa aveva detto che gli
    arabi sono culturalmente arretrati... apriti
    cielo, non l'avesse mai detto... ma tra le
    tante cose questa era una delle poche
    azzeccate, anzi azzeccatissime!A beh... se adesso vogliamo portare il berlusca come esempio di emancipazione culturale siamo apposto...Potete credere a quello che volete... oppure andare a controllare (i libri di storia esistono ancora, non si sa per quanto, ma per ora esistono).Studiate cosa hanno fatto negli anni le compaglie petrolifere usa ai paesi arabi, Leggete quello che è successo ad Enrico Mattei, John Kennedy ed a tutti quelli che hanno osato ficcare il naso negli affari dei petrolieri texani.e se non vi piace il medioevo arabo date una occhiata veloce alla democrazia americana:http://www.fondazionecipriani.it/liberazioni.htm
    • Anonimo scrive:
      Re: il medioevo esiste ancora

      A beh... se adesso vogliamo portare il
      berlusca come esempio di emancipazione
      culturale siamo apposto...

      Potete credere a quello che volete... oppure
      andare a controllare (i libri di storia
      esistono ancora, non si sa per quanto, ma
      per ora esistono).

      Studiate cosa hanno fatto negli anni le
      compaglie petrolifere usa ai paesi arabi,
      Leggete quello che è successo ad
      Enrico Mattei, John Kennedy
      ed a tutti quelli che hanno osato ficcare il
      naso negli affari dei petrolieri texani.

      e se non vi piace il medioevo arabo date una
      occhiata veloce alla democrazia americana:
      www.fondazionecipriani.it/liberazioni.htm
      Fatto tutto.Adesso però, senza fare il fazioso retorico con la storia del petrolio, iniziare a parlare di dirittu civili e di diritti (ma quali) della donna.Poi tirami fuori Mattei ciccio
      • Terra2 scrive:
        Re: il medioevo esiste ancora

        Adesso però, senza fare il fazioso retorico con
        la storia del petrolioiniziare a parlare di dirittu civili
        e di diritti (ma quali) della donna.Ho risposto sopra...Ma comunque ribadisco... li il medioevo lo abbiamo portato noi li... già dai tempi delle crociate... sono più di 1000 anni che esportiamo medioevo in mediooriente (altro che democrazia)... adesso che hanno i magazzini pieni ce ne stanno restituendo un po'! Logico...Non è una questione di "faziosità retorica"... se non avessimo spremuto le risorse dei paesi mediorientali (ma anche quelle orientali, dell'estremo oriente, africa e sudamerica compresi), se non avessimo scatenato conflitti intestini per poter vendere armi (e perchè no... anche ambulanze), ed il tutto per accrescere il PIL a loro spese, le donne adesso vivrebbero anche li nel 21esimo secolo...
        Poi tirami fuori Mattei ciccioCiccio lo dici a chi ha un IQ più basso del tuo... (ammesso che esista :-) )
      • Anonimo scrive:
        Re: il medioevo esiste ancora
        - Scritto da: Anonimo
        Adesso però, senza fare il fazioso
        retorico con la storia del petrolio,
        iniziare a parlare di dirittu civili e di
        diritti (ma quali) della donna.Per non parlare dei diritti degli uomini.http://en.wikipedia.org/wiki/Guantanamo_Bay#Detention_of_prisoners
    • Anonimo scrive:
      Re: il medioevo esiste ancora
      - Scritto da: Terra2

      - Scritto da: Anonimo

      Questi arabi sono rimasti al medioevo,
      solo

      che a differenza del "nostro" medioevo
      hanno

      un sacco di soldi e siamo nel 2000!

      Berlusconi tempo fa aveva detto che gli

      arabi sono culturalmente arretrati...
      apriti

      cielo, non l'avesse mai detto... ma tra
      le

      tante cose questa era una delle poche

      azzeccate, anzi azzeccatissime!

      A beh... se adesso vogliamo portare il
      berlusca come esempio di emancipazione
      culturale siamo apposto...

      Potete credere a quello che volete... oppure
      andare a controllare (i libri di storia
      esistono ancora, non si sa per quanto, ma
      per ora esistono).

      Studiate cosa hanno fatto negli anni le
      compaglie petrolifere usa ai paesi arabi,
      Leggete quello che è successo ad
      Enrico Mattei, John Kennedy
      ed a tutti quelli che hanno osato ficcare il
      naso negli affari dei petrolieri texani.

      e se non vi piace il medioevo arabo date una
      occhiata veloce alla democrazia americana:
      www.fondazionecipriani.it/liberazioni.htm

      Il tutto non giustifica che nel 2004 si lasci morire ragazze in un incendio della scuola, chiudendole dentro, perchè fuori non ci sono parenti maschi a prelevarle, nè che le si faccia affograe in 5 per non toccarle...... (cronache recentissime) Che bella cultura!!!!!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: il medioevo esiste ancora

        Il tutto non giustifica che nel 2004 si
        lasci morire ragazze in un incendio della
        scuola, chiudendole dentro, perchè
        fuori non ci sono parenti maschi a
        prelevarle, nè che le si faccia
        affograe in 5 per non toccarle......
        (cronache recentissime) Che bella
        cultura!!!!!!!o che taglino la gola perché trovate senza velo o quelle altre due o tremila cosette che accadono di continuo
    • Anonimo scrive:
      Re: il medioevo esiste ancora
      - Scritto da: Terra2

      - Scritto da: Anonimo

      Questi arabi sono rimasti al medioevo,
      solo

      che a differenza del "nostro" medioevo
      hanno

      un sacco di soldi e siamo nel 2000!

      Berlusconi tempo fa aveva detto che gli

      arabi sono culturalmente arretrati...
      apriti

      cielo, non l'avesse mai detto... ma tra
      le

      tante cose questa era una delle poche

      azzeccate, anzi azzeccatissime!

      A beh... se adesso vogliamo portare il
      berlusca come esempio di emancipazione
      culturale siamo apposto...

      Potete credere a quello che volete... oppure
      andare a controllare (i libri di storia
      esistono ancora, non si sa per quanto, ma
      per ora esistono).

      Studiate cosa hanno fatto negli anni le
      compaglie petrolifere usa ai paesi arabi,
      Leggete quello che è successo ad
      Enrico Mattei, John Kennedy
      ed a tutti quelli che hanno osato ficcare il
      naso negli affari dei petrolieri texani.

      e se non vi piace il medioevo arabo date una
      occhiata veloce alla democrazia americana:
      www.fondazionecipriani.it/liberazioni.htm

      Il tutto non giustifica che nel 2004 si lasci morire ragazze in un incendio della scuola, chiudendole dentro, perchè fuori non ci sono parenti maschi a prelevarle, nè che le si faccia affogare* in 5 per non toccarle...... (cronache recentissime) Che bella cultura!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Interessante....
    e la tua teoria sarebbe?magari quella che i famosi sauditi hanno lasciato gli Stati Uniti quando lo spazio aereo era chiuso?svegliaaaaaaaaa è una delle enormi balle faziose di quel bell'imbusto di moore, ormai l'hanno ampiamente dimostrato che non fu così ma si sa pure lui fa leva (con un media) su cose che poi i media riportano solo sottotono
    • Anonimo scrive:
      Re: Interessante....

      svegliaaaaaaaaa è una delle enormi
      balle faziose di quel bell'imbusto di moore,mai quanto le cagate di bush e media... SVEEEGLIA
    • warrior666 scrive:
      Re: Interessante....
      Io forse ne sò meno di te, ma dopo aver visto F9/11 mi chiedo perchè se ci sono menzogne il film non è stato bloccato dalla censura? oppure perchè Bush non ha fatto causa x diffamazione a Moore? Magari le cose non sono esattamente come descritte nel film, ma è probabile che allora la verità sia anche peggio.. Ad ogni caso un'accusa del genere meriterebbe le dimissioni del presidente o quantomeno un indagine..Invece no, Clinton ha rischiato la sedia e si è giocato la faccia per un pompino, Bush con le sue amicizie saudite dollarose invece continua a giocare tranquillamente a golf..- Scritto da: Anonimo
      e la tua teoria sarebbe?

      magari quella che i famosi sauditi hanno
      lasciato gli Stati Uniti quando lo spazio
      aereo era chiuso?

      svegliaaaaaaaaa è una delle enormi
      balle faziose di quel bell'imbusto di moore,
      ormai l'hanno ampiamente dimostrato che non
      fu così ma si sa pure lui fa leva
      (con un media) su cose che poi i media
      riportano solo sottotono
      • Anonimo scrive:
        Re: Interessante....
        Beh a parte che loro hanno l'articolo 1 della costituzione che rende sacra la libertà di pensiero e di parola (ahhh se l'avessimo anche in europa potremmo mandare a cagare chiunque senza paura di essere portati in tribunale per diffamazione).Poi Clinton stava x perdere la sedia perchè ha dichiarato il falso sotto giuramento, Bush dichiara continuamente il falso ma si guarda bene dal fare giuramento ehehe :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Interessante....
        Ripeto: la teoria dei sauditi partiti quando lo spazio aereo era chiuso è stata ampiamente smentita con tanto di prove.Come altre 5 o 6 cosette "imprecise" che ci sono nel film...Come ho già detto: unico merito è stato quello di svegliare le coscienze che, Bush a parte, si rendono ora conto di come siamo tutti quanti appesi ad un filo. per il resto di faziosità ce ne da vendere ed anche di tesi pretestuose o palesemente false (in quanto già sconfessate con prove reali)
  • Terra2 scrive:
    Re: Lasciate perdere il Medioevo...
    • Anonimo scrive:
      Re: Lasciate perdere il Medioevo...

      Se non fosse per gli arabi tu faresti ancora
      i calcoli spezzando legnetti e contando
      sassi (sempre ammesso che tu non lo faccia
      ancora).e quindo? da quando in qua siamo diventati civilizzati per aver avuto un avanzamento nei metodi di calcolo!?!!?
      Trova qualche foto del centro di Teheran o
      di Baghdad degli anni 30/40 e guarda il
      grado di civiltà che avevano prima
      che qualcuno cominciasse ad arraffargli il
      petrolio e studia storia!tu oltre a studiare la storia trovami qualche traccia di civlità che rispetti anche solo *minimamente* le donne, poi ne riparliamohint, hint: se hai una moglia/ragazza/whatever falle studiare un pò di cultura medio-orientale, vedrai che farai passi da gigante nel comprendere perché stiamo parlando di medioevo
      • Terra2 scrive:
        Re: Lasciate perdere il Medioevo...

        tu oltre a studiare la storia trovami
        qualche traccia di civlità che
        rispetti anche solo *minimamente* le donne,
        poi ne riparliamoLe donne, nei paesi arabi, prima dell'avvento dell'integralismo islamico, godevano di privilegi che in europa e negli stati uniti manco si sognavano... e parlo del 1920/30... non del medioevo.In Iraq, prima del recente arrivo della democrazia, le donne non erano tenute ad indossare nemmeno il velo. Adesso che gli sciiti posso no democraticamente far valere il loro 60% di popolazione, invece, prevedo tempi rigidi per le signore (ah... vatti a vedere la differenza tra sciiti e unniti quando hai tempo).L'integralismo islamico è stata una "logica" reazione allo sfruttamento usa... ed il più delle volte è stato organizzato e stimolato dalla CIA (ormai lo sanno anche i sassi chi ha insegnato a Bin laden a fare il tiro a segno).
        hint, hint: se hai una
        moglia/ragazza/whatever falle studiare un
        pò di cultura medio-orientale, vedrai
        che farai passi da gigante nel comprendere
        perché stiamo parlando di medioevoLa "cultura" orientale e medio-orientale è tutt'altro che spiacevole, e se ti riferisci al fanatismo islamico è roba recente.In europa e USA il diritto di voto alle donne è stato concesso in tempi non troppo lontani (ed in un cantone della svizzera stanno ancora aspettando).
        • Anonimo scrive:
          Re: Lasciate perdere il Medioevo...
          - Scritto da: Terra2
          Le donne, nei paesi arabi, prima
          dell'avvento dell'integralismo islamico,
          godevano di privilegi che in europa e negli
          stati uniti manco si sognavano... e parlo
          del 1920/30... non del medioevo. Evidentemente non ti rendi conto che questa e' proprio ladiferenza tra una civilta' che progredisce (come quellaoccidentale) ed una che regredisce (quella Araba).Loro erano arrivati a certi valori prima di noi, ma non sonoriusciti a mantenerli e sono ora in piena regressione.
          L'integralismo islamico è stata una
          "logica" reazione allo sfruttamento usa...
          ed il più delle volte è stato
          organizzato e stimolato dalla CIA (ormai lo
          sanno anche i sassi chi ha insegnato a Bin
          laden a fare il tiro a segno).Si e no, mentre la CIA ha indubbiamente delle grosse responsabilita' per il caso di BIN LADEN, lo sviluppo dell'ntegralismo Islamico negli ulti 10 anni e stato fomentato proprio dalla classe politica governante l'Arabia Saudita attraverso uno speciale Ministero per La divulgazione della religione e la cultura Islamica (cosi' la chiamano loro).Questo Ministero ha a disposizione circa 1 miliardo di dollari anno per la divulgazione della loro visione radicale dell'Islam.La cosa ridicola e' che se gli avessimo sfruttati per davvero non avrebbero avuto i soldi per creare quel ministero e creare tutti quei fanatici che hanno creato in giro per il mondo.
          La "cultura" orientale e medio-orientale
          è tutt'altro che spiacevole, e se ti
          riferisci al fanatismo islamico è
          roba recente.
          In europa e USA il diritto di voto alle
          donne è stato concesso in tempi non
          troppo lontani (ed in un cantone della
          svizzera stanno ancora aspettando).La cultura "medio-orientale e araba" e' molto spiacevole se hai una mente tua e non ti piace adeguarti alla massa.Poco importa che 150-100 anni fa fossero piu' avanti di noi, adesso sono nettamente indietro.Mi basta un solo esempio per provartelo:NON esiste una demoscrazia in nessun paese arabo Islamico.
    • Anonimo scrive:
      Re: Lasciate perdere il Medioevo...

      Se non fosse per gli arabi tu faresti ancora
      i calcoli spezzando legnetti e contando sassiPrimo, le cifre cosiddette arabe le hanno inventategli indiani (dell'India). Gli arabi le hanno solo fatteconoscere agli europei medievali.Secondo, anche quando in un popolo arretratoci sono tre o quattro genii, quelli non bastanoa cambiare la realtà di quel popolo (affermarloè retorica, propaganda politica, tifo da stadio).Infatti è il modo come vive la massa, non ciò chefanno pochi individui speciali, a fare la differenza.
      • Terra2 scrive:
        Re: Lasciate perdere il Medioevo...

        Secondo, anche quando in un popolo arretrato
        ci sono tre o quattro genii, quelli non bastano
        a cambiare la realtà di quel popolo (affermarlo
        è retorica, propaganda politica, tifo da stadio).
        Infatti è il modo come vive la massa, non ciò che
        fanno pochi individui speciali, a fare la differenza.Secondo te chi è il "barbaro"? Il popolo che vive in stato di arretratezza o quello che cel'ha ridotto e mantenuto tale?
    • Anonimo scrive:
      Re: Lasciate perdere il Medioevo...
      - Scritto da: Terra2

      - Scritto da: Anonimo

      ...al confronto infatti il nostro era
      avanti

      anni-luce...e se non fosse per il
      petrolio,

      sti arabi del ca**o sarebbero ancora dei

      guardapecore...

      E pensare che tutto è iniziato perché un cogl*one una

      mattina s'è svegliato dicendo che gli era apparso

      l'arcangelo Gabriele...

      Se non fosse per gli arabi tu faresti ancora
      i calcoli spezzando legnetti e contando
      sassi (sempre ammesso che tu non lo faccia
      ancora).

      Trova qualche foto del centro di Teheran o
      di Baghdad degli anni 30/40 e guarda il
      grado di civiltà che avevano prima
      che qualcuno cominciasse ad arraffargli il
      petrolio e studia storia!
      La storia ci insegna che Roma in tempi ben più remoti aveva anche una rete fognaria di tutto rispetto e caseggiati a 4 o 5 piani con acqua corrente! Poi,guarda caso, in medio oriente, una ba**scia si fa trombareda un centurione burlone che le racconta di chiamarsiGabriele... Da allora giù piscio e popò dalla finestra e vaicoi secchi... E poi: arrosti a fuoco lento, mutilazioni,torturine varie. Grassi monsignori impaurivano il popolinoignorante e alla fame con anatemi e crocifissi: "Il Signore èmorto per voi in croce. Ubbidite altrimenti finirete peggio...". E adesso... La procreazione assistita vietata! Domani cosa si inventeranno i solerti guardiani delle nostre anime (e deinostri portafogli)?
      • Anonimo scrive:
        Re: Lasciate perdere il Medioevo...



        E pensare che tutto è
        iniziato perché un cogl*one una


        mattina s'è svegliato
        dicendo che gli era apparso


        l'arcangelo Gabriele...


        Poi,
        guarda caso, in medio oriente, una ba**scia
        si fa trombare
        da un centurione burlone che le racconta di
        chiamarsi
        Gabriele... Se qualcuno suona alla vostra porta e dice di chiamarsiGabriele.... NON FATELO ENTRARE! Potrebbe mettere incinta vostra sorella... E vostro nipote un giorno vi sfratteràe fonderà una setta in casa vostra.... :'(
      • Anonimo scrive:
        Re: Lasciate perdere il Medioevo...


        La storia ci insegna che Roma in tempi ben
        più remoti
        aveva anche una rete fognaria di tutto
        rispetto e
        caseggiati a 4 o 5 piani con acqua corrente!
        Poi,
        guarda caso, in medio oriente, una ba**scia
        si fa trombare
        da un centurione burlone che le racconta di
        chiamarsi
        Gabriele... Da allora giù piscio e
        popò dalla finestra e vai
        coi secchi... E poi: arrosti a fuoco lento,
        mutilazioni,
        torturine varie. Grassi monsignori
        impaurivano il popolino
        ignorante e alla fame con anatemi e
        crocifissi: "Il Signore è
        morto per voi in croce. Ubbidite altrimenti
        finirete peggio...".
        E adesso... La procreazione assistita
        vietata! Domani cosa
        si inventeranno i solerti guardiani delle
        nostre anime (e dei
        nostri portafogli)?

        Quindi ....Cristo per te ....era un Comunista figlio di putta*aIMHOil mondo in mano a ottusi ...palloni gonfiati....privi di pietà e compassione ...sul tuo modello ...e' destinato a diventare un cumulo di macerie !!
  • Anonimo scrive:
    Lasciate perdere il Medioevo...
  • Anonimo scrive:
    Re: Interessante....
    Semplice, se un terrorista ISLAMICO uccide qualcuno succede l'ira di dio.Se un nostro caro alleato nella guerra al terrorismo, come Putin, si permette di compiere le più oscene porcate in cecenia nessuno apre bocca.Di certo non sentirai Mentana o l'altro fare gli editoriali strappalacrime e moralisti.
    • shevathas scrive:
      Re: Interessante....
      - Scritto da: Anonimo
      Semplice, se un terrorista ISLAMICO uccide
      qualcuno succede l'ira di dio.
      se qualcun'altro muore per colpa degli americani, apriti cielo.se qualche centinaio di persone vengono sbudellate in sudan, ma a chi frega?se vengono trucidati 13 nepalesi, non importa niente a nessuno, ma per i francesi ci si muove, e in fretta.
      Se un nostro caro alleato nella guerra al
      terrorismo, come Putin, si permette di
      compiere le più oscene porcate in
      cecenia nessuno apre bocca.perchè la bocca non è stata aperta quando putin andava contro bush e la guerra in iraq ?quando ai pacifinti venivano mosse accuse di faziosità perchè manifestavano solo contro la guerra in iraq, e dimenticavano gli altri massacri su e giù per il globo, cecenia, sudan, uganda...cosa si rispondeva
      Di certo non sentirai Mentana o l'altro fare
      gli editoriali strappalacrime e moralisti.e neppure vedrai manifestazioni per l'uganda o il sudan. l'oggettività pura non esiste, ed ognuno porta le prove che fanno comodo alla propria causa, non quelle contro.==================================Modificato dall'autore il 09/09/2004 7.34.08
  • mr_setter scrive:
    Interessante....
    E' davvero interessante notare che notizie del genere vengono subito amplificate dai media al contrario di notizie che - quelle si - meriterebbero di essere menzionate, magari in prima pagina, come le decapitazioni pubbliche o le fustigazioni che ancora oggi nel III millennio vengono eseguite in Arabia.Nell'inquietante documentario di Moore Fahrenheit 9/11 viene mostrato un esempio di tale ignobile e bestiale sentenza eppure ne' i giornali piu' importanti ne' le televisioni prendendo spunto dall'enorme successo del film hanno riportato, dimostrando alla fine quanto ormai i media occidentali siano stati *normalizzati* sulla pubblicazione di certe notizie in maniera imbarazzante soprattutto per quanto riguarda notizie provenienti da determinati paesi. Avete fatto caso? La notizia dell'eccidio in Ossezia ha fatto instantaneamente il giro del mondo e se solo cercate in rete troverete reportage a non finire sul tragico evento; non cosi' pero' su un evento simile nell'efferatezza (strage di civili adulti anziani e bambini) avvenuto nel 2000 in Cecenia a Grozny dove di bambini massacrati ne sono stati contati circa 40.000!!!E' corretto questo? Con quale criterio certe notizie *passano* e raggiungono la pubblicazione e certe altre no? Mi piacerebbe sapere, nella bilancia delle decisioni di un direttore di un giornale, quanto pesa la notizia *in se'* e quanto la *convenienza* (di qualsiasi tipo esso sia) di pubblicarla o meno.....:
  • Anonimo scrive:
    Re: Ragioniamo su tempi lunghi...
  • Anonimo scrive:
    Re: il medioevo esiste ancora
    - Scritto da: Anonimo
    Questi arabi sono rimasti al medioevo, solo
    che a differenza del "nostro" medioevo hanno
    un sacco di soldi e siamo nel 2000!

    Berlusconi tempo fa aveva detto che gli
    arabi sono culturalmente arretrati... apriti
    cielo, non l'avesse mai detto... ma tra le
    tante cose questa era una delle poche
    azzeccate, anzi azzeccatissime!esatto ! e noi stupidi che gli diamo pure i soldi del petrolio, invece di prendercelo gratis, tanto a loro non sarebbe mai servito perchè l'era industriale in questi paesi non sarebbe mai arrivata.
    • Anonimo scrive:
      Re: il medioevo esiste ancora
      MEG e fai a meno del petrolio
    • Anonimo scrive:
      Re: il medioevo esiste ancora
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo

      Questi arabi sono rimasti al medioevo,
      solo

      che a differenza del "nostro" medioevo
      hanno

      un sacco di soldi e siamo nel 2000!



      Berlusconi tempo fa aveva detto che gli

      arabi sono culturalmente arretrati...
      apriti

      cielo, non l'avesse mai detto... ma tra
      le

      tante cose questa era una delle poche

      azzeccate, anzi azzeccatissime!

      esatto ! e noi stupidi che gli diamo pure i
      soldi del petrolio, invece di prendercelo
      gratis, tanto a loro non sarebbe mai servito
      perchè l'era industriale in questi
      paesi non sarebbe mai arrivata.Loro saranno ancora nel medioevo, ma tu vivi ancora nell'800.
    • Anonimo scrive:
      Re: il medioevo esiste ancora

      esatto ! e noi stupidi che gli diamo pure i
      soldi del petrolio, invece di prendercelo
      gratis, tanto a loro non sarebbe mai servito
      perchè l'era industriale in questi
      paesi non sarebbe mai arrivata.intanto l'unica cosa che sappiamo per certo è che parte di quei proventi sono andati a finanziare opere pie tipo i campi di addestramento dei terroristi in ceceniatrullalero trullalà
      • Anonimo scrive:
        Re: il medioevo esiste ancora
        - Scritto da: Anonimo

        esatto ! e noi stupidi che gli diamo
        pure i

        soldi del petrolio, invece di
        prendercelo

        gratis, tanto a loro non sarebbe mai
        servito

        perchè l'era industriale in
        questi

        paesi non sarebbe mai arrivata.

        intanto l'unica cosa che sappiamo per certo
        è che parte di quei proventi sono
        andati a finanziare opere pie tipo i campi
        di addestramento dei terroristi in cecenia

        trullalero trullalàgià, fosse solo in cecenia....hanno l'ambizione, neanche troppo nascosta, di diffondere il loro credo anche con la violenza, se necessario.trullallero trullallà..... bella sta firma, mi sa che te la copio
  • Anonimo scrive:
    Re: il medioevo esiste ancora
    - Scritto da: Anonimo
    Questi arabi sono rimasti al medioevo, solo
    che a differenza del "nostro" medioevo hanno
    un sacco di soldi e siamo nel 2000!

    Berlusconi tempo fa aveva detto che gli
    arabi sono culturalmente arretrati... apriti
    cielo, non l'avesse mai detto... ma tra le
    tante cose questa era una delle poche
    azzeccate, anzi azzeccatissime!.. Quoto in pieno.....dove sono quelli che fino a pochi mesi fa parlavano della grande cultura araba????
    • Anonimo scrive:
      Re: il medioevo esiste ancora
      guarda che noi non stiamo andando verso un futuro migliore... soprattutto grazie a 2 persone di spicco conosciute in italia e usa...
    • Anonimo scrive:
      Re: il medioevo esiste ancora

      .. Quoto in pieno.....dove sono quelli che
      fino a pochi mesi fa parlavano della grande
      cultura araba????Tutti impegnati ad insultare la Fallaci che quantomeno ha denunciato un paio di cosette su quella famosa cultura degna di rispetto che qualunque ebete avrebbe potuto leggere in qualche tonellata di libri o in decine di tonellate di articoli di cronaca.
  • Anonimo scrive:
    il medioevo esiste ancora
    Questi arabi sono rimasti al medioevo, solo che a differenza del "nostro" medioevo hanno un sacco di soldi e siamo nel 2000! Berlusconi tempo fa aveva detto che gli arabi sono culturalmente arretrati... apriti cielo, non l'avesse mai detto... ma tra le tante cose questa era una delle poche azzeccate, anzi azzeccatissime!
  • Anonimo scrive:
    Re: Ragioniamo su tempi lunghi...
  • Anonimo scrive:
    Ragioniamo su tempi lunghi...
Chiudi i commenti