P2P, Gnutella è sempre la numero uno

BitTorrent cresce più di tutti, ma è uno dei network storici di file sharing a detenere il primato delle connessioni

Roma – Digital Music News Research Group ha recentemente rilasciato il suo rapporto sui trend del P2P riguardanti l’ultimo quarto del 2007. Neanche a dirlo, le statistiche confermano l’ottimo stato di salute del fenomeno violentemente osteggiato dall’industria dei contenuti e la preferenza degli utenti per il network Gnutella , la prima rete decentralizzata a fare la comparsa sulla scena dopo l’esplosione della supernova di Napster.

Lo studio è stato condotto raccogliendo informazioni sulla configurazione di 1,66 milioni di PC con Windows installato, sui protocolli e i client utilizzati per la connessione alle reti. Stando ai risultati LimeWire rimane stabilmente il software più utilizzato dai condivisori , crescendo dal 34,1% al 36,4% nel gruppo delle 13 applicazioni di P2P più diffuse. Proprio a LimeWire viene data la principale responsabilità della crescita di Gnutella, passata dal 37,4% del settembre 2006 al 40,5% del totale nel settembre 2007.

Cresce naturalmente anche BitTorrent , come già evidenziato dalle stime di BigChampagne aggiornate a questo marzo. Secondo DMNRG la rete pubblica inventata e poi privatizzata da Bram Cohen a vantaggio delle major hollywoodiane cresce in 12 mesi dal 23,6% al 28,2% del totale. Utorrent , il piccolo client già acquistato da BitTorrent Inc., ha conosciuto un vero e proprio boom salendo nelle percentuali di utilizzo dal 3% all’11,3%.

Per il resto, lo studio tende a sottostimare la diffusione del popolarissimo network eDonkey2000 , considerato da altri come una delle maggiori reti di condivisione assieme alla suddetta BitTorrent. Per quanto riguarda le applicazioni, dopo LimeWire e uTorrent le più usate sarebbero BitTorrent (il cui utilizzo è però sceso dal 5,2% al 4,6%), Ares (dal 3,5% al 4,6%), Azureus (dal 6% al 4,3%), eMule (dal 3,8% al 4%) e di seguito tutte le altre.

Classifiche a parte, la ricerca rivela ancora una volta come il file sharing sia in crescita: i 13 principali software di P2P sono passati dal 72,8% del mercato all’80% del totale, segno inequivocabile del fatto che a ben poco servono le decine di migliaia di denunce di RIAA, la chiusura dei server eDk2000 o altre operazioni a effetto a opera dell’industria dei contenuti.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Fullone Stella scrive:
    occhio bionico
    Si può impiantare l'occhio bionico ad una persona completamente cieca con aniridia congenita bilaterale associata a glaucoma?
  • Fullone Stella scrive:
    occhio bionico
    Si può impiantare l'occhio bionico ad una persona completamente cieca con aniridia congenita bilaterale associata a glaucoma?
  • Gino Gomba scrive:
    a second sight seeker
    Essendo affetto da retinite pigmentosa, che mi ha portatao alla cecità all' etaà di 50 (ora ne ho 62) sono molto interessato da questo nuovo sviluppo della tecnica nel campo delle malattie della vista. Gino Gombaemail: 3339716237@tim.itcellulare: 3339716237
  • rossana del mese scrive:
    è una speranza per chi non vede
    mio marito è affetto da retinite pigmentosa dal 2003.questa notizia è meravigliosa.cosa fare per potersi operare da volontari?grazie
  • natale lollobatti sta scrive:
    rop V stadio
    Mio figlio Tommaso di appena 3 anni non ha mai visto dalla nascita a causa di un distacco totale di retina.Vorrei mettermi in contatto con qualcuno capace di spiegarmi se e'possibile in futuro applicare l'occhio bionico su bambini come mio figlio.email: lollolino@tiscali.it
  • bellina giovanni scrive:
    notizie su occhio bionico
    sono affetto da retinite pigmentosa da circa 22 anni, vorrei avere maggiori informazioni e soprattutto vorrei sapere quali sono i medici che si occupano di tale esperimento, il nome della clinica e il modo in cui potrei mettermi in contatto con loro. Per favore datemi notizie al piu' presto possibile.Mandate all'indirizzo di posta elettronica: pratika2002@tiscali.it grazie e arrivederci
    • patalano scrive:
      Re: notizie su occhio bionico
      carissimo amico sono mario patalano da Napoliposso sono anche io un ragazzo non vedente e sono sempre in cerca di innovazzioni tecnologiche che possono aiutarci o addirittura restituirci quel che abbiamo perso un po' di tempo fa, notizie simili io ho avuto modo di apprenderle anche 10 anni fa, e fu così che mi spinsero ad andare a boston retinal assosiession, " scusami per il mio inglese" dal prof. schepens egli personalmente mi disse testuali parole "quel che dicono i giornali e le televisioni sono pure utopie e fantasie dei giornalisti per riempire programmi e fogli di giornali, per il momento stiamo soltanto studiando era il 1998 in seguito mi arrivo una lettera da poston 2004 dove mi diceva che stavano effettuando esperimenti su animali che hanno la stessa formazione dell'occhio umano "conigli". oggi come te, ho appreso che in inghilterra, come negli stati uniti stanno sperimentando sulla specie umana, ti conziglio per poter ottenere l'indirizzo ove hanno sperimentato tutto ciò chiama il conzolato italiano a londra una volta ottenuto il nome dell'ospedale potrai metterti in contatto e fissare un'appuntamento. amico inbocca all'upo ciao e buone cose ti raccomando fammi sapere appresto
  • patalano scrive:
    mario
    sono un ragazzo di anni 34 ho avuto un distacco della retine all'eta di 11 anni credete che cio che hanno scoperto possa servire anche a me non sofro di retinite pigmentosa la retine non vi è più quei picoli frammenti che mi sono restati sono per detta dei medici atrofizati cosa posso fare posso sperare secondo voi che in un prossimo futuro possa riacquistare nuovamente la vista? mario.patalano@alice.it
  • Multitudo scrive:
    E i video? 25 fps
    Questi come li vedono i film??Da quanto ne so noi normodotati percepiamo i video come continui perché le reazioni chimiche che trasformano le percezioni della retina in segnali elettrici si svolgono ad una velocità fissa ed in temini relativi piuttosto lenta (lorecchio ad esempio sfrutta un meccanismo meccanico per cui non ha di questi problemi) per cui se due immagini molto simili (i fotogrammi) vengono proiettate a poco tempo una dallaltro (25 al secondo) noi le percepiamo come continue, ovvero i bacelli non hanno fatto in tempo a trasmettere al nervo ottico il segnale di un fotogramma che già ne arriva un altro.Questa limitazione non è affatto cerebrale ma semplicemente fisica (anzi chimica) e come è noto e viene ribadito anche nellarticolo il cervello ha la capacità di adattarsi a nuove situazioni.Un dispositivo del genere non sarebbe affetto da questo problema, sarebbe interessante vedere come reagisse il cervello se ricevesse i segnali più velocemente di quanto succede con locchio biologico, magari fra 25 anni certe categorie di persone potrebbero volersi aggiungere ai bacelli della retina naturale dei microchip che compensassero la lentezza delle reazioni chimiche della retina per avere una percezione diversa (e forse più completa) del mondo
  • v1doc scrive:
    Vivisezione?
    Potrebbe essere una una bella notizia, vorrei sapere se Second Sight è ricorsa alla vivisezione sugli animali per sviluppare questo prodotto visto che è una pratica comune in questo campo.
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Vivisezione?
      contenuto non disponibile
    • Luca Rossi scrive:
      Re: Vivisezione?
      - Scritto da: v1doc
      Potrebbe essere una una bella notizia, vorrei
      sapere se Second Sight è ricorsa alla vivisezione
      sugli animali per sviluppare questo prodotto
      visto che è una pratica comune in questo
      campo.beh.. se servisse a ridare un po' di vista ai ciechi accetterei pure che uccidessero milioni di cavie.
      • v1doc scrive:
        Re: Vivisezione?
        - Scritto da: Luca Rossi

        beh.. se servisse a ridare un po' di vista ai
        ciechi accetterei pure che uccidessero milioni di
        cavie.Per questo esperimenti non vengono usate solo cavie.Inoltre non vengono "semplicemente" uccise, ma vengono torturate per giorni o settimane.Se hai lo stomaco abbastanza forte c'è un'ampia documentazione, anche fotografica, a riguardo.
        • Ma Perfavore. scrive:
          Re: Vivisezione?
          - Scritto da: v1doc
          - Scritto da: Luca Rossi



          beh.. se servisse a ridare un po' di vista ai

          ciechi accetterei pure che uccidessero milioni
          di

          cavie.

          Per questo esperimenti non vengono usate solo
          cavie.
          Inoltre non vengono "semplicemente" uccise, ma
          vengono torturate per giorni o
          settimane.
          Se hai lo stomaco abbastanza forte c'è un'ampia
          documentazione, anche fotografica, a
          riguardo.Dato che sei un Ben Pensante, perchè non ti fai un giro per ospedali e cliniche. Chiedi cosa ne pensano delle cavie i non vedenti dalla nascita. O chi magari giocava a pallone e dopo 2 anni si è ritrovato, suo malgrado, a farsi portare in giro e chiedere agli altri di comprare i suoi vestiti. Fosse per me Cavalli, Lontre, Trote Salmonate e Gibboni Dal Culo Rosso, basta ridare la vista ai non vedenti.
          • v1doc scrive:
            Re: Vivisezione?
            - Scritto da: Ma Perfavore.
            - Scritto da: v1doc

            - Scritto da: Luca Rossi





            beh.. se servisse a ridare un po' di vista ai


            ciechi accetterei pure che uccidessero milioni

            di


            cavie.



            Per questo esperimenti non vengono usate solo

            cavie.

            Inoltre non vengono "semplicemente" uccise, ma

            vengono torturate per giorni o

            settimane.

            Se hai lo stomaco abbastanza forte c'è un'ampia

            documentazione, anche fotografica, a

            riguardo.

            Dato che sei un Ben Pensante, perchè non ti fai
            un giro per ospedali e cliniche. L'ho già fatto, per mia sfortuna ho una buona conoscenza di queste strutture.
            Chiedi cosa ne
            pensano delle cavie i non vedenti dalla nascita.
            O chi magari giocava a pallone e dopo 2 anni si è
            ritrovato, suo malgrado, a farsi portare in giro
            e chiedere agli altri di comprare i suoi vestiti.
            Fosse per me Cavalli, Lontre, Trote Salmonate e
            Gibboni Dal Culo Rosso, basta ridare la vista ai
            non
            vedenti.Esista una semplice soluzione per chi è depresso per il proprio handicap o per una malattia: eutanasia.Non esistono giustificazioni per simili atrocità.
          • Majere scrive:
            Re: Vivisezione?
            Giustamente, meglio morire con l'eutanasia e tenendosi stretto il proprio handicap piuttosto che far morire degli animali per permettere alla ricerca di progredire, sebbene in modo barbaro e incivile, quello che vuoi, ma spesso il fine giustifica i mezzi, almeno questo a mio modesto parere.
          • v1doc scrive:
            Re: Vivisezione?
            - Scritto da: Majere
            Giustamente, meglio morire con l'eutanasiaSe una persona si abbassa al livello di giustificare la tortura di animali per cercare una cura allora ritengo che l'eutanasia sia l'unica soluzione onorevole visto che ormai ha perso la propria empatia..
            e
            tenendosi stretto il proprio handicap piuttosto
            che far morire degli animali non si tratta semplicemente di far morire degli animali, qui stiamo parlando di tortura.
            per permettere alla
            ricerca di progredire, sebbene in modo barbaro e
            incivile, quello che vuoi, ma spesso il fine
            giustifica i mezzi, almeno questo a mio modesto
            parere.Prima di fare questa affermazione ti sei informato su cosa comporta la vivisezione?Se lo hai fatto e sei ancora di questo parere non posso che rammaricarmi per la tua sfortuna, se fossi nato con alcuni decenni di anticipo avresti avuto di che divertirti nella prima metà del XX secolo ;-)
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Vivisezione?
            contenuto non disponibile
          • v1doc scrive:
            Re: Vivisezione?
            - Scritto da: unaDuraLezione
            Ipocrisia.
            Tu non la giustifichi, ma praticamente qualsiasi
            medicinale tu prenda se non testato su animali, è
            testato su umani ('volontari' pagati - in pratica
            poveracci che rischiano la pelle). Come osi
            approfittare delle loro
            sofferenze?Gli umani possono scegliere, gli animali NO.Inoltre non mi risulta che sugli umani si pratichi la vivisezione.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Vivisezione?
            contenuto non disponibile
          • v1doc scrive:
            Re: Vivisezione?
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: v1doc


            Gli umani possono scegliere, gli animali NO.

            ah sì... esattamente come ognuno di noi può
            scegliersi il capo che preferisce,
            eh...Chi fa il viaggetto nei laboratori svizzeri per arrotondare lo stipendio lo fa per una sua scelta ed in ogni caso NON VA A FARSI VIVISEZIONARE.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Vivisezione?
            contenuto non disponibile
          • v1doc scrive:
            Re: Vivisezione?
            - Scritto da: unaDuraLezione

            non sai di cosa parli.
            quando uno ha bisogno di soldi va nel primo posto
            dove può
            averli.Se uno ha bisogno di soldi può rapinare una banca oppure può fare da cavia,poi ne pagherà le conseguenze, è stata una SUA scelta.

            ed in ogni caso NON VA A FARSI

            VIVISEZIONARE.

            nel caso di incidenti è stato pure peggio.Non lo penso, una persona può decidere di farla finita, una cavia NO.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Vivisezione?
            contenuto non disponibile
          • v1doc scrive:
            Re: Vivisezione?
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: v1doc


            Se uno ha bisogno di soldi può rapinare una
            banca

            oppure può fare da cavia,poi ne pagherà le

            conseguenze, è stata una SUA

            scelta.

            quindi, uno 'decide' di fare da cavia (perchè non
            vuole essere un delinquente, per esempio), e per
            errore (o per probabilità) soffre le pene
            dell'inferno, ma la cosa non ti lascia
            minimamente
            turbato.In quale dimensione parallela avrei fatto questa affermazione?P.S.Mi dispiace che non ti sia chiaro un concetto cosi semplice (la volontarietà dell'azione e la possibilità dell'eutanasia, cose precluse ad una cavia)
    • Luca Rossi scrive:
      Re: Vivisezione?
      - Scritto da: v1doc
      Potrebbe essere una una bella notizia, vorrei
      sapere se Second Sight è ricorsa alla vivisezione
      sugli animali per sviluppare questo prodotto
      visto che è una pratica comune in questo
      campo.beh.. se servisse a ridare un po' di vista ai ciechi accetterei pure che uccidessero milioni di cavie.
    • Ma Perfavore. scrive:
      Re: Vivisezione?
      Anche se fosse?
  • Ricky scrive:
    viste le nuove scoperte...
    LE nuove scoperte in altri campi della miniaturizzazione de della gestione video garantiscono ampi margini di perfezionamento di questi oggetti.Quindi, mi auguro presto, potremmo realmente VEDERE e , come sempre in queste cose, raggiunto l'obbiettivo della visione UMANA (limitatissima) si passera' oltre...e qui la fantasia puo' sbizzarrirsi perche' con occhi bionici la REALTA' che ci circonda verrebbe percepita piu' completamente , potento spaziare in chissa' quante onde esistenti (non solo quelle percepibili dal nostro occhio).Ovviamente anche altre parti del corpo possono essere automatizzate e, sempre come sopra detto, superare i limiti del biologico.Eh...il pensiero che certe cose ci arriveranno GRAZIE ai guerrafondai,sempre in cerca del guerrirero bionico DEFINITIVO, mi lascia un po amareggiato...
  • Marco Marcoaldi scrive:
    Una volta tanto una buona notizia !
    Come da oggetto !!! :D
    • enneci scrive:
      Re: Una volta tanto una buona notizia !
      - Scritto da: Marco Marcoaldi
      Come da oggetto !!! :DDopo l' operazione diventerai così:[img]http://wsuccess.typepad.com/photos/uncategorized/borg_1.jpg[/img]
      • MESCAL. scrive:
        Re: Una volta tanto una buona notizia !
        - Scritto da: enneci
        - Scritto da: Marco Marcoaldi

        Come da oggetto !!! :D

        Dopo l' operazione diventerai così:

        [img]http://wsuccess.typepad.com/photos/uncategoriLASCIATEVI ASSIMILARE...OGNI RESISTENZA E' INUTILE!
  • Roby10 scrive:
    non ho capito
    Mi spiegate la storia dei 16 elettrodi. 1 elettrodo = 1 pixellone??? Vede una matrice di 4x4 pixel e riesce a tirare a canestro??? Mi sa che non ho capito!
    • Giulio Guidetti scrive:
      Re: non ho capito
      L'occhio umano non e' una telecamera, le immagini percepite dalla rete vengono inviate attraverso il nervo ottico al cervello che le elabora (sono dati) quindi la persona ha percezione di cosa sta vedendo, l'immagine "non esiste" e' luce riflessa, perche' il mondo che ti circonda non e' un televisore, e' "fisico". Non e' la "risoluzione" a determinare la qualita' percettiva, quanto una serie di informazioni combinate che tutte insieme ci dicono cosa stiamo vedendo. Originariamente il cervello nasce per essere accoppiato con un occhio "tradizionale", quindi a te che sei dotato di vista "normale" quella griglia potra' apparire effettivamente come una 4x4 e quindi priva di alcuna utilita' pratica (non riusciresti a distinguere nulla), ma un cervello istruito (che cioe' si e' adattato per necessita') ad interpretare delle informazioni differenti, sara' in grado di (esempio) percepire l'intesita' cromatica di ogni pixel che compone la griglia, l'intensita' luminosa, la frequenza e ogni altra informazione che il sensore e' in grado di comunicare al cervello. E' facile quindi pensare che tutte queste informazioni, messe insieme (insieme pure altri altri sensi di cui siamo dotati, come ad esempio l'udito) possano determinare una serie di combinazioni differenti notevole, tale da permettere ai nostri (ai loro) sensi di distinguere un canestro da una sedia pure se ad cervello "non allenato" essi appariranno come quandratone su una griglia di 16 pixel.
  • cavalloz scrive:
    incredibile
    è davvero incredibile, pura fantascienza fino a pochi anni fa, non oso immaginare cosa sarà capace di fare l'uomo fra 100 anni (nel bene e nel male)
    • brixio scrive:
      Re: incredibile
      - Scritto da: cavalloz
      è davvero incredibile, pura fantascienza fino a
      pochi anni fa, non oso immaginare cosa sarà
      capace di fare l'uomo fra 100 anni (nel bene e
      nel
      male)fra 100 anni i nostri occhi saranno compatibili HD Ready e collegati in rete con quelli di tutti gli altri esseri umani.
      • Guido Angeli scrive:
        Re: incredibile
        - Scritto da: brixio
        - Scritto da: cavalloz

        è davvero incredibile, pura fantascienza fino a

        pochi anni fa, non oso immaginare cosa sarà

        capace di fare l'uomo fra 100 anni (nel bene e

        nel

        male)

        fra 100 anni i nostri occhi saranno compatibili
        HD Ready e collegati in rete con quelli di tutti
        gli altri esseri
        umani.tra centoun anni uscirà il nuovo standard incompatibile col precedente, e tutti a cambiare occhi 8)
  • Tsukishiro Yukito scrive:
    I giapponesi l'avevano già previsto...
    [img]http://biphome.spray.se/masterlink/pics/scrsh/batou.jpg[/img]In 2029 people loves machines...
    • enneci scrive:
      Re: I giapponesi l'avevano già previsto...
      Serviva un Nostradamus giapponese per predire l' uso di trasduttori in campo medico.... :
    • CFPAOLO scrive:
      Re: I giapponesi l'avevano già previsto...
      Quello dell'occhio bionico è un'idea vecchissima, potrei ricordare l'uomo da 6 milioni di dollari (giusto per non andare troppo indietro nel tempo) o ancora il visore in star trek che, come concezione, è molto simile all'apparato dell'articolo.
    • Danilo scrive:
      Re: I giapponesi l'avevano già previsto...
      Si, ma un conto e' disegnare un fumetto e un'altra cosa farlo realmente.
      • Tsukishiro Yukito scrive:
        Re: I giapponesi l'avevano già previsto...
        - Scritto da: Danilo
        Si, ma un conto e' disegnare un fumetto e
        un'altra cosa farlo
        realmente.I fumetti sono la realtà.
    • chicken deluxe scrive:
      Re: I giapponesi l'avevano già previsto...
      - Scritto da: Tsukishiro Yukito
      [img]http://biphome.spray.se/masterlink/pics/scrsh

      In 2029 people loves machines...ghost in the shell?
Chiudi i commenti