Parler, Kanye West e Hitler: salta l'acquisizione

Parler, Kanye West e Hitler: salta l'acquisizione

Niente acquisizione: il social network Parler non passerà nelle mani di Kanye West, che ha appena detto la sua su Hitler e Olocausto.
Niente acquisizione: il social network Parler non passerà nelle mani di Kanye West, che ha appena detto la sua su Hitler e Olocausto.

Si è spenta sul nascere la rivoluzione annunciata in ottobre: il rapper e produttore statunitense Kanye West (ora Ye) non diventerà il nuovo proprietario della piattaforma Parler. L’affare è saltato, come reso noto in via ufficiale al sito TechCrunch dalla società Parlement Technologies che oggi controlla il social network.

Parlement Technologies conferma che l’azienda ha concordato, con Ye, di porre fine all’intenzione di vendere Parler.

Alla fine, Kanye West non acquisirà Parler

Eppure, la volontà era quella di cambiare il mondo e di cambiare ciò che il mondo pensa a proposito della libertà di espressione. Niente acquisizione, sarà per un’altra volta. Stando alle dichiarazione odierna, le parti hanno deciso di interrompere le trattative già da qualche settimana, scegliendo di comunicarlo solo oggi.

Questa decisione è stata presa da entrambe le parti a metà novembre. Parler continuerà a perseguire future opportunità di crescita e l’evoluzione della piattaforma per la nostra vivace comunità..

La tempistica è quantomeno curiosa. Proprio in questi giorni, in occasione di un’intervista rilasciata ad Alex Jones, Kanye West ha lodato Adolf Hitler, negato l’Olocausto e detto la propria sul popolo ebraico. Jackpot.

Per chi ha perso i capitoli precedenti nella storia di Parler, ricordiamo che si tratta del social network messo al bando nel gennaio 2021 dagli store di applicazioni mobile e da AWS, per presunte responsabilità nell’organizzazione dell’assalto a Capitol Hill. Il ritorno è avvenuto un mese più tardi, con un nuovo logo (ora di nuovo cambiato, visibile nell’immagine di apertura) e un nuovo organigramma societario. All’inizio di quest’anno, la piattaforma ha messo in campo un progetto legato agli NFT e ispirato alla figura di Donald Trump.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 2 dic 2022
Link copiato negli appunti