PC desktop, meno di 100 milioni all'anno

Le stime parlano di una piattaforma informatica in decrescita, con numeri inesorabilmente destinati a scendere anche negli anni a venire. L'aumento dei sistemi portatili bilancia parzialmente il declino
Le stime parlano di una piattaforma informatica in decrescita, con numeri inesorabilmente destinati a scendere anche negli anni a venire. L'aumento dei sistemi portatili bilancia parzialmente il declino

Stando alle ultime previsioni fornite da International Data Corporation (IDC), l’anno scorso ha registrato un numero di PC desktop commercializzati che per la prima volta è sceso sotto la cifra dei 100 milioni. La piattaforma informatica per eccellenza continuerà a perdere in popolarità, prevede ancora IDC, mentre i sistemi portatili – laptop e non solo – recupereranno solo in parte lo spazio liberato dalle macchine da scrivania.

Per il 2017, i dati di IDC parlano di 97,8 milioni di PC desktop (data center e workstation incluse) immessi in commercio con un declino del -2,7% rispetto all’anno precedente. Il mercato è stato parzialmente rivitalizzato dall’aggiornamento dei vecchi sistemi, dice la società di analisi, ma i form factor tradizionali non sono evidentemente più in cima alle necessità dell’utenza.

I PC desktop continueranno a calare anche nei prossimi cinque anni, spiega IDC, con un -2,50% e 86 milioni di PC commercializzati previsti per il 2022. Cresceranno leggermente i notebook e le workstation mobile, oggi pari a 161,6 milioni e nel 2022 stimati a 162,2 milioni.

Mettendo assieme anche i tablet-convertibili e i tablet puri, stima infine IDC, la categoria dei dispositivi di computing personali ha nel 2017 piazzato un totale di 423,2 milioni di macchine. In cinque anni i numeri scenderanno a 385,7 milioni (-1,80%), a causa certo dei PC desktop ma anche dei tablet sempre meno popolari (-6,20%).

Per quanto riguarda i componenti, infine, nella categoria delle GPU Jon Peddie Research stima un calo delle unità commercializzate nell’ultimo quarto del 2017 pari al -4,8% anno-su-anno. Un calo alla fine dell’anno è normale, dice la società , e nel complesso le GPU immesse sul mercato nel 2017 – presumibilmente schede discrete e unità integrate – sono state pari a 363 milioni.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

07 03 2018
Link copiato negli appunti