pCloud Pass è davvero il password manager più sicuro?

pCloud Pass è davvero il password manager più sicuro?

Quali sono i sistemi di sicurezza e crittografia che pCloud Pass applica al suo servizio? Ecco una panoramica.
Quali sono i sistemi di sicurezza e crittografia che pCloud Pass applica al suo servizio? Ecco una panoramica.

Non tutti i password manager sono uguali. Alcuni offrono più funzionalità, altri un livello di sicurezza più elevato. E pCloud Pass? Questo gestore, tra gli ultimi nati in casa pCloud, ha fatto parlare molto di sé negli ultimi mesi non solo per i suoi ottimi vantaggi, ma anche per la convenienza a livello economico del servizio, che è disponibile anche in versione gratuita. Anche dal punto di vista della sicurezza, la piattaforma di pCloud eccelle: possiamo davvero considerarlo, quindi, il password manager più sicuro?

Cosa rende pCloud Pass sicuro?

Innanzitutto, è opportuno precisare che pCloud Pass è stato progettato proprio per accogliere la necessità di privacy e sicurezza dei suoi utenti. L’approccio di pCloud è garantito in chiave zero-knowledge: ciò significa che le password, le credenziali e i dati salvati vengono crittografati e soltanto tu puoi decrittografarli con la “master password” in tuo possesso. La piattaforma non avrà quindi mai accesso a ciò che archivi e non utilizza i tuoi dati, né li condivide o li vende con terzi.

pCloud Pass utilizza crittografia lato client, che garantisce sicurezza e protezione da qualsiasi attacco informatico. Il servizio sfrutta protocolli AES e curve ellittiche (in particolare la secp256r1) per crittografare i dati, mentre la master password è protetta da crittografia AES a 256 bit. Quest’ultima viene utilizzata in combinazione con PBKDF2 (Password-Based Key Derivation Function 2) per generare una chiave privata, che viene a sua volta crittografata attraverso AES ECB (16-bit).

Infine, tutto ciò che viene caricato sulla piattaforma di pCloud Pass, sono protetti da crittografia AES CTR e dall’algoritmo hash HMACSHA256. È sicuro affermare, quindi, che il password manager si distingue in maniera eccellente grazie soprattutto alla sicurezza che impiega nei servizi offerti.

pCloud Pass

Vantaggi e prezzi di pCloud Pass

Proprio come tutti gli altri password manager, anche pCloud Pass può essere considerato come una sorta di “cassaforte” virtuale dentro cui inserire tutte le nostre credenziali di accesso (e non solo: anche documenti e dati di carte di credito). Non dovrai più, quindi, digitare password lunghe e complicate, e nemmeno copiarle da un blocchetto conservato nel cassetto della scrivania: basterà accedere a un qualsiasi sito web, compilare i moduli di accesso e salvare le credenziali in modo sicuro nel tuo vault, a cui potrai accedere tramite una “master password” creata da te.

Il servizio, oltre che sicuro, è anche flessibile: è infatti disponibile per tutti i dispositivi, i browser e i sistemi operativi. Tra le diverse funzionalità incluse, segnaliamo: compilazione automatica delle credenziali, salvataggio automatico, recupero account, generatore di password complesse, blocco biometrico, tasto “cerca”, blocco automatico se inattivo, condivisione sicura delle password e importazione da altri servizi o browser.

Sono tre i piani offerti da pCloud Pass, che puoi visualizzare cliccando qui: il piano gratuito, che include tutte le caratteristiche del servizio ma consente l’accesso a un solo dispositivo attivo per volta, un abbonamento annuale con dispositivi illimitati al prezzo di 29 euro all’anno e un piano Premium a vita, il più conveniente; a 149 euro (invece di 595) una tantum, l’utente ottiene l’accesso illimitato e per sempre al servizio, senza pagamenti ricorrenti né costi nascosti aggiuntivi.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 3 gen 2023
Link copiato negli appunti