Per Excel una falla da allarme rosso

Nel celebre foglio di calcolo di Office è stata scoperta una vulnerabilità ancora non corretta. Gli esperti in allarme: già circola un cavallo di Troia in grado di sfruttarla. Occhi apertissimi e antivirus aggiornati

Roma – Negli scorsi giorni è stata resa pubblica una insidiosissima vulnerabilità di Excel di cui non esiste ancora una patch. Ad allarmare la comunità degli esperti di sicurezza è il fatto che su Internet circola un exploit e, come se ciò non bastasse, il suo codice è già sfruttato da un cavallo di Troia chiamato Mdropper.J .

Il trojan si diffonde attraverso un documento di Excel con nome okN.xls che, se aperto, installa un programma chiamato Booli.A in grado di aprire una backdoor e scaricare da Internet altri malware.

Secondo Symantec , che per prima ha analizzato il comportamento del virus, Mdropper.J può consentire ad un aggressore di prendere il pieno controllo di un sistema remoto .

La vulnerabilità interessa le versioni 2000, 2002 e 2003 di Excel: sono dunque a rischio tutti gli utenti di Office 2000, XP e 2003 . Sia Secunia che FrSIRT hanno valutato il problema della massima pericolosità e, al pari di Microsoft, hanno raccomandato agli utenti di aprire solo i file “.xls” provenienti da fonti assolutamente affidabili .

Va detto che tutti i più noti software antivirus dovrebbero ormai essere in grado di riconoscere Mdropper.J e altri malware basati sul medesimo exploit: tra questi vi è anche il software gratuito e open source ClamAV .

Alcuni esperti coltivano l’idea che se la falla è emersa proprio a pochi giorni di distanza dalla pubblicazione, da parte di Microsoft, dei bollettini di sicurezza di giugno , questo non può essere un caso. Di certo costringerà il big di Redmond a correggere la debolezza al di fuori del suo tradizionale ciclo mensile delle patch.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Immagini gia' pronte?
    Si possono scaricare delle immagini gia' pronte come per VMPlayer?O non e' possibile per l'architettura di Parallel?
  • Anonimo scrive:
    Bye Bye Linux
    cdo (rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: Bye Bye Linux
      perchè mai...puoi sempre virtualizzare pure quello :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Bye Bye Linux
        - Scritto da:
        perchè mai...puoi sempre virtualizzare pure
        quello
        :-)Per farci che? Fare qualche prova di compilazione in soffitta piuttosto che in cantina? (rotfl)
        • Anonimo scrive:
          Re: Bye Bye Linux
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          perchè mai...puoi sempre virtualizzare pure

          quello

          :-)

          Per farci che? Fare qualche prova di compilazione
          in soffitta piuttosto che in cantina?
          (rotfl)allora idem per win...
  • FDG scrive:
    Un limite di parallels
    Non supporta il boot da partizioni. Cioè, se ho già una partizione che uso con bootcamp non posso da Parallels fare il boot da quella stessa partizione. In pratica, se si vuole usare sia Bootcamp che Parallels bisogna avere sia la partizione su disco che l'immagine del disco virtuale, ciascuna con la sua installazione di Windows. Mi pare che così sia necessario dotarsi di due licenze, anche perché una volta attivata una copia di Windows su un disco non so quanto sia possibile attivarla sull'altro.
    • Anonimo scrive:
      Re: Un limite di parallels
      - Scritto da: FDG
      Non supporta il boot da partizioni. Cioè, se ho
      già una partizione che uso con bootcamp non posso
      da Parallels fare il boot da quella stessa
      partizione. In pratica, se si vuole usare sia
      Bootcamp che Parallels bisogna avere sia la
      partizione su disco che l'immagine del disco
      virtuale, ciascuna con la sua installazione di
      Windows. Mi pare che così sia necessario dotarsi
      di due licenze, anche perché una volta attivata
      una copia di Windows su un disco non so quanto
      sia possibile attivarla
      sull'altro.Però qualcosa di non corretto c'è in quello che scrivi: vorrei ricordarti che la partizione creata da Boot Camp NON È USATA da Boot Camp, poiché Boot Camp partiziona il disco, crea un CD di drivers e aiuta l'installazione di Windows. ma una volta installato Windows, Boot Camp non fa niente, bensì tu che decidi con quale sistema far partire il Mac.Perciò, se non ti dispiace, potresti spiegarti meglio?
      • Anonimo scrive:
        Re: Un limite di parallels
        - Scritto da:

        - Scritto da: FDG

        Non supporta il boot da partizioni. Cioè, se ho

        già una partizione che uso con bootcamp non
        posso

        da Parallels fare il boot da quella stessa

        partizione. In pratica, se si vuole usare sia

        Bootcamp che Parallels bisogna avere sia la

        partizione su disco che l'immagine del disco

        virtuale, ciascuna con la sua installazione di

        Windows. Mi pare che così sia necessario dotarsi

        di due licenze, anche perché una volta attivata

        una copia di Windows su un disco non so quanto

        sia possibile attivarla

        sull'altro.

        Però qualcosa di non corretto c'è in quello che
        scrivi: vorrei ricordarti che la partizione
        creata da Boot Camp NON È USATA da Boot Camp,
        poiché Boot Camp partiziona il disco, crea un CD
        di drivers e aiuta l'installazione di Windows. ma
        una volta installato Windows, Boot Camp non fa
        niente, bensì tu che decidi con quale sistema far
        partire il
        Mac.

        Perciò, se non ti dispiace, potresti spiegarti
        meglio?forse intendeva che parallels non ti lascia usare come guest l'os installato sulla partizione che ha creato bootcamp per installare win.anche perchè parallels crea il suo disco immagine (a mo di VirtualPC e affini) nel quale installare il guest OS.
  • Anonimo scrive:
    l'incompetenza dilaga in italia
    Sinceramente non riesco a capire come si riesca fare un paragone tra bootcamp e virtual machine, sono due cose completamente diverse.Se il calo di performance e' dovuto alla virtualizzazione dell'hardware il processore e' un elemento ma i portatili mac sono famosi per la dotazione generale, come ottime schede video ed audio. Boot Camp non contiene altro che un helper per EFI e i driver per windows, Vista non necessita che dei dirver visto che riesce a fare il boot anche con EFI senza richiedere l'emulazione del bios.Mi pare che l'articolo sia veramente fuori luogo, soprattutto l'enfasi data denota ignoranza, finalmente il giornalismo informatico raggiunge la qualita' e la competenza di quello reale
    • Anonimo scrive:
      Re: l'incompetenza dilaga in italia
      - Scritto da:
      Sinceramente non riesco a capire come si riesca
      fare un paragone tra bootcamp e virtual machine,
      sono due cose completamente
      diverse.Non viene mai detto che sono due cose uguali."A differenza del software Boot Camp di Apple, che per far girare Windows costringe l'utente ad uscire da Mac OS X e riavviare il sistema" ecc, ecc.Il confronto sta solo nella possibilita' di avere windows su mac, non viene detto che sono due soluzioni analoghe, anzi.Si puo'? Abbiamo il tuo consenso?
      Se il calo di performance e' dovuto alla
      virtualizzazione dell'hardware il processore e'
      un elemento ma i portatili mac sono famosi per la
      dotazione generale, come ottime schede video ed
      audio. Boot Camp non contiene altro che un helper
      per EFI e i driver per windows, Vista non
      necessita che dei dirver visto che riesce a fare
      il boot anche con EFI senza richiedere
      l'emulazione del
      bios.Si bene e allora?
      Mi pare che l'articolo sia veramente fuori luogo,Mai come il tuo intervento, che se la prende con un aspetto tecnico specifico mancando di vedere l'argomento generale (win su macOS) che e' il vero tema dell'articlo. Se io ti dico che c'e' un nuovo coltello per tagliare la carne, tu mi vieni a dire che la carne bovina non e' quella suina e che sono sono ignorante? Suvvia, rileggi.
      soprattutto l'enfasi data denota ignoranza,Perche' mai? Se L'autore e' entusiasta di questa nuovo prodotto, che lo descriva con tutta l'enfasi che vuole. Si e' un emulatore, e tutti sappiamo che l'emulazione di win su mac non e' cosa nuova, ma questo prodotto e' nuovo, ben venga. Dove starebbe l'ignoranza?
      finalmente il giornalismo informatico raggiunge
      la qualita' e la competenza di quello
      realeNon dissimilmente i commenti su internet si sposano finalmente con quelli da bar.
      • Anonimo scrive:
        Re: l'incompetenza dilaga in italia


        Non viene mai detto che sono due cose uguali.

        No ma vengono messi a confrontoAppunto, e allora?Ti fa rabbia?
        e la cosa non ha
        senso dato che non sono
        uguali:Se fossero uguali, non avrebbe senso confrontarli.Sono due strumenti diversi che vanno incontro ad una esigenza comune: win su mac.Per cui ha senso.
        non ha senso questa frase:
        ""A differenza del software Boot Camp di Apple,
        che per far girare Windows costringe l'utente ad
        uscire da Mac OS X e riavviare il sistema,
        Parallels Desktop può avviare qualsiasi versione
        di Windows,
        "
        poichè va a paragonare BootCamp e Parallels che
        non hanno ne la stessa funzionalitàOvvio, per questo viene introdotto il discorso con "A differenza del software Boot Camp". La tua critica avrebbe senso se la frase iniziasse con "Come il software Boot Camp ..."
        ne le stesse
        finalità.Meno ovvio. Le finalita' sono usare win su mac.
        se poi a te da fastidio che si contesti questo
        aspetto affar tuo...ma credo che si possa
        sollavare l'obiezione anche se a te non
        garba.Le obiezioni le puoi certamente sollevare. Dare dell'ignorante al prossimo, per non aver capito l'articolo, e' pure legittimo. Vedi come sei libero, anche di essere inutilmente offensivo e sgarbato?


        Mi pare che l'articolo sia veramente fuori

        luogo,



        Mai come il tuo intervento, che se la prende con

        un aspetto tecnico specifico mancando di vedere

        l'argomento generale (win su macOS) che e' il

        vero tema dell'articlo.



        ah ecco secondo te è buona cosa scrivere cose con
        poco sensoTrovo che l'articolo abbia senso e quindi non penso proprio quello che tu mi attribuisci.
        oddio non arrampicarti PFImpossibile. E' tutto cosi' palese, non ho certo bisogno di fare nulla se non invitarti a rileggere.

        Se io ti dico che c'e' un nuovo coltello per

        tagliare la carne, tu mi vieni a dire che la

        carne bovina non e' quella suina e che sono sono

        ignorante? Suvvia,

        rileggi.
        ignorante l'esempio non calza riprova....dovevi
        far riferimento a tipi di coltello non alla
        carne.E infatti ho parlato di un NUOVO tipo di coltello, vedi che non sai leggere? E il riferimento alla carne rappresenta il TUO intervento poco pertinente. Sfuggito eh?Ma rileggi per favore, rileggi prima di scrivere.


        soprattutto l'enfasi data denota ignoranza,



        Perche' mai? Se L'autore e' entusiasta di questa

        nuovo prodotto, che lo descriva con tutta

        l'enfasi che vuole. Si e' un emulatore, e tutti

        sappiamo che l'emulazione di win su mac non e'

        cosa nuova, ma questo prodotto e' nuovo, ben

        venga. Dove starebbe

        l'ignoranza?
        L'ignoranza sta nel fatto che è un software di
        virtualizzazione...sai cosa vuol dire
        almeno?No un momento. Io so la differenza tra emulazione e vistualizzazione, ma tu parlavi di ignoranza che emergeva dall'enfasi (presunta) dell'articolista. Non cambiare discorso. Spiega quando l'enfasi e' ignoranza e perche'.Forza, saprai quello che scrivi, giusto? Spiegalo.

        Non dissimilmente i commenti su internet si

        sposano finalmente con quelli da

        bar.
        nel tuo caso è quanto mai esattoMi fai specchio riflesso?Almeno io sono al bar e non all'asilo a giocare a specchio riflesso.
        • Anonimo scrive:
          Re: l'incompetenza dilaga in italia
          - Scritto da:



          Non viene mai detto che sono due cose uguali.



          No ma vengono messi a confronto

          Appunto, e allora?
          Ti fa rabbia?
          quale parte parte di "NON HA SENSO" bisogna riscriverti il lingua straniera dato che in italiano è inutile scriverlo?

          e la cosa non ha

          senso dato che non sono

          uguali:

          Se fossero uguali, non avrebbe senso confrontarli.uguali nel senso di software che sono delle alternative per lo stesso tipo di attività...non ci voleva molto per arrivarci
          Sono due strumenti diversi che vanno incontro ad
          una esigenza comune: win su
          mac.ma non ha senso confrontarli sul fatto che uno di obbliga a bootare e l'altro no
          Per cui ha senso.
          NON ha senso mettere ha confronto il loro funzionamento diverso dato che non fanno la stessa cosa.

          non ha senso questa frase:


          ""A differenza del software Boot Camp di Apple,

          che per far girare Windows costringe l'utente ad

          uscire da Mac OS X e riavviare il sistema,

          Parallels Desktop può avviare qualsiasi versione

          di Windows,

          "


          poichè va a paragonare BootCamp e Parallels che

          non hanno ne la stessa funzionalità

          Ovvio, per questo viene introdotto il discorso
          con "A differenza del software Boot Camp". La tua
          critica avrebbe senso se la frase iniziasse con
          "Come il software Boot Camp
          ..."la mia critica ha senso a prescindere dalla tua osservazione.


          ne le stesse

          finalità.

          Meno ovvio. Le finalita' sono usare win su mac.
          ovvissimo.la finalità di bootcamp e poter installare win su un macintel, quella di parallels di far girare win o quant'altro in virtualizzazione.se per te è la stessa cosa...allora non venire a fare i discorsi di cui sopra sul lessico usato.

          se poi a te da fastidio che si contesti questo

          aspetto affar tuo...ma credo che si possa

          sollavare l'obiezione anche se a te non

          garba.

          Le obiezioni le puoi certamente sollevare. Dare
          dell'ignorante al prossimo, per non aver capito
          l'articolo, e' pure legittimo. Vedi come sei
          libero, anche di essere inutilmente offensivo e
          sgarbato?
          come tu sei altrettanto libero di essere offensivo sgarbato e ignorante sulla natura di boot camp e parallels...allora perchp rompere le OO? solo perchè sei libero di farlo?



          Mi pare che l'articolo sia veramente fuori


          luogo,





          Mai come il tuo intervento, che se la prende
          con


          un aspetto tecnico specifico mancando di
          vedere


          l'argomento generale (win su macOS) che e' il


          vero tema dell'articlo.






          ah ecco secondo te è buona cosa scrivere cose
          con

          poco senso

          Trovo che l'articolo abbia senso e quindi non
          penso proprio quello che tu mi
          attribuisci.
          trovo che una parte dell'articolo, quella citata, non abbia gran senso in un articolo del genere. per cui tale critica rimate pertinente.

          oddio non arrampicarti PF

          Impossibile. E' tutto cosi' palese, non ho certo
          bisogno di fare nulla se non invitarti a
          rileggere.
          non to tempo per rileggere post sconclusionati


          Se io ti dico che c'e' un nuovo coltello per


          tagliare la carne, tu mi vieni a dire che la


          carne bovina non e' quella suina e che sono
          sono


          ignorante? Suvvia,


          rileggi.


          ignorante l'esempio non calza riprova....dovevi

          far riferimento a tipi di coltello non alla

          carne.

          E infatti ho parlato di un NUOVO tipo di
          coltello, vedi che non sai leggere? E il
          riferimento alla carne rappresenta il TUO
          intervento poco pertinente. Sfuggito
          eh?
          Ma rileggi per favore, rileggi prima di scrivere.
          l'esempio non calza...non si tratta di coltelli diversi...perchè se uno è un coltello l'altro è un affila coltelli.riprova con esempi che funzionino ciccio



          soprattutto l'enfasi data denota ignoranza,





          Perche' mai? Se L'autore e' entusiasta di
          questa


          nuovo prodotto, che lo descriva con tutta


          l'enfasi che vuole. Si e' un emulatore, e
          tutti


          sappiamo che l'emulazione di win su mac non e'


          cosa nuova, ma questo prodotto e' nuovo, ben


          venga. Dove starebbe


          l'ignoranza?


          L'ignoranza sta nel fatto che è un software di

          virtualizzazione...sai cosa vuol dire

          almeno?

          No un momento. Io so la differenza tra emulazione
          e vistualizzazione, ma tu parlavi di ignoranza
          che emergeva dall'enfasi (presunta)
          dell'articolista. Non cambiare discorso. se me la spieghi la differenza tra emulazione e "vistualizzazione"...sarei curioso di saperlaio parlavo di "non sense" nel paragonare bootcamp e parallels...non di enfasi. prego rileggereSpiega
          quando l'enfasi e' ignoranza e
          perche'.
          Forza, saprai quello che scrivi, giusto? Spiegalo.
          quale parte di "NON SONO STATO IO A SCRIVERE QUEL POST" non capisci?


          Non dissimilmente i commenti su internet si


          sposano finalmente con quelli da


          bar.


          nel tuo caso è quanto mai esatto

          Mi fai specchio riflesso?
          Almeno io sono al bar e non all'asilo a giocare a
          specchio
          riflesso.dato che mi parli di specchio riflesso, la realtà dell'asilo la conosci bene...per me è ormai storia.comanda una birra va
    • Anonimo scrive:
      ma per piacere

      Sinceramente non riesco a capire come si riesca
      fare un paragone tra bootcamp e virtual machine,
      sono due cose completamente
      diverse.Ti hanno gia' risposto. Te lo dico da utente Mac: meno presunzione, piu' costruttivita'
      • Anonimo scrive:
        Re: ma per piacere
        - Scritto da:

        Sinceramente non riesco a capire come si riesca

        fare un paragone tra bootcamp e virtual machine,

        sono due cose completamente

        diverse.


        Ti hanno gia' risposto. Te lo dico da utente Mac:
        meno presunzione, piu'
        costruttivita'e io (sono un altro utente mac) ti dico che invece ha ragione. basterebbe sapere cosa sia parallels e boot camp per capire che il suo commento è ben chiaro e ha senso.il tuo invece NO.
    • Anonimo scrive:
      Re: l'incompetenza dilaga in italia
      Se l'articolo non ti è chiaro evita di fare commenti stupidi, l'articolo invece è chiarissimo e non è equivocabile.
      • Anonimo scrive:
        Re: l'incompetenza dilaga in italia
        - Scritto da:
        Se l'articolo non ti è chiaro evita di fare
        commenti stupidi, l'articolo invece è chiarissimo
        e non è
        equivocabile.come è inqeuivocabile che boot camp non è un emulatore come non lo è parallels, ma entrambi non sono la stessa cosa, per cui è insensato metterli in qualche sorta a confronto.se non sai le cose e non sai essere critico quando vengono proposti errori e imprecisioni evita di commentare con stupidate.
    • Anonimo scrive:
      Re: l'incompetenza dilaga in italia
      Non hai capito nulla (oppure sei in malafede). Diciamo che è meglio che ti rileggi l'articolo e ti informi di più su ciò di cui si sta trattando.
      • Anonimo scrive:
        Re: l'incompetenza dilaga in italia
        - Scritto da:
        Non hai capito nulla (oppure sei in malafede).
        Diciamo che è meglio che ti rileggi l'articolo e
        ti informi di più su ciò di cui si sta
        trattando.a parte le solite frasi fatte...qualcosa di tuo e di sensato riguardo quell'articolo che riporta parecchie imprecisioni ce lo scrivi?
    • Anonimo scrive:
      Re: l'incompetenza dilaga in italia
      Sono d'accordo. Virtual PC della Connectix, consentiva di avere un pc virtuale su Mac 10 anni fa. Dopo l'acquisizione da parte della Microsoft la versione Mac e' scomparsa. http://www.microsoft.com/windows/virtualpc/previous/default.mspxInsignia Solutions realizzo' ancora prima l'emulatore dos per mac http://foldoc.org/?Insignia+Solutions,+Inc.Un tempo c'era da meravigliarsi ma ora che Mac in pratica gira su FreeBSD ci dovremo meravigliare di questo emulatore?!?Ma che siamo su Retequattro?!?
      • Anonimo scrive:
        Re: l'incompetenza dilaga in italia
        - Scritto da:
        Sono d'accordo. Virtual PC della Connectix,
        consentiva di avere un pc virtuale su Mac 10 anni
        fa. Dopo l'acquisizione da parte della Microsoft
        la versione Mac e' scomparsa.

        http://www.microsoft.com/windows/virtualpc/previou

        Insignia Solutions realizzo' ancora prima
        l'emulatore dos per mac
        http://foldoc.org/?Insignia+Solutions,+Inc.

        Un tempo c'era da meravigliarsi ma ora che Mac in
        pratica gira su FreeBSD ci dovremo meravigliare
        di questo
        emulatore?!?

        Ma che siamo su Retequattro?!?Mi sa che sei veramente rimasto a 10 anni fa.E faresti bene a documentarti un pò di più prima di parlare a vanvera.Innanzitutto vai a questo link per vedere se Virtual PC per mac non esiste più:http://www.microsoft.com/mac/products/virtualpc/virtualpc.aspx?pid=virtualpcVirtual PC della Connectix poteva far girare in maniera accettabile Windows 3 ad un epoca in cui i processori PPC erano molto più veloci dei 386.A chi potrebbe interessare oggi un emulatore DOS?Amico, ne è passata di acqua sotto i ponti da allora....Virtual PC è stato aggiornato dalla Microsoft con la versione 7, dando il supporto per i processori G5. Unico problema è che qualunque emulatore comporta una perdita allucinante di prestazioni, perchè le istruzioni della CPU devono essere tradotte. Anche su un G5 potente Windows xp gira lentissimo su Virtual PC e può andare bene giusto per provare qualche semplice programmino, ma nulla di più.Ma Parallels non è un emulatore, sfrutta la virtualizzazione, le istruzioni sono passate direttamente alla CPU (perchè l'architettura dei nuovi mac è X86 e ciò è ora possibile) e la perdita di performance è molto bassa, consentendo di fare girare il sistema a velocità simili a quella nativa. Unico neo è la scheda grafica (che purtroppo quella si che viene emulata), che non supporta l'accelerazione 3D nativa. Quindi già chiamare Parallels "emulatore" è una vera e propria bestemmia.
        • Anonimo scrive:
          Re: Virtual PC
          - Scritto da:
          Anche su un G5 potente Windows xp gira lentissimo
          su Virtual PC e può andare bene giusto per
          provare qualche semplice programmino, ma nulla di
          più.Io ad esempio uso Virtual PC su un PowerMac G5 emulano Windows 2000 e XP per testare i siti internet.
      • Anonimo scrive:
        Re: l'incompetenza dilaga in italia
        - Scritto da:
        Sono d'accordo. Virtual PC della Connectix,
        consentiva di avere un pc virtuale su Mac 10 anni
        fa. Dopo l'acquisizione da parte della Microsoft
        la versione Mac e' scomparsa.
        guarda che la versione mac è ancora uscita sotto la proprietà MS...tant'è vero che se non erro veniva venduta anche in bundle con Office
        http://www.microsoft.com/windows/virtualpc/previou

        Insignia Solutions realizzo' ancora prima
        l'emulatore dos per mac
        http://foldoc.org/?Insignia+Solutions,+Inc.

        Un tempo c'era da meravigliarsi ma ora che Mac in
        pratica gira su FreeBSD ci dovremo meravigliare
        di questo
        emulatore?!?

        Ma che siamo su Retequattro?!?
        • Anonimo scrive:
          Re: l'incompetenza dilaga in italia
          Hai ragione, ricordavo erroneamente che la versione Mac era stata dismessa. Info a http://www.microsoft.com/mac/products/virtualpc/virtualpc.aspxma attenzione:Note: At this time, Virtual PC does not run on Intel-based Macs.
          • Anonimo scrive:
            Re: l'incompetenza dilaga in italia
            - Scritto da:
            Hai ragione, ricordavo erroneamente che la
            versione Mac era stata dismessa.

            Info a
            http://www.microsoft.com/mac/products/virtualpc/vi

            ma attenzione:
            Note: At this time, Virtual PC does not run on
            Intel-based
            Macs.Ovvio, ma mai girerà su Intel; è un anno ormai che Apple annunciò il passaggio da PPC a x86, e perché un software già per PPC funzioni su x86 è sufficiente ricompilarlo (Apple mette a disposizione anche un software per farlo).Se Microsoft non l'ha fatto dopo un anno, figurati se ha voglia appunto di continuare lo sviluppo di un programma che permette l'installazione di licenze di Windows già acquisite per un PC già posseduto, rimettendoci dei soldi.D'altronde, non vedo altra soluzione a questo ritardo (sarà incinta?).
          • Anonimo scrive:
            Re: l'incompetenza dilaga in italia
            - Scritto da:
            Hai ragione, ricordavo erroneamente che la
            versione Mac era stata dismessa.

            Info a
            http://www.microsoft.com/mac/products/virtualpc/vi

            ma attenzione:
            Note: At this time, Virtual PC does not run on
            Intel-based
            Macs.si vabbeh ma non è il solo sw a non girare su macintel
    • Anonimo scrive:
      Re: l'incompetenza dilaga in italia
      - Scritto da:
      Sinceramente non riesco a capire come si riesca
      fare un paragone tra bootcamp e virtual machine,
      sono due cose completamente
      diverse.
      Se il calo di performance e' dovuto alla
      virtualizzazione dell'hardware il processore e'
      un elemento ma i portatili mac sono famosi per la
      dotazione generale, come ottime schede video ed
      audio. Boot Camp non contiene altro che un helper
      per EFI e i driver per windows, Vista non
      necessita che dei dirver visto che riesce a fare
      il boot anche con EFI senza richiedere
      l'emulazione del
      bios.
      Mi pare che l'articolo sia veramente fuori luogo,
      soprattutto l'enfasi data denota ignoranza,
      finalmente il giornalismo informatico raggiunge
      la qualita' e la competenza di quello
      realequoto...si sono messi a fare una sorta di comparativo tra parallels e boot camp che non ha gran senso date le diverse finalità dei 2 software
    • Anonimo scrive:
      Ehi ehi ehi
      Tutti a fare commenti, ma nessuno ha scritto che Boot Camp è una beta.Eh, sì, la versione definitiva uscirà con Mac OS X 10.5 Leopard, forse a fine anno, e non è detto che Boot Camp darà la possibilità di avere i due sistemi caricati insieme, così come può darsi che rimarrà la necessità di resettare (o re-boot, da cui il nome Boot Camp).Vedremo a gennaio 2007.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ehi ehi ehi
        - Scritto da:
        Tutti a fare commenti, ma nessuno ha scritto che
        Boot Camp è una
        beta.

        Eh, sì, la versione definitiva uscirà con Mac OS
        X 10.5 Leopard, forse a fine anno, e non è detto
        che Boot Camp darà la possibilità di avere i due
        sistemi caricati insieme, così come può darsi che
        rimarrà la necessità di resettare (o re-boot, da
        cui il nome Boot
        Camp).

        Vedremo a gennaio 2007.ma questo non c'entra nulla...boot camp e parallels attualmente non sono la stessa cosa e non hanno la stessa finalitàse boot camp diventerà un sw di virtualizzazione integrato a leopard avrà senso metterli a confronto
        • Anonimo scrive:
          Re: Ehi ehi ehi
          - Scritto da:

          se boot camp diventerà un sw di virtualizzazione
          integrato a leopard avrà senso metterli a
          confrontoAppunto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ehi ehi ehi
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            se boot camp diventerà un sw di virtualizzazione

            integrato a leopard avrà senso metterli a

            confronto

            Appunto.per cui a poco senso confrontarli ora, se non sono come enumerazioni delle opzioni per far girare win su mac con intel.
    • Anonimo scrive:
      Re: l'incompetenza dilaga in italia
      - Scritto da:
      Boot Camp non contiene altro che un helper
      per EFI e i driver per windows, Vista non
      necessita che dei dirver visto che riesce a fare
      il boot anche con EFI senza richiedere
      l'emulazione del
      bios.Solo la versione server 64 bit, stando agli ultimi comunicati di Redmond.Ergo potresti installarlo sui futuri XServe Intel, non sugli attuali iMac, MacBook, MacBookpro, Mac Mini.
      • Anonimo scrive:
        Re: l'incompetenza dilaga in italia
        - Scritto da:
        - Scritto da:

        Boot Camp non contiene altro che un helper

        per EFI e i driver per windows, Vista non

        necessita che dei dirver visto che riesce a fare

        il boot anche con EFI senza richiedere

        l'emulazione del

        bios.

        Solo la versione server 64 bit, stando agli
        ultimi comunicati di
        Redmond.
        stando agli ultimi comunicati...e dato che Vista sarebbe dovuto uscire "domani" con il nuovo FS e quant'altro....permettimi di prenderli con le pinze.
        Ergo potresti installarlo sui futuri XServe
        Intel, non sugli attuali iMac, MacBook,
        MacBookpro, Mac
        Mini.non ti mancano i sostituti dei G5?ergo possono modificare bootcamp per renderlo compatibile....ammesso che l'esigenza di rimpiazzare XP con vista sia veramente prioritaria
    • Anonimo scrive:
      Re: l'incompetenza dilaga in italia
      Si, in effetti è come paragonare Microsoft Office con OpenOffice, sono entramnbe suite per l'ufficio ma uno è della Microsoft e closed, l'altro open source (vuoi mettere la differenza?). Oppure, come paragonare il sole con la luna: sì, stanno tutti e due in cielo ma uno splende di luce propria e l'altro di luce riflessa, che diamine! Per non parlare della margherita rispetto alla rosa, belle tutte due ma una è senza spine e l'altra no! Puntualizziamo, capperi! :p
      • Anonimo scrive:
        Re: l'incompetenza dilaga in italia
        - Scritto da:
        Si, in effetti è come paragonare Microsoft Office
        con OpenOffice, sono entramnbe suite per
        l'ufficio ma uno è della Microsoft e closed,
        l'altro open source (vuoi mettere la
        differenza?). ok...tu sei un altro di quelli che non vede la differenza tra un boot helper e un sw di virtualizzazine e ci propina un esempio che è a dir poco un insulto all'intelligenza di un paramecio.Oppure, come paragonare il sole con
        la luna: sì, stanno tutti e due in cielo ma uno
        splende di luce propria e l'altro di luce
        riflessa, che diamine! Per non parlare della
        margherita rispetto alla rosa, belle tutte due ma
        una è senza spine e l'altra no! Puntualizziamo,
        capperi!
        :pciccio fai una cosa...googla un po e documentati su cosa siano bootcamp e parallels...poi torna a chiedere venia per i tuoi esempi da asilo
        • Anonimo scrive:
          Re: l'incompetenza dilaga in italia
          - Scritto da: E tu non hai capito che è stato fatto il verso al tono supponente dell'autore del primo post... L'ironia, questa sconosciuta! :s
          • Anonimo scrive:
            Re: l'incompetenza dilaga in italia
            - Scritto da:

            - Scritto da:
            E tu non hai capito che è stato fatto il verso
            al tono supponente dell'autore del primo post...
            L'ironia, questa sconosciuta!
            :scerto.
          • Anonimo scrive:
            Re: l'incompetenza dilaga in italia
            Tanto più che l'autore dell'articolo si limita a descrivere le caratteristiche e i pro e contro di due soluzioni diverse come Parallels Desktop e Bootcamp rivolgendosi ad un pubblico vasto, non necessariamente formato tutto da espertoni d'infornmatica.Poi, invece, arriva nel forum il classico tizio "io so tutto, gli altri sono incompetenti"... :s
          • Anonimo scrive:
            Re: l'incompetenza dilaga in italia
            - Scritto da:
            Tanto più che l'autore dell'articolo si limita a
            descrivere le caratteristiche e i pro e contro di
            due soluzioni diverse come Parallels Desktop e
            Bootcamp rivolgendosi ad un pubblico vasto, non
            necessariamente formato tutto da espertoni
            d'infornmatica.

            Poi, invece, arriva nel forum il classico tizio
            "io so tutto, gli altri sono incompetenti"...
            :scerto.interpretazione libera eh...so tutto io pure tu? oppure non sai leggere gli articoli con spirito critico?mah
          • Anonimo scrive:
            Re: l'incompetenza dilaga in italia
            Uhm, comincio a sospettare che tu sia un troll :DNon ti arrendi neppure di fronte all'evidenza che l'autore del post iniziale potesse usare un tono più gentile con l'autore dell'articolo, del tipo: "Mi scusi, ma secondo me sono due cose diverse e il paragone, imho, può essere fatto solo entro certi limiti", senza esplodere con un "L'incompetenza dilaga in Italia". Si chiama gentilezza e cortesia, sconosciute quanto l'ironia, a quanto pare... :(
          • Anonimo scrive:
            Re: l'incompetenza dilaga in italia
            - Scritto da:
            Uhm, comincio a sospettare che tu sia un troll :D
            e tu un perditempo.
            Non ti arrendi neppure di fronte all'evidenza che
            l'autore del post iniziale potesse usare un tono
            più gentile con l'autore dell'articolo, del tipo:
            "Mi scusi, ma secondo me sono due cose diverse e
            il paragone, imho, può essere fatto solo entro
            certi limiti", senza esplodere con un
            "L'incompetenza dilaga in Italia". Si chiama
            gentilezza e cortesia, sconosciute quanto
            l'ironia, a quanto pare...
            :(ma che ti frega...devi per forza moderare il forum?ma chi cappero sei tu per fare il saputello.avessi detto qualcosa non OT sinora...mah che gente
          • Anonimo scrive:
            Re: l'incompetenza dilaga in italia
            - Scritto da:
            Uhm, comincio a sospettare che tu sia un troll :D

            Non ti arrendi neppure di fronte all'evidenza che
            l'autore del post iniziale potesse usare un tono
            più gentile con l'autore dell'articolo, del tipo:
            "Mi scusi, ma secondo me sono due cose diverse e
            il paragone, imho, può essere fatto solo entro
            certi limiti", senza esplodere con un
            "L'incompetenza dilaga in Italia". Si chiama
            gentilezza e cortesia, sconosciute quanto
            l'ironia, a quanto pare...
            :(quancosa che si in Topic e non sil solito commento del saputello che vuole moderare tutto e tutti no?trollino...di qualcosa inerente al tema invece di fare SOLO il maestrino.
          • Anonimo scrive:
            Re: l'incompetenza dilaga in italia
            - Scritto da:
            Uhm, comincio a sospettare che tu sia un troll :D

            Non ti arrendi neppure di fronte all'evidenza che
            l'autore del post iniziale potesse usare un tono
            più gentile con l'autore dell'articolo, del tipo:
            "Mi scusi, ma secondo me sono due cose diverse e
            il paragone, imho, può essere fatto solo entro
            certi limiti", senza esplodere con un
            "L'incompetenza dilaga in Italia". Si chiama
            gentilezza e cortesia, sconosciute quanto
            l'ironia, a quanto pare...
            :(maestrino...qualcosa in tema ce lo scrivi o continui con la tua supponenza?
          • Anonimo scrive:
            Re: l'incompetenza dilaga in italia
            certo...
    • Anonimo scrive:
      Re: l'incompetenza dilaga in italia
      Anche te però non scherzi..."Ottime schede video sui mac" è spararla grossa.Ati e nVidia sono ottime per giocare ma in altri campi sono solamente discrete
      • Anonimo scrive:
        Re: l'incompetenza dilaga in italia
        - Scritto da:
        Anche te però non scherzi...

        "Ottime schede video sui mac" è spararla grossa.
        Ati e nVidia sono ottime per giocare ma in altri
        campi sono solamente
        discreteciccio è da mesi che sui G5 puoi configurare altro neh
      • Anonimo scrive:
        Re: l'incompetenza dilaga in italia [OT]
        - Scritto da:
        Anche te però non scherzi...

        "Ottime schede video sui mac" è spararla grossa.
        Ati e nVidia sono ottime per giocare ma in altri
        campi sono solamente
        discreteAh, se lo dici tu, butto via la Quadro.
      • Anonimo scrive:
        Re: l'incompetenza dilaga in italia
        - Scritto da:
        Anche te però non scherzi...

        "Ottime schede video sui mac" è spararla grossa.
        Ati e nVidia sono ottime per giocare ma in altri
        campi sono solamente
        discretevallo a dire a chi usa una Quadro...dai non far ridere, cantastorie
  • Anonimo scrive:
    Bene , MA...
    Finalmente un bell esempio di virtualizzazione.Oltretutto è possibile usare nche linux,cosa che bootcamp non permette e anzi, restringe il campo a Windows xp home/pro sp2.Peccato che attualmente non avrebbe molto senso, oggi sul mac puoi fare tutto quello che si fa con un win-pc , ad ogni programma popolare per win ne esiste un omonimo per mac, non vedo perchè sforzarsi di usare win.Ovvio molti diranno e chi volesse giocare? beh, lasciando in secondo piano il fatto che i mac non sono per core-gamer, parallels non supporta l'accelerazione direct3d (ma spero vivamente di si in futuro) , quindi giudico che ,attualmente, parallels ,può essere utile per chi ha "switchato" da poco è non si è ancora disabituato da quei programmi o che non si sente di buttare in programma cheha acquistato. Invece per i mac user penso sia più utile usare bootcamp visto che dovrebbe essere usato (se usato) per giocare un poco.Discutete pure, io ho detto la mia ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Bene , MA...

      Peccato che attualmente non avrebbe molto senso,
      oggi sul mac puoi fare tutto quello che si fa con
      un win-pc , ad ogni programma popolare per win ne
      esiste un omonimo per mac, non vedo perchè
      sforzarsi di usare
      win.band-in-a-box per osx è due versioni indietro rispetto alla versione per windows...alcune piccole utility sotto windows a cui uno potrebbeessere affezionatoper i piratoni, alcuni crack girano solo sotto windows...
      Invece per i mac
      user penso sia più utile usare bootcamp visto che
      dovrebbe essere usato (se usato) per giocare un
      poco.

      Discutete pure, io ho detto la mia ;)ci mancherebbe..solo che se devo fare un reboot ogi volta che devo usare il notepad che mi piace tanto..e poi magari con parallel è possibile avere risorse condivise...insomma.. io direi che è decisamente meglio di bootcamp :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Bene , MA...
        - Scritto da:


        Peccato che attualmente non avrebbe molto senso,

        oggi sul mac puoi fare tutto quello che si fa
        con

        un win-pc , ad ogni programma popolare per win
        ne

        esiste un omonimo per mac, non vedo perchè

        sforzarsi di usare

        win.

        band-in-a-box per osx è due versioni indietro
        rispetto alla versione per
        windows...
        alcune piccole utility sotto windows a cui uno
        potrebbeessere
        affezionato
        per i piratoni, alcuni crack girano solo sotto
        windows...
        ma va? se è un crack per sw win secondo te deve girare multipiattaforma?maddai...

        Invece per i mac

        user penso sia più utile usare bootcamp visto
        che

        dovrebbe essere usato (se usato) per giocare un

        poco.



        Discutete pure, io ho detto la mia ;)

        ci mancherebbe..
        solo che se devo fare un reboot ogi volta che
        devo usare il notepad che mi piace
        tanto..
        certo che accendi un PC nuovo fiammante solo per usare notepad...sei messo male.usa un esempio che abbia più senso va
        e poi magari con parallel è possibile avere
        risorse
        condivise...

        insomma.. io direi che è decisamente meglio di
        bootcamp
        :-)hai scoperto l'acqua calda...visto che boot camp è un boot helper per installare win mentre parallels è un sw di virtualizzazione.
    • Anonimo scrive:
      Re: Bene , MA...
      - Scritto da:
      Finalmente un bell esempio di
      virtualizzazione.Oltretutto è possibile usare
      nche linux,cosa che bootcamp non permette e anzi,
      restringe il campo a Windows xp home/pro
      sp2.

      Peccato che attualmente non avrebbe molto senso,
      oggi sul mac puoi fare tutto quello che si fa con
      un win-pc , ad ogni programma popolare per win ne
      esiste un omonimo per mac, non vedo perchè
      sforzarsi di usare
      win.questo non esiste, e non ha eguali in nessun caso:http://punto-informatico.it/download/scheda.asp?i=1125884
      Ovvio molti diranno e chi volesse giocare? beh,
      lasciando in secondo piano il fatto che i mac non
      sono per core-gamer,no no, mettiamolo in primo piano."non sono per" è fondamentale....
      Discutete pure, io ho detto la mia ;)splendido... la butti li e te ne vai!! (rotfl)bravo :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Bene , MA...
        - Scritto da:

        questo non esiste, e non ha eguali in nessun caso:

        http://punto-informatico.it/download/scheda.asp?i=
        Non è sufficiente iTunes?Oppure semplicemente copiare i dati AIFF dai CD al desktop del Mac (perché nel Mac i file dei CD audio sono le canzoni, mica file fantasmi .cda)Oppure creare un'immagine con Utility Disk da CD a .dmg e avere in file l'esatta copia del CD.Guarda, per mille cose che Windows non può fare e che ne ha bisogno di programmini strani e mai al 100% privi di sorprese, Mac OS X può fare da solo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Bene , MA...
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Finalmente un bell esempio di

        virtualizzazione.Oltretutto è possibile usare

        nche linux,cosa che bootcamp non permette e
        anzi,

        restringe il campo a Windows xp home/pro

        sp2.



        Peccato che attualmente non avrebbe molto senso,

        oggi sul mac puoi fare tutto quello che si fa
        con

        un win-pc , ad ogni programma popolare per win
        ne

        esiste un omonimo per mac, non vedo perchè

        sforzarsi di usare

        win.

        questo non esiste, e non ha eguali in nessun caso:

        http://punto-informatico.it/download/scheda.asp?i=
        bof apro Disk Utility (inclusa nell'OS) e faccio un copia esatta del CD audio da backuppare...dove sarebbe la difficoltà?


        Ovvio molti diranno e chi volesse giocare? beh,

        lasciando in secondo piano il fatto che i mac
        non

        sono per core-gamer,

        no no, mettiamolo in primo piano.

        "non sono per" è fondamentale.

        che non ha senso come affermazione categorica solo per il fatto che ad oggi non ci sono ancora i tower che rimpiazzano i G5. Una volta usciti quelli si potrà valutare se i mac rimangono out per i core-gamer o no
        ...

        Discutete pure, io ho detto la mia ;)

        splendido... la butti li e te ne vai!! (rotfl)

        bravo :)mah
      • FDG scrive:
        Re: Bene , MA...
        - Scritto da:
        questo non esiste, e non ha eguali in nessun caso...Un software che ti estrare le tracce di un CD audio e te le registra non compresse? E tu pensi davvero che non ci sia? O che magari non lo faccia lo stesso sistema?Comunque questo post è normale se si considera l'utente abituato alle complicazioni tipiche dei PC. Si aspetta il software per l'estrazione ad elevata qualità dell'audio di un CD, senza ragionare sul fatto che questo è un NON software, perché in pratica è una cosa che copia byte da un disco ad un altro, una cosa che un sistema operativo normalmente sa fare.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 giugno 2006 12.05-----------------------------------------------------------
        • Anonimo scrive:
          Re: Bene , MA...
          Modificato dall' autore il 19 giugno 2006 12.05
          --------------------------------------------------se cito Disk Utility come semplice applicativo per fare ciò dico un eresia?;-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene , MA...
            - Scritto da:



            se cito Disk Utility come semplice applicativo
            per fare ciò dico un
            eresia?

            ;-)Per i CD audio, basta anche lo stesso iTunes.Fai questa prova:1.- Internet SCOLLEGATO2.- prendi un CD audio ORIGINALE CHE NON SIA MAI STATO INSERITO IN ITUNES e che iTunes non riconosca3.- Rippalo TUTTO in mp3, aac, aiff, apple lossless, insomma in quello che ti pare4.- masterizza un CD-RW (così lo recuperi) come audio (da mp3, da aac, ecc.) con le canzoni NELLO STESSO IDENTICO ORDINE5.- creato il CD audio, collegati a internet e aspetta che iTunes si colleghi a CDDB per riconoscere il CD6.- TA DA, iTunes mostrerà tutti i titoli delle canzoni, artista, album, anno, genere, ecc., come dall'originale.Che significa? Che evidentemente l'estrazione di iTunes, anche verso formati compressi, è perfettamente ESATTA, bit su bit in modo perfetto, poiché, se così non fosse, CDDB non potrebbe mai riconoscere quel CD.Ricordo a tutti che CDDB ha un database in base all'esatta lunghezza del CD in bit.Su Mac esistono cose da parecchi anni prima che su Windows ed è tutto all-inclusive, mentre praticamente tutti su Windows esistono solo grazie a software-house esterni a M$.
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene , MA...
            - Scritto da:

            - Scritto da:







            se cito Disk Utility come semplice applicativo

            per fare ciò dico un

            eresia?



            ;-)

            Per i CD audio, basta anche lo stesso iTunes.

            Fai questa prova:

            1.- Internet SCOLLEGATO
            2.- prendi un CD audio ORIGINALE CHE NON SIA MAI
            STATO INSERITO IN ITUNES e che iTunes non
            riconosca
            3.- Rippalo TUTTO in mp3, aac, aiff, apple
            lossless, insomma in quello che ti
            pare
            4.- masterizza un CD-RW (così lo recuperi) come
            audio (da mp3, da aac, ecc.) con le canzoni NELLO
            STESSO IDENTICO
            ORDINE
            5.- creato il CD audio, collegati a internet e
            aspetta che iTunes si colleghi a CDDB per
            riconoscere il
            CD

            6.- TA DA, iTunes mostrerà tutti i titoli delle
            canzoni, artista, album, anno, genere, ecc., come
            dall'originale.

            Che significa? Che evidentemente l'estrazione di
            iTunes, anche verso formati compressi, è
            perfettamente ESATTA, bit su bit in modo
            perfetto, poiché, se così non fosse, CDDB non
            potrebbe mai riconoscere quel
            CD.

            Ricordo a tutti che CDDB ha un database in base
            all'esatta lunghezza del CD in
            bit.

            Su Mac esistono cose da parecchi anni prima che
            su Windows ed è tutto all-inclusive, mentre
            praticamente tutti su Windows esistono solo
            grazie a software-house esterni a
            M$.mi fido sulla parola.più che altro citavo Disk utility quale utilitario compreso nell'OS per fare copie esatte di cd/dvd senza dover passare da sw ad hoc o di terze parti...che non è comuqnue il caso di iTunes
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene , MA...
            - Scritto da:


            mi fido sulla parola.

            più che altro citavo Disk utility quale
            utilitario compreso nell'OS per fare copie esatte
            di cd/dvd senza dover passare da sw ad hoc o di
            terze parti...che non è comuqnue il caso di
            iTunesTi avevo capito, infatti su Disk Utility hai completamente ragione. Quello che ti ho detto su iTunes è solo per dimostrare che appunto iTunes estrae audio e comprime in modo ineccepibile.Comunque, se hai 15 minuti liberi, fai la prova.Ciao. ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene , MA...
            - Scritto da:

            - Scritto da:





            mi fido sulla parola.



            più che altro citavo Disk utility quale

            utilitario compreso nell'OS per fare copie
            esatte

            di cd/dvd senza dover passare da sw ad hoc o di

            terze parti...che non è comuqnue il caso di

            iTunes

            Ti avevo capito, infatti su Disk Utility hai
            completamente ragione. Quello che ti ho detto su
            iTunes è solo per dimostrare che appunto iTunes
            estrae audio e comprime in modo
            ineccepibile.

            Comunque, se hai 15 minuti liberi, fai la prova.

            Ciao. ;)proverò, grazie.
    • MandarX scrive:
      Re: Bene , MA...

      oggi sul mac puoi fare tutto quello che si fa
      con un win-pc io direi di piu!
      ad ogni programma popolare per win ne esiste un omonimo per mac, non vedo perchè
      sforzarsi di usare
      win.giustissimo.però se prendiamo un utente che ha usato solo windors ed ha paura di switchare cosi è piu tranquilloovviamente nonappena conosciuto MacOsX lascera perdere il winzozz
      Ovvio molti diranno e chi volesse giocare? non mancano i giochi per mac, anche se non ci sono tutti i titoli comunque tempi di grandi affari per la Applese solo non avesse aderito al TCPA...
      • Anonimo scrive:
        Re: Bene , MA...
        - Scritto da: MandarX

        oggi sul mac puoi fare tutto quello che si fa

        con un win-pc


        io direi di piu!


        ad ogni programma popolare per win ne esiste
        un omonimo per mac, non vedo
        perchè

        sforzarsi di usare

        win.

        giustissimo.

        però se prendiamo un utente che ha usato solo
        windors ed ha paura di switchare cosi è piu
        tranquillo

        ovviamente nonappena conosciuto MacOsX lascera
        perdere il
        winzozz
        perchè quell'utente secondo te sa fare un dualboot e si lancia a conoscere un nuovo os per sfizio?

        Ovvio molti diranno e chi volesse giocare?

        non mancano i giochi per mac, anche se non ci
        sono tutti i titoli


        comunque tempi di grandi affari per la Apple

        se solo non avesse aderito al TCPA...che al lato pratico comporta solo una verifica per l'install dell'OS
        • MandarX scrive:
          Re: Bene , MA...

          perchè quell'utente secondo te sa fare un
          dualboot non che ci voglia molto...non ho visto bootcamp ma se è in stile mac ovviamente sara semplicissimo
          si lancia a conoscere un nuovo os per
          sfizio?magari è stanco di winzozz ma ha paura di switchare

          comunque tempi di grandi affari per la Apple

          se solo non avesse aderito al TCPA...

          che al lato pratico comporta solo una verifica
          per l'install
          dell'OSsperiamo resti solo questo...
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene , MA...
            - Scritto da: MandarX

            perchè quell'utente secondo te sa fare un

            dualboot

            non che ci voglia molto...se ad oggi non sa che esista altro a win...
            non ho visto bootcamp ma se è in stile mac
            ovviamente sara
            semplicissimo
            serve solo a fare un cd di driver da utilizzare durante l'install di win e a permettere di installare win sui mac con intel...non è che fa tanto di più eh

            si lancia a conoscere un nuovo os per

            sfizio?

            magari è stanco di winzozz ma ha paura di
            switchare
            stai sempre parlando di quell'utente che usa da sempre win perchè non sa che esiste altro?


            comunque tempi di grandi affari per la Apple


            se solo non avesse aderito al TCPA...



            che al lato pratico comporta solo una verifica

            per l'install

            dell'OS

            speriamo resti solo questo...per ora si e va benissimo se resta così
          • MandarX scrive:
            Re: Bene , MA...

            stai sempre parlando di quell'utente che usa da
            sempre win perchè non sa che esiste
            altro?no, no avevo parlato di utonti ma di piccoli utenti che crescono!
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene , MA...
            - Scritto da: MandarX
            perchè quell'utente secondo te sa fare un
            dualboot non che ci voglia molto...non ho visto bootcamp ma se è in stile mac ovviamente sara semplicissimoAncora più semplice di quel che si immagini:all'avvio del Mac, basta tenere premuto il tasto Opzione della tastiera e appariranno sullo schermo due o più icone (dipende a quanti volumi di avvio trova Mac OS X), ognuno con il suo nome. Se vuoi partire su Windows, basta cliccare sull'icona Windows, se decidi di continuare con Mac OS X, clicca su quello.Premetto che Boot Camp non c'entra niente in questo, ormai Boot Camp ha già fatto il suo lavoro di partizionamento e creazione CD di drivers.Si può anche scegliere che il Mac si avvii sempre con un sistema invece dell'altro; se si vuole cambiare, basta andare su Preferenze di Sistema
            Disco di Avvio e si clicca sul volume scelto.Come vedi, è più semplice di quanto immaginavi.
            no, no avevo parlato di utonti ma di piccoli
            utenti che
            crescono!
          • MandarX scrive:
            Re: Bene , MA...
            attenzione al quoting
            - Scritto da: MandarX

            perchè quell'utente secondo te sa fare un

            dualboot questo no l'ho scritto io
            all'avvio del Mac, basta tenere premuto il tasto
            Opzione della tastiera e appariranno sullo
            schermo due o più icone (dipende a quanti volumi
            di avvio trova Mac OS X), ognuno con il suo nome.
            Se vuoi partire su Windows, basta cliccare
            sull'icona Windows, se decidi di continuare con
            Mac OS X, clicca su
            quello.come il boot da hard disk esterno
            Premetto che Boot Camp non c'entra niente in
            questo, ormai Boot Camp ha già fatto il suo
            lavoro di partizionamento e creazione CD di
            drivers.ok ora è chiaro
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene , MA...
            - Scritto da: MandarX
            attenzione al quoting


            - Scritto da: MandarX


            perchè quell'utente secondo te sa fare un


            dualboot

            questo no l'ho scritto io
            Sì, scusami, avevo cancellato per errore i "maggiori" (
            ) e non me n'ero accorto.Scusami di nuovo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene , MA...
            - Scritto da:

            - Scritto da: MandarX

            perchè quell'utente secondo te sa fare un

            dualboot

            non che ci voglia molto...
            non ho visto bootcamp ma se è in stile mac
            ovviamente sara
            semplicissimo

            Ancora più semplice di quel che si immagini:

            all'avvio del Mac, basta tenere premuto il tasto
            Opzione della tastiera e appariranno sullo
            schermo due o più icone (dipende a quanti volumi
            di avvio trova Mac OS X), ognuno con il suo nome.
            Se vuoi partire su Windows, basta cliccare
            sull'icona Windows, se decidi di continuare con
            Mac OS X, clicca su
            quello.
            se ben ricordo è la stessa cosa che si faceva prima con un multiboot con più versioni di macOS installate
            Premetto che Boot Camp non c'entra niente in
            questo, ormai Boot Camp ha già fatto il suo
            lavoro di partizionamento e creazione CD di
            drivers.

            Si può anche scegliere che il Mac si avvii sempre
            con un sistema invece dell'altro; se si vuole
            cambiare, basta andare su Preferenze di
            Sistema
            Disco di Avvio e si clicca sul volume
            scelto.
            che è quello che si fa da sempre da quando c'è OS X
            Come vedi, è più semplice di quanto immaginavi.


            no, no avevo parlato di utonti ma di piccoli

            utenti che

            crescono!
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene , MA...
            - Scritto da:



            non ho visto bootcamp ma se è in stile mac

            ovviamente sara

            semplicissimo



            serve solo a fare un cd di driver da utilizzare
            durante l'install di win e a permettere di
            installare win sui mac con intel...non è che fa
            tanto di più
            ehNon è esatto: principalmente Boot Camp partiziona il disco senza perdita di dati, permettendoti anche di scegliere la grandezza della partizione, POI crea il CD dei drivers.
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene , MA...
            - Scritto da:

            - Scritto da:






            non ho visto bootcamp ma se è in stile mac


            ovviamente sara


            semplicissimo






            serve solo a fare un cd di driver da utilizzare

            durante l'install di win e a permettere di

            installare win sui mac con intel...non è che fa

            tanto di più

            eh

            Non è esatto: principalmente Boot Camp partiziona
            il disco senza perdita di dati, permettendoti
            anche di scegliere la grandezza della partizione,
            POI crea il CD dei
            drivers.SI ok,ma davo per scontato questo aspetto...se vuoi installare 2 os non dello stesso produttore è bene avere 2 partizioni separate per non avere casini.e comunque per partizionare non è indispensabile bootcamp...mentre per recuperare i driver per l'hw da usare con win dire che è pratico se non indispensabile.
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene , MA...
            - Scritto da:

            SI ok,ma davo per scontato questo aspetto...se
            vuoi installare 2 os non dello stesso produttore
            è bene avere 2 partizioni separate per non avere
            casini.

            e comunque per partizionare non è indispensabile
            bootcamp...mentre per recuperare i driver per
            l'hw da usare con win dire che è pratico se non
            indispensabile.D'accordo, la mia non era polemica, soltanto che, per l'utente che compra Mac passando da Win NON HA tutta questa manualità col Mac e a questo il partizionamento di Boot Camp diventa indispensabile.Tra l'altro, una pecca di Boot Camp è che magari dovrebbe avvisare il nuovo "switcher" che in Windows dovrà deframmentare almeno ogni mese, mentre in Mac OS X la deframmentazione non esiste poiché ci pensa in automatico lo stesso OS X ogni qualvolta scrive dei dati, e se tenta di farlo con software di terzi, potrà dire addio al volume del disco.
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene , MA...
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            SI ok,ma davo per scontato questo aspetto...se

            vuoi installare 2 os non dello stesso produttore

            è bene avere 2 partizioni separate per non avere

            casini.



            e comunque per partizionare non è indispensabile

            bootcamp...mentre per recuperare i driver per

            l'hw da usare con win dire che è pratico se non

            indispensabile.


            D'accordo, la mia non era polemica, soltanto che,
            per l'utente che compra Mac passando da Win NON
            HA tutta questa manualità col Mac e a questo il
            partizionamento di Boot Camp diventa
            indispensabile.
            beh immagino che anche con win abbia già avuto a partizionare...altrimenti è un problema OS independent
            Tra l'altro, una pecca di Boot Camp è che magari
            dovrebbe avvisare il nuovo "switcher" che in
            Windows dovrà deframmentare almeno ogni mese,
            mentre in Mac OS X la deframmentazione non esiste
            poiché ci pensa in automatico lo stesso OS X ogni
            qualvolta scrive dei dati, e se tenta di farlo
            con software di terzi, potrà dire addio al volume
            del
            disco.credo che sia più probabile che l'utente di mac abbia già usato win, per cui abbia già a conoscere questi aspetti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Bene , MA...
      - Scritto da:
      Finalmente un bell esempio di
      virtualizzazione.Oltretutto è possibile usare
      nche linux,cosa che bootcamp non permette e anzi,
      restringe il campo a Windows xp home/pro
      sp2.
      [...]
      Discutete pure, io ho detto la mia ;)Non sei stato nell'esattezza al 100%: Boot Camp non può installare Linux, ma Linux non ha bisogno di Boot Camp per essere installato su Mac; è sufficiente una nuova partizione.Quindi è inutile usare Parallels Desktop per installare Linux, a meno che non si sia alle prime armi (ma ciò non è da utente medio Linux).Per esempio, negli USA c'è una ditta che vende i Mac anche con doppio sistema, e il secondo è Linuxhttp://www.terrasoftsolutions.com/store/index.php?submit=hardwareIl tutto senza nessun emulatore/virtualizzatore.
      • Anonimo scrive:
        Re: Bene , MA...
        - Scritto da:
        Quindi è inutile usare Parallels Desktop per
        installare Linux, a meno che non si sia alle
        prime armi (ma ciò non è da utente medio
        Linux).Non è vero, per esempio lo potrei usare per mettere un server di staging che riproduce la configurazione del server di produzione, potrei testare un programma per un altro OS senza uscire dal mio desktop. Non dimentichiamoci che la vera comodità della virtualizzazione è che i sistemi ospitati sono, alla fin fine, dei processi del sistema ospite. Poter usare XP per controllare cosa fa exploder mentre realizo un sito semplicemente cliccando su una finestra è una cosa senza prezzo. Dover riavviare tutte le vole è una perdita di tempo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Bene , MA...
          - Scritto da:
          Non è vero, per esempio lo potrei usare per
          mettere un server di staging che riproduce la
          configurazione del server di produzione, potrei
          testare un programma per un altro OS senza uscire
          dal mio desktop. Non dimentichiamoci che la vera
          comodità della virtualizzazione è che i sistemi
          ospitati sono, alla fin fine, dei processi del
          sistema ospite. Poter usare XP per controllare
          cosa fa exploder mentre realizo un sito
          semplicemente cliccando su una finestra è una
          cosa senza prezzo. Dover riavviare tutte le vole
          è una perdita di
          tempo.Mmmh... touché. Su questo ti do completamente ragione.
    • Anonimo scrive:
      Re: Bene , MA...

      ad ogni programma popolare per win ne
      esiste un omonimo per macMagari! Ma non è vero, per esempio: Autocad è uno standard mondiale nella progettazione meccanica, architettura, e quant'altro possibile, e non c'è per mac;3D Studio è un altro standard mondiale (i dinosauri di Jurassic Park sono stati modellati in 3D Studio poi esportati verso programmi proprietari).Cimatron, altro standard mondiale per l'ingegnerizzazione e progettazione di stampi industriali ("cosette" tipo le chiglie degli yacht, gli aerei, ecc ecc) e automazione delle macchine.1 milione di software industriale propietario e altra roba che non mi ricordo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Bene , MA...
        - Scritto da:


        ad ogni programma popolare per win ne

        esiste un omonimo per mac

        Magari! Ma non è vero, per esempio:

        Autocad è uno standard mondiale nella
        progettazione meccanica, architettura, e
        quant'altro possibile, e non c'è per
        mac;
        si chiama archiCAD...ha solo un nome diverso
        3D Studio è un altro standard mondiale (i
        dinosauri di Jurassic Park sono stati modellati
        in 3D Studio poi esportati verso programmi
        proprietari).
        ci sono sw che fanno la stessa cosa anche se hanno il nome diverso
        Cimatron, altro standard mondiale per
        l'ingegnerizzazione e progettazione di stampi
        industriali ("cosette" tipo le chiglie degli
        yacht, gli aerei, ecc ecc) e automazione delle
        macchine.

        1 milione di software industriale propietario e
        altra roba che non mi
        ricordo.hanno già risposto in un altro post ad argomenti del genere.gli unici esempi che hanno veramente senso sono i sw ad hoc svilppati per determinate imprese
        • Anonimo scrive:
          Re: Bene , MA...
          certo
        • Anonimo scrive:
          Re: Bene , MA...

          D'accordo ma, a prescindere che tutti i programmi
          possono salvare in file compatibili,Questo è vero in parte, perchè ci sono molti casi in cui il file esportato non è come quello generato dal programma originale, spesso capita che un dxf o dwg fatto con un programma non viene importato bene nell'altro, o non si tira dietro delle caratteristiche particolari.
          3D Studio Max non è uno standard, sei fuori
          strada. Nulla toglie che sia ottimo è che sia UNO
          DEI PIÙ USATI, ma gli standard sono quelli che ha
          ogni azienda, per esempio Pixar usa il suo
          Renderman che lavora solo con OS X;In realtà lavorano su principalmente su Linux per il rendering distribuito, prima usavano macchina Sun con unix, poi hanno portato tutto su Linux, ora non so se sono passati a OSX recentemente.
          In ambito solo Windows, Rhinoceros è superiore a
          3D Studio Max (più facile e
          versatile).Non sono paragonabili, Rhino è un modellatore e basta, 3D Studio è un programma completo, modellazione, materiali, animazione, post-produzione, ecc.

          In ogni modo, tutti i software di animazione 3D
          devono esportare in formati multimediali
          STANDARD, quali QuickTime, H.264, DV, ecc. Per
          cui LO STANDARD del software non ha senso, quando
          tutti invece devono alla fine esportare nei VERI
          standard
          multimediali.E' diverso, quel che tu parli è la produzione del filmato finale, e ciò è appannaggio dei vari codec di compressione.Io parlavo della fase di progettazione e sviluppo.
          Ti ricordo che i Mac sono più prestanti e meglio
          progettati per questo carico di
          lavoro.Ci sono workstation Unix, Linux o windows che non hanno nulla da invidiare ad un Mac di fascia alta, anzi in alcuni casi con il Mac non puoi utilizzare alcuni componenti che rendono, di fatto, la differenza abissale, come nel caso delle schede video più potenti al mondo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene , MA...
            - Scritto da:


            D'accordo ma, a prescindere che tutti i
            programmi

            possono salvare in file compatibili,


            Questo è vero in parte, perchè ci sono molti casi
            in cui il file esportato non è come quello
            generato dal programma originale, spesso capita
            che un dxf o dwg fatto con un programma non viene
            importato bene nell'altro, o non si tira dietro
            delle caratteristiche
            particolari.
            Si ma non esula dalla problematica che devono essere i formati ad essere standard e non in programmi.

            3D Studio Max non è uno standard, sei fuori

            strada. Nulla toglie che sia ottimo è che sia
            UNO

            DEI PIÙ USATI, ma gli standard sono quelli che
            ha

            ogni azienda, per esempio Pixar usa il suo

            Renderman che lavora solo con OS X;

            In realtà lavorano su principalmente su Linux per
            il rendering distribuito, prima usavano macchina
            Sun con unix, poi hanno portato tutto su Linux,
            ora non so se sono passati a OSX
            recentemente.


            In ambito solo Windows, Rhinoceros è superiore a

            3D Studio Max (più facile e

            versatile).

            Non sono paragonabili, Rhino è un modellatore e
            basta, 3D Studio è un programma completo,
            modellazione, materiali, animazione,
            post-produzione,
            ecc.




            In ogni modo, tutti i software di animazione 3D

            devono esportare in formati multimediali

            STANDARD, quali QuickTime, H.264, DV, ecc. Per

            cui LO STANDARD del software non ha senso,
            quando

            tutti invece devono alla fine esportare nei VERI

            standard

            multimediali.

            E' diverso, quel che tu parli è la produzione del
            filmato finale, e ciò è appannaggio dei vari
            codec di
            compressione.

            Io parlavo della fase di progettazione e sviluppo.


            Ti ricordo che i Mac sono più prestanti e meglio

            progettati per questo carico di

            lavoro.

            Ci sono workstation Unix, Linux o windows che non
            hanno nulla da invidiare ad un Mac di fascia
            alta, anzi in alcuni casi con il Mac non puoi
            utilizzare alcuni componenti che rendono, di
            fatto, la differenza abissale, come nel caso
            delle schede video più potenti al
            mondo.era un po la leggenda che s'è vaporizzata da quando una di quelle schede è utilizzabile sui G5.
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene , MA...

            Si ma non esula dalla problematica che devono
            essere i formati ad essere standard e non in
            programmi.peccato che i programmi spesso e volentieri anche se in teoria esportano in formati standard poi in pratica non lo fanno
            era un po la leggenda che s'è vaporizzata da
            quando una di quelle schede è utilizzabile sui
            G5.io parlavo di cose serie, tipo questa: http://www.3dlabs.com/products/product.asp?prod=293
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene , MA...
            - Scritto da:


            Si ma non esula dalla problematica che devono

            essere i formati ad essere standard e non in

            programmi.

            peccato che i programmi spesso e volentieri anche
            se in teoria esportano in formati standard poi in
            pratica non lo
            fanno

            mi fai la lista di quei programmi che danno problemi come dici tu?

            era un po la leggenda che s'è vaporizzata da

            quando una di quelle schede è utilizzabile sui

            G5.

            io parlavo di cose serie, tipo questa:
            http://www.3dlabs.com/products/product.asp?prod=29bah nulla di trascendentale...anche una Quadro FX è un'ottima scheda...poi per altri nessuna delle 2 è sufficiente per il righello
          • Anonimo scrive:
            solo chiacchiere e distintivo...
            - Scritto da:


            Si ma non esula dalla problematica che devono

            essere i formati ad essere standard e non in

            programmi.

            peccato che i programmi spesso e volentieri anche
            se in teoria esportano in formati standard poi in
            pratica non lo
            fannoil DXF come formato funziona abbastanza bene dato che lo ha inventato AUTOCAD, l'importante è capire (e sapere) che esistono una serie di parametri che devi dare durante l'export e l'import, se i parametri non matchano... allora hai problemi che dici tu.Anche photoshop avrebbe problemi ad aprire un JPG in CMYK se gli dici che è un RGB...tutto il resto è solo chiacchiere e approssimazione (in campo lavorativo)...

            era un po la leggenda che s'è vaporizzata da

            quando una di quelle schede è utilizzabile sui

            G5.

            io parlavo di cose serie, tipo questa:
            http://www.3dlabs.com/products/product.asp?prod=29parli di una scheda che costa quanto un PC intero e che viene usata dal 99% dei troll su PI (per trollare) e dallo 0.1% dei professionisti in campo digitale.La Wildcat non viene usata in modelazzione per uso cinematografico o broadcast ma nel 99% dei casi solo nella prototizzazione e nel design industriale.(apple)PS: sei solo chiacchiere e non hai manco il distintivo...
          • Anonimo scrive:
            Re: solo chiacchiere e distintivo...
            certo certo
          • Anonimo scrive:
            Re: solo chiacchiere e distintivo...
            - Scritto da:
            certo certofidati, ho molti contatti con quel mondo del lavoro, ... a partire da una nota multinazionale americana produttrice di elicotteri da combattimento per finire all'addestramento al volo con sistemi virtuali qui in Italia...(apple)
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene , MA...
            - Scritto da:

            Ci sono workstation Unix, Linux o windows che non
            hanno nulla da invidiare ad un Mac di fascia
            alta, anzi in alcuni casi con il Mac non puoi
            utilizzare alcuni componenti che rendono, di
            fatto, la differenza abissale, come nel caso
            delle schede video più potenti al
            mondo.http://www.apple.com/it/powermac/graphics.html
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene , MA...
            niente di impressionante mi pare...
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene , MA...
            - Scritto da:
            niente di impressionante mi pare...ma che strano fino a 6 mesi fa tutti a dire che non essendoci la Quadro FX 4500 sui mac era un problema insormontabile...ora che ormai c'è pure quella arrivano i commentoni tipo questo qui sopra.Mah mai contenti oppure i soliti interventi aprioristici e nulla più
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene , MA...
            allora lo ammetti che avevate delle ciofeche di schede video :D e tutti a tirarsela con sta storia che i mac erano meglio con la grafica...
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene , MA...
            - Scritto da:
            allora lo ammetti che avevate delle ciofeche di
            schede video :D e tutti a tirarsela con sta
            storia che i mac erano meglio con la
            grafica...E continuano a esserlo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene , MA...
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            allora lo ammetti che avevate delle ciofeche di

            schede video :D e tutti a tirarsela con sta

            storia che i mac erano meglio con la

            grafica...

            E continuano a esserlo.ormai sono anni che le maggiori produzioni grafiche a livello mondiale sono sviluppate su sistemi windows o linux, il mac al massimo rimane utile per i volantini con illustrator
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene , MA...
            - Scritto da:
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            allora lo ammetti che avevate delle ciofeche


            di schede video :D e tutti a tirarsela con sta


            storia che i mac erano meglio con la grafica...

            E continuano a esserlo.
            ormai sono anni che le maggiori produzioni
            grafiche a livello mondiale sono sviluppate su
            sistemi windows o linux, il mac al massimo rimane
            utile per i volantini con
            illustratorOra puo' essere vero, ma io ricordo che con il sistem 8 o 9 su un Mac con 32 Mb di ram potevi tirare su immagini pesanti 128 Mb e navigarci fluidamente sullo schermo, cosa che non sono piu' riuscito a vedere in nessun computer dopo, neanche i mac attuali.
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene , MA...
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:


            allora lo ammetti che avevate delle ciofeche
            di


            schede video :D e tutti a tirarsela con sta


            storia che i mac erano meglio con la


            grafica...



            E continuano a esserlo.

            ormai sono anni che le maggiori produzioni
            grafiche a livello mondiale sono sviluppate su
            sistemi windows o linux, il mac al massimo rimane
            utile per i volantini con
            illustratorsono anni che si leggono queste sciocchezze...ma contento te che ti accontenti di riproporle invece di approfondire e aggiornare il tuo punto di vista
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene , MA...


            sono anni che si leggono queste sciocchezze...ma
            contento te che ti accontenti di riproporle
            invece di approfondire e aggiornare il tuo punto
            di
            vistama va la'... pure la pixar, che è di giobbes, lavora con software proprietario su linux, e un pò di mac sparsi qua e là negli uffici delle segretarie, giusto per fini di marketing
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene , MA...
            - Scritto da:




            sono anni che si leggono queste sciocchezze...ma

            contento te che ti accontenti di riproporle

            invece di approfondire e aggiornare il tuo punto

            di

            vista

            ma va la'... pure la pixar, che è di giobbes,
            lavora con software proprietario su linux, e un
            pò di mac sparsi qua e là negli uffici delle
            segretarie, giusto per fini di
            marketingsi certo...usano linux e osX su G5 e non per le segretarie trollone, ma per renderman
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene , MA...
            - Scritto da:
            allora lo ammetti che avevate delle ciofeche di
            schede video :D e tutti a tirarsela con sta
            storia che i mac erano meglio con la
            grafica...ma va la...non a tutti serve la quadro..e neppure a te, ma devi fare il mr righello e quindi ti compatisco
    • Anonimo scrive:
      Re: Bene , MA...
      - Scritto da:
      parallels non supporta
      l'accelerazione direct3d (ma spero vivamente di
      si in futuro)ma se è da anni che Wine non supporta le directx, speri che con parallels cambi qualcosa? Sogna... sogna...
  • Anonimo scrive:
    Spiegatemi una cosa...
    Il fatto che parallels non sia costretto ad emulare la cpu è un gran vantaggio, ma comunque il s.o. non può appoggiare direttamente sull'hardware. Se gira sopra una macchina virtuale mi pare un po' impossibile avere un calo di prestazioni del 2%. O mi sbaglio?
    • Anonimo scrive:
      Re: Spiegatemi una cosa...
      - Scritto da:
      Il fatto che parallels non sia costretto ad
      emulare la cpu è un gran vantaggio, ma comunque
      il s.o. non può appoggiare direttamente
      sull'hardware. Se gira sopra una macchina
      virtuale mi pare un po' impossibile avere un calo
      di prestazioni del 2%. O mi
      sbaglio?Dipende da quali prestazioni parli.Perchè se vogliamo parlare di grafica, Parallels come VMware non fornisce accelerazione 3D(*), con prestazioni in tale ambito che puoi ben immaginare.(*) nota: VMware 5.5 supporta in via sperimentale l'accelerazione Direct3D, se:host: Win XPguest: Win XPVolontaria modifica a mano dei file di configurazione della VM
      • Anonimo scrive:
        Re: Spiegatemi una cosa...
        - Scritto da:
        (*) nota: VMware 5.5 supporta in via sperimentale
        l'accelerazione Direct3D,
        se:
        host: Win XP
        guest: Win XP
        Volontaria modifica a mano dei file di
        configurazione della
        VMAnche host linux / guest windows :)
  • Anonimo scrive:
    Non vedo la grande notizia...
    ...dal momento che esiste Virtual PC, da parecchi anni, e che fa la stessa, identica cosa.Solo che Virtual PC lavora sotto architettura PowerPC.Purtroppo, da quando Microsoft ha acquistato Virtual PC, quest'ultimo no funziona bene sotto Tiger, e inoltre non supporta i processori Intel... :shttp://www.microsoft.com/italy/mac/virtualpc/default.mspxEcco, l'unica cosa di interessante di Parallels Desktop è che lavora sotto architettura x86.Boh.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non vedo la grande notizia...
      Non per dire, ma VPC emula , mentre Parallels virtualizza .Sono due cose ben diverse, il primo in ambito PPC emula l'architettura x86, il secondo non emula nulla.La virtualizzazione non è comunque mai veloce come il vero e proprio boot (infatti se si cercano le prestazioni, o se si vuole giocare, conviene usare Boot Camp), ma c'è comunque un abisso fra lei e l'emulazione di VPC (che uccide dalla lentezza, e parla un Mac user che l'ha usato).
      • Anonimo scrive:
        Re: Non vedo la grande notizia...
        Ho capito. Sotto questo punto di vista le cose sono diverse, ma in fin dei conti, chi deve usare Virtual PC non credo abbia bisogno di velocità: in fin dei conti, se usi Mac OS X, a cosa cavolo ti serve Windows?Ciao.
        • Anonimo scrive:
          Re: Non vedo la grande notizia...
          Magari hai bisogno di applicazioni particolari che su Mac non ci sono, e hai ANCHE bisogno di prestazioni. Ad esempio, 3D Studio Max...
          • Anonimo scrive:
            Re: Non vedo la grande notizia...
            A parte che 3D Studio Max è stato più che superato da Maya (appena acquisito da Autodesk), da Cinema 4D e da Renderman (quest'ultimo sviluppato dalla Pixar), e che girano tutti su Mac OS Xhttp://usa.autodesk.com/adsk/servlet/index?id=6871843&siteID=123112http://www.maxon.net/https://renderman.pixar.com/sai dirmi altri software che girano solo su Windows e che non c'è su Mac OS X?Non dirmi AutoCAD, poiché esiste ArchiCAD che è identico; inoltre, senza nulla togliere a AutoCAD, con ArchiCAD si può fare anche sketch-uphttp://www.graphisoft.com/products/archicad/ac10/http://www.apple.com/pro/profiles/heinz/Insomma, i software che potrai dirmi saranno Virtual Basic, ASP.NET, Solitario...
          • Anonimo scrive:
            Re: Non vedo la grande notizia...
            Scritto da:
            A parte che 3D Studio Max è stato più che
            superato da Maya (appena acquisito da Autodesk),
            da Cinema 4D e da Renderman (quest'ultimo
            sviluppato dalla Pixar), e che girano tutti su
            Mac OS
            XMax è Maya sono molto simili (maya migliore in modellazione nurbs), anche se il primo usando le varie plugins disponibili è insuperabile (powersolids, brazil, vray ecc..)... Renderman è un motore di resa e non centra niente il paragone con Max. Cinema allo stato attuale è un giocattolo se confrontato con Max. Discreta solo la qualità di resa (ha un motore cebas che è praticamente una prerelease di finalrender, con tools di modellazione poligonale e nurbs è molto limitati)
          • Anonimo scrive:
            Re: Non vedo la grande notizia...
            è risaputo che su PI tutti fanno 3D dalla mattina alla sera;-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Non vedo la grande notizia...
            - Scritto da:
            Magari hai bisogno di applicazioni particolari
            che su Mac non ci sono, e hai ANCHE bisogno di
            prestazioni. Ad esempio, 3D Studio
            Max...A parte i fatto che i modellatori 3d sono una parte infinitesimale degli utenti, su mac esistono: Lightwave, Maya, Blender, Cinema4D, ArchiCAD. Senza dimenticare il render per Maya della Pixar (RenderMan). Tutti software che danno la birra a 3D Studio Max (forse l'unico indietro è Lightwave).Basta con sta storia che esiste solo 3D StMax, è un software mediocre surclassato da un bel pezzo da altri software più moderni.PS. Cinema 4D ha pre so 8 come voto su 3DWorld, 3D Studio Max, solo 7. Ciucciati il calzino.
        • Anonimo scrive:
          Re: Non vedo la grande notizia...
          Io uso parallels dalle prime beta, ed è impressionante per velocità di esecuzione e feature. A cosa serve? Io personalmente ho un paio di software scacchistici che hanno bisogno di windows (e che su linux facevo girare con wine, con mac non avevo modo). E per lavoro mi serve poter far girare solaris 10. Di linux non ne sento il bisogno, ma solo perchè con osx posso già usare il 99% del sw per linux.P.S. Si, girano bene tutti e tre insieme, e si può anche "ruotare" lo schermo dall'uno all'altro
        • Anonimo scrive:
          Re: Non vedo la grande notizia...
          infatti virtual pc o applicazioni come questa dall'articolo sono fatte a scopo dimostrativo.. non servono a nessuno :|come i tuoi commenti...
          • Anonimo scrive:
            Re: Non vedo la grande notizia...
            - Scritto da:
            infatti virtual pc o applicazioni come questa
            dall'articolo sono fatte a scopo dimostrativo..
            non servono a nessuno
            :|

            come i tuoi commenti...Però hai risposto, addirittura con "infatti".Deciditi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Non vedo la grande notizia...
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            infatti virtual pc o applicazioni come questa

            dall'articolo sono fatte a scopo dimostrativo..

            non servono a nessuno

            :|



            come i tuoi commenti...

            Però hai risposto, addirittura con "infatti".

            Deciditi.notare l'inronia del suo post era un'impresa impossibile?
          • Anonimo scrive:
            Re: Non vedo la grande notizia...
            se non c'arriva.. non c'arriva :)
        • Anonimo scrive:
          Re: Non vedo la grande notizia...
          Il virtualizzatore è una gran cosa!Personalmente uso per lavoro sia Mac OS X che Windows e devo spostarmi spesso da una macchina all'altra, con questo software mi prendo un bel Mac ed elimino il PC.Su Mac utilizzo WebObjects e tutti i programmi Adobe, mentre su Windows ho la necessità di utilizzare ASP.NET (Mono? no grazie).
      • Anonimo scrive:
        Re: Non vedo la grande notizia...
        - Scritto da:
        Non per dire, ma VPC emula , mentre
        Parallels
        virtualizza .
        Sono due cose ben diverse, il primo in ambito PPC
        emula l'architettura x86, il secondo non emula
        nulla.
        La virtualizzazione non è comunque mai veloce
        come il vero e proprio boot (infatti se si
        cercano le prestazioni, o se si vuole giocare,
        conviene usare Boot Camp), ma c'è comunque un
        abisso fra lei e l'emulazione di VPC (che uccide
        dalla lentezza, e parla un Mac user che l'ha
        usato).ma guarda che boot camp non ti serve per ogni boot ti serve solo per poter installare windows e basta.
    • Anonimo scrive:
      lo e' lo e'
      - Scritto da:
      ...dal momento che esiste Virtual PC, da parecchi
      anni, e che fa la stessa, identica
      cosa.Non lo e'Studia ;)
    • firefox88 scrive:
      Re: Non vedo la grande notizia...

      Ecco, l'unica cosa di interessante di Parallels
      Desktop è che lavora sotto architettura
      x86.Il che non mi sembra un compito particolarmente difficile.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non vedo la grande notizia...
      La grande notizia è che Parallels sfrutta finalmente l'unità di virtualizzazione in hardware presente nel processore Core, invece che virtualizzare in sw come faceva VirtualPc, risultando così decisamente più veloce.Per quanto riguarda le prestazioni rispetto a BootCamp, queste sono effettivamente inferiori di circa il 2%, ma solo per applicazioni che utilizzano un solo core: infatti con Parallels un core viene dedicato alla macchina virtuale, mentre l'altro core viene dedicato al sistema host (MacOsX); tramite BootCamp, invece, entrambi i core sono dedicati a Windows, senza contare che la scheda video non viene emulata ma viene gestita direttamente quella presente sulla macchina, velocizzando enormemente le prestazioni 3D.In definitiva, allo stato attuale, Parallels è ottimo per tutte quelle applicazioni SOHO che non sfruttano un doppio core e che non hanno grosse richieste in fatto di accelerazione 3D, altrimenti è decisamente più proficuo utilizzare Bootcamp con un'installazione "nativa" di windows.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non vedo la grande notizia...
      - Scritto da:
      ...dal momento che esiste Virtual PC, da parecchi
      anni, e che fa la stessa, identica
      cosa.

      Solo che Virtual PC lavora sotto architettura
      PowerPC.

      Purtroppo, da quando Microsoft ha acquistato
      Virtual PC, quest'ultimo no funziona bene sotto
      Tiger, e inoltre non supporta i processori
      Intel...
      :s

      http://www.microsoft.com/italy/mac/virtualpc/defau

      Ecco, l'unica cosa di interessante di Parallels
      Desktop è che lavora sotto architettura
      x86.

      Boh.Ma e' scritto nell'articolo....ma li leggi gli articoli? leggi e pensi a cosa?Mah, boh....
      • Anonimo scrive:
        Re: Non vedo la grande notizia...
        - Scritto da:


        - Scritto da:

        ...dal momento che esiste Virtual PC, da
        parecchi

        anni, e che fa la stessa, identica

        cosa.



        Solo che Virtual PC lavora sotto architettura

        PowerPC.



        Purtroppo, da quando Microsoft ha acquistato

        Virtual PC, quest'ultimo no funziona bene sotto

        Tiger, e inoltre non supporta i processori

        Intel...

        :s




        http://www.microsoft.com/italy/mac/virtualpc/defau



        Ecco, l'unica cosa di interessante di Parallels

        Desktop è che lavora sotto architettura

        x86.



        Boh.

        Ma e' scritto nell'articolo....ma li leggi gli
        articoli? leggi e pensi a
        cosa?

        Mah, boh....premesso che con è una gran notizia visto che la beta per macintel è uscita un mese fa o giù di lima l'articolo riporta elementi già conosciuti per chi segue l'attualità....che poi tu non ne sapessi nulla ci può anche stare.
  • Anonimo scrive:
    Buona notizia!
    Già già
Chiudi i commenti