Pesante la multa europea a Nintendo

La casa giapponese e alcuni suoi distributori sono stati sanzionati per 167,8 milioni di euro dalle autorità antitrust comunitarie


Bruxelles – Cala la scure dell’Antitrust europeo su uno dei maggiori produttori videoludici internazionali, Nintendo, e su alcuni dei suoi distributori. La UE ha infatti comminato a queste aziende una sanzione di 167,8 milioni di euro.

La megamulta era attesa da alcuni giorni ed è il risultato di una inchiesta che avrebbe accertato che Nintendo avrebbe utilizzato pratiche contrarie alle leggi di mercato per affermare i propri prodotti in Europa e guidare verso l’alto i suoi prezzi.

Di quella multa, a carico della sola Nintendo vanno quasi 147 milioni di euro, una somma ritenuta congrua “rispetto alla dimensione del mercato interessato”. In una nota comunitaria si fa esplicito riferimento ad un accordo illegale di Nintendo con i distributori che mirava ad impedire importazioni in paesi dove i prezzi erano più alti da paesi dove erano più bassi.

Un portavoce della Commissione ha tenuto a sottolineare che “ogni anno milioni di famiglie europee spendono molti soldi in videogiochi. Hanno il diritto di acquistare giochi e console al prezzo più basso al quale il mercato può offrirli. La Commissione non tollererà comportamenti intesi a tenere artificialmente alti i prezzi nel Mercato unico europeo”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    sono pronto a sfidare deep blue in vers. tetris
    mi servono soltanto-4 litri di caffè solubili in termos (da bere con cannuccia)-pacchi vegan junk food (tra cui)-patatine san carlo più gusto-svariati panini con burro di arachidie poi vediamo chi vince...e dove te li metto gli algoritmi NP-completi.ah che bello quando negli anni '80 ste cose si facevano davvero... giorni e giorni di preparazioni per battere il record di tetris.psse poi per caso il tetris lo fanno girare su winzoz ho la vittoria in mano, tanto dopo max 2 ore va in crash accettando la sua sfonfitta
  • Anonimo scrive:
    io ho vinto subito........
    .........difatti l'ho tirato subito nel muro.Qui da me vige la legge della giungla: vince il + forte.
  • Anonimo scrive:
    Per quelli che pensano di vincere...
    Si leggano l'articolo. Se stanno ancora pensando di poter vincere ci facciano il favore di tenersi l'informazione per se.
  • Anonimo scrive:
    Perchè a Tetris si perde.
    Si tratta di algoritmi che giocano a Tetris, non di persone. In pratica sono gli algoritmi a perdere.Teoricamente un algoritmo vincente dovrebbe poter giocare un numero infinito di livelli di tetris senza mai perdere, sempre che nell'infinitesimo livello i pezzi non cadano a velocità infinita. Non ho il regolamento di Tetris sotto mano.. ;-)Quando PI scrive che "in una sfida a Tetris tra uomo e macchina i ricercatori non hanno dubbi: vincerebbe quest'ultima" si intende un duello di Tetris (due giocatori di cui uno un algoritmo, come nelle sfide di scacchi col supercomputer Deep Fritz) e non una sfida singola tra giocatore e videogioco.
    • Anonimo scrive:
      Re: Perchè a Tetris si perde.
      Sicuramente perchè un algoritmo è un insieme diregole matematiche che vengono elaborate ad unavelocità di miliardi di operazioni al secondo,mentre il mio cervello fa un pò (troppo) fatica.Il fattore determinante è la velocità di elaborazione.
  • Anonimo scrive:
    A Tetris non si può vincere perchè non c'è fine
    Per vincere un gioco ha bisogno di una fine. E chi decide Tetris quanti livelli ha? Oppure a quale punteggio si vince? Semplicemente è infinito, ma poi si arriva a una velocità tale che non sia possibile continuare
  • Anonimo scrive:
    si perde?
    Ma che vuol dire "si perde sempre"? per forza, tetris non ha una fine come fosse gli scacchi o il gioco dell'oca.Io con un clone di tetris sono riuscito taaanti anni fa a fare una partita di 6 ore consecutive, e i mattoncini scendevano veloci come schegge, poi mi sono stufato, dopo 6 ore vedevo mattoncini dappertutto...non capisco questo. Non esiste una fine a tetris, è come girare in tondo attorno a una colonna e dire "vediamo quando arrivo alla fine". e poi, cosa vuol dire "vincerebbe la macchina"?si è vero, ma solo perchè l'umano dopo qualche ora ha pure bisogno di dormire e mangiare...
    • Anonimo scrive:
      Re: si perde?

      e poi, cosa vuol dire "vincerebbe la
      macchina"?
      si è vero, ma solo perchè l'umano dopo
      qualche ora ha pure bisogno di dormire e
      mangiare...qui si parla di una partita a tetris umano contro macchina, quella con le due schermate affiancate, dove gli fai salire le righe all'altro...insomma in questo caso il computer ti fa un mazzo tanto....provare ksirtet per credere...
  • Anonimo scrive:
    [OT] commenti poco sensati
    E' deprimente leggere questi interventi che disprezzano o etichettano come ovvie queste notizie.Abitudine tutta italiana, come insultare il Fastpay che ti dice "arrivederci". "Pur di dire qualcosa".Ricordo ai tempi dell'universita' che era stato richiesto di sviluppare un gioco del tetris + un algoritmo embedded che giocasse, imparando dai propri errori.Niente affatto banale, come il pischello di turno vuol far credere...
  • Anonimo scrive:
    Al contrario
    Mah, veramente dimostrare che il problema di trovare la sequenza di mosse che porti al massimo punteggio data una sequenza di pezzi sia un problema NP-hard, significa esattamente il contrario di quello che dite: significa che non esistera' mai una macchina che possa giocare in modo ottimo seguendo un algoritmo.Mah. E poi che brutta frase "tetris e' un game"...
    • Anonimo scrive:
      Re: Al contrario

      significa che non esistera' mai una macchina
      che possa giocare in modo ottimo seguendo un
      algoritmo.No, significa solo che ci metterà un tempo esponenziale ad eseguire l'algoritmo.Infatti, ad esempio, l'algoritmo "controlla *tutte* le combinazioni possibili di tutti i prossimi pezzi e scegli la migliore" funziona se, come in questo caso, conosci i pezzi futuri.Solo che non è esattamente efficiente, ma è risolubile in tempo esponenziale...Drake
  • Anonimo scrive:
    perché non scrivete "giochi" ?
    ...al posto di games, e "dispositivi" o "apparecchi" al posto di devices ?ora, capisco che "elaboratore" sia insensato, ma il resto mi sembra manìa o ignoranza della lingua......
  • Anonimo scrive:
    a tetris si vince
    Conoscevo una persona che giocava a tetris in maniera superlativa: superava tutti i quadri fino all'ultimo e poi ricominciava , e alla fine smetteva perche' si stufava.
    • Anonimo scrive:
      Re: a tetris si vince
      Idem per me, ho un amico che un giorno voleva fare il record del Tetris nella sale giachi in cui andavamo di solito (Tetris è uno di quei pochi videogiochi che non azzerano i record quando li spegni); purtroppo do tre quarti d'ora di gioco il videogame è andato in palla: raggiunto il massimo punteggio possibile, si è azzerato e ha cominciato a dare i punti a casaccio.
      • Anonimo scrive:
        Re: a tetris si vince
        - Scritto da: cmaida
        Idem per me, ho un amico che un giorno
        voleva fare il record del Tetris nella sale
        giachi in cui andavamo di solito (Tetris è
        uno di quei pochi videogiochi che non
        azzerano i record quando li spegni);
        purtroppo do tre quarti d'ora di gioco il
        videogame è andato in palla: raggiunto il
        massimo punteggio possibile, si è azzerato e
        ha cominciato a dare i punti a casaccio.Sì certo, certo...Mi ha detto mio cuggino che una volta è morto...du.demon
        • Anonimo scrive:
          Re: a tetris si vince
          beh, io non so di quale versione di Tetris parlino gli scienziati dell'articolo, ma quella da bar io l'ho finita parecchie volte, ed anche altri miei amici, e non mi sento un genio, ne' lo sono loro, certamente.Semplicemente è un gioco che ad un certo punto finisce e poi ricomincia daccapo (come tanti).Forse nell'articolo manca qualcosa per capire il senso della notizia!?(Riguardo mio cuggino, lui una volta ha vinto a Tetris contro un Venusiano, ma questa è un'altra storia ;-)
          • Anonimo scrive:
            Re: a tetris si vince
            - Scritto da: MKZ
            Forse nell'articolo manca qualcosa per
            capire il senso della notizia!?Forse manca qualcosa a te per capire il senso della notizia.In una sfida tra un computer e un uomo su un tetris standard (quello che non finisce mai) vince il computer, sempre.
          • Anonimo scrive:
            Re: a tetris si vince
            - Scritto da: E(X)


            - Scritto da: MKZ

            Forse nell'articolo manca qualcosa per

            capire il senso della notizia!?

            Forse manca qualcosa a te per capire il
            senso della notizia.
            In una sfida tra un computer e un uomo su un
            tetris standard (quello che non finisce mai)
            vince il computer, sempre.Per forza, il tempo di noi umani e' limitato
    • Anonimo scrive:
      Re: a tetris si vince
      - Scritto da: emas
      Conoscevo una persona che giocava a tetris
      in maniera superlativa: superava tutti i
      quadri fino all'ultimo e poi ricominciava ,
      e alla fine smetteva perche' si stufava.La conoscevo anch'io, pensa che aveva anche creato l'universo in 6 giorni.mastermame
    • Anonimo scrive:
      Re: a tetris si vince

      Conoscevo una persona che giocava a tetris
      in maniera superlativa: superava tutti i
      quadri fino all'ultimo e poi ricominciava ,
      e alla fine smetteva perche' si stufava.Già, ma quello che hanno detto loro è che, anche se tu sai in anticipo i pezzi che vengono giù, un algoritmo *sicuro* per non perdere è risolubile da un computer solo in tempo esponenziale.Drake
    • Anonimo scrive:
      Re: a tetris si vince

      Conoscevo una persona che giocava a tetris
      in maniera superlativa: superava tutti i
      quadri fino all'ultimo e poi ricominciava ,
      e alla fine smetteva perche' si stufava.tetris si vince..bravo!il probelma e' che tetris nel caso di una griglia di grandezza arbitraria, e' un problema di classe NP-completo. Il che vuol dire che non e' risovibile, pur conoscendo a priori i pezzi successivi.Non vuol dire che in configurazione base, sia impossibile...ma leggerli gli articoli prima no?ciao
  • Anonimo scrive:
    La legge di Murphy
    Io sò il vero motivo...eccolo quà:http://digilander.libero.it/fpirozzi/tetris.htm
    • Anonimo scrive:
      A momenti muoio dalle risate....
      Le leggi di Murphy TetrisAssioma del Rosso n. 1 Un pezzo rosso non arriva mai. Assioma del Rosso n. 2 I pezzi rossi arrivano sempre tutti insieme. Postulato del clone I cloni di Tetris sono brutti. Teorema della comunicazione L'unico modo di parlare con una persona che sta giocando a Tetris è quello di parlarle giocando a Tetris. Prima legge del metodo Ogni giocatore di Tetris conosce un metodo infallibile. Seconda legge del metodo La Prima legge del metodo si applica esclusivamente quando il giocatore è un altro. Terza legge del metodo Date due persone, il metodo di quella che non sta giocando è sempre migliore di quello della persona che sta giocando. Postulato dell'interruzione Le partite migliori devono essere interrotte a meno di 100 punti dal record. Teorema della simmetria (o di Leonardo) I pezzi sono sempre simmetrici rispetto alle esigenze del momento. Legge del Blu n. 1 I blu vengono sempre tutti insieme. Legge del Blu n. 2 I blu non si sa mai dove metterli. Legge del Blu n. 3 I blu non servono a niente (anzi rompono i coglioni). Legge del numero di partite Sia n il numero di partite che si intende giocare: 1) esiste sempre n+1; 2) in un qualsiasi istante t si sta giocando la partita n. Postulato filosofico Il Tetris è una metafora della vita: le cose giuste arrivano sempre al momento sbagliato. Assioma alfabetico Le "Z" e le "S" quando cominciano non finiscono più. Legge spaziale Quando lasci uno spazio per mettere il rosso in piedi preparati a vedere solo quadrati blu. Legge delle leggi Le leggi di Murphy di Tetris ne costituiscono il regolamento. Principio dell'esultanza temporanea Mettere un pezzo nella posizione ottimale si rivelerà una scelta catastrofica per il pezzo successivo. Assioma del buco Gli azzurri e i verdi vengono sempre per primi, così si incomicia con un buco nella prima riga. Dogma della giusta punizione Quando ti vanti con i tuoi amici di essere un fenomeno, proprio in quel momento ti manda giù una sequela di pezzi che non servono a nulla facendoti crepare al quarto livello. Legge dell'assoluta perfezione Quando il pezzo che aspettavi da sempre finalmente arriva, sbagli a incastrarlo. Legge del pezzo precedente Il pezzo che ti serviva viene sempre dopo il pezzo che hai messo al suo posto. Paradosso del record Quando sarà abbastanza che giocate e sarete in procinto di mettere un record, inevitabilmente: a) squillerà il telefono; b) succederà qualcosa ai vostri familiari; c) salterà la corrente. Legge del tappo L'unico metodo infallibile per far scendere un pezzo rosso è tappare il buco che da tempo lo doveva accogliere. Assioma del buco 2 Anche il secondo pezzo è azzurro o verde, così i buchi iniziali sono due. Legge del disastro Quando mancano quattro righe al baratro ma sei un mago e sai di poter recuperare, un pezzo rosso verticale porrà fine ad ogni speranza. Assioma alfabetico 2 Quando ti serve una S scende una Z e viceversa. Assioma alfabetico 3 Con le S e le Z si fanno i "muretti laterali". Legge del tasto infame Quando arriva il pezzo giusto si pigia sempre il tasto sbagliato. Secondo paradosso del record Quando otterrete il nuovo record, il tuo vicino lo avrà appena superato. Legge della contemporaneita' Il pezzo utile che aspettavi da tempo, arriva sempre insieme a un fulmine sul contatore dell'Enel. Legge del tappo 2 Quando si è tappato il buco che doveva accogliere il pezzo rosso, il pezzo rosso è il prossimo a cadere. Legge dell'abbandono Il pezzo rosso arriverà nonappena hai deciso di farne a meno. Principio d'orientazione Un pezzo rosso arriva solo quando le circostanze vogliono che debba essere messo in orizzontale.
  • Anonimo scrive:
    Che geni! se non ci fossero loro
    hanno capito che la mente umana ci impiega almeno un po' per trovare ad una soluzione!io l'avevo capito molto tempo fa( ci ho messo un po' però)
    • Anonimo scrive:
      Re: Che geni! se non ci fossero loro
      Capisco che per te sia una perdita di tempo, ma vorrei ricordati che grazie a stupidi studi come questo sono stati scoperte metodologie di funzionamento e sistemi matematici poi utilizzati dall'uomo per i suoi scopi, più o meno leciti e più o meno utili.In ogni caso la matematica permea la tua vita, come la mia, come quella di chiunque.Tu saresti in grado di esprimere in una equazione il gioco di Tetris, e le sue possibilità di soluzione ?Non credo.Che questi abbiano 'perso tempo' può essere una tua opinione, ma gradirei un po' meno sarcasmo stupido nei confronti di comunque studia e cerca di spiegare in maniera sistematicamente corretta quello che succede.Sia esso il Big Bang, sia Tetris, sia il gioco della Roulette... ... e poi tutti a comprare online i sistemi del lotto fatti da imbecilli che 'ci tirano' ... certo che poi non c'è rispetto per la matematica !Salutu
      • Anonimo scrive:
        Re: Che geni! se non ci fossero loro
        - Scritto da: Ki-Power
        ... e poi tutti a comprare online i sistemi
        del lotto fatti da imbecilli che 'ci tirano'
        ... certo che poi non c'è rispetto per la
        matematica !Ehm.. non serve la matematica per capire che all'aumentare della velocità del gioco diminuisce il tempo necessario per 'ragionare' sulla mossa e quindi aumentano le possibilità di sbagliare...
        • Anonimo scrive:
          Re: Che geni! se non ci fossero loro

          Ehm.. non serve la matematica per capire che
          all'aumentare della velocità del gioco
          diminuisce il tempo necessario per
          'ragionare' sulla mossa e quindi aumentano
          le possibilità di sbagliare...Parole sacrosante
        • Anonimo scrive:
          Re: Che geni! se non ci fossero loro

          Ehm.. non serve la matematica per capire che
          all'aumentare della velocità del gioco
          diminuisce il tempo necessario per
          'ragionare' sulla mossa e quindi aumentano
          le possibilità di sbagliare...Ammetto che forse l'articolo è un po' complicato. ma non è questo quello che hanno detto loro. Il risultato NP-hard (e anche quello NP-completo) vale anche nel caso in cui hai tutto il tempo che vuoi, *ed inoltre* conosci già in anticipo *tutta* la sequenza dei pezzi che scenderanno. Non vuol dire che non si può giocare bene (come peraltro tutti sanno) ma che un algoritmo risolutivo del gioco, anche sotto queste facilitazioni, è NP-completo, ovvero risolubile solamente in tempo esponenziale (salvo rivoluzioni matematiche).Drake
      • Anonimo scrive:
        Re: Che geni! se non ci fossero loro
        Ok allora il senso delle mie parole diventa:"Non è che la notizia è riportata un po' alla c2zo?!?!?!?!!"
        • Anonimo scrive:
          Re: Che geni! se non ci fossero loro
          - Scritto da: nongenio
          Ok allora il senso delle mie parole diventa:

          "Non è che la notizia è riportata un po'
          alla c2zo?!?!?!?!!"Si, se non hai capito le difficolta' che si pongono a trovare una soluzione e hai colto solo il messaggio del titolo, che e' in effetti un po' semplicistico e fatto per incuriosire.No, se hai capito che il senso dell'articolo e' "al momento non siamo in grado di trovare un algoritmo per risolvere tetris". Tempo a disposizione o no.Tale dichiarazione e' un interessante tassello nell'ambito delle discipline che si occupano di risoluzioni di problemi. Se un computer sfidasse un computer a giocare a tetris, i programmatori dell'intelligenza artificiale del computer che gioca sarebbero propensi a ritenere che dagli studi fatti, tra cui questo, non sia possibile ottenere una vittoria.
      • Anonimo scrive:
        Re: Che geni! se non ci fossero loro :-)
        forse ci hanno messo tanto tempo per teorizzare il fattore "culo", ovvero quando d'istinto metti un pezzetto proprio lì anche se non ci azzecca nulla, senza nessuna ragionamento (o matematicamente algoritmo) e poi la scela si rivela giusta, fino alla prossima riga
Chiudi i commenti