Pfizer in balia degli zombie al Viagra

La mamma del Viagra contribuisce suo malgrado a diffondere spam in pillole blu: gli esperti lanciano un appello, le autorità iniziano ad indagare. Dal colosso farmaceutico, per ora, nessuna presa di posizione

Roma – La rete privata del gigante farmaceutico Pfizer sarebbe stata infettata da qualche tipo di malware , e, “dirottata” da alcuni malintenzionati, fornirebbe ogni giorno il suo contributo alla diffusione di spam e, tra questo, anche spam pensato per vendere illegalmente in tutto il mondo le pillole azzurre prodotte da Pfizer, nonché i concorrenti diretti del Viagra.

A sostenerlo è la californiana Support Intelligence , azienda specializzata nel settore della sicurezza delle reti aziendali, e che già a marzo aveva lanciato un allarme sulle condizioni di sicurezza in cui versa la struttura IT Pfizer. “C’è un disastro in corso dentro quell’azienda, e non lo sanno” dice Rick Wesson, CEO di Support Intelligence .

Wesson sostiene di conservare personalmente ben 600 messaggi inviatigli da ignari computer della rete Pfizer, trasformati in zombie da qualche tipo di virus: sono almeno 138 gli indirizzi IP appartenenti all’azienda che risultano nelle black list per spam , anche se al momento è impossibile stimare con precisione la dimensione del problema poiché per ora il colosso farmaceutico non ha preso pubblicamente posizione sull’argomento. La situazione appare talmente grave che anche le autorità si stanno muovendo per fare luce sulla vicenda .

In passato, in analoghe situazioni, spiega Wesson sulle pagine di Wired , su una rete di 150mila macchine ben 2500 erano risultate infette: casi simili si sarebbero già verificati in Toshiba e alla Bank of America . Ma nonostante i ripetuti appelli di Support Intelligence , da Pfizer non è ancora arrivato alcun segnale che testimoni la presa di coscienza del problema.

Ironia della rete, lo scorso agosto Pfizer aveva avviato una nuova azione legale contro spammer e farmacie online che reclamizzano “viagra economico”. L’azienda ha intrapreso questa iniziativa dopo che un sondaggio aveva rivelato come i consumatori la ritenessero responsabile dell’invio di larga parte delle email indesiderate contenenti avvisi pubblicitari per la pillola della felicità, nonostante gli sforzi sostenuti in passato per combattere il fenomeno.

Da almeno sei mesi a questa parte, dicono ora gli esperti, dalle sette alle dieci di ogni mattino la rete dell’azienda farmaceutica continua ad inviare tonnellate di email confezionate con almeno venti messaggi diversi , che reclamizzano l’ultimo ritrovato per accrescere la propria virilità oppure medicinali a basso costo. Qualcuno arriva persino a malignare che si tratti di una azione di marketing estremo , un’illazione priva di qualsiasi riscontro. Che vi siano problemi informatici in Pfizer, però, lo pensano in tanti.

Nel corso dell’estate, viene detto, in almeno tre diverse occasioni la rete Pfizer sarebbe stata oggetto di consistenti fughe di dati , con la conseguente esposizione dei dati di almeno 50mila dipendenti. Nel primo caso era stata la semplice installazione di un software peer to peer su un portatile aziendale a causare in un colpo solo la diffusione dei dati personali di 17mila lavoratori. Nel secondo caso , invece, due notebook erano stati sottratti dall’auto di un consulente, mentre nel terzo e ultimo caso , che riguarderebbe oltre 34mila individui, si sarebbe trattato dell’intrusione di un ex-dipendente che avrebbe scaricato migliaia di schede a cui non avrebbe dovuto avere accesso.

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • madmonk scrive:
    fine mese...
    ...e ridendo e scherzando siamo al 30 settembre....e questi drivers????
  • Risc scrive:
    Drivers 2D
    Bello avere la possibilità di scriversi drivers per le Radeon... in 2D.Mi ricorda tanto 10 anni fa quando passare a linux voleva dire usare la scheda video come buffer :(
  • tomlnx scrive:
    ATI fai ridere!!
    vuoi migliorare le performance dei giochi, ma il refresh rate resta fisso a 60Hz, sarà anche un miglioramento ma non per i miei occhi!!!
    • PincoPallin o scrive:
      Re: ATI fai ridere!!
      Il refresh rate dipende anche dal monitor.Quindi se il tuo monitor è limitato a 60Hz non c'è scheda che lo possa migliorare.Ps. Tutti i televisori PAL hanno un refresh rate di 25 Hz interlacciati .... e quasi nessuno si lamenta.
      • tomlnx scrive:
        Re: ATI fai ridere!!
        con il driver vesa va a 100Hz, a questo punto una persona che usa linux per lavorare si tiene il driver vesa (senza controllo gamma, senza 3d ecc...) piuttosto che la ciofeca ati
        • vaff@nUl0 scrive:
          Re: ATI fai ridere!!
          Si, ma Il refresh rate dipende anche dal monitor.
          • tomlnx scrive:
            Re: ATI fai ridere!!
            vabbè che devo postare il log di xorg per far vedere che il driver ati non supporta mode line con refresh rate superiori ai 60Hz, ripeto per l'ennesima volta che il monitor può arrivare fino a 100Hz (ci arriva sia con il driver vesa, sia con quello windows) inoltre ho segnalato già 2 volte il problema al supporto driver ati, che sembra fare orecchie da mercante (e non sono il solo con lo stesso problema)
          • fred scrive:
            Re: ATI fai ridere!!
            - Scritto da: tomlnx
            vabbè che devo postare il log di xorg per far
            vedere che il driver ati non supporta mode line
            con refresh rate superiori ai 60Hz, ripeto per
            l'ennesima volta che il monitor può arrivare fino
            a 100Hz (ci arriva sia con il driver vesa, sia
            con quello windows)


            inoltre ho segnalato già 2 volte il problema al
            supporto driver ati, che sembra fare orecchie da
            mercante (e non sono il solo con lo stesso
            problema)Sto lavorando con opensuse a 70hz 1600x1200 su samsung 204b e scheda x1900xtx e l'ultimo driver ati che finalente ha risolto gli altri problemi che avevo, anzi per la prima volta e' soddisfacente, ma anche dal lato windows dopo l'aquisizione di Amd c'e' stato un bel boost fra cui u nvero e proprio salto per opengl;puoi rifare qualche verifica? mi sembra che il gap nvidia-ati si stia riducendo vistosamente, tanto poi se amd sbaglia le politiche commerciali s'ammazza da sola tanto vale.........uso entrambi i tipi di schede a lavoro e a casa, per lavoro e per gioco, e se una volta Nvidia era decisamente superiore oserei dire che in questo momento una vale l'altra.
          • tomlnx scrive:
            Re: ATI fai ridere!!
            il problema rimane anche con l'ultima versione la 8.40.4
          • danieleMM scrive:
            Re: ATI fai ridere!!
            non mi risultasto usando ora un monitor alla frequenza di 125 Hz con i driver Ati proprietaridevi impostare correttamente le frequenze del monitor e poi funziona tuttosemplicemente HorizonSync e VertRefresh come da manuale del monitor
      • tomlnx scrive:
        Re: ATI fai ridere!!
        guarda che 25 sono i fotogrammi al secondo, mentre la frequenza è a 50Hz, ntsc invece è a 60Hzma non vorrai mica paragonare l'uso di un televisore a quello di un monitor mettititi con la faccia a mezzo metro da un televisore pal e poi ne riparliamo
      • Genio scrive:
        Re: ATI fai ridere!!
        L'interlacciato ci permette di farcelo sembrare un 50Hz...comunque la critica al refresh la vedo come "non sono mai contento e voglio trolleggiare"
    • pinco scrive:
      Re: ATI fai ridere!!
      - Scritto da: tomlnx
      vuoi migliorare le performance dei giochi, ma il
      refresh rate resta fisso a 60Hz, sarà anche un
      miglioramento ma non per i miei
      occhi!!!Uno dei pochi problemi che non mi ha mai dato... devi avere qualche problema altrove, occhio perchè sia su ubuntu che opensuse il file xorg aveva i settaggi delle frequenze per il mio monitor sbagliati.
      • tomlnx scrive:
        Re: ATI fai ridere!!

        Uno dei pochi problemi che non mi ha mai dato... devi avere qualche problema altrove, occhio perchè sia su ubuntu che opensuse il file xorg aveva i settaggi delle frequenze per il mio monitor sbagliati.cosa intendi per settaggi? non usiamo termini generici quando non servono... ho detto che ati non usa le mode lines fornite da gtf, perchè ne genera lui altre (credo in base alla scheda video) ma guarda caso tutte con un refresh rate di 60Hz ho provato anche l'ultima versione, la 8.40.4
        • pinco scrive:
          Re: ATI fai ridere!!
          - Scritto da: tomlnx

          Uno dei pochi problemi che non mi ha mai dato...
          devi avere qualche problema altrove, occhio
          perchè sia su ubuntu che opensuse il file xorg
          aveva i settaggi delle frequenze per il mio
          monitor
          sbagliati.

          cosa intendi per settaggi? non usiamo termini
          generici quando non servono... Non ho usato termini generici :) le frequenze erano errate e funzionava solo a 60 Hz, lo individuava come monitor generico e sia l'horizontal che la Vertical frequency erano completamente sballate. Il settaggio specifico poi conteneva, a sua volta, un errore.ho detto che ati
          non usa le mode lines fornite da gtf, perchè ne
          genera lui altre (credo in base alla scheda
          video) ma guarda caso tutte con un refresh rate
          di 60Hz ho provato anche l'ultima versione, la
          8.40.4L'errore è in xorg cerca li la mia ati non da problemi di refresh rate,una volta settato correttamente il monitor altrimenti -
          60 Hz :'(:'(:'(:'(
    • Pinguino Goloso scrive:
      Re: ATI fai ridere!!
      boh, io vado a 85Hz con la mia 9250
    • abujafar scrive:
      Re: ATI fai ridere!!
      Senti è problema del monitor, o meglio è un problema di come in X hai configurato il monitor o come lo autorileva lui. Io ho una ATI e vado tranquillamente a 75hz.Ti consiglio di vedere se c'è esattamente il tuo monitor nell'elenco di quelli supportati da xorgconfig e se non c'è o se non và di metterne uno generico che può reggere 1280x1024@75 hz e vedrai che ti funziona.
      • Pinguino Goloso scrive:
        Re: ATI fai ridere!!
        - Scritto da: abujafar
        Senti è problema del monitor, o meglio è un
        problema di come in X hai configurato il monitor
        o come lo autorileva lui.

        Io ho una ATI e vado tranquillamente a 75hz.
        Ti consiglio di vedere se c'è esattamente il tuo
        monitor nell'elenco di quelli supportati da
        xorgconfig e se non c'è o se non và di metterne
        uno generico che può reggere 1280x1024@75 hz e
        vedrai che ti
        funziona.Confermo, anch'io all'inizio ho faticato un po' a trovareuna configurazione per il monitor adatta al mio, poi tuttoè filato liscio... D'altra parte con Windows è la stessatrafila.D'altra parte c'è anche da dire che la mia configurazione ultraeconomica ha il vantaggio di avere uno degli ultimichipset ATI TOTALMENTE supportati dai driver open source.
    • Narmo scrive:
      Re: ATI fai ridere!!
      Sinceramente quello che dici è dettato dalla tua incapacità di configurare correttamente X non dal driver Ati.Ho sempre avuto Ati e sempre usato Linux.Se è vero che all'inizio i driver Ati facevano piuttosto pena è anche vero che negli ultimi 2 anni le cose sono molto migliorate ed ora i driver di Ati sono molto buoni (AIGLX a parte).Le cose che continuo a sentire sui vari forum del tipo: i driver Ati fanno schifo, non si installano, non vanno lo opengl e compagnia bella sono dette, a mio avviso, solo per sentito dire o per incapacità delle persone in oggetto di utilizzarli correttamente.
    • SImo scrive:
      Re: ATI fai ridere!!
      Eh ma saperli usare i driver...sveglia amico!
  • markit scrive:
    Ma ci vuol tanto a dare le specifiche?
    Non ha senso che AMD prometta di aiutare lo sviluppo di driver Liberi e produca aggiornamenti ai suoi driver proprietari, è uno sforzo inutile.Chi usa GNU/Linux vuole usare software Libero, non se ne fa niente dei driver proprietari se non come estremo ripiego.Ci vuole molto a rilasciare le specifiche dei chip?Ci vuole molto a rilasciare, se non tutto, ampi pezzi di codice dei driver per Linux in GPL?Poi con 1/10 dello sforzo da parte di AMD e i volontari del software Libero vedreste che razza di driver verrebbero fuori.Senza parlare poi del fatto che tutti gli utilizzatori di GNU/Linux si butterebbero a comprare schede ATI.
    • Luca scrive:
      Re: Ma ci vuol tanto a dare le specifiche?

      [...]
      Senza parlare poi del fatto che tutti gli
      utilizzatori di GNU/Linux si butterebbero a
      comprare schede
      ATI.Tutti e tre! :-)
      • innominato scrive:
        Re: Ma ci vuol tanto a dare le specifiche?
        - Scritto da: Luca

        [...]

        Senza parlare poi del fatto che tutti gli

        utilizzatori di GNU/Linux si butterebbero a

        comprare schede

        ATI.

        Tutti e tre! :-)No, il secondo è povero in canna (è stato a casa 3 giorni interi per riuscire a far funzionare un mouse su ubuntu e quindi il suo datore di lavoro è stato costretto a licenziarlo) quindi non può permettersi nuovo hardware :)P.S. E fatevela una risata ogni tanto!
        • Lillo scrive:
          Re: Ma ci vuol tanto a dare le specifiche?
          Quando le battute sono intelligenti perché no?Ma le tue non sono intelligenti...
        • Luke scrive:
          Re: Ma ci vuol tanto a dare le specifiche?
          @lucainformati! gli utenti linux sono molti di piu' di quello che pensi.. se fossero pochi come dici tu pensi che ATI e NVIDIA butterebbero del denaro nel supportarlo? Ogni tanto pensa prima di parlare magari.@innominatoNon si tratta di esser poveri o ricchi ma1) di sapere utilizzare un pc anzichè smanettarci2) di non essere schiavi del marketing3) di sapere esattamente cosa si vuole e si puo' fare con un pc.Tu sicuramente non soddisfi neppure uno dei requisiti.
          • pappappero pappa scrive:
            Re: Ma ci vuol tanto a dare le specifiche?
            - Scritto da: Luke
            Non si tratta di esser poveri o ricchi ma
            1) di sapere utilizzare un pc anzichè smanettarciQuindi gli utilizzatori di PC sulla faccia della terra dovrebbero essere alcune migliaia e non milioni o miliardi... Quindi i PC dovrebbero costare centinaia di migliaia di euro ed essere a pannaggio dei pochi eletti.... interessante teoria.Oppure tutti dovrebbero passare mesi sui libri per imparare ad usa il pc anziche' smanettarci.... interessante teoria da spiegare al muratore che vuole guardare le donne nude o al manager che vuole usare la posta elettronica...
            2) di non essere schiavi del marketinge magari non essere schiavi delle filosofie sterili e delle ideologie....
            3) di sapere esattamente cosa si vuole e si puo'
            fare con un pc.Chi lo usa sa cosa ci vuole fare. Non necessariamente deve sapere cosa PUO' fare....
            Tu sicuramente non soddisfi neppure uno dei
            requisiti.meno male che ci sei tu a dirlo...
          • Aje scrive:
            Re: Ma ci vuol tanto a dare le specifiche?
            Non mi risulta che ci siano problemi nel riconoscere automaticamente mouse e chiavette usb, il kernel 2.6.* è uscito già da un bel pò di anni. Invece mi pare che winzoz dia molti problemi, soprattutto nel caso di reinserimento di periferiche usb. Talvolta 6 costretto a riavviare per ottenere un corretto riconoscimento
        • Nome e cognome scrive:
          Re: Ma ci vuol tanto a dare le specifiche?
          - Scritto da: innominato
          - Scritto da: Luca
          No, il secondo è povero in canna (è stato a casa
          3 giorni interi per riuscire a far funzionare un
          mouse Mouse? e a che ti serve con vim e screen?
        • Andrea scrive:
          Re: Ma ci vuol tanto a dare le specifiche?
          - Scritto da: innominato
          [...]è stato a casa
          3 giorni interi per riuscire a far funzionare un
          mouse su ubuntuPerchè, ogni qual volta che ci provava usciva schermata blu?Uh, che sbadato... ho sbagliato sistema operativo :D
    • Daniele scrive:
      Re: Ma ci vuol tanto a dare le specifiche?
      ma xkè visualizzate l'utilizzatore di linux con lo stereotipo del fanatico integralista? Quelli sono solo i primi utilzizatori di Linux, ma coloro che vi sono migrati recentemente o che pensano di migrarvi sono ben contenti di future migliorie al supporto hardware, quindi ben venga la mossa di AMD. Che a breve possa davvero esserci libertà di scelta senza dover giocare alla roulette russa con l'hardware? Da neo-kubuntista ci spero
      • vrstp scrive:
        Re: Ma ci vuol tanto a dare le specifiche?
        quoto daniele in pieno
      • Warlock scrive:
        Re: Ma ci vuol tanto a dare le specifiche?
        L'opinione è da quotare anche per me.Anche se, se ci pensate un attimo, sui sistemi basati su GNU/Linux(come su MAC) è così comodo avere HW completamente plug'n play: comperi una stampante, uno scanner, una pennina wireless? l'attacchi e funziona. Prendi una scheda video, una audio, un nuovo modem interno? lo monti e funziona. Tutto ciò è possibile solo se il driver e compreso nel kernel. Per cui ben vengano tutti i driver esterni(soprattutto se funzionanti);ma lo sviluppo di quelli open e sviluppati dalla comunità sono ancor più ben accetti.Saluti
      • il_Mav scrive:
        Re: Ma ci vuol tanto a dare le specifiche?
        - Scritto da: Daniele
        ma xkè visualizzate l'utilizzatore di linux con
        lo stereotipo del fanatico integralista? QuelliIo lo ero (un fanatico integralista) quando studiavo e non avevo una mazza da fare. Ora lavoro, e per lavoro sono costretto ad usare Windows, e più lo uso e più capisco che preferire GNU/Linux non è solo "fanatico integralismo"... è che funziona, semplicemente funziona. Ho fatto più fatica a riabituarmi a Windows che ad abituarmi a Linux quando ho fatto la migrazione sul mio laptop personale.Purtroppo sul laptop del lavoro Win XP rimane perché sennò se ho un problema chissà l'helpdesk aziendale che rogne tira fuori. :|
        • zomas scrive:
          Re: Ma ci vuol tanto a dare le specifiche?
          - Scritto da: il_Mav
          Purtroppo sul laptop del lavoro Win XP rimane
          perché sennò se ho un problema chissà l'helpdesk
          aziendale che rogne tira fuori.
          :|Mi dispiace...invece io non ho problemi come i tuoi: sarà perchè sono io l'helpdesk aziendale? ;)
          • Lillo scrive:
            Re: Ma ci vuol tanto a dare le specifiche?
            AhahahahSi è vero chi può usare Linux e ne è un appassionato anche a casa è fortunato.Ormai antivirus, lettori/masterizatori dvd che spariscono misteriosamente, firewall, malware, spyware e porcate varie hanno snervato milioni di persone...Figurati se sei costretto a dovere usare un sistema che non solo non ti piace, ma ha tutti questi problemi e necessita di tutti questi programmi per funzionare ed essere protetto.
          • Pinguino Goloso scrive:
            Re: Ma ci vuol tanto a dare le specifiche?
            - Scritto da: Lillo
            Ahahahah

            Si è vero chi può usare Linux e ne è un
            appassionato anche a casa è
            fortunato.
            Ormai antivirus, lettori/masterizatori dvd che
            spariscono misteriosamente, firewall, malware,
            spyware e porcate varie hanno snervato milioni di
            persone...
            Figurati se sei costretto a dovere usare un
            sistema che non solo non ti piace, ma ha tutti
            questi problemi e necessita di tutti questi
            programmi per funzionare ed essere
            protetto.A me mancano solo alcuni giochi, e risolvo col dual boot, adesso però mi trastullo su Kubuntu con l'ultima evoluzione di un vecchio giochillo semplice e divertente per DOS, Scorched 3D (sui 386SX DOS al massimo andava la 2D, che in un passato recente ho provato con Win ME e 2000, ma non funzionava granché bene), quando avrò voglia di riprendere qualche gioco per Win farò il reboot, ma da quando ho rebootato al ritorno dalle vacanze non è ancora successo...
      • Fabrizio scrive:
        Re: Ma ci vuol tanto a dare le specifiche?
        finalmente uno che ragionacmq non tutti gli utilizzatori di "primo pelo" di linux sono "integralisti convinti".Uso linux dal 1999, cioè da quando dovevi menare la redhat per avere una risoluzione video decente (non 320x200) per X11, ho usato slackware per molti anni ma non sono affatto d'accordo con molti dei dettami di Stallman. Sarà perchè ho comprato il libro con i suoi saggi e me lo sono letto? Molti "integralisti" non sanno che per una buona parte del libro sembra di leggere i deliri di un quasi pazzo.Fabrizio
      • Daniele scrive:
        Re: Ma ci vuol tanto a dare le specifiche?
        non è un problema di videogiochi, di cui me ne sbatto altamente, è il fatto che ho pagato l'hardware e ne devo poter disporre al meglio, questa è la priorità, non la fuffa ideologica sui driver chiusi o aperti.
        • padoaschiop paxchèmagn atrop scrive:
          Re: Ma ci vuol tanto a dare le specifiche?
          Ma la priorità non era abbattere le tasse e ridurre il cuneo fiscale?
  • nome e cognome scrive:
    La notizia a dire il vero e' che...
    Atiora sotto AMD dovrebbe rilasciare le specifiche dei chip delle schede video, in modo che si possano migliorare gli attuali drivers free e scriverne di nuovi.http://linux.slashdot.org/article.pl?sid=07/09/06/1335230http://lwn.net/Articles/248227/http://www.osnews.com/story.php/18573/AMD-To-Open-up-Graphics-SpecificationsChe poi migliorino i loro driver binari e propietari non dispiacera' agli giocatori che usano gli ultimi kernel linux su x86, ma a tutti gli altri interessa fino a un certo punto...Tipo a chi usa kernel vecchi, a chi vuole continuare ad usare hardware datato, chi non usa x86 o linux in generale (*bsd anyone? ), ai nuovi OM che stanno vendendo pc e portatili con sistemi operativi gnu/linux, ecc.
    • Fra scrive:
      Re: La notizia a dire il vero e' che...
      - Scritto da: nome e cognome
      Atiora sotto AMD dovrebbe rilasciare le
      specifiche dei chip delle schede video, in modo
      che si possano migliorare gli attuali drivers
      free e scriverne di
      nuovi.Di' la verità, ti sei fermato al sottotitolo :-)
Chiudi i commenti