Philips propone il lucchetto universale

Il colosso propone all'industria uno standard per la protezione dei contenuti digitali che possa consentire agli utenti di riprodurre video e musica su qualsiasi dispositivo e player. Una tecnologia che poggerà su propri brevetti


Eindhoven (Olanda) – Mentre Microsoft, Universal Music e altri colossi dell’industria stretti intorno al Content Reference Forum (CRF) spingono per l’avvento di una piattaforma universale per la condivisione e la distribuzione dei contenuti digitali, Philips sta lavorando dietro alle quinte su di una tecnologia di digital rights management (DRM) che, per molti versi, sembra puntare allo stesso scopo.

Il colosso europeo dell’elettronica intende sfruttare la tecnologia di DRM sviluppata da Intertrust , una società di cui condivide la proprietà con Sony , per dar vita ad un sistema aperto per la protezione di video e musica che rimpiazzi l’attuale babele di “lucchetti” digitali proprietari.

“I consumatori vogliono un sistema aperto, e lo stesso vuole l’industria dell’elettronica”, ha affermato Ruud Peters, chief executive dell’intellectual property and standards unit di Philips.

I numerosi negozi di musica on-line nati su Internet nell’ultimo anno utilizzano, nella maggior parte dei casi, tecnologie anti-copia differenti : questo limita la possibilità degli utenti di riprodurre i brani acquistati attraverso un qualsiasi dispositivo o di condividerli, in modo legittimo, con altri utenti.

A tale problema il CRF ha risposto proponendo un’infrastruttura standard che si preoccupa di far interoperare, senza sostituirli, i vari formati multimediali e le varie tecnologie di DRM oggi esistenti: una sorta di traduttore universale capace di far dialogare fra loro utenti, servizi e reti P2P che parlano lingue diverse.

La soluzione di Philips non ha un respiro altrettanto ampio, e si limita a definire uno standard per le tecnologie di DRM . L’azienda definisce la propria piattaforma “aperta e interoperabile”, tuttavia non è ancora chiaro se essa si porrà come un ponte fra i vari sistemi proprietari o, piuttosto, come un loro sostituto. Quel che è certo che le aziende che vorranno adottare questa tecnologia dovranno acquistare una licenza d’uso i cui termini sono stati definiti da Philips “ragionevoli”.

“L’industria dell’elettronica – ha detto Peters – ammette che Microsoft sia un formidabile player, ma i produttori di elettronica di consumo non vogliono diventare dipendenti da quest’ultima. Il DRM è un acceleratore che potrà spingere verso l’alto le vendite dei media convincendo le aziende che i loro contenuti sono protetti. Non dovrebbe essere utilizzato per farsi concorrenza”.

Philips, che prevede di ultimare la propria soluzione di DRM fra circa sei mesi, sostiene di aver già ottenuto l’appoggio di un “ampio numero” di produttori e distributori.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Cara legge, perché nessuno ti conosce?
    A meno che non l'abbiano cambiata nella Finanziaria, la legge dice che il reperimento e l'utilizzo di materiale coperto da diritto d'autore solamente per fini non commerciali, non è un reato penale ma solo un illecito amministrativo (come il divieto di sosta). Di conseguenza, smettetela di trolleggiare e soprattutto è necessaria l'autorizzazione delle autorità giudiziarie perché il provider fornisca il proprio ip.Attenzione però: i log che i provider tengono delle nostre connessioni, riguardano solamente l'ora di inizio e fine collegamento e l'ip che ci è stato assegnato. Non registrano quali porte abbiamo aperto durante la connessione e cosa abbiamo fatto una volta aperte. Di conseguenza, la RIIA o chi per lei, dovrà dire ad un giudice: "Abbiamo messo in circolazione materiale protetto da copyright e questa persona l'ha scaricato". A questo punto, essendo un ente privato e non governativo, è caduto a sua volta nel reato che denuncia.FUDD: questo è il nome di ciò che fanno. Annunciare apocalittiche battaglie contro i mulini a vento.
    • Anonimo scrive:
      Re: Cara legge, perché nessuno ti conosce?
      E' vero, in Europa è più difficile fare quello che sta succedendo in america..tuttavia non è che semplicemente perchè non possono attaccare gli utenti nello stesso modo desisteranno dal farlo.Possono benissimo trovare un altro modo, magari "convincendo" i governi a far applicare l'EUCD nel modo più stretto possibile, o ricattando i distributori dei loro prodotti: "in italia la diffusione del nuovo album di pincopallino non da sufficienti garanzie, quindi non ve lo distribuiamo, o ve lo facciamo pagare il 50% in più" ...in modo che siano questi a fare a loro volta pressioni sul governo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Cara legge, perché nessuno ti conosc
      - Scritto da: Anonimo
      A meno che non l'abbiano cambiata nella
      Finanziaria, la legge dice che il
      reperimento e l'utilizzo di materiale
      coperto da diritto d'autore solamente per
      fini non commerciali, non è un reato penale
      ma solo un illecito amministrativo (come il
      divieto di sosta). Solo il reperimento o anche la condivisione?
  • Anonimo scrive:
    C'è un solo modo...
    Loro (le major) sono pochi, potenti e organizzati.Noi utenti siamo una infinità, in balia delle loro assurde pretese, ma non siamo potenti e nemmeno organizzati.Però se TUTTI fossimo d'accordo, una volta per TUTTE, e non comperassimo + CD, DVD, P2P non per un giorno o un mese, ma x un anno, credo sinceramente che qualcosa potrebbe cambiare a nostro favore.Non possiamo sopportare ancora questi abusi!
  • Anonimo scrive:
    P2p,major e pirateria
    La pirateria è frutto della politica di "ladrocinio autorizzato" delle Major!Le idee originali non esistono perchè frutto di una rielaborazioni quelle preesistenti (lo ha detto il Matematico Poincarè),quindi la proprietà intellettuale è un furto!Il copyright è divenuta una legge assurda e rigida atta solamente a salvaguardare esclusivamente chi produceIl brevetto ormai è divenuto uno strumento di monopolio del mercato!Ed i consumatori che fanno?Chi estorce i propri prodotti grazie alla leggi internazionali del Wto ha anche la faccia tosta di lamentarsi dei pirati!La guerra alle major è già iniziata da tempo!
  • nervoux scrive:
    Re: Ok togliamo il peer to peer.
    AMEN ;)Mi trovi all 100% completamente daccordo ... e aggiungo che ho comprato qualcosa come 30 dvd ... ma dal primo all'ultimo sono stati scaricati in DIVX per evitare sorprese ... idem per i ciddi audio ... quindi AMEN !!!Byte Byte
  • Anonimo scrive:
    [OT] Paura
    Ragazzi, sono un bel po' di anni che bazzico internet, ma - lo ammetto - sono evidentemente un novellino (o probabilmente un ignorantone) non avevo mai capito cosa fosse successo nel 94 fino a che non ho seguito un link postato in questa discussione....ho riletto tutto due volte, ma ci ho messo un po' ad abituarmi...non potevo credere che una cosa del genere potesse succedere in un paese civile.La civiltà è solo un'opinione...
    • Anonimo scrive:
      Re: [OT] Paura
      - Scritto da: Anonimo
      Ragazzi, sono un bel po' di anni che bazzico
      internet, ma - lo ammetto - sono
      evidentemente un novellino (o probabilmente
      un ignorantone) non avevo mai capito cosa
      fosse successo nel 94 fino a che non ho
      seguito un link postato in questa
      discussione....ho riletto tutto due volte,
      ma ci ho messo un po' ad abituarmi...non
      potevo credere che una cosa del genere
      potesse succedere in un paese civile.

      La civiltà è solo un'opinione...Ecco adesso sai anche tu cosa si fa per i soldi.Però la fisica è dalla nostra parte: leva (dalle tasche) e non metti (soldi), ogni monte scema. (antico proverbio).Possono anche far fuori il ciuco e tutta la banda. No Problem.L'entità dei loro guadagni non aumenterà, anzi.Questo per il semplice fatto che la gente, i comuni mortali, i soldi li hanno finiti.P.S.Sono quello che ha postato il link al crackdown del '94.
  • Anonimo scrive:
    bilanci
    non migliorano comunque quindi
  • Anonimo scrive:
    Sempre meglio che negli USA!!!
    In America il provider è tenuto a fornire i nominativi di chi ha scaricato. In Europa ciò è possibile solo con il consenso di un magistrato e nell'ambito di un'indagine giudiziaria già avviata. Ma toglietemi una curiosità: tecnicamente, riscono a rintracciare anche lo scroccone che scarica senza condividere?
    • Anonimo scrive:
      Re: Sempre meglio che negli USA!!!
      - Scritto da: Anonimo
      In America il provider è tenuto a fornire i
      nominativi di chi ha scaricato. In Europa
      ciò è possibile solo con il consenso di un
      magistrato e nell'ambito di un'indagine
      giudiziaria già avviata. Ma toglietemi una
      curiosità: tecnicamente, riscono a
      rintracciare anche lo scroccone che scarica
      senza condividere?Direi che dipende da come l'indagine viene condotta.se uno scarica senza uploadare , ma scarica da un PC degli inquirenti che stanno conducendo una indagine, il tuo IP viene rilevato comunque...
      • Anonimo scrive:
        Re: Sempre meglio che negli USA!!!
        QUINDI CHI FA LE INDAGINI TI METTE IN RETE FILE COPERTI DA COPYRIGHT, PERMETTENDOTI CONDIVIDERLI A TUA VOLTA E QUINDI DI CONTINUARE A DIFFONDERLI IN GIRO PER IL MONDO? NON OTTENGONO L'ESATTO CONTRARIO DI QUANTO DI SI ERANO PREFISSATI?
        • Anonimo scrive:
          Re: Sempre meglio che negli USA!!!
          - Scritto da: Anonimo
          QUINDI CHI FA LE INDAGINI TI METTE IN RETE
          FILE COPERTI DA COPYRIGHT, PERMETTENDOTI
          CONDIVIDERLI A TUA VOLTA E QUINDI DI
          CONTINUARE A DIFFONDERLI IN GIRO PER IL
          MONDO? NON OTTENGONO L'ESATTO CONTRARIO DI
          QUANTO DI SI ERANO PREFISSATI?Il file potrebbe anche essere fasullo, ma rinominato con il nome del nuovo album uscito il giorno stesso. Poi è "implicito" che chiunque utilizzi un programma di file sharing possieda file illeciti sulla propria macchina.A loro nn resta che dimostrarlo.. e qui nn so come si comportino.
        • Anonimo scrive:
          Re: Sempre meglio che negli USA!!!
          - Scritto da: Anonimo
          QUINDI CHI FA LE INDAGINI TI METTE IN RETE
          FILE COPERTI DA COPYRIGHT, PERMETTENDOTI
          CONDIVIDERLI A TUA VOLTA E QUINDI DI
          CONTINUARE A DIFFONDERLI IN GIRO PER IL
          MONDO? NON OTTENGONO L'ESATTO CONTRARIO DI
          QUANTO DI SI ERANO PREFISSATI?no, è proprio ciò che vogliono, ua volta beccato il tuo IP vengono a farti una 'visitina' a casa e se trovano il cd sono 'zzi tua...
  • Anonimo scrive:
    meno male che non siamo in USA
    questo è quanto dicevate fino a qualche giorno fa:-)
  • Anonimo scrive:
    modifica leggi
    quando le major riescono a raggiungere le spese di produzione piu un 27% delle spese di produzione (profitti elevati per ogni societa) non possono piu vantare diritti su quella produzione quindi
    • Anonimo scrive:
      Re: modifica leggi

      quando le major riescono a raggiungere le
      spese di produzione piu un 27% delle spese
      di produzione (profitti elevati per ogni
      societa) non possono piu vantare diritti su
      quella produzione
      quindistessa cosa per le invenzionidiciamo 100% delle spesequando un'ingeno umano raggiunge le spese piu i profitti come le spese non ha piu la proprieta su quell'ingeno quindi
  • Anonimo scrive:
    ma...
    ... vanno a cercare chi scarica solo musica o cosa ? io dal p2p scarico SOLO pornazzi, cosa dite rischio anche io o posso stare tranquillo ?
    • Anonimo scrive:
      Re: ma...
      mha!....teoricamente il bersaglio fino ad ora non e' mai stato chi scarica ma chi uploada cioe' chi ha in condivisione valanghe di MP3.io sono un appassionato dei vecchi film di Banfi, Thomas Millian e di Beppe Grillo..... vedi un po te... roba trasmessa e ritrasmessa milioni di volte in TV eppure non sono in regola per la legge.
  • darkangelik scrive:
    Furto autorizzato...
    Penso ke ci sarà sempre un modo per evitare i furti autorizzati(un cd del costo di ?0.30 venduto a ? 20,00)se tutte le novità avrebbero un costo accettabile (nuovi cd ? 8,00 vecchi cd ? 4,00)io sarei il primo ad acquistarli nei negozi.In fin dei conti un originale è sempre un originale...
    • Anonimo scrive:
      Re: Furto autorizzato...
      - Scritto da: darkangelik
      Penso ke ci sarà sempre un modo per evitare
      i furti autorizzati(un cd del costo di ?0.30
      venduto a ? 20,00)se tutte le novità
      avrebbero un costo accettabile (nuovi cd ?
      8,00 vecchi cd ? 4,00)io sarei il primo ad
      acquistarli nei negozi.In fin dei conti un
      originale è sempre un originale...avrebbero? anche l'italiano è sempre l'italiano
  • Anonimo scrive:
    inutile...
    ... tanto se uno non può spendere soldi per un cd non li spende lo stesso, prima poteva piratarlo... ora non più ? e chi se ne frega... si può vivere anche ascoltando la radio...
  • UmAnOiDe/69 scrive:
    Re: Fanno i conti senza l'oste !!!

    Un PM Italiano non ci mette nulla a ordinare
    al provider di fornire i dati....E il provider italiano non ci mette nulla a ridergli in faccia a fronte di una richiesta insensata e non prevista dalle nostre leggi!Vedi http://punto-informatico.it/p.asp?i=46021***PI: Conservate i dati del traffico internet dei vostri clienti?Ml: Dei dati di traffico non conserviamo nulla se non nei tempi utili al log per esistere, diciamo da uno a cinque giorni. Conserviamo invece solo per i termini di legge il singolo dato dell'accesso, del numero di telefono di chi si collega, li altri li bruciamo immediatamente né abbiamo meccanismi per tracciare l'attività degli utenti in rete.***
  • Locke scrive:
    L'ultimo CD che ho comprato..
    La scorse settimana ho preso un cd come regalo di natale per i miei genitori... costava 5 ? ed è un vecchio gruppo che loro apprezzano molto.Fosse da 10 ? in su come gli altri, col piffero che l'avrei preso.
  • Anonimo scrive:
    echissenefrega
    tanto ormai:1 - Ho già scaricato tutto quello che volevo2 - Visto l'andazzo, non penso che ci sarà in futuro qualche novità degna di essere non dico comprata, ma nemmeno scaricata (non vorrei che mi si rovinasse la fibra :) )... e comunque ormai ho scaricato musica sufficiente per i prossimi 20 anni3 - Se vogliono venire a casa mia devono prima convincere un magistrato e fastweb4 - Se anche li convincono e vengono a casa mia, devono trovare le prove del mio "efferato delitto"5 - Se anche le trovano e mi condannano a pagare un multone esorbitante, si attaccano xchè sono nullatenente.==================================Modificato dall'autore il 17/12/2003 12.13.36
    • Anonimo scrive:
      Re: echissenefrega
      - Scritto da: LordCasco
      tanto ormai:

      1 - Ho già scaricato tutto quello che volevo

      2 - Visto l'andazzo, non penso che ci sarà
      in futuro qualche novità degna di essere non
      dico comprata, ma nemmeno scaricata (non
      vorrei che mi si rovinasse la fibra :) )
      ... e comunque ormai ho scaricato musica
      sufficiente per i prossimi 20 anni

      3 - Se vogliono venire a casa mia devono
      prima convincere un magistrato e fastweb

      4 - Se anche li convincono e vengono a casa
      mia, devono trovare le prove del mio
      "efferato delitto"

      5 - Se anche le trovano e mi condannano a
      pagare un multone esorbitante, si attaccano
      xchè sono nullatenente.

      ==================================
      Modificato dall'autore il 17/12/2003 12.13.36inoltre potrai usare anche qualche p2p con tecniche di difesa che sicuramente uscirà...
    • maciste scrive:
      Re: echissenefrega
      - Scritto da: LordCasco
      tanto ormai:

      1 - Ho già scaricato tutto quello che volevo

      2 - Visto l'andazzo, non penso che ci sarà
      in futuro qualche novità degna di essere non
      dico comprata, ma nemmeno scaricata (non
      vorrei che mi si rovinasse la fibra :) )
      ... e comunque ormai ho scaricato musica
      sufficiente per i prossimi 20 annisei proprio sicuro che non desidererai più nulla in futuro?
      3 - Se vogliono venire a casa mia devono
      prima convincere un magistrato e fastweblo potranno fare senza problemi
      4 - Se anche li convincono e vengono a casa
      mia, devono trovare le prove del mio
      "efferato delitto"se ti piombano in casa alle 5 del mattino voglio proprio vedere come nascondi la refurtiva....
      5 - Se anche le trovano e mi condannano a
      pagare un multone esorbitante, si attaccano
      xchè sono nullatenentemai visto un nullatenente abbonato a fastweb...
      • ryoga scrive:
        Re: echissenefrega
        - Scritto da: maciste

        3 - Se vogliono venire a casa mia devono

        prima convincere un magistrato e fastweb

        lo potranno fare senza problemiFacilmente e velocemente "CORROMPENDO" qualcuno.Altrimenti passano mesi e mesi
        se ti piombano in casa alle 5 del mattino
        voglio proprio vedere come nascondi la
        refurtiva....1°) Non e' refurtiva2°) Non sono tutori dell'ordine che possono piombarti in casa alle 5 del mattino3°) Anche se ci piombano in casa, troveranno solo ragnatele (o proveranno ad alzare tutte le piastelle di casa? :) )
        mai visto un nullatenente abbonato a
        fastweb...Un dipendente da 800? puo' permettersi di abbonarsi a Fastweb, e se gli tolgono 1/5 dello stipendio per ripagare la multa, il saldo lo vedranno dopo 100 anni (pero' prima mi faccio licenziare e poi mi faccio assumere in nero )P.s. : questa vista in un ottica che vengano proprio ad indagare me e mi trovassero con 10.000 cd a casa ( O_O non c'ho tanto spazio a casa :D )
        • Anonimo scrive:
          Re: echissenefrega

          Altrimenti passano mesi e mesiCosa cambia se passano mesi e mesi o se succede domani? Cambia solo se hai un preavviso o meno.

          se ti piombano in casa alle 5 del mattino

          voglio proprio vedere come nascondi la

          refurtiva....

          1°) Non e' refurtivaCredo che sia a discrezione di chi viene a casa tua se chuidere un'occhio su qualcosa o sequestrarti anche i CD originali e il videoregistratore (non si sa mai)
          2°) Non sono tutori dell'ordine che possono
          piombarti in casa alle 5 del mattinoSu questo forum alcuni hanno parlato di episodi del genere
          3°) Anche se ci piombano in casa, troveranno
          solo ragnatele (o proveranno ad alzare tutte
          le piastelle di casa? :) ) Punto interessante: quanto tempo sarebbero disposti a sprecare per ogni persona? Meglio passare tante case superficialmente o poche ma a fondo per dimostrare che nessuno sfugge alla giustizia. Credo che anche questo sia molto a disrezione di chi fisicamente fa la perquisizione.Nel secondo caso non c'è nascondiglio che tenga, a meno che non sia a casa di qualcun'altro.
          Un dipendente da 800? puo' permettersi di
          abbonarsi a Fastweb, e se gli tolgono 1/5Punti di vista, comunque in effetti dipende solo da quali "vizi" uno vuole concedersi...un paio di serate in birreria e un cinema in meno o la banda larga?
          dello stipendio per ripagare la multa, il
          saldo lo vedranno dopo 100 anni (pero' prima
          mi faccio licenziare e poi mi faccio
          assumere in nero )Altro punto interessante: considerando che il materiale è scambiato senza scopo di lucro e per lo più non è poi fruito, anche una multa di 1 euro a CD mi sembrerebbe irragionevolmente alta (in realtà nella situazione attuale QUALSIASI punizione per uno scaricatore mi sembrerebbe ingiusta ed eccessiva)
  • Anonimo scrive:
    le scuse del p2p
    tutti i difensori del p2p affermano che1. il p2p non danneggia il mercato discografico/video .... sarà ma io(e ne conosco molti altri) sono annnnnnnnnni che non aquisto cd(prima invece ne aquistavo molti .... non c'era alternativa), e non ho MAI aquistato un dvd .... e se non fosse per la mia ragazza anche il cinema sarebbe un luogo a me sconosciuto2. che i prezzi dei cd/dvd sono alti ..... anche se costerebbero 0.1 cent sia io che voi lo scarichereste cmq dal p2p .... perchè pagare quando posso evitarloio il p2p non lo difendo, lo uso(e lo farò finchè sarà possibile) .... ma non si può ammettere che è stiamo rubando qualcosacon questo non voglio giustificare le major e i loro atteggiamenti colonialisti, ma penso anche che sia io che voi nei loro panni fareste =infine posso dire che il p2p sarà duro a morire ..... è un pò come giocare a guardie e ladri
    • Anonimo scrive:
      Re: le scuse del p2p

      2. che i prezzi dei cd/dvd sono alti .....
      anche se costerebbero 0.1 cent sia io che
      voi lo scarichereste cmq dal p2p .... perchè
      pagare quando posso evitarlofalso mito questo:il pc costa (e l'hd è pure tassato), parte di quel costo dovrai pure assegnarlo all'attività di scaricare e masterizzarela banda costai cd costano (e sono pure tassati)quanto ti costa un brano scaricato?in più, devi perdere il tempo a cercare i brani e verificare che non siano fake, non è più salutare e piacevole andare al negozio o su un sito ufficiale?in più è illegale, perchè andarsi a cercare dei problemi?in più, essendo illegale questi sistemi e comunità non sono certo controllati a dovere, perchè cercarsi dei rischi di intruzioni, worm, spyware ecc... anzichè andando al negozio o su un sito ufficiale?e poi, il p2p può fare concorrenza solo ai siti ufficali di download semmai, con tutti gli svantaggi di cui sopra, NON al CD o altro supporto fisico...perchè accontentarsi di un masterizzato, che è un supporto che non dura come un cd stampato e non ha la stessa compatibilità nei vari lettori?perchè accontentarsi di una piccola o grande che sia perdita di qualità (le compressioni che vanno per la maggiore nel p2p sono lossy)?perchè accontentarsi del "dato" nudo e crudo quando si può avere una confezione gradevole, tanto cara ai veri fans, con tanto di testi delle canzoni e foto degli artisti... pensiamo alle copertine dei vecchi vinili... erano (e sono) opere d'arte con un loro valore a parte quello del contenuto!Be, se poi le major rovinano tutto con tecnologie del cactus che rendono il CD meno compatibile, magari rovinano la qualità, impediscono una copia di sicurezza che un masterizzato invece consente, impacchettano il cd in una confezione anonima, copertina male stampata, superficie male serigrafata, jcase stoccato da schifo e spesso rotto...be, vendono un bene notevolmente inferiore al cd masterizzato, costo o non costo fa schifo e SE LA CERCANO la mancata vendita!
    • Anonimo scrive:
      Re: le scuse del p2p
      Eccoti tutte le scuse che vuoi1) Il p2p non danneggia il mercato, o almeno non è ancora stato dimostrato dati alla mano, e nessuno ha interesse a dimostrarlo (anzi)2) Il p2p non danneggia l'economia, anzi, come fenomeno di massa probabilmente finora l'ha favorita (acquisto di connessioni a banda larga, pc più potenti per il DVD ripping, lettori CD che leggono mp3, walkman mp3, CD e DVD vergini, HD più capienti)3) I CD e DVD effettivamente costano troppo, ma non è una scusa4) I grandi scambisti sono dei collezionisti, non dei fruitori di contenuti. Se anche gli stessi contenuti fossero disponibili a 1 centesimo di euro l'uno, loro comunque non ne fruirebbero, e probabilmente comincerebbero a collezionare qualcos'altro. Comprare è una cosa, raccogliere un'altra, e in genere sono scollegate. Non puoi costringere a comprare chi raccoglie impedendogli di raccogliere.5) I piccoli scambisti, quelli che non condividono nulla, loro probabilmente scaricano il ciddi per non comprare...ma questi sono gli stessi che se non scaricano comprano pirata, oppure esigono una copia da qualche conoscente (come cosa dovuta). Questi non verranno mai beccati, questi probabilmente procurano un danno alle major ed alla società6) La crisi delle major è reale, il p2p è un segno dei tempi. probabilmente però il p2p NON è la causa della crisi delle major. La lotta al 2p2 è una scusa per pubblicizzarsi, per rassicurare i soci, per rassicurare se stessi, per dimostrare di non essere in crisi...peccato per le povere vittime (leggi: scambisti con il PC sequestrato), erano necessarie al nostro benessere.7) NESSUNO finora ha proposto un compromesso (del tipo: scaricare materiale protetto da diritto di autore è TOLLERATO in determinati casi ma non in altri). Perchè nessuno vuole un compromesso, questa è una caccia alle streghe originata dalla paura del mostro-Rete, non finirà finchè tutto non sarà ingabbitato e sotto controllo (la storia insegna). Meglio fare leggi generiche e onnicomprensive, che consentano di rovinare chiunque se fa comodo...da utilizzare a discrezione e per i propri fini.8) Le considerazioni pro p2p sono in genere ragionevoli, quelle contro sono in genere arroganti - si limitano a dare dei "ladri" a tutti e amen. Il problema è che la maggior parte della gente in realtà non è interessata, non vuole impegnarsi a pensare (ne su questo ne su altri temi) quindi prende per proprie le idee dell'ultimo talkshow che ha sentito....ah...a proposito...ho scherzato è tutto vero, non sono scuse!L'ipocrisia è davvero tanta, e l'informazione è davvero poca.Ma nessuna voce autorevole vuole esporsi.Tanto meno nel nostro paese.
    • maciste scrive:
      Re: le scuse del p2p

      1. il p2p non danneggia il mercato
      discografico/video .... sarà ma io(e ne
      conosco molti altri) sono annnnnnnnnni che
      non aquisto cd(prima invece ne aquistavo
      molti .... non c'era alternativa), e non ho
      MAI aquistato un dvd .... e se non fosse per
      la mia ragazza anche il cinema sarebbe un
      luogo a me sconosciutoCome te molti altri non acquistano più cd, altri ancora ne acquistano di più perché il p2p gli fa conoscere artisti che prima "a scatola chiusa" non avrebbero preso in considerazione. Le perdite ci sono, ma non sono catastrofiche come le major vogliono far credere, mi sembra che nel 2002 la perdita di utle fosse stata stimata nel 7%, percentuale che va divisa poi anche con fenomeni di pirateria diversi dal p2p...

      2. che i prezzi dei cd/dvd sono alti .....
      anche se costerebbero 0.1 cent sia io che
      voi lo scarichereste cmq dal p2p .... perchè
      pagare quando posso evitarloqui sono d'accordo con te, sono convinto che anche se i cd costassero la metà di ora si continuerebbe comunque a scaricare...
      io il p2p non lo difendo, lo uso(e lo farò
      finchè sarà possibile) .... ma non si può
      ammettere che è stiamo rubando qualcosachi utilizza il p2p non ruba nulla; gli mp3 e i divx non sono il prodotto originale nè la sua contraffazione o copia, semmai si viola il diritto d'autore...quello si
      con questo non voglio giustificare le major
      e i loro atteggiamenti colonialisti, ma
      penso anche che sia io che voi nei loro
      panni fareste =

      infine posso dire che il p2p sarà duro a
      morire ..... è un pò come giocare a guardie
      e ladriquesto dipende dalla virulenza con la quale il problema verrà affrontato dalle autorità; se cominceranno a partire denuncie a centinai di persone vedrai che tutti se la faranno addosso, ricorda che l'utente p2p è solitamente un "onesto" cittadino che paga la sua connessione e non un delinquente abituato al rischio...
  • Anonimo scrive:
    Musica a peso d'oro..
    Ciao a tutti,vorrei solo dire che ormai comprare musica è diventato un investimento e non più un piacere!!!!Un CD mi costa mediamente sui 17-18 Euro, nei negozidi musica o nei maxistore, ritengo che questi prezzi siano assurdi soprattutto per i giovani o giovanissimi in quanto non tutti hanno un salario mensile e con la paghetta dei genitori mi vien difficile pensare che possano comprarsi 3 o4 CD ala mese.Di conseguenza è naturale che la gente decidendo di risparmiare, e con i mezzi messi a disposizione dal mercato (Mp3, Ripper Audio, Masterizzatori, etc..), utilizzi i software P2P per scaricare file musicali e creare le proprie compilation.E se non dico stupidaggini, mi sembra che tutto questo polverone si sia sollevato dopo che i Metallica si furono lamentati del fatto che le loro "esigue finanze" venivano danneggiate dal fatto che le loro canzoni venissero scaricate da Internet. (Il P2P esisteva anche prima di quelle affermazion idel Gruppo).....
  • Anonimo scrive:
    Italia e SIAE
    In Italia la SIAE ha il suo "balzello" sui CD-R.Non so quanti guadagni ne tragga (mi sembra poco meno del precedente prezzo di un CD), ma secondo me ha deciso di scegliere questa strada per "rimediare ai danni" del p2p.Bisognerebbe sapere quanti CD-R sono venduti ogni anno, sapere quanto incassa di piu' la SIAE (visto che comunque molti di quelli che scaricano non avrebbero comprato comunque) per stabilire se al momento alla SIAE lo stato delle cose in Italia non vada piu' che bene.Qualcuno ha qualche dato?
    • Anonimo scrive:
      Re: Italia e SIAE
      - Scritto da: Anonimo
      In Italia la SIAE ha il suo "balzello" sui
      CD-R.
      Non so quanti guadagni ne tragga (mi sembra
      poco meno del precedente prezzo di un CD),
      ma secondo me ha deciso di scegliere questa
      strada per "rimediare ai danni" del p2p.

      Bisognerebbe sapere quanti CD-R sono venduti
      ogni anno, sapere quanto incassa di piu' la
      SIAE (visto che comunque molti di quelli che
      scaricano non avrebbero comprato comunque)
      per stabilire se al momento alla SIAE lo
      stato delle cose in Italia non vada piu' che
      bene.

      Qualcuno ha qualche dato?No, e alla SIAE penso si guardino bene dal far trasparire certe informazioni.Pippo
    • ryoga scrive:
      Re: Italia e SIAE
      - Scritto da: Anonimo
      Bisognerebbe sapere quanti CD-R sono venduti
      ogni anno, sapere quanto incassa di piu' la
      SIAE (visto che comunque molti di quelli che
      scaricano non avrebbero comprato comunque)
      per stabilire se al momento alla SIAE lo
      stato delle cose in Italia non vada piu' che
      bene.Sai invece come finira'?Che l'Italia verra' presa di mira dai legali della RIAA ( gia' oggi c'e' chi vende la madre...figurati se i loro legali non trovano qualcuno da assoldare per la causa ), e ci sara' una strage di innocenti che a confronto, quella di Erode sara' nulla.Alla fine di tutto, pero', ci restera' il danno della tassa sul cd.Come dire...noi consumatori siamo sempre cornuti e mazziati.
  • maciste scrive:
    Obiettivo sbagliato?
    So di ripetermi, ma questa proprio non mi va giù; è vero che gli utenti del p2p sono moltissimi, è vero che il p2p spinge verso le attuali connessioni a banda larga in maniera preponderante ma ci siamo chiesti se veramente le perdite (presunte) delle major provengano realmente dal p2p? Fatevi un giro nella vostra città, non vedete decine di ambulanti vendere cd, dvd, e software contraffatto? ebbene non è più comodo prendersi un software copiato a 5 euro piuttosto che passare un paio di giorni a scaricarlo? a mio avviso il giro del materiale contraffatto è enormemento più ampio e pericoloso del p2p ma le major si accaniscono contro quest'ultimo, perchè? semplice, è molto più facile individuare con la complicità di un isp un utente che condivida almeno un centinaio di mp3 e ridurlo in mutande appioppandogli una multa faraonica piuttosto che andare a perseguire i singoli venditori ed acquirenti; inoltre un'azione di questo tipo avrebbe una grossa ridondanza mediatica spaventando tutti gli scaricatori accaniti E' questa la strategia, se s'ingabbia un ambulante domani ce ne sarà un altro, se si spaventa un utente siamo sicuri che non ci proverà mai più. P.S. a tutti quelli che credono che in italia non potrà accadere ciò che è successo negli USA rammento che questo è un paese dove forze dell'ordine e magistratura sono malate di protagonismo, dove politici influenti ed ex mafiosi sono liberi e le carceri straripano di extracomunitari che hanno rubato una mela; un'occasione del genere non se la lascieranno sfuggire...scusate la retorica.
    • Anonimo scrive:
      Re: Obiettivo sbagliato?
      piuttosto di dare soldi ai magrebini lo scarico o compro l'originale
      • Anonimo scrive:
        Re: Obiettivo sbagliato?
        - Scritto da: Anonimo
        piuttosto di dare soldi ai magrebini lo
        scarico o compro l'originaleDipende, quando l'alternativa è tra lo scambio senza fini di lucro e la polizia in casa il mio senso civico e rispetto delle stato cominciano a vacillare.
  • Anonimo scrive:
    Il problema e' un altro.....
    Fanno quello che gli pare..... e' una caccia alle streghe .Non ha senso peseguitare il P2P ma lo faranno (Telekozz permettendo) . Il problema e' l'ambulante che arriva apre il plaid e ti sdende giu una sfilza di CD musicali / Playstation / PC in vedita a 5? .. 10? .. quelli sono soldi sottratti alle case discografiche . Perche li non viene fatto nulla ? dove cazzo e' la polizia... a gia' e' in fila paer comprare...chi fa P2P non paga un cazzo (a parte la connessione) quindi non vengono sottratti soldi.... io consumo/ascolto pochissima musica e fino ad ora ho comprato tutti CD originali... l'unico CD copiato mi e' sato regalto per il mio compleanno come scherzo... figuriamoci... ma con tutto questo rumore che stanno facendo dove credete che comprero' il prossimo CD ( se comprero' un altro cd) ? - In negozio 22?- Per srada 5?- Scaricto 0.5?- Copiato a sbafo 0.5?ora potrei scaricarlo...... in un futuro se parte la caccia alle strege potri copiarlo da un amico che l'ha comprato... se non ce l'ha lo compro in stada... così i miei bei 5? vanno ad ingrassare le tasche di malavitosi che se la ridono in barba alla major e alle minor.....(P.S. sono tutte ipotesi.. io nel mio piccolo non comprero' piu' un CD... ci sono canali satellitari free o anche televisivi che trasmettono musica H24 la ascolto/registro da li se proprio ne ho bisogno, mi costa sacrifico perche' ho quei due o 3 cantanti gruppi di cui bene o male ho comprato qualche CD e che ascolto volentieri ma a tutto c'e' un limite.se continuano forse riescono a farmi cambiare idea.....)Mad Cow
    • maciste scrive:
      Re: Il problema e' un altro.....
      - Scritto da: Anonimo
      Fanno quello che gli pare..... e' una caccia
      alle streghe .Non ha senso peseguitare il
      P2P ma lo faranno (Telekozz permettendo) .
      Il problema e' l'ambulante che arriva apre
      il plaid e ti sdende giu una sfilza di CD
      musicali / Playstation / PC in vedita a 5?
      .. 10? .. quelli sono soldi sottratti alle
      case discografiche . Perche li non viene
      fatto nulla ? dove cazzo e' la polizia... a
      gia' e' in fila paer comprare...chi fa P2P
      non paga un cazzo (a parte la connessione)
      quindi non vengono sottratti soldi.... io
      consumo/ascolto pochissima musica e fino ad
      ora ho comprato tutti CD originali...
      l'unico CD copiato mi e' sato regalto per il
      mio compleanno come scherzo...
      figuriamoci... ma con tutto questo rumore
      che stanno facendo dove credete che
      comprero' il prossimo CD ( se comprero' un
      altro cd) ? non avevo letto il tuo commento ed infatti sopra ne ho scritto uno analogo...:)
  • ryoga scrive:
    Paghiamo......
    ma solo cio' che e' strettamente necessario.Se un CD costa 20? in negozio, 15? dal grossista, 10? dal distributore regionale, 5? dal distributore nazionale e 3? dalla mayor, ebbene io voglio pagare alla mayor quei 3?....anzi....non tutti, ma solo il costo relativo alla musichetta presente nel cd da 3?.Se nel cd ci sono 10 canzoni, gli pago giusto 0.3?....anzi....non mi hanno dato neanche cd + copertina sbrilluccicosa, neanche la protezione da copia, neanche l'involucro....e con una qualita' inferiore rispetto al brano presente nel cd originale.Ok....patteggio....gli pago 0.05? a canzone che ho scaricato negli ultimi anni e di cui non ho comprato il cd.Venghino pure col loro avvocato da 2000$.... incasseranno si e no 3? da me ( sempre che riescano a trovare quelle canzoni che ormai saranno cancellate da secoli )==================================Modificato dall'autore il 17/12/2003 9.45.57
    • Anonimo scrive:
      Re: Paghiamo......
      - Scritto da: ryoga
      ma solo cio' che e' strettamente necessario.


      Se un CD costa 20? in negozio, 15? dal
      grossista, 10? dal distributore regionale,
      5? dal distributore nazionale e 3? dalla
      mayor, ebbene io voglio pagare alla mayor
      quei 3?....anzi....non tutti, ma solo il
      costo relativo alla musichetta presente nel
      cd da 3?.

      Se nel cd ci sono 10 canzoni, gli pago
      giusto 0.3?....anzi....non mi hanno dato
      neanche cd + copertina sbrilluccicosa,
      neanche la protezione da copia, neanche
      l'involucro....e con una qualita' inferiore
      rispetto al brano presente nel cd originale.
      Ok....patteggio....gli pago 0.05? a canzone
      che ho scaricato negli ultimi anni e di cui
      non ho comprato il cd.

      Venghino pure col loro avvocato da 2000$....
      incasseranno si e no 3? da me ( sempre che
      riescano a trovare quelle canzoni che ormai
      saranno cancellate da secoli )

      ==================================
      Modificato dall'autore il 17/12/2003 9.45.57veramente patteggiando paghi solo 5 centesini di euro ? se è così vado avanti alla grande a scaricare...
      • ryoga scrive:
        Re: Paghiamo......
        Spe'....una soluzione equa e giusta, sarebbe quella di pagare effettivamente il "danno" e non le cifre mastodontiche che non hanno ragioni di esistere ne in cielo ne in terra.Purtroppo la societa' moderna, tende a farti pagare 10000 volte di piu' un'offesa ad uno piuttosto che un omicidio.Quindi.....e' facile che per 10 canzoni che ti trovino, vengano a chiederti 10000 ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Paghiamo......
          - Scritto da: ryoga
          Spe'....una soluzione equa e giusta, sarebbe
          quella di pagare effettivamente il "danno" e
          non le cifre mastodontiche che non hanno
          ragioni di esistere ne in cielo ne in terra.
          Purtroppo la societa' moderna, tende a farti
          pagare 10000 volte di piu' un'offesa ad uno
          piuttosto che un omicidio.

          Quindi.....e' facile che per 10 canzoni che
          ti trovino, vengano a chiederti 10000 ?allora scarico, masterizzo e sotterro i cd in una buca di un bosco vicino a casa mia, voglio vedere se mi beccano !
  • Anonimo scrive:
    Si stava bene anche prima
    Vivevo benissimo senza divx, vivro' bene anche se un domani il muletto non ci fosse piu'.Quello che le major non hanno ancora capito e' che c'e' una vasta fetta di mercato che non raggiungeranno mai. Ci sono quelle persone che non comprano cd a 20 euro a prescindere dal loro contenuto perche' considerano immorale il prezzo applicato. Con l'equivalente di pochi cd si adotta a distanza un bambino in paesi del terzo mondo e lo si fa mangiare e studiare per un anno, questi signori pensano solo alle loro tasche gonfie senza avere il minimo contatto con la realta'.Io credo nella giustizia divina e lascio fare a quella perche' tanto a questo mondo ce n'e' poca di umana. :
    • Anonimo scrive:
      Re: Si stava bene anche prima
      ci mancava il sermone moralista.......
      • MemoRemigi scrive:
        Re: Si stava bene anche prima
        - Scritto da: Anonimo
        ci mancava il sermone moralista.......Ci mancava il fesso che diceva: "ci mancava il sermone moralista".Possibile che ci sia sempre il menefreghista di turno ?Che paese di mer&a ! :(
    • Rey_ scrive:
      Re: Si stava bene anche prima
      - Scritto da: Anonimo
      Vivevo benissimo senza divx, vivro' bene
      anche se un domani il muletto non ci fosse
      piu'.Hai ragione. Comunque, ci sara' qualkos'altro.
      Quello che le major non hanno ancora capito
      e' che c'e' una vasta fetta di mercato che
      non raggiungeranno mai. Ci sono quelle
      persone che non comprano cd a 20 euro a
      prescindere dal loro contenuto perche'
      considerano immorale il prezzo applicato.O comunque del tutto sproporzionato al valore reale del prodotto.Per quella cifra mi dai almeno Mozart, registrato dalla Berliner o equivalente, in un teatro con acustica eccelsa, e gia' che ci siamo con un ottimo Direttore. E poi ci aggiungi un ricco libretto con i testi (se si tratta di un'opera lirica), i commenti alla partitura, cenni storici e quant'altro possa completare la comprensione dell'opera. E se c'e' spazio, come spesso capita, vuoi non metterci un video, chesso', dell'intervista al Direttore prima/dopo la registrazione, per dire?Altro che la sgallettata di turno che mostra la trippa con l'ombelico di fuori e miagola (stonatina) l'ultima stupidata della sua casa "discografica" (Ebbene si', ho visto recentemente MTV, confesso).
      Con l'equivalente di pochi cd si adotta a
      distanza un bambino in paesi del terzo mondo
      e lo si fa mangiare e studiare per un anno,Drammaticamente vero, dovremmo tutti ricordarlo piu' spesso.
      questi signori pensano solo alle loro tasche
      gonfie senza avere il minimo contatto con la
      realta'.Ed e' per questo che, secondo me, alla lunga sbatteranno il grugno. Stanno tirando la corda in maniera sempre piu' insensata, prima o poi si dovra' ben spezzare.
      Io credo nella giustizia divina e lascio
      fare a quella perche' tanto a questo mondo
      ce n'e' poca di umana. :Invece io non ci credo proprio, ne' all'una ne' all'altra, e' solo questione di chi ha piu' soldi. Ma a loro, i miei pochi (quando avanzano) non li do' di sicuro.
  • Anonimo scrive:
    Re: State boni... state boni...
    Hai ragionissima.Su MTV si vedono due tipi di video: di belle fike sculettanti che però musicalmente sono zero come Britney Spears, Beyonce, Shakira ecc. e di rapper.Clamoroso fu poi il video degli artisti per la campagna anti-aids, con i messaggi (nell'ordine) di Shakira, Beyonce, un'altra che si chiamava qualcosa di simile a Terry T (!) e, per ultimo, Paul McCartney!?!?!?!?!.Credo che ci sia qualcosa che non torna.............
    • Anonimo scrive:
      Re: State boni... state boni...
      Bha io persolalmente sento black metal e death metal e devo dire che a differenza di quello che pensa la massa gli autori confronto a quelli pop sono dei veri geni perchè comunque la musica non si basa come nei pop &c su 3 note ma bensi su dei veri e propri spartiti vari e diversi fra loro.Per non parlaree che il prezzo di un cd è quasi sempre intorno hai 10?
      • Anonimo scrive:
        Re: State boni... state boni...
        - Scritto da: Anonimo
        Bha io persolalmente sento black metal e
        death metal e devo dire che a differenza di
        quello che pensa la massa gli autori
        confronto a quelli pop sono dei veri geni
        perchè comunque la musica non si basa come
        nei pop &c su 3 note ma bensi su dei veri e
        propri spartiti vari e diversi fra loro.
        Per non parlaree che il prezzo di un cd è
        quasi sempre intorno hai 10?Sono un Defender e anche se non appoggio il black e il death metal ti do assulutamente ragione.Anche se alcuni cd di alcuni gruppi epic e power metal arrivano a costare anche 18? :TRUE METAL WILL NEVER DIE !!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: State boni... state boni...
        - Scritto da: Anonimo
        Bha io persolalmente sento black metal e
        death metal e devo dire che a differenza di
        quello che pensa la massa gli autori
        confronto a quelli pop sono dei veri geni
        perchè comunque la musica non si basa come
        nei pop &c su 3 note ma bensi su dei veri e
        propri spartiti vari e diversi fra loro.anche gli stratovarius rientrano in questa categoria secondo te?
    • Anonimo scrive:
      Re: State boni... state boni...

      Hai ragionissima.
      Su MTV si vedono due tipi di video: di belle fike sculettanti
      che però musicalmente sono zero come Britney Spears,
      Beyonce, Shakira ecc. e di rapper. non generalizziamo su quella tedesca da quel che so lo spettro musicale è molto + aperto si possono anche trovare video metal alcuni anche nelle prime posizioni delle classiche (es born in a burial grow dei cradle of filth ecc)Daltronde in germania a differenza che in italia mi sono trovato veramente bene non ci sono tutti i truzzetti e fighetti che ci sono in qua
      Clamoroso fu poi il video degli artisti per la campagna anti-
      aids, con i messaggi (nell'ordine) di Shakira, Beyonce,
      un'altra che si chiamava qualcosa di simile a Terry T (!) e,
      per ultimo, Paul McCartney!?!?!?!?!.
      Credo che ci sia qualcosa che non torna............. Cosa prentendi fanno musica per gente priva di una propria intellettuabilità e che vive in simbiosi con le mode e le cose che fanno tendenza. quindi ormai non serve nenche + scrivere testi e musiche decenti tanto se la sente la gente figa anche se fa cagere piace. (es ciwawa o come cristo si scrive ripetitiva e priva di ogni senso)
      • AndreaMilano scrive:
        Re: State boni... state boni...
        ARIDATECE I LED ZEPPELIN!!!!! :D
        • Straha scrive:
          Re: State boni... state boni...
          - Scritto da: AndreaMilano
          ARIDATECE I LED ZEPPELIN!!!!!
          :Dseeeee...... ma quando mai.... quella era Musica, e magari ti allargava la cultura...questa è Merda, e ti allarga solo il buco del portafogli...a 'sti signori serve una massa di decerebrati, che ti credi, per quello non spingono su gruppi seri....
        • Anonimo scrive:
          Re: State boni... state boni...
          - Scritto da: AndreaMilano
          ARIDATECE I LED ZEPPELIN!!!!! Non ti bastano i Backstreet boys :D ?
          • Anonimo scrive:
            Re: State boni... state boni...
            beh si io mi riferisco a black e death perchè è il genere che sento + spesso comunque in generale tutto il metal tranne alcune eccezioni gli autori per crearsi gli spartiti faticano, non come i cantanti pop/tecno ecc che fanno 5 note e le ripetono per 5 minuti di fila idem per i testi.Per quanto rigurda i prezzi calcola che se compri cd dei gruppi famosi come i children of bodom o i cradle of filth ecc ovvio che ti costano di + sono commerciali da fare schifo infatti se ti accorgi diventano ripetitivi dopo un po ma questo è duvuto alla etichetta discografica che in alcuni casi implica di fare un genere + facilmente commercializzabile (i children of bodom sono un chiaro esempio infatti prima che si chimassero cosi il genere era totalmnte differente e decisamente + pesante non certo dedicato alle masse)
          • Anonimo scrive:
            Re: State boni... state boni...
            W gli Slayer, Suicidal Tendence e Sepultura ... li adoro .... non ascolterei altro *_*e ci metto anche i sempre buoni e vecchi Iron
  • Anonimo scrive:
    Major possono far soldi col P2P...
    ... basta un pò di intelligenza. Possibile ke non capiscano ke basta un accordo con le aziende ke creano/gestiscono i programmi di sharing? Facciamo un esempio: la BMG fa un accordo con Sharman Network ke dice " io vi do tutte le canzoni dei miei artisti x metterle in sharing e voi mi date 1 centesimo di dollaro ogni volta ke parte un download". Così facendo sono tutti contenti: BMG (ke viene pagata x royalties), Sharman (a cui BMG non rompe i cojones con cause giudiziarie e incassa soldi dalla pubblicità dentro Kazaa) e gli utenti (ke possono scaricare legalmente tutti i brani BMG ke vogliono).
  • Anonimo scrive:
    Le Major?
    nno rotto il cazzo!
  • Anonimo scrive:
    Quoto il Vangelo
    Uno qui ha detto:"Già pago: affitto, bollo, luce, acqua, gas, RCA, benza, 730, cazzi & mazzi. Non ho soldi da sbattere via per quei fetentoni....pero' se mi scalano l'assicurazione un paio di CD "me li accatto", giusto per far vedere loro la mia buona volontà"Non posso che inchinarmi.
    • AndreaMilano scrive:
      Re: Quoto il Vangelo
      approvo e concordo
      • Anonimo scrive:
        Re: Quoto il Vangelo
        E giusto per aumentare la dosa...ricordatevi che sull'acqua in bottiglia che comperate c'è il 20 % di Iva...non è male! Poi sulla quasi totalità degli alimentari c'è "solo" 10%...ehehehe...ma qui si paga sempre e basta?
        • Anonimo scrive:
          Re: Quoto il Vangelo
          - Scritto da: Anonimo
          E giusto per aumentare la dosa...ricordatevi
          che sull'acqua in bottiglia che comperate
          c'è il 20 % di Iva...non è male! Poi sulla
          quasi totalità degli alimentari c'è "solo"
          10%...ehehehe...ma qui si paga sempre e
          basta?Il 10% in più è per la varichina
  • Anonimo scrive:
    Per non dimenticare: il Crackdown del 94
    Suggerisco _CALDAMENTE_ a tutti di leggere questo breve resoconto del quale è stato fatto un libro.Leggete, leggete ed imparate come vanno le cose in italia.http://www.olografix.org/gubi/estate/itacrack/itacrack.htm
    • BeRToZ scrive:
      Re: Per non dimenticare: il Crackdown de
      - Scritto da: Anonimo
      Leggete, leggete ed imparate come vanno le
      cose in italia.

      http://www.olografix.org/gubi/estate/itacrackPotrei parlarne per ore... 10 anni fa ne sono stato direttamente colpito (BBS). La vergogna e' che sto ancora aspettando che giustizia sia fatta, ho fatto richiesta per un risarcimento danni... Comunque e' inutile sperare ormai, questa nazione e' governata da buffoni e ladri :(
      • MemoRemigi scrive:
        Re: Per non dimenticare: il Crackdown de
        - Scritto da: BeRToZ
        Comunque e' inutile sperare ormai, questa
        nazione e' governata da buffoni e ladri :(Questo vale per tutti, destra e sinistra.Io voglio aprire un bar ai caraibi, possibilmente sulla spiaggia, qualcuno è interessato ? :)
        • Anonimo scrive:
          Re: Per non dimenticare: il Crackdown de
          Io, prepara i biglietti
        • Anonimo scrive:
          Re: Per non dimenticare: il Crackdown de
          - Scritto da: MemoRemigi

          - Scritto da: BeRToZ


          Comunque e' inutile sperare ormai, questa

          nazione e' governata da buffoni e ladri :(

          Questo vale per tutti, destra e sinistra.

          Io voglio aprire un bar ai caraibi,
          possibilmente sulla spiaggia, qualcuno è
          interessato ? :)Io, mi sono anche interessato un pochino.Andare ai caraibi costa un botto, e ci sono leggi che non ti permettono di fermarti quanto vorresti + annessi problemi per aprire una attivita'.Ho individuato soluzioni + abbordabili, ma che hanno il medesimo obiettivo.Se vuoi parlarnefugere_urbem1@hotmail.com
  • Anonimo scrive:
    Illecito Amm.vo ?
    Erro o scambiare musica è tuttora "solo" un illecito amministrativo e non un reato?Illuminatemi, perchè c'è una bella differenza, procedurale e non solo.
  • Anonimo scrive:
    Al cuore del problema
    Mi piacerebbe per una volta anticipare la canonica predica di Ekleptical e le nostre usuali condanne per l'usuale agghiacciante uso del così detto Diritto facendo una rapida riflessione conclusiva sull'argomento copyright e Internet.Lorsignori minacciano di metterci tutti in galera se condividiamo files? Facciano un po' come credono per quello che mi riguarda io ho smesso di comprare CD nel 1999 e non ricomincero' ad acquistarli dovesse cascare il mondo. Loro ne fanno una questione di principio: non importa se il brano tal de tali non lo avresti comunque mai acquistato, in ogni caso ti proibiamo di scaricarlo anche se le nostre perdite presunte sono molto, molto presunte. Io, dal mio canto, ribadisco che i loro sono metodi orwelliani e che stanno infangando i diritti degli individui con la loro regola del profitto a tutti i costi, che la loro musica se la possono tenere, comunque, in ogni caso. Anche per me è una questione di diritto e di principio.Ora bisogna vedere, chi cederà prima? Loro ci minacciano, ma non possono costringerci a comprare, noi li affameremo fino al fallimento. Vedremo chi l'avrà vinta. La guerra l'hanno voluta loro.Alberto Scala
    • Anonimo scrive:
      Re: Al cuore del problema
      - Scritto da: Anonimo
      Mi piacerebbe per una volta anticipare la
      canonica predica di Ekleptical e le nostre
      usuali condanne per l'usuale agghiacciante
      uso del così detto Diritto facendo una
      rapida riflessione conclusiva sull'argomento
      copyright e Internet.

      Lorsignori minacciano di metterci tutti in
      galera se condividiamo files? Facciano un
      po' come credono per quello che mi riguarda
      io ho smesso di comprare CD nel 1999 e non
      ricomincero' ad acquistarli dovesse cascare
      il mondo.

      Loro ne fanno una questione di principio:
      non importa se il brano tal de tali non lo
      avresti comunque mai acquistato, in ogni
      caso ti proibiamo di scaricarlo anche se le
      nostre perdite presunte sono molto, molto
      presunte.

      Io, dal mio canto, ribadisco che i loro sono
      metodi orwelliani e che stanno infangando i
      diritti degli individui con la loro regola
      del profitto a tutti i costi, che la loro
      musica se la possono tenere, comunque, in
      ogni caso.

      Anche per me è una questione di diritto e di
      principio.

      Ora bisogna vedere, chi cederà prima? Loro
      ci minacciano, ma non possono costringerci a
      comprare, noi li affameremo fino al
      fallimento.

      Vedremo chi l'avrà vinta. La guerra l'hanno
      voluta loro.

      Alberto ScalaCLAP CLAP CLAPSottoscrivo il toto il tuo post.
      • Anonimo scrive:
        Re: Al cuore del problema
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Mi piacerebbe per una volta anticipare la

        canonica predica di Ekleptical e le nostre

        usuali condanne per l'usuale agghiacciante

        uso del così detto Diritto facendo una

        rapida riflessione conclusiva
        sull'argomento

        copyright e Internet.



        Lorsignori minacciano di metterci tutti in

        galera se condividiamo files? Facciano un

        po' come credono per quello che mi
        riguarda

        io ho smesso di comprare CD nel 1999 e non

        ricomincero' ad acquistarli dovesse
        cascare

        il mondo.



        Loro ne fanno una questione di principio:

        non importa se il brano tal de tali non lo

        avresti comunque mai acquistato, in ogni

        caso ti proibiamo di scaricarlo anche se
        le

        nostre perdite presunte sono molto, molto

        presunte.



        Io, dal mio canto, ribadisco che i loro
        sono

        metodi orwelliani e che stanno infangando
        i

        diritti degli individui con la loro regola

        del profitto a tutti i costi, che la loro

        musica se la possono tenere, comunque, in

        ogni caso.



        Anche per me è una questione di diritto e
        di

        principio.



        Ora bisogna vedere, chi cederà prima? Loro

        ci minacciano, ma non possono
        costringerci a

        comprare, noi li affameremo fino al

        fallimento.



        Vedremo chi l'avrà vinta. La guerra
        l'hanno

        voluta loro.



        Alberto Scala


        CLAP CLAP CLAP

        Sottoscrivo il toto il tuo post.CLAP CLAP CLAPAnche ioPippo
    • Shurizen scrive:
      Re: Al cuore del problema
      Trovi anche me d'accordo al 100%...Io compro solo CD autoprodotti e autodistribuiti di gruppi che mi piacciono DAVVERO, dopo averli visti live.Le loro zoccole e i loro rapper finti-disagiati-usciti-dal-ghetto mi fanno solo ridere.Ma purtroppo la massa è composta al 90% da IDIOTI, che il disco lo comprano comunque.Certo, possiamo far calare le vendite del 10%, ma sono altre le misure... proteste, picchetti e vera informazione! Fate sapere alla vostra sorella sedicenne che sta per comprarsi il nuovo album di MaialaACaso vs. RapperAScelta di quello che si gioca sulla copertina di quel CD!
      • MemoRemigi scrive:
        Re: Al cuore del problema
        - Scritto da: Shurizen
        Ma purtroppo la massa è composta al 90% da
        IDIOTI, che il disco lo comprano comunque.
        Certo, possiamo far calare le vendite del
        10%, ma sono altre le misure... proteste,Purtroppo devo sottoscrivere... in Italia il 90% della popolazione è informaticamente analfabeta e tecnologicamente narrow-minded.Ciò si traduce in una totale mancanza di informazione e consapevolezza per quato tipo di problematiche.=
        i pirla il cd lo comprano lo stesso e i pirla sono tanti purtroppo.PS: Moderatore per favore non censurarmi, colevo rendere l'idea ! :)
    • Rey_ scrive:
      Re: Al cuore del problema
      Assolutamente d'accordo, bravo!
  • Anonimo scrive:
    Mi verrebbe da ridere se...
    ...venissero nella mia casina. Salve signori, si uso il p2p, non poco. Ecco qui le mie colpe...ma aspettate un secondo. Per dincibacco, e io che pensavo di essere un delinquente!!! Ma si, quelli sono proprio + di 500 dvd originali! Incredibile....e cosa abbiamo, un migliaio di libri...ma guarda...quasi altrettanti cd originali. E allora bisogna dire che qui per avere delle passioni bisogna essere ricchi...forse sono troppo vorace? La voracità in queste cose non è consentita a tutti, ho sempre speso un capitale per certe cose ma non mi è mai bastato, e penso a chi non ha nemmeno le mie disponibilità ( e credo siano in tanti messi peggi, sopratutto se hanno l'età in cui ci si deve costruire una futuro da soli)...se per i libri esistono biblioteche bene o male fornite, più o meno scomode....dove sono le fonoteche? Dove sono le promozioni per chi compra di più? Si parla di rubare...ma signori, la nostra non è una truffa...è solo una rivincita, ci stiamo "riprendendo" (uso le virgolette perchè a livello di soldi riprendiamo solo se si intende il risparmio un guadagno...in alternativa alla rinuncia ovviamente)quello che qualcuno ci ha già tolto...L'importante è non fermarsi...
    • Anonimo scrive:
      Re: Mi verrebbe da ridere se...
      Penso che il tuo intervento sia sensato: pure io ho una quantità industriale di materiale legalmente acquistato (e i numeri sono alti... ho solo un po' meno dvd ;) )In effetti la politica dei prezzi è ridicola... rimando comunque all'articolo sulla SIAE su http://www.report.rai.it/2liv.asp?s=82"l'ignoranza ci rende schiavi"
    • Anonimo scrive:
      Re: Mi verrebbe da ridere se...
      Purtroppo per te in questi casi la legge gli permettedi prenderti tutti i supporti digitali, nonche sfondarei muri e frugarti in case al mare/montagna....gia successo in passato per molto meno...quindi non essere tranquillo per nulla, al limitepoi se le vedranno loro (la gdf) come gia si fumanoe si pippano tutte le droghe che sequestrano ;(byeFrancesco- Scritto da: Anonimo
      ...venissero nella mia casina. Salve
      signori, si uso il p2p, non poco. Ecco qui
      le mie colpe...ma aspettate un secondo. Per
      dincibacco, e io che pensavo di essere un
      delinquente!!! Ma si, quelli sono proprio +
      di 500 dvd originali! Incredibile....e cosa
      abbiamo, un migliaio di libri...ma
      guarda...quasi altrettanti cd originali.
      E allora bisogna dire che qui per avere
      delle passioni bisogna essere ricchi...forse
      sono troppo vorace? La voracità in queste
      cose non è consentita a tutti, ho sempre
      speso un capitale per certe cose ma non mi è
      mai bastato, e penso a chi non ha nemmeno le
      mie disponibilità ( e credo siano in tanti
      messi peggi, sopratutto se hanno l'età in
      cui ci si deve costruire una futuro da
      soli)...se per i libri esistono biblioteche
      bene o male fornite, più o meno
      scomode....dove sono le fonoteche? Dove sono
      le promozioni per chi compra di più?
      Si parla di rubare...ma signori, la nostra
      non è una truffa...è solo una rivincita, ci
      stiamo "riprendendo" (uso le virgolette
      perchè a livello di soldi riprendiamo solo
      se si intende il risparmio un guadagno...in
      alternativa alla rinuncia ovviamente)quello
      che qualcuno ci ha già tolto...
      L'importante è non fermarsi...
      • Anonimo scrive:
        Re: Mi verrebbe da ridere se...
        ...non esagerare, nemmeno in america mirisult che siano arrivati a far irruzioni nelle abitazioni...ti mandano le letterine.Vuoi che ti dicano in quelle tre riche la tua attività di mesi o anni? Ma dai, nemmeno io potrei ricordare. Ho provocatoriamente spostato l'argomento non sulla questione della privacy che di solito è il cardine di queste questioni, ma sul piano dei costi...in America costano molto meno sia i dvd che i film (sui libri non ho idea), ma sempre troppo (tanto per dare un'idea della situazione italia, è bene che sappiate cosa costa ad esempio la Extended Edition de "Le Due Torri", secondo capitolo del Signore degli Anelli...molti di voi sapranno che qui il sosto è mediamente sui 50-55?...guardate su Amazon...http://www.amazon.com/exec/obidos/tg/detail/-/B00009TB5G/qid=1071659401/sr=1-5/ref=sr_1_5/104-3540233-1306361?v=glance&s=dvd)Sono conscio del fatto che ci sia gente che non acquista proprio niente, e ne conosco...ma ci credo, vi pare che due ragazzi con un lavoro da operai che si devono sposare possano pensare ai dvd? Ma non prendiamoci in giro....e vogliamo parlare dei negozianti che sono costretti a vendere il Terminator 3 a 35-37?...e che poi irrimediabilmente nei vari MediaWorld costa sui 28? Vogliamo discutere di come accadono queste prodezze, di come i negozi falliscono dopo anni di esperienza sul campo? Cd di gruppi underground che costano meno di quelli di Madonna...cioè, tanto per chiarire, gente che sopravivve con la propria musica con quello che potrebbe essere lo stipendio di una persona qualunque, fa arrivare il proprio di lavoro in un negozio e questo costa meno di tutti quelli dei vari signori che stampano milioni di copie in tutto il mondo e vivono "nell'olimpo". C'è qualcosa che non va...come minimo dimostra che il prezzo dei cd è volontariamente alto. Se qualcuno vuole continuo per altri due giorni con queste cose...Il fatto è, molto semplicemente, che una cosa del genere in Italia farebbe davvero ridere...
  • Anonimo scrive:
    aspettando ekleptical
    ekle, tu che ci dici?fatti sentire! 8)
    • Anonimo scrive:
      Re: aspettando ekleptical

      ekle, tu che ci dici?
      fatti sentire! 8)sta raccogliendo i fiori da lanciare sui blindati di chi ci salvera dalla dittatura dello scambio quindi
    • Ekleptical scrive:
      Re: aspettando ekleptical

      ekle, tu che ci dici?
      fatti sentire! 8)In 'sto periodo ho da fare, non sono molto partecipativo! :PCmq, unico post del giorno sull'argomento, io l'avevo detto.La mia previsione era e rimane che fra 1 anno e un paio di mesi il p2p avrà un crollo e diventerà di nicchia.Magari è troppo ottimista, magari mi sbaglio di un paio d'anni, ma il risultato finale sarà quello.Il concetto è, come già detto, l'attacco a tenaglia: brani digitali a basso costo e perseguimento di chi pirata online.Anche perchè così si da il senso del reato e allo stesso tempo si toglie l'alibi del prezzo!Fondamentalmetne si trasformano tutti i p2pari in hacker delinquenti e pericolosi, soprattuto per il pubblico non avezzo (=la grande maggioranza della popolazione). E' un processo culturale in atto che avrà i suoi futti nel medio periodo.E quando diventano delinquenti nessuno avrà più da dire se si perseguono pesantemente! Le discografiche hanno già vinto. Poi illudetevi pure con le vostre storie che siamo a Natale! :P
      • Anonimo scrive:
        Re: aspettando ekleptical

        La mia previsione era e rimane che fra 1
        anno e un paio di mesi il p2p avrà un crollo
        e diventerà di nicchia.
        Magari è troppo ottimista, Dove sta l'ottimismo, scusa? :-D
        magari mi sbaglio
        di un paio d'anni, ma il risultato finale
        sarà quello.Veramente nei tuoi momenti migliori avevi predetto tempi deeeecisamente più brevi.Comunque è un dato di fatto che la prepotenza, gli interessi economici e l'avidità vincono sempre. Non c'è ragionevolezza o giustizia che tenga.Un altro dato di fatto è che pur vincendo i prepotenti non ottengono mai quello che vogliono....peccato per le "inevitabili" vittime.Se le multinazionali vogliono davvero una cosa, probabilmente la otterranno, il tutto si risolverà nel complesso in un danno al resto del mondo e in un vantaggio misero per loro, ma tant'è che è così che vanno le cose.
      • Anonimo scrive:
        Re: aspettando ekleptical
        - Scritto da: Ekleptical
        Fondamentalmetne si trasformano tutti i
        p2pari in hacker delinquenti e pericolosi,
        soprattuto per il pubblico non avezzo (=la
        grande maggioranza della popolazione). E' un
        processo culturale in atto che avrà i suoi
        futti nel medio periodo.Magari nel resto del mondo, in Italia dubito fortemente.Le "cassettine" copiate ci sono sempre state e viste come "normali".Dubito che tra uno o due anni, come dici tu, il mio vicino di casa mi considerera' un criminale se gli dico che ho scaricato degli mp3 (anzi probabilmente mi chiederebbe una copia...)
        • Anonimo scrive:
          Re: aspettando ekleptical

          Magari nel resto del mondo, in Italia dubito
          fortemente.
          Le "cassettine" copiate ci sono sempre state
          e viste come "normali".
          Dubito che tra uno o due anni, come dici tu,
          il mio vicino di casa mi considerera' un
          criminale se gli dico che ho scaricato degli
          mp3 (anzi probabilmente mi chiederebbe una
          copia...)Guarda che l'Italia in termini di moda e di perbenismo non è poi così diversa dal resto del mondo.Per qualsiasi "persona per bene" scaricare è sbagliato ed è giusto punirlo...se lo hanno detto in televisione.Soprattutto considerando che alla maggior parte delle "persone perbene" in realtà non importa nulla di internet /musica/multimedia, se non quello che viene propinato (si facessero gli affari loro!)Soprattutto considerando l'elevato numero di p2pari che scaricano perchè "fa figo" perchè è un modo a buon mercato per "fare il trasgressivo" ma che quando il pericolo diventa reale scappano "...mica facevo sul serio io".Purtroppo di utenti p2p veri, convinti di non stare facendo nulla di male e pronti a sostenere questa (condivisibile) posizione contro quella (prepotente) delle major, non ce ne sono molti.
          • warrior666 scrive:
            Re: aspettando ekleptical
            ...scusa che i prezzi applicati sui prodotti multimediali siano alti ok, ma di lì a sostenere che non ci sia niente di male a copiare e a violare il copyright ce ne vuole! Io per ora non ho ancora visto nulla di concreto contro gl'utenti p2p, ma aspettiamo e vediamo se non ci saranno denunce e magari arresti anche qui in italia..O cambiano la legge sui diritti d'autore o siamo tutti fuorilegge, e questo spiega anche perchè non applichino di punto in bianco la legge, sebbene illegale è proprio una prassi di costume scambiarsi, cd, videocassette, libri e quant'altro.. e finchè non viene esposto e sventolato in piazza viene tollerato (come la droga o la prostituzione). Il fatto è che più piazza di internet non ce n'è!Poi entra in campo anche la questione della privacy, anche con la droga e le prostitute, si sa che esiste il fenomeno, ma nessuno si può permettere (se non con prove già acquisite) di venire a fare controlli in casa tua = nessuno dentro il mio computer.. Quindi quando esisterà un sistema per sharare che non consenta più l'individuazione dell'ip, sarà la fine dell'inquisizione. Inoltre facendo riferimento all'articolo dell'altro giorno sull'interpretazione olandese del fenomeno del p2p. Nessun utente che downloada può sapere l'effettivo contenuto del file prima di averne completato il download, di qui il principio base di non punibilità per chi scarica.. Ma senza qualcuno che uploada (e quindi commette reato) non ci sarebbero contenuti da scaricare e quindi ciao ai leecher..O aboliamo il diritto d'autore (e vallo a spiegare a chi ci campa) o siamo nell'illegalità (ovviamente questo discorso vale per chi infrange il copiright non per chi usa semplicemente il p2p come sistema di scambio informazioni) ed è una posizione alquanto scomoda per sostenere di avere dei diritti, quando siamo proprio noi i primia non rispettarli.L'ultima cosa, siamo nella terra dei cachi, dei condoni e delle leggi tagliate su misura.. approfittiamone fin che dura ma non lamentiamoci quando sarà ripristinata la legalità..
        • Anonimo scrive:
          Re: aspettando ekleptical

          Magari nel resto del mondo, in Italia dubito
          fortemente.
          Le "cassettine" copiate ci sono sempre state
          e viste come "normali".
          Dubito che tra uno o due anni, come dici tu,
          il mio vicino di casa mi considerera' un
          criminale se gli dico che ho scaricato degli
          mp3 (anzi probabilmente mi chiederebbe una
          copia...)Guarda che l'Italia in termini di moda e di perbenismo non è poi così diversa dal resto del mondo.Per qualsiasi "persona per bene" scaricare è sbagliato ed è giusto punirlo...se lo hanno detto in televisione.Soprattutto considerando che alla maggior parte delle "persone perbene" in realtà non importa nulla di internet /musica/multimedia, se non quello che viene propinato (si facessero gli affari loro!)Soprattutto considerando l'elevato numero di p2pari che scaricano perchè "fa figo" perchè è un modo a buon mercato per "fare il trasgressivo" ma che quando il pericolo diventa reale scappano "...mica facevo sul serio io".Purtroppo di utenti p2p veri, convinti di non stare facendo nulla di male e pronti a sostenere questa (condivisibile) posizione contro quella (prepotente) delle major, non ce ne sono molti.
          • Anonimo scrive:
            Re: aspettando ekleptical

            Si, la "persona per bene" ha visto un
            servizio l'anno scorso su Tele+ o Stream.
            Usando un decoder taroccato.
            Poi ha spento ed ha iniziato a giocare alla
            PS, ovviamente modificata per usare i giochi
            masterizzati.
            Poi e' uscita di casa con la sua borsa Louis
            Vuitton finta comprata dall'ambulante sotto
            casa.Si, ma la "persona per bene" non si rende nemmeno conto che quello che fa è illegale PIU' che scaricare un file dalla rete (perchè probabilmente ha finanziato delle organizzazioni più criminali di quanto non siano le major ;-) )La "persona perbene" ha così tante cose a cui pensare, per quello che riguarda ciò che è giusto e sbagliato invece guarda la tv.Se alla tv si dice che il p2p è reato:1) non hanno mica detto che comprare la borsa tarocca è reato, allora non lo è, "che male vuoi che faccia".2) non capisce la metà di ciò che viene detto, ma le resta l'idea p2p=pirateria=criminali=pedofili=terroristi=mafia
          • Anonimo scrive:
            Re: aspettando ekleptical
            lol!!!:D:Dpenso tu abbia azzeccato IN PIENO il modo di ragionare che va per la maggiore!!!
            La "persona perbene" ha così tante cose a
            cui pensare, per quello che riguarda ciò che
            è giusto e sbagliato invece guarda la tv.
            Se alla tv si dice che il p2p è reato:
            1) non hanno mica detto che comprare la
            borsa tarocca è reato, allora non lo è, "che
            male vuoi che faccia".
            2) non capisce la metà di ciò che viene
            detto, ma le resta l'idea
            p2p=pirateria=criminali=pedofili=terroristi=m
      • warrior666 scrive:
        Re: aspettando ekleptical
        ....giusto il tempo di far firmare il contratto a larga banda a un bel pò di utenti e poi inizieranno a fare sul serio...
        • Anonimo scrive:
          Re: aspettando ekleptical
          - Scritto da: warrior666
          ....giusto il tempo di far firmare il
          contratto a larga banda a un bel pò di
          utenti e poi inizieranno a fare sul serio...Si, ed entro l'anno tutti lo hanno disdetto...
        • Anonimo scrive:
          Re: aspettando ekleptical

          ....giusto il tempo di far firmare il contratto a larga banda a un
          bel pò di utenti e poi inizieranno a fare sul serio...basta che si sbrighino, perchè a maggio mi scade l'anno do adsl....ed entro marzo devo disdire. ;)
          • warrior666 scrive:
            Re: aspettando ekleptical
            e quello che speravo che diceste, bisogna dare un messaggio forte alla nazione! ;) anzi alla telecom...
      • Anonimo scrive:
        Re: aspettando ekleptical

        3) il totale menefreghismo delle gente verso
        argomenti simili, basta vedere che nelle
        case hanno tutti quel cesso di uindos
        copiato.volevo solo rimarcare che sei il solitorozzo, gretto, scassaOO che devetirare guano su Windows anche quandosi parla di altro.Fai pena.
  • Anonimo scrive:
    Re: Fanno i conti senza l'oste !!!
    secondo si può essere fortunati ha seconda dei casi...per dire, chi ha fastweb può dormire sonni tranquilli, perchènon accadrà mai che quelli di fastweb smercino in giro i loro tabulati così facilmente.... il 99% di utenza fastweb è quella del p2p selvaggio.... praticamente chiudono baracca il giorno dopo...e cmq, non so la legge e i contratti cosa dicono, ma se il provider SA' quello che i propri utenti fanno nella rete (pirateria) e non fa nulla non c'è nessun concorso di colpa?g
    • Anonimo scrive:
      Re: Fanno i conti senza l'oste !!!

      e cmq, non so la legge e i contratti cosa
      dicono, ma se il provider SA' quello che i
      propri utenti fanno nella rete (pirateria) e
      non fa nulla non c'è nessun concorso di
      colpa?NO!Nessuno può dimostrare che il provider abbia un concorso di colpa... e in ogni caso i provider anche volendo non possono bloccare o limitare il traffico P2P... è tecnicamente impossibile o cmq aggirabile.E poi dico una cosa.... davvero pensate che mamma telecom non smuoverà mari e monti in politica per evitare la persecuzione selvaggia degli utenti p2p ?Vi ricordo che la telecom con le adsl ci campa... e anzi è da poco giunta la notizia che a gennaio i profili minimi di banda adsl verranno adeguati a 640/256 kbps !Questo non vuol dire niente per voi ?Beh riflettete !
      • Anonimo scrive:
        Re: Fanno i conti senza l'oste !!!
        - Scritto da: Anonimo
        NO!
        Nessuno può dimostrare che il provider abbia
        un concorso di colpa... e in ogni caso i
        provider anche volendo non possono bloccare
        o limitare il traffico P2P... è tecnicamente
        impossibile o cmq aggirabile.
        Calma e sangue freddo... prova a leggere l'art. 17 co. III del D.Lgs. 70/2003 e poi vedi quanto poco puo' il provider essere coinvolto nell'illecito dell'utente...
        E poi dico una cosa.... davvero pensate che
        mamma telecom non smuoverà mari e monti in
        politica per evitare la persecuzione
        selvaggia degli utenti p2p ?
        Vi ricordo che la telecom con le adsl ci
        campa... e anzi è da poco giunta la notizia
        che a gennaio i profili minimi di banda adsl
        verranno adeguati a 640/256 kbps !
        Questo non vuol dire niente per voi ?
        Beh riflettete !Si sentano liberi... Basta che il titolare dei diritti mandi una diffida al provider ed in copia all'A.G. che la situazione del fornitore dei servizi puo' farsi abbastanza complicata nel caso voglia semplicemente "lasciar fare.Gianluca
  • Anonimo scrive:
    Re: Fanno i conti senza l'oste !!!
    Salve, Sono d'accordo con te su tutto ciò che hai scritto, tranne un particolare: l'onere della prova spetta sempre all'accusa.Saluti,Piwi
    • AndreaMilano scrive:
      Re: Fanno i conti senza l'oste !!!
      esatto, come si dice "favor rei/reo"? non ho fatto studi classici sorry :) Cmq mi pare che in caso di dubbio la legge deve posizionarsi a favore del reo o mi sbaglio?In Italia vige la presunzione di innocenza mentre in America la presunzione di colpevolezza, oltre al sistema giuridico che è completamente differente... o sbaglio pure qui?
      • Straha scrive:
        Re: Fanno i conti senza l'oste !!!
        - Scritto da: AndreaMilano
        esatto, come si dice "favor rei/reo"? non ho
        fatto studi classici sorry :) Cmq mi pare
        che in caso di dubbio la legge deve
        posizionarsi a favore del reo o mi sbaglio?

        In Italia vige la presunzione di innocenza
        mentre in America la presunzione di
        colpevolezza, oltre al sistema giuridico che
        è completamente differente... o sbaglio pure
        qui?non è del tutto vero.... c'è si la presunzione di innocenza, ma se ricordi i processi di Tangentopoli al pm di turno bastava presentare una manciata di illazioni e teorie per far finire in manette chiunque, e poi era un problema suo presentare prove per discolparsi..... ti ricordi quanta gente veniva ripresa dalle tv in manette?? quanti di questi erano veramente colpevoli?? sicuramente non tutti, e quelli che colpevoli non erano hanno dovuto sobbarcarsi anni ed anni di processi e spese legali per veder finalmente riconosciuta la loro innocenza... almeno a livello legale, che giornali e tv che li avevano crocifissi senza tanti problemi manco si son sognati di ammettere il loro errore....Il problema è che per amor di notorietà qui in Italia un pm può arrivare a fare tante cose....
        • Anonimo scrive:
          Re: Fanno i conti senza l'oste !!!
          - Scritto da: Straha.... ti ricordi quanta gente
          veniva ripresa dalle tv in manette?? quanti
          di questi erano veramente colpevoli??quasi tutti e hanno patteggiato per finire prima (chi non ha potuto farsi le leggi ad personam, ovviamente...)
        • AndreaMilano scrive:
          Re: Fanno i conti senza l'oste !!!
          mmm e' vero ma credo sia stato anche il contesto in cui è avvenuto tutto il casotto, senza contare che grazie a questa "prassi" qcuno s'e' fatgto pubblicita' per poi entrare in politica... ma stiamo tergiversando :)- Scritto da: Straha
          non è del tutto vero.... c'è si la
          presunzione di innocenza, ma se ricordi i
          processi di Tangentopoli al pm di turno
          bastava presentare una manciata di illazioni
          e teorie per far finire in manette chiunque,
          e poi era un problema suo presentare prove:CUT:
  • Anonimo scrive:
    Re: Fanno i conti senza l'oste !!!
    Davvero lo credi in un paese governato da un leccapiedi di Bush?
    • Anonimo scrive:
      Re: Fanno i conti senza l'oste !!!
      - Scritto da: Anonimo
      Davvero lo credi in un paese governato da un
      leccapiedi di Bush?E che c'entra questo ?Le tue non mi sembrano argomentazioni fondate!Ognuno guarda i suoi interessi... e in Italia ti assicuro che contano di + gli interessi di una azienda come Telecom piuttosto che quelli delle majors!E non parliamo poi di fastweb... che in questa situazione potrebbe completamente chiudere i battenti!Sono troppi gli interessi in ballo... gente dormite sonni tranquilli !
  • Anonimo scrive:
    Qui non ci sono economie di scala
    Questo vuol dire o che ci ingabbiano tutti o che non ingabbiano nessuno. Sono ridicoli, ai limiti del patetico.....
  • Anonimo scrive:
    L'Italia!
    Il problema è stato ignorato, si è continuato a parlare della RIAA, dell'australia, di due... dico DUE! giapponesi arrestati per qualche mp3, ed eccoci sistemati, tutti pensavano di essere al sicuro ed invece dall'inizio del prossimo anno, ci vedremo piombare in casa polizia e GDF alle 7 del mattino, e alle 12 si vanteranno nei TG della loro "severa" lotta alla pirateria, e alle 23 li vedremo al Maurizio Costanzo Show, a dimostrare la loro "preparazione" informatica. ..La gente non vuole la musica di merda.. e loro per vendetta vogliono rovinare la vita alle persone.
    • Anonimo scrive:
      Re: L'Italia!
      - Scritto da: Anonimo
      Il problema è stato ignorato, si è
      continuato a parlare della RIAA,
      dell'australia, di due... dico DUE!
      giapponesi arrestati per qualche mp3, ed
      eccoci sistemati, tutti pensavano di essere
      al sicuro ed invece dall'inizio del prossimo
      anno, ci vedremo piombare in casa polizia e
      GDF alle 7 del mattino, e alle 12 si
      vanteranno nei TG della loro "severa" lotta
      alla pirateria, e alle 23 li vedremo al
      Maurizio Costanzo Show, a dimostrare la loro
      "preparazione" informatica. ..E alle 7 del giorno successivo la loro "brillante" operazione di polizia sarà già riportata sul loro sito nel lungo elenco dei loro successi, ovvero, già giudicati e condannati prima ancora di arrivare dal giudice. Questo è il modo in cui funzionano le cose in Italia, ed hai perfettamente ragione a preoccuparti, perché l'ecatombe che c'e' stata per le BBS prima (Fidonet l'ha distrutta la GdF, do you remember?) e per il software poi domani puo' ripetersi con la musica. Con esiti dubbi, con giustificazioni giuriche ancora piu' dubbie, ma, tant'e', in Italia i politici cedono alle lobby e dopo chi ci rimette ci rimette.Gianluca Cardinale
      • Anonimo scrive:
        Re: L'Italia!
        Ahimè, c'è troppo del vero!Purtroppo un pluriomicida ha più probabilità di cavarsela di un presunto "pirata informatico" in tempo di persecuzione! Ma ci rendiamo conto che saranno previste pene più severe che in casi di omicidio appunto!!!Elogio della pazzia?!
  • Anonimo scrive:
    Le major preparano l'assalto all'Europa!
    Attente che in mezzo c'è l'Oceano e spero ci affoghiate!:D
  • Anonimo scrive:
    leggi
    su che base giuridica possono venire perseguiti perche non lo capisconiente trollose possibile;)quindi
  • Anonimo scrive:
    Terrorismo continuo ... che palle ...
    Facciano quello che vogliono, basta che non usano soldi pubblici, la forza pubblica e che non ci martellino con queste menate ogni settimana.Oramai non si sa piu' cosa commentare: si e' gia' detto tutto.Non ne posso piu' di sentire l'espressione 'Jukebox a pagamento' fateli, accorgetevi che e' un' idea balorda e non scocciate piu'.Tanto non vendono una cippa neanche a natale, sia con che senza il p2p, anche se avessero i 'Jukebox a pagamento'. Ci sono tanti disoccupati a questo mondo, ma non tutti cercano un colpevole a tutti i costi....CiaoPippoP.S. Un altro modo di 'esportare democrazia' ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Terrorismo continuo ... che palle ...
      - Scritto da: Anonimo

      Facciano quello che vogliono, basta che non
      usano soldi pubblici, la forza pubblica e
      che non ci martellino con queste menate ogni
      settimana.

      Oramai non si sa piu' cosa commentare: si e'
      gia' detto tutto.

      Non ne posso piu' di sentire l'espressione
      'Jukebox a pagamento' fateli, accorgetevi
      che e' un' idea balorda e non scocciate
      piu'.

      Tanto non vendono una cippa neanche a
      natale, sia con che senza il p2p, anche se
      avessero i 'Jukebox a pagamento'. Ci sono
      tanti disoccupati a questo mondo, ma non
      tutti cercano un colpevole a tutti i
      costi....

      Ciao
      Pippo

      P.S. Un altro modo di 'esportare democrazia'
      ? Risposta:Sì perchè sono americani anche in questo!E poi si lamentano se abbiamo sentimenti anti-americani!Questa è plutocrazia altro che democrazia!
  • Anonimo scrive:
    NO AL COPYCONTROLLED!
    non comprate CD copycontrolled per le feste!!!! limitatevi!ok, dovete fare un regalo.ok, volete regalare un cd originaleok!ma NON copycontrolled! non importa di chi sia! Chi vi vende una roba copycontrolled non vi rispetta: non rispettatelo!NO AL COPYCONTROLLED!NO AGLI ACQUISTI DI NATALE COPYCONTROLLED!
    • Anonimo scrive:
      Re: NO AL COPYCONTROLLED!
      Ma veramente io è dal 1999 che non compro un CD originale (da quando ho il modem :D ) e col cazzo che mi compro i CD da quei marpioni, piuttosto rimango senza musica....si attaccano se pensano che gli do il mio stipendio.Già pago: affitto, bollo, luce, acqua, gas, RCA, benza, 730, cazzi & mazzi. Non ho soldi da sbattere via per quei fetentoni....pero' se mi scalano l'assicurazione un paio di CD "me li accatto", giusto per far vedere loro la mia buona volontà :)ciao
    • cutler scrive:
      Re: NO AL COPYCONTROLLED!

      NO AL COPYCONTROLLED!Oggi sono andato in edicola...e cosa ho visto?un cd di Franco Califano. Con il simbolo Copy-controlled!
    • Anonimo scrive:
      Re: NO AL COPYCONTROLLED!
      - Scritto da: Anonimo
      non comprate CD copycontrolled per le
      feste!!!! limitatevi!

      ok, dovete fare un regalo.
      ok, volete regalare un cd originale
      ok!

      ma NON copycontrolled! non importa di chi
      sia! Chi vi vende una roba copycontrolled
      non vi rispetta: non rispettatelo!
      NO AL COPYCONTROLLED!

      NO AGLI ACQUISTI DI NATALE COPYCONTROLLED!In casa mia il copyright,la proprietà intellettuale prima chiedono permesso e poi entrano:conclusione sono rimaste fuori! :D
  • paulatz scrive:
    Che vengano!
    A vedere cosa è veramente la giurisprudenza, per il momento si sono divertiti, ma per il futuro dovranno vedersela con nazioni in cui esiste ancora la democrazia e in cui i cittadini sono tutelati (anche se su l'Italia ho qualche dubbio)
    • Anonimo scrive:
      Re: Che vengano!
      - Scritto da: paulatz
      A vedere cosa è veramente la giurisprudenza,
      per il momento si sono divertiti, ma per il
      futuro dovranno vedersela con nazioni in cui
      esiste ancora la democrazia e in cui i
      cittadini sono tutelati (anche se su
      l'Italia ho qualche dubbio)
      dillo alla gente italiana che muore mentre soldati americani "zuzzurrelloni" che magari hanno volato a bassa quota in centro abitato tagliando un cavo della funivia - se ne vanno tranquillamente a casa e magari vengono pure promossi.
      • Anonimo scrive:
        Re: Che vengano!
        Bè però hanno offerto al gov. di allora la rimpatriata di una terrorista rossa. Il cambio a quanto pare si può fare.
    • Anonimo scrive:
      Re: Che vengano!
      - Scritto da: paulatz
      A vedere cosa è veramente la giurisprudenza,
      per il momento si sono divertiti, ma per il
      futuro dovranno vedersela con nazioni in cui
      esiste ancora la democrazia e in cui i
      cittadini sono tutelati (anche se su
      l'Italia ho qualche dubbio)
      Ma dove vivi paulatz? Qua no di certo se dici stè baggianate.Oppure sei un povero illuso.
    • Anonimo scrive:
      Re: Che vengano!
      - Scritto da: paulatz
      A vedere cosa è veramente la giurisprudenza,
      per il momento si sono divertiti, ma per il
      futuro dovranno vedersela con nazioni in cui
      esiste ancora la democrazia e in cui i
      cittadini sono tutelati (anche se su
      l'Italia ho qualche dubbio)
      Cosa ti sfugge delle parole 'Corruzione' e 'Lobbismo dell'industria discografica' ? Uniscile alla corruttibilita' genetica, endemica e generalizzata che affigge i politici europei e la frittata e' fatta.Andranno a caccia di bambini, perche' qui la situazione e' diversa.CiaoPippo
      • Anonimo scrive:
        Re: Che vengano!
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: paulatz

        A vedere cosa è veramente la
        giurisprudenza,

        per il momento si sono divertiti, ma per
        il

        futuro dovranno vedersela con nazioni in
        cui

        esiste ancora la democrazia e in cui i

        cittadini sono tutelati (anche se su

        l'Italia ho qualche dubbio)



        Cosa ti sfugge delle parole 'Corruzione' e
        'Lobbismo dell'industria discografica' ?
        Uniscile alla corruttibilita' genetica,
        endemica e generalizzata che affigge i
        politici europei e la frittata e' fatta.Hai ragione, ma abbiamo anche delle masse molto meno rincoglionite di quelle americane e dopo qualche centinaio di denunce vedrai che i "problemi" delle case discografiche subiranno un salto di qualita'.
        • Anonimo scrive:
          Re: Che vengano!

          Hai ragione, ma abbiamo anche delle masse
          molto meno rincoglionite di quelle americane... mah.... girando x il centro di milano nel bel mezzo dello shopping natalizio non ho avuto la stessa impressione!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Che vengano!
      - Scritto da: paulatz
      A vedere cosa è veramente la giurisprudenza,
      per il momento si sono divertiti, ma per il
      futuro dovranno vedersela con nazioni in cui
      esiste ancora la democrazia e in cui i
      cittadini sono tutelati (anche se su
      l'Italia ho qualche dubbio)
      hemmm.... ma dove hai vissuto fin'ora??sicuramente su Marte....
Chiudi i commenti