Più spam del solito? Colpa di Blackmal

Uno degli ultimi arrivati nella famiglia dei worm mass mailer si sta diffondendo a macchina d'olio anche in Italia. Arriva sotto forma di e-mail con svariati oggetti e contiene allegati che, se eseguiti, possono causare molti guai


Roma – Tra la miriade di worm che strisciano per la Rete ce n’è uno che, ormai da qualche giorno, sta infestando le mailbox di molti utenti con messaggi di spam dai testi più vari ed esotici. Si tratta di quello che Symantec ha battezzato Blackmal , un worm per Windows capace di diffondersi sia attraverso le e-mail che le condivisioni di rete.

Oltre a far proprie molte delle caratteristiche dei più recenti worm mass mailer, come la capacità di utilizzare un proprio motore SMTP, disattivare i programmi antivirus, installare backdoor, e raccogliere indirizzi e-mail, Blackmal si distingue dalla massa degli altri vermicelli per l’uso di allegati MIME contenenti file eseguibili codificati in formato uuencode : la tecnica non è inedita, ma può ancora ingannare diversi utenti e software per la sicurezza.

I file MIME dannosi hanno estensioni “innocue” come “.UUE”, “.B64”, “.HQX” e “.BHX”, ma la maggior parte dei client di posta elettronica sono in grado di visualizzare correttamente l’icona del file codificato: per fare un esempio, se l’allegato Attachments00.HQX contiene il file adults.exe , il programma di e-mail assegnerà all’allegato la tipica icona che in Windows contraddistingue i file eseguibili.

Le e-mail con cui si diffonde il worm possono anche contenere file eseguibili non codificati camuffati da file Zip per mezzo del vecchio trucco degli spazi interposti tra falsa e vera estensione (in genere “.pif” o.”scr”). L’elenco completo degli oggetti e dei nomi di file utilizzati da Blackmal è riportato qui da Sophos ).

Se eseguito, Blackmal può fare parecchi danni : ad esempio, scaricare e installare da Internet altri malware, sostituirsi a diversi file di sistema, cancellare file e voci di registro di molti antivirus, disattivare tutti i programmi che si eseguono automaticamente all’avvio di Windows, bloccare mouse e tastiera e infettare altri computer della LAN sfruttando condivisioni di rete scarsamente protette.

Per rimuovere il worm è possibile seguire le procedure manuali indicate dalle società di antivirus (particolarmente dettagliate quelle riportate qui da Trend Micro ) o scaricare il tool di rimozione gratuito fornito da Symantec.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Zaptracking
    http://www.digisoft.tv/eu/products/zaptracking.htmlhttp://www.ikaro.net/articoli/commenti/digitale_terrestre-00140.html
    • Anonimo scrive:
      Re: Zaptracking
      - Scritto da: Anonimo
      http://www.digisoft.tv/eu/products/zaptracking.htm
      http://www.ikaro.net/articoli/commenti/digitale_teaggiungerei anche http://www.digiterrestre.com/article45.htmlbuffo che molta gente nel forum creda che il problema non esista...certo vale quel che vale... (ovvero non ritengo molto 'pregiata' come informazione, quella di sapere quali programmi tv guardo).. pero' mi rendo conto dove puo portare in futuro.. con le case piene di decoder MHP collegati... e con cittadini ignari...Tra l'altro chi e' interessato faccia anche una ricerchina su "DVB-RCT"... riguardo la faccenda dei 'canali di ritorno'..es: http://www.dvb.org/documents/white-papers/WP03%20(RCT).pdf
  • Anonimo scrive:
    qual'è il problema?
    Stante che fino ad oggi tutti abbiamo criticato l'auditel, la possbilità di poter partecipare tutti (volontariamente) ad un auditel non più a campione ma sull'intero universo non mi pare un fatto negativo.Inoltre:1) chi ha detto che i "dati" vengono raccolti e spediti senza consenso? serve un programma che per il momento non c'è.2) per comprare un film su sky serve il cavo telefonico attaccato, col digitale terrestre no.3) come si fa a parlare male di sky se fa pubblicità su questo sito? anche questo è confltto di interessi.il vero problema è uno soltanto: impedire ad un programmino trasferito via etere di far scattare una telefonata dal decoder a un numero 199 o 899, questa si che potrebbe essere un dramma...
  • Anonimo scrive:
    confusione...
    "Non appena un innocuo ricevitore (innocuo se escludiamo il tipo di contenuti che può fornire) viene collegato al telefono per consentire l'acquisto di film od eventi on demand, il canale di ritorno è aperto, e può trasmettere (e trasmetterà) i nostri dati a discrezione del gestore del sistema."Per la PPV è il decoder sky che va collegato al telefono, mentre per il DTT le carte sono prepagate. Come al solito, qui su PI si getta fango sul digitale terrestre, facendo intendere cose non vere. LA PPV su decoder sat esiste da una decina d'anni e PI non ha mai fatto "bè". Chissa perchè ora si tira fuori questa minestra riscaldata???
    • Anonimo scrive:
      Re: confusione...

      . LA PPV su decoder sat esiste da
      una decina d'anni e PI non ha mai fatto "bè".
      Chissa perchè ora si tira fuori questa minestra
      riscaldata???perchè quando una cosa o una tecnologia viene fortemente spinta dal praticamente monopolista della comunicazione televisiva, nonchè premier e imperatore d'italia è giusto che nascano dei dubbi di dietrologie
    • Anonimo scrive:
      Re: confusione...

      Per la PPV è il decoder sky che va collegato al
      telefono, mentre per il DTT le carte sono
      prepagate. Come al solito, qui su PI si getta
      fango sul digitale terrestre, facendo intendere
      cose non vere. LA PPV su decoder sat esiste da
      una decina d'anni e PI non ha mai fatto "bè".
      Chissa perchè ora si tira fuori questa minestra
      riscaldata???Mi sembra che il problema affrontato sia del tutto legittimo Tanto più che il potenziale fruitore del servizio non ha modo di sapere se le sue preferenze personali sono inviate a un terzo senza il suo consenso.
      • Anonimo scrive:
        Re: confusione...

        Mi sembra che il problema affrontato sia del
        tutto legittimo
        Tanto più che il potenziale fruitore del servizio
        non ha modo di sapere se le sue preferenze
        personali sono inviate a un terzo senza il suo
        consenso.Questo è quel che dice l'articolo...la realtà è ben diversa.Solo con i decoder Sky vengono inviate informazioni dal decoder sat attraverso il modem interno.Col decoder dtt invece non viene inviato proprio nulla.L'acquisto degli eventi pay è fatto totalmente senza bisogno di collegamento del decoder alla linea telefonica.Vedi, l'articolo di PI è scritto davvero male, mette nella minestra tutte le piattaforme, tratta male il dtt quando poi, se esiste un problema di privacy, questo riguarda Sky. Non i decoder digitali terrestri.Ma questo problema di privacy esiste davvero? Che dati vengono nviati attraverso il decoder Sky? Il proprio numero di telefono (serve per l'acquisto dell'evento pay) e il nome dell'evento pay scelto. E questo mi sembra più che logico, dovranno pur sapere cosa ti hanno venduto...altrimenti come te lo tariffano? Che altri dati misteriosi possono risiedere in un decoder? Nessuno di più. Ma questo PI dimentica di scriverlo.Mette nella minestra persino i cookie, ma dove mai potranno risiedere questi cookie nei decoder?Da nessuna parte.Articolo pessimo.
        • Anonimo scrive:
          Re: confusione...

          L'acquisto degli eventi pay è fatto totalmente
          senza bisogno di collegamento del decoder alla
          linea telefonica.Per questo sul retro del mio settop box c'e' un collegamento telefonico?
          • Anonimo scrive:
            Re: confusione...
            - Scritto da: Anonimo

            L'acquisto degli eventi pay è fatto totalmente

            senza bisogno di collegamento del decoder alla

            linea telefonica.
            Per questo sul retro del mio settop box c'e' un
            collegamento telefonico?Ma non mi dire! Hai scoperto che c'è un modem?!!!Ma PI non diceva che è nascosto?LOLIl canale di ritorno, quasi mai usato, ha una sua utilità. Ma non quella di acquistare eventi pay. Informati.Il canale di ritorno può essere utilizzato per comunicare con la propria banca per accedere al proprio conto corrente. Per comunicare con la PA o per il televoto.Se non sei interessato a queste cose puoi benissimo non collegare il cavo ed acquistare gli eventi pay.Ripeto: informati.
    • Anonimo scrive:
      Re: confusione...

      mentre per il DTT le carte sono
      prepagate. Veramente la tanto decantata interattivita' o anche semplicemente un modo di contabilita' PPV differente richiedono o possono richiedere un canale di ritorno.Ed una volta aperto (con il conesenso dell'utente) puo' viaggiarci sopra di tutto.
      • Anonimo scrive:
        Re: confusione...
        la confusione la fa chi ha aperto questo thread...Calamari dice"Ad esempio i ricevitori DTT che implementano le specifiche MHP permettono al gestore del sistema di caricare via radio un programma interattivo sul ricevitore, eseguirlo e ricevere i risultati di questo programma tramite il canale di ritorno (telefonico, ADSL, GSM....)."MHP .. claro? i DTT con MHP sono quelli che hanno la possibilita' di interazione (via tel pstn generalmente).Non e' che uno debba obbligatoriamente attaccarli al tel senno' non si accendono... ma devono implementare un canale di ritorno... senno' non sarebbero MHP
        • Anonimo scrive:
          Re: confusione...

          "Ad esempio i ricevitori DTT che implementano le
          specifiche MHP permettono al gestore del sistema
          di caricare via radio un programma interattivo
          sul ricevitore, eseguirlo e ricevere i risultati
          di questo programma tramite il canale di ritorno
          (telefonico, ADSL, GSM....)."
          MHP .. claro? i DTT con MHP sono quelli che
          hanno la possibilita' di interazione (via tel
          pstn generalmente).
          Non e' che uno debba obbligatoriamente attaccarli
          al tel senno' non si accendono... ma devono
          implementare un canale di ritorno... senno' non
          sarebbero MHPNessuno discute l'esistenza di un canale di ritorno..semmai si può discutere sul fatto che non esistono proprio decoder con adsl e gsm incorporato...se li sono sognati? Dicono pure che sono in comemrcio con i contributi statali...ma non esistono.Ci sono quelli col modem analogico, nulla di più.E non è nemmeno in discussione l'interattività (semmai è PI che per molto tempo ne ha negato l'esistenza).Quel che è in discussione è che ci sia o meno qualcosa da inviare al "gestore del sistema". Che dati possono essere inviati? Nessuno. Dove possono essere rpesi questi dati personali, se non esiste alcuna memoria di massa nei decoder? C'è una memoria che consente l'esecuzione dell'applicativo interattivo, ma quando si cambia canale, la memoria si svuota.Di questo piccolo particolare PI non ha fatto cenno...perché???
      • Anonimo scrive:
        Re: confusione...
        - Scritto da: Anonimo

        mentre per il DTT le carte sono

        prepagate.
        Veramente la tanto decantata interattivita' o
        anche semplicemente un modo di contabilita' PPV
        differente richiedono o possono richiedere un
        canale di ritorno.
        Ed una volta aperto (con il conesenso
        dell'utente) puo' viaggiarci sopra di tutto.E quale sarebbe questo "tutto"?I decoder non hanno memoria di massa, non trattengono alcuna informazione sui canali precedentemente visti.Quando si televota, si dà l'informazione sul voto effettuato. Tramite quel voto, ovviamente si fa sapere anche il canale che si stava guardando. Ma questo è normale, se il televoto può essere effettuato solo da canale5, uno che effetua il televoto sta guardando c5...non ci vuole un genio per capirlo.Quando si cambia canale, la memoria del decoder viene completamente svuotata. Quindi anche rimanesse aperto questo canale (e non rimane aperto), non ci sarebbe alcuna informazione che il decoder potrebbe inviare al "gestore del sistema".Prova a contraddire questo...PI ha scritto un articolo confondendo i problemi di privacy dei pc (che hanno memoria di massa) con i problemi di un decoder, su cui non può essere memorizzato proprio nulla.
  • Anonimo scrive:
    [OT] ma che cos'hai?
    bhe sai, mi brucia il canale di ritorno... (troll2)
  • Anonimo scrive:
    In 1984 di Orwell
    il canale di ritorno c'era eccome.
  • Anonimo scrive:
    Vero ma pochi lo attaccano al telefono..
    Quindi il problema e' molto piu' limitato.
    • Anonimo scrive:
      Re: Vero ma pochi lo attaccano al telefo

      Quindi il problema e' molto piu' limitato.E considerando che nessuna emittente fa niente del genere, che esiste una legislazione in merito e che i decoder non fanno partire chiamate senza il consenso dell'utente...il rischio è SOTTO ZERO.Chissà perché si sono scordati di scriverlo.
      • Alessandrox scrive:
        Re: Vero ma pochi lo attaccano al telefo
        - Scritto da: Anonimo

        Quindi il problema e' molto piu' limitato.
        E considerando che nessuna emittente fa niente
        del genere, che esiste una legislazione in merito
        e che i decoder non fanno partire chiamate senza
        il consenso dell'utente...il rischio è SOTTO
        ZERO.
        Chissà perché si sono scordati di scriverlo.E' vero ma prima di tutto non sappiamo quale evoluzione avra' questo sistema nei decoder, poi i decoder sono solo un esempio, sono molti altri i prodotti coinvolti e cio' che dovrebbe preoccupare sono l' attuale tendenza e le prospettive future. Si parte sempre con soluzioni "deboli" ma largamente diffuse, quando poi diventano "forti" ce le ritroviamo gia' piantate nel didietro credendo che siano ancora "deboli".... Infondo all' articolo si cita il caso di Sony-BMG... i casi sono 2 o non conosci il caso in questione o non hai alcun senso critico.Se fosse solo peggio per te non fregherebbe nulla a nessuno stai tranquillo ma da quello che scrivi nemmeno a te stesso, questo e' il bello. Sei un caso esemplare ma molto diffuso e questo e' un problema.... perche' il VOSTRO modo di pensare ed agire coinvolgera' anche chi non la pensa come VOI.==================================Modificato dall'autore il 20/01/2006 1.54.48
        • Anonimo scrive:
          Re: Vero ma pochi lo attaccano al telefo
          - Scritto da: Alessandrox
          - Scritto da: Anonimo


          Quindi il problema e' molto piu' limitato.

          E considerando che nessuna emittente fa niente

          del genere, che esiste una legislazione in
          merito

          e che i decoder non fanno partire chiamate senza

          il consenso dell'utente...il rischio è SOTTO

          ZERO.

          Chissà perché si sono scordati di scriverlo.
          E' vero ma prima di tutto non sappiamo quale
          evoluzione avra' questo sistema nei decoderMa che evoluzione vuoi che abbiano?Sono decoder, permettono un minimo di interattività con telecomando, migliore qualità video e audio 5.1.Se si occupa banda a sufficienza si arriva a trasmettere in alta definizione, ma niente di più.Che pensi, che dopo tutta la fatica fatta per farne comprare 3,6 milioni poi chiedano di cambiare decoder? Nemmeno ci pensano.
          , poi
          i decoder sono solo un esempio, sono molti altri
          i prodotti coinvolti e cio' che dovrebbe
          preoccupare sono l' attuale tendenza e le
          prospettive future. Si parte sempre con soluzioni
          "deboli" ma largamente diffuse, quando poi
          diventano "forti" ce le ritroviamo gia' piantate
          nel didietro credendo che siano ancora
          "deboli".... Infondo all' articolo si cita il
          caso di Sony-BMG.Questo è sbagliato. O meglio, l'esempio è sbagliato. La Sony vende proprio hardware. I decoder dtt sono aperti e prodotti da moltissimi produttori diversi. Le specifiche si trovano in rete. La cazzata fatta dalla Sony è pessima, ma non è riproducibile su Dtt.E' come se mi dicessi che è possibile installare virus con le distribuzioni linux. Immediatamente la cosa sarebbe scoperta.Quanto alle altre piattaforme, credi che la TIM, la Wind e gli altri abbiano intenzione di fregare soldi tramite telefonate sconosciute e non rese note agli utenti? Sai che ritorno pessimo di immagine?
          • Alessandrox scrive:
            Re: Vero ma pochi lo attaccano al telefo
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Alessandrox

            - Scritto da: Anonimo



            Quindi il problema e' molto piu' limitato.


            E considerando che nessuna emittente fa niente


            del genere, che esiste una legislazione in

            merito


            e che i decoder non fanno partire chiamate
            senza


            il consenso dell'utente...il rischio è SOTTO


            ZERO.


            Chissà perché si sono scordati di scriverlo.

            E' vero ma prima di tutto non sappiamo quale

            evoluzione avra' questo sistema nei decoder
            Ma che evoluzione vuoi che abbiano?F L A Ghttp://punto-informatico.it/cerca.asp?s=flag&B=CERCA&r=PIQuesta e' una *EVOLUZIONE* che certi soggetti vorrebbero applicata.Sono loro a dircelo/dirtelo... cosa vuoi ancora?Vuoi che ti mandino dei funzionari direttamente a casa tua con dei lucchetti? Piu' chiaro di cosi'... non so eh...

            , poi

            i decoder sono solo un esempio, sono molti
            altri

            i prodotti coinvolti e cio' che dovrebbe

            preoccupare sono l' attuale tendenza e le

            prospettive future. Si parte sempre con
            soluzioni

            "deboli" ma largamente diffuse, quando poi

            diventano "forti" ce le ritroviamo gia'
            piantate

            nel didietro credendo che siano ancora

            "deboli".... Infondo all' articolo si cita il

            caso di Sony-BMG.
            Questo è sbagliato. O meglio, l'esempio è
            sbagliato. La Sony vende proprio hardware. I
            decoder dtt sono aperti e prodotti da moltissimi
            produttori diversi. Le specifiche si trovano in
            rete. La cazzata fatta dalla Sony è pessima, ma
            non è riproducibile su Dtt.
            E' come se mi dicessi che è possibile installare
            virus con le distribuzioni linux. Immediatamente
            la cosa sarebbe scoperta.Rileggiti meglio il caso: Sony ha creato un SW che tramite i suoi CD/DVD installa nei PC degli utenti e a loro insaputa una bella ROOTKIT che poi e' molto difficile da togliere...questo era l' esempio solo SW.
            Quanto alle altre piattaforme, credi che la TIM,
            la Wind e gli altri abbiano intenzione di fregare
            soldi tramite telefonate sconosciute e non rese
            note agli utenti? Sai che ritorno pessimo di
            immagine?Non e' questo il punto.... i sistemi di controllo non sono fatti per questo ma appunto per....
      • bischero scrive:
        Re: Vero ma pochi lo attaccano al telefo
        - Scritto da: Anonimo

        Quindi il problema e' molto piu' limitato.
        E considerando che nessuna emittente fa niente
        del genere, che esiste una legislazione in merito
        e che i decoder non fanno partire chiamate senza
        il consenso dell'utente...il rischio è SOTTO
        ZERO.
        Chissà perché si sono scordati di scriverlo.Ma tu..... il decoder del DDT ce l'hai?
        • Anonimo scrive:
          Re: Vero ma pochi lo attaccano al telefo



          Quindi il problema e' molto piu' limitato.

          E considerando che nessuna emittente fa niente

          del genere, che esiste una legislazione in
          merito

          e che i decoder non fanno partire chiamate senza

          il consenso dell'utente...il rischio è SOTTO

          ZERO.

          Chissà perché si sono scordati di scriverlo.
          Ma tu..... il decoder del DTT ce l'hai?Ovviamente sì. Ne ho usati molti e di diverse marche.Non partono chiamate senza che l'utente abbia dato l'assenso. Nemmeno si aggiorna senza che si dia l'assenso. A meno di impostare l'aggiornamento automatico, ma quella è una scelta personale.
          • Anonimo scrive:
            Re: Vero ma pochi lo attaccano al telefo

            Ovviamente sì. Ne ho usati molti e di diverse
            marche.
            Non partono chiamate senza che l'utente abbia
            dato l'assenso.L'assenso al trattamento dei dati personali? In realtà non c'è modo di sapere quello che passa sul cavo (a meno di non ricorrere a qualche sistema hardware).
            Nemmeno si aggiorna senza che si
            dia l'assenso. A meno di impostare
            l'aggiornamento automatico, ma quella è una
            scelta personale.Beh e allora? Dai solo l'assenso a connetterti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Vero ma pochi lo attaccano al telefo
            - Scritto da: Anonimo


            Ovviamente sì. Ne ho usati molti e di diverse

            marche.

            Non partono chiamate senza che l'utente abbia

            dato l'assenso.
            L'assenso al trattamento dei dati personali? In
            realtà non c'è modo di sapere quello che passa
            sul cavo (a meno di non ricorrere a qualche
            sistema hardware).Certo che c'è. Che dati inserisci nel decoder? Solo il canale che stai guardando in quel momento. Ma appena cambi canale, la memoria si cancella. Non rimane traccia dei canali del giorni prima o della settimana prima. Quindi non è possibile inviare altre informazioni oltre quelle comuni: numero di telefono (disabilitabile), applicazione interattiva utilizzata (da sapere,altrimenti non possono darti il servizio), informazioni fornite dall'utente con telecomando...chissà quante info si possono inviare con un telecomando!

            Nemmeno si aggiorna senza che si

            dia l'assenso. A meno di impostare

            l'aggiornamento automatico, ma quella è una

            scelta personale.
            Beh e allora? Dai solo l'assenso a connetterti.Quando invii un post sul Forum di PI, dai l'assenso a che loro registrino il tuo IP.Sulle applicazioni interattive è prevista una nota sulla privacy. Se si va avanti si dà l'assenso a quanto c'è scritto sopra.E' quel che avviene per qualsiasi atto che metta in comunicazione un'impresa con un cliente.Si vede che non hai mai utilizzato un decoder dtt, né che hai mai letto una informativa sulla privacy.
      • Anonimo scrive:
        Re: Vero ma pochi lo attaccano al telefo

        esiste una legislazione in merito
        e che i decoder non fanno partire chiamate senza
        il consenso dell'utente...il rischio è SOTTO
        ZERO.Uff... perdonami il tono ma stai imbrattando il forum con la tua disinformazione !1)Della legislazione le aziende hanno uno strano concetto. (vedi Sony e simili)Ti assicuro che nonostante le leggi su privacy e sicurezza, sono pochissimi i casi sia nel settore privato che pubblico dove si possa parlare seriamente di rispetto della legge2)I decoder non hanno bisogno di far partire chiamate all'insaputa dell'utente (per quanto tecnicamente sia possibile ed infatti accade con l'autoaggiornamento)...E' sufficente inviare questi dati quando il canale di ritorno e' aperto in modo lecito dallo stesso utente.Esiste la PPV (anche se "attualmente" viene usato un sistema di credito offline, ma in futuro con abbonamenti o accrediti su carta di credito / conto corrente il canale di ritorno ci sara' eccome)Ed esiste l'interattivita' (come quella x il voto elettronico, per i servizi della P.A., etc....).Quindi concordo con le tue perplessita', ma il rischio non e' affatto SOTTO ZERO !Anzi... nel breve periodo assisteremo probabilmente ad un uso piu' consapevole delle potenzialita' del DTT ... sia da parte degli utenti che dei fornitori !
        • Anonimo scrive:
          Re: Vero ma pochi lo attaccano al telefo
          - Scritto da: Anonimo

          esiste una legislazione in merito

          e che i decoder non fanno partire chiamate senza

          il consenso dell'utente...il rischio è SOTTO

          ZERO.

          Uff... perdonami il tono ma stai imbrattando il
          forum con la tua disinformazione !

          1)
          Della legislazione le aziende hanno uno strano
          concetto. (vedi Sony e simili)
          Ti assicuro che nonostante le leggi su privacy e
          sicurezza, sono pochissimi i casi sia nel settore
          privato che pubblico dove si possa parlare
          seriamente di rispetto della leggeSe conosci tutti questi casi, perché non li porti all'attenzione del Garante?
          2)
          I decoder non hanno bisogno di far partire
          chiamate all'insaputa dell'utente (per quanto
          tecnicamente sia possibile ed infatti accade con
          l'autoaggiornamento)...Tecnicamente parlando...l'aggiornamento automatico è una scelta dell'utente. L'autoaggiornamento è disabilitabile. Così come è disabilitabile l'avvio di applicazioni interattive in tutti i decoder (eccetto a Humax).
          E' sufficente inviare questi dati quando il
          canale di ritorno e' aperto in modo lecito dallo
          stesso utente.Dati? Quali dati? Il canale guardato? Se usi una applicazione di c5 col canale di ritorno, ovvio che dall'altra parte sanno che stai usando l'applicazione di c5.E' come se tu ti preoccupassi di far sapere a PI che stai leggendo su PI nel momento in cui rispondi ad una domanda sul forum. Non c'è violazione della pricavy in questo.
          Esiste la PPV (anche se "attualmente" viene usato
          un sistema di credito offline, ma in futuro con
          abbonamenti o accrediti su carta di credito /
          conto corrente il canale di ritorno ci sara'
          eccome)Sulla base di che lo dici? Leggi il futuro?Intanto chi attualmente utilizza il canale di ritorno per gli acquisti è SKY...che sta notoriamente su SAT e NON su DTT. Chissà perché PI s'è dimenticato di menzionarlo. Astuti.
          Ed esiste l'interattivita' (come quella x il voto
          elettronico, per i servizi della P.A., etc....).ùQuindi?
          Anzi... nel breve periodo assisteremo
          probabilmente ad un uso piu' consapevole delle
          potenzialita' del DTT ... sia da parte degli
          utenti che dei fornitori !Mi piace che hai parlato di uso consapevole. PI invece parla di canale di ritorno nascosto...
  • Anonimo scrive:
    Che baggianata
    E quali sarebbero le applicazioni interattive che permetterebbero alle emittenti televisive di inviare senza richiesta e senza il consenso dell'utente informazioni riservate circa i propri gusti televisivi?La realtà è che NON ESISTONO. In primo luogo perché esiste una legge sulla privacy. Nessuna emittente si sognerebbe di far partire automaticamente delle telefonate dai decoder. E il decoder segnala ogni tentativo di connessione.Chi scrive si informa un po', prima di scrivere cavolate?Ma poi non si diceva che non esiste interattività, che non esiste il canale di ritorno???Ora d'un tratto esistono persino i biscottini?L'unica cosa che lontanamente si avvicina a quanto ipotizzato da PI è l'auditel gestito dalla Nielsen. Ma per entrare a far parte dell'auditel per il digitale terrestre è necessario fornire il consenso al trattamento dei propri dati sensibili. Inoltre per entrare a far parte della grande famiglia dell'auditel non può essere usato un comune decoder dtt finanziato coi soldi pubblici, bensì un decoder (gratuito fornito dalla società di rilevazione) su cui è installato un software particolare che permette appunto il rilevamento dei dati auditel.Per favore, informiamoci prima di scrivere articoli.
    • Alessandrox scrive:
      Re: Che baggianata
      - Scritto da: Anonimo
      E quali sarebbero le applicazioni interattive che
      permetterebbero alle emittenti televisive di
      inviare senza richiesta e senza il consenso
      dell'utente informazioni riservate circa i propri
      gusti televisivi?
      La realtà è che NON ESISTONO. In primo luogo
      perché esiste una legge sulla privacy. La stessa legge che (NON) ha impedito al rootkit di sony di installarsi nei PC? la stessa legge che condanna l' autore di Vierika ma se ne frega di Sony che "apparentemente legalmente" ha fatto molto di peggio?
      Nessuna
      emittente si sognerebbe di far partire
      automaticamente delle telefonate dai decoder. E
      il decoder segnala ogni tentativo di connessione.
      Chi scrive si informa un po', prima di scrivere
      cavolate?
      Ma poi non si diceva che non esiste
      interattività, che non esiste il canale di
      ritorno???

      Ora d'un tratto esistono persino i biscottini?Si esistono, sono utilizzati nella navigazione web.E non d' un tratto ma da almeno una decina d' annii
      L'unica cosa che lontanamente si avvicina a
      quanto ipotizzato da PI è l'auditel gestito dalla
      Nielsen. Ma per entrare a far parte dell'auditel
      per il digitale terrestre è necessario fornire il
      consenso al trattamento dei propri dati
      sensibili. Inoltre per entrare a far parte della
      grande famiglia dell'auditel non può essere usato
      un comune decoder dtt finanziato coi soldi
      pubblici, bensì un decoder (gratuito fornito
      dalla società di rilevazione) su cui è installato
      un software particolare che permette appunto il
      rilevamento dei dati auditel.E' vero che *attualmente* i sistemi di profilazione e tracciamento tramite i "canali di ritorno" sono sottoutilizzati ma infatti l' articolo non diche che ci stanno profilando, mette in guardia dalle potenzialita' che lo facciano perche' in altri ambiti (quello PC) gia' avviene normalmente; anzi avviene anche di peggio (rootkit). Nell' articolo si parla di *concrete possibilita'*, non a caso vengono citati i sistemi di TC implementati in HW che gia' cominciano ad essere commerciati.Come fai ad essere sicuro che NON verranno mai abusati? Chi o cosa ti da questa sicurezza? Mi piacerebbe saperlo grazie.==================================Modificato dall'autore il 20/01/2006 2.06.10
      • Anonimo scrive:
        Re: Che baggianata


        E quali sarebbero le applicazioni interattive
        che

        permetterebbero alle emittenti televisive di

        inviare senza richiesta e senza il consenso

        dell'utente informazioni riservate circa i
        propri

        gusti televisivi?

        La realtà è che NON ESISTONO. In primo luogo

        perché esiste una legge sulla privacy.
        La stessa legge che (NON) ha impedito al rootkit
        di sony di installarsi nei PC?Denunciali. E' tuo diritto. E' violazione della privacy.La legge c'è, le pene sono pure pesanti.

        Nessuna

        emittente si sognerebbe di far partire

        automaticamente delle telefonate dai decoder. E

        il decoder segnala ogni tentativo di
        connessione.

        Chi scrive si informa un po', prima di scrivere

        cavolate?

        Ora d'un tratto esistono persino i biscottini?
        Si esistono, sono utilizzati nella navigazione
        web.Esatto. Qui infatti hanno fatto un po' di confusione nell'articolo. Il dtt non ha mica un luogo fisico in cui salvare i biscottini.
        E' vero che *attualmente* i sistemi di
        profilazione e tracciamento tramite i "canali di
        ritorno" sono sottoutilizzati ma infatti l'
        articolo non diche che ci stanno profilando,
        mette in guardia dalle potenzialita' che lo
        facciano perche' in altri ambiti (quello PC) gia'
        avviene normalmente; anzi avviene anche di peggio
        (rootkit). Nell' articolo si parla di *concrete
        possibilita'*, non a caso vengono citati i
        sistemi di TC implementati in HW che gia'
        cominciano ad essere commerciati.Concreta possibilità è falso. Rischia solamente di portare panico nella gente disinformata.Dimmi un po' dove mai potrebbero essere salvati i biscottini su un decoder.E dimmi tu come potrebbe mai partire una chiamata se quasi nessuno collega il decoder al telefono.E dimmi che razza di pubblicità negativa avrebbero le emittenti che per assurdo facessero partire chiamate dal decoder senza informare gli utenti: sarebbe la loro morte. Senza dimenticare che i decoder prima di effettuare la chiamata chiedono conferma all'utente.
        • Alessandrox scrive:
          Re: Che baggianata
          - Scritto da: Anonimo


          E quali sarebbero le applicazioni interattive

          che


          permetterebbero alle emittenti televisive di


          inviare senza richiesta e senza il consenso


          dell'utente informazioni riservate circa i

          propri


          gusti televisivi?


          La realtà è che NON ESISTONO. In primo luogo


          perché esiste una legge sulla privacy.

          La stessa legge che (NON) ha impedito al
          rootkit

          di sony di installarsi nei PC?
          Denunciali. E' tuo diritto. E' violazione della
          privacy.
          La legge c'è, le pene sono pure pesanti.Personalmente non ho subito alcun danno ma chi ha causato i "danni" con vierika da chi e' stato denunciato?http://punto-informatico.it/p.asp?i=45808Perche' per l' autore di Vierika hanno proceduto d' ufficio mentre con sony occorre la denuncia di qualcuno? Me lo sai spiegare?


          Ora d'un tratto esistono persino i biscottini?

          Si esistono, sono utilizzati nella navigazione

          web.
          Esatto. Qui infatti hanno fatto un po' di
          confusione nell'articolo. Il dtt non ha mica un
          luogo fisico in cui salvare i biscottini."Fintanto che le minacce per la privacy sono realizzate tramite strumenti software..."Che GENIO che sei eh... ci voleva tanto a leggersi l' articolo?

          avviene normalmente; anzi avviene anche di
          peggio

          (rootkit). Nell' articolo si parla di *concrete

          possibilita'*, non a caso vengono citati i

          sistemi di TC implementati in HW che gia'

          cominciano ad essere commerciati.
          Concreta possibilità è falso. Rischia solamente
          di portare panico nella gente disinformata.
          Dimmi un po' dove mai potrebbero essere salvati i
          biscottini su un decoder.Infatti NON si parlava di cookies con il DTTRitenta.
          E dimmi tu come potrebbe mai partire una chiamata
          se quasi nessuno collega il decoder al telefono.E che ne sai se un giorno sara' obbligatorio collegarsi al telefono per avere determinati servizi? Potenzialmente TUTTO e' tecnicamente possibile. Gia' oggi per ottenere la registrazione di XP ti DEVI collegare ad internet... o NO?
          E dimmi che razza di pubblicità negativa
          avrebbero le emittenti che per assurdo facessero
          partire chiamate dal decoder senza informare gli
          utenti: sarebbe la loro morte. Senza dimenticare
          che i decoder prima di effettuare la chiamata
          chiedono conferma all'utente.E se fossero costruiti in modo da far partire chiamate senza che l' utente se ne accorga? E se diventasse obbligatorio e/o previsto dalla legge il collegamento?
          • Anonimo scrive:
            Re: Che baggianata


            Dimmi un po' dove mai potrebbero essere salvati

            i biscottini su un decoder.
            Infatti NON si parlava di cookies con il DTT
            Ritenta.Il titolo dell'articolo parla del DTT. Si è voluto accostare problemi dei pc (che hanno memoria di massa) con i decoder dtt (che non ce l'hanno).Leggi i vari post del forum...tutti a preoccuparsi della pruvacy del dtt...PI ha scritto un articolo in modo completamente sbagliato. Non ha spiegato che gli eventi pay vengono acquistati senza canale di ritorno del modem e che solo Sky su sat fa una cosa del genere.

            E dimmi tu come potrebbe mai partire una
            chiamata

            se quasi nessuno collega il decoder al telefono.
            E che ne sai se un giorno sara' obbligatorio
            collegarsi al telefono per avere determinati
            servizi? Potenzialmente TUTTO e' tecnicamente
            possibileTranne che il prendere informazioni riservate dai decoder. Non ci sono informazioni memorizzate! Riesci a capire che l'unica informazione può essere il numero di telefono di chi chiama e il canale guardato? L'identificativo del chiamante può essere disabilitato e il canale guardato è già chiaro nel momento in cui si utilizza una certa applicazione. Se sei voti il gf, è ovvio che sei su c5, non esiste su un altro canale il televoto.Che altre informazioni puoi inserire con un telecomando? E considera che appena cambi canale tutto viene cancellato.
            E se fossero costruiti in modo da far partire
            chiamate senza che l' utente se ne accorga? E se
            diventasse obbligatorio e/o previsto dalla legge
            il collegamento?E, ripeto, che razza di informazioni potrebbero mai inviare? Poi è il decoder a segnalare il tentativo di connessione.Vedi, sei uno di quelli che leggendo l'articolo, è stato indotto a credere che siano realtà delle fantasiose ricostruzioni di PI.
    • bischero scrive:
      Re: Che baggianata
      - Scritto da: Anonimo
      E quali sarebbero le applicazioni interattive che
      permetterebbero alle emittenti televisive di
      inviare senza richiesta e senza il consenso
      dell'utente informazioni riservate circa i propri
      gusti televisivi?
      La realtà è che NON ESISTONO. In primo luogo
      perché esiste una legge sulla privacy. Nessuna
      emittente si sognerebbe di far partire
      automaticamente delle telefonate dai decoder. E
      il decoder segnala ogni tentativo di connessione.Non so come funzioni il DDT, ma io sono riuscito a pagare il canone per la serie A senza modem e senza telefono.Magia? Telepatia? o forse più semplicemente un segnale di ritorno?
      • bischero scrive:
        Re: Che baggianata
        - Scritto da: bischero

        - Scritto da: Anonimo

        E quali sarebbero le applicazioni interattive
        che

        permetterebbero alle emittenti televisive di

        inviare senza richiesta e senza il consenso

        dell'utente informazioni riservate circa i
        propri

        gusti televisivi?

        La realtà è che NON ESISTONO. In primo luogo

        perché esiste una legge sulla privacy. Nessuna

        emittente si sognerebbe di far partire

        automaticamente delle telefonate dai decoder. E

        il decoder segnala ogni tentativo di
        connessione.

        Non so come funzioni il DDT, ma io sono riuscito
        a pagare il canone per la serie A senza modem e
        senza telefono.
        Magia? Telepatia? o forse più semplicemente un
        segnale di ritorno?Mi sa che potrei aver detto una caxxata.Forse è in impulso che arriva al decoder con dentro la card, insieme al segnale, e la carica del credito e non un segnale che esce.Boh?
        • Anonimo scrive:
          Re: Che baggianata



          E quali sarebbero le applicazioni interattive

          che


          permetterebbero alle emittenti televisive di


          inviare senza richiesta e senza il consenso


          dell'utente informazioni riservate circa i

          propri


          gusti televisivi?


          La realtà è che NON ESISTONO. In primo luogo


          perché esiste una legge sulla privacy. Nessuna


          emittente si sognerebbe di far partire


          automaticamente delle telefonate dai decoder.
          E


          il decoder segnala ogni tentativo di

          connessione.



          Non so come funzioni il DDT, ma io sono riuscito

          a pagare il canone per la serie A senza modem e

          senza telefono.

          Magia? Telepatia? o forse più semplicemente un

          segnale di ritorno?
          Mi sa che potrei aver detto una caxxata.
          Forse è in impulso che arriva al decoder con
          dentro la card, insieme al segnale, e la carica
          del credito e non un segnale che esce.Sì, giusto bravo!Quando acquisti degli eventi con Telecom, devi necessariamente avere un canale di ritorno, in particolare devi effettuare una telefonata da telefono fisso o cellulare, tramite la quale selezioni l'evento. Arriva via etere l'impulso a tutti i decoder e la tua scheda viene abilitata alla visione dell'evento.Con Mediaset invece non esiste nemmeno la necessità della chiamata. Il canale di ritorno non c'è. Si acquista un evento, il credito viene scalato dalla tessera (diversamente da quanto avviene per le sim dei cellulari in cui il credito è segnalato sui server del gestore telefonico). Appena il credito è stato scalato (ripeto, tutto avviene in locale), la tessera è abilitata alla visione dell'evento.Per la ricarica della tessera invece è necessario ricevere un "impulso" via etere. Anche qui non serve il modem interno al decoder. E non c'è alcun segnale di ritorno (se non la richiesta di ricarica effettuata al centro snai o altrove).
      • Anonimo scrive:
        Re: Che baggianata


        E quali sarebbero le applicazioni interattive
        che

        permetterebbero alle emittenti televisive di

        inviare senza richiesta e senza il consenso

        dell'utente informazioni riservate circa i
        propri

        gusti televisivi?

        La realtà è che NON ESISTONO. In primo luogo

        perché esiste una legge sulla privacy. Nessuna

        emittente si sognerebbe di far partire

        automaticamente delle telefonate dai decoder. E

        il decoder segnala ogni tentativo di
        connessione.
        Non so come funzioni il DDT, ma io sono riuscito
        a pagare il canone per la serie A senza modem e
        senza telefono.
        Magia? Telepatia? o forse più semplicemente un
        segnale di ritorno?Leggi le istruzioni...capirai che non c'è segnale di ritorno...accidenti alla disinformazione!
    • hdd scrive:
      "Baggianata"? vai, vai, troll.
      - Scritto da: AnonimoVai, vai, troll.
      • Anonimo scrive:
        Re: "Baggianata"? vai, vai, troll.
        molti mi sa che non hanno ben capito il concetto generale di "canale di ritorno" ...NON si intendeva solamente (anche se e' la piu ovvia e 'potente') la connessione al telefono.. ma in generale la potenza del mezzo atto a profilare l'utente sulle sue scelte..es:- il fatto che uno telefoni per comprare o meno un tal evento payperview / il fatto che il decoder riesca a scalare o meno sulla prepagata un evento (e sapra' anche di quale prepagata si tratta)- nessuno puo escludere che , coi DTT interattivi, via tel, mentre fai chiamare per votare il tal programma/quiz, compri il tal film/quadro/supercaxxola , non vengano mandati anche altri dati "interessanti" (es: con quali/quanti programmi hai interagito nella settimana/mese ecc). tanto sono info che occupano pochi byte e potrebbero benissimo stare nella flash/eprom/antani del DTT...(anzi se qualcuno mi segnala un qualche sito di reverse engineer di un DTT MHP qualunque... che non me ne sono mai capitati... :)
        • Anonimo scrive:
          Re: "Baggianata"? vai, vai, troll.

          - il fatto che uno telefoni per comprare o meno
          un tal evento payperview / il fatto che il
          decoder riesca a scalare o meno sulla prepagata
          un evento (e sapra' anche di quale prepagata si
          tratta)Altra cazzata. L'acquisto di eventi pay avviene off line. Non serve a nulla il canale di ritorno.L'acquisto avviene tranquillamente senza collegare il modem. Si vede che non ti sei informato proprio.
          - nessuno puo escludere che , coi DTT
          interattivi, via tel, mentre fai chiamare per
          votare il tal programma/quiz, compri il tal
          film/quadro/supercaxxola , non vengano mandati
          anche altri dati "interessanti" (es: con
          quali/quanti programmi hai interagito nella
          settimana/mese ecc). tanto sono info che occupano
          pochi byte e potrebbero benissimo stare nella
          flash/eprom/antani del DTT...Sul decoder dtt non vengono memorizzati dati di questo tipo. Se vuoi dimostrare il contrario, dammi un link in cui venga spiegato come si fa. Non esiste niente del genere.E prova a far memorizzare tutto quel che si è visto in una settimana...ti pare che bastino pochi byte? Sai quanto è un byte?Poi, come ti ho scritto sopra, gli eventi pay si acquistano senza l'utilizzo della connessione.Solo i decoder sat di Sky per permettere l'acquisto di eventi pay necessitano di collegare il modem del decoder alla linea telefonica.Altra cosa di cui PI si è dimenticata...in pratica ha addossato al dtt qualcosa che nella realtà viene fatto dal monopolista del satellite (SKY).
          • Anonimo scrive:
            Re: "Baggianata"? vai, vai, troll.
            - Scritto da: Anonimo

            - il fatto che uno telefoni per comprare o meno

            un tal evento payperview / il fatto che il

            decoder riesca a scalare o meno sulla prepagata

            un evento (e sapra' anche di quale prepagata si

            tratta)
            Altra cazzata. L'acquisto di eventi pay avviene
            off line. Non serve a nulla il canale di ritorno.
            L'acquisto avviene tranquillamente senza
            collegare il modem. Si vede che non ti sei
            informato proprio.Possono sempre profilare gli utenti in base ai rispettivi acquisti, ma non e' questo il punto

            - nessuno puo escludere che , coi DTT

            interattivi, via tel, mentre fai chiamare per

            votare il tal programma/quiz, compri il tal

            film/quadro/supercaxxola , non vengano mandati

            anche altri dati "interessanti" (es: con

            quali/quanti programmi hai interagito nella

            settimana/mese ecc). tanto sono info che
            occupano

            pochi byte e potrebbero benissimo stare nella

            flash/eprom/antani del DTT...
            Sul decoder dtt non vengono memorizzati dati di
            questo tipo. Se vuoi dimostrare il contrario,
            dammi un link in cui venga spiegato come si fa.
            Non esiste niente del genere.Qui ti interrompo perche stai commettendo una fallacia nel tuo ragionamento: Il fatto che non esista documentazione o che non se ne senta parlare non implica che i decoder non mantengano o inviino qualche dato, visto che tecnicamente è possibile e l'ardware-firmware-software sono proprietari e fanno uso pesante di crittografia, una implementazione quasi perfetta del DRM.Per dimostrare l'assoluta bontà di qesti dispositivi (che tu dai come per scontata) bisognerebbe dimostrare che il 100% dei prdouttori non utilizza e non utilizzerà in futuro tali tecniche.Ciò ovviamente non è dimostrabile, quindi almeno il dubbio resta.
            E prova a far memorizzare tutto quel che si è
            visto in una settimana...ti pare che bastino
            pochi byte? Sai quanto è un byte?Qui ti smentisco:07/01/0612.35.13 On12.35.56 1312.55.07 3315.08.43 76Fin qua siamo a 57 byte tenendo conto 1 lettera = 1 byte, puro ascii. Se usi un algoritmo su misura potrebbe venire fuori01011010001010100101111011010101101011001010101010010101010010100101000101010010110 bytePerò non sai cosa sono se non sai l'algoritmo.Puoi sempre rifiutarti di collegare il decoder al telefono, ma appena economicamente redditizio vedrai che ti verranno in contro , il decored farà tutto da solo, infatti stanno arrivando ora sul mercato dispositivi dotati di sim card (e quindi di terminale gsm integrato). Ma vi rendete conto? Avranno una connessione always on sulle nostre vite potenzialemte utilizzabile per ogni scopo.Se poi unite il concetto precedente alla notizia che in america vogliono introdurre chip nelle tv ed elettrodomestici addirittura illegali da rimuovere...La TV di orwell non sembra poi tanto lontano, diventa quantomeno "tecnicamente fattibile con hardware già in loco"Se poi mi vuoi dare del paranoico libero di farlo, ma ti fidi così ciecamente di queste multinazionali votate al profitto (che poi sono i tuoi soldi) con un potenziale strumento in mano?
          • Anonimo scrive:
            Re: "Baggianata"? vai, vai, troll.
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            - il fatto che uno telefoni per comprare o
            meno


            un tal evento payperview / il fatto che il


            decoder riesca a scalare o meno sulla
            prepagata


            un evento (e sapra' anche di quale prepagata
            si


            tratta)

            Altra cazzata. L'acquisto di eventi pay avviene

            off line. Non serve a nulla il canale di
            ritorno.

            L'acquisto avviene tranquillamente senza

            collegare il modem. Si vede che non ti sei

            informato proprio.
            Possono sempre profilare gli utenti in base ai
            rispettivi acquisti, ma non e' questo il puntoQuali acquisti?Acquisti tramite applicazioni interattive? Dove li vedi?C'è solo la pubblicità di Mediaworld, ma la transazione mica avviene tramite decoder.Stai applicando ad un decoder quello che avviene sul web. Il che significa che confondi i problemi della rete internet col dtt. Cosa che fa anche PI.
            Qui ti interrompo perche stai commettendo una
            fallacia nel tuo ragionamento: Il fatto che non
            esista documentazione o che non se ne senta
            parlare non implica che i decoder non mantengano
            o inviino qualche dato, visto che tecnicamente è
            possibile e l'ardware-firmware-software sono
            proprietari e fanno uso pesante di crittografia,
            una implementazione quasi perfetta del DRM.
            Per dimostrare l'assoluta bontà di qesti
            dispositivi (che tu dai come per scontata)
            bisognerebbe dimostrare che il 100% dei
            prdouttori non utilizza e non utilizzerà in
            futuro tali tecniche.
            Ciò ovviamente non è dimostrabile, quindi almeno
            il dubbio resta.Ancora non hai scritto quali strani dati potrebbero essere inviati. E, siccome stai ipotizzando che i decoder vengano utilizzati per inviare informazioni...spero tu sappia che è possibile avere il dettaglio delle chiamate.

            E prova a far memorizzare tutto quel che si è

            visto in una settimana...ti pare che bastino

            pochi byte? Sai quanto è un byte?
            07/01/06
            12.35.13 On
            12.35.56 13
            12.55.07 33
            15.08.43 76
            10 byteE ogni quanto dovrebbero essere inviati questi fantomatici dati? a tutte le ore del giorno?Dai, renditi conto che non esiste niente del genere.Se ne avessi informazione potresti rivolgerti al garante.Ma scommetto che le tue sono solo pure supposizioni...Di qualcosa che sta nella tua testa e nella testa di PI.
            Però non sai cosa sono se non sai l'algoritmo.???
            Puoi sempre rifiutarti di collegare il decoder al
            telefono, ma appena economicamente redditizio
            vedrai che ti verranno in contro , il decored
            farà tutto da solo, infatti stanno arrivando ora
            sul mercato dispositivi dotati di sim card (e
            quindi di terminale gsm integrato). Ma vi rendete
            conto? Avranno una connessione always on sulle
            nostre vite potenzialemte utilizzabile per ogni
            scopo.La tua è pura fantadecoder.Parli di hardware che nemmeno esiste in commercio, ipotizzando connessioni sempre in linea (e qui fai confuzione con adsl e cullulari).
      • Anonimo scrive:
        Re: "Baggianata"
        Vedo che non hai nulla da argomentare...Chi sarebbe il troll?E i moderatori qui che stanno a fare?
Chiudi i commenti