Pinterest, accuse di plagio

La popolare bacheca social finisce in tribunale: secondo l'accusa, idee e soluzioni tecniche sarebbero state rubate all'inventore dei progetti antesignani di Pinterest. Richiesto un risarcimento monetario

Roma – Pinterest sarebbe nato in seguito a un’operazione di plagio: è quanto sostiene tale Theodore F. Schroeder, il quale rivendica la paternità dell’idea che ha portato alla nascita del social network dedicato alle immagini.

Il cittadino del New Jersey ha così denunciato il primo investitore di Pinterest, Brian Cohen, suo partner d’affari nel 2007. Cohen, a detta di Schroeder , avrebbe rubato l’idea del socio e successivamente l’avrebbe implementata nella startup che ha dato i natali a Pinterest. Secondo quanto espresso nei documenti legali, le idee contenute nel progetto antesignano, chiamato Rendezvoo e poi Skoopwire, sarebbero state incorporate in Pinterest attraverso gli investimenti sostenuti da Cohen nel 2009.

Le funzioni presenti in Rendezvoo e poi trasferiti su Pinterest riguarderebbero diversi aspetti, tra cui le caratteristiche dell’interfaccia utente, la possibilità di condividere i propri interessi e i propri gusti con altri utenti, la possibilità di connettere prodotti simili.

La linea di accusa di Schroeder, così come espresso in un commento dal proprio avvocato, appare chiara: “è illegale rubare un’idea per proprio beneficio senza tenere conto della persona da cui essa provenga. In questo caso, il signor Cohen ha preso parte a un progetto imprenditoriale già esistente, per il quale il signor Schroeder aveva maggior interesse, successivamente appopriandosi senza permesso di idee, soluzioni, applicazioni per il Web e tecnologie”.

Una tesi del tutto priva di fondamento, secondo i responsabili della bacheca social, i quali, dunque, si preparano a sostenere le proprie ragioni nella battaglia legale. In caso di esito a favore dell’accusa, Pinterest dovrà pagare un risarcimento pari a 75mila dollari (oltre 56mila euro).

Cristina Sciannamblo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Enjoy with Us scrive:
    Un milione di euro?
    Alle tariffe farlocche di apple? O parliamo di valore reale della merce?
    • Sgabbio scrive:
      Re: Un milione di euro?
      (troll1)(troll1)(troll1)- Scritto da: Enjoy with Us
      Alle tariffe farlocche di apple? O parliamo di
      valore reale della
      merce?
    • Leguleio scrive:
      Re: Un milione di euro?
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Alle tariffe farlocche di apple? O parliamo di
      valore reale della
      merce?Né l'uno né l'altro. In casi di furti e rapine, i gestori gonfiano sempre, e di molto, la quantità e quindi il valore della merce presente. È rimasta famosa a Bergamo una rapina fatta ad una banca locale negli anni Settanta, refurtiva da 100 milioni di lire, la notizia viene data anche dalle radio libere. Arriva una telefonata durante il notiziario e viene mandata in diretta (all'epoca nessuno pensava a usare filtri di nessun tipo): "Non è vero! Erano molti di meno, 10 milioni, ma a me servivano!" gridava la voce dell'anonimo rapinatore. :-)Mai prendere alla lettera le cifre fornite in frangenti come questi.
  • Anonimo scrive:
    Ma è normale
    Quei giocattolini li vendono più cari dei diamanti, ormai le gioiellerie sono passate di moda... La moda è EpOl!!!1!!
    • Sgabbio scrive:
      Re: Ma è normale
      trollate scontante a parte, immagino che molta di quella rifurtiva, sarà venduta a prezzi stracciati su ebay.
      • bkah blah scrive:
        Re: Ma è normale
        Ma siamo sicuri che abbia valore un oggetto del genere?Suvvia... Apple avrà certamente i numeri seriali dei dispositivi rubati!Possono benissimo bloccare i terminali sia sulle reti telefoniche (blocco IMEI) sia sul sito Apple (appena uno si registra).Mettiamo che siano tutti iPhone, con un valore di circa 500 euro l'uno.Sono in totale circa 2000 dispositivi.Non così tanti in effetti.Secondo me li possono bloccare da remoto con facilità... se poi non lo fanno sono altri discorsi.
        • Giuda scrive:
          Re: Ma è normale
          guarda che li vendono a clienti apple, difficilmente potrebbero XXXXXXX un bambino ma stai sicuro che un cliente apple lo freghi
          • Certo certo scrive:
            Re: Ma è normale
            - Scritto da: Giuda
            guarda che li vendono a clienti apple,
            difficilmente potrebbero XXXXXXX un bambino ma
            stai sicuro che un cliente apple lo
            freghiGli anni passano ma tu rimani il nostro vecchio caro ambecilleeeeee.
        • Sgabbio scrive:
          Re: Ma è normale
          - Scritto da: bkah blah
          Ma siamo sicuri che abbia valore un oggetto del
          genere?
          Suvvia... Apple avrà certamente i numeri seriali
          dei dispositivi
          rubati!
          Possono benissimo bloccare i terminali sia sulle
          reti telefoniche (blocco IMEI) sia sul sito Apple
          (appena uno si
          registra).
          Mettiamo che siano tutti iPhone, con un valore di
          circa 500 euro
          l'uno.
          Sono in totale circa 2000 dispositivi.
          Non così tanti in effetti.
          Secondo me li possono bloccare da remoto con
          facilità... se poi non lo fanno sono altri
          discorsi.Iphone lo blocchi via imei, ma un ipad no. Tra l'altro bisogna vedere come se la sbrigheranno.
        • pietro scrive:
          Re: Ma è normale
          - Scritto da: bkah blah
          Ma siamo sicuri che abbia valore un oggetto del
          genere?
          Suvvia... Apple avrà certamente i numeri seriali
          dei dispositivi
          rubati!
          Possono benissimo bloccare i terminali sia sulle
          reti telefoniche (blocco IMEI) sia sul sito Apple
          (appena uno si
          registra).non solo li bloccano, riescono anche a rintracciarli con una buona accuratezza.E' il furto più scemo degli ultimi anni
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma è normale
            - Scritto da: pietro
            - Scritto da: bkah blah

            Ma siamo sicuri che abbia valore un oggetto del

            genere?

            Suvvia... Apple avrà certamente i numeri seriali

            dei dispositivi

            rubati!

            Possono benissimo bloccare i terminali sia sulle

            reti telefoniche (blocco IMEI) sia sul sito
            Apple

            (appena uno si

            registra).
            non solo li bloccano, riescono anche a
            rintracciarli con una buona
            accuratezza.
            E' il furto più scemo degli ultimi anniPotrebbe anche essere che l'autore di questo "furto" sia lo stesso che ha "smarrito" il prototipo dell'iphone al bar di cupertino...Pensa che colpo: pubblicita' gratuita su tutti i giornali e messaggio sublimibane che quei pezzi di ferraglia fatti in cina abbiano un qualche valore!
          • Leguleio scrive:
            Re: Ma è normale
            - Scritto da: panda rossa

            E' il furto più scemo degli ultimi anni

            Potrebbe anche essere che l'autore di questo
            "furto" sia lo stesso che ha "smarrito" il
            prototipo dell'iphone al bar di
            cupertino...Specifichiamo per i più distratti che i prototipi di telefonino con la mela morsicata erano due, iPhone 4G e iPhone 5, e che sarebbero stati smarriti rispettivamente al Gourmet Haus Staudt, bar tedesco a Redwood City, e al Cava 22, bar messicano a San Francisco. Nessun bar a Cupertino coinvolto, fin ad oggi; ma in futuro, chissà... mai porre un limite alla provvidenza del marketing. :-D
        • Aleb scrive:
          Re: Ma è normale
          L'acquirente su eBay non può riconoscere un prodotto rubato.
          • Leguleio scrive:
            Re: Ma è normale
            - Scritto da: Aleb
            L'acquirente su eBay non può riconoscere un
            prodotto
            rubato.Se l'acquirente scopre che il prodotto venduto tramite eBay è rubato, il sito di aste chiude immediatamente il conto dell'inserzionista. E credo che faccia anche una denuncia alla polizia, ma su queste procedure di eBay non so molto.
          • Aleb scrive:
            Re: Ma è normale
            Ho scritto quello che ho scritto perché, come saprai, esistono metodi efficacissimi per restare anonimi, quando si è dietro a uno schermo. In effetti, però, non so quanto sia facile farlo, se si cerca di vendere oggetti fisici su eBay.
  • attonito scrive:
    tutti all'eppol stor...
    tutti all'eppol stor... tutti all'eppol stor...tutti all'eppol stor...ma stavolta ci sono andati col piede di XXXXX, ehaahahhahahahaCri cri, sempre piu stringati i tuoi comiunucati. la prossima volta buttaci dentro anche Sidney e Tokio, altrimenti sembra di leggere un telegramma.
Chiudi i commenti