Pioneer: basta con i plasma da 42 pollici

L'annuncio dell'azienda, che intende ristrutturare il proprio ramo di business

Tokyo – Entro marzo 2009 Pioneer cesserà l’intera produzione di schermi al plasma da 42 pollici, quelli che oggi realizza nei suoi impianti di Kagoshima, in Giappone. L’idea del management è di focalizzarsi su schermi di maggiore ambizione, da 50 e più pollici, e di spostare la produzione in altri impianti.

Stando al quotidiano nipponico Asahi , Pioneer acquisterà gli schermi di dimensioni minori per mantenere la propria linea di offerta da partner di lungo corso come Panasonic o Hitachi.

Per Pioneer si tratta di una ristrutturazione che dovrebbe allontanarla dai rischi di perdite finanziarie dovute alle migliori performance nel comportato di Matsushita e LG Electronics. La speranza del produttore è che l’impianto di Kagoshima, acquistato da NEC negli scorsi anni, torni presto in mano alla stessa NEC.

La nuova strategia di Panasonic sul fronte delle televisioni hi-end sarà rivelata ufficialmente ai primi di marzo.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Wolf01 scrive:
    Ma allora...
    ...tutte quelle belle parole di EA "ci siamo pentiti di aver inglobato e fatto scomparire tante belle software house, alcune del calibro di westwood..." sono solo campate per aria?Quando la finiranno di voler distruggere tutto appropriandosi dell'operato altrui?Sono contento per il rifiuto di Take2, e spero che così sia per sempre.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 25 febbraio 2008 12.45-----------------------------------------------------------
Chiudi i commenti