Poste Italiane: istruttoria antitrust su Poste Energia

Poste Italiane: istruttoria antitrust su Poste Energia

L'autorità antitrust dovrà verificare se Poste Italiane ha impedito l'accesso agli uffici postali ai concorrenti nel mercato di energia elettrica e gas.
Poste Italiane: istruttoria antitrust su Poste Energia
L'autorità antitrust dovrà verificare se Poste Italiane ha impedito l'accesso agli uffici postali ai concorrenti nel mercato di energia elettrica e gas.

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) ha avviato un’istruttoria nei confronti di Poste Italiane, in quanto avrebbe impedito ai concorrenti di accedere alle rete e agli uffici postali per offrire servizi alternativi a Poste Energia. Contestualmente è stato avviato un procedimento per adottare eventuali misure cautelari.

Poste Italiane ostacola la concorrenza?

L’offerta Poste Energia viene commercializzata da PostePay S.p.A., società controllata da Poste Italiane, tramite la rete e gli uffici postali, di cui Poste Italiane ha disponibilità esclusiva, essendo concessionaria del servizio universale postale.

In base al comma 2-quater dell’art. 8 della legge n. 287 del 10 ottobre 1990, l’accesso alla rete e agli uffici postali deve essere consentito anche alle aziende concorrenti nello stesso mercato (in questo caso quello dell’energia elettrica e gas).

Tra giugno e luglio 2023, A2A Energia e Iren Mercato hanno chiesto l’accesso alle stesse risorse messa a disposizione di PostePay per commercializzare l’offerta Poste Energia. Tale richiesta è stata respinta da Poste Italiane, quindi Utilitalia ha inviato una segnalazione ad AGCM.

L’autorità antitrust ha avviato un’istruttoria per verificare se Poste Italiane ha ostacolato la concorrenza, dando un vantaggio competitivo alla sua controllata. Sfruttando i numerosi uffici postali, Poste Italiane può incrementare il numero di clienti di Poste Energia, alterando le dinamiche concorrenziali.

AGCM ha inoltre avviato un procedimento per valutare la sussistenza delle condizioni per l’adozione di misure cautelari, come richiesto dal segnalante, ovvero l’ordine di interrompere la commercializzazione dell’offerta Poste Energia o di garantire l’accesso agli operatori concorrenti. Il procedimento dovrà terminare entro il 19 luglio 2024.

L'offerta per te oggi è...

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione nel rispetto del codice etico. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.
Fonte: AGCM
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 8 feb 2024
Link copiato negli appunti