PowerPoint: l'IA di Presenter Coach si Windows, macOS, Android e iOS

PowerPoint: l'IA di Presenter Coach per tutti

L'assistente di PowerPoint che fornisce suggerimenti mirati utili a come migliorare le nostre presentazioni arriva in tutte le app.
L'assistente di PowerPoint che fornisce suggerimenti mirati utili a come migliorare le nostre presentazioni arriva in tutte le app.

Realizzare una presentazione è solo l'inizio, poi va condivisa e spiegata. Questo può creare qualche difficoltà se si giunge all'appuntamento non sufficientemente preparati. Lo sa bene Microsoft che in PowerPoint ha incluso la funzionalità Presenter Coach basata su un sistema che poggia su cloud e intelligenza artificiale.

Presenter Coach di PowerPoint anche su computer e dispositivi mobile

Come si può intuire già dal nome si tratta di un assistente in grado di ascoltarci mentre esponiamo le slide di un progetto per fornirci suggerimenti e consigli mirati, in tempo reale, così da migliorare la nostra efficacia. Ci fa notare ad esempio se ripetiamo troppo spesso un termine, se inciampiamo su un passaggio in particolare o commettiamo errori di pronuncia. Questa la descrizione fornita sulle pagine del sito ufficiale.

Presenter Coach è una delle funzionalità cloud avanzate di Microsoft 365 ed è basato su Microsoft Speech Services. Il contenuto vocale pronunciato dai relatori viene inviato a Microsoft per consentire l'erogazione di questo servizio. Per ulteriori informazioni, vedere Usare Office per lavorare in modo più intelligente.

La funzionalità Presenter Coach di Microsoft PowerPoint

Introdotta per la prima volta nel 2019 nella versione Web di PowerPoint, ora la funzionalità arriva anche sulle altre piattaforme con un rollout che interessa le app mobile di Android e iOS così come gli applicativi da installare in locale su computer Windows e macOS.

La funzionalità Presenter Coach di PowerPoint analizza anche la comunicazione non verbale

Tra le novità introdotte anche quella in grado di analizzare l'efficacia della comunicazione non verbale osservando l'utente attraverso la fotocamera o la webcam. Vengono considerati fattori come il contatto visivo con chi assiste alla presentazione. La fase di rollout è stata avviata e come sempre impiegherà qualche giorno per raggiungere tutti.

Fonte: Microsoft
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti