Project Jura, una CBDC transfrontaliera per Francia e Svizzera

Jura, CBDC transfrontaliera per Francia e Svizzera

Le banche centrali di Francia e Svizzera annunciando una collaborazione finalizzata a sperimentare l'impiego di una moneta digitale cross-border.
Le banche centrali di Francia e Svizzera annunciando una collaborazione finalizzata a sperimentare l'impiego di una moneta digitale cross-border.

Anche i paesi a noi più vicini guardano con interesse sempre maggiore alla possibilità di introdurre CBDC, monete digitali emesse dalle banche centrali. Oggi si ha notizia di una sperimentazione condotta in partnership da Francia e Svizzera, con lo scopo di dar vita a una valuta digitale che possa circolare liberamente in entrambi i territori.

Francia e Svizzera al lavoro su Project Jura

A Parigi e a Berna si lavora all'iniziativa al momento identificata dal nome in codice Project Jura, con l'obiettivo dichiarato di testare il regolamento transfrontaliero con due CBDC all'ingrosso e uno strumento finanziario digitale francese su una piattaforma Distributed Ledger Technology. Queste le parole di Andréa M. Maechler, membro della Direzione Generale della Banca Nazionale Svizzera.

È essenziale per le banche centrali essere al passo con gli sviluppi tecnologici. La Banca Nazionale Svizzera ha già allo studio, nell'ambito del Progetto Helvetia, il regolamento di attività tokenizzate tramite CBDC all'ingrosso. Siamo molto lieti di estendere l'analisi al contesto transfrontaliero partecipando a questa stimolante iniziativa.

In termini concreti, consisterà nello scambio dello strumento finanziario con euro digitali all'ingrosso tramite un meccanismo di regolamento di tipo “consegna contro pagamento” e nello scambio di euro digitali all'ingrosso con franchi digitali all'ingrosso in base al principio “pagamento contro pagamento”. A regolare le operazioni le banche domiciliate in Francia e Svizzera. Di seguito le parole di Sylvie Goulard, Vicegovernatore di Banque de France.

L'Eurosistema accoglie l'innovazione e si adegua alla forte spinta verso la digitalizzazione dei pagamenti. Banque de France è convinta dei potenziali vantaggi che una moneta digitale di banca centrale all’ingrosso può offrire in termini di massima sicurezza ed efficienza nelle operazioni finanziarie e l'anno scorso ha avviato un programma sperimentale per progredire in questo ambito. Siamo perciò lieti di poter condurre un importante studio sul regolamento
transfrontaliero, denominato Jura, in collaborazione con la Banca nazionale svizzera e l'Innovation Hub della Banca dei regolamenti internazionali.

Altri paesi hanno già avviato progetti finalizzati all'emissione di una Central Bank Digital Currency: tra questi il Regno Unito, il Ghana, la Svezia, la Cina e il Giappone.

Fonte: SHB (PDF)
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti