RegisterFly, dopo due anni l'ICANN si muove

Su un caso che ha fatto discutere e che per due anni ha visto crescere le proteste dei clienti del registrar, l'ICANN decide finalmente di prendere provvedimenti
Su un caso che ha fatto discutere e che per due anni ha visto crescere le proteste dei clienti del registrar, l'ICANN decide finalmente di prendere provvedimenti

San Francisco – È inconsueto leggere parole così dure in ICANN ma questa volta l’organizzazione che governa i domini Internet sembra voler agire con fermezza contro RegisterFly.com , ben noto registrar di domini accusato di truffe e raggiri da due anni da molti dei propri clienti .

Ora ICANN sembra intenzionato a far rispettare i suoi diritti di indagine : come gli altri domain registrar, RegisterFly deve aderire ad un set di regole, note come Registrar Accreditation Agreement (RAA) , che richiedono buona condotta e consentono ad ICANN di ispezionare le modalità commerciali del registrar.

ICANN, dopo aver inviato due propri ispettori presso RegisterFly, che non ha però consentito loro di esaminare le proprie documentazioni, ha annunciato una denuncia con la quale intende bloccare le attività del registrar e farsi consegnare la documentazione.

Non solo: ICANN ha anche presieduto un meeting telefonico con una serie di attività internet che operano con il registrar, attivando una procedura, Server-Delete-Prohibited , che impedirà a RegisterFly di cancellare o trasferire i domini. Va detto infatti che se la vicenda RegisterFly si protrae da mesi, è letteralmente esplosa in queste settimane quando il registrar ha comunicato che a causa dei propri problemi di gestione e finanziari la bellezza di 75mila domini sono stati cancellati.

La notizia dei controlli ICANN ha comunque galvanizzato la comunità di clienti RegisterFly, da tempo riunita nel sito Registerflies.com . In molti propongono una class-action contro il registrar.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

05 03 2007
Link copiato negli appunti