Registro italiano in Internet, il ritorno

Nella nuova lettera cartacea che sta arrivando a molti è contenuto l'impegno a pagare 958 euro l'anno per tre anni per l'iscrizione nei loro indici. Una clausola che potrebbe sfuggire a qualcuno

Roma – Da alcuni giorni in molti stanno segnalando a Punto Informatico il ritorno del già noto “Registro italiano in Internet”, denominazione sotto la quale la società tedesca DAD di Amburgo trasmette lettere cartacee agli italiani da diversi anni. Nella lettera, assai diversa rispetto a quelle che circolavano in passato e che avevano attirato l’attenzione di consumatori e Garante del mercato, la società editoriale propone alle aziende contattate di aggiornare i dati inseriti nel suo registro ma anche di pubblicare una inserzione che – avverte – “è soggetta a spese”.

la lettera

Per farlo, nella lettera inserisce un modulo come quello riprodotto qui sotto, in cui sono evidenziati i dati già in possesso di DAD e già inseriti nel suo registro. Subito sotto il modulo c’è la clausola Ordine , sotto la quale si trova l’indicazione dell’importo richiesto da DAD per l’inserimento dei dati modificati in quella che definisce inserzione, un importo di 958 euro . Una somma che DAD fatturerà a tutti coloro che invieranno l’ordine ogni anno per tre anni.

la lettera

La lettera fa anche esplicito riferimento al sito dedicato nel quale DAD parla di “registrazione di base gratuita”. Una novità sostanziale rispetto al passato e che nelle intenzioni dei promotori di questa iniziativa commerciale di direct mailing dovrebbe garantire che nessuno si impegni a pubblicare una inserzione da 958 euro l’anno senza sapere quello che sta facendo .

Alcuni utenti hanno segnalato che sul sito non è invece disponibile alcun riferimento al Codice sulla privacy italiano, sebbene in alcune pagine si faccia riferimento alla legislazione tedesca in materia di privacy. Nelle condizioni riportate sulla lettera cartacea, peraltro, si sostiene come il tutto ricada sotto l’ordinamento tedesco.

la lettera

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • FaxTheMad scrive:
    Ma funzionano sempre?
    Avevo letto da qualche parte che "gli stati solidi" avevano una certa capacità di scrittura limitata. Che a "x" scritte nella memoria, diventava inservibile... è vero?
    • attonito scrive:
      Re: Ma funzionano sempre?
      per sua natura, la memoria flash subisce un degrado fisico ogni volta che viene scritta. Il degrado e' minimo, ma moltiplicato "n" milioni di volte, significa che, prima o poi, quel particolare blocco di memoria flash non sara' piu' utilizzabile (non significa che TUTTO il disco flash sara' da puttare, semplicemente quel settore verra marcato come inutilizzabile). Ci sono degli algoritmi che distribuiscono la scrittura piu' o meno uniformemente in tutto lo spazio di memoria disponibile, evitando di far "bruciare" troppo presto la flash, consentendo un degrado omogeneo della memoria, allungandone cosi' la vita operativa.Per ulteriori info: http://it.wikipedia.org/wiki/Memoria_flash
      • Ricky scrive:
        Re: Ma funzionano sempre?
        "allungare il piu' possibile" ? Ovvero? giorni? mesi? anni?secoli?ere geologiche!? :)La cosa piu' interessante e' sapere se sti benedetti SSD ultraveloci hanno il problema di dover esistere con delle batteie che mantengono i dati, se cosi' fosse il rischio di perdere in un istante 250GB e oltre di dati e' piuttosto altino...
        • Xenon scrive:
          Re: Ma funzionano sempre?
          No, non devono rimanere alimentati, in quanto queste memorie, assunto uno stato di memorizzazione lo mantengono, fino alla prossima riscrittura.
        • gino scrive:
          Re: Ma funzionano sempre?
          w le cazzate senza sapere niente!!!le penne usb geniaccio si cancellano come le ram vero?
  • Pino scrive:
    "Sbarrata la strada?"
    "Sbarrata la strada agli SSD oltre i 256 GB"Più che sbarrata (come da sottotitolo) a me la strada sembra spianata... :$
Chiudi i commenti