Revenge porn, non tutto il nudo vien per nuocere

Le leggi che puniscono la pubblicazione di immagini intime senza il consenso del soggetto ritratto prestano il fianco agli abusi, se sono troppo generiche. E possono stridere con i diritti costituzionali

Roma – Le intenzioni della legge erano quelle di scoraggiare la circolazione di immagini di nudo postate per scherno e vendetta in Rete, il risultato potrebbe essere quello di etichettare come responsabile di un abuso sessuale colui che mostri a terzi o metta in circolazione una immagine innocua, capace di testimoniare eventi di cronaca, o classificabile come arte.

Nel turbinio delle iniziative adottate dentro e fuori dagli States per contenere il fenomeno del revenge porn e placare le apprensioni dei cittadini della Rete che gestiscono la propria immagine con troppa fiducia nei confronti delle persone con cui comunicano, l’impatto mediatico e la mano pesante del legislatore iniziano a scontrarsi con la realtà e con gli altri diritti che sono riconosciuti ai cittadini dalla Costituzione. A sollevare il problema , una coalizione di librerie, biblioteche, editori, giornali e fotografi rappresentata dall’ American Civil Liberties Union (ACLU): il testo della legge con cui l’Arizona ha scelto di contrastare il fenomeno del revenge porn si scontra con la possibilità di diffondere immagini di nudo che non arrechino alcun danno alla persona ritratta, comprimendo così la libertà di espressione e di informazione.

La legge dell’Arizona , infatti, condanna come un criminale e può punire con 3 anni e 9 mesi di carcere colui che “intenzionalmente riveli, diffonda, distribuisca, pubblichi, pubblicizzi o offra una fotografia” o altri tipi di immagine che ritraggano “un’altra persona in condizioni di nudità o nel momento in cui stia praticando delle attività sessuali” nel caso in cui “sa o dovrebbe sapere” che la persona ritratta non avrebbe acconsentito alla circolazione dell’immagine. Gli esempi citati da ACLU sono esplicativi: potrebbe essere ritenuto colpevole colui che diffonda immagini che testimonino atti di tortura, coloro i quali a fini educativi mostrino delle madri intente nell’ allattare al seno , familiari che condividano degli innocenti scatti di minori, vittime di abusi sessuali che chiamino a testimonianza le foto dell’assalitore catturate nel momento dell’aggressione.

Non si tratta evidentemente di immagine rese pubbliche con l’intento di arrecare gratuitamente danno alla persona ritratta, facendo leva sulla sua reputazione: eppure, la legge dell’Arizona non traccia alcun distinguo fra le intenzioni di chi si trovi a condividerle e fra le motivazioni che non hanno permesso di ottenere l’autorizzazione alla circolazione da parte del soggetto dell’immagine. Non si traccia inoltre alcun confine alla natura delle immagini : a contare è la nudità, anche quella rivelata da abiti troppo poco coprenti, e non il carattere pornografico o osceno. Ma il corpo umano è spesso fonte di ispirazione per opere d’arte, o può figurare nelle cronache quale testimonianza di fatti realmente accaduti.

La legge approvata dall’Arizona soffrirebbe dunque di numerose falle, che potrebbero rappresentare una condanna per cittadini che agiscano con le migliori intenzioni, e senza danneggiare la reputazione di nessuno. Per questo motivo, ACLU chiede che il testo venga analizzato alla luce della Costituzione, affinché venga eventualmente affinato, così da tutelare i diritti di coloro che operano nel pubblico interesse senza rinunciare a scoraggiare coloro che abusino di immagini che sfruttino l’intimità come uno strumento per ferire.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • lordalbert scrive:
    Mai più Samsung!
    - Scritto da: ottomano
    Peccato perchè ho un portatile Samsung comprato 1
    anno fa al prezzo di 600 che va una
    meraviglia!
    Probabilmente la gente si lascia incantare di più
    da ultrabook "fighi" che devi cambiare ogni due
    anni perchè nel frattempo la batteria è
    morta.Io direi "per fortuna!!".Possiedo un portatile Samsung pagato 1'000.Qualità dello schermo scadente. Case in alluminio, però alcuni profili sono in plastica. Seppur lo uso quasi sempre come desktop (e quindi lo porto poco in giro e non prendere mai urti), le poche parti in plastica si stanno rompendo tutte. Prima si crepano e poi si rompono.Le ventole vanno sempre troppo forti. Si surriscalda facilmente.Ho provato ad aprirlo... ma le viti sono bloccate col blocca filetto, e sono fatte di burro! Appena provo a svitarle, si spannano subito (perdendo la forma a croce, così non si possono più svitare).Pagato 1'000Mai più Samsung! Soprattutto negli smartphone, dove produce schifezze!
    • maxsix scrive:
      Re: Mai più Samsung!


      Mai più Samsung! Soprattutto negli smartphone,
      dove produce
      schifezze!Oh yes fratello !
      • collione scrive:
        Re: Mai più Samsung!
        almeno non si piegano in tasca (rotfl)
        • lordalbert scrive:
          Re: Mai più Samsung!
          - Scritto da: collione
          almeno non si piegano in tasca (rotfl)http://1.bp.blogspot.com/-mEERMyqxs2c/UHhPtyNAFpI/AAAAAAAAAQY/frB6FKXzwIY/s640/NOKIA+6720+CLASSIC+HARGA+RP.750.000.jpgDevo dire che, in 5 anni di utilizzo, non mi si è mai piegato. La batteria mi dura ancora 4-5 giorni. Non mi si è mai rotto lo schermo in mille pezzi cadendomi per terra.Ah... e FUNZIONA!!Ho posseduto uno smartphone Samsung, per 2 anni. 1 anno e mezzo dei quali l'ha passato in assistenza. Ritornava indietro con più problemi di quando lo spedivo. La rete... era instabile, non andava. Chiamavo e si interrompevano le chiamate. Lag incredibili. Crash.Sono tornato al mio precedente telefono nokia.E non è un caso isolato, conosco moltissime persone con stessi o più gravi problemi. Conosco anche una mia ex compagna di università che ora lavora alla Samsung, occupandosi di riparazione degli smartphone. Non voglio dilungarmi tanto, ma mi ha detto "ma perchè tutti quelli che sanno che lavoro faccio, iniziano ad insultare Samsung e a chiedermi dei problemi dei loro telefoni?!"
    • Fun Time scrive:
      Re: Mai più Samsung!
      http://www.alienware.com
  • ottomano scrive:
    Peccato
    Peccato perchè ho un portatile Samsung comprato 1 anno fa al prezzo di 600 che va una meraviglia!Probabilmente la gente si lascia incantare di più da ultrabook "fighi" che devi cambiare ogni due anni perchè nel frattempo la batteria è morta.
    • uTonto scrive:
      Re: Peccato
      pure samsung faceva ultrabook lol
    • Lollo scrive:
      Re: Peccato
      a me piacciono perché hanno tanti modelli con schermi opachi (per me un must) altri li fanno opachi sono in fascia biz
      • Abelardo Networks scrive:
        Re: Peccato
        Fratello!Ero convinto di essere il solo ad avere questa preferenza per "l'opaco" (non lucido) mi ero quasi convinto che la mia fosse una perversione. :
        • lordalbert scrive:
          Re: Peccato
          - Scritto da: Abelardo Networks
          Fratello!
          Ero convinto di essere il solo ad avere questa
          preferenza per "l'opaco" (non lucido) mi ero
          quasi convinto che la mia fosse una
          perversione.
          :- Scritto da: Abelardo Networks
          Fratello!
          Ero convinto di essere il solo ad avere questa
          preferenza per "l'opaco" (non lucido) mi ero
          quasi convinto che la mia fosse una
          perversione.
          :Anche io ho questa perversione!! Non sopporto lo schermo lucido!! E infatti, ho scelto un samsung solo per questo.Tra l'altro, un signore che conosco che gestisce un centro assistenza informatico, mi ha confermato la motivazione per cui tutti i produttori ora usano schermi lucidi: "Prendi un pannello lcd che fa schifo, ci metti sopra una lastra di vetro, e sembra un gran bel monitor! I colori sono più vivaci".Ormai, in ogni ramo, non si guarda più alla qualità, ma al diminuire il costo e al guadagnare il più possibile. Ergo per cui....E ripeto, schermi opachi a vita! E' uno dei primi criteri che adotto nella scelta di un portatile.
        • panda rossa scrive:
          Re: Peccato
          - Scritto da: Abelardo Networks
          Fratello!
          Ero convinto di essere il solo ad avere questa
          preferenza per "l'opaco" (non lucido) mi ero
          quasi convinto che la mia fosse una
          perversione.
          :Lo schermo e' solo quello antiriflettente. (geek)
        • sisko212 scrive:
          Re: Peccato
          No, no.. .non sei l'unico...Apple non li fa più, ed infatti il mio ultimo macbook del 2012 me lo tengo finchè campa...
        • ottomano scrive:
          Re: Peccato
          +1Dopo 4 anni "forzatamente" con schermi lucidi... sono tornato allo schermo opaco. Schermo opaco tutta la vita!
      • Davidoff scrive:
        Re: Peccato
        - Scritto da: Lollo
        a me piacciono perché hanno tanti modelli con
        schermi opachi (per me un must) altri li fanno
        opachi sono in fascia
        bizPurtroppo come molti qua sono abbastanza vecchio per ricordare i vecchi CRT, va bene la risoluzione era più bassa, ti cuocevano gli occhi (che ricordi un crt a fosfori verdi ad alta persistenza) ma non avevano i difetti dei blasonati lcd (non colpa della tecnologia in se ma dello scarso controllo di qualità). Entri in qualsiasi store di elettronica (dal negozietto alla catena) e vedi colori sparati a mille, linearità ridicola, pixel bruciati (fino ad 8 molte case anche blasonate non li passano in garanzia) quando un tempo con 2 subpixel si mandava al macero un intero lotto. Monitor con orrendi effetti moirè. Probabilmente ben pochi monitor attuali (ripeto non colpa della tecnologia) avrebbero passato i controlli di qualità degli anni 80 e 90.
        • Izio01 scrive:
          Re: Peccato
          - Scritto da: Davidoff
          - Scritto da: Lollo

          a me piacciono perché hanno tanti modelli con

          schermi opachi (per me un must) altri li fanno

          opachi sono in fascia

          biz

          Purtroppo come molti qua sono abbastanza vecchio
          per ricordare i vecchi CRT, va bene la
          risoluzione era più bassa, ti cuocevano gli occhi
          (che ricordi un crt a fosfori verdi ad alta
          persistenza) ma non avevano i difetti dei
          blasonati lcd (non colpa della tecnologia in se
          ma dello scarso controllo di qualità).
          Sarà, ma non sono per niente d'accordo.
          Entri in qualsiasi store di elettronica (dal
          negozietto alla catena) e vedi colori sparati a
          mille, linearità ridicola, pixel bruciati (fino
          ad 8 molte case anche blasonate non li passano in
          garanzia) quando un tempo con 2 subpixel si
          mandava al macero un intero lotto. Monitor con
          orrendi effetti moirè.

          Probabilmente ben pochi monitor attuali (ripeto
          non colpa della tecnologia) avrebbero passato i
          controlli di qualità degli anni 80 e 90.Guarda, io ricordo monitor a tubo catodico sfocati. E non solo il mio primo, economicissimo 14": il mio costoso Nec da 19" di svariati anni dopo aveva l'immagine deformata agli angoli - e gioca pure quanto vuoi con trapezoid e pincushion, non la metterai mai a posto.La qualità di un LCD da 200 euro con input digitale è, per quella che è la mia esperienza, infinitamente superiore a quella di un tubo catodico di costo tre volte superiore.Pixel bruciati? Mahhhh, credo di averne avuto UNO sul portatile vecchio.Poi oh, accetto che la vediamo diversamente: il mondo è bello perché è vario :)
          • meh scrive:
            Re: Peccato
            - Scritto da: Izio01
            - Scritto da: Davidoff

            - Scritto da: Lollo


            a me piacciono perché hanno tanti
            modelli
            con


            schermi opachi (per me un must) altri
            li
            fanno


            opachi sono in fascia


            biz



            Purtroppo come molti qua sono abbastanza
            vecchio

            per ricordare i vecchi CRT, va bene la

            risoluzione era più bassa, ti cuocevano gli
            occhi

            (che ricordi un crt a fosfori verdi ad alta

            persistenza) ma non avevano i difetti dei

            blasonati lcd (non colpa della tecnologia in
            se

            ma dello scarso controllo di qualità).



            Sarà, ma non sono per niente d'accordo.


            Entri in qualsiasi store di elettronica (dal

            negozietto alla catena) e vedi colori
            sparati
            a

            mille, linearità ridicola, pixel bruciati
            (fino

            ad 8 molte case anche blasonate non li
            passano
            in

            garanzia) quando un tempo con 2 subpixel si

            mandava al macero un intero lotto. Monitor
            con

            orrendi effetti moirè.



            Probabilmente ben pochi monitor attuali
            (ripeto

            non colpa della tecnologia) avrebbero
            passato
            i

            controlli di qualità degli anni 80 e 90.

            Guarda, io ricordo monitor a tubo catodico
            sfocati. E non solo il mio primo, economicissimo
            14": il mio costoso Nec da 19" di svariati anni
            dopo aveva l'immagine deformata agli angoli - e
            gioca pure quanto vuoi con trapezoid e
            pincushion, non la metterai mai a
            posto.
            La qualità di un LCD da 200 euro con input
            digitale è, per quella che è la mia esperienza,
            infinitamente superiore a quella di un tubo
            catodico di costo tre volte
            superiore.
            Pixel bruciati? Mahhhh, credo di averne avuto UNO
            sul portatile
            vecchio.
            Poi oh, accetto che la vediamo diversamente: il
            mondo è bello perché è vario
            :)io invece sono parzialmente d'accordo con entrambi:1. I CRT erano sferoidali con immagine sempre deformata (ho avuto anch'io un NEC sfocato! venduto subito).2. Gli LCD hanno una resa cromatica ridicola: * negli schermi TN varia con l'angolo d'osservazione * stessa cosa negli schermi IPS limitatamente al nero (che abbaglia) * negli schermi SVPA i colori sbiadiscono in base all'angolo (e comunque non li fanno più o sono diventati molto rari)In entrambe le categorie c'è roba di alta e bassa qualità ma i difetti di cui sopra, in misura diversa, ci sono lo stesso
          • meh scrive:
            Re: Peccato
            - Scritto da: meh
            - Scritto da: Izio01

            - Scritto da: Davidoff


            - Scritto da: Lollo



            a me piacciono perché hanno tanti

            modelli

            con



            schermi opachi (per me un must) altri

            li

            fanno



            opachi sono in fascia



            biz





            Purtroppo come molti qua sono abbastanza

            vecchio


            per ricordare i vecchi CRT, va bene la


            risoluzione era più bassa, ti cuocevano gli

            occhi


            (che ricordi un crt a fosfori verdi ad alta


            persistenza) ma non avevano i difetti dei


            blasonati lcd (non colpa della tecnologia
            in

            se


            ma dello scarso controllo di qualità).






            Sarà, ma non sono per niente d'accordo.




            Entri in qualsiasi store di elettronica
            (dal


            negozietto alla catena) e vedi colori

            sparati

            a


            mille, linearità ridicola, pixel bruciati

            (fino


            ad 8 molte case anche blasonate non li

            passano

            in


            garanzia) quando un tempo con 2 subpixel si


            mandava al macero un intero lotto. Monitor

            con


            orrendi effetti moirè.





            Probabilmente ben pochi monitor attuali

            (ripeto


            non colpa della tecnologia) avrebbero

            passato

            i


            controlli di qualità degli anni 80 e 90.



            Guarda, io ricordo monitor a tubo catodico

            sfocati. E non solo il mio primo, economicissimo

            14": il mio costoso Nec da 19" di svariati anni

            dopo aveva l'immagine deformata agli angoli - e

            gioca pure quanto vuoi con trapezoid e

            pincushion, non la metterai mai a

            posto.

            La qualità di un LCD da 200 euro con input

            digitale è, per quella che è la mia esperienza,

            infinitamente superiore a quella di un tubo

            catodico di costo tre volte

            superiore.

            Pixel bruciati? Mahhhh, credo di averne avuto
            UNO

            sul portatile

            vecchio.

            Poi oh, accetto che la vediamo diversamente: il

            mondo è bello perché è vario

            :)

            io invece sono parzialmente d'accordo con
            entrambi:

            1. I CRT erano sferoidali con immagine sempre
            deformata (ho avuto anch'io un NEC sfocato!
            venduto
            subito).

            2. Gli LCD hanno una resa cromatica ridicola:
            * negli schermi TN varia con l'angolo
            d'osservazione
            * stessa cosa negli schermi IPS limitatamente al
            nero (che
            abbaglia)
            * negli schermi *SVPA i colori sbiadiscono in
            base all'angolo (e comunque non li fanno più o
            sono diventati molto
            rari)

            In entrambe le categorie c'è roba di alta e bassa
            qualità ma i difetti di cui sopra, in misura
            diversa, ci sono lo
            stesso*S-PVA
          • lordalbert scrive:
            Re: Peccato
            - Scritto da: meh

            2. Gli LCD hanno una resa cromatica ridicola:
            * negli schermi TN varia con l'angolo
            d'osservazione
            * stessa cosa negli schermi IPS limitatamente al
            nero (che
            abbaglia)
            * negli schermi SVPA i colori sbiadiscono in
            base all'angolo (e comunque non li fanno più o
            sono diventati molto
            rari)A proposito...Negli schermi lcd moderni, se lo stesso div di un sito lo vedo nella parte dello schermo, lo vedo di un colore. Se invece lo vedo nella parte bassa dello schermo, ha un colore diverso. Spostando (scorrendo la pagina) noto che cambia colore. Credo perchè cambia, leggerissimamente, l'angolo di visuale. E' a dir poco oscena questa cosa! Secondo me inammissibile!!Quando darei per avere prodotti di qualità.... Ormai stanno scomparendo tutti!!
          • perno scrive:
            Re: Peccato
            - Scritto da: lordalbert
            Credo perchè cambia, leggerissimamente, l'angolo
            di visuale. E' a dir poco oscena questa cosa!
            Secondo me
            inammissibile!!

            Quando darei per avere prodotti di qualità....
            Ormai stanno scomparendo
            tutti!!se ti piace spendere c'è sempre EIZO che fa ottimi monitor
          • MicroShit Supporter scrive:
            Re: Peccato
            Vero.Ne ho due, costano un botto ma la differenza si vede.
Chiudi i commenti