RIM, nuovi BlackBerry e tastiere virtuali

La canadese avrebbe pronti due nuovi smartphone basati sulla prossima versione del suo OS, uno dei quali senza tastiera fisica. RIM conferma, e smonta le chiacchiere sullo scorporo del business hardware
La canadese avrebbe pronti due nuovi smartphone basati sulla prossima versione del suo OS, uno dei quali senza tastiera fisica. RIM conferma, e smonta le chiacchiere sullo scorporo del business hardware

Il momento della verità per Research In Motion (RIM) è prossimo, e la canadese punta una buona fetta delle sue speranze facendosi contagiare dai trend di mercato tutti incentrati sul touch, anche per la messaggistica.

Che RIM fosse al lavoro su uno smartphone multi-touch con tastiera virtuale era un fatto già noto , e ora una immagine pubblicata in rete mostrerebbe i primi due dispositivi basati su OS BlackBerry 10: il nuovo sistema debutterà sul mercato con un handset serie L e uno serie N.

Lo smartphone serie L di RIM dovrebbe essere quello con la tastiera virtuale, schermo OLED con risoluzione 768×1280 e densità di pixel di 356 PPI (ampiezza schermo di 55 mm), mentre quello serie N dovrebbe avere uno schermo (sempre OLED) con risoluzione 720×720 e densità di pixel da 330 PII (ampiezza di 52 o 53 mm).

La commercializzazione dei primi BlackBerry basati su OS 10 è prevista per agosto, dicono le indiscrezioni, e a parziale conferma della loro veridicità interviene anche RIM anticipando che il primo handset BB 10 non avrà i tasti fisici per la digitazione.
RIM continuerà a supportare lo standard QWERTY perché si tratta di una funzionalità richiesta dai clienti, dice la società canadese.

E la paventata possibilità che si arrivi a uno scorporo del business hardware da quello networking è solo una “stupida fantasia”, dicono fonti non (ancora) precisate all’interno dell’azienda.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

26 06 2012
Link copiato negli appunti