RIM, risultati sotto le aspettative

La canadese riferisce di risultati in discesa e perdite consistenti nei ricavi, nondimeno scommette su BlackBerry 7 e PlayBook per un futuro un po' meno cupo

Roma – Research In Motion è costretta ancora una volta a fare i conti con condizioni di mercato sfavorevoli: i risultati dell’ultima trimestrale dell’anno fiscale parlano di profitti ridotti di un ragguardevole 47% – pari a 497 milioni di dollari contro i 797 dello stesso periodo dell’anno scorso.

Giù anche i ricavi complessivi scesi a 4,2 miliardi di dollari, meno 10% dall’ultimo trimestre e meno 15% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. RIM dice di essere soddisfatta della risposta del mercato a BlackBerry 7, un nuovo prodotto che ha “suscitato interesse” nei consumatori.

Molto al di sotto della aspettative è stata invece la performance di PlayBook, il tablet che era partito benino e si è un po’ perso per strada: nel secondo trimestre dell’anno fiscale RIM ha piazzato 200mila tavolette contro le 500mila commercializzate nel trimestre precedente.

PlayBook già sulla strada della dismissione? Niente affatto: RIM riafferma la fiducia nel suo tablet promettendo un sostanzioso upgrade software nei prossimi mesi. Per invogliare i consumatori all’acquisto, inoltre, la società pensa a incentivi e sconti utili a ridurre in maniera indiretta il costo del tablet.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • fagotto scrive:
    Poco male
    Per chi volesse, ci sono tonnellate di emulatori tanto per Android che per iOS.
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Poco male
      contenuto non disponibile
      • Anonimissim o scrive:
        Re: Poco male
        Direi che alla fine di questo intervento potevi scrivere "IMHO".Perchè di fatto quello che affermi è piuttosto opinabile.....
      • Ego scrive:
        Re: Poco male
        - Scritto da: unaDuraLezione
        - Scritto da: fagotto

        Per chi volesse, ci sono tonnellate di
        emulatori

        tanto per Android che per

        iOS.

        Se ti accontenti di veder girare le immagini, sì.
        Ma, anche se l'emulazione fosse accurata e veloce
        al 100%, una qualsiasi l'esperienza ludica si
        basa
        *sull'interazione*.
        E per interagire con precisione bisogna avere
        feeling perfetto con i controlli. Un emulazione
        touch di controlli fisici (sistema usato dal 99%
        dei titoli Nintendo) distrugge sistematicamente
        tale
        feeling.io uso un gamepad nintendo ed emulatore n64oid su galaxy s e ci gioco a ocanina of time, non è la stessa cosa ma decisamente molto meglio che mettersi a tappare sullo schermo, un lavoro di un paio d'ore a seguire una guida ed effettuare un piccolo hack al gamepad, altrimenti ci stanno gamepad pronti per i dispositivi android alcuni simili come stile allo snes altrimenti il solito zeemote va bene
  • Al3xI98O scrive:
    A quando...
    uno smartphone Android di Nintendo?
  • Alessio Landolina scrive:
    Certo
    Certo ed ha completamente ragione, poi consideriamo che i giochi smartphone sono di una qualità leggermente tanto più bassa XD
Chiudi i commenti