RIM sfiderà iPad nel 2011

Il prossimo anno potrebbe entrare nell'arena dei tablet anche Research in Motion con un tablet basato sulla piattaforma BlackBerry. Una piattaforma che, più d'ogni altra, potrebbe rivaleggiare direttamente con quella di Apple

Roma – La febbre da tablet sembra aver contagiato anche il più compassato tra i produttori di smartphone, Research in Motion (RIM), che secondo le indiscrezioni starebbe lavorando ad una tavoletta digitale con schermo da 8,9 pollici.

Secondo le fonti il dispositivo avrà dimensioni più compatte e un profilo più sottile rispetto all’iPad di Apple, ma ciò che più lo distinguerà dai suoi concorrenti sarà il sistema operativo. Per il suo pad l’azienda canadese avrebbe infatti scelto il suo BlackBerry OS o, quanto meno, un derivato: le voci parlano di un sistema operativo “pienamente compatibile con BlackBerry OS” e capace di fornire lo stesso livello di funzionalità.

Alla base del prodotto potrebbe esserci l’imminente BlackBerry OS 6.0 , il cui rilascio è stato recentemente annunciato per il terzo trimestre dell’anno in corso. La rinnovata piattaforma software di RIM introdurrà migliorie e novità praticamente essenziali per i tablet, quali il supporto a risoluzioni grafiche più elevate, un web browser degno di un PC desktop, e gesture multi-touch quali il pinch to zoom .

Ashok Kumar, analista finanziario presso Rodman Renshaw, ha dichiarato a TheStreet.com che lo slate di RIM si rivolgerà a un pubblico più vasto di quello tipicamente corteggiato dai suoi smartphone business-oriented. Se così sarà, un tablet ultrasottile basato su un sistema operativo maturo, leggero e blindato come BlackBerry potrebbe rivaleggiare con iPad in modo molto più diretto ed efficace di quanto possano fare dispositivi basati sul pingue Windows 7 o sull’ancora selvatico Android.

L’ipotetica sfida, però, non avverrà tanto presto: il primo tablet di RIM, che alcuni indicano con il nome in codice BlackPad e altri con quello di Cobalt , è atteso sul mercato non prima del 2011. L’evento in cui sarà probabilmente presentato al mondo è il Wireless Enterprise Symposium 2011, che si terrà nel corso della primavera del prossimo anno.

Alessandro Del Rosso

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Joliet Jake scrive:
    The Google Bay
    Non scordatevi di:http://www.thepirategoogle.com/ p)
    • Gianni scrive:
      Re: The Google Bay
      Il paragone non regge: Google indicizza i siti dove vengono ospitati i file .torrent (come tutto il web, del resto); mentre Pirate Bay & Company offrono il download diretto di suddetti file (oppure il collegamento magnetico), necessari per scaricare file illegali.
  • nOra scrive:
    Distinguo
    "Se questa tesi fosse accettata, se il diritto di link venisse riconosciuto, osserva qualcuno pur facendo i debiti distinguo, il caso The Pirate Bay e la sua condanna in qualità di motore di ricerca di potrebbero tornare ad essere dibattuti"In realtà TPB non è un motore di ricerca ma un tracker site, due cose decisamente diverse tra loro... i distinguo ci voglio eccome!
    • Wolf01 scrive:
      Re: Distinguo
      Non più, si è separato dalla parte tracker diventando un semplice motore di ricerca per torrent
      • nOra scrive:
        Re: Distinguo
        - Scritto da: Wolf01
        Non più, si è separato dalla parte tracker
        diventando un semplice motore di ricerca per
        torrentMa la condatta fu comminata perchè era un tracker e non un semplice motore di ricerca!
        • Sgabbio scrive:
          Re: Distinguo
          Sempre un motore di ricerca è solo che cerca una tipologia specifica.
          • nOra scrive:
            Re: Distinguo
            - Scritto da: Sgabbio
            Sempre un motore di ricerca è solo che cerca una
            tipologia
            specifica.Ora, ma prima no...
          • Sgabbio scrive:
            Re: Distinguo
            Anche prima, perchè alla fine i contenuti te li dovevi cercare. Poi TPB non aveva materialmente alcun file che fanno arrabbiare le major.
    • marco scrive:
      Re: Distinguo
      Mi spieghi la differenza tra un tracker e un motore di ricerca alla google o bing ?
      • nOra scrive:
        Re: Distinguo
        - Scritto da: marco
        Mi spieghi la differenza tra un tracker e un
        motore di ricerca alla google o bing
        ?Ma devo spiegartelo io? Fai prima a cercartelo!http://en.wikipedia.org/wiki/BitTorrent_trackerhttp://en.wikipedia.org/wiki/Internet_searchBanalmente: un tracker è un server che mette in comunicazione diversi PC,un motore di ricerca è una sorta di pagine gialle, e ovviamente non mette in comunicazione diversi PC.
        • marco scrive:
          Re: Distinguo
          Capito.Pero' se invece metto su un sito con una semplice lista di file .torrent , che differenza c'e' con un motore di ricerca ? Oppure , se l'elenco e' composto da link che puntano a server esterni che magari hanno materiale copyright , che differenza c'e' con un motore di ricerca ? Ancora , che differenza c'e' tra mettere in contatto 2 o piu' pc con un tracker , invece che con un link ?
          • nOra scrive:
            Re: Distinguo
            - Scritto da: marco
            Capito.

            Pero' se invece metto su un sito con una semplice
            lista di file .torrent , che differenza c'e' con
            un motore di ricerca ?


            Oppure , se l'elenco e' composto da link che
            puntano a server esterni che magari hanno
            materiale copyright , che differenza c'e' con un
            motore di ricerca ?


            Ancora , che differenza c'e' tra mettere in
            contatto 2 o piu' pc con un tracker , invece che
            con un link
            ?C'è molta differenza, sia tecnica che giuridica.Ad ogni modo per rispondere a tutti i punti che hai sollevato i motori di ricerca come Google/Bing/Yahoo ecc... indicizzano l'intero WWW e nel momento in cui si vedono ricevere una richiesta di rimozione per link in violazione dei diritti di proprietà intellettuale, ognuno secondo le proprie policy, rimuovono tali link (come anche citato nell'articolo).Siti, forum, ecc... che raccolgono esclusivamente link ai contenuti sopracitati non rimuovono niente e la loro attività principale è quella di facilitare l'acXXXXX a contenuti condivisi senza autorizzazione.Spero renda l'idea.
          • marco scrive:
            Re: Distinguo
            E' solo tecnica , non logica o giuridica.Questo e' il punto. Potrebbero benissimo comunicare al tracker di rimuovere il link al materiale illecito , invece di considerarlo parte dell'illecito.O si stabilisce per legge che non e' possibile dare informazioni su contenuti illegali attraverso qualsiasi forma , oppure tutti sono sullo stesso piano ( motori e tracker ). Non si puo' differenziare la cosa solo dal punto di vista tecnico.altro esempio :perche' e' reato guardare una foto pedoXXXXXgrafica e non lo e' guardare una rapina in corso ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Distinguo
            Toh -
            http://www.overlex.com/leggiarticolo.asp?id=1328è un'interpretazione dell'attuale normativa fatta da un'avv.ssa, ma sembra fondata su basi solide, precisa e circostanziata.e, comunque, stare a guardare una rapina così per curiosità senza avvertire le autorità, mi pare che costituisca "omissione di soccorso" (per gli ostaggi, in caso ce ne fossero), e "mancata notifica di reato".poi, ovviamente, se eri lì solo di passaggio nessuno avrà mai niente da ridire; ma se proprio qualcuno ti vuole accusare di qualcosa, di cavilli e leggi ce ne sono a bizzeffe, specie in Italia... dove siamo famosi per avere il più alto numero di leggi e codici tra le democrazie occidentali.
          • Joshthemajor scrive:
            Re: Distinguo
            Solitamente le immagini dei bambini nudi non ti cadono sugli occhi, come tu del resto non cadi in una rapina...Per il resto, io capisco pro e contro della pirateria, dunque scarico e compro.
Chiudi i commenti