Samsung e Amazon fanno evolvere HDR

HDR10+ resta uno standard aperto e sfrutta metadati dinamici, anziché statici, per migliorare il contrasto e i colori nei televisori UHD
HDR10+ resta uno standard aperto e sfrutta metadati dinamici, anziché statici, per migliorare il contrasto e i colori nei televisori UHD

È nato lo standard HDR10+ , frutto della collaborazione fra Samsung Electronics e Amazon Video: si tratta di un aggiornamento dello standard aperto HDR che sfrutta metadati dinamici per migliorare il contrasto e i colori negli apparecchi televisivi predisposti, in particolare, con l’aggiunta del Dynamic Tone Mapping.

Descrizione immagine standard aperto , incorpora metadati dinamici che consentono dunque un’alta gamma dinamica, impostando i livelli di luminosità scena per scena, o anche quadro per quadro.

Tutti i tv UHD Samsung 2017, compresa la linea QLED, supportano HDR10+. Nel secondo semestre di quest’anno, anche i televisori UHD della gamma 2016 potranno essere aggiornati a HDR10+ tramite un update del firmware.

“Siamo entusiasti di essere il primo operatore di servizi streaming a lavorare con Samsung per rendere HDR10+ disponibile su Prime Video in tutto il mondo entro quest’anno”, ha dichiarato Greg Hart, Vice Presidente a livello globale di Amazon Video.
Samsung e Amazon Video hanno portato l’HDR sul mercato nel maggio 2015, utilizzando lo standard aperto HDR10: dagli studios di Hollywood ai produttori mondiali di tv, a dire di Samsung HDR10 è oggi il principale standard e il più largamente utilizzato.

Samsung ha stretto partnership anche con altre aziende per distribuire contenuti HDR10+ e creare un ecosistema HDR: Colorfront per migliorare la post produzione; MulticoreWare per la completa integrazione del supporto HDR10+ nello standard HEVC (H.265).

Nell’ affollato mondo degli standard per i contenuti video, HDR10, soprattutto con l’evoluzione HDR10+, compete con il corrispettivo proprietario Dolby Vision e con Hybrid-log Gamma (proposto dalla BBC e dalla giapponese NHK), che gode del supporto di JVC, Panasonic, Philips e Sony.

Pierluigi Sandonnini

target=”_blank”>fonte immagine

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti