The Wall, qualità e quantità per la digital signage

Un modulo da 75 pollici componibile a piacimento per ottenere intere pareti ad alto impatto comunicativo: Samsung presenta al CES 2019 The Wall.

The Wall, qualità e quantità per la digital signage

Il digital signage giunge ad un nuovo livello. Ad alzare l’asticella è Samsung, che al CES 2019 presenta “The Wall“, nuova tecnologia in grado di offrire risultati eclatanti proprio laddove la qualità dell’immagine può fare la differenza tra una comunicazione di successo ed una semplice comparsa. The Wall è una nuova tecnologia che consente l’installazione di pareti modulari in grado di restituire immagini con una qualità mai vista prima su certe dimensioni.

Il segreto sta nell’utilizzo di MicroLED su dimensioni di ampia scala. Il risultato è una parete (perché questa è la scala dimensionale da tenere in considerazione) con immagini di grande effetto grazie a colori più vivi e ad un nero più profondo: quest’ultimo risultato è ottenuto grazie al modo in cui la superficie è stata sviluppata, consentendo un maggior assorbimento di luce ed una minor rifrazione. Migliora inoltre la definizione, tanto che – spiega Samsung – “l’esperienza visuale è simile a quella che si ottiene con una tv QLED di qualità“.

I singoli pannelli hanno una diagonale pari a 75 pollici ma, grazie all’assenza di cornici, possono essere montati in modo modulare andando così a costruire superfici di grandi dimensioni per restituire un effetto scenico insuperabile. Campi di applicazione? Infiniti. Il digital signage è probabilmente quello di maggior efficacia, ma con ogni probabilità “The Wall” potrà rapidamente diventare uno standard per la comunicazione di qualità: l’efficacia del messaggio è direttamente proporzionale alla qualità dell’immagine stessa, poiché nitidezza, colore e contrasti sono ingredienti primi del tasso di attenzione raccolto dalla superficie del display.

The Wall, display modulare

The Wall resiste all’acqua, alla polvere e agli urti, promette bassi consumi ed è pertanto adatto tanto ad un utilizzo in qualsiasi contesto. Un nuovo strumento a disposizione della comunicazione, insomma, portando su larga scala le tecnologie fin qui utilizzate in ambito privato per una fruizione qualitativa di servizi di intrattenimento.

The Wall fece la sua prima comparsa al CES 2018, ma nel giro di un anno è stato migliorato sotto ogni punto di vista: ridotta la dimensione, e aumentata la definizione, oggi il prodotto è maturo per un mercato più ampio e proprio l’aver ridotto le dimensioni complessive sembra aprire anche a nuove combinazioni e nuove possibilità creative.

Fonte: Samsung

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti