Se Nokia sceglie il made in Asia

Le attività d'assemblaggio in Ungheria, Messico e Finlandia verranno trasferite in Asia. Perderanno il posto 4mila lavoratori del colosso finlandese. Gli attuali centri di produzione si dedicheranno solo ai clienti
Le attività d'assemblaggio in Ungheria, Messico e Finlandia verranno trasferite in Asia. Perderanno il posto 4mila lavoratori del colosso finlandese. Gli attuali centri di produzione si dedicheranno solo ai clienti

Ad annunciarlo è stato un recente comunicato stampa diramato dai vertici di Nokia: un trasferimento nella produzione globale di smartphone, per “aumentare il livello di competitività nel mercato dei dispositivi mobile “. Le attività di assemblaggio nei centri di Komarom (Ungheria), Reynosa (Messico) e Salo (Finlandia) verranno così spostate in Asia entro la fine del 2012.

E saranno circa 4mila i lavoratori destinati a perdere il posto nelle divisioni di produzione controllate dal colosso finlandese . Spetterà agli stessi vertici di Nokia il compito di assistere – anche a livello finanziario – i quasi ex-dipendenti nella ricerca di una nuova occupazione.

Stando alle dichiarazioni del vicepresidente Niklas Savander, i centri di produzione di Komarom, Reynosa e Salo non verranno totalmente dismessi. Rimarranno infatti attivi nella cosiddetta product customization , ovvero relazionandosi con milioni di utenti in Europa e nelle Americhe. Per risultare “più reattivi alle varie esigenze dei clienti” dell’azienda finlandese. (M.V.)

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

08 02 2012
Link copiato negli appunti