Sharks Cove, la board di sviluppo Microsoft

Redmond presenta la declinazione Windows di Raspberry Pi, una scheda per sviluppatori non proprio economica ma che include anche una copia legale di Windows 8.1
Redmond presenta la declinazione Windows di Raspberry Pi, una scheda per sviluppatori non proprio economica ma che include anche una copia legale di Windows 8.1

Il nuovo prodotto Microsoft dedicato agli sviluppatori si chiama Sharks Cove , una scheda di sviluppo sul genere di Raspberry Pi ma che, diversamente da quest’ultima, è basata su un processore x86 e può essere usata per creare software sia per ambienti Windows che Android.

Sharks Cove

Sharks Cove è infatti realizzata intorno a una CPU Intel Atom Z3735G quad-core con clock a 1,33GHz o 1,83GHz, e comprende 1 Gigabyte di RAM, 16 Gigabyte di storage Flash integrato e una serie di interfacce (GPIO, I2C, I2S, UART, SDIO, USB, MIPI) utili a realizzare driver software, dispositivi hardware o “sottosistemi” per tablet Atom.

La board costa 299 dollari, non esattamente il massimo dell’economicità se raffrontata ai 35 dollari scarsi della succitata Raspberry Pi, ma stando a quanto dice Microsoft nel prezzo è inclusa anche una versione completa di Windows 8.1 (sotto forma di immagine digitale) e le utility necessarie all’installazione e l’uso con il dispositivo.

Sharks Cove può inoltre contare sul contributo di Intel – già attiva nel mercato delle board di sviluppo con MinnowBoard e Galileo – e CircuitCo, e Microsoft tiene ancora una volta a rimarcare la convenienza dell’offerta che abbassa sensibilmente il costo dello sviluppo di driver per Windows.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

29 07 2014
Link copiato negli appunti