Siri: Apple aggiunge la voce per la comunità LGBTQ+

Siri: Apple aggiunge la voce per la comunità LGBTQ+

In iOS 15.4 beta 4 Apple ha aggiunto una nuova voce di genere più sfumata per Siri, è stata registrata da un membro della comunità LGBTQ+.
In iOS 15.4 beta 4 Apple ha aggiunto una nuova voce di genere più sfumata per Siri, è stata registrata da un membro della comunità LGBTQ+.

Nelle scorse ore, Apple ha rilasciato la beta 4 di iOS 15.4, la quale porta in dote svariate novità, come quella relativa alle migliorie sul fronte privacy e sicurezza per AirTag, che dovrebbero poi essere implementate nella versione finale del sistema operativo. Tra le varie feature aggiuntive ce n’è anche una che non è saltata immediatamente all’occhio e che riguarda Siri: l’aggiunta di una nuova voce di genere più sfumata.

Siri: in iOS 15.4 una nuova voce di genere più sfumata

La cosa è confermata direttamente da Apple, la quale fa sapere che la nuova voce del suo assistente vocale è stata registrata da un membro della comunità LGBTQ+, senza però condividere altre informazioni al riguardo.

Siamo entusiasti di offrire agli anglofoni una nuova voce di Siri, dandogli così più opzioni per scegliere una voce che in cui si identifichino. Milioni di persone in tutto il mondo si rivolgono quotidianamente a Siri, quindi lavoriamo per offrire l’esperienza più personalizzata possibile.

L’azienda di Cupertino, dunque, continua a lavorare sodo sul fronte inclusività, proseguendo la strada già intrapresa lo scorso anno, quando con iOS 14.5 Siri non aveva più di default la voce femminile, ma in fase di configurazione veniva chiesto direttamente all’utente se impostare quest’ultima oppure quella maschile. Successivamente, Apple ha aggiunto al suo assistente vocale due opzioni registrate da doppiatori di colore, per poi compiere quest’ultimo – ma ci si augura non definitivo! – ulteriore passo.

Al momento, è tuttavia bene tenerlo presente, la nuova voce è disponibile solo in lingua inglese e probabilmente resterà tale pure al momento del lancio della versione stabile di iOS 15.4, ma non è escluso che in futuro l’opzione possa essere estesa pure ad altri idiomi.

Fonte: Macworld
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 24 feb 2022
Link copiato negli appunti