Skebby? L'ultimo arrivato fa notizia

Internet, giornali e TG riportano con clamore l'arrivo di Skebby. Ma non è certo il primo servizio di invio SMS a basso costo, sono sistemini che esistono da anni

Milano – Ha suscitato clamore, guadagnando anche le ribalte mediatiche nazionali, il servizio di spedizione SMS Skebby, di cui PI Telefonia ha parlato lo scorso luglio . Ma Skebby non è certo la prima (e forse non sarà l’ultima) soluzione low-cost per l’invio di SMS in alternativa ai servizi offerti dagli operatori di telefonia. In rete esistono altri servizi analoghi e già conosciuti da molti utenti.

Del servizio, nei giorni scorsi, hanno parlato molte testate giornalistiche, cartacee e televisive: dal Corriere della Sera a la Stampa , dal TG1 al TG5, in molti hanno dato risalto alla realizzazione del giovane Davide Marrone, da alcuni definito “il Bill Gates Italiano”, un accostamento che lo studente, peraltro, non ha mostrato di gradire molto.

A onor del vero, esistono altri “Bill Gates” che hanno realizzato servizi attivi in rete da tempo, che promettono all’utente risparmi consistenti sui costi di invio degli SMS, e alcuni hanno molti punti in comune con Skebby : in Italia, tra gli altri, esistono Raxle , JackSMS , DoctorMMS .

Ma c’è anche la community SMSClient che, da oltre un anno, ha messo a disposizione degli utenti SmsClient4Mobile , che consente di inviare fino a 5 SMS al giorno dal telefonino verso gli utenti di tutte le reti, e messaggi illimitati verso altri utenti con lo stesso client installato nel cellulare. E anche al di fuori del Belpaese si possono trovare tool per l’invio di SMS come MobiSMS , della sudafricana Mobi Wireless .

Il funzionamento dei servizi si basa sul download di un’applicazione Java sul proprio cellulare che, una volta attivata, sfrutta la connettività del telefonino (GPRS, UMTS) per l’invio degli SMS. E quindi può risultare conveniente se il gestore di telefonia offre un piano tariffario adeguato per la connessione a Internet, meglio se a volume o flat. Come sottolineato in molti blog e forum, esiste un vantaggio significativo per gli utenti di TRE , operatore che per dati inviati al di sotto dei 6 kb non addebita il traffico.

Dario Bonacina

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • gimosi scrive:
    da noi
    da noi la prima cosa da denunciare con un SMS sarebbe, il costo stesso del SMS stesso...
  • mansellrace scrive:
    in italia
    si può? non mi interessa se sia anonimo o no, ma che voi sappiate, è possibile mandare un sms al 112 nel caso non posso parlare? (tipo ladri in casa, etc)me lo sono sempre chiesto ma non ho mai avuto risposta
    • doctord scrive:
      Re: in italia
      In Italia si rischierebbe una denuncia infatti con l'sms si violerebbe la privacy del povero delinquente.
      • ... scrive:
        Re: in italia
        Scherzi ? Anche lui ha diritto a "lavorare" e non è colpa sua se fa quello che fa, ma del mondo brutto e crudele che non riserva a tutti per diritto istituzionale la villa in collina con piscina e vigneti, il ferrarino o il lamborghino del popolo e naturalmente un harem stile billionaire con conto in banca stratosferico allegato.
  • nomecognome scrive:
    la potenza dell'anonimato
    se poi non ti rintracciassero per romperti le palle personalmente, sarebbe utilissimo.io avevo svariate denuncie e segnalazioni da fare. Ma sapendo che ti tracciano l'IP e che poi comunque ti vengono a rompere le palle, non lo faccio. Si trattasse di grossi crimini, ok, ma un sacco di altre utili segnalazioni dicono CIAO CIAO
    • Pinco Pallino scrive:
      Re: la potenza dell'anonimato
      Pienamente d'accordo. Qui da noi si arriva quasi al livello di criminalizzare il cittadino qualsiasi, colui che vuole -o in taluni casi viene chiamato - a collaborare con la legge, piuttosto che il delinquente vero e proprio.
Chiudi i commenti