SkyDrive, update e tariffe

E' disponibile il client per gestire la nuvola Microsoft senza passare dal sito. Servizio gratuito ridimensionato da 25GB a 7GB. In attesa di un'integrazione ancora più stretta con Windows 8, la cui Release Preview ha ora una data

Roma – Il colosso di Redmond punta ancora più forte sulla nuvola di SkyDrive . Il client desktop appena rilasciato integra il servizio cloud-hosting direttamente nel sistema operativo. Per gestire il proprio spazio e sincronizzare i dati locali con la piattaforma si passa direttamente dal menù Windows Explorer, senza più andare sulla pagina web dedicata.

Gli utenti Windows Phone possono godere degli stessi privilegi sullo smartphone: in campo mobile SkyDrive ha ormai inglobato servizi di archiviazione come Zune o My Phone, ed ora sta anche corteggiando l’hardware Apple. Il competitor di Cupertino offre un suo servizio integrato nel sistema mobile iOS e nel nuovo Mountain Lion, ma l’applicazione SkyDrive sarà disponibile anche per Mac, iPhone e iPad.

L’uscita del client Microsoft coincide con l’arrivo di un nuovo listino prezzi. Lo spazio gratuito per i nuovi iscritti scende da 25GB a 7GB. Sarà sempre possibile aggiungere 20, 50 o 100 GB sottoscrivendo un abbonamento annuale dal costo rispettivamente di 8, 19 e 37 euro. I vecchi utenti potranno inoltre riscattare lo spazio gratuito di 25GB, pattuito inizialmente, dal pannello per la gestione dell’account.

L’archiviazione cloud di Microsoft diventerà ancora più importante con l’arrivo di Windows 8, che può essere utilizzato con PC e tablet. Il nuovo OS potrà inoltre andare in profondità e gemellare l’app Metro SkyDrive con diverse applicazioni, tramite i cosiddetti contracts.

Per il lancio ufficiale del sistema operativo bisognerà probabilmente attendere autunno, ma l’azienda ha fatto sapere che nella prima settimana di giugno arriverà la Release Preview . La beta un tempo nota come Release Candidate rappresenta comunque l’ultimo passo prima della versione stabile.

Roberto Pulito

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • zizzo scrive:
    vado io!
    5 milioni di dollari per "un nostro intervento affinché la gente capisca il nostro modo di fare business"???E come glielo spiegano gli danno uno schermo interattivo per vedere le slide con una maserati attorno per stare seduti comodi durante la lettura?
  • ThEnOra scrive:
    In Italia...
    Sicuramente Scorza è a libro paga di BigG.
    • panda rossa scrive:
      Re: In Italia...
      - Scritto da: ThEnOra
      Sicuramente Scorza è a libro paga di BigG.Io invece in tutto questo provo solo amaro sconforto.La democrazia non funziona ed e' tutto un magna magna.
  • bubba scrive:
    i dragasaccocce costano
    i panzuti al congresso costano sempre piu'... con tutte le pressioni di MPAA, M$, telco, feds ecc... qualcuno che raddrizza un po la barra ci vuole :PLa profilazione di GOOG e' evil, ma MOLTO meno dell'inquinamento obiquo e continuato di M$, o l'ingrassamento di privilegi abnormi dell'MPAA ...ecc
Chiudi i commenti