Skype cresce bene

Il traffico generato dalle chiamate internazionali aumenta costantemente. Molto più velocemente di quello sulle normali linee telefoniche. Il VoIP è il paradiso dei telefonisti?

Roma – Secondo le rilevazioni di TeleGeography , il traffico generato sulla rete Skype da chiamate stabilite tra interlocutori in nazioni diverse cresce molto più velocemente di quello tradizionale sulle reti in rame. Il telefono col doppino resta ampiamente e saldamente al comando della classifica sui minuti complessivi in un anno, ma non si può non registrare la salute e il progresso del VoIP di Microsoft in rappresentanza della categoria. Una categoria che evidentemente non può non crescere se non a spese degli operatori tradizionali .

il grafico telegeography

In totale gli utenti Skype sono rimasti attaccati alle cuffie per 214 miliardi di minuti nel 2013 , con una crescita del 36 per cento rispetto al 2012. Nello stesso periodo le conversazioni su rame sono cresciute del 7 per cento, assestandosi su 547 miliari di minuti. A questo ritmo ci vorrà poco a Skype per sopravanzare gli operatori tradizionali, anche considerato come ribadisce TeleGeography che si tratta solo della proverbiale punta dell’iceberg: le telefonate con il vecchio telefono sono minacciate su più fronti dal VoIP e da tutti gli altri servizi di chiamata, videochiamata e messaggistica che sono esplosi in questi anni grazie soprattutto all’avvento del mobile e degli smartphone.

Il vantaggio degli operatori di telefonia resta ampio: Facebook, che è la più grande piattaforma di conversazione in circolazione, vanta circa 1,2 miliardi di utenti, mentre le linee fisse installate sono più di 8 miliardi. Alla luce dei dati, tuttavia, la robusta scalata di Skype sta a dimostrare quanto spazio ci sia per la crescita dei cosiddetti OTT ( over the top ), ovvero quei servizi che utilizzano le reti di comunicazione come commodity per sostenere il proprio business. In altre parole , i margini di guadagno per gli operatori si andranno assottigliando, erosi dalle alternative più economiche garantite dal VoIP e non solo.

Non si tratta di una scelta priva di effetti collaterali per gli utenti. Se fino a poco tempo fa, infatti, si riteneva generalmente che le conversazioni svolte tramite Skype fossero più sicure e riservate rispetto alle altre, le notizie svelate da Edward Snowden e dal suo Datagate fanno pensare che il VoIP da solo non basti più a difendere la privacy . Inoltre, come da sua tradizione, Microsoft ha confermato che continuerà a rispettare le leggi di tutti i paesi in cui opera, qualunque esse siano: in Russia , ad esempio, è stata proposta una norma che obbligherà a conservare e mettere a disposizione della polizia gli ultimi 6 mesi di tutte le conversazioni svolte da account locali su questi servizi, ufficialmente per scopi di anti-terrorismo. Da Redmond hanno fatto sapere che, se la legge verrà approvata, la filiale locale di Microsoft non potrà fare altro che rispettarla.

Luca Annunziata

fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • eheheh scrive:
    Sono spassosi sti cinesi
    Non ultimo, i rappresentanti dell'Accademia Cinese delle Scienze ricordano come i sistemi operativi occidentali possano nascondere backdoor utili ai governi più impiccioni. COS interverrà a porvi rimedio.come mai aprendo la visualizzazione classica dei commenti sono stato rediretto a questa pagina? sono stati i cinesi?http://www.paddypower.it/?AFF_ID=10086061
  • aldo scrive:
    linux con un orologio a led
    chissà perché ma l'unica innovazione cinese che riesco a concepire è aggiungere un orologio a led sopra qualsiasi cosa.
  • collione scrive:
    Si ma
    Questi sono scopiazzamenti e XXXXXXX assortite.La vera innovazione è questahttp://www.osnews.com/story/27514/OSv_a_new_open_source_cloud_operating_systemhttp://www.osnews.com/story/27516/MirageOS_rise_of_the_virtual_library_operating_system
    • 2014 scrive:
      Re: Si ma
      - Scritto da: collione
      Questi sono scopiazzamenti e XXXXXXX assortite.

      La vera innovazione è questa

      http://www.osnews.com/story/27514/OSv_a_new_open_s
      http://www.osnews.com/story/27516/MirageOS_rise_ofQuesto?http://www.ticalc.org/archives/files/fileinfo/139/13949.html:D
      • collione scrive:
        Re: Si ma
        ovviamente ti sei fermato agli screenshot, vero!?!è evidente che non hai capito una mazza
      • collione scrive:
        Re: Si ma
        non so perchè cancellano i miei commenti, ma ripeto "se ti fermi alla gui, vuol dire che non c'hai capito un tubo"va bene così, cara redazione?
        • 2014 scrive:
          Re: Si ma
          - Scritto da: collione
          non so perchè cancellano i miei commentihai provato a non farli tradurre da Google? :D
        • 2014 scrive:
          Re: Si ma
          - Scritto da: collione
          non so perchè cancellano i miei commenti, ma
          ripeto "se ti fermi alla gui, vuol dire che non
          c'hai capito un
          tubo"
          Quale gui?
          • collione scrive:
            Re: Si ma
            - Scritto da: 2014
            - Scritto da: collione

            non so perchè cancellano i miei commenti, ma

            ripeto "se ti fermi alla gui, vuol dire che
            non

            c'hai capito un

            tubo"


            Quale gui?quelle immagini che si vedono nella pagina che hai postato
          • collione scrive:
            Re: Si ma
            - Scritto da: 2014
            Quale gui?quelle immagini che si vedono nella pagina che hai postato
        • aphex_twin scrive:
          Re: Si ma
          Se ti fermi alla gui non vai lontano, me se non curi un minimo la gui non parti neanche.
          • collione scrive:
            Re: Si ma
            - Scritto da: aphex_twin
            Se ti fermi alla gui non vai lontano, me se non
            curi un minimo la gui non parti
            neanche.il che non c'entra con gli unikernel, i quali sono delle librerie di routine low-levelpoi ci metti sopra la gui che più ti piace
  • king volution scrive:
    mah...
    mah... purtroppo finiranno solo per sostituire le backdoor che sicuramente nsa ha nascosto nei blob binari del kernel vanilla di torvalds (*) con le backdoor del governo capitalista cinese...
    • tucumcari scrive:
      Re: mah...
      - Scritto da: king volution
      mah... purtroppo finiranno solo per sostituire le
      backdoor che sicuramente nsa ha nascosto nei blob
      binari del kernel vanilla di torvalds (*) con le
      backdoor del governo capitalista
      cinese...Quali blob binari???Ne hai bisogno (eventualmente) solo per il supporto di devices specifici e con parte dei driver e firmware proprietari.Se scegli quello che compri non è per nulla necessario nessun blob e decidi tu se compilarli e includerli o meno di per se il "vanilla kernel" non è compilato e non è in forma binaria (come in genere è in una "normale" distro, escluse gentoo e simili) i drivers possono esserlo e contenere blob (ripeto solo quelli che non hanno drivers open), ma appunto nessuno ti obbliga a comprare hardware "che ne ha bisogno" e quindi nessuno ti obbliga ad avere nessun blob. Basta scegliere.Per il governo cinese invece non c'è dubbio (anzi il contrario) che ci saranno backdoor.Ma anche quello nessuno ti può obbligare a usarlo.Non vedo dove sia il problema.Nel mio computer non c'è nulla che abbia bisogno dei blob quindi perchè dovrei usarli? dato che non c'è il tipo di hardware che li utilizzerebbe (eventualmente) quindi perchè mai dovrei preoccuparmi dei blob?Inoltre i blob non sono parte del kernel sono contenuti in dei moduli del kernel e qualcuno ( init e i seguenti step nella fattispecie) deve caricarli e (posto che tu li abbia e non è il mio caso) vengono caricati solo se vengono rilevati gli hardware che (eventualmente) li usano.Non è che li carica "la mano di dio" ne quella di "gandalf il grigio" e tanto meno quella della "NSA" dato che il loader dei moduli è appunto in sorgente.
      • tucumcari scrive:
        Re: mah...
        - Scritto da: tucumcari
        - Scritto da: king volution

        mah... purtroppo finiranno solo per sostituire
        le

        backdoor che sicuramente nsa ha nascosto nei
        blob

        binari del kernel vanilla di torvalds (*) con le

        backdoor del governo capitalista

        cinese...
        Quali blob binari???
        Ne hai bisogno (eventualmente) solo per il
        supporto di devices specifici e con parte dei
        driver e firmware
        proprietari.
        Se scegli quello che compri non è per nulla
        necessario nessun blob e decidi tu se compilarli
        e includerli o meno di per se il "vanilla kernel"
        non è compilato e non è in forma binaria (come in
        genere è in una "normale" distro, escluse gentoo
        e simili) i drivers possono esserlo e contenere
        blob (ripeto solo quelli che non hanno drivers
        open), ma appunto nessuno ti obbliga a comprare
        hardware "che ne ha bisogno" e quindi nessuno ti
        obbliga ad avere nessun blob.

        Basta scegliere.
        Per il governo cinese invece non c'è dubbio (anzi
        il contrario) che ci saranno
        backdoor.
        Ma anche quello nessuno ti può obbligare a usarlo.
        Non vedo dove sia il problema.
        Nel mio computer non c'è nulla che abbia bisogno
        dei blob quindi perchè dovrei usarli? dato che
        non c'è il tipo di hardware che li utilizzerebbe
        (eventualmente) quindi perchè mai dovrei
        preoccuparmi dei
        blob?
        Inoltre i blob non sono parte del kernel sono
        contenuti in dei moduli del kernel e qualcuno
        ( <b
        init e i seguenti step </b
        nella fattispecie)
        deve caricarli e (posto che tu li abbia e non è
        il mio caso) vengono caricati solo se vengono
        rilevati gli hardware che (eventualmente) li
        usano.
        Non è che li carica "la mano di dio" ne quella di
        "gandalf il grigio" e tanto meno quella della
        "NSA" dato che il loader dei moduli è appunto in
        sorgente.E se non bastesse ci sono i macachi e la natura matrigna, e persino i trolletti.
      • 2014 scrive:
        Re: mah...
        - Scritto da: tucumcari
        Inoltre i blob non sono parte del kernel sono
        contenuti in dei moduli del kernel e qualcuno
        ( <b
        init e i seguenti step </b
        nella fattispecie)
        deve caricarli e (posto che tu li abbia e non è
        il mio caso) vengono caricati solo se vengono
        rilevati gli hardware che (eventualmente) li
        usano.
        Non è che li carica "la mano di dio" ne quella di
        "gandalf il grigio" e tanto meno quella della
        "NSA" dato che il loader dei moduli è appunto in
        sorgente.te li da direttamente la intel precaricati nella cpu :D
      • iRoby scrive:
        Re: mah...
        Se ci sono blob dubbi, quasi sempre nel chip Wifi, oggi esistono mini router wifi che si collegano alla ethernet e prendono alimentazione da una USB.Sul mio desktop ho connesso così. Più che altro perché non trovo schede wifi performanti che mi vadano bene come dico io...[img]http://www.glitchexperts.com/wp-content/uploads/2012/08/miniWirelessrouter2.jpg[/img]Gli dai una connessione wifi ad una stampante, una console o uno smart tv che hanno solo la ethernet.
    • anverone99 scrive:
      Re: mah...
      Carino il giochino della rana al 00:34 del secondo video! :D
  • Dreikan scrive:
    Un passo avanti
    "il codice, basato su kernel Linux, è sviluppato indipendentemente e non sarà open source."ovvero: ora il cittadino cinese di turno non avrà più il sospetto che un governo straniero controlli il proprio dispositivo ma avrà la certezza che il proprio governo lo fa.In un certo senso è un passo avanti, in questo modo hai un controllore soltanto.
    • collione scrive:
      Re: Un passo avanti
      - Scritto da: Dreikan
      In un certo senso è un passo avanti, in questo
      modo hai un controllore
      soltanto.e soprattutto hai delle certezze :Dcomunque la parte che mi piacerebbe approfondire è questa
      "il codice, basato su kernel Linux, è sviluppato
      indipendentemente e non sarà open
      source."in pratica? un'opera derivata closed source? cioè in palese violazione della gpl?il governo cinese vuole mettersi contro tutti gli smanettoni del globo? gran bella mossa, non c'è che dire
      • tucumcari scrive:
        Re: Un passo avanti
        - Scritto da: collione
        - Scritto da: Dreikan


        In un certo senso è un passo avanti, in questo

        modo hai un controllore

        soltanto.

        e soprattutto hai delle certezze :D

        comunque la parte che mi piacerebbe approfondire
        è
        questa


        "il codice, basato su kernel Linux, è sviluppato

        indipendentemente e non sarà open

        source."

        in pratica? un'opera derivata closed source? cioè
        in palese violazione della
        gpl?

        il governo cinese vuole mettersi contro tutti gli
        smanettoni del globo? gran bella mossa, non c'è
        che
        direSecondo te chi ha scritto la frase in questione sa cosa significa "basato su kernel linux" (che implica forzatamente la compliancy con GNU) e capisce la differenza tra applicazione, interfaccia e kernel?Io non ci credo neppure se lo giura su una montagna di bibbie. ;)Alle cose che scrivono i "giornalisti" bisogna farci un minimo di "tara"... se li prendi alla lettera l'unica conclusione a cui puoi arrivare è che il 90% sono XXXXXXX il 9% leggende metropolitane (glielo ha raccontato il cugino che lo ha visto fare in casa della zia Lella) e l'1% (a stare larghi) ha una qualche (più o meno labile) relazione con i fatti.
        • tucumcari scrive:
          Re: Un passo avanti
          E non tiriamo in ballo Giggi er Trojone, almeno questa volta!
        • tucumcari scrive:
          Re: Un passo avanti
          - Scritto da: tucumcari
          Alle cose che scrivono i "giornalisti" bisogna
          farci un minimo di "tara"... se li prendi alla
          lettera l'unica conclusione a cui puoi arrivare è
          che il 90% sono XXXXXXX il 9% leggende
          metropolitane (glielo ha raccontato il cugino che
          lo ha visto fare in casa della zia Lella) e l'1%
          (a stare larghi) ha una qualche (più o meno
          labile) relazione con i fatti.hai appena tracciato il ritratto del tipico "scrittore di parole" di PI :D:D:D:D:D
        • ... scrive:
          Re: Un passo avanti
          - Scritto da: tucumcari
          - Scritto da: collione

          - Scritto da: Dreikan




          In un certo senso è un passo avanti, in questo


          modo hai un controllore


          soltanto.



          e soprattutto hai delle certezze :D



          comunque la parte che mi piacerebbe approfondire

          è

          questa




          "il codice, basato su kernel Linux, è
          sviluppato


          indipendentemente e non sarà open


          source."



          in pratica? un'opera derivata closed source?
          cioè

          in palese violazione della

          gpl?



          il governo cinese vuole mettersi contro tutti
          gli

          smanettoni del globo? gran bella mossa, non c'è

          che

          dire
          Secondo te chi ha scritto la frase in questione
          sa cosa significa "basato su kernel linux" (che
          implica forzatamente la compliancy con GNU) e
          capisce la differenza tra applicazione,
          interfaccia e
          kernel?
          Io non ci credo neppure se lo giura su una
          montagna di
          bibbie.
          ;)
          Alle cose che scrivono i "giornalisti" bisogna
          farci un minimo di "tara"... se li prendi alla
          lettera l'unica conclusione a cui puoi arrivare è
          che il 90% sono XXXXXXX il 9% leggende
          metropolitane (glielo ha raccontato il cugino che
          lo ha visto fare in casa della zia Lella) e l'1%
          (a stare larghi) ha una qualche (più o meno
          labile) relazione con i
          fatti.guarda che quelli di PI si XXXXXXXno se li sputtani cosi' apertamente.
      • 2014 scrive:
        Re: Un passo avanti
        - Scritto da: collione
        - Scritto da: Dreikan


        In un certo senso è un passo avanti, in questo

        modo hai un controllore

        soltanto.

        e soprattutto hai delle certezze :D

        comunque la parte che mi piacerebbe approfondire
        è
        questa


        "il codice, basato su kernel Linux, è sviluppato

        indipendentemente e non sarà open

        source."

        in pratica? un'opera derivata closed source? cioè
        in palese violazione della
        gpl?

        il governo cinese vuole mettersi contro tutti gli
        smanettoni del globo? gran bella mossa, non c'è
        che
        direstanno già tremando
        • collione scrive:
          Re: Un passo avanti
          farebbe bene a tremare, visto il flop dei loro precedenti os "open chiusi"ah, e dov'è finito il fork supersicuro di freebsd?
          • 2014 scrive:
            Re: Un passo avanti
            - Scritto da: collione
            farebbe bene a tremare, visto il flop dei loro
            precedenti os "open
            chiusi"

            ah, e dov'è finito il fork supersicuro di freebsd?sai leggere il cinese?
          • collione scrive:
            Re: Un passo avanti
            - Scritto da: 2014
            - Scritto da: collione

            farebbe bene a tremare, visto il flop dei
            loro

            precedenti os "open

            chiusi"



            ah, e dov'è finito il fork supersicuro di
            freebsd?
            sai leggere il cinese?con google translate posso leggere pure il klingon (rotfl)posta i link, vai vai
          • 2014 scrive:
            Re: Un passo avanti
            - Scritto da: collione
            - Scritto da: 2014

            - Scritto da: collione


            farebbe bene a tremare, visto il flop
            dei

            loro


            precedenti os "open


            chiusi"





            ah, e dov'è finito il fork supersicuro
            di

            freebsd?

            sai leggere il cinese?

            con google translate posso leggere pure il
            klingon
            (rotfl)

            posta i link, vai vaipostali tu, che sai il klingon
          • 2014 scrive:
            Re: Un passo avanti
            - Scritto da: collione
            - Scritto da: 2014

            - Scritto da: collione


            farebbe bene a tremare, visto il flop
            dei

            loro


            precedenti os "open


            chiusi"





            ah, e dov'è finito il fork supersicuro
            di

            freebsd?

            sai leggere il cinese?

            con google translate posso leggere pure il
            klingon
            (rotfl)

            posta i link, vai vaivai a leggerlo e CERCATELI i link...
          • collione scrive:
            Re: Un passo avanti
            - Scritto da: 2014
            vai a leggerlo e CERCATELI i link...cosa? quello che non esiste?l'onere della prova è a carico di chi fa certe affermazioni, cioè tu
          • 2014 scrive:
            Re: Un passo avanti
            - Scritto da: collione
            - Scritto da: 2014


            vai a leggerlo e CERCATELI i link...

            cosa? quello che non esiste?

            l'onere della prova è a carico di chi fa certe
            affermazioni, cioè
            tuveramente la supersXXXXXla del freebsd l'hai iniziata tu, quindi che vuoi da me?
          • cicciobello scrive:
            Re: Un passo avanti
            Intanto tu hai mandato i tuoi vecchi cd alla library of congress?
      • gigi scrive:
        Re: Un passo avanti
        - Scritto da: collione
        - Scritto da: Dreikan


        In un certo senso è un passo avanti, in questo

        modo hai un controllore

        soltanto.

        e soprattutto hai delle certezze :D

        comunque la parte che mi piacerebbe approfondire
        è
        questa


        "il codice, basato su kernel Linux, è sviluppato

        indipendentemente e non sarà open

        source."

        in pratica? un'opera derivata closed source? cioè
        in palese violazione della
        gpl?

        il governo cinese vuole mettersi contro tutti gli
        smanettoni del globo? gran bella mossa, non c'è
        che
        direPerché, cosa gliene frega ai cinesi di violare la gpl? Loro vìolano tutto e comunque, se porta loro vantaggi. Sono i migliori in fatto di crakceraggio, riusciranno benissimo a contrastare gli smanettoni del globo.
      • krane scrive:
        Re: Un passo avanti
        - Scritto da: collione
        - Scritto da: Dreikan

        In un certo senso è un passo avanti, in

        questo modo hai un controllore soltanto.
        e soprattutto hai delle certezze :D

        comunque la parte che mi piacerebbe

        approfondire è questa "il codice, basato

        su kernel Linux, è sviluppato

        indipendentemente e non sarà open

        source."
        in pratica? un'opera derivata closed source?
        cioè in palese violazione della gpl?La gpl consente opere derivate e anche la non distribuzione dei sorgenti se questi sono utilizzati "ad uso interno o aziendale", se non ricordo male.
        il governo cinese vuole mettersi contro
        tutti gli smanettoni del globo? gran
        bella mossa, non c'è che dire
    • iRoby scrive:
      Re: Un passo avanti
      Spioni e buoi dei paesi tuoi... :)
Chiudi i commenti