Skype passa all'altro capo

L'ex uomo-eBay Josh Silverman sarà sostituito dall'ex-Cisco Tony Bates. Il gruppo di investitori Silver Lake Partners dà così un volto alla nuova gestione, e guarda verso la quotazione in Borsa

Roma – Tony Bates, 43enne ex-vicepresidente di Cisco, dal prossimo mese prenderà le redini di Skype sostituendo nel ruolo di CEO Josh Silverman.

L’azienda VoIP ha così dato un volto all’anno di trasformazioni che l’ha caratterizzata, dopo la conclusione delle travagliate trattative che hanno portato la quota maggioritaria dell’azienda dalle mani di eBay (che rimane comunque al 30 per cento) a quelle del gruppo di investitori Silver Lake Partners .

Silverman, ex-eBay, si fa da parte per lasciar posto all’uomo della nuova proprietà, che già presso Cisco si occupava di telefonia: un settore che lì era stato scelto come strategico per arrivare direttamente ai consumatori. Fra l’uno e l’altro CEO occuperà la poltrona temporaneamente vacante il neo-CFO di Skype, Adrian Dillon.

Fra le sfide che si troverà davanti il nuovo amministratore delegato la principale sarà quella della monetizzazione : nonostante gli sforzi fatti in questi anni, e l’ incredibile diffusione che ha avuto il servizio, dei 124 milioni di clienti che ogni mese usa Skype, solo 8,1 milioni pagano (attirati da tariffe spesso molto inferiori a quelle delle linee tradizionali).

In quest’ottica vanno d’altronde visti l’ accordo con Avaya , che dovrebbe permettere al servizio VoIP di entrare nel settore delle chiamate business da cui per il momento sembra in parte tagliato fuori, e le indiscrezioni di partnership con Facebook.

Innanzitutto, comunque, sarà alle prese con l’Offerta Pubblica Iniziale ( Initial Public Offerig , IPO ) con cui l’azienda esordirà in borsa e che gli metterà disposizione nuove risorse finanziarie.

Bates ha subito dichiarato che “Skype non è solo un brand importante a livello mondiale, ma anche un leader tecnologico nella comunicazione Internet”. Per questo guarda con ottimismo alle opportunità future: “Non vedo l’ora di guidare l’azienda nella sua continua trasformazione”.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Pessimismo e Fastidio scrive:
    Il surriscaldamento dello scroto...
    Non avviene solo perchè il portatile si trova a diretto contatto con le gambe.Al telefono con certi clienti o cercando di far funzionare software fatti con il sedere ho notato un forte surriscaldamento della zona scrotale dovuto forse ad un giramento velocissimo di certe parti. :|
  • Caccomen Spring scrive:
    L'ho sempre detto!
    I laptop sono delle ciofeche di macchine: delicate, all-in-one (no, non è un vantaggio) e adesso pure causa di malattie. Contenti voi ...[img]http://imago.techtop.it/d/2057-1/060718-Samsung-MV55.jpg[/img]
    • ces scrive:
      Re: L'ho sempre detto!
      - Scritto da: Caccomen Spring
      I laptop sono delle ciofeche di macchine:
      delicate, all-in-one (no, non è un vantaggio) e
      adesso pure causa di malattie. Contenti voi
      ...

      [img]http://imago.techtop.it/d/2057-1/060718-SamsuBasta chiamarli notebook invece che laptop ed il problema è risolto.
      • Tetsuia scrive:
        Re: L'ho sempre detto!
        più che altro parla come uno che non ne ha uno, appunto. Io lo ho, non lo metto mai a contatto delle gambe diretto anche per questione di prese d'aria. funziona bene quanto un fisso, con doppio monitor è comodissimo per lavorare a più cose e lo sposto per la casa. ovviamente ci va anche un minimo di accortezza, ma il portatile è nettamente avanti ai fissi come uso dando stessa potenza unita a un uso più comodo ovunque per casa e fuori
        • franz1789 scrive:
          Re: L'ho sempre detto!
          Ma anche no. Da tre anni sto utilizzando portatili vari (asus, hp, vaio). I portatili sono un passo indietro nell'informatica.La portabilità è pari a zero (per un 15"), il calore è insopportabile, le prestazioni scarse, spesso le case di produzione creano accozzaglie mettendo in un cubicolo tante ma tante cose inutili. Altec Lansing fa XXXXXX, i touchpad sono scomodi e non conosco un portatile vecchio di due anni che non lo abbia rotto, sono sensibili agli scossoni, montano hardware fallato o poco performante (spesso cpu freq 800Mhz e hdd SEMPRE sotto i 7200rpm), gli alimentatori sono di carta (ne ho cambiati 3 e fai conto che non lo sposto mai dalla scrivania, con il cavo sempre ben dritto se devo muoverlo), gli schermi hanno luminosità penosa, le schede video della serie M sono sempre inferiori alle corrispondenti (con un ati di qualche anno fa gioco agli stessi giochi di un nvidia dell'anno scorso su portatile).Questo a meno che per te un laptop non è un 17" della vaio sopra i 1500 euro, allora forse si ragiona, ma con 1500 euro mi faccio un quad core con due gpu in parallelo e raffreddamento a liquido e schermo da 19", non so tu...
          • rover scrive:
            Re: L'ho sempre detto!
            Ma li compri fallati?1 Compaq nel 99; nessun problema2 Acer Aspire 1301 nel 2001; nessun problema3 Sony vaio 17"; due problemi in garanzia, tasti che sbiadiscono4 Apple macbook 13,3; nessun problema (mi tocco visto che lo sto usando...)5 IBM aziendale. Sono al secondo; nessun problema.6 Samsung NC10; nessun problemaQuindi o sono fortunato io o sei sfortunato tu.Comunque il portatile va acquistato solo se serve la mobilitàDiversamente sono soldi buttati.
          • lol scrive:
            Re: L'ho sempre detto!

            Questo a meno che per te un laptop non è un 17"
            della vaio sopra i 1500 euro, allora forse si
            ragiona, ma con 1500 euro mi faccio un quad core
            con due gpu in parallelo e raffreddamento a
            liquido e schermo da 19", non so
            tu...se compri un alienware sei a posto. :)cmq portatile per andare in giro fisso per starsene a casa lo dicono le stesse parole.
  • lufo88 scrive:
    Posso solo dire
    Anche se non erano a contatto, anzi c'era un tavolino e una coperta le mie gambe erano decisamente "scaldate". Il calore si trasmette anche tramite irraggiamento, grande scoperta :-)
    • FU Pi scrive:
      Re: Posso solo dire
      ... L'oscillazione del campo elettromagnetico, che si ripete 2 miliardi e 450 milioni di volte al secondo (2,45 GHz), è capace di produrre oscillazioni nelle molecole che possiedono polarizzazione, principalmente acqua, ma anche lipidi, proteine e zuccheri ...[http://it.wikipedia.org/wiki/Forno_a_microonde]
      • pippO scrive:
        Re: Posso solo dire

        ... L'oscillazione del campo elettromagnetico,
        che si ripete 2 miliardi e 450 milioni di volte
        al secondo (2,45 GHz), è capace di produrre
        oscillazioni nelle molecole che possiedono
        polarizzazione, principalmente acqua, ma anche
        lipidi, proteine e zuccheri
        ...

        [http://it.wikipedia.org/wiki/Forno_a_microonde]Si, si, va bene!Appoggia il dito sulla CPU per un effetto più immediato :D
  • Fetente scrive:
    un po' come certe scene in spiaggia
    ...quando si vedono persone anche giovani che si fanno cuocere dal sole fino ad avere una pelle quasi abbrustolita, pensando che l'abbronzatura è tutta salute...per tutte le cose ci vuole la giusta misura, non solo per i computer portatili. Per chi non ha giudizio, non esiste una cura efficace.
    • iii scrive:
      Re: un po' come certe scene in spiaggia
      Certo, ci vuole giudizio.Ma poi, come fanno a usare un portatile per tutto quel tempo tenendolo sulle gambe? Io l'ho fatto per brevi periodi (tipo 30' con pause) e mi è sembrato molto scomodo!Comunque, non pensavo che si arrivasse addirittura a quegli effetti sulla pelle; certo, ovviamente bene non gli fa, su questo non ho mai avuto dubbi.Per l'infertilità, in effetti ci avevo pensato che la temperatura del latop potrebbe dar problemi; inoltre, avvicini una fonte di radiazioni (wi-fi, BT), che saranno anche innocue ma preferisco tenerle non così vicine allo scroto
Chiudi i commenti