Smartphone, la Cina è pronta ad agguantare il mercato

IDC conferma la crescita del settore telefonini ma registra una contrazione del market share per i grandi player (Apple e Samsung). Avanzano i marchi cinesi, pronti a conquistare il mondo

Roma – Le analisi di IDC sul mercato mobile per il secondo trimestre dell’anno registrano una crescita delle unità commercializzate del 23,1 per cento rispetto al 2013, per un totale di 295,3 milioni di cellulari (smartphone o meno) e un aumento del 2,6 per cento sul trimestre precedente.

Il mercato dei cellulari è in salute, insomma, e presto gli smartphone sostituiranno definitivamente i feature phone anche sui mercati emergenti.

A cambiare, e non di poco, sono le quote di mercato dei produttori che negli ultimi anni hanno fatto il bello e il cattivo tempo nel settore lasciando le briciole agli altri. Nel secondo trimestre del 2014, sostiene IDC, Samsung e Apple vedono contrarsi in maniera sensibile il rispettivo market share pur continuando a rappresentare il primo e il secondo produttore di smartphone al mondo, con Samsung che vende il 3,9 per cento in meno rispetto al 2013 e Cupertino in crescita del 12,4 per cento.

I nuovi contendenti dei colossi del mobile sono prevalentemente cinesi, spiega ancora IDC, con Huawei che si classifica al terzo posto con una crescita, anno su anno, del 95,1 per cento e Lenovo al quarto con un +38,7 per cento di cellulari venduti. I colossi asiatici si trasformano da marchi locali in brand internazionali, confermano le analisi sul traffico Web di Netbiscuits, e Huawei in particolare promette grandi margini di crescita soprattutto nel mercato occidentale .

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • StarKnight scrive:
    Anziché rompere le balle...
    ...all'autore di Flappy Bird perché il suo gioco alla lontana (ma molto alla lontana) ricordava la grafica si Super Mario potrebbero iniziare a proporre qualcosa di veramente innovativo (anziché l'ennesima ri-edizione di Mario Kart o Zelda per soli fan di quei personaggi) a prezzi più ragionevoli (di questi tempi non tutti spendono 50 Euro o più per un videogioco)
    • Puffo inventore scrive:
      Re: Anziché rompere le balle...

      proporre qualcosa di veramente innovativol'unica azienda cha ha sempre portato innovazione nel modo dei videogiochi dagli anni 80 fino a oggi e' stata propio la nintendo.
      • xander scrive:
        Re: Anziché rompere le balle...
        - Scritto da: Puffo inventore

        proporre qualcosa di veramente innovativo

        l'unica azienda cha ha sempre portato innovazione
        nel modo dei videogiochi dagli anni 80 fino a
        oggi e' stata propio la
        nintendo.Sarà anche come dici, ma continua a utilizzare personaggi di 30 anni fa.Ormai hanno stufato. Nintendo dovrebbe creare un nuovo brand esclusivo per la sua piattaforma tipo GTA/Assassins Creed/Elder Scroll e simili...
  • ... scrive:
    quelli di nintendo...
    al posto di cambiare la Ferrari ogni due anni, la cambieranno ogni tre. capisco il sacrificio, ma dovranno adattarsi, poveri ciccini.
  • prova123 scrive:
    Nintendo DS è stato venduto in 820mila
    esemplari ... ma non era stato dismesso? :D
Chiudi i commenti