Smartwatch, in anticipo sull'IFA

Samsung con i vari modelli di Gear S2 e LG con una proposta di lusso annunciano i loro nuovi dispositivi indossabili da polso: per conquistare un mercato che promette tanto. Anche Motorola e Sony hanno in serbo novità

Roma – Giocando in anticipo sulla prossima apertura della fiera IFA 2015 di Berlino Samsung, LG e Sony hanno presentato i propri nuovi smartwatch, i dispositivi da polso con cui vorrebbero conquistare il nuovo mercato dei wearable che proprio a Berlino avrà un ruolo centrale.

Samsung ha annunciato ufficialmente che il prossimo 3 settembre all’IFA presenterà la sua ultima idea di smartwatch proposta in due versioni, che si distinguono principalmente per l’aspetto, vale a dire Gear S2 e Gear S2 classic: la coreana sembra abbandonare il precedente design futuristico per scegliere linee semplici e circolari ed un’interfaccia utente personalizzabile che promette facilità di utilizzo tramite solo due bottoni (Home e Back) e la lunetta girevole da 1,2 pollici.


Il tutto , compreso in uno spessore di 11,4 millimetri, si basa sul sistema operativo Tizen, su un processore dual-core da 1.0 Ghz ed una batteria che promette di durare circa 2-3 giorni.

Interessante il fatto che Gear S2 in versione 3G sia dotato di SIM con capacità di connessione 3G e chiamate vocali, che garantisce operatività anche senza stare collegato in tethering con il proprio dispositivo. Per il resto delle funzionalità, poi, si conferma il sistema per visualizzare le notifiche ricevute dallo smartphone ad esso collegato, il supporto alla tecnologia NFC per i pagamenti mobile (presumibilmente tramite Samsung Pay ), la dotazione di un tracker per le attività fisiche e la volontà di collaborare con una vasta selezione di partner per garantire nuove applicazioni e conseguenti possibili utilizzi che saranno già disponibili al lancio del dispositivo.

Anche LG ha annunciato che presenterà all’IFA il suo nuovo smartwatch: si tratta della versione chic del suo Watch Urbane Luxe che, con una cassa da 23 carati ed un prezzo di 1.200 dollari, punta decisamente al mercato del lusso. Le caratteristiche tecniche rimangono praticamente invariate rispetto al device lanciato ad inizio anno ma è l’unicità della versione Luxe a scintillare: saranno prodotti in collaborazione con Reeds Jewelers solo 500 modelli.

Anche Sony , collateralmente a IFA, ha il suo asso nella manica: il suo smartwatch si chiama Wena Wrist e rappresenta il frutto del lavoro del suo team interno di sviluppatori. Pur facendo quindi parte di un progetto collaterale della giapponese (un crowdfunding che però ha già raccolto 80mila dollari), dietro linee eleganti e classiche che non lo distinguono molto da un normale orologio, offre una durata di batteria promessa di circa una settimana ed un prezzo di partenza di 330 dollari, afferma di incarnare tecnologia all’avanguardia e dà la possibilità di essere utilizzato come wallet digitale (grazie alla tecnologia FeliCa), funge da tracker delle attività sportive basato su un’app iOS e garantisce strumenti per verificare le notifiche ricevute sullo smartphone ad esso collegato.

Sono invece ancora indiscrezioni le nuove immagini dello smartwatch Motorola Moto 360 Sport atteso per il prossimo novembre. È probabile che a Berlino l’azienda mostrerà qualche dettaglio ufficiale.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Etype scrive:
    Raee
    Riciclare tutto costa,quindi dal punto di vista economico è più semplice recuperarne solo una piccola parte e mandare il resto nelle zone povere,tanto a chi sta bene non gliene frega nulla degli altri.Questo accade a causa della società capitalistica e fondata sui consumi,se non vendi continuamente il meccanismo si blocca e crolla tutto.Purtroppo non c'è un pozzo senza fondo e di Terra ne abbiamo solo una,se la inquini quella ti tieni e prima o poi tutto torna indietro.Il problema più grave è che il sistema usato è un ciclo aperto,in natura non esistono cicli aperti,ciò che viene prodotto ha una durata predefinita e alla fine viene riassimilato dalla terra.[yt]kjI8ETxThDw[/yt]
  • Giulia scrive:
    Ma parliamo solo di roba civile o indust
    Non credo che si parli di civile (ormai con i centri di raccolta e la porta a porta e' quasi impossibile nonriciclare) ma di attivita' industriali che possono evadere piu' facilmente...
  • luc294 scrive:
    bidone raee
    La vita moderna è troppo stressante e piena d'impegni per conferire le apparecchiature alla stazione ecologica, ci voglioni i bidoni stradali RAEE!!!!
    • barcollo scrive:
      Re: bidone raee
      Si fa con piacere la fila per comprarli, ma non la fila per smaltirli... sarà la vita troppo piena di impegni come dici tu...
      • Vack scrive:
        Re: bidone raee
        - Scritto da: barcollo
        Si fa con piacere la fila per comprarli, ma non
        la fila per smaltirli... sarà la vita troppo
        piena di impegni come dici tu...O sarà il fatto che spesso quando vai all'isola ecologica ti senti dire:1) Siamo pieni, ripassi tra qualche giorno;2) dopo qualche giorno goto :1;dopo 2 cicli ti rompi le balle, cassonetto e mai più riciclo
        • luc294 scrive:
          Re: bidone raee
          esattamente quello che intendevo, e con i raee tanto tanto, è quando ti mandano indietro con gli ingombranti vari che sono bestemmie :)
          • barcollo scrive:
            Re: bidone raee
            - Scritto da: luc294
            esattamente quello che intendevoGià :D- Scritto da: luc294
            La vita moderna è troppo stressante e piena
            d'impegni per conferire le apparecchiature alla
            stazione ecologica, ci voglioni i bidoni stradali
            RAEE!!!!Colpa mia che rispondo a cosa scrivete invece di rispondere a cosa intendete XDMe ne scuso.
        • barcollo scrive:
          Re: bidone raee
          - Scritto da: Vack
          - Scritto da: barcollo

          Si fa con piacere la fila per comprarli, ma
          non

          la fila per smaltirli... sarà la vita troppo

          piena di impegni come dici tu...
          O sarà il fatto che spesso quando vai all'isola
          ecologica ti senti
          dire:
          1) Siamo pieni, ripassi tra qualche giorno;
          2) dopo qualche giorno goto :1;
          dopo 2 cicli ti rompi le balle, cassonetto e mai
          più
          ricicloSe ci pensi bene, il problema si risolve controllando o potenziando le isole ecologiche, non con i cassonetti.I cassonetti sono qualcosa in più?! Certo!Sono il motivo per cui la gente se ne frega del riciclo dell'ewaste?! Credici! ;)
          • luc294 scrive:
            Re: bidone raee
            si certo potenziare le isole non sarebbe male, ma quanlche bidone magari in punti strategici tipo grandi centri commerciali non farebbero male... e aumenterebbe forse la consapevolezza di qualcuno
          • Etype scrive:
            Re: bidone raee
            Risolvi poco,il problema è dovuto al forzato ricambio dei device sia perchè si convince il cliente a cambiarlo sia il produttore che non rialscia più aggiornamenti o supporto per ciò che ha prodotto.La soluzione per mitigare un pò la cosa è creare device che durano più a lungo ed aggiornabili per tutta la loro durata,più crearli in modo che a a fine vita il riciclo delle varie parti sia sempre più facile.Poi ci sarebbe quello di responsabilizzare il cliente,ma qui la vedo dura visto che è bombardato dalla pubblicità e da falsi miti che lo inducono a pensare in maniera opposta.
          • Mario scrive:
            Re: bidone raee
            - Scritto da: Etype
            Risolvi poco,il problema è dovuto al forzato
            ricambio dei device sia perchè si convince il
            cliente a cambiarlo sia il produttore che non
            rialscia più aggiornamenti o supporto per ciò che
            ha
            prodotto.

            La soluzione per mitigare un pò la cosa è creare
            device che durano più a lungo ed aggiornabili per
            tutta la loro durata,più crearli in modo che a a
            fine vita il riciclo delle varie parti sia sempre
            più
            facile.Fare le cose così le fa costare molto di più, il primo concorrente che passa le avrá a un prezzo più basso, tu smetti di vendere e chiudi
            Poi ci sarebbe quello di responsabilizzare il
            cliente,ma qui la vedo dura visto che è
            bombardato dalla pubblicità e da falsi miti che
            lo inducono a pensare in maniera
            opposta.
          • panda rossa scrive:
            Re: bidone raee
            - Scritto da: Mario
            Fare le cose così le fa costare molto di più, il
            primo concorrente che passa le avrá a un
            prezzo più basso, tu smetti di vendere e
            chiudiSe tu sei il primo a fare le cose, come fa il concorrente a fare un prezzo piu' basso?E se lo fa lui, vuol dire che tu stavi facendo una cresta eccessiva.Abbassa il prezzo pure tu.
          • Mario scrive:
            Re: bidone raee
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Mario


            Fare le cose così le fa costare molto di
            più,
            il

            primo concorrente che passa le avrá a un

            prezzo più basso, tu smetti di vendere e

            chiudi

            Se tu sei il primo a fare le cose, come fa il
            concorrente a fare un prezzo piu'
            basso?
            E se lo fa lui, vuol dire che tu stavi facendo
            una cresta
            eccessiva.
            Abbassa il prezzo pure tu.perché il concorrente le fa usa e getta e non aggiornabili o riciclabili come diceva Etype, quindi costano meno.
          • panda rossa scrive:
            Re: bidone raee
            - Scritto da: Mario
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Mario




            Fare le cose così le fa costare molto di

            più,

            il


            primo concorrente che passa le
            avrá a
            un


            prezzo più basso, tu smetti di vendere
            e


            chiudi



            Se tu sei il primo a fare le cose, come fa il

            concorrente a fare un prezzo piu'

            basso?

            E se lo fa lui, vuol dire che tu stavi
            facendo

            una cresta

            eccessiva.

            Abbassa il prezzo pure tu.
            perché il concorrente le fa usa e getta e non
            aggiornabili o riciclabili come diceva Etype,
            quindi costano
            meno.E chi ti vieta di fare altrettanto?
          • Mario scrive:
            Re: bidone raee
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Mario

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: Mario






            Fare le cose così le fa costare
            molto
            di


            più,


            il



            primo concorrente che passa le

            avrá a

            un



            prezzo più basso, tu smetti di
            vendere


            e



            chiudi





            Se tu sei il primo a fare le cose, come
            fa
            il


            concorrente a fare un prezzo piu'


            basso?


            E se lo fa lui, vuol dire che tu stavi

            facendo


            una cresta


            eccessiva.


            Abbassa il prezzo pure tu.

            perché il concorrente le fa usa e getta e non

            aggiornabili o riciclabili come diceva Etype,

            quindi costano

            meno.

            E chi ti vieta di fare altrettanto?chiedilo a Etype, è lui che li vuole fare aggiornabili e/o riciclabili per ridurre il problema degli eWaste
          • panda rossa scrive:
            Re: bidone raee
            - Scritto da: Mario
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Mario


            - Scritto da: panda rossa



            - Scritto da: Mario








            Fare le cose così le fa
            costare

            molto

            di



            più,



            il




            primo concorrente che passa le


            avrá a


            un




            prezzo più basso, tu smetti di

            vendere




            e




            chiudi







            Se tu sei il primo a fare le cose,
            come

            fa

            il



            concorrente a fare un prezzo piu'



            basso?



            E se lo fa lui, vuol dire che tu
            stavi


            facendo



            una cresta



            eccessiva.



            Abbassa il prezzo pure tu.


            perché il concorrente le fa usa e getta
            e
            non


            aggiornabili o riciclabili come diceva
            Etype,


            quindi costano


            meno.



            E chi ti vieta di fare altrettanto?
            chiedilo a Etype, è lui che li vuole fare
            aggiornabili e/o riciclabili per ridurre il
            problema degli
            eWasteVeramente sei tu quello che sostiene che la concorrenza si avvantaggerebbe producendo oggetti non riciclabili.
          • Mario scrive:
            Re: bidone raee
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Mario

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: Mario



            - Scritto da: panda rossa




            - Scritto da: Mario










            Fare le cose così le fa

            costare


            molto


            di




            più,




            il





            primo concorrente che
            passa
            le



            avrá a



            un





            prezzo più basso, tu
            smetti
            di


            vendere






            e





            chiudi









            Se tu sei il primo a fare le
            cose,

            come


            fa


            il




            concorrente a fare un prezzo
            piu'




            basso?




            E se lo fa lui, vuol dire che
            tu

            stavi



            facendo




            una cresta




            eccessiva.




            Abbassa il prezzo pure tu.



            perché il concorrente le fa usa e
            getta

            e

            non



            aggiornabili o riciclabili come
            diceva

            Etype,



            quindi costano



            meno.





            E chi ti vieta di fare altrettanto?

            chiedilo a Etype, è lui che li vuole fare

            aggiornabili e/o riciclabili per ridurre il

            problema degli

            eWaste

            Veramente sei tu quello che sostiene che la
            concorrenza si avvantaggerebbe producendo oggetti
            non
            riciclabili.l'economia ha una grande forza: se un prodotto è più vantaggioso tutti si metteranno a produrlo, ...non sta succedendo.
          • Luca scrive:
            Re: bidone raee
            In linea di massima son d'accordo, il prezzo da pagare è che i device costeranno minimo il triplo.
  • panda rossa scrive:
    Sanzionare obsolescenza programmata
    Una apparecchiatura elettronica non ha componenti meccaniche.Quindi non e' soggetta ad usura e puo' benissimo durare per decenni, in teoria.Duravano decenni i vecchi televisori a valvole e tubo catodico.Perche' non potrebbero durare altrettanto i monitor attuali?Quindi il primo responsabile dell'e-waste e' l'obsolescenza programmata, e dovrebbero essere le case produttrici a pagare la tassa di smaltimento, o in alternativa, a produrre apparecchiature che durano nel tempo.
    • anverone99 scrive:
      Re: Sanzionare obsolescenza programmata
      - Scritto da: panda rossa
      Quindi il primo responsabile dell'e-waste e'
      l'obsolescenza programmata, e dovrebbero essere
      le case produttrici a pagare la tassa di
      smaltimento, o in alternativa, a produrre
      apparecchiature che durano nel
      tempo.Si puo' riciclare tutto, comunque[img]http://www.enzisblog.it/wp-content/uploads/2009/07/riciclo-hard-disk-affilatrice.jpg[/img][img]http://mrroyalecologia.altervista.org/wp-content/uploads/2012/10/28_riciclart-300x200.jpg[/img][img]http://media.ecoblog.it/l/lin/linsalata-e-nel-monitor-del-vecchio-computer/01.JPG[/img][img]http://blog.dida-net.it/wp-content/uploads/2007/05/pc_box.jpg[/img]
      • panda rossa scrive:
        Re: Sanzionare obsolescenza programmata
        - Scritto da: anverone99
        - Scritto da: panda rossa

        Quindi il primo responsabile dell'e-waste e'

        l'obsolescenza programmata, e dovrebbero essere

        le case produttrici a pagare la tassa di

        smaltimento, o in alternativa, a produrre

        apparecchiature che durano nel

        tempo.

        Si puo' riciclare tutto, comunqueBen venga il riciclo, ma evidentemente non tutti riciclano visto quello che racconta l'articolo.
      • barcollo scrive:
        Re: Sanzionare obsolescenza programmata
        - Scritto da: anverone99
        - Scritto da: panda rossa

        Quindi il primo responsabile dell'e-waste e'

        l'obsolescenza programmata, e dovrebbero essere

        le case produttrici a pagare la tassa di

        smaltimento, o in alternativa, a produrre

        apparecchiature che durano nel

        tempo.

        Si puo' riciclare tutto, comunqueTanto per dire... quello è riusco non riciclo.Il primo problema dell'ewaste non è normativo, ma di mentalità e cultura a riguardo.REDUCE REUSE RECICLE sono in questo preciso ordine ;)
        • anverone99 scrive:
          Re: Sanzionare obsolescenza programmata
          - Scritto da: barcollo

          Si puo' riciclare tutto, comunque

          Tanto per dire... quello è riusco non riciclo.cioe'? qual'e' la differenza fra(1) usare l'involucro di un monitor crt direttamente come vaso e(2) raccogliere, fondere, rimodellare la plastica in forma di involucro di monitor crt e usarlo come vaso?
          • barcollo scrive:
            Re: Sanzionare obsolescenza programmata
            - Scritto da: anverone99
            - Scritto da: barcollo



            Si puo' riciclare tutto, comunque



            Tanto per dire... quello è riusco non riciclo.


            cioe'? qual'e' la differenza fra
            (1) usare l'involucro di un monitor crt
            direttamente come vaso
            e
            (2) raccogliere, fondere, rimodellare la plastica
            in forma di involucro di monitor crt e usarlo
            come
            vaso?Che il primo è riuso, meno dispendioso, alla portata di tutti e a costo quasi zero e il secondo è riciclo, presuppone corretto smistamento, certi specifici tipi di materiali, una struttura di aziende e leggi per essere applicato?!Sono diversi concettualmente, si usano termini diversi volontariamente, io puntualizzavo un uso "improprio" del termine (cit. "tanto per dire"), non ti scaldare XD
          • ... scrive:
            Re: Sanzionare obsolescenza programmata
            - Scritto da: anverone99
            - Scritto da: barcollo



            Si puo' riciclare tutto, comunque



            Tanto per dire... quello è riusco non riciclo.


            cioe'? qual'e' la differenza fra
            (1) usare l'involucro di un monitor crt
            direttamente come vaso
            e
            (2) raccogliere, fondere, rimodellare la plastica
            in forma di involucro di monitor crt e usarlo
            come
            vaso?Ma davvero non capisci la differenza tra riutilizzo e riciclo? Se utilizzi l'involucro direttamente come vaso, una volta che ti si spacca e si rovina troppo non puoi usarlo e SEI COSTRETTO A BUTTARLO, pertanto o lo butti e inquini o lo RICICLI.
          • Mario scrive:
            Re: Sanzionare obsolescenza programmata
            - Scritto da: anverone99
            - Scritto da: barcollo



            Si puo' riciclare tutto, comunque



            Tanto per dire... quello è riusco non riciclo.


            cioe'? qual'e' la differenza fra
            (1) usare l'involucro di un monitor crt
            direttamente come vaso
            e
            (2) raccogliere, fondere, rimodellare la plastica
            in forma di involucro di monitor crt e usarlo
            come
            vaso?La differenza è fondamentale, il primo è una ciofeca che butterai appena ne avrai l'occasione, il secondo è stato pensato, progettato e prodotto per essere un vaso, per fare il vaso nel modo migliore
          • anverone99 scrive:
            Re: Sanzionare obsolescenza programmata
            - Scritto da: Mario
            - Scritto da: anverone99

            - Scritto da: barcollo





            Si puo' riciclare tutto, comunque





            Tanto per dire... quello è riusco non
            riciclo.





            cioe'? qual'e' la differenza fra

            (1) usare l'involucro di un monitor crt

            direttamente come vaso

            e

            (2) raccogliere, fondere, rimodellare la
            plastica

            in forma di involucro di monitor crt e usarlo

            come

            vaso?
            La differenza è fondamentale, il primo è una
            ciofeca che butterai appena ne avrai l'occasione,
            il secondo è stato pensato, progettato e prodotto
            per essere un vaso, per fare il vaso nel modo
            miglioresi, mi vanno bene anche i secondi, purche' siano a forma di involucro di monitor crt.
          • Mario scrive:
            Re: Sanzionare obsolescenza programmata
            - Scritto da: anverone99
            - Scritto da: Mario

            - Scritto da: anverone99


            - Scritto da: barcollo







            Si puo' riciclare tutto,
            comunque







            Tanto per dire... quello è riusco
            non

            riciclo.








            cioe'? qual'e' la differenza fra


            (1) usare l'involucro di un monitor crt


            direttamente come vaso


            e


            (2) raccogliere, fondere, rimodellare la

            plastica


            in forma di involucro di monitor crt e
            usarlo


            come


            vaso?

            La differenza è fondamentale, il primo è una

            ciofeca che butterai appena ne avrai
            l'occasione,

            il secondo è stato pensato, progettato e
            prodotto

            per essere un vaso, per fare il vaso nel modo

            migliore

            si, mi vanno bene anche i secondi, purche' siano
            a forma di involucro di monitor
            crt.certo potranno avere qualunque forma desideri
    • Mario scrive:
      Re: Sanzionare obsolescenza programmata
      - Scritto da: panda rossa
      Una apparecchiatura elettronica non ha componenti
      meccaniche.
      Quindi non e' soggetta ad usura e puo' benissimo
      durare per decenni, in
      teoria.

      Duravano decenni i vecchi televisori a valvole e
      tubo
      catodico.
      Perche' non potrebbero durare altrettanto i
      monitor
      attuali?

      Quindi il primo responsabile dell'e-waste e'
      l'obsolescenza programmata, e dovrebbero essere
      le case produttrici a pagare la tassa di
      smaltimento, o in alternativa, a produrre
      apparecchiature che durano nel
      tempo.non è l'obsolescenza programmata a produrre eWaste ma l'obsolescenza tecnologica, un mouse ps2 non lo vuole più nessuno e lo si butta via. così come un computer con un due duo.
      • Etype scrive:
        Re: Sanzionare obsolescenza programmata
        - Scritto da: Mario
        non è l'obsolescenza programmata a produrre
        eWaste ma l'obsolescenza tecnologicaGuarda che la seconda è in funzione della prima
        un mouse
        ps2 non lo vuole più nessuno e lo si butta via.Perchè mai ?Funziona come uno USB.niente di meno....
        così come un computer con un due
        duo.Ciao ti scrivo da un computer di 12 anni fa ;)
        • Mario scrive:
          Re: Sanzionare obsolescenza programmata
          - Scritto da: Etype
          - Scritto da: Mario


          non è l'obsolescenza programmata a produrre

          eWaste ma l'obsolescenza tecnologicano perché l'obsolescenza programmata prescrive che una cosa si rompa dopo un certo tempo, quella tecnologica butta via roba che funziona.
          Guarda che la seconda è in funzione della prima


          un mouse

          ps2 non lo vuole più nessuno e lo si butta via.

          Perchè mai ?
          Funziona come uno USB.niente di meno....


          così come un computer con un due

          duo.

          Ciao ti scrivo da un computer di 12 anni fa ;)peccato che di quelli come te ce ne siano 10 e degli altri milioni, a partire da banche , assicurazioni e grandi organizzazioni
        • Mario scrive:
          Re: Sanzionare obsolescenza programmata
          correzione- Scritto da: Etype
          - Scritto da: Mario


          non è l'obsolescenza programmata a produrre

          eWaste ma l'obsolescenza tecnologica
          Guarda che la seconda è in funzione della primano perché l'obsolescenza programmata prescrive che una cosa si rompa dopo un certo tempo, quella tecnologica butta via roba che funziona.

          un mouse

          ps2 non lo vuole più nessuno e lo si butta via.

          Perchè mai ?
          Funziona come uno USB.niente di meno....


          così come un computer con un due

          duo.

          Ciao ti scrivo da un computer di 12 anni faOcchiolinopeccato che di quelli come te ce ne siano 10 e degli altri milioni, a partire da banche , assicurazioni e grandi organizzazioni
          • Etype scrive:
            Re: Sanzionare obsolescenza programmata
            - Scritto da: Mario
            no perché l'obsolescenza programmata prescrive
            che una cosa si rompa dopo un certo tempo, quella
            tecnologica butta via roba che
            funziona.Quella tecnologica è forzosa e va ad alimentare la prima.Per esempio ti creo un OS più pesante e che richiede più potenza hardware per poter funzionare,in questo modo ti obbligo a disfarti di quello che hai già e a ritornare in "carreggiata". Ma questo perchè fa comodo a qualcuno...Poi ovviamente c'è anche il motivo economico che in realtà è il primo,anche se tu non hai bisogno di un hardware potente io produttore campo di vendite quindi creo il nuovo e faccio invecchiare velocemente quello che già c'è sul mercato.
            peccato che di quelli come te ce ne siano 10 e
            degli altri milioni, a partire da banche ,
            assicurazioni e grandi
            organizzazioniQuesto perchè la massa si fa intortare dal produttore che gli dice di comprare,che l'ultimo modello è il migliore,nuove feature,ecc lo fanno unicamente per farti comprare anche se non ne hai bisogno perchè loro vivono di quello.
          • Mario scrive:
            Re: Sanzionare obsolescenza programmata
            - Scritto da: Etype
            - Scritto da: Mario

            no perché l'obsolescenza programmata prescrive

            che una cosa si rompa dopo un certo tempo,
            quella

            tecnologica butta via roba che

            funziona.

            Quella tecnologica è forzosa e va ad alimentare
            la
            prima.
            Per esempio ti creo un OS più pesante e che
            richiede più potenza hardware per poter
            funzionare,in questo modo ti obbligo a disfarti
            di quello che hai già e a ritornare in
            "carreggiata". Ma questo perchè fa comodo a
            qualcuno...
            Poi ovviamente c'è anche il motivo economico che
            in realtà è il primo,anche se tu non hai bisogno
            di un hardware potente io produttore campo di
            vendite quindi creo il nuovo e faccio invecchiare
            velocemente quello che già c'è sul
            mercato.


            peccato che di quelli come te ce ne siano 10 e

            degli altri milioni, a partire da banche ,

            assicurazioni e grandi

            organizzazioni

            Questo perchè la massa si fa intortare dal
            produttore che gli dice di comprare,che l'ultimo
            modello è il migliore,nuove feature,ecc lo fanno
            unicamente per farti comprare anche se non ne hai
            bisogno perchè loro vivono di
            quello.È quello che succede in qualsiasi settore economico, tutti, produttori, azionisti, ingegneri, impiegati, operai, tecnici, commerciali, etc. ... vivono di quello che la loro azienda vende, se non vende sono tutti disoccupati.Anche tu
          • panda rossa scrive:
            Re: Sanzionare obsolescenza programmata
            - Scritto da: Mario
            È quello che succede in qualsiasi settore
            economico, tutti, produttori, azionisti,
            ingegneri, impiegati, operai, tecnici,
            commerciali, etc. ... vivono di quello che la
            loro azienda vende, se non vende sono tutti
            disoccupati.
            Anche tuIo no.Io non vendo ferro.Io vendo conoscenza e tempo.E di quelli c'e' sempre bisogno.
          • Mario scrive:
            Re: Sanzionare obsolescenza programmata
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Mario

            È quello che succede in qualsiasi
            settore

            economico, tutti, produttori, azionisti,

            ingegneri, impiegati, operai, tecnici,

            commerciali, etc. ... vivono di quello che
            la

            loro azienda vende, se non vende sono tutti

            disoccupati.

            Anche tu

            Io no.
            Io non vendo ferro.
            Io vendo conoscenza e tempo.
            E di quelli c'e' sempre bisogno.mi dispiace ma anche tu, quelli che ti pagano vendono prodotti reali e se non lo fanno loro lo fanno quelli che li pagano. E tra l'altro, chi si occupa di servizi è l'ultimo ad essere reclutato quando le cose vanno bene e il primo ad essere lasciato a casa quando le cose vanno male
          • panda rossa scrive:
            Re: Sanzionare obsolescenza programmata
            - Scritto da: Mario
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Mario


            È quello che succede in qualsiasi

            settore


            economico, tutti, produttori, azionisti,


            ingegneri, impiegati, operai, tecnici,


            commerciali, etc. ... vivono di quello
            che

            la


            loro azienda vende, se non vende sono
            tutti


            disoccupati.


            Anche tu



            Io no.

            Io non vendo ferro.

            Io vendo conoscenza e tempo.

            E di quelli c'e' sempre bisogno.
            mi dispiace ma anche tu, quelli che ti pagano
            vendono prodotti realiVendono servizi.
            e se non lo fanno loro lo
            fanno quelli che li pagano. Questi sono i clienti finali e che cosa facciano nella vita non mi riguarda.
            E tra l'altro, chi si
            occupa di servizi è l'ultimo ad essere reclutato
            quando le cose vanno bene e il primo ad essere
            lasciato a casa quando le cose vanno
            maleNon se fornire consulenza sui servizi e' il core business e se i servizi si forniscono mediante server in rete.
          • Mario scrive:
            Re: Sanzionare obsolescenza programmata
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Mario

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: Mario



            È quello che succede in
            qualsiasi


            settore



            economico, tutti, produttori,
            azionisti,



            ingegneri, impiegati, operai,
            tecnici,



            commerciali, etc. ... vivono di
            quello

            che


            la



            loro azienda vende, se non vende
            sono

            tutti



            disoccupati.



            Anche tu





            Io no.


            Io non vendo ferro.


            Io vendo conoscenza e tempo.


            E di quelli c'e' sempre bisogno.

            mi dispiace ma anche tu, quelli che ti pagano

            vendono prodotti reali

            Vendono servizi.


            e se non lo fanno loro lo

            fanno quelli che li pagano.

            Questi sono i clienti finali e che cosa facciano
            nella vita non mi
            riguarda.dovrebbe invece, visto che alla fine il tuo stipendio arriva da lì
          • Mario scrive:
            Re: Sanzionare obsolescenza programmata
            - Scritto da: Etype
            - Scritto da: Mario

            no perché l'obsolescenza programmata prescrive

            che una cosa si rompa dopo un certo tempo,
            quella

            tecnologica butta via roba che

            funziona.

            Quella tecnologica è forzosa e va ad alimentare
            la
            prima.
            Per esempio ti creo un OS più pesante e che
            richiede più potenza hardware per poter
            funzionare,in questo modo ti obbligo a disfarti
            di quello che hai già e a ritornare in
            "carreggiata". Ma questo perchè fa comodo a
            qualcuno...
            Poi ovviamente c'è anche il motivo economico che
            in realtà è il primo,anche se tu non hai bisogno
            di un hardware potente io produttore campo di
            vendite quindi creo il nuovo e faccio invecchiare
            velocemente quello che già c'è sul
            mercato.


            peccato che di quelli come te ce ne siano 10 e

            degli altri milioni, a partire da banche ,

            assicurazioni e grandi

            organizzazioni

            Questo perchè la massa si fa intortare dal
            produttore che gli dice di comprare,che l'ultimo
            modello è il migliore,nuove feature,ecc lo fanno
            unicamente per farti comprare anche se non ne hai
            bisogno perchè loro vivono di
            quello.È quello che succede in qualsiasi settore economico, tutti, produttori, azionisti, ingegneri, impiegati, operai, tecnici, commerciali, etc. ... vivono di quello che la loro azienda vende, se non vende sono tutti disoccupati.Anche tu
      • panda rossa scrive:
        Re: Sanzionare obsolescenza programmata
        - Scritto da: Mario
        - Scritto da: panda rossa

        Una apparecchiatura elettronica non ha
        componenti

        meccaniche.

        Quindi non e' soggetta ad usura e puo' benissimo

        durare per decenni, in

        teoria.



        Duravano decenni i vecchi televisori a valvole e

        tubo

        catodico.

        Perche' non potrebbero durare altrettanto i

        monitor

        attuali?



        Quindi il primo responsabile dell'e-waste e'

        l'obsolescenza programmata, e dovrebbero essere

        le case produttrici a pagare la tassa di

        smaltimento, o in alternativa, a produrre

        apparecchiature che durano nel

        tempo.

        non è l'obsolescenza programmata a produrre
        eWaste ma l'obsolescenza tecnologica, un mouse
        ps2 non lo vuole più nessuno e lo si butta via.Dallo a me che ho un sacco di vecchi PC con porta ps2!Alla peggio ci metto un adattatore PS2/USB che costa meno di un mouse nuovo.
        così come un computer con un due
        duo.Questo invece quanto sei disposto a darmi perche' te lo porto via? :p
      • ... scrive:
        Re: Sanzionare obsolescenza programmata
        - Scritto da: Mario
        non è l'obsolescenza programmata a produrre
        eWaste ma l'obsolescenza tecnologica, un mouse
        ps2 non lo vuole più nessunoChiediti perché e che vantaggi ti dà un mouse USB.
        • Etype scrive:
          Re: Sanzionare obsolescenza programmata
          Nessuno,ti occupa solo una porta USB e neanche gli serve tutta la banda a disposizione,praticamente uno spreco ma con con qualche eruo ti compri un adattaore e risolvi il problema.
          • ... scrive:
            Re: Sanzionare obsolescenza programmata
            - Scritto da: Etype
            Nessuno,ti occupa solo una porta USB e neanche
            gli serve tutta la banda a
            disposizione,praticamente uno spreco ma con con
            qualche eruo ti compri un adattaore e risolvi il
            problema.Appunto. Dire che "nessuno vuole un mouse PS2" è una barzelletta. Non ho mai visto ALCUNA differenza nell'usare un mouse PS2 e un mouse USB.
          • Mario scrive:
            Re: Sanzionare obsolescenza programmata
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: Etype

            Nessuno,ti occupa solo una porta USB e
            neanche

            gli serve tutta la banda a

            disposizione,praticamente uno spreco ma con
            con

            qualche eruo ti compri un adattaore e
            risolvi
            il

            problema.

            Appunto. Dire che "nessuno vuole un mouse PS2" è
            una barzelletta. Non ho mai visto ALCUNA
            differenza nell'usare un mouse PS2 e un mouse
            USB.Si ma se guardi negli uffici scopri che di ps2 non ce ne sono più
          • panda rossa scrive:
            Re: Sanzionare obsolescenza programmata
            - Scritto da: Mario
            - Scritto da: ...

            - Scritto da: Etype


            Nessuno,ti occupa solo una porta USB e

            neanche


            gli serve tutta la banda a


            disposizione,praticamente uno spreco ma
            con

            con


            qualche eruo ti compri un adattaore e

            risolvi

            il


            problema.



            Appunto. Dire che "nessuno vuole un mouse
            PS2"
            è

            una barzelletta. Non ho mai visto ALCUNA

            differenza nell'usare un mouse PS2 e un mouse

            USB.
            Si ma se guardi negli uffici scopri che di ps2
            non ce ne sono
            piùE ancora una volta ci hai dimostrato che tu negli uffici non ci sei mai entrato, se non forse per fare le pulizie ai bagni.
      • Luca scrive:
        Re: Sanzionare obsolescenza programmata
        Mouse ps2? E il mouse su porta seriale? :) A parte gli scherzi: parlando esclusivamente di informatica (e-waste sono anche i frigoriferi per dire) c'è un connubio di motivi per i quali un pc è ammortizzato dopo 4 anni.Al di là dei complottismi è evidente che l'efficienza generale del software è in caduta libera. Basti pensare all'uso massivo di linguaggi come Java e c#. Non parliamo nemmeno dei giochi della serie AC che denotano un'efficienza da far schifo (Unity su tutti).In un tale contesto le potenze necessarie per aver un pc "veloce" aumentano e quindi è normale cambiare pc e altro ancora funzionanti.Di recente ho buttato un portatile con intel pentium III. Impossibile da usare e il mio "vecchio" pc di 4 anni fa secondo mia mamma è un po' lento.Più che imporre ai programmatori di fare le cose con creanza non vedo soluzioni....
  • Psicologo scrive:
    Norvegia in testa
    L'indistruttibile Nokia 3310 inizia finalmente a rompersi
Chiudi i commenti