Snapsoft promette la privacy dei telefonini

Una nuova soluzione di origine israeliana conta di catalizzare l'attenzione degli utenti che vogliono garantirsi conversazioni protette

Roma – La privacy è un problema e la cifratura delle conversazioni telefoniche sta diventando un argomento sempre più di attualità: appena pochi giorni fa PI ha parlato dell’ NSK 200 di Sectra , che ha ottenuto l’autorevole accreditamento “top secret” da parte della Nato.

Ora giunge la notizia di un criptocell che si promette più versatile, poiché basato su una tecnologia che non richiede un hardware apposito: si chiama Snapsoft ed è stata realizzata dalla società israeliana Snapshield .

Soluzione di semplice utilizzo, il prodotto si basa sulla tecnologia di criptazione punto a multipunto brevettata dalla società israeliana e utilizzata sui dispositivi Snaptrunk e Snaptel, applicati su apparecchiature di telefonia fissa, e Snapcell (per la telefonia mobile).

Snapsoft, che sarà venduto in Italia attraverso Snapcom , avrà come target gli smartphone di ultima generazione, per il cui mercato si stima una crescita, a livello mondiale, fino a 28 milioni di unità per quest’anno e fino a 150 milioni entro tre anni.

Per utilizzare Snapsoft, gli smartphone non richiedono alcuna predisposizione hardware: sarà subito reso disponibile per piattaforma Windows (Pocket PC 2003) e presto lo sarà anche per gli apparecchi dotati di sistema operativo Symbian.

Dario Bonacina

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    zombie winari, drm, palladium e rete
    Ecco un'altro esempio di un fenomenoche ha ormai dimensioni enormi. Un'altrafalla in molti sw windows e in certe dll chepermette di eseguire codice malevolo edi trasformare i winputer in zombie perimpestare la rete (al contrario di altrisistemi aggiornabili facilmente in pochisecondi, da parte di utenti abituati a farlo).Il marketing di questo sistema, che raccontaalla gente panzane del tipo "non devi sapereniente, fa tutto il ns grande software", fa si cheper vendere il piu possibile si racconti laballa colossale che chi usa un computer non deve saperlo usare. L'insicurezza intrinseca di questo sistemae il comportamento inadeguato della grandemaggioranza dei suoi utenti (convinti dalmarketing a restare disinformati perché ilsistema è facile e non richiede nessunacompetenza) è un cocktail che sta facendo dannienormi a tutti in termini di sozzeria che circola in rete a causa del gran nr di winputer zombie. Ma il danno principale eirrimediabile che genera questo "modelloinformatico" basato sul concetto che L'UTENTEDEVE RESTARE IGNORANTE perchè tanto il sistema DOVREBB ESSERE cosi FACILE da rendere inutile qualsiasi tipo di conoscenza, è che TUTTO QUESTO GIUSTIFICA L'INTRODUZIONE DI METODI COME DRM E PALLADIUM, con altissimi costi per tutti, sia in termini economici, sia in termini di libertà di comunicazione.Grazie utente windows medio per tutta la spazzatura che a causa tua gira per la rete e si beccano tutti. Grazie per giustificare con la tua esistenza l'introduzione di meccanismi di controllo, spywareintegrati, etc.etc. che renderanno a tutti la vita difficile, diminuiranno fortemente la libertà di comunicare,aumenteranno i costi dell'informatica per tutti.Fai veramente schifo.
  • Anonimo scrive:
    come risposta ad i detrattori di ie
    mi sembra sufficiente.che dire critica il bucherello MS oggi, e beccati il mega bucone open domani.il bello dei buchi open e la loro potenzialita multipiattaforma, praticamente non esiste sw open e non SO open e non che non usi questa libreria.
    • Anonimo scrive:
      Re: come risposta ad i detrattori di ie
      - Scritto da: Anonimo
      mi sembra sufficiente.
      che dire critica il bucherello MS oggi, e beccati
      il mega bucone open domani.

      il bello dei buchi open e la loro potenzialita
      multipiattaforma, praticamente non esiste sw open
      e non SO open e non che non usi questa libreria.compreso windows... sisi , anche win usa le zlib
      • Anonimo scrive:
        Re: come risposta ad i detrattori di ie
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        mi sembra sufficiente.

        che dire critica il bucherello MS oggi, e
        beccati

        il mega bucone open domani.



        il bello dei buchi open e la loro potenzialita

        multipiattaforma, praticamente non esiste sw
        open

        e non SO open e non che non usi questa libreria.

        compreso windows... sisi , anche win usa le zlibnon glielo dire... sai come starà a sapere di essere più open degli open? :D
  • Anonimo scrive:
    zLib in Windows
    Le zLib vengono utilizzate anche in Windows ed in Office (la licenza è di tipo BSD, quindi possono essere usate anche in software commerciale... come appunto quello Microsoft ;) )
    • Anonimo scrive:
      Re: zLib in Windows
      Si ma quelle sono a prova di bug.Bye bye lino! :D:D
      • Anonimo scrive:
        Re: zLib in Windows

        Si ma quelle sono a prova di bug.

        Bye bye lino! :D:DNel senso che e' provato che hanno un sacco di bug? :D
    • puntomediatico scrive:
      Re: zLib in Windows
      - Scritto da: Anonimo
      Le zLib vengono utilizzate anche in Windows ed in
      Office (la licenza è di tipo BSD, quindi possono
      essere usate anche in software commerciale...
      come appunto quello Microsoft ;) )Credo che anche firefox su XP la utilizzi(libimg/png dipende dalla zlib)http://www.mozilla.org/owners.html#zlibla data di modifica è recente Jul 6 11:31 http://lxr.mozilla.org/mozilla/source/modules/zlib/src/inftrees.cil baco è stato corretto, quindi sarebbe utile far scaricare una built recente, a chi si è consigliato di usare firefox su win
  • Anonimo scrive:
    ..basta con queste notizie
    .. ancora?? :s bastaaaa!!! :@ sia per win che linux.. veramente.. mi sono rotto! :@ :@ 1) falla o non falla, pacchata o non pacchata.. se l'utente non aggiorna, tutti questi discorsi e queste seghe mentali non servono a niente.2) esistono i vari auto-update sia per win che linux.. ma se l'utente non li attiva.. non servono a niente3) al massimo pubblicatele, ma non attivate il forum... basta flame! ma se le pubblicate e l'utente utilizza internet solo per i pornazzi.. non servono a nientediscorso valido sia per linari che winari. ..come siamo messi a mac? :D
    • francescor82 scrive:
      Re: ..basta con queste notizie
      - Scritto da: Anonimo
      .. ancora?? :s
      bastaaaa!!! :@
      sia per win che linux.. veramente.. mi sono
      rotto! :@ :@ A chi lo dici! :-(
      1) falla o non falla, pacchata o non pacchata..
      se l'utente non aggiorna, tutti questi discorsi e
      queste seghe mentali non servono a niente.Giusto, ma un solo appunto: l'utente (un utente domestico, diciamo) non può aggiornare se la patch non esce.
      discorso valido sia per linari che winari. Vero, ma la mia opinione personale è che in giro per questi forum ci siano un po' di troll che postano in base all'umore personale, senza essere convinti né da Linux né da Windows. Ed è per colpa loro che le due categorie, "linari" e "winari", sembrano così estremiste.
      • Anonimo scrive:
        Re: ..basta con queste notizie
        queste seghe mentali non servono a niente.

        Giusto, ma un solo appunto: l'utente (un utente
        domestico, diciamo) non può aggiornare se la
        patch non esce.ma hai pienamente ragione.. comunque la mia osservazione si ferma prima: l'utente NON aggiorna un emerito cavolo :) ..quindi ... tutto ciò non serve a niente, ne' prima, ne' adesso, ne in futuro (quindi nel caso di falla già pacchata, o che dovra uscire il fix con la correzione..)

        discorso valido sia per linari che winari.

        Vero, ma la mia opinione personale è che in giro
        per questi forum ci siano un po' di troll che
        postano in base all'umore personale, senza essere
        convinti né da Linux né da Windows. Ed è per
        colpa loro che le due categorie, "linari" e
        "winari", sembrano così estremiste.io non sono convinto ne' dal primo che dal secondo... mi muovo al contrario delgi altri. niente troll & Co. .. non servono a niente...perchè devo rovinarmi la giornata per leggermi i comenti (alcuini sono anche utili, perchè spiegano tutto quello che c'è da fare, ma sono rari e mischiati a quelli inutili.. perchè devo leggerli quest'utlimi per andarmi a cercare quelli utili?)
    • awerellwv scrive:
      Redaziooneeeeeeeeeeeeeeeeeeee
      Redazioneeeeee? ci siete? avrei una proposta, onde evitare guerre di religione informatiche perche non mettete queste notizie in una sezione a parte sulla quale non si possano postare commenti e separate dal notiziario giornaliero? un po' come la colonnina delel ultime brevi e quelle da non perdere...
      • Anonimo scrive:
        Re: Redaziooneeeeeeeeeeeeeeeeeeee
        - Scritto da: awerellwv
        Redazioneeeeee?

        ci siete? avrei una proposta, onde evitare
        guerre di religione informatiche perche non
        mettete queste notizie in una sezione a parte
        sulla quale non si possano postare commenti e
        separate dal notiziario giornaliero?

        un po' come la colonnina delel ultime brevi e
        quelle da non perdere...Domanda...se non ci fosse la possibilità di commentare le notizie di questo tipo tu non leggeresti i commenti...chi ti obbliga a leggere questi?:s
        • Anonimo scrive:
          Re: Redaziooneeeeeeeeeeeeeeeeeeee
          leggiti una mia precedente rsiposta...ci sono commenti utili... che andrebbero letti perchè spiegano come fare x aggiornare, cosa fa l'aggiornamento eccecc.. ma sono pochissimi. il resto dei commenti 80%.. sono troll...però per "beccare" quelli utili.. devo leggermi gli altri...
  • Anonimo scrive:
    E gli altri programmi li avete patchati?
    Tutti i programmi che linkano zlib staticamente li avete patchati?Usate solo programmi ad aggiornamento automatico?
    • Anonimo scrive:
      Re: E gli altri programmi li avete patchati?
      I programmi che usano zlib, non vanno patchati, in quanto richiamano la libreria zlib comune per tutto il sistema, quindi se è patchata, al richiamo usano quella nuova.
      • Anonimo scrive:
        Re: E gli altri programmi li avete patch
        - Scritto da: Anonimo
        I programmi che usano zlib, non vanno patchati,
        in quanto richiamano la libreria zlib comune per
        tutto il sistema, quindi se è patchata, al
        richiamo usano quella nuova.Sai che significa libreria linkata staticamente???
        • Anonimo scrive:
          Re: E gli altri programmi li avete patch
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          I programmi che usano zlib, non vanno patchati,

          in quanto richiamano la libreria zlib comune per

          tutto il sistema, quindi se è patchata, al

          richiamo usano quella nuova.

          Sai che significa libreria linkata staticamente???
          Dimenticavo: visto che zlib è open source, ci saranno tanti programmi cha la avranno inclusa nei propri sorgenti (magari per fare qualche modifica secondaria).E' veramente incredibile la tranquillità con cui molti dicono: .... tanto la mia distribuzione mi ha aggiornato le librerie di sistema.Ignoranti.
          • Anonimo scrive:
            Re: E gli altri programmi li avete patch

            Dimenticavo: visto che zlib è open source, ci
            saranno tanti programmi cha la avranno inclusa
            nei propri sorgenti (magari per fare qualche
            modifica secondaria).si, ad esempio un sacco di sw M$ che ha zlib linkato staticamente e che data la natura WC-closed sarà patchato da M$ solo tra qualche annetto...per il resto, 100% daccordo con te.
          • Anonimo scrive:
            Re: E gli altri programmi li avete patch

            tanto la mia distribuzione mi ha aggiornato le librerie
            di sistema.Ignorante sarai tu. Linux ha una struttura modulare.Le librerie sono linkate dinamicamente e non esistono programmi che le hanno compilate al proprio interno in modo statico. Queste cosesuccedono in altri mondi (purtroppo) possibili.Debian ha patchato zlib il 6 luglio e tutti i programmiche usano zlib non sono esposti al bug. Punto
          • Anonimo scrive:
            Re: E gli altri programmi li avete patch

            Le librerie sono linkate dinamicamente e non
            esistono programmi che le hanno compilate
            al proprio interno in modo statico. Queste cose
            succedono in altri mondi (purtroppo) possibili.Ehm, a quanto so il modo è proprio questo, scrivo un programma che fa riferimento a determinate librerie, quando compilo gli dico di compilarle STATICAMENTE, il che significa che si porta dietro tutto il codice che gli serve anche da quelle librerie che sono presenti in quel dato momento dove ho detto al compilatore di andarsele a pescare.Fino a che uno usa l'eseguibile questo continua ad usare il codice buggato che gli ho detto di prendersi.Se uno prende i sorgenti e ricompila, dovrà anche procurarsi le librerie giuste, o dire al compilatore dove procurarsi le librerie giuste, (il che potrebbe anche essere del tutto automatizzato se il codice dice al compilatore di beccarsi le librerie di sistema, che sono state patchate.
      • Anonimo scrive:
        Re: E gli altri programmi li avete patch
        - Scritto da: Anonimo
        I programmi che usano zlib, non vanno patchati,
        in quanto richiamano la libreria zlib comune per
        tutto il sistema, quindi se è patchata, al
        richiamo usano quella nuova.Veramente il poster originale ha parlato di link *statico*, quindi nell'eseguibile viene integrata la versione di zlib corrente; anche se aggiorni la lib standalone, il programma con la zlib integrata continua ad usare la sua, quindi occorre aggiornare anche tutti i programmi di questo tipo (quanti siano non lo so)KaysiX
        • Anonimo scrive:
          Re: E gli altri programmi li avete patch

          Veramente il poster originale ha parlato di link
          *statico*, quindi nell'eseguibile viene integrata
          la versione di zlib corrente; anche se aggiorni
          la lib standalone, il programma con la zlib
          integrata continua ad usare la sua, quindi
          occorre aggiornare anche tutti i programmi di
          questo tipo (quanti siano non lo so)In Debian nessuno.
          • Anonimo scrive:
            Re: E gli altri programmi li avete patch
            - Scritto da: Anonimo

            In Debian nessuno.eh ma io ho fatto una considerazione... come dire...cross platform :)KaysiX
  • Anonimo scrive:
    E noi osserviamo
    "È stata scoperta una vulnerabilità di sicurezza in zlib, una libreria di compressione utilizzata da molte applicazioni e inclusa in diverse distribuzioni di Linux"
    • Anonimo scrive:
      Re: E noi osserviamo
      Ma vai lavorare, bimbo!
      • Anonimo scrive:
        Re: E noi osserviamo
        - Scritto da: Anonimo
        Ma vai lavorare, bimbo!Tu hai già ricompilato tutto?No perchè, visto l'uso smodato di compilazione statica (alla faccia degli oggetti), ti tocca ricompilarti qualche centinaia di programmi
  • Anonimo scrive:
    linux grande sicurezza, win da spararsi
    Tutte le distro linux hanno patchato questa fallada alcuni giorni: vorrei però sapere cosa si faràper il gran nr di sw windows, nonché per le dlldi sistema, interessati da questo bug. Nulla ditutto questo è ancora stato patchato, anche perchémolte apps hanno zlib compilate staticamente.Pertanto i ns cari amici utenti windows avrannol'ennesima possibilità in piu di offrire i loro superdesktop aggiornati con l'ultimo hw come zombiead uso e consumo di chiuque voglia utilizzarli,con grande disagio per tutti coloro che usano larete.Complimenti, siete la fossa biologica della rete.
    • Anonimo scrive:
      Re: linux grande sicurezza, win da spararsi
      - Scritto da: Anonimo
      Tutte le distro linux hanno patchato questa falla
      da alcuni giorni: vorrei però sapere cosa si farà
      per il gran nr di sw windows, nonché per le dll
      di sistema, interessati da questo bug. Nulla di
      tutto questo è ancora stato patchato, anche perché
      molte apps hanno zlib compilate staticamente.
      Pertanto i ns cari amici utenti windows avranno
      l'ennesima possibilità in piu di offrire i loro
      super
      desktop aggiornati con l'ultimo hw come zombie
      ad uso e consumo di chiuque voglia utilizzarli,
      con grande disagio per tutti coloro che usano la
      rete.

      Complimenti, siete la fossa biologica della rete.(troll)
      • Anonimo scrive:
        Re: linux grande sicurezza, win da spara
        - Scritto da: Anonimo
        (troll)Non si tratta di un troll... anzi.Molti software per Windows vengono forniti con le zlib precompilate staticamente al loro interno, spesso e volentieri nemmeno gli autori di tali software ne sono coscenti e questo perché le zlib sono così comuni da essere usate in ogni salsa, dentro componenti, librerie, ecc.Nel mondo Linux i software compilati staticamente sono pochissimi (anzi... quasi nessuno tranne qualche raro software commerciale), quasi tutti (anzi... tutti) usano le librerie di sistema quindi upgradando quelle tutti i programmi su quella linux-box possono dirsi patchati con un singolo aggiornamento.Su Windows il discorso cambia, ci saranno decine di programmi che non sono patchati e che vanno patchati singolarmente, molti di loro non lo saranno nemmeno mai fino al prossimo upgrade (se mai ci sarà).Questo dimostra ancora una volta che il modello chiuso su cui si basa Windows è un rischio per la sicurezza intrinseco, crea potenziali falle nel sistema difficili da riparare e che non si sa nemmeno se sono o meno riparate o persino affette dal problema (come fai a sapere se un programma per Windows usa o meno le zlib magari compilate staticamente al suo interno? a meno che non te lo dica l'autore o tu vada a disassemblare l'eseguibile non c'è speranza).Non c'è sicurezza nel mondo closed, anche se sei a conoscenza di un bug non hai la minima possibilità di riparartelo da te o nemmeno poter sapere se tale programma è o meno affetto da tale bug.
        • Anonimo scrive:
          Re: linux grande sicurezza, win da spara

          Non c'è sicurezza nel mondo closed, anche se sei
          a conoscenza di un bug non hai la minima
          possibilità di riparartelo da te o nemmeno poter
          sapere se tale programma è o meno affetto da tale
          bug.E' difficile anche che un cracker scriva un' esploit per quel software visto che non sa nessuno se viene o meno utilizzata la libreria "bacata".
          • Anonimo scrive:
            Re: linux grande sicurezza, win da spara
            - Scritto da: Anonimo
            E' difficile anche che un cracker scriva un'
            esploit per quel software visto che non sa
            nessuno se viene o meno utilizzata la libreria
            "bacata". (rotfl) Ma per favore!http://cert.uni-stuttgart.de/files/fw/find-zlib
    • Anonimo scrive:
      Re: linux grande sicurezza, win da spararsi
      hahahaa la grande sicurezza lino ma sei sicuro, quanti altri sw open usi con il buco, comunque contento te.
      • Anonimo scrive:
        Re: linux grande sicurezza, win da spararsi

        hahahaa la grande sicurezza lino ma sei sicuroutente windows rappresentativo della categoriaciao zombie
  • Anonimo scrive:
    Capirai...
    Vorrei capire chi fa post da flame se si rende conto della grande diversita' tra i 2 fenomeni...esce una falla per linux corretta in pochi giorni esce una falla per windows passa un mese prima che venga corretta a volte anche piu'...Indipendentemente dall'utente e' meglio linux come sicurezza allora... Un utente diligente sa che non puo' stare 1 mese con la paura... un utente non diligente sta come sta e chi se ne frega che abbia linux o che abbia windows sempre utente non diligente e'... e paghera' le conseguenze....
  • Anonimo scrive:
    debian sarge: patchata il 6 luglio
    Auguri agli utenti windows, xbox et all cheavranno il bugs nelle zlib per tempi biblici
  • Anonimo scrive:
    mettete il padrone dietro...
    al programmatore, vedete dopo come sta più attento
    • Anonimo scrive:
      Re: mettete il padrone dietro...
      - Scritto da: Anonimo
      al programmatore, vedete dopo come sta più attentoma che geniaccio!!!!sei così genio che "software libero" non ti dice niente!!!ma bravo.
    • Anonimo scrive:
      Re: mettete il padrone dietro...
      - Scritto da: Anonimo
      al programmatore, vedete dopo come sta più attentoLOL. Questo tuo metodo non sembra funzionare... altrimenti perché Windows è così pieno di bug (e quasi tutti critical)? Eppure loro hanno interi team dedicati al controllo qualità...È un peccato che la gente parli senza accendere il cervello prima.
  • Anonimo scrive:
    il fatto che sia patchato non significa
    che prima il bug non ci fosse. Il fatto che sia stato trovato significa solo che qualcuno l'ha incontrato. Se ci fossero più persone ad usare linux ci sarebbero più persone a setacciarlo e chissà quanti bug
    • Anonimo scrive:
      Re: il fatto che sia patchato non signif
      - Scritto da: Anonimo
      che prima il bug non ci fosse. Il fatto che sia
      stato trovato significa solo che qualcuno l'ha
      incontrato. Se ci fossero più persone ad usare
      linux ci sarebbero più persone a setacciarlo e
      chissà quanti buge quindi, essendo questi i tempi di "tappamento" delle falle, linux continuerebbe ad essere un sistema operativo abbastanza sicuroIl problema non è quante falle hai ma quanto tempo ci metti a tapparle e quante ne lasci aperte.Potrebbe aversi, per assurdo, anche una situazione di parità tra linux e windows con lo stesso numero di falle, ma dopo un mese quelle per windows sarebbero ancora li a farti ciao ciao con la manina dal monitor del tuo PC, mentre quelle di linux sarebbero solo un ricordo.Ciao ciao, con la manina.
    • Super_Treje scrive:
      Re: il fatto che sia patchato non significa
      Beh meglio se trovano bugs, vuol dire che verranno corretti + velocemente di quanto avviene con software proprietario e quindi + velocemente messo in sicurezza :)Il fatto di sapere che e' stato individuato un bugs e' una buona notizia perche' dopo l'annuncio si trova la cura, ma se mai si trova la malattia mai si sapra' di essere malati e per + tempo si stara' "non sani".Io mi auguro che presto molte persone passino a linux e che le persone che trovano questi bugs si cimentino + tempo su linux che su windows in modo tale da fornire molto molto + materiale su cui far lavorare gli sviluppatori.
    • Kudos scrive:
      Re: il fatto che sia patchato non signif
      - Scritto da: Anonimo
      che prima il bug non ci fosse. Il fatto che sia
      stato trovato significa solo che qualcuno l'ha
      incontrato. Se ci fossero più persone ad usare
      linux ci sarebbero più persone a setacciarlo e
      chissà quanti bugla sicureza di linux non deriva dall'assenza di bug, ma dalla velocità con cui scompaiono una volta scoperti... non mi stancherò mai di dirlo...
    • Anonimo scrive:
      Re: il fatto che sia patchato non signif
      - Scritto da: Anonimo
      che prima il bug non ci fosse. Il fatto che sia
      stato trovato significa solo che qualcuno l'ha
      incontrato. Se ci fossero più persone ad usare
      linux ci sarebbero più persone a setacciarlo e
      chissà quanti bugAllora visto che la libreria è utilizzata anche in molti software closed per Windows vuol dire che il baco l'hanno trovato in fretta... Solo che in Linux è già patchato, mentre in Windows no...
    • Anonimo scrive:
      Re: il fatto che sia patchato non signif
      - Scritto da: Anonimo
      che prima il bug non ci fosse. Il fatto che sia
      stato trovato significa solo che qualcuno l'ha
      incontrato. Se ci fossero più persone ad usare
      linux ci sarebbero più persone a setacciarlo e
      chissà quanti bug1) I bug sono esistiti, esistono e esisteranno. In programmi open e closed. Fatevene una ragione.(Non vale portare ad esempio quello che dicono i ragazzini di 14 che "linux r0x, non ha bug". Cerchiamo di restare sul serio)2) Ci sono già parecchie persone a setacciarlo linux: e poi pensi davvero che se il numero di utenti linux sul desktop crescesse, crescerebbero di molto anche i bug hunter? Chi ha la capacita' di scovare bug del genere in genere a linux gli ha almeno dato un'occhiata. Non ce lo vedo Mario Rossi, ex-utente windows, che dopo la nuova (ipotetica) desktop-age di linux fa il bug-hunter. Se lo usassero più persone, il numero di sviluppatori o collaboratori non salirebbe più di tanto. Non sono molti in grado di dare un contributo del genere.3) Il fatto che sia stato patchato velocemente è una nota positiva: così non dai tempo al ragazzino di turno di scrivere qualche trojan ad hoc.
      • Anonimo scrive:
        Re: il fatto che sia patchato non signif

        2) Ci sono già parecchie persone a setacciarlo
        linux: e poi pensi davvero che se il numero di
        utenti linux sul desktop crescesse, crescerebbero
        di molto anche i bug hunter?
        Chi ha la capacita' di scovare bug del genere in
        genere a linux gli ha almeno dato un'occhiata.
        Non ce lo vedo Mario Rossi, ex-utente windows,
        che dopo la nuova (ipotetica) desktop-age di
        linux fa il bug-hunter.

        Se lo usassero più persone, il numero di
        sviluppatori o collaboratori non salirebbe più di
        tanto. Non sono molti in grado di dare un
        contributo del genere.
        Bella cazzata, guarda che se cresce il numero di utilizzatore cresce anche il numero di bug hunter quasi proporzionalmente. La crescita di utenti su Linux comporta anche che molti sviluppatori comincerebbero a sviluppare sw su Linux e di conseguenza aumenterebbero i bug hunter di cui la maggior parte non sono altro che sviluppatori.
    • Anonimo scrive:
      Re: il fatto che sia patchato non significa

      Se ci fossero più persone ad usare linuxci sono molte piu persone a usare linux conun alto livello di competenza e con un grandeinteresse per segnalare bugs, e le varie distrohanno security team molto piu attenti ad ascoltareil feedback dagli utenti: anche per questolinux è tanto piu sicuro, se ben usato, di windows
    • Anonimo scrive:
      Re: il fatto che sia patchato non signif
      - Scritto da: Anonimo
      che prima il bug non ci fosse. Il fatto che sia
      stato trovato significa solo che qualcuno l'ha
      incontrato. Se ci fossero più persone ad usare
      linux ci sarebbero più persone a setacciarlo e
      chissà quanti bugCome al solito la gente parla per sentito dire e senza avere la minima idea di che dice.Le zlib sono usatissime nel mondo Windows, non si tratta di una libreria linux-only, anzi...Persino Windows stesso e la XBOX usano le zlib!Ci sono una marea di programmi per Windows che le usano e sono TUTTI BUGGATI!Quindi come vedi tale libreria è ampiamente usata, sia nel mondo opensource che non, la stessa M$ le usa.I software, di qualunque tipo essi siano, non sono esenti da bug e se tu anziché parlare per dare aria alla bocca te ne intendessi sapresti che non esiste un software (se non banale) esente da bug. La differenza fra il mondo closed e il mondo open, oltre a presentare i sorgenti e quindi dare più possibilità di trovarli questi bug, ne permette anche la correzione a tempo di record, come anche questa volta si è ampiamente dimostrato.Ora... mentre tu aspetti che i tuoi bravi software per Windows vengano riparati noi del mondo Linux siamo già apposto... e chissà quanti altri bug ci sono nei vostri prodotti di cui non vi diranno nemmeno mai l'esistenza.Questo caso non è altro che la DIMOSTRAZIONE che il metodo opensource funziona, funziona nel trovare i bug e funziona nel ripararli velocemente... cosa che non si può dire affatto del mondo closed.
  • puntomediatico scrive:
    Png a rischio?
    http://rhn.redhat.com/errata/RHSA-2005-569.html Tavis Ormandy discovered a buffer overflow affecting Zlib version 1.2 and above. An attacker could create a carefully crafted compressed stream that would cause an application to crash if the stream is opened by a user. Asan example, an attacker could create a malicious PNG image file which would cause a web browser or mail viewer to crash if the image is viewed. The Common Vulnerabilities and Exposures project assigned the nameCAN-2005-2096 to this issue.
    • Anonimo scrive:
      Re: Png a rischio?
      - Scritto da: puntomediatico
      Tavis Ormandy discovered a buffer overflow
      affecting Zlib version 1.2 and above. An attacker
      could create a carefully crafted compressed
      stream that would cause an application to crash
      if the stream is opened by a user. As
      an example, an attacker could create a malicious
      PNG image file which would cause a web browser or
      mail viewer to crash if the image is viewed. The
      Common Vulnerabilities and Exposures project
      assigned the name
      CAN-2005-2096 to this issue. Si, le librerie per la decodifica PNG usano le zlib quindi anche loro non ne sono immuni.Aggiorna il tuo computer Linux con le nuove librerie zlib e passa la paura (pur non essendoci ancora exploit funzionanti).
      • Anonimo scrive:
        Re: Png a rischio?
        - Scritto da: Wakko Warner
        - Scritto da: puntomediatico

        Tavis Ormandy discovered a buffer overflow

        affecting Zlib version 1.2 and above. An
        attacker

        could create a carefully crafted compressed

        stream that would cause an application to crash

        if the stream is opened by a user. As

        an example, an attacker could create a malicious

        PNG image file which would cause a web browser
        or

        mail viewer to crash if the image is viewed. The

        Common Vulnerabilities and Exposures project

        assigned the name

        CAN-2005-2096 to this issue.

        Si, le librerie per la decodifica PNG usano le
        zlib quindi anche loro non ne sono immuni.
        Aggiorna il tuo computer Linux con le nuove
        librerie zlib e passa la paura (pur non essendoci
        ancora exploit funzionanti).puntomediatico non usa linux...ma potrebbe iniziare a farlo! :D
  • pikappa scrive:
    ehm patchato già da 5 giorni
    mah i soliti trolloni qui dicono sempre le stesse cose, fatto sta che ubuntu ha reso disponibile la patch almeno 4 o 5 giorni fa...==================================Modificato dall'autore il 11/07/2005 0.33.58
    • Anonimo scrive:
      Re: ehm patchato già da 5 giorni
      - Scritto da: pikappa
      mah i soliti trolloni qui dicono sempre le stesse
      cose, fatto sta che ubuntu ha reso disponibile la
      patch 5 giorni fa...Confermo, già risolto anche su Mandriva :)
      • Anonimo scrive:
        Re: ehm patchato già da 5 giorni

        Confermo, già risolto anche su Mandriva :)Risoltissimo anche su GENTOO ... mi ero chiesto perchè 3 giorni fa mi ha scaricato le nuove !
    • Anonimo scrive:
      Re: ehm patchato già da 5 giorni
      anche Fedora
      • Anonimo scrive:
        Re: ehm patchato già da 5 giorni
        [QUOTO][Sebbene il team di sviluppo di zlib stia ancora lavorando ad una patch, il progetto OpenBSD e vari distributori di Linux hanno già messo a disposizione dei propri utenti versioni aggiornate della libreria.][/QUOTO]ma non li leggete fino in fondo gli articoli ?
        • Anonimo scrive:
          Re: ehm patchato già da 5 giorni
          e difatti l'articolo è scritto male:non stanno lavorando, le hanno già risolte ed applikcate da 4gg minimo.stè news pubblicatele su PI2000
      • Anonimo scrive:
        Re: ehm patchato già da 5 giorni
        e ovviamente anche Slackware :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: ehm patchato già da 5 giorni
      - Scritto da: pikappa
      mah i soliti trolloni qui dicono sempre le stesse
      cose, fatto sta che ubuntu ha reso disponibile la
      patch almeno 4 o 5 giorni fa...peccato che non basta una sola patch a livello di sistema operativo ma occorre che aggiorni cosa come 100000 applicazioni linux open source.
      • Anonimo scrive:
        Re: ehm patchato già da 5 giorni

        peccato che non basta una sola patch a livello di
        sistema operativo ma occorre che aggiorni cosa
        come 100000 applicazioni linux open source.root@prip:/home/pet/Desktop # apt-get upgradeLettura della lista dei pacchetti in corso... FattoGenerazione dell'albero delle dipendenze in corso... FattoI seguenti pacchetti saranno aggiornati: zlib1g zlib1g-dev2 aggiornati, 0 installati, 0 da rimuovere e 0 non aggiornati.È necessario prendere 546kB di archivi. Dopo l'estrazione, verranno occupati 0B di spazio su disco.Continuare [S/n]? Get:1 http://security.ubuntu.com hoary-security/main zlib1g-dev 1:1.2.2-4ubuntu1.1 [484kB]Get:2 http://security.ubuntu.com hoary-security/main zlib1g 1:1.2.2-4ubuntu1.1 [62,3kB]Scaricato 546kB in 7s (68,7kB/s) Preconfiguring packages ...(Lettura del database ... 109608 file e directory attualmente installati.)Mi preparo a sostituire zlib1g-dev 1:1.2.2-4ubuntu1 (con .../zlib1g-dev_1%3a1.2.2-4ubuntu1.1_i386.deb) ...Spacchetto il rimpiazzo di zlib1g-dev ...Mi preparo a sostituire zlib1g 1:1.2.2-4ubuntu1 (con .../zlib1g_1%3a1.2.2-4ubuntu1.1_i386.deb) ...Spacchetto il rimpiazzo di zlib1g ...Configuro zlib1g (1.2.2-4ubuntu1.1) ...Configuro zlib1g-dev (1.2.2-4ubuntu1.1) ...root@prip:/home/pet/Desktop #che dicevi?? (troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)
        • Anonimo scrive:
          Re: ehm patchato già da 5 giorni
          - Scritto da: Anonimo

          peccato che non basta una sola patch a livello
          di

          sistema operativo ma occorre che aggiorni cosa

          come 100000 applicazioni linux open source.

          root@prip:/home/pet/Desktop # apt-get upgrade
          Lettura della lista dei pacchetti in corso...
          Fatto...ma che gli rispondi pure?Che ne sa un winmaniac di dipendenze?
  • Anonimo scrive:
    Io veramente ho patchato ieri
    Non so bene, ma mandriva ha distribuito le patch già ieri...Adesso do' un'occhiata alle altre macchine, suse a ubuntu
  • Anonimo scrive:
    Open Source più sicuro? HAHAHHA
    Dove sono i sostenitori dell' OpenSource che affermano che avere prodtti open significa avere maggiore sicurezza? :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Open Source più sicuro? HAHAHHA
      - Scritto da: Anonimo
      Dove sono i sostenitori dell' OpenSource che
      affermano che avere prodtti open significa avere
      maggiore sicurezza? :)Falla già patchata venerdì. Ora che hai fatto la tua bella figura puoi andare pure a nanna.
      • Anonimo scrive:
        Re: Open Source più sicuro? HAHAHHA
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Dove sono i sostenitori dell' OpenSource che

        affermano che avere prodtti open significa avere

        maggiore sicurezza? :)

        Falla già patchata venerdì. Ora che hai fatto la
        tua bella figura puoi andare pure a nanna.Già patchata, come se il 90% degli utenti che usano la libreria linkata da qualche programma ne sia a conoscenza e applichi la relativa patch :)
        • Anonimo scrive:
          Re: Open Source più sicuro? HAHAHHA
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          Dove sono i sostenitori dell' OpenSource che


          affermano che avere prodtti open significa
          avere


          maggiore sicurezza? :)



          Falla già patchata venerdì. Ora che hai fatto la

          tua bella figura puoi andare pure a nanna.

          Già patchata, come se il 90% degli utenti che
          usano la libreria linkata da qualche programma ne
          sia a conoscenza e applichi la relativa patch :)
          Su linux la libreria viene linkata dinamicamente e quindi basta aggiornare un pacchetto. Su Windows questa abitudine è meno diffusa e saranno pure fatti loro. Tanto una falla in più o una in meno su Windows non fa certo la differenza.
        • Anonimo scrive:
          Re: Open Source più sicuro? HAHAHHA

          Già patchata, come se il 90% degli utenti che
          usano la libreria linkata da qualche programma ne
          sia a conoscenza e applichi la relativa patch :)
          ah e' per questo secondo te che gli utenti windows hanno patch che escono dopo diverse settimane dalla segnalazione del bug? perche' tanto la gente non patcha? :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Open Source più sicuro? HAHAHHA
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Dove sono i sostenitori dell' OpenSource che

        affermano che avere prodtti open significa avere

        maggiore sicurezza? :)

        Falla già patchata venerdì. Ora che hai fatto la
        tua bella figura puoi andare pure a nanna.E' inutile che Cross-Posti la stessa cosa in tutti i thread , è solo unmisero tentativo di mascherare il reale prbolema, visto che la maggior parte degli utenti nel breve tempo non sarà ancora a conoscenza del problema e non applicherà la patch :)
        • Anonimo scrive:
          Re: Open Source più sicuro? HAHAHHA
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          Dove sono i sostenitori dell' OpenSource che


          affermano che avere prodtti open significa
          avere


          maggiore sicurezza? :)



          Falla già patchata venerdì. Ora che hai fatto la

          tua bella figura puoi andare pure a nanna.

          E' inutile che Cross-Posti la stessa cosa in
          tutti i thread , è solo unmisero tentativo di
          mascherare il reale prbolema, visto che la
          maggior parte degli utenti nel breve tempo non
          sarà ancora a conoscenza del problema e non
          applicherà la patch :)La cosa mi lascia del tutto indifferente in quanto non faccio parte della maggior parte degli utenti. Il mio Linux è apposto da venerdì e per la maggior parte degli utenti saranno anche fatti loro se insistono a voler utilizzare Windows. Una falla in più o in meno non credo che riuscirà a sconvolgere la vita di questa maggior parte degli utenti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Open Source più sicuro? HAHAHHA

            La cosa mi lascia del tutto indifferente in
            quanto non faccio parte della maggior parte degli
            utenti. Il mio Linux è apposto da venerdì e per
            la maggior parte degli utenti saranno anche fatti
            loro se insistono a voler utilizzare Windows. Una
            falla in più o in meno non credo che riuscirà a
            sconvolgere la vita di questa maggior parte degli
            utenti.Peccato che la libreria in questione è usata da una moltitudine di applicazioni, quindi il rischio che sconvolga la vita di molti utenti c'è :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Open Source più sicuro? HAHAHHA
            - Scritto da: Anonimo

            La cosa mi lascia del tutto indifferente in

            quanto non faccio parte della maggior parte
            degli

            utenti. Il mio Linux è apposto da venerdì e per

            la maggior parte degli utenti saranno anche
            fatti

            loro se insistono a voler utilizzare Windows.
            Una

            falla in più o in meno non credo che riuscirà a

            sconvolgere la vita di questa maggior parte
            degli

            utenti.

            Peccato che la libreria in questione è usata da
            una moltitudine di applicazioni, quindi il
            rischio che sconvolga la vita di molti utenti c'è
            :)Benissimo, vuol dire che sarà un'occasione per questi utenti per iniziare a capire che il PC non è un giocattolo, ma è più simile ad un automobile che per essere usata ha bisogno di una patente e che per funzionare ha bisogno di una certa manutenzione.Per tutti gli altri ci saranno worm e virus a fare da promemoria.
          • Anonimo scrive:
            Re: Open Source più sicuro? HAHAHHA




            Peccato che la libreria in questione è usata da

            una moltitudine di applicazioni, quindi il

            rischio che sconvolga la vita di molti utenti
            c'è

            :)

            Benissimo, vuol dire che sarà un'occasione per
            questi utenti per iniziare a capire che il PC non
            è un giocattolo, ma è più simile ad un automobile
            che per essere usata ha bisogno di una patente e
            che per funzionare ha bisogno di una certa
            manutenzione.
            Per tutti gli altri ci saranno worm e virus a
            fare da promemoria.Oppure sarà un occassione per i programmatori OpenSorcio di fare più attenzione a scrivere e ad ispezionare il codice e a non lasciare Buffer Overflow del genere :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Open Source più sicuro? HAHAHHA
            - Scritto da: Anonimo






            Peccato che la libreria in questione è usata
            da


            una moltitudine di applicazioni, quindi il


            rischio che sconvolga la vita di molti utenti

            c'è


            :)



            Benissimo, vuol dire che sarà un'occasione per

            questi utenti per iniziare a capire che il PC
            non

            è un giocattolo, ma è più simile ad un
            automobile

            che per essere usata ha bisogno di una patente e

            che per funzionare ha bisogno di una certa

            manutenzione.

            Per tutti gli altri ci saranno worm e virus a

            fare da promemoria.


            Oppure sarà un occassione per i programmatori
            OpenSorcio di fare più attenzione a scrivere e ad
            ispezionare il codice e a non lasciare Buffer
            Overflow del genere :)Oppure sarà un occasione per i programmatori ClosedSorcio a scriversele le loro cazzo di librerie, invece di prendere a sbafo quelle open...P.S. Secondo te fra un sistema open con la zlib linkata dinamicamente e un sistema closed con la zlib linkata staticamente da alcuni programmi quale sarà prima al sicuro ?
          • Anonimo scrive:
            IO io io...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            [...]

            P.S. Secondo te fra un sistema open con la zlib
            linkata dinamicamente e un sistema closed con la
            zlib linkata staticamente da alcuni programmi
            quale sarà prima al sicuro ?Per quello che usa link statico bisogna aggiornare tutti i programmi che la usano (e talvolta indovinare quali) per quello che usa quello dinamico (shared) basta aggiornare solo la libreria... =)
        • Kudos scrive:
          Re: Open Source più sicuro? HAHAHHA
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          Dove sono i sostenitori dell' OpenSource che


          affermano che avere prodtti open significa
          avere


          maggiore sicurezza? :)



          Falla già patchata venerdì. Ora che hai fatto la

          tua bella figura puoi andare pure a nanna.

          E' inutile che Cross-Posti la stessa cosa in
          tutti i thread , è solo unmisero tentativo di
          mascherare il reale prbolema, visto che la
          maggior parte degli utenti nel breve tempo non
          sarà ancora a conoscenza del problema e non
          applicherà la patch :)vale anche per le fix closed sai? il programmatore può al massimo fare uscire la patch, poi se l'utente non la scarica, sono affari suoi... sicuramente il fatto che gli utenti non aggiornino non può essere attribuito alla qualità di un OS o di una licenza, quindi voi win-troll dovreste trovare espedienti più validi su cui aggrapparvi nella vostra battaglia contro i mulini a vento...
          • Anonimo scrive:
            Re: Open Source più sicuro? HAHAHHA
            - Scritto da: Kudos

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo



            Dove sono i sostenitori dell' OpenSource che



            affermano che avere prodtti open significa

            avere



            maggiore sicurezza? :)





            Falla già patchata venerdì. Ora che hai fatto
            la


            tua bella figura puoi andare pure a nanna.



            E' inutile che Cross-Posti la stessa cosa in

            tutti i thread , è solo unmisero tentativo di

            mascherare il reale prbolema, visto che la

            maggior parte degli utenti nel breve tempo non

            sarà ancora a conoscenza del problema e non

            applicherà la patch :)


            vale anche per le fix closed sai? il
            programmatore può al massimo fare uscire la
            patch, poi se l'utente non la scarica, sono
            affari suoi... sicuramente il fatto che gli
            utenti non aggiornino non può essere attribuito
            alla qualità di un OS o di una licenza, quindi
            voi win-troll dovreste trovare espedienti più
            validi su cui aggrapparvi nella vostra battaglia
            contro i mulini a vento...Già... solo che con l'open scarichi la patch o la versione nuova della zlib in automatico quando fai l'aggiornamento, mentre con il closed devi aggiornare a mano ogni singolo programma che usa la zlib staticamente (ammesso che esca la patch per tutti i programmi...). Solo che non sai neppure quali sono i programmi che la utilizzano... Detto in altri termini diventa praticamente impossibile chiudere il baco...
    • Anonimo scrive:
      Re: Open Source più sicuro? HAHAHHA
      - Scritto da: Anonimo
      Dove sono i sostenitori dell' OpenSource che
      affermano che avere prodtti open significa avere
      maggiore sicurezza? :)Il pacchetto aggiornato su debian stable è di mercoledì scorso. Poi qualsiasi persona intelligente sa che la sicurezza non è mai assoluta.I paranoici si erano già ricompilati il pacchetto appena uscito il fix. Questo è possibile solo con l'opensource.
      • Anonimo scrive:
        Re: Open Source più sicuro? HAHAHHA
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Dove sono i sostenitori dell' OpenSource che

        affermano che avere prodtti open significa avere

        maggiore sicurezza? :)

        Il pacchetto aggiornato su debian stable è di
        mercoledì scorso. Poi qualsiasi persona
        intelligente sa che la sicurezza non è mai
        assoluta.

        I paranoici si erano già ricompilati il pacchetto
        appena uscito il fix. Questo è possibile solo con
        l'opensource.Certo, come l'OpenSource da la possibilità programmatori amatoriali di lasciare falle del genere, dopo 15 anni di buffer overflow ancora gli stessi errori.
        • pikappa scrive:
          Re: Open Source più sicuro? HAHAHHA
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          Dove sono i sostenitori dell' OpenSource che


          affermano che avere prodtti open significa
          avere


          maggiore sicurezza? :)



          Il pacchetto aggiornato su debian stable è di

          mercoledì scorso. Poi qualsiasi persona

          intelligente sa che la sicurezza non è mai

          assoluta.



          I paranoici si erano già ricompilati il
          pacchetto

          appena uscito il fix. Questo è possibile solo
          con

          l'opensource.

          Certo, come l'OpenSource da la possibilità
          programmatori amatoriali di lasciare falle del
          genere, dopo 15 anni di buffer overflow ancora
          gli stessi errori.ahem... anche microsoft ha i suoi programmatori amatoriali allorahttp://secunia.com/search/?search=windows+buffer+overflow
        • Anonimo scrive:
          Re: Open Source più sicuro? HAHAHHA

          Certo, come l'OpenSource da la possibilità
          programmatori amatoriali di lasciare falle del
          genere, dopo 15 anni di buffer overflow ancora
          gli stessi errori.Nessuno è infallibile.Però la tua affermazione non regge l'evidenza.La libreria è utilizzata anche in decine di applicazioni proprietarie, che non hanno trovato l'overflow ma hanno tolto le note di copyright, direi il massimo dell'onestà intellettuale.
          • Anonimo scrive:
            Re: Open Source più sicuro? HAHAHHA
            - Scritto da: Anonimo

            Certo, come l'OpenSource da la possibilità

            programmatori amatoriali di lasciare falle del

            genere, dopo 15 anni di buffer overflow ancora

            gli stessi errori.

            Nessuno è infallibile.
            Però la tua affermazione non regge l'evidenza.
            La libreria è utilizzata anche in decine di
            applicazioni proprietarie, che non hanno trovato
            l'overflow ma hanno tolto le note di copyright,
            direi il massimo dell'onestà intellettuale.Onestà intelettuale? Sbaglio o la zlib è fornita con la licenza BSD, la quale non obbliga a riportarne le note di copyright e a rilasciare il sorgente così come succede per la licenza GPL.Quindi il problema dell'onesta intelletuale non si pone!E poi non è detto che le applicazioni che usano le zlib non abbiano una versione modificate di quelle orginale e quindi magari senza il buffer overflow :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Open Source più sicuro? HAHAHHA
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Certo, come l'OpenSource da la possibilità


            programmatori amatoriali di lasciare falle del


            genere, dopo 15 anni di buffer overflow ancora


            gli stessi errori.



            Nessuno è infallibile.

            Però la tua affermazione non regge l'evidenza.

            La libreria è utilizzata anche in decine di

            applicazioni proprietarie, che non hanno trovato

            l'overflow ma hanno tolto le note di copyright,

            direi il massimo dell'onestà intellettuale.

            Onestà intelettuale? Sbaglio o la zlib è fornita
            con la licenza BSD, la quale non obbliga a
            riportarne le note di copyright e a rilasciare
            il sorgente così come succede per la licenza GPL.
            Quindi il problema dell'onesta intelletuale non
            si pone!Infatti nel post precedente (non mio) si parla appunto di 'onestà intellettuale' e non di 'onestà'. E francamente sono perfettamente d'accordo: utilizzi una libreria gratuita per far soldi ? Almeno citala...
            E poi non è detto che le applicazioni che usano
            le zlib non abbiano una versione modificate di
            quelle orginale e quindi magari senza il buffer
            overflow :)Sarebbe una doppia mancanza di onestà intellettuale: utilizzi una libreria gratuita per fare soldi e trovi un baco ? Almeno avvisa gli autori...
          • Anonimo scrive:
            Re: Open Source più sicuro? HAHAHHA


            Onestà intelettuale? Sbaglio o la zlib è fornita

            con la licenza BSD, la quale non obbliga a

            riportarne le note di copyright e a rilasciare

            il sorgente così come succede per la licenza
            GPL.Ma chi scrive ha la decenza di non sparare cazzate a vanvera?Estratto dalla zlib:Copyright (C) 1995-2005 Jean-loup Gailly and Mark Adler 1. The origin of this software must not be misrepresented; you must not claim that you wrote the original software. If you use this software in a product, an acknowledgment in the product documentation would be appreciated but is not required. 3. This notice may not be removed or altered from any source distribution.La BSD comunque obbilga a mantenere le note di copyright.

            Quindi il problema dell'onesta intelletuale non

            si pone!Bravo! Hai capito tutto.

            E poi non è detto che le applicazioni che usano

            le zlib non abbiano una versione modificate di

            quelle orginale e quindi magari senza il buffer

            overflow :)

            Sarebbe una doppia mancanza di onestà
            intellettuale: utilizzi una libreria gratuita per
            fare soldi e trovi un baco ? Almeno avvisa gli
            autori...D'accordo con
          • Anonimo scrive:
            Re: Open Source più sicuro? HAHAHHA
            - Scritto da: Anonimo


            Onestà intelettuale? Sbaglio o la zlib è
            fornita


            con la licenza BSD, la quale non obbliga a


            riportarne le note di copyright e a
            rilasciare


            il sorgente così come succede per la licenza

            GPL.

            Ma chi scrive ha la decenza di non sparare
            cazzate a vanvera?
            Estratto dalla zlib:
            Copyright (C) 1995-2005 Jean-loup Gailly and Mark
            Adler

            1. The origin of this software must not be
            misrepresented; you must not
            claim that you wrote the original software.
            If you use this software
            in a product, an acknowledgment in the
            product documentation would be
            appreciated but is not required.
            3. This notice may not be removed or altered
            from any source distribution.

            La BSD comunque obbilga a mantenere le note di
            copyright.



            Quindi il problema dell'onesta intelletuale
            non


            si pone!

            Bravo! Hai capito tutto.



            E poi non è detto che le applicazioni che
            usano


            le zlib non abbiano una versione modificate di


            quelle orginale e quindi magari senza il
            buffer


            overflow :)



            Sarebbe una doppia mancanza di onestà

            intellettuale: utilizzi una libreria gratuita
            per

            fare soldi e trovi un baco ? Almeno avvisa gli

            autori...

            D'accordo con
            Non hai capito na mazza è... impara a leggere l'inglese prima di fare figuracce.
            If you use this software
            in a product, an acknowledgment in the
            product documentation would be
            appreciated but is not required.Dice che è apprezzata ma non richiesta.Va a studiare l'inglese va, gnurant :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Open Source più sicuro? HAHAHHA
            Hai dimenticato che:
            3. This notice may not be removed or altered
            from any source distribution.
          • Anonimo scrive:
            Re: Open Source più sicuro? HAHAHHA
            - Scritto da: Anonimo
            Hai dimenticato che:

            3. This notice may not be removed or altered

            from any source distribution.HAHAHAH di male in peggio... oddio vai a dormire è meglio o rischi di fare figuracce infinite... vai a studiare un pò di inglese e soprattutto l'utilizzo del verbo "may"...E cmq non c'entra una mazza con quello scritto nel post precedente.
          • Anonimo scrive:
            Re: Open Source più sicuro? HAHAHHA

            Ma chi scrive ha la decenza di non sparare
            cazzate a vanvera?
            Estratto dalla zlib:
            Copyright (C) 1995-2005 Jean-loup Gailly and Mark
            Adler

            1. The origin of this software must not be
            misrepresented; you must not
            claim that you wrote the original software.
            If you use this software
            in a product, an acknowledgment in the
            product documentation would be
            appreciated but is not required.Se conoscessi l'inglese capiresti che dice che la cosa è apprezzata ma non richiesta quindi...
            If you use this software
            in a product, an acknowledgment in the
            product documentation would be
            appreciated but is not required.
            Bravo! Hai capito tutto.
            Infatit ho capito, peccato tu non abbia capito na mazza, soprattutto d'inglese:)
          • Anonimo scrive:
            Re: Open Source più sicuro? HAHAHHA
            - Scritto da: Anonimo



            Ma chi scrive ha la decenza di non sparare

            cazzate a vanvera?

            Estratto dalla zlib:

            Copyright (C) 1995-2005 Jean-loup Gailly and
            Mark

            Adler



            1. The origin of this software must not be

            misrepresented; you must not

            claim that you wrote the original software.

            If you use this software

            in a product, an acknowledgment in the

            product documentation would be

            appreciated but is not required.

            Se conoscessi l'inglese capiresti che dice che
            la cosa è apprezzata ma non richiesta quindi...
            Infatit ho capito, peccato tu non abbia capito na
            mazza, soprattutto d'inglese:)Infatti, io non ho mai sostenuto che fosse richiesta.Questo mi è stato attribuito altri che non hanno capito una mazza, come te.Poi si parlava di onestà intellettuale non di violazione di licenza.Ma mi sembra che parlare di onsetà intellettuale con alcuni di voi sia peggio di parlare al vento.
          • Anonimo scrive:
            Re: Open Source più sicuro? HAHAHHA
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo






            Ma chi scrive ha la decenza di non sparare


            cazzate a vanvera?


            Estratto dalla zlib:


            Copyright (C) 1995-2005 Jean-loup Gailly and

            Mark


            Adler





            1. The origin of this software must not be


            misrepresented; you must not


            claim that you wrote the original
            software.


            If you use this software


            in a product, an acknowledgment in the


            product documentation would be


            appreciated but is not required.



            Se conoscessi l'inglese capiresti che dice che

            la cosa è apprezzata ma non richiesta quindi...


            Infatit ho capito, peccato tu non abbia capito
            na

            mazza, soprattutto d'inglese:)

            Infatti, io non ho mai sostenuto che fosse
            richiesta.
            Questo mi è stato attribuito altri che non hanno
            capito una mazza, come te.
            Poi si parlava di onestà intellettuale non di
            violazione di licenza.
            Ma mi sembra che parlare di onsetà intellettuale
            con alcuni di voi sia peggio di parlare al vento.Il tuo misero tentativo di difesa è davvero patetico, prima insinui che la gente spara cazzate a vanvera, incollando le clausole della licenza BSD, e poi dici che non è richiesta.Ma se già nel mio precedente post avevo scritto che la licenza BSD offre propria questa opportunità!Torna a studiare l'inglese, ciao ciao :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Open Source più sicuro? HAHAHHA

            Il tuo misero tentativo di difesa è davvero
            patetico, prima insinui che la gente spara
            cazzate a vanvera, incollando le clausole della
            licenza BSD, e poi dici che non è richiesta.
            Ma se già nel mio precedente post avevo scritto
            che la licenza BSD offre propria questa
            opportunità!

            Torna a studiare l'inglese, ciao ciao :)Te lo ripeto. Non hai capito una mazza.Io non ho riportato le clausole della BSD (questo te lo sei inventato tu), ma parte della licenza delle Zlib (che dice che non è necessario mantenere le note di copyright), specificando che comunque la BSD richiede che le note di copyright siano mantenute. Punto.
        • Anonimo scrive:
          Re: Open Source più sicuro? HAHAHHA

          programmatori amatorialicerto, se la microsoft avesse un livello di sicurezzaparagonabile chessò a debian, i 4 software che fadovrebbero avere un bug all'anno, invece sono deiveri e propri schifosi colabrodosono questi i programmatori professionisti ?trollina isterica, prendi la pillola e sogna billoche t'inchiappetta
    • Anonimo scrive:
      Re: Open Source più sicuro? HAHAHHA
      - Scritto da: Anonimo
      Dove sono i sostenitori dell' OpenSource che
      affermano che avere prodtti open significa avere
      maggiore sicurezza? :)guarda che l'ultima volta che c'è stata una vulnerabilità nella zlib anche M$ ha dovuto correre ai ripari... sputano tanto sull'OS e poi ne usano delle librerie, puah ! okkio che anche il tuo bel winzozzo può essere vulnerabile
      • Anonimo scrive:
        Re: Open Source più sicuro? HAHAHHA
        Continua a downloadarti i mattoni-cerotti.
        • Anonimo scrive:
          Re: Open Source più sicuro? HAHAHHA
          - Scritto da: Anonimo
          Continua a downloadarti i mattoni-cerotti.dalla risposta che dai direi che ti ho 'colpito e affondato'... :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Open Source più sicuro? HAHAHHA
            Affondato coi mattoni si.. quelli che scarichi per patchare win..
          • Anonimo scrive:
            Re: Open Source più sicuro? HAHAHHA
            - Scritto da: Anonimo
            Affondato coi mattoni si.. quelli che scarichi
            per patchare win..non uso win... perchè non leggi i post prima di rispondere ?
  • flamer scrive:
    Anche OpenBSD
    Questo prova che non esistono sistemi sicuri al 100%. Ed è un bene, perchè gli sviluppatori saranno stimolati a tenere alta la guardia invece di rischiare di rilassarsi contando le innumerevoli falle dei sistemi più bacati come quelli prodotti dalla M$.
    • Anonimo scrive:
      Re: Anche OpenBSD
      Finalmente un commento equlibrato tra i due "poli".Abbasso i fanatici!
      • Anonimo scrive:
        Re: Anche OpenBSD
        - Scritto da: Anonimo
        Finalmente un commento equlibrato tra i due
        "poli".
        Abbasso i fanatici!Ma te hai letto il nick di chi ha postato il commento?Flamer, ti dice niente?Diciamo che gli è riuscito male.
        • Anonimo scrive:
          Re: Anche OpenBSD
          Ciò non toglie che il suo commento è di buon senso imho
        • Anonimo scrive:
          Re: Anche OpenBSD
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          Finalmente un commento equlibrato tra i due

          "poli".

          Abbasso i fanatici!

          Ma te hai letto il nick di chi ha postato il
          commento?
          Flamer, ti dice niente?
          Diciamo che gli è riuscito male.Bell'esempio di tolleranza. L'ideale per avviare una discussione. Bravo anonimo.
    • localhost scrive:
      Re: Anche OpenBSD
      - Scritto da: flamer
      Questo prova che non esistono sistemi sicuri al
      100%. Ed è un bene, perchè gli sviluppatori
      saranno stimolati a tenere alta la guardia invece
      di rischiare di rilassarsi contando le
      innumerevoli falle dei sistemi più bacati come
      quelli prodotti dalla M$.Quoto tuttoIl mito del "open source è bello perchè tutti leggendo il codice possono trovare i bachi" va sfatato: nessuno, a parte gli sviluppatori attivi, legge il codice, la scoperta dei bachi avviene come per il codice a sorgente chiuso, quindi in questo senso Linux è pari a Windows, anche se è open è un bene che qualcuno si interessi, anche perchè spesso queste librerie sono usatissime in una marea di applicazioni
      • Anonimo scrive:
        Re: Anche OpenBSD
        Adesso che i vostri amati prodotti opensorcio cominciano ad essere utilizzati da molte persone, ecco spuntare "falle" grande quanto una casa!O è solo una coincidenza :D ?
        • Kudos scrive:
          Re: Anche OpenBSD
          - Scritto da: Anonimo
          Adesso che i vostri amati prodotti opensorcio
          cominciano ad essere utilizzati da molte persone,
          ecco spuntare "falle" grande quanto una casa!
          O è solo una coincidenza :D ?apparte che la fallA è grandE, mentre le fallE sono grandI, direi che è anche giusto che vengano scoperte più falle se c'è più gente che controlla, e soprattutto c'è più gente che CORREGGE, a differenza di certi altri sistemi che hanno buchi aperti per mesi a prescindere dal numero di persone che li utilizzino...
        • Anonimo scrive:
          Re: Anche OpenBSD

          Adesso che i vostri amati prodotti opensorcio ...dovresti dire "i NOSTRI amati prodotti opensorcio", perche' l'opensource e' di tutti, anche tuo, caro dipendente M$ che sei tanto infastidito da questo regalo che una intera comunita' di sviluppatori ti fa' gratuitamente.L'opensource e' patrimonio dell'umanita'. Ogni sw opensorce e' come un mattone su cui chiunque puo' costruire liberamente il proprio "edificio" partendo dal primo piano invece che dover rifare le fondamenta.Solo un imbecille (o un dipendente M$) puo' disprezzare un simile dono.
          • Anonimo scrive:
            Re: Anche OpenBSD
            Curioso il fatto che ci sia ancora qualcuno che cerca di perpetrare questa leggenda. Sveglia ragazzi
          • shezan74 scrive:
            Re: Anche OpenBSD
            - Scritto da: Anonimo



            Adesso che i vostri amati prodotti opensorcio
            ...

            dovresti dire "i NOSTRI amati prodotti
            opensorcio", perche' l'opensource e' di tutti,
            anche tuo, caro dipendente M$ che sei tanto
            infastidito da questo regalo che una intera
            comunita' di sviluppatori ti fa' gratuitamente.
            L'opensource e' patrimonio dell'umanita'.
            Ogni sw opensorce e' come un mattone su cui
            chiunque puo' costruire liberamente il proprio
            "edificio" partendo dal primo piano invece che
            dover rifare le fondamenta.
            Solo un imbecille (o un dipendente M$) puo'
            disprezzare un simile dono. :| PROT! :| Infatti la red hat ha il cappello rosso come babbo natale e vende a 200 euro la distribuzione di linux "for chickens". :D Altri invece scaricano una qualche versione aggratis...Quindi piglia 200 euro (valore indicativo) per vendere qualcosa che altri regalano "in nome dell'open sorcio").Ah, la Red Hat (come altre) è nella lista delle maggiori aziende a costo e guadagno zero, perchè si sa, gli sviluppatori sono tutti gratis, a tempo pieno e si mangiano i doni degli utenti come te... BLEAH :( Poi non parliamo del fatto che gli aggiornamenti automatici di Red Hat si pagano... mediante attivazione...Quindi le cose sono due:o gli sviluppatori debuggano e sistemano codice gratis "perchè è un contributo all'universo" e sono dei filantropi o sono semplicemente dei bravi ragazzi che fanno guadagnare pacchi di soldi ad aziende che impacchettano l'aria (che è notoriamente gratis) e la rivendono a denaro sonante...P.S. un dipendente M$ è un lavoratore stipendiato. Lui non disprezza. Continuo a non capire perchè tutti questi troll anonimi che scrivono ritengono che nel software libero nessuno guadagni, anzi tutti lavorino gratis... Ahooo sveglia!!! la fuori c'è un mondo che se li pappa i belloni come te!BURP
          • Anonimo scrive:
            Re: Anche OpenBSD
            - Scritto da: shezan74

            - Scritto da: Anonimo






            Adesso che i vostri amati prodotti opensorcio

            ...



            dovresti dire "i NOSTRI amati prodotti

            opensorcio", perche' l'opensource e' di tutti,

            anche tuo, caro dipendente M$ che sei tanto

            infastidito da questo regalo che una intera

            comunita' di sviluppatori ti fa' gratuitamente.

            L'opensource e' patrimonio dell'umanita'.

            Ogni sw opensorce e' come un mattone su cui

            chiunque puo' costruire liberamente il proprio

            "edificio" partendo dal primo piano invece che

            dover rifare le fondamenta.

            Solo un imbecille (o un dipendente M$) puo'

            disprezzare un simile dono.

            :| PROT! :|
            Infatti la red hat ha il cappello rosso come
            babbo natale e vende a 200 euro la distribuzione
            di linux "for chickens". :D
            Altri invece scaricano una qualche versione
            aggratis...
            Quindi piglia 200 euro (valore indicativo) per
            vendere qualcosa che altri regalano "in nome
            dell'open sorcio").

            Ah, la Red Hat (come altre) è nella lista delle
            maggiori aziende a costo e guadagno zero, perchè
            si sa, gli sviluppatori sono tutti gratis, a
            tempo pieno e si mangiano i doni degli utenti
            come te... BLEAH :(
            Poi non parliamo del fatto che gli aggiornamenti
            automatici di Red Hat si pagano... mediante
            attivazione...
            Quindi le cose sono due:
            o gli sviluppatori debuggano e sistemano codice
            gratis "perchè è un contributo all'universo" e
            sono dei filantropi o sono semplicemente dei
            bravi ragazzi che fanno guadagnare pacchi di
            soldi ad aziende che impacchettano l'aria (che è
            notoriamente gratis) e la rivendono a denaro
            sonante...

            P.S. un dipendente M$ è un lavoratore
            stipendiato. Lui non disprezza. Continuo a non
            capire perchè tutti questi troll anonimi che
            scrivono ritengono che nel software libero
            nessuno guadagni, anzi tutti lavorino gratis...

            Ahooo sveglia!!! la fuori c'è un mondo che se li
            pappa i belloni come te!
            BURPnon hai capito niente :D
          • shezan74 scrive:
            Re: Anche OpenBSD
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: shezan74



            non hai capito niente :Dè possibile :D :D :D ;)
          • Anonimo scrive:
            No, è SICURO...
            ... che non hai capito un c###o :@
          • shezan74 scrive:
            Re: No, è SICURO...
            - Scritto da: Anonimo
            ... che non hai capito un c###o :@e che tu sei un cafone invece è poco sicuro?
      • IppatsuMan scrive:
        Re: Anche OpenBSD
        - Scritto da: localhost
        Il mito del "open source è bello perchè tutti
        leggendo il codice possono trovare i bachi" va
        sfatato: nessuno, a parte gli sviluppatori
        attivi, legge il codice, la scoperta dei bachi
        avviene come per il codice a sorgente chiuso,
        quindi in questo senso Linux è pari a WindowsNo, stai scherzando vero?Un conto è trovare un bug leggendosi un bel disassemblato e un altro vedere a quale codice C corrisponde.Senza contare che se trovo un bug posso patcharmelo da solo (se sono abbastanza skillato da trovare un buffer overflow presumibilmente so anche patcharlo), con Windows bisogna incrociare le dita e pregare che mamma Microsoft si degni di sfornare la patch.E, tanto per la cronaca, esistono tool automatizzati che evidenziano punti possibilmente critici del codice sorgente, consentendo una ricerca mirata da parte dei bug-hunter. Ovviamente questo non è possibile con windows.
        • Anonimo scrive:
          Re: Anche OpenBSD
          - Scritto da: IppatsuMan

          E, tanto per la cronaca, esistono tool
          automatizzati che evidenziano punti possibilmente
          critici del codice sorgente, consentendo una
          ricerca mirata da parte dei bug-hunter.
          Ovviamente questo non è possibile con windows.Intendi evidentemente dire che "questo non è possibile per cani & porci con windows", visto che l'uso di banali tools per l'analisi statica del codice è possibilissimo per i legittimi proprietari di qualsiasi sorgente... sarebbe sufficiente che a Redmond si ricordassero di usarli.Tuttavia, le uniche tre cose che garantiscono l'assenza di bugs significativi sono un progettista con i controcoglioni, l'uso intensivo e sistematico di metodi formali e la certificazione full code coverage da parte di revisori RTCS/DO o MIL-STD. Nel mondo mainstream questa è fantascienza, naturalmente.
      • Anonimo scrive:
        Re: Anche OpenBSD
        - Scritto da: localhost

        Il mito del "open source è bello perchè tutti
        leggendo il codice possono trovare i bachi" va
        sfatato: nessuno, a parte gli sviluppatori
        attivi, legge il codice, la scoperta dei bachi
        avviene come per il codice a sorgente chiuso,
        quindi in questo senso Linux è pari a Windows,
        anche se è open è un bene che qualcuno si
        interessi, anche perchè spesso queste librerie
        sono usatissime in una marea di applicazioniTi quoto al 100%.Il fatto è che, gira e rigira, quelli che si prendono la briga di spulciare il codice sono pochissimi.
    • Anonimo scrive:
      Ogni tanto si logga
      è tosto questo qui
    • Anonimo scrive:
      Re: Anche OpenBSD

      Questo prova che non esistono sistemi sicuri al
      100%. Cavolo è vero! Fino ad oggi pensavo che Linux fosse sicuro al 100% e invece..... :(
    • Anonimo scrive:
      Re: Anche OpenBSD
      - Scritto da: flamer
      Questo prova che non esistono sistemi sicuri al
      100%. Ed è un bene, perchè gli sviluppatori
      saranno stimolati a tenere alta la guardia invece
      di rischiare di rilassarsi contando le
      innumerevoli falle dei sistemi più bacati come
      quelli prodotti dalla M$.Finchè le falle sono locali il problema è relativo :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Anche OpenBSD
        Come no, sempre con 2 pesi e 2 misure...
      • shezan74 scrive:
        Re: Anche OpenBSD
        - Scritto da: Anonimo

        Finchè le falle sono locali il problema è
        relativo :Deh già... a parte che mi chiedo se hai letto l'articolo, mi ricorderò di questa frase...le falle di windows sono gravi e scandalose, quelle di linux sono locali, quindi relative...Da cui deduco che tutti i sistemi windows buggati siano affetti da falle "non locali", quindi remote...Eh già...
        • Anonimo scrive:
          Re: Anche OpenBSD
          Adesso calmati e poi torna a giocare al punta & clicca.
        • Anonimo scrive:
          Re: Anche OpenBSD
          Dedurre sembra essere fuori dalla tua portata, in questo ambito. Dico "in questo ambito" perchè non ho alcuna intenzione di portare un'offesa personale alle tue capacità cognitive (che non mi permetto di giudicare), ma voglio sottolineare come non hai evidentemente le competenze informatiche per rispondere al post in questione.
          • Anonimo scrive:
            Re: Anche OpenBSD
            - Scritto da: Anonimo
            Dedurre sembra essere fuori dalla tua portata, in
            questo ambito. Dico "in questo ambito" perchè non
            ho alcuna intenzione di portare un'offesa
            personale alle tue capacità cognitive (che non mi
            permetto di giudicare), ma voglio sottolineare
            come non hai evidentemente le competenze
            informatiche per rispondere al post in questione.Hai ragione, shezan74 è un esperto di economia ( http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1065051&tid=1064341&p=1&r=PI#1065051 ) non di informatica
    • Anonimo scrive:
      Re: Anche OpenBSD
      Evidentemente non hai mai visto la lista dei bug e delle patch che mensilmente vengono rilasciate per il sistema operativo OpenBSD. Anche OpenBSD e' un sistema operativo, imperfetto e quindi soggetto a bachi cosi' come tutti gli altri OS. Non credo esista nessuno al mondo capace di dire il contrario, anche perche' il tutto e' confermato dai dati che si leggono sul sito di Open. La vera differenza sta nel fatto che il 90% dei bug di OpenBSD vengono scoperti dagli stessi sviluppatori del progetto, e non da ricercatori esterni. Semplicemente perche' arrivano troppo tardi.
  • Anonimo scrive:
    Prima che comincino le danze
    E' stata corretta venerdì, o quantomeno venerdì YOU (YaST On-line Update) me l'ha aggiornata venerdì pomeriggio.
    • Anonimo scrive:
      Re: Prima che comincino le danze
      - Scritto da: Anonimo
      E' stata corretta venerdì, o quantomeno venerdì
      YOU (YaST On-line Update) me l'ha aggiornata
      venerdì pomeriggio.che sarebbe?
      • HotEngine scrive:
        Re: Prima che comincino le danze
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        E' stata corretta venerdì, o quantomeno venerdì

        YOU (YaST On-line Update) me l'ha aggiornata

        venerdì pomeriggio.

        che sarebbe?Sarebbe il gestore di installazione ed update di Suse Linux.
  • _Nelson_ scrive:
    Buco in una libreria open
    Ah-ah!http://www.satyrnet.it/simpson/audio/haha.wav==================================Modificato dall'autore il 11/07/2005 0.29.26
    • Anonimo scrive:
      Re: Buco in una libreria open
      - Scritto da: _Nelson_
      Ah-ah!rotfl per la citazione.se parli sul serio... leggiti le ultime righe dell'articolo: già patchata dai distributori.
    • Anonimo scrive:
      Re: Buco in una libreria open
      - Scritto da: _Nelson_
      Ah-ah!Accidenti... queste zlib ogni tanto se ne escono con un qualche baco... per fortuna la mia distribuzione Linux, come penso tutte, ha già fatto uscire una patch... ma altri potrebbero non essere così fortunati... vediamo dove è utilizzata la zlib ?http://www.zlib.net/apps.gz.htmlOppsss....
      • Super_Treje scrive:
        Re: Buco in una libreria open
        Leggo dalla lista pure i prodotti microsoft, direi che sto' bug sia davvero "globalizzato" :D
Chiudi i commenti