Sony come Xiaomi, punta alle auto elettriche

Sony come Xiaomi, punta alle auto elettriche

Anche il gruppo giapponese punta al mercato delle auto elettriche con la nascita della nuova realtà Sony Mobilità annunciata al CES 2022.
Anche il gruppo giapponese punta al mercato delle auto elettriche con la nascita della nuova realtà Sony Mobilità annunciata al CES 2022.
Guarda 8 foto Guarda 8 foto

Se lo ha fatto Xiaomi, perché non Sony? Il colosso giapponese, inventore del Walkman e delle console PlayStation, darà vita nei prossimi mesi a una nuova sussidiaria (Sony Mobility) il cui obiettivo sarà quello di valutare il possibile ingresso nel mercato delle auto elettriche. L'annuncio ufficiale è giunto direttamente da Kenichiro Yoshida, CEO e Presidente del gruppo, in occasione dell'evento CES 2022 di Las Vegas.

CES 2022: in arrivo le auto elettriche di Sony Mobility

Il perché di una tale mossa è presto spiegato: la società ha dalla sua esperienza, proprietà intellettuali e risorse tali da poter dire la propria per quanto riguarda l'applicazione nell'ambito della mobilità di tecnologie evolute relative a sensori e forme di intrattenimento. Queste le sue parole.

Combinando le nostre tecnologie legate a sensori, cloud, 5G e intrattenimento alla padronanza nella gestione dei contenuti, crediamo Sony sia ben posizionata come “creative entertainment company” per ridefinire la mobilità.

Una dichiarazione d'intenti, al momento. È troppo presto per dire se e in che forma vedremo mai circolare su strada un veicolo con lo stesso marchio che oggi troviamo su fotocamere, lettori multimediali e televisori. Intanto, alla fiera di Las Vegas è stato mostrato il concept battezzato VISION-S 02 (basata sulla stessa piattaforma della VISION-S 01 svelata a fine 2020), un SUV caratterizzato da uno spazio interno in grado di variare la propria conformazione a seconda del numero dei passeggeri e per rendere l'esperienza di viaggio più piacevole.

Non è da escludere che Sony possa scegliere la via della collaborazione con automaker già affermati, lasciando ad altri la gestione di quanto concerne la parte motoristica per occuparsi esclusivamente di aspetti come l'infotainment, le caratteristiche legate alla connettività ed eventualmente i sistemi self-driving o di guida assistita, facendo leva su sensori e processori per la raccolta e l'elaborazione in tempo reale delle immagini di quanto circonda la vettura.

Come si può vedere nel filmato e nella galleria di immagini, a dominare l'abitacolo è un enorme display touchscreen che si estende per tutta la larghezza dell'auto, fornendo l'accesso a informazioni sul tragitto da percorrere e funzionalità per l'intrattenimento multimediale.

Fonte: Sony
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti