Spagna, legali i modchip per console

Anche in Spagna, come in Italia, un tribunale ha emesso una sentenza che legittima la vendita di PlayStation 2 e Xbox modificate per leggere film e giochi copiati o destinati a differenti regioni geografiche
Anche in Spagna, come in Italia, un tribunale ha emesso una sentenza che legittima la vendita di PlayStation 2 e Xbox modificate per leggere film e giochi copiati o destinati a differenti regioni geografiche


Barcellona (Spagna) – È una sentenza destinata a creare un precedente importante, in Spagna come in Europa, l’assoluzione di un negozio di videogiochi di Barcellona che vendeva Xbox e PlayStation 2 “chippate”, ossia modificate in modo tale da poter riprodurre film e giochi non originali o destinati ad altre zone geografiche.

Secondo quanto riportato ieri da The Register , la sentenza ha concluso un processo che vedeva un negozio spagnolo di videogiochi, Innovagames, accusato dalle autorità di polizia locali di aver “alterato alcune console PlayStation 2 e Xbox al fine di renderle capaci di leggere i giochi provenienti da altre parti del mondo o scaricati direttamente da Internet”.

La polizia spagnola, che ha specificato come il negozio abbia “modificato alcuni componenti delle console” rifacendosi a diagrammi tecnici disponibili su Internet, sosteneva che tali modifiche costituiscono una violazione della proprietà intellettuale del produttore.

Il giudice ha tuttavia fatto cadere ogni capo d’accusa sulla base di un articolo contenuto nella legge spagnola sul copyright, la stessa che vieta ” la produzione, la distribuzione o il possesso di mezzi per craccare i codici per la sicurezza dei programmi informatici “. Tale articolo esclude dall’oggetto di legge i componenti per le console da gioco e, più in generale, i dispositivi progettati per far girare software per la visualizzazione di immagini o la riproduzione di audio.

Una sentenza analoga è stata emessa all’inizio dell’anno anche dal Tribunale del riesame di Bolzano, che ha giudicato perfettamente legale la modifica delle console attraverso l’applicazione di chip. A differenza di quello spagnolo, il tribunale italiano è sceso maggiormente nel merito della questione e ha stabilito che i consumatori hanno tutto il diritto di “godere nel modo più ampio possibile” del prodotto acquistato.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

27 04 2004
Link copiato negli appunti