Spam, soluzione globale a un problema globale

La posta indesiderata colpisce le caselle email, ma anche le infrastrutture di rete, laddove sono più deboli. Un'iniziativa per combattere lo spam nei paesi emergenti

Roma – L’80 per cento delle comunicazioni email scambiate nel mondo è rappresentata dallo spam. Non si tratta semplicemente di invadenti scocciature o di missive truffaldine, peraltro spesso ben imbrigliate dai filtri predisposti dai gestori dei servizi posta elettronica: quello dello spam è un problema che colpisce soprattutto le aree del mondo che godono di infrastrutture di connettività meno prestanti, messe a dura prova dalla mole di traffico generato dalle comunicazioni indesiderate.

È per questo motivo che Internet Society ( ISOC ) e il gruppo di ricerca dedicato alle telecomunicazioni che opera in seno a ITU ( ITU-D ) hanno stipulato un accordo incentrato sullo studio e sulla messa a punto di strategie a lungo termine che sappiano combattere il problema dello spam e della congestione che pesa sulle infrastrutture dei paesi meno innervati di connettività.

La collaborazione tra ITU e ISOC mira a garantire un maggiore e proficuo scambio di competenze fra gli esperti di diversi paesi del mondo, promuovendo nei paesi emergenti delle campagne informative e di formazione per gli operatori di settore, che potranno essere formati dal punto di vista tecnico, e basarsi sulle best practice documentate a livello internazionale.

“Se da una parte l’industria delle telecomunicazioni e le community di Internet hanno fatto grandi passi avanti nel creare soluzioni e strumenti tecnici per combattere lo spam – ha spiegato Brahima Sanou, a capo di ITU-D – c’è bisogno di creare consapevolezza nei paesi emergenti e in via di sviluppo riguardo a questi avanzamenti in materia di tecnologie, di policy e di processi industriali e di distribuire in maniera uniforme le competenze a disposizione”. ( G.B. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • davidoff scrive:
    Non odo una vocina fastidiosa
    Non notate tutti l'assenza di quella vocina fastidiosa e saccente che interviene sempre su qualsiasi altra vulnerabilità (anche quando è sfruttabile solo se vi è una congiunzione astrale che avviene ogni 20000 anni) ma che oggi è stranamente silenziosa?
    • collione scrive:
      Re: Non odo una vocina fastidiosa
      hahahahaha verissimo, è stato praticamente stroncato dalle pessime notizie dal melafronte (rotfl)sta aspettando gli ordini di Cupertino, dopo di che verrà qui a negare l'evidenza e cercare di banalizzare le 5-6 vulnerabilità e backdoor scovate in questi giornie aspettati nuovi sermoni appena uscirà qualche nuovo trojan per androidconsiglio a tutti di aggiungere questi articoli nei bookmarks, così potremo schiaffarglieli in faccia ogni volta che oserà postare
    • Etype scrive:
      Re: Non odo una vocina fastidiosa
      Prevedo già la risposta..."ero a guadagnare gli n-mila Euro" :Doppure minimizzerà perchè made in cupertino e quindi una giustificazione si trova sempre ;)Stavo leggendo su un altro sito che negli ultimi tempi anche i sistemi morsicati incominciano ad attrarre hacker e malware :D
      • maxsix scrive:
        Re: Non odo una vocina fastidiosa
        - Scritto da: Etype
        Prevedo già la risposta...

        "ero a guadagnare gli n-mila Euro" :D
        Non è previsione, è certezza.
        oppure minimizzerà perchè made in cupertino e
        quindi una giustificazione si trova sempre
        ;)Certificato enterprise falso, questo mistero.

        Stavo leggendo su un altro sito che negli ultimi
        tempi anche i sistemi morsicati incominciano ad
        attrarre hacker e malware
        :DPer forza.Ma immagino che tu ti stia chiedendo il motivo eh?VERO?
        • 2014 scrive:
          Re: Non odo una vocina fastidiosa
          - Scritto da: maxsix
          - Scritto da: Etype

          Prevedo già la risposta...



          "ero a guadagnare gli n-mila Euro" :D


          Non è previsione, è certezza.


          oppure minimizzerà perchè made in cupertino e

          quindi una giustificazione si trova sempre

          ;)

          Certificato enterprise falso, questo mistero.Dilettanti, sono cose già straviste da queste parti (win)
          • maxsix scrive:
            Re: Non odo una vocina fastidiosa
            - Scritto da: 2014
            - Scritto da: maxsix

            - Scritto da: Etype


            Prevedo già la risposta...





            "ero a guadagnare gli n-mila Euro" :D




            Non è previsione, è certezza.




            oppure minimizzerà perchè made in
            cupertino
            e


            quindi una giustificazione si trova
            sempre


            ;)



            Certificato enterprise falso, questo mistero.
            Dilettanti, sono cose già straviste da queste
            parti
            (win)Non ricordo certificati Enterprise li.Ricordo licenze Enterprise.Una bella differenza.
    • evviva scrive:
      Re: Non odo una vocina fastidiosa
      Sta consultando il genius training student workbook.
    • maxsix scrive:
      Re: Non odo una vocina fastidiosa
      - Scritto da: davidoff
      Non notate tutti l'assenza di quella vocina
      fastidiosa e saccente che interviene sempre su
      qualsiasi altra vulnerabilità (anche quando è
      sfruttabile solo se vi è una congiunzione astrale
      che avviene ogni 20000 anni) ma che oggi è
      stranamente
      silenziosa?Lo so che parli con me.Ma a Collione qui sotto ho già risposto in un altro 3d (anche se fa finta di non sapere).Detto questo non mi pongo minimamente il problema visto che il veicolo d'infezione è uno store di terze parti che la gente usa a suo pericolo.L'unica cosa che effettivamente va sistemata è la questione del trust dei certificati enterprise, che sono da un lato troppo "aperti" dal lato sia di emissione (se vuoi un certificato enterprise mi devi dimostrare un po' meglio chi sei e cosa ne fai) che dal lato di hacking, cosa sollevata ultimamente anche dal loro partner IBM e dai suoi clienti.Non mi è molto chiaro il meccanismo del certificato "falso" e della sua registrazione su itunes prima e sulla periferica poi in quanto da come la so io il certificato enterprise monopolizza completamente la periferica e non è possibile far coesistere il certificato enterprise e l'uso privato con account su apple store.Update: anzi, ne sono sicuro.https://vpp.itunes.apple.com/it/faqPunto 7.Quindi è accettando il certificato enterprise "falso" la periferica cambia di forza il suo ID e di fatto viene ripristinata nei modi e nei termini concessi dal certificato "falso" in se.Ergo, se ho acquistato con il mio ID privato qualche app, questa viene piallata dal telefono al primo syncro. E non voglio nemmeno pensare che peto enorme viene emesso al primo collegamento con app store per qualunque motivo, visto che l'ID in se è falso.Comunque, aho, bisogna rompere veramente il capello in 4 per farlo funzionare. Se funziona.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 10 novembre 2014 12.19-----------------------------------------------------------
  • Elrond scrive:
    Che schifo, che delusione...
    Ti becchi malware scaricando roba da posti poco sicuri, esattamente come su un Android qualunque...hahahahahahahahahaha
    • gnammolo scrive:
      Re: Che schifo, che delusione...
      no caro, su android mi avanzano minimo 300 sull'acquisto del telefono, quindi NON come su android (rotfl)(rotfl)
      • panda rossa scrive:
        Re: Che schifo, che delusione...
        - Scritto da: gnammolo
        no caro, su android mi avanzano minimo 300
        sull'acquisto del telefono, quindi NON come su
        android
        (rotfl)(rotfl)E direi che avanzano anche 0.99 di acquisto dell'app.
    • Il Punto scrive:
      Re: Che schifo, che delusione...
      -
      Scritto da: Elrond
      Ti becchi malware scaricando roba da posti poco sicuri,
      esattamente come su un Android qualunque...Almeno su un Android qualunque c' è un minimo di applicativo di base di sicurezza(che funziona), senza contare le impostazioni di sicurezza standard che almeno bloccano gli utonti nello scaricare app da store non ufficiali, a differenza di iOS che mi risulta il non fare alcunché.
      hahahahahahahahahahaAhahahahahahahahahahah :D.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 novembre 2014 14.46-----------------------------------------------------------
    • Etype scrive:
      Re: Che schifo, che delusione...
      Si ma non dirlo al solito applefan altrimenti si inizia con il solito 2 pesi e 2 misure :D
    • rockroll scrive:
      Re: Che schifo, che delusione...
      - Scritto da: Elrond
      Ti becchi malware scaricando roba da posti poco
      sicuri, esattamente come su un Android
      qualunque...
      Esattamente: un dispositivo iOS con tanto di OS X non si comporta assolutamente meglio di un Android qualsiasi... e costa il doppio...
  • Gigi della salamella scrive:
    Massimino?
    Massimino, dove sei?Guarda che è pronta la salamella.Ti conviene venire stasera, perché domani diventa ancora più dura ed poi diventa difficile fartela provare senza usare le pomate.
  • Doppio maglio perforante scrive:
    Ma non era sicuro?
    Ma... ma... ma... ma è la seconda notizia sulle vulerabilità dei Mac in un giorno! :$E com'è possibile? :@Ma non ci avevano detto che era SICURO? :sEppure non me lo sono sognato io, siete tutti testimoni! :'(Allora perché 'ste zozzerie? :@
    • massiminchi o scrive:
      Re: Ma non era sicuro?
      bwahahahahahahaha sento rumore di denti rotti (rotfl)aaahhhhhhh godo come un riccio
    • maxsix scrive:
      Re: Ma non era sicuro?
      si si si si si si si si si si si si si si si si si si si si si si si siè SICURISSIMOcapito??????? @^parola di MaxSix
  • prova123 scrive:
    La millantata sicurezza
    era solo frutto del fatto che i virus/malware writer non la prendevano in considerazione. Questo è diventato poi causa della sua profonda inesperienza (vantata a gran voce da ruppolo :s ).Di fatto i loro sistemi sono di fatto dei colabrodo.
    • bradipao scrive:
      Re: La millantata sicurezza
      - Scritto da: prova123
      era solo frutto del fatto che i virus/malware
      writer non la prendevano in considerazione.E' esattamente come dici. La diffusione di virus/malware è proporzionale alla percentuale di diffusione del sistema.
      • 2014 scrive:
        Re: La millantata sicurezza
        - Scritto da: bradipao
        - Scritto da: prova123

        era solo frutto del fatto che i virus/malware

        writer non la prendevano in considerazione.

        E' esattamente come dici. La diffusione di
        virus/malware è proporzionale alla percentuale di
        diffusione del
        sistema.Sarà per quello che per linu$ ne hanno tre? :D
        • Etype scrive:
          Re: La millantata sicurezza
          Sicuramente aiuta a non essere al 90% di diffusione,chi scrive malware lo fa infatti per la fetta più grossa...però non è il solo motivo ;)
          • collione scrive:
            Re: La millantata sicurezza
            il problema di molti è che non hanno mai studiato seriamente biologia al liceo, perchè altrimenti saprebbero cosa s'intende per varietà e perchè è così importanteed è la stessa ragione per cui per android esistono praticamente solo trojanun virus/worm/rootkit o altro tipo di software che ha bisogno d'interagire col kernel bypassando la libc, necessità di uniformità, ovvero di un kernel/strato software che sia stabile linux è un coacervo di versioni, binari ricompilati con vari patchset, funzionalità aggiunte/tolte, api che cambiano da una versione all'altra, a volte incompatibilità a livello di abi tra una versione e l'altrai malware writer dovrebbero andare in giro, fare una statistica dei vari kernel in uso, capire come sono fatti e realizzare N malware, uno per ogni kernel "particolare"morale della favola, fai prima ad attaccare l'utente ed indurlo ad installare un trojan
    • ruppolo scrive:
      Re: La millantata sicurezza
      - Scritto da: prova123
      era solo frutto del fatto che i virus/malware
      writer non la prendevano in considerazione.
      Questo è diventato poi causa della sua profonda
      inesperienza (vantata a gran voce da ruppolo :s
      ).
      Di fatto i loro sistemi sono di fatto dei
      colabrodo.I sistemi colabrodo sono Windows e Android, per i quali sono stati sviluppati MILIONI di malware. Quanto al caso in questione, sono più che felice che i pirati vengano silurati.
      • Pasta alla Pirateria scrive:
        Re: La millantata sicurezza
        - Scritto da: ruppolo
        Quanto al caso in questione, sono più che felice
        che i pirati vengano
        silurati.I pirati usano il XXXXXXXXX, mentre questo malware non necessita di XXXXXXXXX." <i
        it just works, it's magic </i
        "
        • maxsix scrive:
          Re: La millantata sicurezza
          - Scritto da: Pasta alla Pirateria
          - Scritto da: ruppolo


          Quanto al caso in questione, sono più che
          felice

          che i pirati vengano

          silurati.


          I pirati usano il XXXXXXXXX, mentre questo
          malware non necessita di
          XXXXXXXXX.
          " <i
          it just works, it's magic </i
          "Da come è messa sembra così.Ma necessita di un certificato enterprise, e anche falso.Nonché la sua autenticazione si a livello di mac os x che di iOS.Insomma non è proprio una cosetta dai vari cantinari che circolano qui dentro.Si non quel famigerato javascript che gira OMG sul BROWSER di Android, che tante soddisfazioni sta dando.Che sia chiaro.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 10 novembre 2014 12.08-----------------------------------------------------------
      • collione scrive:
        Re: La millantata sicurezza
        facevi prima a dire di essere maledettamente imbarazzato e di non sapere come risponderela tua mela è stata bombardata nell'ultima settimana e ne è uscita con le ossa frantumateun calcio rotante sulle gengive e via (rotfl)
        • maxsix scrive:
          Re: La millantata sicurezza
          - Scritto da: collione
          facevi prima a dire di essere maledettamente
          imbarazzato e di non sapere come
          rispondere

          la tua mela è stata bombardata nell'ultima
          settimana e ne è uscita con le ossa
          frantumate

          un calcio rotante sulle gengive e via (rotfl)Collione.Prendi il tuo Mac.Emettimi un certificato enterprise falso.Mandamelo.PS: ah, se ci metti più di un anno, non serve.
  • Etype scrive:
    iMalware :D
    Dov'è finita la presunta sicurezza di apple ? quella che con 1000 lock-in faceva sentire tanto al sicuro gli appliani :DEh le iIllussioni morsicate :D
    • bradipao scrive:
      Re: iMalware :D
      - Scritto da: Etype
      Dov'è finita la presunta sicurezza di apple ?
      quella che con 1000 lock-in faceva sentire tanto
      al sicuro gli appliani :DCi fosse stato Jobs, avrebbe detto che questo malware è stato scritto col VirusKit, libreria certificata Apple per sviluppare malware di qualità approvati da Apple.
  • bubba scrive:
    il prob principale
    di questo progetto e' non tanto il codice del malware in se (pur sofisticato ecc), ma l'(ab)uso sempre piu' sistematico dell' Enterprise Provisioning Distribution... nonostante la militarizzazione di Apple, delle cose in-house ai coder e alle aziende, senza farli completamente impazzire, deve pur lasciarle fare... e allora..
Chiudi i commenti