Spingono sui domini .safe

Per le banche?

Roma – Torna alla carica la società di sicurezza F-Secure con la proposta ad ICANN di dar vita a nuove estensioni internazionali di dominio,.safe o.sure, che secondo gli esperti dell’azienda potrebbero tradursi in una rinnovata sicurezza per il banking in rete e contro le frodi via Internet.

In una nota appena diramata gli analisti della società sostengono che “il nuovo dominio non risolverebbe totalmente il problema del phishing, ma certo potrebbe ridurlo. Sapendo che solo gli URL con estensione.safe appartengono a istituzioni finanziarie autentiche, infatti, meno utenti cadrebbero nell’inganno di cliccare su link fasulli”.

“Al momento – insiste F-Secure – i clienti non hanno possibilità di sapere con certezza se un sito appartenga o meno alla banca, e ciò vale soprattutto per le piccole banche. Se la concessione dei nomi a dominio con estensione.safe o.sure fosse rigidamente controllata, allora anche le aziende che si occupano di sicurezza avrebbero uno strumento in più su cui basarsi per controllare il traffico Web e le email; potrebbero sviluppare prodotti di sicurezza migliori e gli utenti si sentirebbero maggiormente protetti”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • aghost scrive:
    Second Life, io c'ero
    ho fatto una cronaca semiseria di quello che è accaduto nella mattinata su Second Life :) http://aghost.wordpress.com/2007/03/31/la-prima-volta-di-ritalia-su-second-life-esperienza-fantozziana/
  • picchiatello scrive:
    Anche qui il problema e' alla base....
    1) mancano infrastrutture tecniche che il nostro paese non ha.2) manca molto materiale umano specializzato nel turismo, perche' a fronte di alberghi a 7 stelle o miliardi in un sito .it il nostro paese non investe nulla o quasi nel personale degli enti provinciali o regionali, stegisti neolaureati che spesso si pagano le spese o con contratti a progetto per redigere le note dei siti, senza contare che ogni comune a il suo assessore e un proprio utc, ogni provincia ha un suo assessore e un utp , ogni regione ha un suo assessore e un suo utr.....non parliamo poi delle varie comunità montane o balneari o consorzi di promozione e mi fermo a quelli piu' grossi , altrimenti si continua con musei, fondazioni, patronati... e moltiplicate tutto per due (pubblico e privato).
  • Anonimo scrive:
    Tante chiacchiere, ed evaso il problema
    Tantissime chiacchiere su questo e quello, opinioni, controopinioni, pareri di esperti piu' o meno qualificati su come fare o non fare un sito sul turismo.In realta', e diciamolo chiaro e forte se P.I. e quelli di RItaliaCamp non vogliono farlo, il problema e' uno e uno soltanto :I RESPONSABILI che hanno finanziato la creazione del sito/portale sul turismo, utilizzando soldi nostri, non meritano di occupare il posto che occupano.-Hanno amministrato male il bene pubblico (ovvero dando troppi soldi per uno scarso servizio)-Hanno fatto dei palesi favoritismi (ovvero affidando un lavoro che va a riflettere la nostra immagine nazionale all'estero, a persone che evidentemente non sono state all'altezza e hanno avuto il posto per ragioni prettamente "politiche")-Hanno insabbiato i nomi e le cifre spese fino all'ultimo, e tutt'oggi non si conoscono le cifre pagate a questi "professionisti" che, a mio modesto parere, dovrebbero restituire allo Stato il denaro intascato per la prestazione scadente.Insomma, sempre a mio modestissimo e umile parere, nessuno dovrebbe, gratuitamente, fare un sito sul turismo o dare consigli a chi questo sito lo fa per lavoro.I professionisti del settore vanno pagati, e quando sbagliano VANNO PUNITI A NORMA DI LEGGE.Chi accetta un lavoro di enorme responsabilita', esigendo enormi cifre dallo Stato per portare la nostra immagine in tutto il mondo, deve farsi carico delle conseguenze negative che possono derivare da un lavoro incompleto o peggio ancora non all'altezza della situazione.Mi pare, invece, che nessuno chieda a gran voce una punizione per queste persone, e dire che a tal proposito, a quanto so, c'e' anche un indagine aperta.Italietta, come sempre...
    • Anonimo scrive:
      Re: Tante chiacchiere, ed evaso il probl
      - Scritto da:
      Tantissime chiacchiere su questo e quello,
      opinioni, controopinioni, pareri di esperti piu'
      o meno qualificati su come fare o non fare un
      sito sul
      turismo.

      In realta', e diciamolo chiaro e forte se P.I. e
      quelli di RItaliaCamp non vogliono farlo, il
      problema e' uno e uno soltanto
      :

      I RESPONSABILI che hanno finanziato la creazione
      del sito/portale sul turismo, utilizzando soldi
      nostri, non meritano di occupare il posto che
      occupano.

      -Hanno amministrato male il bene pubblico (ovvero
      dando troppi soldi per uno scarso
      servizio)

      -Hanno fatto dei palesi favoritismi (ovvero
      affidando un lavoro che va a riflettere la nostra
      immagine nazionale all'estero, a persone che
      evidentemente non sono state all'altezza e hanno
      avuto il posto per ragioni prettamente
      "politiche")

      -Hanno insabbiato i nomi e le cifre spese fino
      all'ultimo, e tutt'oggi non si conoscono le cifre
      pagate a questi "professionisti" che, a mio
      modesto parere, dovrebbero restituire allo Stato
      il denaro intascato per la prestazione
      scadente.


      Insomma, sempre a mio modestissimo e umile
      parere, nessuno dovrebbe, gratuitamente, fare un
      sito sul turismo o dare consigli a chi questo
      sito lo fa per
      lavoro.
      I professionisti del settore vanno pagati, e
      quando sbagliano VANNO PUNITI A NORMA DI
      LEGGE.
      Chi accetta un lavoro di enorme responsabilita',
      esigendo enormi cifre dallo Stato per portare la
      nostra immagine in tutto il mondo, deve farsi
      carico delle conseguenze negative che possono
      derivare da un lavoro incompleto o peggio ancora
      non all'altezza della
      situazione.


      Mi pare, invece, che nessuno chieda a gran voce
      una punizione per queste persone, e dire che a
      tal proposito, a quanto so, c'e' anche un
      indagine
      aperta.



      Italietta, come sempre...sipuniamocosi'risolviamoogni problemaeh!Se e' la rivalsa che cerchi, si puo' anche fare, ma non e' questo certo il problema.Comunque comprendo che per te non ci sia nulla di meglio di una bella sentnza.Migliorebbe il portale, giusto?eh... l'italietta e gli italianini....
      • PedroMaltese scrive:
        Re: Tante chiacchiere, ed evaso il probl

        si
        puniamo
        cosi'
        risolviamo
        ogni problema
        eh!Allora no?Non puniamo! Così al prossimo appalto ricapita la stessa cosa!Non che io goda a punire, ma guarda come è aumentato il gettito fiscale da quando non c'è più BerlusCondoni. La certezza di una pena in caso di truffa (o servizio scadente) ridurrebbe il numero di furbetti.
        Se e' la rivalsa che cerchi, si puo' anche fare, ....No caro. In Italia non si può fare, non si sa perchè, ma i furbetti la fanno sempre franca.Ho letto che qualcuno invoca anche l'impiccagione per italia.it ma è il senso di esasperazione degli onesti che ormai è alle stelle.
        Comunque comprendo che per te non ci
        sia nulla di meglio di una bella sentnza.La sentenza è già stata emessa ed è stata unanime: chiunque qui avrebbe fatto Italia.it meglio e ad un decimo del costo.
        Migliorebbe il portale, giusto?La punizione deve tendere a rieducare il condannato (lo dice la nostra costituzione) e magari spaventare chi è tentato di imitarlo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Tante chiacchiere, ed evaso il probl
          - Scritto da: PedroMaltese


          si

          puniamo

          cosi'

          risolviamo

          ogni problema

          eh!

          Allora no?
          Non puniamo! Così al prossimo appalto ricapita la
          stessa
          cosa!
          Non che io goda a punire, ma guarda come è
          aumentato il gettito fiscale da quando non c'è
          più BerlusCondoni.Questa dove te la sei sognata ????l'aumento del gettito è frutto della politica del governo precedente e della politica di Tremonti, è evidente e sotto gli occhi di tutti !!! i sinistri in campgna elettorale ci hanno detto che era tutto allo sbando, poi quando si fanno i conti si scoprono tesori e tesoretti....
          La certezza di una pena in caso di truffa (o
          servizio scadente) ridurrebbe il numero di
          furbetti.sono d'accordo in Italia il problema è la certezza della pena, che non c'e'. tutto vietato ma impossibile da far rispettare.Togliamo i divieti assurdi e facciamo rispettare le cose importanti, poco ma buono.
          No caro. In Italia non si può fare, non si sa
          perchè, ma i furbetti la fanno sempre
          franca.
          Ho letto che qualcuno invoca anche l'impiccagione
          per italia.it ma è il senso di esasperazione
          degli onesti che ormai è alle
          stelle.chi è più esasperato ?il lavoratore autonomo che cerca di pagare meno tasse possibile visto che vengono usate per pagare gli statali che non fanno un cazzo dalla mattina alla sera oppure i lavoratori dipendenti che sono forzatamente "onesti" visto che non possono evadere, salvo poi chiedere al dentista, "senza fattura c'e' lo sconto ?"il bello che la colpa di tutto e' dei politici, bravissimi a mettere le categorie una contro l'altra, altrimenti rischierebbero che la gente apra gli occhi e se la prenda con loro in primis !!!(lo so che ci sono statali che lavorano tanto e bene e ci sono autonomi che pagano fino all'ultima lira di tasse, pero' purtroppo quelli che saltano agli occhi sono gli altri)

          Comunque comprendo che per te non ci

          sia nulla di meglio di una bella sentnza.

          La sentenza è già stata emessa ed è stata
          unanime: chiunque qui avrebbe fatto Italia.it
          meglio e ad un decimo del costo.chiamiamo le Iene !!!

          Migliorebbe il portale, giusto?

          La punizione deve tendere a rieducare il
          condannato (lo dice la nostra costituzione) e
          magari spaventare chi è tentato di
          imitarlo.più che punirli, si dovrebbe fare come fanno i privati, il portale fa schifo, io non te pago le fatture !!!chi sono i politici coinvolti chi ha la responsabilità ? voglio sapere i nomi cosi' non li voto !!! facciamo girare un'e-mail con i nomi !!ciao
          • PedroMaltese scrive:
            Re: Tante chiacchiere, ed evaso il probl
            - Scritto da:

            Non che io goda a punire, ma guarda come è

            aumentato il gettito fiscale da quando non c'è

            più BerlusCondoni.

            Questa dove te la sei sognata ????
            l'aumento del gettito è frutto della politica del
            governo precedente e della politica di Tremonti,
            è evidente e sotto gli occhi di tutti !!! i
            sinistri in campgna elettorale ci hanno detto che
            era tutto allo sbando, poi quando si fanno i
            conti si scoprono tesori e
            tesoretti....Mah, guarda caso proprio adesso vengono fuori.Mentre era al governo ha svenduto tutto il patrimonio immobiliare dello stato per coprire i minori introiti erariali (ti ricordi di quando voleva vendere le spiaggie?).Questo è sotto gli occhi di tutti.
            .... visto che vengono usate per
            pagare gli statali che non fanno un cazzo dalla
            mattina alla sera
            .....salvo poi chiedere al dentista,
            "senza fattura c'e' lo sconto ?"
            il bello che la colpa di tutto e' dei politici, ....Questo discorso dà bene l'idea del problema.Hai già trovato 1000 colpevoli: gli statali che non fanno un cazzo, quelli che chiedono al dentista di pagare in nero, i politici. Qualcun'altro potrebbe aggiungere l'immigrazione e la delocalizzazione del lavoro. Per altri sono le lobby di potere che mangiano tutto e tutti.Insomma tutti colpevoli, nessuno colpevole.

            La sentenza è già stata emessa ed è stata

            unanime: chiunque qui avrebbe fatto Italia.it

            meglio e ad un decimo del costo.
            chiamiamo le Iene !!!Nooo, molto meglio il gabibbo o al limite Fabio e Mingo.
            più che punirli, si dovrebbe fare come fanno i
            privati, il portale fa schifo, io non te pago le fatture !!!tutte le decisioni dello stato devono seguire leggi e regolamenti.Ci vorrebbe una legge che dice "se il prodotto fa schifo non lo si paga", ma poi come si determina il "fare schifo" di una cosa?E' abbastanza relativo, e tra ricorsi e controricorsi ci scappa sicuramente la commissione che deve valutare se fa schifo o no, la quale produce un responso in 6-12 mesi aggiungili ai tempi dei 3 gradi di giudizio e sono passati 4 anni (se va bene).Dopo 4 anni un portale non aggiornato è comunque da buttare. L'azienda che aspetta quei miliardi, se non arrivano, magari deve chiudere un settore e mette in cassa integrazione i dipendenti, che lo stato deve poi pagare.C'è qualcosa che non va in questo meccanismo.CI VUOLE ONESTA' E NON FURBIZIA. Per questo l'Italia va male, perchè qua sono tutti furbi.
            chi sono i politici coinvolti chi ha la
            responsabilità ? voglio sapere i nomi cosi' non
            li voto !!! facciamo girare un'e-mail con i nomi
            !!Inutile.Con la nuova legge elettorale del governo Berlusconi in italia (unica democrazia al mondo) il cittadino non può scegliere chi lo rappresenta in parlamento, può solo scegliere un partito il quale poi deciderà le persone che andranno a governare.Si sono parati il c**o bene eh?
          • Anonimo scrive:
            Re: Tante chiacchiere, ed evaso il probl
            - Scritto da: PedroMaltese

            poi quando si fanno i

            conti si scoprono tesori e

            tesoretti....

            Mah, guarda caso proprio adesso vengono fuori.
            Mentre era al governo ha svenduto tutto il
            patrimonio immobiliare dello stato per coprire i
            minori introiti erariali (ti ricordi di quando
            voleva vendere le
            spiaggie?).
            Questo è sotto gli occhi di tutti.La politica di Tremonti è stata, inventiamocele tutte basta che non carichiamo di tasse per favorire la ripresa, la ripresa c'e' stata !!poi non ho le comptenze per dire se era meglio vendere le spiagge o un'altra cosa, sicuramente la politica attuale, finanziaria ipercarica per dimostrare che le stronzate dette in campagna elettorale erano vere, non mi piace tanto ....e sicuramente bloccherà la ripresa, solo in parte spero.

            .... visto che vengono usate per

            pagare gli statali che non fanno un cazzo dalla

            mattina alla sera

            .....salvo poi chiedere al dentista,

            "senza fattura c'e' lo sconto ?"


            il bello che la colpa di tutto e' dei politici,
            ....


            Questo discorso dà bene l'idea del problema.
            Hai già trovato 1000 colpevoli: gli statali che
            non fanno un cazzo, quelli che chiedono al
            dentista di pagare in nero, i politici.
            Qualcun'altro potrebbe aggiungere l'immigrazione
            e la delocalizzazione del lavoro. Per altri sono
            le lobby di potere che mangiano tutto e
            tutti.
            Insomma tutti colpevoli, nessuno colpevole.hai tagliato, io dicevo che i politici sono i principali colpevoli, quanto meno perché prendono fior di quattrini per governare e bisogna partire da li' !!!dicevo anche che i politici sono maestri nel mettere le categorie una contro l'altra, cosi' se siamo impegnati a "tifare" una parte piuttosto che l'altra loro fanno come vogliono ...

            chiamiamo le Iene !!!

            Nooo, molto meglio il gabibbo o al limite Fabio e
            Mingo.a me piacciono di più le Iene, hai visto ieri i lacci dei paracadute ?cmq va bene chiunque per di mettere in risalto la cosa.
            il "fare schifo" di una
            cosa?al momento del contratto si scrivono cose chiare ...
            E' abbastanza relativo, e tra ricorsi e
            controricorsi ci scappa sicuramente la
            C'è qualcosa che non va in questo meccanismo.
            CI VUOLE ONESTA' E NON FURBIZIA. Per questo
            l'Italia va male, perchè qua sono tutti
            furbi.Onesta e furbizia, secondo me, sono due cose diverse.il malgoverno porta alla furbizia, come la intendi tu.Io non ho la televisione (non ci sto mai a casa), ma siccome ho una scheda tv sul PC qualche volta vedo qualcosa, il canone non lo pago; secondo te io sono un "furbo" ?secondo me no, per quello che vedo io di televisione penso già di pagare abbastanza nei prodotti che acquisto che hanno campagne di pubblicità in TV...Ai tempi della nonna di mia nonna, c'era come oggi del resto, la tassa sul sale. Dove abitava lei c'era una sorgente di acqua salata, tutto il paese prendeva l'acuqa salata da li' evadendo la tassa sul sale, tutti furbi e disonesti secondo te ?Dopo un po' l'"autorità" inquino' la sorgente con del colorante rosso e la pratica fini'...Dimmi, in questa vicenda, chi sono i furbi, gli onesti e disonesti ?

            chi sono i politici coinvolti chi ha la

            responsabilità ? voglio sapere i nomi cosi' non

            li voto !!! facciamo girare un'e-mail con i nomi

            !!

            Inutile.
            Con la nuova legge elettorale del governo
            Berlusconi in italia (unica democrazia al mondo)
            il cittadino non può scegliere chi lo rappresenta
            in parlamento, può solo scegliere un partito il
            quale poi deciderà le persone che andranno a
            governare.
            Si sono parati il c**o bene eh?Non mi sembra che hai le idee chiare ... per niente proprio (a parte l'idea che tutto quello che fa Berlusconi è sbagliato):Legge attuale:i partiti hanno deciso le liste PRIMA del voto e tu sapevi l'ordine degli eletti votando una certa lista.Col gioco dei candidati in più circoscrizioni non abbiamo potuto scegliere le correnti all'intero dello stesso partito, pero' fra partiti si.Legge precedente:alla Camera il 25% deciso con lo stesso sistema e il 75% potevi scegliere fra solo 2 candidati !!!al Senato peggio ancora: il 75% scelto fra 2 candidati e il restante 25% eletto fra i non eletti. in pratica su 300 posti: 225 potevi scegliere fra 2 (cioe' 450 candidati) e i restanti 75 presi fra i 225 scartati, se sommi scopri che per 300 posti avevi solo 450 candidati, è la cosa più vicina alle elezioni fasciste o comuniste del 400 nomi per 400 postiFanno schifo entrambe, ma meglio la nuova della vecchia !!!!io personalmente voglio il proporzionale con preferenza unica con sbarramento e elezione diretta del capo del governo, se cade il governo si vota di nuovo, tipo legge regionale.ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Tante chiacchiere, ed evaso il probl

        Migliorebbe il portale, giusto?

        eh... l'italietta e gli italianini....L'Italietta è la tua che vuole sempre rimanere impunita, fare la fare come vuole, spendere e spandere agli amici... e scaricare le colpe e i costi dinuovo sulla gente.Cos'è ? Hai paura che FINALMENTE le gente chieda un rendiconto dei soldi spesi ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Tante chiacchiere, ed evaso il probl

          L'Italietta è la tua che vuole sempre rimanere
          impunita, fare la fare come vuole, spendere e
          spandere agli amici... e scaricare le colpe e i
          costi dinuovo sulla
          gente.

          Cos'è ? Hai paura che FINALMENTE le gente chieda
          un rendiconto dei soldi spesi ?

          Ma certo che ne ha paura !Non penserai mica che una persona che scrive certe cose sia dalla parte di chi lavora onestamente, no ?Chi vuole l'impunita' e' senza dubbio una persona che spera di vedersi deresponsabilizzata dai propri errori o addirittura spera di vedersi condonati tutti i propri reati.Purtroppo di gente cosi' e' piena la politica, e quindi siamo nella squallida situazione attuale.
    • ryoga scrive:
      Re: Tante chiacchiere, ed evaso il probl
      - Scritto da:
      I RESPONSABILI che hanno finanziato la creazione
      del sito/portale sul turismo, utilizzando soldi
      nostri, non meritano di occupare il posto che
      occupano.Hai ragione
      -Hanno amministrato male il bene pubblico (ovvero
      dando troppi soldi per uno scarso
      servizio)Hai ragione
      -Hanno fatto dei palesi favoritismi (ovvero
      affidando un lavoro che va a riflettere la nostra
      immagine nazionale all'estero, a persone che
      evidentemente non sono state all'altezza e hanno
      avuto il posto per ragioni prettamente
      "politiche")"Favoritismi" è un po' accusatorio.Diciamo che non hanno affidato il lavoro a persone in grado di portarlo avanti nel migliore dei modi.Essendo "loro" ( i responsabili ) incaricati di trovare un'azienda con quelle caratteristiche, hanno commesso un errore di valutazione
      -Hanno insabbiato i nomi e le cifre spese fino
      all'ultimo, e tutt'oggi non si conoscono le cifre
      pagate a questi "professionisti" che, a mio
      modesto parere, dovrebbero restituire allo Stato
      il denaro intascato per la prestazione
      scadente.Sbagliato.Se io azienda, chiedo millemilla miliardi di euro, e tu Stato, me li paghi, io azienda intasco i soldi e ti passo il lavoro.Se non è fatto bene, si discute, si prova a correggere, ma i soldi intascati RESTANO tali.Chi va punito non è l'azienda, ma il/i responsabili che hanno affidato a quell'azienda un lavoro cosi importante.
      Insomma, sempre a mio modestissimo e umile
      parere, nessuno dovrebbe, gratuitamente, fare un
      sito sul turismo o dare consigli a chi questo
      sito lo fa per
      lavoro.
      I professionisti del settore vanno pagati, e
      quando sbagliano VANNO PUNITI A NORMA DI
      LEGGE.Certo. Poi quando un operaio sbaglia a tagliare un pezzo DEVE pagare di tasca sua, quando un autista di bus sbaglia a chiudere le porte facendo cascare una vecchietta PAGA di tasca sua, quando un tassista sbaglia a prender la strada con maggior traffico PAGA lui la corsa...Che lavoro fai? Se commetti un errore, lo ripaghi con il tuo stipendio? A fine mese sei tu che passi qualcosa al tuo datore di lavoro o te ne esci sempre "gratis"?
      Chi accetta un lavoro di enorme responsabilita',
      esigendo enormi cifre dallo Stato per portare la
      nostra immagine in tutto il mondo, deve farsi
      carico delle conseguenze negative che possono
      derivare da un lavoro incompleto o peggio ancora
      non all'altezza della
      situazione.Io azienda ( o anche io programmatore ) faccio le mie richieste. Se il "Responsabile" che cura il progetto, mi affida il lavoro, io lo eseguo nelle mie capacità.Ma non devo pagare io le conseguenze di una scelta sbagliata.
      Mi pare, invece, che nessuno chieda a gran voce
      una punizione per queste persone, e dire che a
      tal proposito, a quanto so, c'e' anche un
      indagine
      aperta.Indagine verso l'azienda che ha ottemperato al proprio dovere consegnando un progetto completo e che rispecchia il livello tecnologico dell'azienda?Uhm.... un buco nell'acqua.
      Italietta, come sempre...:DSai una cosa?Tempo fa, ci fu una gara per l'affido della creazione di un portale regionale.Chi riusciva a creare un logo interessante per il portale, ne curava anche la creazione del portale.Vinse un'azienda.Fece il portale, e graficamente era "bello", ma tecnicamente non tanto "bello".Il problema è che portali di tali dimensioni non possono essere affidate ad una sola azienda, ma a tante diverse realtà, ognuna con compiti specifici.Il responsabile che doveva occuparsi della realizzazione del portale, doveva incaricare il lavoro a 3-4 aziende ognuna leader nel proprio campo.Non l'ha fatto....forse perche' non era in grado di farlo.Cosa si puo' fare ora?NULLA se non sperare in un restyling di Italia.it con una versione migliore.
Chiudi i commenti