Spotify: meno random, più album

Spotify: meno random, più album

L'opzione standard per l'ascolto di album su Spotify diventa l'ordine sequenziale: l'utente può scegliere l'ordine casuale, ma deve essere scelta precisa.
L'opzione standard per l'ascolto di album su Spotify diventa l'ordine sequenziale: l'utente può scegliere l'ordine casuale, ma deve essere scelta precisa.

Spotify ha rimosso una piccola funzione nel proprio servizio di streaming musicale e lo ha fatto su specifica richiesta di Adele. Si tratta di una rimozione densa di significato artistico, peraltro, che consente all'evoluzione dello streaming di sposare la tradizione per aggiungere significato ulteriore alla propria offerta.

Spotify, l'album recupera dignità

Il pulsante rimosso consentiva di riprodurre in ordine casuale i brani all'interno di un album. Ciò andava infatti a snaturare l'ordine stabilito delle tracce, rendendo così meno significativo il corpus stesso dell'album. La scelta “random” era una non-scelta che fissava la natura parcellizzata dei brani anche quando questi erano invece inseriti in concept-album più strutturati e complessi.

Questo passaggio è stato proprio dell'atomizzazione della musica, dove il “singolo” è diventato la misura standard nel momento stesso in cui la digitalizzazione ha trasformato i brani in elementi “liquidi”, privi della corporeità delle musicassette o degli LP. Spotify, che incarna oggi la leadership di questa evoluzione digitale, ha risposto ad Adele “qualsiasi cosa per te” ed ha accettato la proposta:

La possibilità di eseguire una riproduzione casuale permane ancora, ma deve essere una scelta precisa dell'utente in ascolto: l'opzione standard, invece, diventa l'ascolto sequenziale, così come l'artista lo ha deciso, così da garantire il persistere dell'opera compiuta nella sua organicità e integrità.

Una vittoria per l'arte musicale, ma una vittoria anche per Spotify. E un ritorno a quell'era dell'album di cui le nuove generazioni ignorano in buona parte le sensazioni.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

22 11 2021
Link copiato negli appunti