SQL Server 2005, ecco l'SP1

Microsoft ha rilasciato il primo service pack per SQL Server 2005, un aggiornamento che oltre a sistemare i bug porta al giovane database funzionalità da tempo promesse


Redmond (USA) – A pochi mesi dal suo debutto commerciale , SQL Server 2005 è già intestatario di un sostanzioso service pack che, oltre a correggere i problemi emersi fino ad oggi, introduce alcune importanti novità. Ciò che ha spinto Microsoft a rilasciare il Service Pack 1 con tanta celerità è stata l’esigenza di aggiungere al suo nuovo database quelle applicazioni, come il data mirroring, che per ragioni di tempo erano rimaste fuori dalla precedente release.

La funzionalità di mirroring dei dati , che fa da complemento a quelle di failover clustering e database snapshots, conserva una copia aggiornata del database e di tutti i log delle transazioni su di un altro server: in caso di guasti al server principale, il sistema è in grado di reindirizzare automaticamente tutte le richieste al server di backup.

L’SP1 aggiunge poi alla versione gratuita di SQL Server 2005, la Express, un tool di gestione grafico ( SQL Server Management Studio Express ), nuove funzionalità di reporting con supporto a SAP NetWeaver Business Intelligence, e la possibilità di effettuare query full-text su semplici dati di tipo carattere nelle tabelle del database: le query full-text possono includere parole e frasi oppure più forme di una parola o una frase. La versione del software integrante questi nuovi tool porta il nome di SQL Server 2005 Express Edition with Advanced Services e può essere scaricata integralmente da qui .

L’SP1 per SQL Server 2005 e l’edizione Express possono essere scaricati dai link contenuti in questa pagina in italiano.

Microsoft ha anche confermato il rilascio, durante l’estate, della prima CTP di SQL Server Everywhere Edition , un database “lite” indirizzato agli smartphone e, più in generale, alle applicazioni embedded.

Da segnalare anche l’annuncio, negli scorsi giorni, di un tool per la gestione centralizzata dei sistemi su cui gira Virtual Server . Il software, attualmente ancora in fase di sviluppo, porta il nome in codice di Carmine e dovrebbe fornire alcune delle funzionalità alla base di VirtualCenter, il prodotto della rivale VMWare.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • danieleNA scrive:
    web 2.0
    anche se qualcuno lo ha già scritto.Leggendo l'articolo dedicato a Hive7, si parla del web 2.0. Si parla, cioè, di un modo nuovo di stare davanti al computer. Non in maniera passiva, come davanti ad una tv o quotidiano, ma in maniera attiva. Cioè è molto più facile che in passato andare su Splindler o su FreeForumZone e creare qualcosa di proprio pur sapendo poco o niente di pagine web. Certo, chi sa scrivere il codice html o css o simili farà un lavoro migliore, ma - almeno - non c'è bisogno di installare più nulla sul proprio computer.Secondo me la gratuità del Visual Studio Express nasce anche da questo. Da un cambiamento culturale; se posso usare una definizione forse un po' esagerata.==================================Modificato dall'autore il 23/04/2006 8.34.11
    • danieleNA scrive:
      Re: web 2.0
      chiedo scusa, non volevo certamente dire che non si compra / paga più nulla.Ad es., molti servizi basati - o presunti tali! - sul web 2.0 sono beta. Ciò mi fa pensare che se incontreranno successo potrebbero divenire a pagamento. Oppure paghiamo ma in maniera indiretta: cliccando sula pubblicità. A tale proposito, pare sia intenzione di Microsoft guadagnare per la sua piattaforma live.com unicamente con la pubblicità.
  • Anonimo scrive:
    C++ e C# sono identici
    Ho portato almeno un centomila linee di codice dal c++ al c# e almeno la metà da c# a c++, e tutta questa competizione la trovo ridicola. I due linguaggi sono quasi identici, cambiano solo le librerie e qualche stupidata sintattica. Ricordo a chi parla di codice managed, che il C# ha i puntatori come il C++, e a differenza di quelli che vengono da VB, io li ho sempre usati e continuerò ad usarli. L'unica cosa che cambia da un codice C++ ad uno C# è che il secondo compila prima in un intermedio e poi, al momento del caricamento dell'eseguibile, in assembly. Ma è solo un ritardare qualcosa che il C++ fa subito. Il C# non è un codice interpretato, è jittato. Non confondete le due cose se volete capire qualcosa del successo del C#. Riguardo alla velocità: quelli che parlano di C# meno veloce del C++ di solito sono persone che comparano erroneamente codice C++ che fa uso di puntatori con codice equivalente C# dove il programmatore si è trattenuto dall'utilizzare i puntatori. Una simile comparazione è ovviamente ridicola e prima di qualsiasi validità pratica. Nella mia esperienza, C# e C++ hanno prestazioni identiche, anzi sulle piattaforme 64 bit il profiler mi da spesso un 20-30% di vantaggio del codice C#, probabilmente dovuto all'uso dei registri aggiuntivi AMD che il JIT può in qualche modo sfruttare a differenza del codice precompilato C++ che non si ottimizza in base alla piattaforma si trova (cosa che conferma che la filosofia JIT è un passo avanti notevole nell'architettura del software). Attenzione però: in termini di efficienza dei due linguaggi, è bene sempre ricordare che quello che conta davvero sono le librerie disponibili e la loro qualità. E in questo il C++ è tutt'oggi imbattibile. Il C# sta guadagnando rapidamente terreno, ma di strada da fare ne ha ancora molta.
    • Anonimo scrive:
      Re: C++ e C# sono identici
      c# e c++ identici? viva i programmatori "fai da te"se per te due linguaggi si distinguono solo dalla sintassi allora stai frescousi i puntatori in c#? poveraccio quello che ti paga per fargli i programmi, ti sei mai chiesto perché in c# per usare i puntatori devi marcare il codice unsafe?i puntatori non andrebbero MAI usati in c#, se non in casi eccezionali o se devi usare funzioni unmanaged, altrimenti rischi crash ogni secondo
    • Anonimo scrive:
      Re: C++ e C# sono identici

      Nella mia esperienza, C# e C++ hanno prestazioni
      identiche, anzi sulle piattaforme 64 bit il
      profiler mi da spesso un 20-30% di vantaggio del
      codice C#, probabilmente dovuto all'uso dei
      registri aggiuntivi AMD che il JIT può in qualche
      modo sfruttare a differenza del codice
      precompilato C++ che non si ottimizza in base
      alla piattaforma si trova (cosa che conferma che
      la filosofia JIT è un passo avanti notevole
      nell'architettura del software).Prova a compilare il C++ ottimizzandolo per l'architettura in questione (k7 o k8, quello che è), altrimenti è normale che il codice C# sia più veloce.
    • Anonimo scrive:
      Re: C++ e C# sono identici
      - Scritto da: Anonimo
      I due linguaggi sono quasi identici, cambiano
      solo le librerie e qualche stupidata sintattica. non hai capito nulla di cosa significhi programmare in managed code.
      • Anonimo scrive:
        Re: C++ e C# sono identici
        Certo che la persona che ha inserito il thread su C++ / C# potrà avere le sue posizioni non condivise, ma è anche vero che tutte le risposte di commento sono di una maleducazione unica ed ingiustificata.Ma non sapete discutere senza offendere le persone? :|
        • Anonimo scrive:
          Re: C++ e C# sono identici
          - Scritto da: Anonimo
          Certo che la persona che ha inserito il thread su
          C++ / C# potrà avere le sue posizioni non
          condivise, ma è anche vero che tutte le risposte
          di commento sono di una maleducazione unica ed
          ingiustificata.

          Ma non sapete discutere senza offendere le
          persone? :|quoto, il livello di educazione in questo forum è sceso di molto ed ogni articolo non è che un pretesto per insultarsi.Con gioia di PI
        • Anonimo scrive:
          Re: C++ e C# sono identici
          - Scritto da: Anonimo
          Certo che la persona che ha inserito il thread su
          C++ / C# potrà avere le sue posizioni non
          condivise, ma è anche vero che tutte le risposte
          di commento sono di una maleducazione unica ed
          ingiustificata.

          Ma non sapete discutere senza offendere le
          persone? :|Veramente è il tizio che offende l'intelligenza della gente sparando "ho portato 100mila linee di codice" Microsoft Vista sono 1milione di linee di codice.. e questo vorrebbe farci credere che ha portato da solo un decimo del lavoro che richiede centinaia di persone ? Sì, sicuro. Poi la cavolata di dire che C++ e C# sono uguali.. dimostra proprio di non sapere di cosa parla.
          • Anonimo scrive:
            Re: C++ e C# sono identici
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Certo che la persona che ha inserito il thread
            su

            C++ / C# potrà avere le sue posizioni non

            condivise, ma è anche vero che tutte le risposte

            di commento sono di una maleducazione unica ed

            ingiustificata.



            Ma non sapete discutere senza offendere le

            persone? :|

            Veramente è il tizio che offende l'intelligenza
            della gente sparando "ho portato 100mila linee di
            codice"
            Microsoft Vista sono 1milione di linee di
            codice.. e questo vorrebbe farci credere che ha
            portato da solo un decimo del lavoro che richiede
            centinaia di persone ?
            Sì, sicuro. Poi la cavolata di dire che C++ e C#
            sono uguali.. dimostra proprio di non sapere di
            cosa parla.forse parlava per esagerazioni comunque 1 milione di righe di codice mi sembrano un pò pochine per un OS.
    • Anonimo scrive:
      Re: C++ e C# sono identici
      Che erano, 100mila linee di commenti ? Ma per favore !Poi si vede proprio che sei un esperto, eh! Dire che C++ e C# sono uguali è la più grande idiozia che potevi scrivere.- Scritto da: Anonimo

      Ho portato almeno un centomila linee di codice
      dal c++ al c# e almeno la metà da c# a c++, e
      tutta questa competizione la trovo ridicola.

      I due linguaggi sono quasi identici, cambiano
      solo le librerie e qualche stupidata sintattica.

      Ricordo a chi parla di codice managed, che il C#
      ha i puntatori come il C++, e a differenza di
      quelli che vengono da VB, io li ho sempre usati e
      continuerò ad usarli.

      L'unica cosa che cambia da un codice C++ ad uno
      C# è che il secondo compila prima in un
      intermedio e poi, al momento del caricamento
      dell'eseguibile, in assembly.

      Ma è solo un ritardare qualcosa che il C++ fa
      subito. Il C# non è un codice interpretato, è
      jittato. Non confondete le due cose se volete
      capire qualcosa del successo del C#.

      Riguardo alla velocità: quelli che parlano di C#
      meno veloce del C++ di solito sono persone che
      comparano erroneamente codice C++ che fa uso di
      puntatori con codice equivalente C# dove il
      programmatore si è trattenuto dall'utilizzare i
      puntatori. Una simile comparazione è ovviamente
      ridicola e prima di qualsiasi validità pratica.

      Nella mia esperienza, C# e C++ hanno prestazioni
      identiche, anzi sulle piattaforme 64 bit il
      profiler mi da spesso un 20-30% di vantaggio del
      codice C#, probabilmente dovuto all'uso dei
      registri aggiuntivi AMD che il JIT può in qualche
      modo sfruttare a differenza del codice
      precompilato C++ che non si ottimizza in base
      alla piattaforma si trova (cosa che conferma che
      la filosofia JIT è un passo avanti notevole
      nell'architettura del software).

      Attenzione però: in termini di efficienza dei
      due linguaggi, è bene sempre ricordare che quello
      che conta davvero sono le librerie disponibili e
      la loro qualità. E in questo il C++ è tutt'oggi
      imbattibile. Il C# sta guadagnando rapidamente
      terreno, ma di strada da fare ne ha ancora molta.
      • Anonimo scrive:
        Re: C++ e C# sono identici

        Tante belle frasi che non vogliono dire nulla.
        Tu appari come l'ennesimo su questo forum che si
        vanta di questo e quello. Tutti super
        programmatori, tutti bravissimi. Eh certo, ma
        guarda caso in Italia non vi sono software house
        in pratica (a parte qualche piccola divisione di
        quelle francesi magari), non vi sono
        programmatori shareware (quelli che esistono non
        li conosce praticamente nessuno e manco sanno
        vendersi all'estero malgrado internet), non
        esiste vera ricerca & sviluppo e chi vuole
        programmare DSP seriamente per prodotti reali,
        come lettori DVD, BluRay, televisori TFT/Plasma,
        decoder sat e digitale terrestre, deve andare
        all'estero a lavorare o lasciar perdere.
        Eh sì, tutti grandi programmatori, tutti
        bravissimi. Infatti c'è un tale livello di
        produzione, una tale qualità, eh !
        Ehhh!

        Ti parlo come programmatore che ha lavorato sia nel gestionale che nel settore grafico. 100000 righe di codice non è un numero così elevato. Un programmatore non scrive almeno 500 righe di codice al giorno? In 8 ore di lavoro sono 60 righe l'ora (oddio quanto è brutto fare i conti così del lavoro, ma vabbè). 20 giorni, 10000 righe, 6 mesi, 60000, team di progetto di 5 programmatori sono 360000 righe. E parliamo di 60 righe, in pratica due cicli for un accesso al db ed hai fatto. Quindi questo valore non è nulla di eccezionale. Ho programmato molti giochini nella mia vita (programmatore grafico directX, quando non ho nulla da fare non mi faccio un tetris?). Se fatto bene 100000 righe di codice eccome se le tiri fuori. Visual Studio se non vado errando sono 10 milioni di righe di codice (l'avevo letto da qualche parte mi pare), e parliamo solo dell'IDE. Al di là di tutto quando si lavora a progetti reali si scrive parecchio.
        • Anonimo scrive:
          Re: C++ e C# sono identici
          conosco programmatori, bravi, che usano 1000 righe di codice per fare cose che io faccio con 100-200, la qualità di un programma non si conta mica dalle righe di codice eh
          • Anonimo scrive:
            Re: C++ e C# sono identici
            - Scritto da: Anonimo
            conosco programmatori, bravi, che usano 1000
            righe di codice per fare cose che io faccio con
            100-200, la qualità di un programma non si conta
            mica dalle righe di codice ehverissimo, lo scriverei su una lastra di pietrama sta di fatto che 100000 righe di codice, che siano scritte bene o scritte male ci scappano in progetti medi, non è nulla di anomalo.Magari invece di 100000 se scritte meglio ne bastavano 50000 ma ci sono anche casi che 200000 righe di codice possono essere scritte in 100000.Lasciamo perdere la qualità, quando si lavora, specie in gruppo, si scrive parecchio ed il primo autore del post affermava, secondo me giustamente, che la differenza che c'è tra C# e .Net non è così elevata perchè mantengono una sintassi ed una struttura molto simile. Se doveva convertire da VB avrebbe dovuto perdere molto più tempo ma se doveva convertire da un linguaggio funzionale ad esempio allora sarebbe stato impossibile. Ho fatto anche io centinaia di conversioni C#, C++, si sfoglia il codice molto velocemente
          • Anonimo scrive:
            Re: C++ e C# sono identici
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            conosco programmatori, bravi, che usano 1000

            righe di codice per fare cose che io faccio con

            100-200, la qualità di un programma non si conta

            mica dalle righe di codice eh
            verissimo, lo scriverei su una lastra di pietra
            ma sta di fatto che 100000 righe di codice, che
            siano scritte bene o scritte male ci scappano in
            progetti medi, non è nulla di anomalo.
            Magari invece di 100000 se scritte meglio ne
            bastavano 50000 ma ci sono anche casi che 200000
            righe di codice possono essere scritte in 100000.
            Lasciamo perdere la qualità, quando si lavora,
            specie in gruppo, si scrive parecchio ed il primo
            autore del post affermava, secondo me
            giustamente, che la differenza che c'è tra C# e
            .Net non è così elevata perchè mantengono una
            sintassi ed una struttura molto simile. Se doveva
            convertire da VB avrebbe dovuto perdere molto più
            tempo ma se doveva convertire da un linguaggio
            funzionale ad esempio allora sarebbe stato
            impossibile.
            Ho fatto anche io centinaia di conversioni C#,
            C++, si sfoglia il codice molto velocementeMa sì, tutti super esperti, tutti geni. Chissà come mai però in Italia non esistono nè software house, nè programmatori shareware.. mah !Chissà come mai quei pochi veramente bravi scappano all'estero anzichè stare qui a pavoneggiarsi di ciò che non sanno fare.
          • Anonimo scrive:
            Re: C++ e C# sono identici

            Ma sì, tutti super esperti, tutti geni. Chissà
            come mai però in Italia non esistono nè software
            house, nè programmatori shareware.. mah !
            Chissà come mai quei pochi veramente bravi
            scappano all'estero anzichè stare qui a
            pavoneggiarsi di ciò che non sanno fare.???cosa c'è di geniale nel scrivere un progetto con 100000 righe di codice?Cosa c'è di geniale a convertire codice da C++ a C#?Per fare queste due cose ci riesce un qualsiasi programmatore anche veramente scarso.
          • Anonimo scrive:
            Re: C++ e C# sono identici
            - Scritto da: Anonimo

            Ma sì, tutti super esperti, tutti geni. Chissà

            come mai però in Italia non esistono nè software

            house, nè programmatori shareware.. mah !

            Chissà come mai quei pochi veramente bravi

            scappano all'estero anzichè stare qui a

            pavoneggiarsi di ciò che non sanno fare.
            ???
            cosa c'è di geniale nel scrivere un progetto con
            100000 righe di codice?
            Cosa c'è di geniale a convertire codice da C++ a
            C#?
            Per fare queste due cose ci riesce un qualsiasi
            programmatore anche veramente scarso. Sì vabbè. Che è la quantità che conta. E poi che chiunque faccia delle conversioni vere ce ne e passa. Quando passi da un linguaggio ad un altro e devi convertire il codice non è una cosa tanto banale, a meno che non si tratti di cose veramente semplici. Altrimenti chiunque saprebbe scrivere buoni programmi ed ottimi algoritmi e fare ottimizzazioni di basso livello in base all'architettura utilizzata (che nel caso di cose come Java, .NET, C# ottimizzare a basso livello a più che altro a che vedere con il miglior utilizzo del modo in cui viene implementato UML nella gestione degli oggetti da parte della macchina virtuale utilizzata, visto che non c'è un accesso diretto alla memoria come in C/C++ ed in-line assembly).
          • Anonimo scrive:
            Re: C++ e C# sono identici
            il punto è quello, c# e c++ NON SONO UGUALI!se uno usa i puntatori in C# sta programmando MALEin c# non si usano i puntatori, ci stanno solo per casi estremi, chi fa copia-incolla del codice da c++ a c# non sa programmare in c#, punto
          • Anonimo scrive:
            Re: C++ e C# sono identici
            - Scritto da: Anonimo
            il punto è quello, c# e c++ NON SONO UGUALI!
            se uno usa i puntatori in C# sta programmando MALE
            in c# non si usano i puntatori, ci stanno solo
            per casi estremi, chi fa copia-incolla del codice
            da c++ a c# non sa programmare in c#, puntoEh, già. Hai ragione.. ma vuoi metterti contro "i grandi programmatori che fanno conversioni di programmi da 100mila righe di codice come niente" ? :-) Ehhh! Purtroppo su questi forum scrive tanta gente che se lavora davvero nel settore è il motivo principale per cui in Italia mancano software house, ricerca e sviluppo, progettazione, ditte di shareware e programmatori shareware in proprio. Purtroppo in Italia siamo pieni di gente che la spara grossa, tutto fumo e niente arrosto. E poi sui posti di lavoro ti ritrovi l'incapace raccomandato di turno a cui devi fare tu il lavoro perchè altrimenti i capi licenziano te e non certo lui/lei che sia. Sigh! :-(
          • Anonimo scrive:
            Re: C++ e C# sono identici

            Eh, già. Hai ragione.. ma vuoi metterti contro "i
            grandi programmatori che fanno conversioni di
            programmi da 100mila righe di codice come niente"
            ? :-)
            Ehhh! Purtroppo su questi forum scrive tanta
            gente che se lavora davvero nel settore è il
            motivo principale per cui in Italia mancano
            software house, ricerca e sviluppo,
            progettazione, ditte di shareware e programmatori
            shareware in proprio.
            Purtroppo in Italia siamo pieni di gente che la
            spara grossa, tutto fumo e niente arrosto. E poi
            sui posti di lavoro ti ritrovi l'incapace
            raccomandato di turno a cui devi fare tu il
            lavoro perchè altrimenti i capi licenziano te e
            non certo lui/lei che sia. Sigh! :-(ma davvero si sta messi così male in Italia?sparate la cosa come chissà quale impresa. Io penso che qualsiasi programmatore, anche scarso, possa riuscire a fare questa conversione nel giro di poco tempo. Penso che qualsiasi programmatore ci possa riuscire in pochi giorni di lavoro (giornata di lavoro completa, non un ora al giorno).Veramente vi sembrano numeri assurdi? Forse non siete programmatori e vi spaventano ma vi assicuro che sono cifre normali, 100000 è una bella conversione, ma 10000 è veramente un lavoretto
          • Anonimo scrive:
            Re: C++ e C# sono identici
            - Scritto da: Anonimo

            Eh, già. Hai ragione.. ma vuoi metterti contro
            "i

            grandi programmatori che fanno conversioni di

            programmi da 100mila righe di codice come
            niente"

            ? :-)

            Ehhh! Purtroppo su questi forum scrive tanta

            gente che se lavora davvero nel settore è il

            motivo principale per cui in Italia mancano

            software house, ricerca e sviluppo,

            progettazione, ditte di shareware e
            programmatori

            shareware in proprio.

            Purtroppo in Italia siamo pieni di gente che la

            spara grossa, tutto fumo e niente arrosto. E poi

            sui posti di lavoro ti ritrovi l'incapace

            raccomandato di turno a cui devi fare tu il

            lavoro perchè altrimenti i capi licenziano te e

            non certo lui/lei che sia. Sigh! :-(
            ma davvero si sta messi così male in Italia?
            sparate la cosa come chissà quale impresa.
            Io penso che qualsiasi programmatore, anche
            scarso, possa riuscire a fare questa conversione
            nel giro di poco tempo. Penso che qualsiasi
            programmatore ci possa riuscire in pochi giorni
            di lavoro (giornata di lavoro completa, non un
            ora al giorno).
            Veramente vi sembrano numeri assurdi? Forse non
            siete programmatori e vi spaventano ma vi
            assicuro che sono cifre normali, 100000 è una
            bella conversione, ma 10000 è veramente un
            lavorettoMa che stai dicendo ? In pochi giorni tu comprendi 100mila righe di codice scritto da persone che non conosci, spesso e volentieri manco ben documentato ?E dici che un singolo programmatore fa queste conversioni in poche ore di lavoro in pratica ? E 10mila righe di codice sono un niente ? Non ho idea se tu abbia mai programmato, qui è pieno di gente che spara numeri come fai tu, ma certo che se vieni a dire queste cose è difficile poter ritenere che tu sappia di cosa stai parlando. Davvero.
          • Anonimo scrive:
            Re: C++ e C# sono identici

            Ma che stai dicendo ? In pochi giorni tu
            comprendi 100mila righe di codice scritto da
            persone che non conosci, spesso e volentieri
            manco ben documentato ?
            E dici che un singolo programmatore fa queste
            conversioni in poche ore di lavoro in pratica ? E
            10mila righe di codice sono un niente ?

            Non ho idea se tu abbia mai programmato, qui è
            pieno di gente che spara numeri come fai tu, ma
            certo che se vieni a dire queste cose è difficile
            poter ritenere che tu sappia di cosa stai
            parlando. Davvero. oddio, ma che davvero?davvero ti pare una cosa eccezionale?Io lavoro da 5 anni ed ho fatto conversioni (non è una cosa che mi capita spesso, per lo più per i miei piccoli progetti). Mesi fa ho preso un pezzo di codice da un migliaio di righe ad occhio e l'ho convertito in un neanche due ore (erano solo calcoli geometrici quindi nel codice c'erano solo liste, cicli for, while ed array).Si fa una prima passata a rimuovere i puntitatori sostituendoli con array, le liste si fanno diventare arraylist e si sostituiscono le istruzioni. Con la sostituzione automatica e l'autocompletamente non è difficile. Ovviamente a patto che sia codice ben fatto e come ti ho detto che non contenga anomalie. Se poi devo convertire un programma che fa uso massiccio delle win32, MFC o di qualche libreria più complessa allora ci vuole di più.
          • Anonimo scrive:
            Re: C++ e C# sono identici
            - Scritto da: Anonimo

            Ma che stai dicendo ? In pochi giorni tu

            comprendi 100mila righe di codice scritto da

            persone che non conosci, spesso e volentieri

            manco ben documentato ?

            E dici che un singolo programmatore fa queste

            conversioni in poche ore di lavoro in pratica ?
            E

            10mila righe di codice sono un niente ?



            Non ho idea se tu abbia mai programmato, qui è

            pieno di gente che spara numeri come fai tu, ma

            certo che se vieni a dire queste cose è
            difficile

            poter ritenere che tu sappia di cosa stai

            parlando. Davvero.
            oddio, ma che davvero?
            davvero ti pare una cosa eccezionale?
            Io lavoro da 5 anni ed ho fatto conversioni (non
            è una cosa che mi capita spesso, per lo più per i
            miei piccoli progetti). Mesi fa ho preso un pezzo
            di codice da un migliaio di righe ad occhio e
            l'ho convertito in un neanche due ore (erano solo
            calcoli geometrici quindi nel codice c'erano solo
            liste, cicli for, while ed array).
            Si fa una prima passata a rimuovere i puntitatori
            sostituendoli con array, le liste si fanno
            diventare arraylist e si sostituiscono le
            istruzioni. Con la sostituzione automatica e
            l'autocompletamente non è difficile. Ovviamente a
            patto che sia codice ben fatto e come ti ho detto
            che non contenga anomalie. Se poi devo convertire
            un programma che fa uso massiccio delle win32,
            MFC o di qualche libreria più complessa allora ci
            vuole di più.?? in due ore che avresti convertito, del codice praticamente idiota. In due ore vorresti far credere che prendi un programma scritto da chi non conosci, complesso da svariate migliaia di linee di codice e lo converti da un linguaggio ad un altro togliendo la dipendenza dall'uso dei puntatori ? Guarda, se volevi raggiungere l'apoteosi dello spara-balle direi che ti possono assegnare un premio. Che tristezza. Veramente. E' proprio triste vedere gente come te che dice idiozie e vuole far apparire semplice ciò che è difficile spacciandolo come propria grande bravura. Poveracci quelli che usano codice "convertito" da persone come te. Davvero.Poi certo che in giro è pieno di programmi che fanno schifo.
          • Anonimo scrive:
            Re: C++ e C# sono identici

            In due ore vorresti far credere che prendi un
            programma scritto da chi non conosci, complesso
            da svariate migliaia di linee di codice e lo
            converti da un linguaggio ad un altro togliendo
            la dipendenza dall'uso dei puntatori ?

            Guarda, se volevi raggiungere l'apoteosi dello
            spara-balle direi che ti possono assegnare un
            premio.

            Che tristezza. Veramente. E' proprio triste
            vedere gente come te che dice idiozie e vuole far
            apparire semplice ciò che è difficile
            spacciandolo come propria grande bravura.

            Poveracci quelli che usano codice "convertito" da
            persone come te. Davvero.

            Poi certo che in giro è pieno di programmi che
            fanno schifo. cazzo, ma ci riesce anche un beotanon è nulla di eccezionale, solo tra la gente che conosco ti posso prendere 100 persone che te lo fanno molto più velocemente di meun qualsiasi programmatore con un anno scarso di esperienza ci riesce senza problemi
          • Anonimo scrive:
            Re: C++ e C# sono identici
            - Scritto da: Anonimo

            In due ore vorresti far credere che prendi un

            programma scritto da chi non conosci, complesso

            da svariate migliaia di linee di codice e lo

            converti da un linguaggio ad un altro togliendo

            la dipendenza dall'uso dei puntatori ?



            Guarda, se volevi raggiungere l'apoteosi dello

            spara-balle direi che ti possono assegnare un

            premio.



            Che tristezza. Veramente. E' proprio triste

            vedere gente come te che dice idiozie e vuole
            far

            apparire semplice ciò che è difficile

            spacciandolo come propria grande bravura.



            Poveracci quelli che usano codice "convertito"
            da

            persone come te. Davvero.



            Poi certo che in giro è pieno di programmi che

            fanno schifo.
            cazzo, ma ci riesce anche un beota
            non è nulla di eccezionale, solo tra la gente che
            conosco ti posso prendere 100 persone che te lo
            fanno molto più velocemente di me
            un qualsiasi programmatore con un anno scarso di
            esperienza ci riesce senza problemiSì, vabbè. Sicuro. Tutti bravissimi. Codice convertito ed ottimizzato. Sono automi.. convertire svariate migliaia di linee di codice ? Un attimo. Eh! Se ti danno 1 mese tu e quelli che conosci convertite Vista da C++ a C# ... da x86 a IA64 .. tutto. Roba semplice. eh! Cosettine banali. Ma per favore !
          • Anonimo scrive:
            Re: C++ e C# sono identici

            Sì, vabbè. Sicuro. Tutti bravissimi. Codice
            convertito ed ottimizzato. Sono automi..
            convertire svariate migliaia di linee di codice ?
            Un attimo. Eh!
            Se ti danno 1 mese tu e quelli che conosci
            convertite Vista da C++ a C# ... da x86 a IA64 ..
            tutto. Roba semplice. eh! Cosettine banali.

            Ma per favore ! l'ottimizzato te lo stai inventando teio ho detto che se il codice non contiene troppi usi a librerie specifiche si convertenon sono io che sto sparando in alto, sei tu che stai sparando in basso. Veramente mi sembra incredibile che tu non ci riesca (a meno che tu ovviamente non conosca affatto C# e C++ o che tu non sia un programmatore di professione, in questo caso può è normale credere che siano questi cifroni)
          • Anonimo scrive:
            Re: C++ e C# sono identici

            l'ottimizzato te lo stai inventando te
            io ho detto che se il codice non contiene troppi
            usi a librerie specifiche si converte
            non sono io che sto sparando in alto, sei tu che
            stai sparando in basso.
            Veramente mi sembra incredibile che tu non ci
            riesca (a meno che tu ovviamente non conosca
            affatto C# e C++ o che tu non sia un
            programmatore di professione, in questo caso può
            è normale credere che siano questi cifroni)aggiungo po questo link già messo altrovehttp://blogs.msdn.com/jmstall/archive/2005/08/23/How_big_is_Vs.aspxse visual studio sono 47 milioni di righe Vista quante ne ha?tra 100000 e 47 milioni si ha un rapporto 470 ad 1e visual studio utilizza MFC (e qui non è una conversione facile) ed altri vari impicci. Se non si riesce a fare una conversione di 100000 righe semplici come è possibile sviluppare un applicativo come visual studio? E un OS allora è impensabile
          • Anonimo scrive:
            Re: C++ e C# sono identici
            - Scritto da: Anonimo

            l'ottimizzato te lo stai inventando te

            io ho detto che se il codice non contiene troppi

            usi a librerie specifiche si converte

            non sono io che sto sparando in alto, sei tu che

            stai sparando in basso.

            Veramente mi sembra incredibile che tu non ci

            riesca (a meno che tu ovviamente non conosca

            affatto C# e C++ o che tu non sia un

            programmatore di professione, in questo caso può

            è normale credere che siano questi cifroni)

            aggiungo po questo link già messo altrove

            http://blogs.msdn.com/jmstall/archive/2005/08/23/H

            se visual studio sono 47 milioni di righe Vista
            quante ne ha?

            tra 100000 e 47 milioni si ha un rapporto 470 ad 1
            e visual studio utilizza MFC (e qui non è una
            conversione facile) ed altri vari impicci. Se non
            si riesce a fare una conversione di 100000 righe
            semplici come è possibile sviluppare un
            applicativo come visual studio? E un OS allora è
            impensabileMa che dici ? Leggi bene l'articolo. Sono oltre 700 programmatori al lavoro ! Hanno una marea di beta-tester che fanno il test ed ispezione del codice in parallelo. Solo così riescono a compilare , dicono loro, 100 build di prova al giorno (che poi dipende cosa significa, se complessivi, di parti del progetto o altro). 100mila linee di codice di un programma che non conosci organizzato su svariate classi in programmazione OOP non lo puoi neanche lontanamente conoscere in poche ore. In poche ore riesci a leggere i commenti delle classi principali e farti un'idea dell'architettura di funzionamento, forse, se sei bravo. A quei numeri enormi in numero di linee di codice ci si arriva per il lavoro in parallelo fra varie squadre di programmatori. Se pensi che ognuno faccia 100mila linee di codice in poche ore o in 1-2 settimane... ehhh! Certo, se ci scrivono una poesia all'amante o cavolate varie come commenti, sicuro. Altrimenti... non credo proprio.
          • Anonimo scrive:
            Re: C++ e C# sono identici
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            l'ottimizzato te lo stai inventando te


            io ho detto che se il codice non contiene
            troppi


            usi a librerie specifiche si converte


            non sono io che sto sparando in alto, sei tu
            che


            stai sparando in basso.


            Veramente mi sembra incredibile che tu non ci


            riesca (a meno che tu ovviamente non conosca


            affatto C# e C++ o che tu non sia un


            programmatore di professione, in questo caso
            può


            è normale credere che siano questi cifroni)



            aggiungo po questo link già messo altrove




            http://blogs.msdn.com/jmstall/archive/2005/08/23/H



            se visual studio sono 47 milioni di righe Vista

            quante ne ha?



            tra 100000 e 47 milioni si ha un rapporto 470
            ad 1

            e visual studio utilizza MFC (e qui non è una

            conversione facile) ed altri vari impicci. Se
            non

            si riesce a fare una conversione di 100000 righe

            semplici come è possibile sviluppare un

            applicativo come visual studio? E un OS allora è

            impensabile

            Ma che dici ? Leggi bene l'articolo. Sono oltre
            700 programmatori al lavoro ! Hanno una marea di
            beta-tester che fanno il test ed ispezione del
            codice in parallelo. Solo così riescono a
            compilare , dicono loro, 100 build di prova al
            giorno (che poi dipende cosa significa, se
            complessivi, di parti del progetto o altro).

            100mila linee di codice di un programma che non
            conosci organizzato su svariate classi in
            programmazione OOP non lo puoi neanche
            lontanamente conoscere in poche ore. In poche ore
            riesci a leggere i commenti delle classi
            principali e farti un'idea dell'architettura di
            funzionamento, forse, se sei bravo.

            A quei numeri enormi in numero di linee di codice
            ci si arriva per il lavoro in parallelo fra varie
            squadre di programmatori. Se pensi che ognuno
            faccia 100mila linee di codice in poche ore o in
            1-2 settimane... ehhh! Certo, se ci scrivono una
            poesia all'amante o cavolate varie come commenti,
            sicuro. Altrimenti... non credo proprio.
            e ci mancherebbe, loro sviluppano, non convertonosviluppare un applicativo C++ (per altro molto complesso) non è la stessa cosa di convertirlo in C#non serve neanche sapere cosa faccia il programma per essere convertito, basta rispettare l'ordine della chiamate.
          • Anonimo scrive:
            Re: C++ e C# sono identici
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo



            l'ottimizzato te lo stai inventando te



            io ho detto che se il codice non contiene

            troppi



            usi a librerie specifiche si converte



            non sono io che sto sparando in alto, sei tu

            che



            stai sparando in basso.



            Veramente mi sembra incredibile che tu non
            ci



            riesca (a meno che tu ovviamente non conosca



            affatto C# e C++ o che tu non sia un



            programmatore di professione, in questo caso

            può



            è normale credere che siano questi cifroni)





            aggiungo po questo link già messo altrove








            http://blogs.msdn.com/jmstall/archive/2005/08/23/H





            se visual studio sono 47 milioni di righe
            Vista


            quante ne ha?





            tra 100000 e 47 milioni si ha un rapporto 470

            ad 1


            e visual studio utilizza MFC (e qui non è una


            conversione facile) ed altri vari impicci. Se

            non


            si riesce a fare una conversione di 100000
            righe


            semplici come è possibile sviluppare un


            applicativo come visual studio? E un OS
            allora è


            impensabile



            Ma che dici ? Leggi bene l'articolo. Sono oltre

            700 programmatori al lavoro ! Hanno una marea di

            beta-tester che fanno il test ed ispezione del

            codice in parallelo. Solo così riescono a

            compilare , dicono loro, 100 build di prova al

            giorno (che poi dipende cosa significa, se

            complessivi, di parti del progetto o altro).



            100mila linee di codice di un programma che non

            conosci organizzato su svariate classi in

            programmazione OOP non lo puoi neanche

            lontanamente conoscere in poche ore. In poche
            ore

            riesci a leggere i commenti delle classi

            principali e farti un'idea dell'architettura di

            funzionamento, forse, se sei bravo.



            A quei numeri enormi in numero di linee di
            codice

            ci si arriva per il lavoro in parallelo fra
            varie

            squadre di programmatori. Se pensi che ognuno

            faccia 100mila linee di codice in poche ore o in

            1-2 settimane... ehhh! Certo, se ci scrivono una

            poesia all'amante o cavolate varie come
            commenti,

            sicuro. Altrimenti... non credo proprio.


            e ci mancherebbe, loro sviluppano, non convertono
            sviluppare un applicativo C++ (per altro molto
            complesso) non è la stessa cosa di convertirlo in
            C#
            non serve neanche sapere cosa faccia il programma
            per essere convertito, basta rispettare l'ordine
            della chiamate.Ma che dici ? Basta rispettare l'ordine delle chiamate??Guarda, dopo questa dimostri di non avere alcuna base di programmazione. Veramente. Se volevi restare credibile nelle tue fantomatiche esternazioni facevi meglio ad evitare una simile idiozia. Il solo affermare che non devi capire cosa fa il programma per convertirlo rende assolutamente senza senso le tue varie affermazioni nei thread in cui dici che in poche ore si tolgono le dipendenze di programmazione tramite puntatori dal codice che non hai manco scritto tu in prima persona ma degli estranei. Tu non sai di cosa parli, questa è la verità.
          • Anonimo scrive:
            Re: C++ e C# sono identici

            Ma che dici ? Basta rispettare l'ordine delle
            chiamate??
            Guarda, dopo questa dimostri di non avere alcuna
            base di programmazione. Veramente. Se volevi
            restare credibile nelle tue fantomatiche
            esternazioni facevi meglio ad evitare una simile
            idiozia.
            Il solo affermare che non devi capire cosa fa il
            programma per convertirlo rende assolutamente
            senza senso le tue varie affermazioni nei thread
            in cui dici che in poche ore si tolgono le
            dipendenze di programmazione tramite puntatori
            dal codice che non hai manco scritto tu in prima
            persona ma degli estranei.
            Tu non sai di cosa parli, questa è la verità. o mio Dioora capisco perchè volete l'open source10000 righe di codice semplici, senza ne ottimizzazioni ne altro , numeri spaventosi. Va bè fra qualche anno quando andrai a lavorare come programmatore ti farai meglio due conticiao e studia un pò di C#, magari capirai
          • Anonimo scrive:
            Re: C++ e C# sono identici
            - Scritto da: Anonimo


            Ma che dici ? Basta rispettare l'ordine delle

            chiamate??

            Guarda, dopo questa dimostri di non avere alcuna

            base di programmazione. Veramente. Se volevi

            restare credibile nelle tue fantomatiche

            esternazioni facevi meglio ad evitare una simile

            idiozia.

            Il solo affermare che non devi capire cosa fa il

            programma per convertirlo rende assolutamente

            senza senso le tue varie affermazioni nei thread

            in cui dici che in poche ore si tolgono le

            dipendenze di programmazione tramite puntatori

            dal codice che non hai manco scritto tu in prima

            persona ma degli estranei.

            Tu non sai di cosa parli, questa è la verità.
            o mio Dio
            ora capisco perchè volete l'open source
            10000 righe di codice semplici, senza ne
            ottimizzazioni ne altro , numeri spaventosi.
            Va bè fra qualche anno quando andrai a lavorare
            come programmatore ti farai meglio due conti
            ciao e studia un pò di C#, magari capiraiQui chi vuole l'open-source sei tu, non certo io. Personalmente programmo in assembly su DSP, C++,ANSI C,Java,Javascript,PHP. Ma non mi vanto come fai tu e non sparo idiozie dicendo che è facile programmare e che produrre 100mila linee di codice è una cosettina banale che tutti possono fare in poche ore. Ma ovviamente io sono una nullità, tu sei un genio, quelli che conosci tu sono tutti geni, i programmi si scrivono da soli quando vi mettete davanti ad un PC...
          • Anonimo scrive:
            Re: C++ e C# sono identici

            Qui chi vuole l'open-source sei tu, non certo io.
            Personalmente programmo in assembly su DSP,
            C++,ANSI C,Java,Javascript,PHP. Ma non mi vanto
            come fai tu e non sparo idiozie dicendo che è
            facile programmare e che produrre 100mila linee
            di codice è una cosettina banale che tutti
            possono fare in poche ore. Ma ovviamente io sono
            una nullità, tu sei un genio, quelli che conosci
            tu sono tutti geni, i programmi si scrivono da
            soli quando vi mettete davanti ad un PC...il solito programmatore che conosce solo le sintassi di quello che ha imparato all'universitàbastasse quello non ci sarebbe lavoro per nessuno
          • Anonimo scrive:
            Re: C++ e C# sono identici
            - Scritto da: Anonimo

            Qui chi vuole l'open-source sei tu, non certo
            io.

            Personalmente programmo in assembly su DSP,

            C++,ANSI C,Java,Javascript,PHP. Ma non mi vanto

            come fai tu e non sparo idiozie dicendo che è

            facile programmare e che produrre 100mila linee

            di codice è una cosettina banale che tutti

            possono fare in poche ore. Ma ovviamente io sono

            una nullità, tu sei un genio, quelli che conosci

            tu sono tutti geni, i programmi si scrivono da

            soli quando vi mettete davanti ad un PC...
            il solito programmatore che conosce solo le
            sintassi di quello che ha imparato all'università
            bastasse quello non ci sarebbe lavoro per nessunoVeramente io programmo cose concrete.
          • Anonimo scrive:
            Re: C++ e C# sono identici
            - Scritto da: Anonimo

            Personalmente programmo in assembly su DSPAh, bravo. Su quali DSP ? Che tipo di applicazioni e con che HW intorno ? Con quali dialetti C oltre all'assembly ?
          • Anonimo scrive:
            Re: C++ e C# sono identici
            Non credo che il tizio abbia mai visto 10mila righe di codice.
          • Anonimo scrive:
            Re: C++ e C# sono identici
            - Scritto da: Anonimo
            il punto è quello, c# e c++ NON SONO UGUALI!
            se uno usa i puntatori in C# sta programmando MALE
            in c# non si usano i puntatori, ci stanno solo
            per casi estremi, chi fa copia-incolla del codice
            da c++ a c# non sa programmare in c#, punto I puntatori sono fondamentali ed uno dei punti di forza del C#. Prova a scrivere un codec video o una applicazione di videoconferencing senza usare puntatori.
          • Anonimo scrive:
            Re: C++ e C# sono identici
            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo

            il punto è quello, c# e c++ NON SONO UGUALI!

            se uno usa i puntatori in C# sta programmando
            MALE

            in c# non si usano i puntatori, ci stanno solo

            per casi estremi, chi fa copia-incolla del
            codice

            da c++ a c# non sa programmare in c#, punto

            I puntatori sono fondamentali ed uno dei punti
            di forza del C#. Prova a scrivere un codec video
            o una applicazione di videoconferencing senza
            usare puntatori.---http://www.c-sharpcorner.com/Code/2004/Oct/WritingUnsafeCode.aspSummaryIn this article I will give a short description of one of the feature of C# which are pointers and so-called unsafe code. This subject is particularly close for C++ programmers. Moreover, it is a feature that we do not find in Java.Managed codeGenerally speaking when you write any program in C# you create managed code. Managed code is executed under the control of Common Language Runtime (CRL). CRL causes that programmer do not need to manage memory and take care about memory�s allocation and deallocation. CLR also allows you to write what is called �unsafe code�.Unsafe codeUnsafe code is code which does not executed under full control of CLR. It can cause some problems therefore each use must be marked as �unsafe�. -----
          • Anonimo scrive:
            Re: C++ e C# sono identici
            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo

            il punto è quello, c# e c++ NON SONO UGUALI!

            se uno usa i puntatori in C# sta programmando
            MALE

            in c# non si usano i puntatori, ci stanno solo

            per casi estremi, chi fa copia-incolla del
            codice

            da c++ a c# non sa programmare in c#, punto

            I puntatori sono fondamentali ed uno dei punti
            di forza del C#. Prova a scrivere un codec video
            o una applicazione di videoconferencing senza
            usare puntatori.------http://www.jcraft.com/jroar/JRoar -- Pure Java Streaming Server for OggJRoar is a streaming server for Ogg in pure JavaJRoar casts live Ogg streams to Ogg Vorbis players as IceCast2 does and shouts live Ogg streams to IceCast2 and JRoar(, but JRoar does not support encoding/re-encoding). JRoar also accepts live Ogg streams from IceS. The uniqueness of JRoar is that JRoar works as a proxy for live Ogg streams and enables you to share single stream with others. Of course, its characteristic property is that it is in pure Java. JRoar can be easily deployed and in fact, it can run on the built-in JVM of IE.What is Ogg Vorbis?Here is a quote from README of Ogg Vorbis CODEC from the Developer site for Ogg Vorbis, "Vorbis is a general purpose audio and music encoding format contemporary to MPEG-4's AAC and TwinVQ, the next generation beyond MPEG audio layer 3. Unlike the MPEG sponsored formats (and other proprietary formats such as RealAudio G2 and Windows' flavor of the month), the Vorbis CODEC specification belongs to the public domain. All the technical details are published and documented, and any software entity may make full use of the format without royalty or patent concerns." Why JRoar is hacked?First of all, JRoar must not be a competitor for IceCast2,IceS,etc. and there are no intentions to replace them with JRoar. Needless to say, JRoar has many disadvantages , for example, JRoar can not support encoding/re-encoding However, it is easily deployed and will enable you to share Ogg streams with other. We have imagined the construction of the Ogg stream networks in p2p style by deploying JRoar all over the world. Of course, JRoar is just a easily deployed proxy server for Ogg, so there must be some mechanism to plug several JRoars efficiently. but we hope some of p2p systems may help us. How do you feel this vision? -------
          • Anonimo scrive:
            Re: C++ e C# sono identici
            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo

            il punto è quello, c# e c++ NON SONO UGUALI!

            se uno usa i puntatori in C# sta programmando
            MALE

            in c# non si usano i puntatori, ci stanno solo

            per casi estremi, chi fa copia-incolla del
            codice

            da c++ a c# non sa programmare in c#, punto

            I puntatori sono fondamentali ed uno dei punti
            di forza del C#. Prova a scrivere un codec video
            o una applicazione di videoconferencing senza
            usare puntatori.http://www.cs.odu.edu/~cs778/jmfexamples/ JMF Examples 1. Using JMF with JFC/Swing components 2. Setting the Audio Capture and Render Buffer Size 3. Cloning DataSources 4. Frame Seeking inside a Movie 5. Transmitting Video over RTP [RTP DataSink] 6. Transmitting Audio over RTP [RTP DataSink] 7. Transmitting Audio/Video over RTP [RTPManager] 8. Receiving Media over RTP [RTPManager] 9. Exporting Media Received over RTP 10. Transcoding to Different Formats 11. ScreenCapture
          • Anonimo scrive:
            Re: C++ e C# sono identici
            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo

            il punto è quello, c# e c++ NON SONO UGUALI!

            se uno usa i puntatori in C# sta programmando
            MALE

            in c# non si usano i puntatori, ci stanno solo

            per casi estremi, chi fa copia-incolla del
            codice

            da c++ a c# non sa programmare in c#, punto

            I puntatori sono fondamentali ed uno dei punti
            di forza del C#. Prova a scrivere un codec video
            o una applicazione di videoconferencing senza
            usare puntatori.http://www.actapress.com/PaperInfo.aspx?PaperID=14495Interactive Streaming Videoconferencing (ISVC) using the Java Media FrameworkD. Kusic, B. Tozer, A. Ridilla, and R. Hoare (USA)Keywords: Java Media Framework (JMF), videoconferencing,multimedia, virtual classroom, streaming mediaAbstract:Businesses and schools can benefit greatly from technologies that enable information sharing through videoconferencing systems. Researchers at the University of Pittsburgh have developed a highly programmable and replicable solution. Using an IP-based network connection, small electronics and application programming interfaces of the Java Media Framework (JMF) v2.1.1, developers have created a flexible videoconferencing system that permits users to connect to one camera or many, remotely control a camera's pan and tilt angle and adjust the stream rate of the transmitted data to accommodate receivers with lower bandwidth connections. This paper describes a JMF-based interactive streaming videoconferencing (ISVC) system architecture and application from inception to deployment. Ultimately creating a virtual classroom from within a Sun workstation learning laboratory, the ISVC system presents a context to realize concepts of software engineering, network design and hardware/software interfacing. Advanced topics of the videoconferencing network include enhancements for a more robust design and adding flexibility to permit interfacing with a wider array of vendor devices. Background information explaining enabling technologies, as well as some of the advantages and drawbacks of IP-based videoconferencing are also presented within the paper, along with a class diagram from the JMF-based ISVC system.
          • Anonimo scrive:
            Re: C++ e C# sono identici
            se vabbe, si vede che non sai manco dove sta di casa il c#, possibile che in italia il programmatore più bravo al massimo abbia letto una volta (saltando le pagine dispari) "Visual C# For Dummies"?
        • Anonimo scrive:
          Re: C++ e C# sono identici
          - Scritto da: Anonimo

          Tante belle frasi che non vogliono dire nulla.

          Tu appari come l'ennesimo su questo forum che si

          vanta di questo e quello. Tutti super

          programmatori, tutti bravissimi. Eh certo, ma

          guarda caso in Italia non vi sono software house

          in pratica (a parte qualche piccola divisione di

          quelle francesi magari), non vi sono

          programmatori shareware (quelli che esistono non

          li conosce praticamente nessuno e manco sanno

          vendersi all'estero malgrado internet), non

          esiste vera ricerca & sviluppo e chi vuole

          programmare DSP seriamente per prodotti reali,

          come lettori DVD, BluRay, televisori TFT/Plasma,

          decoder sat e digitale terrestre, deve andare

          all'estero a lavorare o lasciar perdere.

          Eh sì, tutti grandi programmatori, tutti

          bravissimi. Infatti c'è un tale livello di

          produzione, una tale qualità, eh !

          Ehhh!




          Ti parlo come programmatore che ha lavorato sia
          nel gestionale che nel settore grafico.
          100000 righe di codice non è un numero così
          elevato. Un programmatore non scrive almeno 500
          righe di codice al giorno? In 8 ore di lavoro
          sono 60 righe l'ora (oddio quanto è brutto fare i
          conti così del lavoro, ma vabbè).
          20 giorni, 10000 righe, 6 mesi, 60000, team di
          progetto di 5 programmatori sono 360000 righe. E
          parliamo di 60 righe, in pratica due cicli for un
          accesso al db ed hai fatto.
          Quindi questo valore non è nulla di eccezionale.
          Ho programmato molti giochini nella mia vita
          (programmatore grafico directX, quando non ho
          nulla da fare non mi faccio un tetris?). Se fatto
          bene 100000 righe di codice eccome se le tiri
          fuori. Visual Studio se non vado errando sono 10
          milioni di righe di codice (l'avevo letto da
          qualche parte mi pare), e parliamo solo dell'IDE.
          Al di là di tutto quando si lavora a progetti
          reali si scrive parecchio.Ma che fai la somma matematica mettendo un tot al giorno per persona ? E certo, si programma così, eh! Grande programmatore, ennesimo super esperto che blatera su questi forum e spara numeri a caso. Microsoft Vista sono 50 milioni di linee di codice in tutto : http://jeffmatthewsisnotmakingthisup.blogspot.com/2006/03/50-million-lines-of-trouble.html
          • Anonimo scrive:
            Re: C++ e C# sono identici
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Tante belle frasi che non vogliono dire
            nulla.


            Tu appari come l'ennesimo su questo forum che
            si


            vanta di questo e quello. Tutti super


            programmatori, tutti bravissimi. Eh certo, ma


            guarda caso in Italia non vi sono software
            house


            in pratica (a parte qualche piccola divisione
            di


            quelle francesi magari), non vi sono


            programmatori shareware (quelli che esistono
            non


            li conosce praticamente nessuno e manco sanno


            vendersi all'estero malgrado internet), non


            esiste vera ricerca & sviluppo e chi vuole


            programmare DSP seriamente per prodotti reali,


            come lettori DVD, BluRay, televisori
            TFT/Plasma,


            decoder sat e digitale terrestre, deve andare


            all'estero a lavorare o lasciar perdere.


            Eh sì, tutti grandi programmatori, tutti


            bravissimi. Infatti c'è un tale livello di


            produzione, una tale qualità, eh !


            Ehhh!







            Ti parlo come programmatore che ha lavorato sia

            nel gestionale che nel settore grafico.

            100000 righe di codice non è un numero così

            elevato. Un programmatore non scrive almeno 500

            righe di codice al giorno? In 8 ore di lavoro

            sono 60 righe l'ora (oddio quanto è brutto fare
            i

            conti così del lavoro, ma vabbè).

            20 giorni, 10000 righe, 6 mesi, 60000, team di

            progetto di 5 programmatori sono 360000 righe. E

            parliamo di 60 righe, in pratica due cicli for
            un

            accesso al db ed hai fatto.

            Quindi questo valore non è nulla di eccezionale.

            Ho programmato molti giochini nella mia vita

            (programmatore grafico directX, quando non ho

            nulla da fare non mi faccio un tetris?). Se
            fatto

            bene 100000 righe di codice eccome se le tiri

            fuori. Visual Studio se non vado errando sono 10

            milioni di righe di codice (l'avevo letto da

            qualche parte mi pare), e parliamo solo
            dell'IDE.

            Al di là di tutto quando si lavora a progetti

            reali si scrive parecchio.


            Ma che fai la somma matematica mettendo un tot al
            giorno per persona ? E certo, si programma così,
            eh!
            Grande programmatore, ennesimo super esperto che
            blatera su questi forum e spara numeri a caso.

            Microsoft Vista sono 50 milioni di linee di
            codice in tutto :
            http://jeffmatthewsisnotmakingthisup.blogspot.com/
            solo 50 milioni?quanto visual studio 2005?http://blogs.msdn.com/jmstall/archive/2005/08/23/How_big_is_Vs.aspxForse l'articolo voleva dire che ci sono 50 milioni di righe di problemi, non totale
        • Anonimo scrive:
          Re: C++ e C# sono identici
          - Scritto da: Anonimo
          Un programmatore non scrive almeno 500
          righe di codice al giorno? Studia un po' di più. Le rilevazioni del modello CO.CO.MO di Bohem parlano di uno, massimo due migliaia di linee procapite TESTATE e FUNZIONANTI al MESE per settori acritici e con linguaggi HLL.
          • Anonimo scrive:
            Re: C++ e C# sono identici
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo


            Un programmatore non scrive almeno 500

            righe di codice al giorno?

            Studia un po' di più. Le rilevazioni del modello
            CO.CO.MO di Bohem parlano di uno, massimo due
            migliaia di linee procapite TESTATE e FUNZIONANTI
            al MESE per settori acritici e con linguaggi HLL.2000 righe di codice al mese?cioè 100 al giorno nel caso di 20 giorni al mese?quante pause caffè si prendono?
          • Anonimo scrive:
            Re: C++ e C# sono identici
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo




            Un programmatore non scrive almeno 500


            righe di codice al giorno?



            Studia un po' di più. Le rilevazioni del modello

            CO.CO.MO di Bohem parlano di uno, massimo due

            migliaia di linee procapite TESTATE e
            FUNZIONANTI

            al MESE per settori acritici e con linguaggi
            HLL.
            2000 righe di codice al mese?
            cioè 100 al giorno nel caso di 20 giorni al mese?
            quante pause caffè si prendono?Il codice deve funzionare. Non si deve scrivere tanto per scrivere. Il prodotto finale deve funzionare.
          • Anonimo scrive:
            Re: C++ e C# sono identici
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo


            Un programmatore non scrive almeno 500

            righe di codice al giorno?

            Studia un po' di più. Le rilevazioni del modello
            CO.CO.MO di Bohem parlano di uno, massimo due
            migliaia di linee procapite TESTATE e FUNZIONANTI
            al MESE per settori acritici e con linguaggi HLL.Sì bhè, sono comunque studi statistici su presunte medie. Non è che dettino la realtà. Certo la realtà neppure è l'idiozia di quello a cui risponde che spara cavolate come 500 righe al giorno.. evidentemente è uno che non ha idea di cosa significhi davvero programmare, come tanti altri che qui hanno scritto che fare conversione di codice da C++ a C# di 100mila linee di codice è fattibile per una singola persona in tempi al massimo di qualche giorno, addirittura hanno scritto di un paio d'ore... manco scrivere un articolo di giornale decente o un capitolo di un libro o un tema di italiano richiede così poco tempo, e programmare è una cosa ben più difficile a meno che uno non si diverta a scrivere programmi tanto banali quanto inutili.A parte che il codice prodotto misurarlo in numero di linee è già stato dimostrato nella storia che è una misura sbagliata e benchè Microsoft, ma non solo a quel che si vede, si vanti dei milioni di linee di codice dei suoi prodotti, non è certo un indice di qualità, anzi. Spesso e volentieri è indice di problemi, non per nulla infatti esistono decine di migliaia di bug documentati e non risolti in XP ed ogni hotfix genera altri bug, malgrado il fatto che il sistema di organizzazione del lavoro dei programmatori in maniera parallela e beta testing dei singoli componenti e l'ispezione del codice dovrebbero, almeno in teoria, rendere i bug una cosa rara. La verità è evidentemente che richiede molto impegno, tempo e pazienza programmare e riuscire a far funzionare il codice. Lo so io e lo sai te, evidentemente, ma qui abbiamo visto entrambi come ci sia tantissima gente che non solo non lo sa ma se ne va in giro a raccontare che scrivere software è una cosa banale, che la quantità di linee scritte evidenzia la qualità del programmatore, ehhh! Fosse così semplice i programmi non sarebbero così pieni di bug e ci sarebbe un eccesso di programmatori nel settore--purtroppo invece dove sembra esserci un eccesso vi sono solo persone ignoranti che si spacciano per professionisti e decantano una bravura che non hanno, bravura che non è certo dettata dal numero di linee di codice scritto ma dall'aver risolto il problema proposto nel più breve tempo possibile e con il miglior risultato possibile.
          • Anonimo scrive:
            Re: C++ e C# sono identici
            per forza non ci riuscite, state tutto il tempo su punto informaticorimango dell'idea che chi lavora seriamente 500 righe di codice le scrive e non le 100. Codice funzionanteIn un pomeriggio 10000 righe di codice si convertono da C++ a C# se si basano solo solo su sintassi e liste.O parlate così perchè siete incapaci ed allora è vera la storia degli sparagestionali, oppure state difendendo il diritto a non fare un cavolo. Se ogni 5 minuti vi fermate, ogni ora andate a prendere il caffè e come il capo si gira vi mettete a leggere la posta allora vi credo.Se si fa una giornata 9-18 seriamente (comprese le pause) si produce molto di più e non è una esagerazione ne mi invento nulla visto che nel mio gruppo di lavoro teniamo questi ritmi e non ci riteniamo chissà quali cime. Ci sono parti in cui bisogna ragionare di più e si rallenta, ma per molte parti si programma velocemente. Le cifre che ho detto sono quasi esatte perchè basate su cose che ho fatto e mi pare assurdo che la gente non mi creda perchè non pensavo fino ad oggi di dovermene addirittura vantare. Domani chiederò un aumento al capo a questo punto
          • Anonimo scrive:
            Re: C++ e C# sono identici
            - Scritto da: Anonimo
            per forza non ci riuscite, state tutto il tempo
            su punto informatico
            rimango dell'idea che chi lavora seriamente 500
            righe di codice le scrive e non le 100. Codice
            funzionante
            In un pomeriggio 10000 righe di codice si
            convertono da C++ a C# se si basano solo solo su
            sintassi e liste.
            O parlate così perchè siete incapaci ed allora è
            vera la storia degli sparagestionali, oppure
            state difendendo il diritto a non fare un cavolo.
            Se ogni 5 minuti vi fermate, ogni ora andate a
            prendere il caffè e come il capo si gira vi
            mettete a leggere la posta allora vi credo.
            Se si fa una giornata 9-18 seriamente (comprese
            le pause) si produce molto di più e non è una
            esagerazione ne mi invento nulla visto che nel
            mio gruppo di lavoro teniamo questi ritmi e non
            ci riteniamo chissà quali cime. Ci sono parti in
            cui bisogna ragionare di più e si rallenta, ma
            per molte parti si programma velocemente.
            Le cifre che ho detto sono quasi esatte perchè
            basate su cose che ho fatto e mi pare assurdo che
            la gente non mi creda perchè non pensavo fino ad
            oggi di dovermene addirittura vantare.
            Domani chiederò un aumento al capo a questo puntoMa smettila di dire idiozie ! 10'000 linee di codice convertite da C++ a C# in un pomeriggio da una sola persona ? E lo avresti fatto tu ?Guarda, se volevi essere convincente a raccontare balle dovevi raccontarle bene, così sei totalmente scoperto nel tuo giochetto. Dimostri proprio di non avere la più pallida idea di cosa stai parlando. Oh, grande programmatore.. ehh!
          • Anonimo scrive:
            Re: C++ e C# sono identici
            - Scritto da: Anonimo
            Sì bhè, sono comunque studi statistici su
            presunte medie. No. Il modello di Bohem si differenzia dagli altri per la sua costruttività, da cui anche il nome COnstructive COsting MOdel. E' un modello empirico ed ingegneristico, nel quale buttando dentro i giusti numeretti escono altri numeretti significativi, non è il solito campionario di eleganti astrazioni. Ha meno parametri indipendenti degli altri, ed è basato su centinaia di casi di studio reali, suddivisi per categorie di prodotto finale che vanno dal microkernel RTOS al bestione ERP multi-tier.Quello che confonde molti è il fatto che le SLOC di cui parla COCOMO sono solo le linee di codice effettivamente CONSEGNATE e FUNZIONANTI. Non vengono contati commenti, asserzioni, codice di debug e test. Soprattutto non vengono conteggiate le linee scritte, riscritte, modificate e cancellate, proprio perché la scuola Bohem ha capito che fondamentalmente quelli che scrivono "troppo" codice e poi lo pasticciano mille volte sono molto peggio dei programmatori apparentemente "poco produttivi".

            A parte che il codice prodotto misurarlo in
            numero di linee è già stato dimostrato nella
            storia che è una misura sbagliataCi sono metriche molto migliori per la qualità, dai function points alle metriche di complessità stile McCabe. Un qualsiasi environment per la qualità del software, anche da poche migliaia di dollari, le offre tutte in automatico, insieme a controlli statici lint-style, riformattazione dei sorgenti e documentazione automatica del codice. Gli sviluppatori seri usano quotidianamente strumenti del genere e sanno "leggere" le metriche in senso fecondo, per migliorare il proprio codice.Gli altri si limitano a contare le righe, commenti inclusi.
  • Anonimo scrive:
    Re: bug in VC#
    - Scritto da: pippo75
    scrivo un micro programma, un solo form con
    dentro un bottone.

    collegato all'evento del bottone metto il codice

    private void button1_Click(object sender,
    EventArgs e)
    {
    int a;
    a = 45;
    a = 12;
    a += 12;
    this.Text = a.ToString();

    }

    tralasciano il primo assegnamento inutile (l'ho
    fatto per vedere se il compilatore lo segnala ).E cosa dovrebbe segnalarti?
    • pippo75 scrive:
      Re: bug in VC#




      private void button1_Click(object sender,

      EventArgs e)

      {

      int a;

      a = 45;

      a = 12;

      a += 12;

      this.Text = a.ToString();



      }



      tralasciano il primo assegnamento inutile (l'ho

      fatto per vedere se il compilatore lo segnala ).

      E cosa dovrebbe segnalarti?Se i tipi "int" sono base non sarebbe stato male dire che il primo assegnamento non servivaNel seguente esempio, Borland gia' al tempo del dos mi diceva che il primo assegnamento di "b" e' inutileint main(){ int a,b; a=12; b=0; if (a
      10) b=1; else b=2; .......... return 0;}
      • Anonimo scrive:
        Re: bug in VC#
        - Scritto da: pippo75
        Se i tipi "int" sono base non sarebbe stato male
        dire che il primo assegnamento non servivail compilatore Microsoft ottimizza il codice facendo un unico assegnamento.
        • pippo75 scrive:
          Re: bug in VC#
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: pippo75

          Se i tipi "int" sono base non sarebbe stato male

          dire che il primo assegnamento non serviva

          il compilatore Microsoft ottimizza il codice
          facendo un unico assegnamento.secondo me sarebbe giusto segnalarlo se il primo viene tolto.
      • Anonimo scrive:
        Re: bug in VC#
        - Scritto da: pippo75






        private void button1_Click(object sender,


        EventArgs e)


        {


        int a;


        a = 45;


        a = 12;


        a += 12;


        this.Text = a.ToString();





        }





        tralasciano il primo assegnamento inutile
        (l'ho


        fatto per vedere se il compilatore lo segnala
        ).



        E cosa dovrebbe segnalarti?

        Se i tipi "int" sono base non sarebbe stato male
        dire che il primo assegnamento non serviva

        Nel seguente esempio, Borland gia' al tempo del
        dos mi diceva che il primo assegnamento di "b" e'
        inutile

        int main()
        {
        int a,b;

        a=12;
        b=0;
        if (a
        10) b=1;
        else b=2;

        ..........

        return 0;
        }
        cosa ti segnala borland di questo?int main(){ int a; if (a == 0) a = 0; return 0;}
        • pippo75 scrive:
          Re: bug in VC#


          cosa ti segnala borland di questo?

          int main()
          {
          int a;

          if (a == 0)
          a = 0;

          return 0;
          }- possible uso of 'a' before definition- 'a' is assigned a value that is never usedciao
  • Mechano scrive:
    La fine di un'epoca
    Ormai è vicina la fine di un epoca in cui il lavoro e lo svago sono stati PC-centrici.In cui il proprietario del sistema operativo più diffuso può dettare legge ed obbligare la gente a cambiare sistema operativo e software di poduttività ogni volta che l'azienda ha bisogno di batter cassa e portare denaro fresco in saccoccia.Il mondo dell'informatica sta diventando web-centrico e da qui a pochi anni sarà il browser l'applicazione più importante insieme ai lettori multimediali.Vista può avere tutti gli orpelli grafici che desiderate, questa non è la strada giusta, il sistema operativo può essere ridotto all'osso e avere all'esterno tutti i servizi e le utilità di cui un utente può avere bisogno.Con EyeOS e programmi come ThinkFree si inizia a prefissare il concetto di WebOS ossia sistema operativo basato sul web, e applicazioni web based di un certo spessore.http://www.eyeos.orghttp://www.thinkfree.comSono degli esempi fantastici di come con tecnologie apparentemente poco potenti o settoriali si possano fare cose grandiose.PHP, Javascript e AJAX, Java, sono sufficienti per la quasi totalità delle applicazioni web based.Non c'è bisogno di C# e non c'è bisogno di linguaggi ed estensioni brevettate e non libere.Non ha alcun senso continuare a foraggiare un'azienda come M$ e permetterle di fare diffondere i suoi strumenti dandole il potere di decidere il destino del web e il suo orientamento economico.Spero che Office 12 sia un grande flop e che M$ continui a perdere mercati e denaro, in maniera da risultare più debole e meno ingerente in questioni della rete.Gli strumenti di cui sopra dimostrano che ormai non c'è più bisogno di M$ per avere innovazione e nuovi mondi possibili.--Mr. Mechano
    • Anonimo scrive:
      Re: La fine di un'epoca
      - Scritto da: Mechano

      Ormai è vicina la fine di un epoca in cui il
      lavoro e lo svago sono stati PC-centrici.
      In cui il proprietario del sistema operativo più
      diffuso può dettare legge ed obbligare la gente a
      cambiare sistema operativo e software di
      poduttività ogni volta che l'azienda ha bisogno
      di batter cassa e portare denaro fresco in
      saccoccia.

      Il mondo dell'informatica sta diventando
      web-centrico e da qui a pochi anni sarà il
      browser l'applicazione più importante insieme ai
      lettori multimediali.
      Vista può avere tutti gli orpelli grafici che
      desiderate, questa non è la strada giusta, il
      sistema operativo può essere ridotto all'osso e
      avere all'esterno tutti i servizi e le utilità di
      cui un utente può avere bisogno.

      Con EyeOS e programmi come ThinkFree si inizia a
      prefissare il concetto di WebOS ossia sistema
      operativo basato sul web, e applicazioni web
      based di un certo spessore.

      http://www.eyeos.org
      http://www.thinkfree.com

      Sono degli esempi fantastici di come con
      tecnologie apparentemente poco potenti o
      settoriali si possano fare cose grandiose.
      PHP, Javascript e AJAX, Java, sono sufficienti
      per la quasi totalità delle applicazioni web
      based.

      Non c'è bisogno di C# e non c'è bisogno di
      linguaggi ed estensioni brevettate e non libere.

      Non ha alcun senso continuare a foraggiare
      un'azienda come M$ e permetterle di fare
      diffondere i suoi strumenti dandole il potere di
      decidere il destino del web e il suo orientamento
      economico.

      Spero che Office 12 sia un grande flop e che M$
      continui a perdere mercati e denaro, in maniera
      da risultare più debole e meno ingerente in
      questioni della rete.

      Gli strumenti di cui sopra dimostrano che ormai
      non c'è più bisogno di M$ per avere innovazione e
      nuovi mondi possibili.

      --
      Mr. MechanoOra non solo vorresti obbligare i programmatori gratis per scroccare software gratuito con cui tu guadagni un mare di soldi in migrazioni inutili, ora vuoi anche che lavorino come dici te. Torna a configurare i tuoi pc con il pinguino, lascia lavorare i programmatori. Io invece spero che qualcosa fermi l'open source come sta andando avanti adesso per evitare che gente come te guadagni sul lavoro degli altri.Giusto per curiosità, dimmi se ti piace una licenza cosìsoftware open:il codice è a disposizione solo a chi contribuisce in maniera significativa al progetto o a chi ha donato almeno una quantità di codice. Questo è open, e tutela chi passa il tempo affinchè i cosidetti "installatori" non mangino sulle loro spalle. Dopo le storie che ho sentito sulle tue migrazioni e sul trattamento che riservi a chi viene a fare i colloqui da te, scusami ma mi stai parecchio antipatico
      • Anonimo scrive:
        Re: La fine di un'epoca
        - Scritto da: Anonimo
        Ora non solo vorresti obbligare i programmatori
        gratis per scroccare software gratuito con cui tu
        guadagni un mare di soldi in migrazioni inutili,
        ora vuoi anche che lavorino come dici te.
        Torna a configurare i tuoi pc con il pinguino,
        lascia lavorare i programmatori.
        Io invece spero che qualcosa fermi l'open source
        come sta andando avanti adesso per evitare che
        gente come te guadagni sul lavoro degli altri.
        Giusto per curiosità, dimmi se ti piace una
        licenza così
        software open:
        il codice è a disposizione solo a chi
        contribuisce in maniera significativa al progetto
        o a chi ha donato almeno una quantità di codice.
        Questo è open, e tutela chi passa il tempo
        affinchè i cosidetti "installatori" non mangino
        sulle loro spalle.
        Dopo le storie che ho sentito sulle tue
        migrazioni e sul trattamento che riservi a chi
        viene a fare i colloqui da te, scusami ma mi stai
        parecchio antipaticoSe hai paura di non valere niente come persona e come programmatore, e hai paura dei cambiamenti e di non saperti adattare a sistemi diversi di distribuzione del software e della ricchezza non è colpa mia.Come non è colpa mia se il mio annuncio di assunzione richiedeva competenze in Linux e opensource, astenersi non aventi requisiti, e un cretino mi ha risposto che lui si candidava ma voleva programmare in VB.NET perché lo considera un linguaggio moderno e versatile. Quando l'azienda ha fatto di tutto per passare a Linux nell'ultimo anno, noi avremmo dovuto ricomprare server Winzozz perché lui lo considerava un linguaggio moderno e versatile; ma soprattutto perché conosceva solo quello.Se avete difficoltà a capire l'estensione del fenomeno opensource, e non sapete adattarvici, lasciate perdere cambiate settore, passate all'agricoltura o all'alimentare, invece che venire nei forum a fare la figura dei co%%ioni protettori di aziende pluripregiudicate e pluricondannate come Micro$oft, solo perché considerate .NET un linguaggio versatile e moderno, che non farebbe che continuare a consolidare il potere truffaldino e ricattatorio di quell'azienda nei confronti di Internet.--Mr. Mechano
        • Anonimo scrive:
          Re: La fine di un'epoca
          rispondi alla domanda.Se l'open obbligasse ad un contributo, in codice o denaro per avere i sorgenti di un programma, ti starebbe ancora bene?Se si o no dimmi perchè?Questo voglio sapere, perchè vedo che quasi sempre chi programma l'open sono studenti, hobbisti e coloro che hanno entrate economiche non inerenti al programma in questione (quindi assistenza).Ma soprattutto vedo chi sostiene l'open che sono sempre programmatori che fanno due modifiche e vendono ed altri che non le fanno proprio e non contribuiscono neanche economicamente. Poi dopo fate campagno contro microsoft e contro il software closed per fare il lavaggio del cervello alla gente affinchè vi facciano il software gratis. Sui siti sourgeforce vedo molti programmi abbondonati ma con ottimi spunti. Non pensate che un valido contributo economico permetterebbe a questi ragazzi di dedicare più tempo alla programmazione? Se non ci sono i soldi dietro questi programmi rimangono inutili ma, cosa per voi importante, contengono pezzi già pronti che non sareste in grado di implementare da soli. Così mentre quel ragazzo ha dovuto abbandonare il progetto per andare a lavorare in tutt'altro voi fate soldi con il lavoro che ha fatto lui. Questo lo trovo veramente da squali. Rispondimi a questo senza dire "ognuno fa come gli pare". Dimmi se ti pare giusto che l'autore di una interessante libreria di funzioni debba andare a lavorare in una azienda sparagestionali (cosa orribile per chi sa programmare), quando nel mondo altri fanno i soldi senza fatica utilizzando il suo lavoro. Spiegami questo (oltre a spiegarmi se accetti la licenza proposta da me)
          • TADsince1995 scrive:
            Re: La fine di un'epoca

            Dimmi se ti pare giusto che l'autore
            di una interessante libreria di funzioni debba
            andare a lavorare in una azienda sparagestionali
            (cosa orribile per chi sa programmare), quando
            nel mondo altri fanno i soldi senza fatica
            utilizzando il suo lavoro.Ma che c'entra questo? E' purtroppo vero che c'è gente in gambissima, magari pure laureata, che non riesce a trovare qualcosa di più di una sparagestionaliVB dove andare a lavorare, ma questo non è certo colpa dell'open source e nemmeno del programmatore in questione. E' purtroppo colpa del mercato piattissimo che c'è nel mondo del software e dei peracottari informatici che sono spuntati come funghi dopo l'avvento di Windows.Esempio: il giovane rampante laureato, bravissimo programmatore, crea un innovativo motore di ricerca o un formidabile nuovo engine3D da fare impallidire Doom3 o chissà cos'altro. Risponde all'annuncio della Ciccio Software srl, va a fare il colloquio. Quelli cercano uno sparagestionaliVB, non gliene può fregar di meno delle mirabolanti capacità del soggetto in questione. Le cose sono due, o il tizio accetta perchè ha bisogno di lavorare e magari non può trasferirsi all'estero (dove sicuramente le sue capacità sarebbero più apprezzate) gettando alle ortiche le sue qualità, oppure rimane a spasso. C'è anche una terza opzione, purtroppo drammaticamente reale: i signori incravattati della Ciccio Software srl lo rifiutano perchè "troppo qualificato"...E questo è colpa dell'open source? Piuttosto, con internet e l'open source si ha sicuramente una maggiore possibilità di ottenere visibilità, pubblicando il proprio lavoro e lasciando che altri ne possano testare le qualità. Magari da qualche parte qualcuno ti nota......TAD
          • Anonimo scrive:
            Re: La fine di un'epoca
            - Scritto da: TADsince1995

            Dimmi se ti pare giusto che l'autore

            di una interessante libreria di funzioni debba

            andare a lavorare in una azienda sparagestionali

            (cosa orribile per chi sa programmare), quando

            nel mondo altri fanno i soldi senza fatica

            utilizzando il suo lavoro.

            Ma che c'entra questo? E' purtroppo vero che c'è
            gente in gambissima, magari pure laureata, che
            non riesce a trovare qualcosa di più di una
            sparagestionaliVB dove andare a lavorare, ma
            questo non è certo colpa dell'open source e
            nemmeno del programmatore in questione. E'
            purtroppo colpa del mercato piattissimo che c'è
            nel mondo del software e dei peracottari
            informatici che sono spuntati come funghi dopo
            l'avvento di Windows.

            Esempio: il giovane rampante laureato, bravissimo
            programmatore, crea un innovativo motore di
            ricerca o un formidabile nuovo engine3D da fare
            impallidire Doom3 o chissà cos'altro. Risponde
            all'annuncio della Ciccio Software srl, va a fare
            il colloquio. Quelli cercano uno
            sparagestionaliVB, non gliene può fregar di meno
            delle mirabolanti capacità del soggetto in
            questione. Le cose sono due, o il tizio accetta
            perchè ha bisogno di lavorare e magari non può
            trasferirsi all'estero (dove sicuramente le sue
            capacità sarebbero più apprezzate) gettando alle
            ortiche le sue qualità, oppure rimane a spasso.
            C'è anche una terza opzione, purtroppo
            drammaticamente reale: i signori incravattati
            della Ciccio Software srl lo rifiutano perchè
            "troppo qualificato"...

            E questo è colpa dell'open source? Piuttosto, con
            internet e l'open source si ha sicuramente una
            maggiore possibilità di ottenere visibilità,
            pubblicando il proprio lavoro e lasciando che
            altri ne possano testare le qualità. Magari da
            qualche parte qualcuno ti nota......

            TADbelle le chat, se non puoi dare una risposta buona non la dai affattoho capito vaciao
          • TADsince1995 scrive:
            Re: La fine di un'epoca

            belle le chat, se non puoi dare una risposta
            buona non la dai affatto
            ho capito va
            ciaoEEH?? Chat? :| :| :s :s TAD
          • Anonimo scrive:
            Re: La fine di un'epoca

            EEH?? Chat? :| :| :s :s

            TADGià è molto che conosca qualcosa oltre i gestionali. :$ Non puoi chiedergli di conoscere la differenza tra forum e chat. E non puoi chiedergli di pensare che non è obbligatorio rispondere.
          • Anonimo scrive:
            Re: La fine di un'epoca
            un laureato fresco fresco che ha imparato l'informatica all'università, neanche potrebbe pensare qualcosa di lontanamente simile a Doom3, al massimo può riuscire a pensare (non dico realizzare, è troppo per un laureato in informatica) un motore in ray casting alla Wolfenstein
          • Anonimo scrive:
            Re: La fine di un'epoca

            E questo è colpa dell'open source? Piuttosto, con
            internet e l'open source si ha sicuramente una
            maggiore possibilità di ottenere visibilità,
            pubblicando il proprio lavoro e lasciando che
            altri ne possano testare le qualità. Magari da
            qualche parte qualcuno ti nota......

            TADtestare e rubarecosì la ciccio.srl ha il motore di Doom 3 e comunque non assume lo studentello.Lo studentello per avere visibilità non deve rilasciare il codice ma solo l'eseguibile, così la gente che ne ha bisogno deve passare per forza da lui per avere quel motore.
      • Anonimo scrive:
        Re: La fine di un'epoca

        Giusto per curiosità, dimmi se ti piace una
        licenza così
        software open:
        il codice è a disposizione solo a chi
        contribuisce in maniera significativa al progetto
        o a chi ha donato almeno una quantità di codice.
        Questo è open, e tutela chi passa il tempo
        affinchè i cosidetti "installatori" non mangino
        sulle loro spalle.
        Dopo le storie che ho sentito sulle tue
        migrazioni e sul trattamento che riservi a chi
        viene a fare i colloqui da te, scusami ma mi stai
        parecchio antipaticoSe sei lo stesso che in un altro post ha proposto una licenza "open" uguale, allora sei proprio incapace di comprendere.Una licenza di quel tipo non puoi chiamarla "open", punto.
        • Anonimo scrive:
          Re: La fine di un'epoca
          - Scritto da: Anonimo

          Giusto per curiosità, dimmi se ti piace una

          licenza così

          software open:

          il codice è a disposizione solo a chi

          contribuisce in maniera significativa al
          progetto

          o a chi ha donato almeno una quantità di
          codice.

          Questo è open, e tutela chi passa il tempo

          affinchè i cosidetti "installatori" non mangino

          sulle loro spalle.

          Dopo le storie che ho sentito sulle tue

          migrazioni e sul trattamento che riservi a chi

          viene a fare i colloqui da te, scusami ma mi
          stai

          parecchio antipatico

          Se sei lo stesso che in un altro post ha proposto
          una licenza "open" uguale, allora sei proprio
          incapace di comprendere.

          Una licenza di quel tipo non puoi chiamarla
          "open", punto.voglio solo sapere il perchè, non ditemi non ci chiama così. E' voglia di evitare il discorso.Se open vuol dire aperto, perchè deve essere gratis?Questo che dici te conferma l'uguaglianza open=free perchè quando si tratta di pagare l'open non diventa più una licenza open.
    • pippo75 scrive:
      Re: La fine di un'epoca

      poduttività ogni volta che l'azienda ha bisogno
      di batter cassa e portare denaro fresco in
      saccoccia.spiega, perche' mi sembra falso, conosco molta gente che usa ancora win98.
      Il mondo dell'informatica sta diventando
      web-centrico e da qui a pochi anni sarà il
      browser l'applicazione più importante insieme ai
      lettori multimediali.Senza offesa, sono anni che sento sta storia.....comunque vorrebbe dire che l'OS perde di importanza e quindi anche windows.
      Con EyeOS e programmi come ThinkFree si inizia a
      prefissare il concetto di WebOS ossia sistema
      operativo basato sul web, e applicazioni web
      based di un certo spessore.un giorno che il web e' in manutenzione.......
      Non c'è bisogno di C# e non c'è bisogno di
      linguaggi ed estensioni brevettate e non libere.potrei tire lo stesso di ajax.
      Spero che Office 12 sia un grande flop e che M$
      continui a perdere mercati e denaro, in maniera
      da risultare più debole e meno ingerente in
      questioni della rete.Office come tuttli gli altri prodotti MS sono per molte persone degli strumenti di lavoro, hai mai sentito dire ad un meccanico:- Spero le le chiavi a brugola della ditta Tizio la conducano in malora.
      Gli strumenti di cui sopra dimostrano che ormai
      non c'è più bisogno di M$ per avere innovazione e
      nuovi mondi possibili.Se la chiave con cricchetto non ti serve, non prenderla......A cosa serviva la lampadina, c'era gia' il lume ad olio.....
    • Anonimo scrive:
      Re: La fine di un'epoca
      oh mi mancavi!il solito caro vecchio Mechano che spara sempre e comunque contro ms andando sempre e comunque OT! sei un mito! ma dov'eri in questi ultimi tempi? c'erano un sacco di topic in cui potevi dire le tue cavolate, forse alla suse italia non ti pagavano abbastanza e hai cambiato lavoro?ah comunque C# non è brevettato da ms, è uno standard ISO, è da quando stai su PI che cerco di dirtelo, ma casualmente non leggi mai quello che scrivocomunque chiunque ti paga si è ridotto veramente male se ti manda in giro per i forum a dire cavolate
      • Anonimo scrive:
        Re: La fine di un'epoca
        - Scritto da: Anonimo
        oh mi mancavi!
        il solito caro vecchio Mechano che spara sempre e
        comunque contro ms andando sempre e comunque OT!
        sei un mito! ma dov'eri in questi ultimi tempi?
        c'erano un sacco di topic in cui potevi dire le
        tue cavolate, forse alla suse italia non ti
        pagavano abbastanza e hai cambiato lavoro?
        ah comunque C# non è brevettato da ms, è uno
        standard ISO, è da quando stai su PI che cerco di
        dirtelo, ma casualmente non leggi mai quello che
        scrivo
        comunque chiunque ti paga si è ridotto veramente
        male se ti manda in giro per i forum a dire
        cavolateMechano è un gran furbone, ha trovato il modo di guadagnare senza far nulla. Mechano, come tutti gli installatori open sourcemangia sul lavoro degli altri. Senza i programmatori che gli fanno il codice aggratis lui non mangerebbe.L'unico problema è il rischio che i programmatori si sveglino e capiscano che stanno dando da mangiare a nullafacenti come lui, per questo fa la campagna contro microsoft. Poi magari a casa sua usa solo windows (passando velocemente sull'altra partizione quando arriva gente).
      • Anonimo scrive:
        Re: La fine di un'epoca
        ciao
  • pippo75 scrive:
    c#: chiamatelo lento
    semplice test, il codice base era (in c )#include #include #include int main(){ int c1, c2; float a,b,c,d,e; time_t t1,t2; a=12; e=0; time(&t1); for (c2=0;c2 d)) e-=d; e=e+d; } if (!(c2%1000)) printf("%dn ",c2); } printf("%fn",e); time(&t2); printf("n%dn",(t2-t1)); return 0;}poi riadattato per C#DelphiCompilatore - TempoTurboC 3.0/Borland C5 - 35 Secondi circaGCC 4 - 19 SecondiDelphi - 20 SecondiVC# - 16 secondiNei calcoli in virogla mobile non e' male, se qualcuno fa altri test.
    • Anonimo scrive:
      Re: c#: chiamatelo lento
      - Scritto da: pippo75
      semplice test, il codice base era (in c )

      #include
      #include
      #include

      int main()
      {
      int c1, c2;
      float a,b,c,d,e;
      time_t t1,t2;
      a=12;
      e=0;

      time(&t1);
      for (c2=0;c2 {
      for (c1=0;c1
      {
      a=45+sin(a);
      b=cos(a)+sin(a);
      c=log(a+b+1500);
      d=a+b+c;
      while ((e
      10)&&(e
      d)) e-=d;
      e=e+d;
      }
      if (!(c2%1000)) printf("%dn ",c2);

      }
      printf("%fn",e);
      time(&t2);
      printf("n%dn",(t2-t1));
      return 0;
      }


      poi riadattato per

      C#
      Delphi

      Compilatore - Tempo

      TurboC 3.0/Borland C5 - 35 Secondi circa
      GCC 4 - 19 Secondi
      Delphi - 20 Secondi
      VC# - 16 secondi

      Nei calcoli in virogla mobile non e' male, se
      qualcuno fa altri test.E secondo te questo codice cosa dovrebbe fare ? Da benchmark ? Tutto è meno che un codice C ottimizzato di suo.
      • pippo75 scrive:
        Re: c#: chiamatelo lento

        E secondo te questo codice cosa dovrebbe fare ?
        Da benchmark ?
        Tutto è meno che un codice C ottimizzato di suo.no, semplice confronto tra compilatori, al limite puoi proporre qualcosa di diverso e piu' completo
    • Anonimo scrive:
      Re: c#: chiamatelo lento
      - Scritto da: pippo75
      semplice test, il codice base era (in c )

      #include
      #include
      #include

      int main()
      {
      int c1, c2;
      float a,b,c,d,e;
      time_t t1,t2;
      a=12;
      e=0;

      time(&t1);
      for (c2=0;c2 {
      for (c1=0;c1
      {
      a=45+sin(a);
      b=cos(a)+sin(a);
      c=log(a+b+1500);
      d=a+b+c;
      while ((e
      10)&&(e
      d)) e-=d;
      e=e+d;
      }
      if (!(c2%1000)) printf("%dn ",c2);

      }
      printf("%fn",e);
      time(&t2);
      printf("n%dn",(t2-t1));
      return 0;
      }


      poi riadattato per

      C#
      Delphi

      Compilatore - Tempo

      TurboC 3.0/Borland C5 - 35 Secondi circa
      GCC 4 - 19 Secondi
      Delphi - 20 Secondi
      VC# - 16 secondi

      Nei calcoli in virogla mobile non e' male, se
      qualcuno fa altri test.
      Tanto per cominciare elimina il if (!(c2%1000)) printf("%dn ",c2);Le prestazioni rischiano di dipendere troppo da una libreria esterna e dal sistema.Poi rimetti i risultati.ps. su gcc compila con gcc -O3 tuo_prog.cottimizzazione massima.Ps. se mettevi qualche calcolo piu concreto era meglio. (tipo fft)
  • Anonimo scrive:
    ma il gratis...
    ... non era il male dell'informatica ? ah certo, quando il gratis è M$ allora va bene... pensateci bene prima di legarvi a quella piattaforma di sviluppo.
    • Anonimo scrive:
      Re: ma il gratis...
      - Scritto da: Anonimo
      ... non era il male dell'informatica ? ah certo,
      quando il gratis è M$ allora va bene... pensateci
      bene prima di legarvi a quella piattaforma di
      sviluppo.l'altra faccia della medaglia: quando il gratis è NOT(ms) va bene altrimenti è il male dell'informatica...pensateci bene prima di dar retta a certi messia!
    • Anonimo scrive:
      Re: ma il gratis...
      - Scritto da: Anonimo
      ... non era il male dell'informatica ? ah certo,
      quando il gratis è M$ allora va bene... pensateci
      bene prima di legarvi a quella piattaforma di
      sviluppo.non è il gratis il male, il male è l'open.Scaricando un software gratuito sei obbligato a rispettare la volontà del programmatore originario. Una possibile modifica per una personalizzazione passa dal creatore del programma. Inoltre se un prodotto è rilasciato come free nella sua prima versione può nella seconda migliorare e diventare un prodotto valido per essere venduto. Un prodotto open invece significa che io creatore originario lo regalo, poi i cosidetti "installatori", lo prendono, ci fanno due modifiche (e non venite a dirmi che bisogna essere bravi, una modifica è quasi sempre semplice), e ci guadagnano i soldi. Il creatore non becca niente, perchè non ha i clienti-amici-parassiti statali che gli farebbero fare la personalizzazione e perchè se lui è al lavoro come programmatore dovrebbe sacrificare molto del tempo che dedica alla programmazione per andare a leccare il culo al cliente.Pensa se Visual Studio fosse open, qualsiasi beota potrebbe modificarlo per altro. Magari ti inventi il tuo linguaggio proprietario a pagamento e vendi in bundle con la tua versione personalizzata di visual studio come IDE per programmarci. Te così ci metti solo la spesa del compilatore e delle modifiche all'intellisense e ad alcuni menù, mentre microsoft ti regala anni di sviluppo da parte del suo staff.
      • Anonimo scrive:
        Re: ma il gratis...
        Se il male per il programmatore fosse l'open, perché egli continua a usare GPL e simili?Forse egli non pensa che sia male, ma tu nella tua onniscienza lo sai, eh?Hai mai pensato che forse ti sbagli?
        • Anonimo scrive:
          Re: ma il gratis...
          - Scritto da: Anonimo
          Se il male per il programmatore fosse l'open,
          perché egli continua a usare GPL e simili?
          Forse egli non pensa che sia male, ma tu nella
          tua onniscienza lo sai, eh?
          Hai mai pensato che forse ti sbagli?semplicemente per moda e per mettersi in mostra. Il programmatore ragazzino o hobbista programma per divertirsi. Questo è un bene, anche io ho un sito in cui ho tutorial di programmazione gratuiti con sorgenti e codice a disposizione. Va benissimo scambiarsi codice ed aiuto. Ma fino ad un certo punto.Se una persona si fa un mazzo per un anno su un codice sarebbe bello che tipi schifosi non ne approfittassero per arricchirsi sulle sue spalle. Io vorrei una licenza open così:il codice si dà solo a chi contribuisce allo sviluppo o a chi fa donazioni. Questo è open source ed il programmatore è protetto perchè il suo codice finisce solo nelle mani di chi lo ha aiutato.
          • Anonimo scrive:
            Re: ma il gratis...

            semplicemente per moda e per mettersi in mostra.Ma (rotfl) !
            Io vorrei una licenza open così:
            il codice si dà solo a chi contribuisce allo
            sviluppo o a chi fa donazioni. Questo è open
            source ed il programmatore è protetto perchè il
            suo codice finisce solo nelle mani di chi lo ha
            aiutato.Falla, nessuno te lo impedisce. Ma non è una licenza open.Dietro il free software c'è una filosofia. Può piacere e può non piacere, ci mancherebbe. E per fortuna nessuno obbliga ad aderire o a non aderire.
          • Anonimo scrive:
            Re: ma il gratis...

            Falla, nessuno te lo impedisce. Ma non è una
            licenza open.ma open non significava aperto e non gratis?
            Dietro il free software c'è una filosofia. Può
            piacere e può non piacere, ci mancherebbe. E per
            fortuna nessuno obbliga ad aderire o a non
            aderire.fantastico, allora è come dicevo, voi volete il codice gratis, non aperto per poterci fare le modifiche. A voi interessa solo che sia gratis il che non è bello per il programmatore che ci è stato dietro e ci ha passato le nottate a risolvere i problemi. Voi che contributo date?Voi prendete e basta.
          • Anonimo scrive:
            Re: ma il gratis...
            Ma ci sei o ci fai? :|
          • Anonimo scrive:
            Re: ma il gratis...
            - Scritto da: Anonimo
            Ma ci sei o ci fai? :| neanche tu rispondi, che delusioninon sai rispondermi e quindi mi offendiciao
          • Anonimo scrive:
            Re: ma il gratis...
            Ma se ti ho risposto e hai girato la frittata a tuo piacere, che devo fare? Non perdo certo tempo con un troll manifesto.
          • pippo75 scrive:
            Re: ma il gratis...

            semplicemente per moda e per mettersi in mostra.
            Il programmatore ragazzino o hobbista programma
            per divertirsi. Questo è un bene, anche io ho un
            sito in cui ho tutorial di programmazione
            gratuiti con sorgenti e codice a disposizione. Va
            benissimo scambiarsi codice ed aiuto. Ma fino ad
            un certo punto.possibile
            Se una persona si fa un mazzo per un anno su un
            codice sarebbe bello che tipi schifosi non ne
            approfittassero per arricchirsi sulle sue spalle.basta che non lo faccia.
            Io vorrei una licenza open così:
            il codice si dà solo a chi contribuisce allo
            sviluppo o a chi fa donazioni. Questo è open
            source ed il programmatore è protetto perchè il
            suo codice finisce solo nelle mani di chi lo ha
            aiutato.liberissimo di usarla, pero' io potrei volerne usare una diversa, spero di essere ancora libero......
          • Anonimo scrive:
            Re: ma il gratis...
            - Scritto da: pippo75


            semplicemente per moda e per mettersi in mostra.

            Il programmatore ragazzino o hobbista programma

            per divertirsi. Questo è un bene, anche io ho un

            sito in cui ho tutorial di programmazione

            gratuiti con sorgenti e codice a disposizione.
            Va

            benissimo scambiarsi codice ed aiuto. Ma fino ad

            un certo punto.

            possibile


            Se una persona si fa un mazzo per un anno su un

            codice sarebbe bello che tipi schifosi non ne

            approfittassero per arricchirsi sulle sue
            spalle.

            basta che non lo faccia.


            Io vorrei una licenza open così:

            il codice si dà solo a chi contribuisce allo

            sviluppo o a chi fa donazioni. Questo è open

            source ed il programmatore è protetto perchè il

            suo codice finisce solo nelle mani di chi lo ha

            aiutato.

            liberissimo di usarla, pero' io potrei volerne
            usare una diversa, spero di essere ancora
            libero......
            liberissimo, ma tu vuoi una licenza per pubblicare codice gratis o per prendere codice gratis?
          • pippo75 scrive:
            Re: ma il gratis...



            liberissimo, ma tu vuoi una licenza per
            pubblicare codice gratis o per prendere codice
            gratis?a seconda dei casi scelgo, una non esclude l'altra.
          • Anonimo scrive:
            Re: ma il gratis...
            - Scritto da: Anonimo
            Ma quante canne ti sei fatto ?
            Ma per favore !
            Risparmiaci queste idiozie !
            "Vogliamoci bene" "l'open source ci rende
            fratelli" e cretinate del genere.

            Tu hai delle forti allucinazioni e purtroppo ce
            ne sono sempre di più di allucinati come te. E l'
            open source sta distruggendo il mercato e
            permettendo ai cinesi di massacrare la nostra
            economia.il bello è che la cina ci fa concorrenza con il codice prodotto da noi. Non vedo molti open sourcisti cinesi, a quanto pare i cinesi prendono e non danno.
          • Anonimo scrive:
            Re: ma il gratis...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Ma quante canne ti sei fatto ?

            Ma per favore !

            Risparmiaci queste idiozie !

            "Vogliamoci bene" "l'open source ci rende

            fratelli" e cretinate del genere.



            Tu hai delle forti allucinazioni e purtroppo ce

            ne sono sempre di più di allucinati come te. E
            l'

            open source sta distruggendo il mercato e

            permettendo ai cinesi di massacrare la nostra

            economia.
            il bello è che la cina ci fa concorrenza con il
            codice prodotto da noi. Non vedo molti open
            sourcisti cinesi, a quanto pare i cinesi prendono
            e non danno.Già. Poi su questi forum abbiamo l'esempio del livello di pochezza che c'è in Italia ed in buona parte dell' Europa, purtroppo. Con persone che blaterano numeri dicendo che fanno conversioni da C++ a C# di programmi da centinaia di migliaia di righe di codice, chi dice che è esperto del settore grafico, che si programma giochi directx nel tempo libero.. assieme a chi blatera che tutto deve essere open source e viva Linux ed il GPL. Ecco, questo stato di schizofrenia che mostra solo persone abituate a mentire, a spararla grossa per fare impressione ed a sfruttare il lavoro altrui, di quei pochi,e sempre meno nel mondo, che effettivamente sanno cosa stanno facendo e dicendo e si impegnano davvero per migliorarsi.
          • Anonimo scrive:
            Re: ma il gratis...

            Già. Poi su questi forum abbiamo l'esempio del
            livello di pochezza che c'è in Italia ed in buona
            parte dell' Europa, purtroppo. Con persone che
            blaterano numeri dicendo che fanno conversioni da
            C++ a C# di programmi da centinaia di migliaia di
            righe di codice, chi dice che è esperto del
            settore grafico, che si programma giochi directx
            nel tempo libero.. assieme a chi blatera che
            tutto deve essere open source e viva Linux ed il
            GPL.
            Ecco, questo stato di schizofrenia che mostra
            solo persone abituate a mentire, a spararla
            grossa per fare impressione ed a sfruttare il
            lavoro altrui, di quei pochi,e sempre meno nel
            mondo, che effettivamente sanno cosa stanno
            facendo e dicendo e si impegnano davvero per
            migliorarsi. qua la cosa diventa preoccupante100000 righe di codice sono esagerate?Ma stai scherzando?
          • Anonimo scrive:
            Re: ma il gratis...
            - Scritto da: Anonimo

            Già. Poi su questi forum abbiamo l'esempio del

            livello di pochezza che c'è in Italia ed in
            buona

            parte dell' Europa, purtroppo. Con persone che

            blaterano numeri dicendo che fanno conversioni
            da

            C++ a C# di programmi da centinaia di migliaia
            di

            righe di codice, chi dice che è esperto del

            settore grafico, che si programma giochi directx

            nel tempo libero.. assieme a chi blatera che

            tutto deve essere open source e viva Linux ed il

            GPL.

            Ecco, questo stato di schizofrenia che mostra

            solo persone abituate a mentire, a spararla

            grossa per fare impressione ed a sfruttare il

            lavoro altrui, di quei pochi,e sempre meno nel

            mondo, che effettivamente sanno cosa stanno

            facendo e dicendo e si impegnano davvero per

            migliorarsi.
            qua la cosa diventa preoccupante
            100000 righe di codice sono esagerate?
            Ma stai scherzando?Oh certo, le gestisce una singola persona come nulal fosse ed in 2 ore fa la conversione da C++ a C# annullando l'uso dei puntatori. Eh ! Ed il risultato sarebbe pure ottimizzato. Perchè è questo che in questi forum si sta dicendo. Siamo alla pazzia totale.Ma per favore ! 100mila righe di codice sono tanti programmi shareware in vendita fra quelli migliori e ben scritti. Certo, se poi conta la lunghezza e non la sostanza uno può produrne anche 10milioni, scrivendo una marea di cose inutili e commenti senza senso.
          • Anonimo scrive:
            Re: ma il gratis...

            Oh certo, le gestisce una singola persona come
            nulal fosse ed in 2 ore fa la conversione da C++
            a C# annullando l'uso dei puntatori. Eh ! Ed il
            risultato sarebbe pure ottimizzato. Perchè è
            questo che in questi forum si sta dicendo. Siamo
            alla pazzia totale.
            Ma per favore ! no, non è ottimizzato ma funziona, qui non si parla di codice ottimizzato, si parla di prendere codice scritto in C++ e farlo funzionare sotto C#.
            100mila righe di codice sono tanti programmi
            shareware in vendita fra quelli migliori e ben
            scritti.
            Certo, se poi conta la lunghezza e non la
            sostanza uno può produrne anche 10milioni,
            scrivendo una marea di cose inutili e commenti
            senza senso.no, scrivere 100000 righe di codice non vuol dire scrivere qualcosa di buono, Non stiamo parlando di qualità, ma di quantità
          • Anonimo scrive:
            Re: ma il gratis...
            - Scritto da: Anonimo

            Oh certo, le gestisce una singola persona come

            nulal fosse ed in 2 ore fa la conversione da C++

            a C# annullando l'uso dei puntatori. Eh ! Ed il

            risultato sarebbe pure ottimizzato. Perchè è

            questo che in questi forum si sta dicendo. Siamo

            alla pazzia totale.

            Ma per favore !
            no, non è ottimizzato ma funziona, qui non si
            parla di codice ottimizzato, si parla di prendere
            codice scritto in C++ e farlo funzionare sotto
            C#.Alla velocità della luce. Sicuro. In poche ore neanche riesci a studiare come è organizzato un programma complesso ! Tu vuoi far credere che uno prende un progetto UML con codice C++ tipo organizzato su 50 o 100 classi ed in poche ore lo converte come nulla fosse... Eh, sicuro. Sì, sì, sicuramente.

            100mila righe di codice sono tanti programmi

            shareware in vendita fra quelli migliori e ben

            scritti.

            Certo, se poi conta la lunghezza e non la

            sostanza uno può produrne anche 10milioni,

            scrivendo una marea di cose inutili e commenti

            senza senso.
            no, scrivere 100000 righe di codice non vuol dire
            scrivere qualcosa di buono, Non stiamo parlando
            di qualità, ma di quantitàMa che dici ?? Ma che è, si vende il codice sorgente a chili ? Ma dico, ma dici sul serio o stai sparando cavolate tanto per perder tempo ? Sei fissato con la quantità come fosse il metro per valutare i programmi. In progetti grandi come Microsoft Vista che sono 50 milioni di linee di codice, stai pur certo che un buon 80% andrebbero tranquillamente buttate via perchè inutili, ridondanti, piene di commenti--conteggiano di tutto comprese le linee vuote. Quindi il numero può anche apparire bello ed imponente, ma se 100mila righe di codice sono roba seria ci metti molto a convertirle. Se è roba inutile paradossalmente ci metti anche di più, perchè tanto più è caotico e dispersivo a causa della quantità e tanto più ci metti a capire che diavolo hanno fatto quelli che lo hanno scritto. In poche ore o pochi giorni un complesso progetto di un programma serio non lo analizzi e lo converti. Le conversioni si fanno, certo, ma dire che sono banali e conta la quantità di linee di codice.. Oh, cielo !
          • Anonimo scrive:
            Re: ma il gratis...

            In progetti grandi come Microsoft Vista che sono
            50 milioni di linee di codice, stai pur certo che
            un buon 80% andrebbero tranquillamente buttate
            via perchè inutili, ridondanti, piene di
            commenti--conteggiano di tutto comprese le linee
            vuote. http://blogs.msdn.com/jmstall/archive/2005/08/23/How_big_is_Vs.aspxe falla finita
          • Anonimo scrive:
            Re: ma il gratis...
            - Scritto da: Anonimo

            In progetti grandi come Microsoft Vista che sono

            50 milioni di linee di codice, stai pur certo
            che

            un buon 80% andrebbero tranquillamente buttate

            via perchè inutili, ridondanti, piene di

            commenti--conteggiano di tutto comprese le linee

            vuote.

            http://blogs.msdn.com/jmstall/archive/2005/08/23/H

            e falla finitaChe è, la verità ti smonta il giochino e te la prendi con chi non ti dice "oh, che genio che sei!" ? Mah!
          • Anonimo scrive:
            Re: ma il gratis...

            Che è, la verità ti smonta il giochino e te la
            prendi con chi non ti dice "oh, che genio che
            sei!" ? Mah!genio?io sono il normalel'anormale sei tevai su sourgeforce, prendi una dll a caso, compilala in release e dimmi quanti kb ti escono.Scoprirai con grande meraviglia che ce ne vuole per fare un 100 mega di compilato
          • Anonimo scrive:
            Re: ma il gratis...
            - Scritto da: Anonimo

            Che è, la verità ti smonta il giochino e te la

            prendi con chi non ti dice "oh, che genio che

            sei!" ? Mah!
            genio?
            io sono il normale
            l'anormale sei te
            vai su sourgeforce, prendi una dll a caso,
            compilala in release e dimmi quanti kb ti escono.
            Scoprirai con grande meraviglia che ce ne vuole
            per fare un 100 mega di compilato100MB di compilato ? E 'sto numero da dove salta fuori adesso ? Ma sì, 2 TB , 1 PetaByte.. avanti.. chi la spara più grossa. Oh cielo. Hai detto una cosa ovvia e banale, ma vuoi davvero far credere di sapere di cosa parli ? Tu non hai alcuna base di programmazione. Punto.
          • Anonimo scrive:
            Re: ma il gratis...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Che è, la verità ti smonta il giochino e te la


            prendi con chi non ti dice "oh, che genio che


            sei!" ? Mah!

            genio?

            io sono il normale

            l'anormale sei te

            vai su sourgeforce, prendi una dll a caso,

            compilala in release e dimmi quanti kb ti
            escono.

            Scoprirai con grande meraviglia che ce ne vuole

            per fare un 100 mega di compilato

            100MB di compilato ? E 'sto numero da dove salta
            fuori adesso ?
            Ma sì, 2 TB , 1 PetaByte.. avanti.. chi la spara
            più grossa.

            Oh cielo. Hai detto una cosa ovvia e banale, ma
            vuoi davvero far credere di sapere di cosa parli
            ?
            Tu non hai alcuna base di programmazione. Punto.stai facendo veramente una figura orribileprendi tutte le dll di windows XP, vedi quanto occupano come spazio in memoria e fai una stima di quante righe di codice potrebbero esserci dietroche ignoranza gente, ma dove lavori?Ma lavori?
          • Anonimo scrive:
            Re: ma il gratis...

            stai facendo veramente una figura orribile
            prendi tutte le dll di windows XP, vedi quanto
            occupano come spazio in memoria e fai una stima
            di quante righe di codice potrebbero esserci
            dietro
            che ignoranza gente, ma dove lavori?Ma lavori?io ti saluto, esco e me ne vadorimettiti in paro, stai veramente a terra come programmatore
      • Anonimo scrive:
        Re: ma il gratis...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        ... non era il male dell'informatica ? ah certo,

        quando il gratis è M$ allora va bene...
        pensateci

        bene prima di legarvi a quella piattaforma di

        sviluppo.
        non è il gratis il male, il male è l'open.
        Scaricando un software gratuito sei obbligato a
        rispettare la volontà del programmatore
        originario. Una possibile modifica per una
        personalizzazione passa dal creatore del
        programma. Inoltre se un prodotto è rilasciato
        come free nella sua prima versione può nella
        seconda migliorare e diventare un prodotto valido
        per essere venduto. Un prodotto open invece
        significa che io creatore originario lo regalo,
        poi i cosidetti "installatori", lo prendono, ci
        fanno due modifiche (e non venite a dirmi che
        bisogna essere bravi, una modifica è quasi sempre
        semplice), e ci guadagnano i soldi. Il creatore
        non becca niente, perchè non ha i
        clienti-amici-parassiti statali che gli farebbero
        fare la personalizzazione e perchè se lui è al
        lavoro come programmatore dovrebbe sacrificare
        molto del tempo che dedica alla programmazione
        per andare a leccare il culo al cliente.
        Pensa se Visual Studio fosse open, qualsiasi
        beota potrebbe modificarlo per altro. Magari ti
        inventi il tuo linguaggio proprietario a
        pagamento e vendi in bundle con la tua versione
        personalizzata di visual studio come IDE per
        programmarci.
        Te così ci metti solo la spesa del compilatore e
        delle modifiche all'intellisense e ad alcuni
        menù, mentre microsoft ti regala anni di sviluppo
        da parte del suo staff.hai le idee molto confuse : Se prendi un progetto in GPL e ne fai delle modifiche devi rilasciarlo sempre con il codice sorgente; se qualcuno te lo vende senza rilasciare i sorgenti contravviene alla licenzaora vediamo come si può bypassare questa "grana"1 - includi codice sorgente rilasciato sotto GPL in un progetto sw closed; a meno che uno ti trascini in tribunale puoi rubacchiare codice a manetta e rivenderlo; quindi qui sono le software house che sviluppano in ambito closed che possono sgraffare codice; non certo uno sviluppatore che rilascia sotto GPL2 - Usare la licenza BSD; non ho sentito i tuoi strepiti quando apple ha forkato il kernel di FreeBSD per poi chiuderlo e farci soldi3 (opzionale) - Possiamo imbastire una campagna pubblicitaria per spu**anare un software in GPL/BSD, salvo poi usarlo su qualche centinaio di server in azienda o usarlo per anni sui server di posta del nostro servizio...Mi pare che strepiti a senso unico (ammesso che abbia un senso quello che hai scritto).
  • pippo75 scrive:
    Re: bug in VC#


    comunque il sul primo assegnamento a differenza
    dei compilatori Borland. quello MS non segnala
    alcun warning.
    potrebbe avere ragione lui, potrebbe essere quello che in java viene chiamato autoboxing.Quindi lui non assegna semplicemente un valore ad un tipo base, ma lo appioppa a qualcosa di simile alle proprieta' del delphi, almeno cosi credo.
    ciao
  • lalla63 scrive:
    grande microsoft
    O come dicono i cinesi: "Glande miclosot"http://www.pcopen.it/01NET/HP/0,1254,4_ART_69718,00.html
    • lalla63 scrive:
      sto mese hanno proprio fatto amplain
      Tre aggiornamenti tre che danno incompatibilitàhttp://www.microsoft.com/downloads/details.aspx?FamilyID=b7d9801b-4fb5-492e-903e-3400abf1d731&DisplayLang=itquesto è per MS06-013e si aggiunge agli altri due MS06-015 e MS06-016
    • Anonimo scrive:
      Re: grande microsoft
      Glande come la testa di bill gates
  • BlueSky scrive:
    Re: bug in VC#
    A parte il quote schifoso...
    wow..... cioè volevo dire impressionante.......
    scrivi codice corretto e Vc# non da nessun
    warning....
    ma per piacere.........Un buon compilatore ti da un worning quando scrivi putt****e.
    2) QUI POTREI SBALGIARE: tutte le volte che premi
    il tasto crei una variabile "a" ;)
    alla fine della funzione "a" dovrebbe essere
    deallocata, in realtà vien presa dal garbage
    collection che, quando ne a voglia, la deallocaInteressante. Quindi ogni volta che viene allocato un intero dovrebbe essere normale che l'eseguibile cresca di 8k. Tu hai un pc con 20 Tb di memoria, vero?
    • Anonimo scrive:
      Re: bug in VC#
      - Scritto da: BlueSky
      A parte il quote schifoso...


      wow..... cioè volevo dire
      impressionante.......

      scrivi codice corretto e Vc# non da nessun

      warning....

      ma per piacere.........

      Un buon compilatore ti da un worning quando
      scrivi putt****e.


      2) QUI POTREI SBALGIARE: tutte le volte che
      premi

      il tasto crei una variabile "a" ;)

      alla fine della funzione "a" dovrebbe essere

      deallocata, in realtà vien presa dal garbage

      collection che, quando ne a voglia, la dealloca

      Interessante. Quindi ogni volta che viene
      allocato un intero dovrebbe essere normale che
      l'eseguibile cresca di 8k. Tu hai un pc con 20 Tb
      di memoria, vero?La garbage collection non e' mica nell'eseguibile !!!
      • elcabesa scrive:
        Re: bug in VC#
        ha detto l'occupazione di memoria del programma vista da task manager, non la dimensione del file.....
        • Anonimo scrive:
          Re: bug in VC#
          se non sai programmare non prendertela col c# per favore, torna a zappare la terra va, soprattutto se non sai di cosa parli, se non sai cos'è un garbage collector, se non sai come attivare flag del compilatore per segnalarti tutti i warning (ma sai cos'è un compilatore? mi sorge il dubbio), zappa zappa che ti fa bene
          • pippo75 scrive:
            Re: bug in VC#
            - Scritto da: Anonimo
            se non sai programmare non prendertela col c# per
            favore, torna a zappare la terra va, soprattutto
            se non sai di cosa parli, se non sai cos'è un
            garbage collector, se non sai come attivare flag
            del compilatore per segnalarti tutti i warning
            (ma sai cos'è un compilatore? mi sorge il
            dubbio), zappa zappa che ti fa benecavolo, e' tutta sera che sto cercandolo, come si attiva questa cosa in VisExpress,quello che vorrei io sarebbe un compilatore che mi segnali tuttoche mi dica che questo potrebbe essere sbagliato anche se sintatticamente e' erratoif (a=b) a++;Che per lo standard, se non ricordo male, era da segnalare a volonta' del compilatore.
          • Anonimo scrive:
            Re: bug in VC#
            se proprio non puoi farne a meno, su www.microsoft.com puoi scaricare il ddk per windows2003, in cui c'è PREfast che è un tool che analizza il codice prima della compilazione e ti avverte in caso di errori come quello che citi (e molti, molti altri), non so se funziona anche col c#, ma col c e il c++ si
          • Anonimo scrive:
            Re: bug in VC#
            - Scritto da: Anonimo
            se proprio non puoi farne a meno, su
            www.microsoft.com puoi scaricare il ddk per
            windows2003, in cui c'è PREfast che è un tool che
            analizza il codice prima della compilazione e ti
            avverte in caso di errori come quello che citi (e
            molti, molti altri), non so se funziona anche col
            c#, ma col c e il c++ siE' un analizzatore di codice statico che non copre tutti gli errori possibili, fornisce più aiuti del compilatore ma non è che ti fa il lavoro: http://www.microsoft.com/whdc/devtools/tools/PREfast.mspx
          • Anonimo scrive:
            Re: bug in VC#
            senti se non sai programmare non prendertela col compilatore
          • Anonimo scrive:
            Re: bug in VC#
            - Scritto da: Anonimo
            se non sai programmare non prendertela col c# per
            favore, torna a zappare la terra va, soprattutto
            se non sai di cosa parli, se non sai cos'è un
            garbage collector, se non sai come attivare flag
            del compilatore per segnalarti tutti i warning
            (ma sai cos'è un compilatore? mi sorge il
            dubbio), zappa zappa che ti fa beneIo sono un programmatore, mio padre fa l'agricoltore.Mio padre fa il suo lavoro, un lavoro tramandatogli dalle origini e che merita rispetto.Ti vorrei mettere una zappa in mano, e vedere cosa sei capace di fare, se sei capace di far crescere delle piante e raccogliere dei frutti. Probabilmente moriresti di fame.Con questo voglio dire quanto sia importante rispettare tutte le professioni, anche le più umili.Spero questo post ti faccia riflettere sul tuo modo di parlare. Ora torna a compilare va.... che ti fa bene
  • Anonimo scrive:
    Tuttavia....
    Salve,Io sono un programmatore C++ e comunque ho iniziato a programmare anche in C#. Trovo che la piattaforma .NET sia un ottimo prodotto e quindi penso che l'utilizzo gratuito di questi strumenti di sviluppo sia una buona cosa. Tuttavia da quando Microsoft ha dimostrato di volersi buttare a capofitto nel progetto Trusted Computing (merda!) con Vista e robbacia simile non mi fido piu tanto ad utilizzare una tecnologia così "proprietaria" e men che meno mi fido di Microsoft. Da un pò di tempo quindi ho idea di cominciare a migrare verson Linux che, si spera, si terrà fuori da quella che potrebbe essere la rovina dell'informatica libera. Voi cosa ne pensate, vi leghereste mani e piedi all'architettura .NET o secondo voi è meglio tenersi una porta aperta verso qualcosa che magari sarà un pò meno potente di Visual Studio ma che comunque ha maggiori garanzie di rimanere TC-free?
    • elcabesa scrive:
      Re: Tuttavia....
      risposta del linuxxaro cantinaro imbestialito con allergia alle "finestre"che è nascosto dentro di me:butta via tutta sta tecnologia proprietaria microsoft, tanto inseriranno quintali di DRM e solo linux e la programmazione utilizzando librerie GPL ci salverà ;)risposta da programmatore .net che ahime è dentro di me e fa a botte col cantinaro: però la piattaforma .net mi semplifica molto la vita, mi fa fare programmi portabili, è potente, è tutta a oggetti etc etcrisposta un po più ragionata scaturita da una riconciliazione del linuxaro e del programmatore .net dentro di me : il problema che poni in effetti potrebbe esserci, tieni presente che però .net è uno standard approvato da non ricordo quale organizzazione e se la microsoft lo riempie con troppe schifezze tu puoi usre MONO o altre implementazioni di .net, stando però attento ad usare solo le cose compatibili e scordandoti di poter utilizzare cose come passport o roba non standardizzata o troppo legata all'infrastruttura microsoft ;)secondo me .net vale abbastanza, è portabile, mi pare un po più leggero di java e psero che non lo riempiano troppo di DRM
      • Anonimo scrive:
        Re: Tuttavia....
        CiaoGrazie per la tua rispostaIn effetti sei arrivato alla stessa conclusione a cui sono arrivato io. Sto seguendo anche MONO, il problema però è che questo progetto è ancora molto indietro (dato che deve piu che altro inseguire) e la sua carenza maggiore è proprio nelle interfaccie grafiche. Ora lo so anche io che la discussione relativa al problema dell'interfaccia grafica è come la discussione sul fatto che le dimensioni non contano (e qui chi vuol capire capische :D ) ma saprai anche tu meglio di me che l'utente medio se deve scegliere tra due programmi, uno che funziona benissimo ma ha un'interfaccia "normale" e un'altro che funziona 20 volte peggio ma ha un'interfaccia office-like sceglierà quasi sempre quello che l'interfaccia piu bella. L'alternativa MONO quindi, almeno per ora, mi sembra utilizzabile sono per piccole utility, vedremo in futuro.....
        • elcabesa scrive:
          Re: Tuttavia....
          - Scritto da: Anonimo
          Ciao

          Grazie per la tua risposta

          In effetti sei arrivato alla stessa conclusione a
          cui sono arrivato io. Sto seguendo anche MONO, il
          problema però è che questo progetto è ancora
          molto indietro (dato che deve piu che altro
          inseguire) e la sua carenza maggiore è proprio
          nelle interfaccie grafiche. Ora lo so anche io
          che la discussione relativa al problema
          dell'interfaccia grafica è come la discussione
          sul fatto che le dimensioni non contano (e qui
          chi vuol capire capische :D ) ma saprai anche
          tu meglio di me che l'utente medio se deve
          scegliere tra due programmi, uno che funziona
          benissimo ma ha un'interfaccia "normale" e
          un'altro che funziona 20 volte peggio ma ha
          un'interfaccia office-like sceglierà quasi sempre
          quello che l'interfaccia piu bella. L'alternativa
          MONO quindi, almeno per ora, mi sembra
          utilizzabile sono per piccole utility, vedremo in
          futuro.....dura la vita del programmatore...l'interfaccie grafiche di mono stann migliorando, ma non l'ho mai provata...... cmq con dolore confermo che al 90% un programma anche se non funziona non importa, l'importante è che fai vedere che ha i tastini fighi, l'interfaccia carina e i menù a scomparsa laterali che arrivano facendo la capriola tripla senza rincorsa.... se poi sbagliano a tenere la contabilità chissenefrega..che tristezza......==================================Modificato dall'autore il 21/04/2006 21.26.20
        • Anonimo scrive:
          Re: Tuttavia....
          mono è sviluppato da incompetenti, che pensano solo alla parte per asp.net e i web services perché sono pagati solo per quello, tempo fa trovai decine di bug nelle classi CodeDom e Reflection, postai sulla ml di mono per avvertire, se ne sono strafregati, così non si portano avanti i progetti (faccio notare che i bug sono presenti ancora OGGI, dopo più di 3 anni dalla mia segnalazione (avevo mandato anche la correzione))
        • gerry scrive:
          Re: Tuttavia....
          - Scritto da: Anonimo
          Ciao
          In effetti sei arrivato alla stessa conclusione a
          cui sono arrivato io. Sto seguendo anche MONO, il
          problema però è che questo progetto è ancora
          molto indietro (dato che deve piu che altro
          inseguire) e la sua carenza maggiore è proprio
          nelle interfaccie grafiche. Il problema delle UI in mono è che il set grafico (windows.forms) non è stato standardizzato come parte del framework.Sono proprietarie microsoft e le loro implementazione potrebbe portare a grane legali.Per cui spesso sono oggetto di aggiramenti per evitare il più possibile le suddette grane.
          Ora lo so anche io
          che la discussione relativa al problema
          dell'interfaccia grafica è come la discussione
          sul fatto che le dimensioni non contano (e qui
          chi vuol capire capische :D )Il mio professore di interazione uomo macchina non sarebbe d'accordo :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Tuttavia....
        .NET è uno standard ISO (cosa che NON E' Java ad esempio), non è proprietà di Microsoftsono brutte le mode vero? ma quando la smetterete
        • Anonimo scrive:
          Re: Tuttavia....
          Può essere, ma intanto tu conosci qualcuno che ci stà sviluppando così massicciamente come Microsoft? In teoria hai ragione, ma in pratica, almeno ad oggi, .NET E' proprietà di Microsoft
        • Anonimo scrive:
          Re: Tuttavia....
          - Scritto da: Anonimo
          .NET è uno standard ISO (cosa che NON E' Java ad
          esempio), non è proprietà di Microsoft
          sono brutte le mode vero? ma quando la smetteretehttp://news.com.com/Sun+wins+Java+ISO+approval/2100-1001_3-205430.htmlSun wins Java ISO approvalBy Tim ClarkStaff Writer, CNET News.comPublished: November 17, 1997, 3:55 PM PST
        • gerry scrive:
          Re: Tuttavia....
          - Scritto da: Anonimo
          .NET è uno standard ISO (cosa che NON E' Java ad
          esempio), non è proprietà di Microsoft
          sono brutte le mode vero? ma quando la smettereteSolo in parte. Per esempio windows.form, asp.NET e altre tecnologie sono proprietarie MS.Chi le implementa corre rischi legali, legati a copyright e brevetti.
  • Anonimo scrive:
    9 --
    bbbbbbbbbbbbbbbbbbbbb
  • Anonimo scrive:
    Re: VStudio free == pochi sviluppatori .

    C# , brutta copia di Java. .NET, brutta copia di
    Java. sei sicuro di quello che dici?come dire lamborghini brutta copia di ferrarinon ti suona come una palese cazzata?sai almeno tecnicamente in cosa sono simili e in cosa diversi?perche' la sintassi non e' tutto...anche ruby e python hanno un frameworkanche smalltalk e' object oriented e garbage collectedsei sicuro che sai di cosa parli?perche' a prima vista magari portoghese e spagnolo si somigliano, ma sono molto diversi...
    PHP, funzionale, ma pieno di bug e richiede tempo
    prenderci la mano.php manca di un progettocresce come le citta medioevalifinisce lo spaziosi ergono mura piu' ampie
  • Anonimo scrive:
    Re: sempre un passo indietro agli altri


    se usi visual studio come i tool che trovi free

    significa che non hai bisogno di tool avanzati e

    quelli ti bastano. Per chi lavora i tool a

    pagamento di borland e microsoft sono

    insostituibili.


    ROTFL!! mai usato kdevelop vero?o magari eclipseil discorso non cambiail fatto che ci siano degli equivalenti NON VUOL DIREche visual studio sia il peggiore della lsitaanzi....se usi kdevelop poi, cosa parli a fare?e' palese che visual studio serva solo se sviluppi per windows o in asp.nete' solo per quello che e' pensato
  • Anonimo scrive:
    Eclipse
    Eclipse rimane ancora molto più avanti.... copiate meglio...
    • Anonimo scrive:
      Re: Eclipse

      Eclipse rimane ancora molto più avanti....
      copiate meglio...si ma necessita di javae francamente io non voglio regalare meta della mia ram all'ide solo per fare lo startup di quattro pannelli
      • Anonimo scrive:
        Re: Eclipse
        Ehm... premettendo che nn sono quello lì sopra...ma anche vsstudio 2005 e tutti i pgmmini che ci sviluppi necessitano di un framework... e non definirei .NET (soprattutto la 2.0) proprio "leggerino"...
        • Anonimo scrive:
          Re: Eclipse
          - Scritto da: Anonimo
          Ehm... premettendo che nn sono quello lì sopra...
          ma anche vsstudio 2005 e tutti i pgmmini che ci
          sviluppi necessitano di un framework... e non
          definirei .NET (soprattutto la 2.0) proprio
          "leggerino"...se non sbaglio, con la configurazione di default, 100 MB di heap se li ciuccia allo startup pure .NET
          • Anonimo scrive:
            Re: Eclipse

            se non sbaglio, con la configurazione di default,
            100 MB di heap se li ciuccia allo startup pure
            .NETma quando mai???
          • Anonimo scrive:
            Re: Eclipse

            se non sbaglio, con la configurazione di default,
            100 MB di heap se li ciuccia allo startup pure
            .NETho lanciato visual studio 2005allo startup occupa 35 megaho lanciato eclipseil processo eclipse.exe occupa meno di 2 megail processo javaw 105e non avevo altre applicazioni java che giravano (anche perche' sarebbe partito un altro processo)
          • Anonimo scrive:
            Re: Eclipse
            - Scritto da: Anonimo


            se non sbaglio, con la configurazione di
            default,

            100 MB di heap se li ciuccia allo startup pure

            .NET

            ho lanciato visual studio 2005
            allo startup occupa 35 mega

            ho lanciato eclipse
            il processo eclipse.exe occupa meno di 2 mega
            il processo javaw 105

            e non avevo altre applicazioni java che giravano
            (anche perche' sarebbe partito un altro processo)aggiungosharpdevelop scritto per net 2.0 (in net 2.0) occupa80 megasharpdevelop per net 1.1, 50 mega
        • Anonimo scrive:
          Re: Eclipse

          Ehm... premettendo che nn sono quello lì sopra...
          ma anche vsstudio 2005 e tutti i pgmmini che ci
          sviluppi necessitano di un framework... e non
          definirei .NET (soprattutto la 2.0) proprio
          "leggerino"...eclipse e' scritto in javac'e' questa piccola differenza
          • Anonimo scrive:
            Re: Eclipse
            - Scritto da: Anonimo

            Ehm... premettendo che nn sono quello lì
            sopra...

            ma anche vsstudio 2005 e tutti i pgmmini che ci

            sviluppi necessitano di un framework... e non

            definirei .NET (soprattutto la 2.0) proprio

            "leggerino"...

            eclipse e' scritto in java
            c'e' questa piccola differenzaE quindi va meglio, non si riserva 100 di heap solo per partire :D .
          • Anonimo scrive:
            Re: Eclipse

            eclipse e' scritto in java
            c'e' questa piccola differenzaVorresti dire che .NET è più leggero? (rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: Eclipse
            - Scritto da: Anonimo

            eclipse e' scritto in java

            c'e' questa piccola differenza

            Vorresti dire che .NET è più leggero? (rotfl) visual studio non e' scritto in .nete' scritto in c++e' compilato... capiamoci...se un ide e' fatto per programmare in .net non vuol dire che sia scritto in .net
          • Anonimo scrive:
            Re: Eclipse

            e' scritto in c++
            e' compilato
            ... capiamoci...
            se un ide e' fatto per programmare in .net non
            vuol dire che sia scritto in .netda quando .net e' un linguaggio di programmazione?
          • Anonimo scrive:
            Re: Eclipse


            e' scritto in c++

            e' compilato

            ... capiamoci...

            se un ide e' fatto per programmare in .net non

            vuol dire che sia scritto in .net


            da quando .net e' un linguaggio di programmazione?si ok .net e' un frameworklo sappiamo tuttie' per semplificaretanto sempre lo stesso IL viene generatocmq il concetto era chiaro per tuttitranne che per te a quanto pare
    • Anonimo scrive:
      Re: Eclipse
      bella questaquando hanno inventato il visual studio, la sun stava ancora pensando come chiamare le classi del java, vai a lavorare va invece di fare il linuxaro dell'ultim'orail Visual Studio è il miglior ide mai sviluppato, solo uno che non capisce niente non lo ammetterebbe
      • Anonimo scrive:
        Re: Eclipse
        E' arrivato il trollazzo winaro che fa confusione, lasciatelo passare.
        • Anonimo scrive:
          Re: Eclipse
          BASTAAAA!!!State dandovi guerra parlando della stessa cosa!Java e .NET sono essenzialmente due framework (ok Java è un linguaggio, ma hai bisogno di installare una virtual machine se no il programma non gira), occupano decine di MB di memoria anche solo per piccoli task, che se scritti in Assembly sarebbero 10 volte più performanti, senza parlare del fatto che programmare in linguaggi non ad alto livello, come C o Assembler, permettono di accedere a molte più funzionalità del processore.Certo, in Java o in C# un programma te lo scrivi in 2 minuti, ma allora che ci stanno a fare i programmatori?Volete migliorare la performance o vi interessa solo la facilità di scrivere i programmi?
          • Anonimo scrive:
            Re: Eclipse

            sarebbero 10 volte più performanti, senza parlare
            del fatto che programmare in linguaggi non ad
            alto livello, come C o Assembler, permettono di
            accedere a molte più funzionalità del processore.
            sul fatto delle performance non sono cosi d'accordosolo specifici task vanno piu' velocima un jitter o un precompilatore possono produrrecodice ugualmente efficente in un centesimo del tempo che occorrerebbe in assemblyin piu' il jit puo' accedere alle statistiche di uso del codice e ottimizzare di conseguenzaper quanto riguarda le featureassembly permette massimo controllo, ma non ti offre nulla in cambioquesti framework occupano molta ram anche perche'fanno molte cose in automatico, come la garbage collection, l'allocazione automatica, la cache del codice compilato nel caso di jit...voglio dire, per un lettore di feed rss assembly mi sembra davvero eccessivo...e non e' detto che l'allocazione manuale sia sempre un benestanno pensando di offrire uun garbage collector anche nella libreria standard del C++ insieme a un framework completo degno di tale nome...qualcosa vorra' dire
            Certo, in Java o in C# un programma te lo scrivi
            in 2 minuti, ma allora che ci stanno a fare i
            programmatori?per programmareprogrammare non e' per forza faticare inutilmenteun pittore puo' anche comprare pennelli,colori e tele in negozio ed essere lo stesso un bravo pittore
            Volete migliorare la performance o vi interessa
            solo la facilità di scrivere i programmi?l'ottimizzazione e' raramente questione di linguaggioc'e' ancora chi crede che C sia inerentemente piu' veloce di C++
          • Anonimo scrive:
            Re: Eclipse
            - Scritto da: Anonimo


            Volete migliorare la performance o vi interessa

            solo la facilità di scrivere i programmi?

            l'ottimizzazione e' raramente questione di
            linguaggio
            c'e' ancora chi crede che C sia inerentemente
            piu' veloce di C++L'ottimizzazione invece dipende intrinsicamente e soprattutto dal linguaggio usato.In C ad esempio, sono possibili molte più ottimizzazioni di Java, visto che ci sono mille altri modi di riscrivere un algoritmo che in Java richiederebbe solo qualche riga di codice, visto che ormai quasi tutto è svolto da librerie esterne o addirittura a run-time, in caso di allocazione della memoria, ecc...Certo, non dico di usare l'assembly direttamente, che sarebbe quantomeno assurdo, ma almeno trovare un compromesso accettabile tra performance e adattabilità, non che sia un'impresa impossibile adattare un programma assembly su un altra piattaforma, visto che esistono anche librerie ad alto livello.Poi ovviamente dipende sempre dal tipo di applicazione e dal tempo disponibile del programmatore IMHO
          • Anonimo scrive:
            Re: Eclipse

            sul fatto delle performance non sono cosi
            d'accordo
            solo specifici task vanno piu' veloci
            ma un jitter o un precompilatore possono produrre
            codice ugualmente efficente in un centesimo del
            tempo che occorrerebbe in assembly
            in piu' il jit puo' accedere alle statistiche di
            uso del codice e ottimizzare di conseguenza
            per quanto riguarda le feature
            assembly permette massimo controllo, ma non ti
            offre nulla in cambio (rotfl) http://www.mikusite.de/pages/x86.htmGuardati questo gioiellino scritto in asm e rifammelo in 2 minuti...P.S. se riesci mi accontento anche di un decimo della sua velocità :D
        • Anonimo scrive:
          Re: Eclipse
          argomenta invece di dire cavolate :)se conosci il visual c saprai sicuramente elencarmi i suoi difetti, ma te lo dico subito, non ne ha, anzi si, ne ha uno, è fatto dalla ms e quindi i linuxari gli danno contro per partito preso (non tutti per fortuna), ma oltre questo non vedo a cosa attaccarsi(c'è gente che dava contro il MASM, perché si chiamava Microsoft Macro Assembler, però in realtà non era più sviluppato dalla ms da un bel po' di tempo, ma bastava Microsoft nel nome a far scattare i linuxari dell'ultim'ora, poveretti)
          • Anonimo scrive:
            Re: Eclipse
            - Scritto da: Anonimo
            argomenta invece di dire cavolate :)
            se conosci il visual c saprai sicuramente
            elencarmi i suoi difetti, ma te lo dico subito,
            non ne ha, anzi si, ne ha uno, è fatto dalla ms e
            quindi i linuxari gli danno contro per partito
            preso (non tutti per fortuna), ma oltre questo
            non vedo a cosa attaccarsiTi riferisci a me?Guarda che nel post precedente ho parlato a favore di C e Assembler, rileggiti il post per favore.Il Visual C secondo me non ha nessun difetto, se non forse quello della compatibilità tra le piattaforme (e questa è una delle ragioni dello sviluppo del .NET).
            (c'è gente che dava contro il MASM, perché si
            chiamava Microsoft Macro Assembler, però in
            realtà non era più sviluppato dalla ms da un bel
            po' di tempo, ma bastava Microsoft nel nome a far
            scattare i linuxari dell'ultim'ora, poveretti)Infatti, il MASM non è più supportato da microsoft, nonostante ci sia ancora una folta comunità di sviluppatori attiva.Ciao
  • Anonimo scrive:
    Ottimo prodotto...
    Permette di sviluppare molto velocemente grazie a parecchie classi gia' pronte.Per piccole applicazioni non richede la competenza di un programmatore esperto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ottimo prodotto...
      - Scritto da: Anonimo
      Permette di sviluppare molto velocemente grazie a
      parecchie classi gia' pronte.

      Per piccole applicazioni non richede la
      competenza di un programmatore esperto....e fu così che nacquere gli sparagestionali vb...
      • Anonimo scrive:
        Re: Ottimo prodotto...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Permette di sviluppare molto velocemente grazie
        a

        parecchie classi gia' pronte.



        Per piccole applicazioni non richede la

        competenza di un programmatore esperto.

        ...e fu così che nacquere gli sparagestionali
        vb...scusa, se te devi andare da Roma a Milano passi per Napoli, Bari, ti fai tutta l'adriatica e dopo un giro per Gorizia ed uno per Torino arrivi al Duomo?Un gestionale è di per se un software semplice che non richiede chissà quali prestazioni, facile da gestire e modificare e possibilmente a basso costo. Vuoi farlo in Assembly? Poi se hai mai visto VB.Net (ma chè, qui parlano solo per sentito dire), non è tanto diverso da java come struttura, cambia solo sintassi (ah dimenticavo, non conta il codice, conta che scrivere int i=0; fa più nerd di scrivere Dim i as integer=0). Anche il Java è un linguaggio da sparagestionale.
  • Anonimo scrive:
    Re: VStudio free == pochi sviluppatori .
    ma non dire caz..è da visual basic 5 che microsoft rilascia le versioni free!e meno male!--http://www.redtomahawk.com/
  • pippo75 scrive:
    SemiOT - sharpdevelop
    qualcuno lo usa, ha visto rispetto a visualstudio le differenze?
    • Anonimo scrive:
      Re: SemiOT - sharpdevelop
      sharpdevelop sta a visual studio come windows 3.1 sta a windows xp sp2
      • Anonimo scrive:
        Re: SemiOT - sharpdevelop
        - Scritto da: Anonimo
        sharpdevelop sta a visual studio come windows 3.1
        sta a windows xp sp2Quindi Sharpdevelop è uno strumento leggero, pratico, utile e facile da usare, mentre Visual Studio è una porcata farraginosa, lenta e bacata, con cui puoi fare di tutto tranne che programmare.Almeno questo è quello che affermi col tuo paragone. :D :D :D
        • Anonimo scrive:
          Re: SemiOT - sharpdevelop


          sharpdevelop sta a visual studio come windows
          3.1

          sta a windows xp sp2
          Quindi Sharpdevelop è uno strumento leggero,
          pratico, utile e facile da usare, mentre Visual
          Studio è una porcata farraginosa, lenta e bacata,
          con cui puoi fare di tutto tranne che
          programmare.Ma ROTFL doppio :-))))
        • Anonimo scrive:
          Re: SemiOT - sharpdevelop
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Anonimo

          sharpdevelop sta a visual studio come

          windows 3.1 sta a windows xp sp2
          Quindi Sharpdevelop è uno strumento leggero,
          pratico, utile e facile da usare, mentre Visual
          Studio è una porcata farraginosa, lenta e bacata,
          con cui puoi fare di tutto tranne che
          programmare.
          Almeno questo è quello che affermi col tuo
          paragone. :D :D :DQuoto !!!
        • Anonimo scrive:
          Re: SemiOT - sharpdevelop

          Quindi Sharpdevelop è uno strumento leggero,
          pratico, utile e facile da usare, mentre Visual
          Studio è una porcata farraginosa, lenta e bacata,
          con cui puoi fare di tutto tranne che
          programmare.
          Almeno questo è quello che affermi col tuo
          paragone. :D :D :Dsharpdevelop e' molto ben fatto ma e' scritto in C#visual studio 2005 e' anni luce avantipoi certo sharpdevelop e' GPLquindi hai i sorgentie forse riusciranno a fare un port decente per linuxma se sviluppi sotto windows visual studio e' la via
          • Anonimo scrive:
            Re: SemiOT - sharpdevelop
            il porting di sharpdevelop sotto linux esiste gia':monodevelp e' cominciato inizialmente come porting di sharpdevelop, in modo da supportare anche la piattaforma mono.
          • Anonimo scrive:
            Re: SemiOT - sharpdevelop

            il porting di sharpdevelop sotto linux esiste
            gia':
            monodevelp e' cominciato inizialmente come
            porting di sharpdevelop, in modo da supportare
            anche la piattaforma mono.lo so ma e' ancora molto immaturo a confronto
    • VITRIOL scrive:
      Re: SemiOT - sharpdevelop

      qualcuno lo usa, ha visto rispetto a visualstudio
      le differenze?SharpDevelop è sempre stato un buon progetto, anche didatticamente. Ma io, come hobbista senza particolari esigenze, l'ho lasciato dopo l'uscita delle versioni Express...Però merita sicuramente uno sguardo, come lo meritano i suoi sorgenti se si vuole approfondire la programmazione .NET.
    • Anonimo scrive:
      Re: SemiOT - sharpdevelop
      - Scritto da: pippo75
      qualcuno lo usa, ha visto rispetto a visualstudio
      le differenze?Quelle volte che non ho voglia di compilare a botte di commandline lo uso. Fa il suo dovere senza nessun problema. Certo .... dipende poi da cosa ti aspetti da uno strumento del genere.
  • Max3D scrive:
    conosete
    conoSCEte .. (lol)un sito per imparare a spistolare in vb.net ?.. una roba per niubbi...(che non sia la cepu) :D==================================Modificato dall'autore il 21/04/2006 13.02.55
    • Anonimo scrive:
      Re: conosete
      aspitalia.com
    • Anonimo scrive:
      Re: conosete
      si max, contattani ogni tanto (sono Carlito :D )
    • Anonimo scrive:
      Re: conosete
      Un consiglio, lascialo stare il VB.NETE' una porcata di linguaggio, lo hanno scritto per invogliare tutti i programmatori VB6 a passare alla piattaforma .NET. Per rendergli poco traumatica la vita, hanno inventato un linguaggio porcata, che contiene tutte le porcate stilistiche del VB6. Questo per illudere l'ignaro programmatore che il passaggio da VB6 a VB.NET potesse essere facile e senza sforzo.Ovviamente non è così e non può esserlo, trattandosi di una piattaforma completamente nuova.Morale, usate C#
  • Anonimo scrive:
    Re: sempre un passo indietro agli altri
    - Scritto da: pikappa
    L'unica rimasta a far pagare i propri tool era MSSi ma la qualità di Visual Studio è nettamente superiore rispetto ai prodotti free opensourciari (e non lo scrivo tanto per trollare)
    • Anonimo scrive:
      Re: sempre un passo indietro agli altri
      - Scritto da: Anonimo
      Cio non toglie che al contrario di altri MS era
      l'unica rimasta a far pagare i propri tool
      basilari.perchè erano di una qualità nettamente superiore, in gergo volgare "molto professionali". Quindi era naturale che non potesse regalarli
    • Anonimo scrive:
      Re: sempre un passo indietro agli altri
      - Scritto da:

      - Scritto da: pikappa

      L'unica rimasta a far pagare i propri tool era
      MS

      Si ma la qualità di Visual Studio è nettamente
      superiore rispetto ai prodotti free opensourciari
      (e non lo scrivo tanto per
      trollare)esiste un refactoring all'altezza di quello di Eclipse nei prodotti Visual Studio? A me pare proprio di no...
  • Anonimo scrive:
    E i linari tremano
    ora i loro programmi opensorci come dev-c++ sono destinati alla sepoltura.il C# e il visualbasic.net sono il futuro della programmazione.
    • Anonimo scrive:
      Risponditore automatico TROLL
      - Scritto da: AnonimoCIAO "ANONIMO"
      ora i loro programmi opensorci come dev-c++ sono
      destinati alla sepoltura.Cosa ti fa pensare che "ora i loro programmi opensorci come dev-c++ sono destinati alla sepoltura." ?
      il C# e il visualbasic.net sono il futuro della
      programmazione.Da cosa hai intuito che " il C# e il visualbasic.net sono il futuro della programmazione." ?
    • TADsince1995 scrive:
      Re: E i linari tremano
      - Scritto da: Anonimo
      ora i loro programmi opensorci come dev-c++ sono
      destinati alla sepoltura.
      il C# e il visualbasic.net sono il futuro della
      programmazione.Sorvolando che questa è una trollata di basso livello, volevo farti presente che il dev-c++ ora praticamente esiste solo per Windows (c'è una vecchia versione per linux) ed è una delle suite free migliori che ci siano, quindi il tuo titolo è già fuori luogo.Riguardo al C# e VB.NET, voglio farti presente che essi esistono anche per linux grazie al progetto "mono"http://www.mono-project.com/Languages#C.23http://www.mono-project.com/Language_BASICsponsorizzato da Novell. Quindi il tuo post è totalmente fuori luogo.TAD
    • Anonimo scrive:
      Re: E i linari tremano
      - Scritto da: Anonimo
      ora i loro programmi opensorci come dev-c++ sono
      destinati alla sepoltura.
      il C# e il visualbasic.net sono il futuro della
      programmazione.ROTFL visualbasic!=programmazione
      • Anonimo scrive:
        Re: E i linari tremano
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        ora i loro programmi opensorci come dev-c++ sono

        destinati alla sepoltura.

        il C# e il visualbasic.net sono il futuro della

        programmazione.
        ROTFL visualbasic!=programmazioneTi sfugge che in .NET scrivere in C# o visual basic o altro linguaggio supportato è identico dal punto di vista dei risultati.
        • Anonimo scrive:
          Re: E i linari tremano

          Ti sfugge che in .NET scrivere in C# o visual
          basic o altro linguaggio supportato è identico
          dal punto di vista dei risultati.Esatto: schifo in tutti i casi
          • Anonimo scrive:
            Re: E i linari tremano
            - Scritto da: Anonimo

            Ti sfugge che in .NET scrivere in C# o visual

            basic o altro linguaggio supportato è identico

            dal punto di vista dei risultati.

            Esatto: schifo in tutti i casiInfatti. Gli stessi dipendenti Microsoft hanno commentato riguardo ai ritardi di Vista dando l'assalto alla dirigenza e dicendo chiaramente che .NET è stato il più grave errore commesso..NET è un fallimento, ma in Italia la stupidità è tale che .NET e Java vengono visti come chissà cosa.
          • shezan74 scrive:
            Re: E i linari tremano
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Ti sfugge che in .NET scrivere in C# o visual


            basic o altro linguaggio supportato è identico


            dal punto di vista dei risultati.



            Esatto: schifo in tutti i casi

            Infatti. Gli stessi dipendenti Microsoft hanno
            commentato riguardo ai ritardi di Vista dando
            l'assalto alla dirigenza e dicendo chiaramente
            che .NET è stato il più grave errore commesso.
            .NET è un fallimento, ma in Italia la stupidità è
            tale che .NET e Java vengono visti come chissà
            cosa.Hai anche qualche riferimento a quanto dici oppure è stata la mangiata pesante di ieri sera che ti ha suggerito questa cosa?
          • Anonimo scrive:
            Re: E i linari tremano
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Ti sfugge che in .NET scrivere in C# o visual


            basic o altro linguaggio supportato è identico


            dal punto di vista dei risultati.



            Esatto: schifo in tutti i casi

            Infatti. Gli stessi dipendenti Microsoft hanno
            commentato riguardo ai ritardi di Vista dando
            l'assalto alla dirigenza e dicendo chiaramente
            che .NET è stato il più grave errore commesso.
            .NET è un fallimento, ma in Italia la stupidità è
            tale che .NET e Java vengono visti come chissà
            cosa.In realtà all'estero .NET è pure più popolare e valutato che in Italia. Siamo indietro culturalmente, ma per il motivo opposto che dici tu.
          • Anonimo scrive:
            Re: E i linari tremano
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo



            Ti sfugge che in .NET scrivere in C# o
            visual



            basic o altro linguaggio supportato è
            identico



            dal punto di vista dei risultati.





            Esatto: schifo in tutti i casi



            Infatti. Gli stessi dipendenti Microsoft hanno

            commentato riguardo ai ritardi di Vista dando

            l'assalto alla dirigenza e dicendo chiaramente

            che .NET è stato il più grave errore commesso.

            .NET è un fallimento, ma in Italia la stupidità
            è

            tale che .NET e Java vengono visti come chissà

            cosa.

            In realtà all'estero .NET è pure più popolare e
            valutato che in Italia. Siamo indietro
            culturalmente, ma per il motivo opposto che dici
            tu.Ti sbagli. http://www.adtmag.com/article.aspx?id=10693&page=http://minimsft.blogspot.com/2006/03/vista-2007-fire-leadership-now.html
    • Anonimo scrive:
      Re: E i linari tremano
      - Scritto da: Anonimo
      ora i loro programmi opensorci come dev-c++ sono
      destinati alla sepoltura.
      il C# e il visualbasic.net sono il futuro della
      programmazione.più che tremare sono schiacciati già da un bel po' di tempo. Visual Studio è stato sempre nettamente superiore rispetto a tutte le altre alternative linux e opensourciare.
  • Anonimo scrive:
    Re: ottima mossa
    - Scritto da: Anonimo


    Avere una versione anche limitata di questo


    strumento è veramente utile.


    Grazie Microsoft



    si come no per fare le cazzatine da far vedere

    alla fidanzata nerdiana :D .
    ecco il classico programmatore hobbista chehai letto l'articolo?è proprio dedicato agli hobbisti.
  • Anonimo scrive:
    Re: ottima mossa
    - Scritto da: Anonimo
    povero noglobal frustrato (senza offesa per i no
    global)posso sapere allora perchè diavolo lo hai scritto?
    • Anonimo scrive:
      Re: ottima mossa
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo


      povero noglobal frustrato (senza offesa per i no

      global)

      posso sapere allora perchè diavolo lo hai scritto?
      prova a ragionarci magari....
  • Anonimo scrive:
    Programmazione WEB?
    Non capisco come sia possibile fare programmazione web in C#. Suppongo appoggiandosi a specifiche estensioni di IIS. E' così ?Inoltre mi chiedo, è ancora possibile scrivere programmi in C/C++ con VS2005 che generano eseguibili (.exe), o tutto produce codice per .NET ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Programmazione WEB?
      - Scritto da: Anonimo
      Non capisco come sia possibile fare
      programmazione web in C#. Suppongo appoggiandosi
      a specifiche estensioni di IIS. E' così ?.NET Frameworks semplicemente :D

      Inoltre mi chiedo, è ancora possibile scrivere
      programmi in C/C++ con VS2005 che generano
      eseguibili (.exe), o tutto produce codice per
      .NET ?la seconda, tutto si basa con .NET
      • VITRIOL scrive:
        Re: Programmazione WEB?

        la seconda, tutto si basa con .NETNon è detto. E' possibile usare il Platform SDK.
      • Anonimo scrive:
        Re: Programmazione WEB?


        Non capisco come sia possibile fare

        programmazione web in C#. Suppongo appoggiandosi

        a specifiche estensioni di IIS. E' così ?
        .NET Frameworks semplicemente :DOK ma il .NET deve stare sul server o è richiesto sul client ?
      • TADsince1995 scrive:
        Re: Programmazione WEB?


        Inoltre mi chiedo, è ancora possibile scrivere

        programmi in C/C++ con VS2005 che generano

        eseguibili (.exe), o tutto produce codice per

        .NET ?

        la seconda, tutto si basa con .NETMah, veramente io ho visto che è ancora possibile fare applicazioni win32, solo con C++, almeno nella versione precedente del VS.NET. E poi obbligare a sviluppare in .NET è una forzatura eccessiva...TAD
        • ciko scrive:
          Re: Programmazione WEB?


          Mah, veramente io ho visto che è ancora possibile
          fare applicazioni win32, solo con C++, almeno
          nella versione precedente del VS.NET. E poi
          obbligare a sviluppare in .NET è una forzatura
          eccessiva...

          TADin realta' compila in CIL se non lo dichiari come codice unmanaged (non gestito)...il codice non gestito pero' non ha accesso (ovviamente) alla gigantesca libreria di funzioni del framework.
          • TADsince1995 scrive:
            Re: Programmazione WEB?

            in realta' compila in CIL se non lo dichiari come
            codice unmanaged (non gestito)...Infatti, intendevo dire che, se non ho capito male, è ancora possibile compilare un progetto in C++ in codice unmanaged. Correggetemi se sbaglio.TAD
          • Anonimo scrive:
            Re: Programmazione WEB?


            in realta' compila in CIL se non lo dichiari
            come

            codice unmanaged (non gestito)...

            Infatti, intendevo dire che, se non ho capito
            male, è ancora possibile compilare un progetto in
            C++ in codice unmanaged. Correggetemi se sbaglio.No, non sbagli, ho ricompilato tutti i miei programmi in C puro per win32 e vanno senza problemi!
          • TADsince1995 scrive:
            Re: Programmazione WEB?

            No, non sbagli, ho ricompilato tutti i miei
            programmi in C puro per win32 e vanno senza
            problemi!Ok, grazie! :) Il contrario, tra l'altro, sarebbe assurdo, almeno allo stato attuale.TAD
          • Anonimo scrive:
            Re: Programmazione WEB?


            No, non sbagli, ho ricompilato tutti i miei

            programmi in C puro per win32 e vanno senza

            problemi!

            Ok, grazie! :)

            Il contrario, tra l'altro, sarebbe assurdo,
            almeno allo stato attuale.Se sono scritti in C non ho mai avuto problemi di portabilità, tranne qualche dettaglio passando da 16 a 32 bit ma da win95 ne è passato di tempo... :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Programmazione WEB?
            - Scritto da: Anonimo


            No, non sbagli, ho ricompilato tutti i miei


            programmi in C puro per win32 e vanno senza


            problemi!



            Ok, grazie! :)



            Il contrario, tra l'altro, sarebbe assurdo,

            almeno allo stato attuale.

            Se sono scritti in C non ho mai avuto problemi di
            portabilità, tranne qualche dettaglio passando da
            16 a 32 bit ma da win95 ne è passato di tempo...
            :) Doveva essere robetta proprio banale se non hai mai avuto problemi di portabilità e riscrittura totale del codice...
          • Anonimo scrive:
            Re: Programmazione WEB?
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo



            No, non sbagli, ho ricompilato tutti i



            miei programmi in C puro per win32 e



            vanno senza problemi!


            Ok, grazie! :)


            Il contrario, tra l'altro, sarebbe assurdo,


            almeno allo stato attuale.

            Se sono scritti in C non ho mai avuto

            problemi di portabilità, tranne qualche

            dettaglio passando da 16 a 32 bit ma da

            win95 ne è passato di tempo...

            :)
            Doveva essere robetta proprio banale se
            non hai mai avuto problemi di portabilità e
            riscrittura totale del codice...Se non devi toccare la grafica o l'imput da tastiera la conversione e' piuttosto banale, mica scrivono tutti videogame su windows...
          • Anonimo scrive:
            Re: Programmazione WEB?
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo




            No, non sbagli, ho ricompilato tutti i




            miei programmi in C puro per win32 e




            vanno senza problemi!



            Ok, grazie! :)



            Il contrario, tra l'altro, sarebbe assurdo,



            almeno allo stato attuale.



            Se sono scritti in C non ho mai avuto


            problemi di portabilità, tranne qualche


            dettaglio passando da 16 a 32 bit ma da


            win95 ne è passato di tempo...


            :)


            Doveva essere robetta proprio banale se

            non hai mai avuto problemi di portabilità e

            riscrittura totale del codice...

            Se non devi toccare la grafica o l'imput da
            tastiera la conversione e' piuttosto banale, mica
            scrivono tutti videogame su windows...Sì vabbè. Sicuro. E' come dici tu. Certo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Programmazione WEB?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo





            No, non sbagli, ho ricompilato tutti i





            miei programmi in C puro per win32 e





            vanno senza problemi!




            Ok, grazie! :)




            Il contrario, tra l'altro, sarebbe
            assurdo,




            almeno allo stato attuale.





            Se sono scritti in C non ho mai avuto



            problemi di portabilità, tranne qualche



            dettaglio passando da 16 a 32 bit ma da



            win95 ne è passato di tempo...



            :)




            Doveva essere robetta proprio banale se


            non hai mai avuto problemi di portabilità e


            riscrittura totale del codice...



            Se non devi toccare la grafica o l'imput da

            tastiera la conversione e' piuttosto banale,

            mica scrivono tutti videogame su windows...
            Sì vabbè. Sicuro. E' come dici tu. Certo.Si, infatti, grazie per la conferma e per come e' stata accurtamente motivata.
          • Anonimo scrive:
            Re: Programmazione WEB?




            No, non sbagli, ho ricompilato tutti i miei



            programmi in C puro per win32 e vanno senza



            problemi!





            Ok, grazie! :)





            Il contrario, tra l'altro, sarebbe assurdo,


            almeno allo stato attuale.



            Se sono scritti in C non ho mai avuto problemi
            di

            portabilità, tranne qualche dettaglio passando
            da

            16 a 32 bit ma da win95 ne è passato di
            tempo...

            :)

            Doveva essere robetta proprio banale se non hai
            mai avuto problemi di portabilità e riscrittura
            totale del codice...Si molto banale, era la gestione di un database di circa 1x10^6 codici e 5x10^4 immagini da distribuire su un cd :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Programmazione WEB?
            - Scritto da: Anonimo




            No, non sbagli, ho ricompilato tutti i
            miei




            programmi in C puro per win32 e vanno
            senza




            problemi!







            Ok, grazie! :)







            Il contrario, tra l'altro, sarebbe assurdo,



            almeno allo stato attuale.





            Se sono scritti in C non ho mai avuto problemi

            di


            portabilità, tranne qualche dettaglio passando

            da


            16 a 32 bit ma da win95 ne è passato di

            tempo...


            :)



            Doveva essere robetta proprio banale se non hai

            mai avuto problemi di portabilità e riscrittura

            totale del codice...

            Si molto banale, era la gestione di un database
            di circa 1x10^6 codici e 5x10^4 immagini da
            distribuire su un cd :D Cioè volevi scrivere 1milione di codici e 50mila immagini ? Eh, ma fa figo se usi le potenze del 10 , eh!Mah!La complessità di un database non sta certo nella quantità di dati immagazzinati, sicuramente non per cifre così irrisorie. La tua risposta dimostra una totale ignoranza di come funzionano davvero le cose e sbandierando numeri come hai fatto tu dimostri solo di avere seri problemi a voler sfoggiare anche il nulla come fosse chissà cosa.
          • Anonimo scrive:
            Re: Programmazione WEB?

            Cioè volevi scrivere 1milione di codici e 50mila
            immagini ? Eh, ma fa figo se usi le potenze del
            10 , eh!
            Mah!Miiii che bravo, ah dimenticavo era il 1996, i computer erano un po' più lenti e l'applicativo era un'unico exe da 3x10^5 K SENZA dll, motori database etc. etc.
            La complessità di un database non sta certo nella
            quantità di dati immagazzinati, sicuramente non
            per cifre così irrisorie.Aspetto di vedere le tue applicazioni girare su un pentium a 90Mhz :D Ciao ciccio aspetto tue notizie...
          • Anonimo scrive:
            Re: Programmazione WEB?
            - Scritto da: Anonimo


            Cioè volevi scrivere 1milione di codici e 50mila

            immagini ? Eh, ma fa figo se usi le potenze del

            10 , eh!

            Mah!

            Miiii che bravo, ah dimenticavo era il 1996, i
            computer erano un po' più lenti e l'applicativo
            era un'unico exe da 3x10^5 K SENZA dll, motori
            database etc. etc.


            La complessità di un database non sta certo
            nella

            quantità di dati immagazzinati, sicuramente non

            per cifre così irrisorie.

            Aspetto di vedere le tue applicazioni girare su
            un pentium a 90Mhz :D

            Ciao ciccio aspetto tue notizie...Faresti bene ad andarci piano con coca e spinelli. Gli effetti si vedono.
          • Anonimo scrive:
            Re: Programmazione WEB?


            Miiii che bravo, ah dimenticavo era il 1996, i

            computer erano un po' più lenti e l'applicativo

            era un'unico exe da 3x10^5 K SENZA dll, motori

            database etc. etc.




            La complessità di un database non sta certo

            nella


            quantità di dati immagazzinati, sicuramente
            non


            per cifre così irrisorie.



            Aspetto di vedere le tue applicazioni girare su

            un pentium a 90Mhz :D



            Ciao ciccio aspetto tue notizie...

            Faresti bene ad andarci piano con coca e
            spinelli. Gli effetti si vedono.Tutto qui quello che sai fare? Battute da 2 soldi?Io sto aspettando di vedere le TUE mirabolanti realizzazioni :D
    • ciko scrive:
      Re: Programmazione WEB?
      - Scritto da: Anonimo
      Non capisco come sia possibile fare
      programmazione web in C#. Suppongo appoggiandosi
      a specifiche estensioni di IIS. E' così ?

      Inoltre mi chiedo, è ancora possibile scrivere
      programmi in C/C++ con VS2005 che generano
      eseguibili (.exe), o tutto produce codice per
      .NET ?funziona in modo speculare al j2ee (java servlet / jsp) ovvero: parte frontend: ASP.NETparte backend: c# - vb.net - altro linguaggio qualsiasi supportato.La pagina asp.net genera gli eventi che sono geestiti dal codice c# come fanno le applicazioni windows(ovviamente di microsoft, tipo vb), ad esempio intercettando l'evento button1_click.puoi anche mettere tutto il codice nella pagina asp.net (come si faceva con l'asp) ma perdi tutta la logica mvc (vale a dire la divisione tra i vari livelli logici come presentazione e gestione)ps. la descrizione e' un po' grossolana ma mi e' parso di capire che nn sei esperto... spero di essere per lo meno stato chiaro
      • Anonimo scrive:
        Re: Programmazione WEB?
        - Scritto da: ciko

        funziona in modo speculare al j2ee (java servlet
        / jsp) ovvero:
        parte frontend: ASP.NET
        parte backend: c# - vb.net - altro linguaggio
        qualsiasi supportato.
        La pagina asp.net genera gli eventi che sono
        geestiti dal codice c# come fanno le applicazioni
        windows(ovviamente di microsoft, tipo vb), ad
        esempio intercettando l'evento button1_click.Quindi è richiesto .NET anche sulla parte frontend, cioè sul client ? Questo equivarrebbe a limitare a ai PC con Win-IE la fruizione dei contenuti. Giusto?
        • VITRIOL scrive:
          Re: Programmazione WEB?

          Quindi è richiesto .NET anche sulla parte
          frontend, cioè sul client ?
          Questo equivarrebbe a limitare a ai PC con Win-IE
          la fruizione dei contenuti. Giusto?No alla prima, e no alla seconda.
          • Anonimo scrive:
            Re: Programmazione WEB?
            - Scritto da: VITRIOL

            Quindi è richiesto .NET anche sulla parte

            frontend, cioè sul client ?

            Questo equivarrebbe a limitare a ai PC con
            Win-IE

            la fruizione dei contenuti. Giusto?
            No alla prima, e no alla seconda.Ma come fa un browser sotto linux ad eseguire una pagina ASP.NET ?
          • VITRIOL scrive:
            Re: Programmazione WEB?

            Ma come fa un browser sotto linux ad eseguire una
            pagina ASP.NET ?La esegue il server. Il client la vede come una semplice pagina HTML generata dinamicamente.Scusa ma non sono un esperto, non ti so spiegare i dettagli.
          • lonehawk scrive:
            Re: Programmazione WEB?

            Ma come fa un browser sotto linux ad eseguire una
            pagina ASP.NET ?E come fa Internet Explorer ad eseguire una pagina in JSP o PHP su server linux?Sono anni che esistono i linguaggi di scripting lato server, pensavo che ormai fosse chiaro il funzionamento: il browser richiede la pagina (ASP, PHP, ASP.NET, JSP, ...) al server, che esegue (se necessario interpreta o compila) il codice lato server e restituisce HTML puro e semplice.Una pagina ASP.NET è semplicemente una pagina HTML che scatena eventi gestiti dal server. Gli handlers degli eventi sono scritti dallo sviluppatore in C# o VB.NET (codebehind), e, solitamente, vengono compilati in DLL che risiedono sul server, ma di cui il client non sa (e non deve sapere) praticamente nulla.ASP.NET ha apportato una miglioria notevole ad ASP classico permettendo di separare nettamente il codice lato server dal layout della pagina (o codice lato client).Se vuoi saperne di più:www.aspitalia.comwww.google.it
          • Anonimo scrive:
            Re: Programmazione WEB?
            Ma allora almeno il server che deve elaborare pagine in .net deve avere per forza Windows?
          • Anonimo scrive:
            Re: Programmazione WEB?
            - Scritto da: Anonimo
            Ma allora almeno il server che deve elaborare
            pagine in .net deve avere per forza Windows?O il framework...e deve essere attaccato alla spina... eh qualcosa deve pur averla :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Programmazione WEB?
            Sì ma questo framework richiede per forza Windows? Sarebbe un problema per i sever linux.
          • Anonimo scrive:
            Re: Programmazione WEB?
            - Scritto da: Anonimo
            Sì ma questo framework richiede per forza
            Windows? Sarebbe un problema per i sever linux.Per i server linux c'è mono, che personalmente non userei mai in produzione, almeno allo stato attuale.Comunque tra un po' sul serio ci si attaccherà al fatto che richiede un computer...
          • Anonimo scrive:
            Re: Programmazione WEB?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Sì ma questo framework richiede per forza

            Windows? Sarebbe un problema per i sever linux.

            Per i server linux c'è mono, che personalmente
            non userei mai in produzione, almeno allo stato
            attuale.Veramente io non userei proprio Linux in produzione.
          • Anonimo scrive:
            Re: Programmazione WEB?
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Sì ma questo framework richiede per forza


            Windows? Sarebbe un problema per i sever


            linux.

            Per i server linux c'è mono, che personalmente

            non userei mai in produzione, almeno allo stato

            attuale.
            Veramente io non userei proprio Linux in
            produzione.Probabilmente tu ne sai piu' di IBM, NASA, CERN....
          • Anonimo scrive:
            Re: Programmazione WEB?
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo



            Sì ma questo framework richiede per forza



            Windows? Sarebbe un problema per i sever



            linux.



            Per i server linux c'è mono, che personalmente


            non userei mai in produzione, almeno allo
            stato


            attuale.


            Veramente io non userei proprio Linux in

            produzione.

            Probabilmente tu ne sai piu' di IBM, NASA,
            CERN....La robetta per il pubblico la tengono su Linux. Se credi che IBM abbia dismesso AIX e la NASA si affidi davvero a Linux... ehhhhh! Quanto sei ingenuo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Programmazione WEB?
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo




            Sì ma questo framework richiede per forza




            Windows? Sarebbe un problema per i sever




            linux.



            Per i server linux c'è mono, che



            personalmente non userei mai in produzione,



            almeno allo stato attuale.


            Veramente io non userei proprio Linux in


            produzione.

            Probabilmente tu ne sai piu' di IBM, NASA,

            CERN....
            La robetta per il pubblico la tengono su Linux.Bhe, certo meglio che tenerla su windows.
            Se credi che IBM abbia dismesso AIX e la NASA si
            affidi davvero a Linux... ehhhhh! Quanto sei
            ingenuo.Mai pensato... Perche' tu ti illudi che windows li' dentro serva a qualcosa di piu' che a fare da terminale ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Programmazione WEB?
      - Scritto da: Anonimo
      Non capisco come sia possibile fare
      programmazione web in C#. Suppongo appoggiandosi
      a specifiche estensioni di IIS. E' così ?

      Inoltre mi chiedo, è ancora possibile scrivere
      programmi in C/C++ con VS2005 che generano
      eseguibili (.exe), o tutto produce codice per
      .NET ?tutto gira attorno al framework.net, iis diventa solo un server http (a differenza dell'asp classico)
  • Anonimo scrive:
    cosa ha di - express rispetto a standard
    Non riesco a trovare una tabella comparativa di express rispetto a standard ed a professional.Cosa fa di meno ??Io adesso ho una vecchia licenza VB5, non sono passato a studio 2003 per via del costo eccessivo e mi interesserebbe capire se questa versione gratis fa alle mie attuali esigenze.
    • VITRIOL scrive:
      Re: cosa ha di - express rispetto a stan
      - Scritto da: Anonimo
      Non riesco a trovare una tabella comparativa di
      express rispetto a standard ed a professional.
      Cosa fa di meno ??http://msdn.microsoft.com/vstudio/products/compare/default.aspx
      • Anonimo scrive:
        Re: cosa ha di - express rispetto a stan
        - Scritto da: VITRIOL

        - Scritto da: Anonimo

        Non riesco a trovare una tabella comparativa di

        express rispetto a standard ed a professional.

        Cosa fa di meno ??

        http://msdn.microsoft.com/vstudio/products/compareè possibile con la versione express il porting e la conversione automatica dei progetti sviluppati con le precedenti versioni "visual basic" prima di visual studio (le vecchie versioni vb5 e vb6 per capirci) ???
        • Anonimo scrive:
          Re: cosa ha di - express rispetto a stan
          - Scritto da: VITRIOL
          L'unica cosa rimasta simile è
          la sintassinemmeno quella è rimasta
        • Anonimo scrive:
          Re: cosa ha di - express rispetto a stan
          - Scritto da: Anonimo
          Ma questo dovrebbe fare ragionare su come MS
          cambia i propri linguaggi... di fatto rende
          incompatibili i precedenti progetti a meno di un
          costoso porting... fra diverse versioni di
          linguaggio... patetico...non parlare se non conosci!VB5/6 non sono linguaggi ad oggetti. VB.NET C# lo sono, quindi è normale che siano incompatibili. Sarebbe come paragonare il C al Java.
          • Anonimo scrive:
            Re: cosa ha di - express rispetto a stan

            Sarebbe come paragonare il C al Java.Non confondiamo il (C)ioccolato con la (M) java
          • Anonimo scrive:
            Re: cosa ha di - express rispetto a stan
            - Scritto da: Anonimo

            Sarebbe come paragonare il C al Java.
            Non confondiamo il (C)ioccolato con la (M) javaCome dico spesso: lo sterco non comincia con la lettera J solo perché lo hanno inventato prima...
          • Anonimo scrive:
            Re: cosa ha di - express rispetto a stan
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Sarebbe come paragonare il C al Java.

            Non confondiamo il (C)ioccolato con la (M) java

            Come dico spesso: lo sterco non comincia con la
            lettera J solo perché lo hanno inventato prima...(rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)
          • HotEngine scrive:
            Re: cosa ha di - express rispetto a stan
            - Scritto da: Anonimo
            non parlare se non conosci!
            VB5/6 non sono linguaggi ad oggetti. Ma per piacere...http://it.wikipedia.org/wiki/Programmazione_orientata_agli_oggetti
    • Anonimo scrive:
      Re: cosa ha di - express rispetto a stan
      - Scritto da: Anonimo
      Non riesco a trovare una tabella comparativa di
      express rispetto a standard ed a professional.
      Cosa fa di meno ??
      Io adesso ho una vecchia licenza VB5, non sono
      passato a studio 2003 per via del costo eccessivo
      e mi interesserebbe capire se questa versione
      gratis fa alle mie attuali esigenze.la express non ha gli strumenti di deployment delle applicazioni
      • Anonimo scrive:
        Re: cosa ha di - express rispetto a stan

        la express non ha gli strumenti di deployment
        delle applicazioniin realta solo di quelle webma si fa a mano con aspnet_compiler incluso nel framework 2.0
  • pippo75 scrive:
    richieste HW
    qualcuno sa quali sono le richieste HW per usare VSExpress (in particolare VC++ e/o VC# )grazie
    • VITRIOL scrive:
      Re: richieste HW
      http://msdn.microsoft.com/vstudio/express/support/readme/
      • pippo75 scrive:
        Re: richieste HW
        - Scritto da: VITRIOL
        http://msdn.microsoft.com/vstudio/express/support/loro consigliano un pentium 1ghz, 256mb di ram.ho un celeron 1700 con 512mb di ram ma non e' che sia cosi' veloce........
    • AlessioC scrive:
      Re: richieste HW
      Fai conto che è necessario il framework .NET 2.0...Questo dovrebbe bastarti per fare i tuoi conti.Il problema, come in tutti i framework, è che anche la più piccola e ottimizzata delle applicazioni si porta via un sacco di ram...
  • zirgo scrive:
    Re: ottima mossa
    ahahah, hai mai provato ilrefactoring di eclipse?Io l'estrazione di metodi la usavo dalla versione 3.0 (credo ormai siano passati due anni o sbaglio?), mentre VS2005 ce le ha messe solo ora...Per il resto, VS2005 è molto comodo per la progettazione di interfacce web e l'editing XML...ma sinceramente è troppo "faccio io faccio io". Può andar bene se fai cose alla MS, (stessa cosa con jdeveloper e oracle anche se questo è + flessibile IMHO) ma se vuoi aver davvero il controllo di quello che stai facendo...beh, eclipse o netbeans non li batte nessuno!!Non credo che si tratti di una limitazione di VS2005, che è cmq un'ottimo IDE, ma proprio del .NET e della strategia MS in generale. Io con java posso scegliere un sacco di framework diversi per la progettazione web (JSF,ADF, STRUTS..), per il mapping degli oggetti su db (hibernate, toplink)...posso sceglere su quale application server farlo girare (jboss, oracle application server, sun application server) e se non mi servono gli EJB posso usare semplicemente Tomcat ( che mi funge da container per le servlet). E poi posso usare trnquillamente apache come web server (non so se per IIS c'è un plugin o qualcosa di di simile per far girare tomcat).Insomma, libertà di scegliere il prodotto che più mi pare in base a esigenze di costo, di performance, di know-how etc. Certo, se poi uno vuole rimanere (leggi è impedito) su piattaforma microsoft...VS2005 è il tool di riferimento, ma quanto costa alla fine e quanto ti limita alla fine?PS: mai provato il refactoring di eclipse?che io sappia esiste dalla versione 3.0, ossia più di un anno e mezzo fa....
    • Anonimo scrive:
      Re: ottima mossa
      I metodi devono estrarveli dal cervello. Blaterate di questo e quello ma a me qui sembra solo che sia pieno di gente che non sa programmare manco lontanamente. Non per nulla in Italia mancano anche produttori di shareware, oltre che software house serie. Non senza motivo.- Scritto da: zirgo
      ahahah, hai mai provato ilrefactoring di
      eclipse?Io l'estrazione di metodi la usavo dalla
      versione 3.0 (credo ormai siano passati due anni
      o sbaglio?), mentre VS2005 ce le ha messe solo
      ora...

      Per il resto, VS2005 è molto comodo per la
      progettazione di interfacce web e l'editing
      XML...ma sinceramente è troppo "faccio io faccio
      io". Può andar bene se fai cose alla MS, (stessa
      cosa con jdeveloper e oracle anche se questo è +
      flessibile IMHO) ma se vuoi aver davvero il
      controllo di quello che stai facendo...beh,
      eclipse o netbeans non li batte nessuno!!

      Non credo che si tratti di una limitazione di
      VS2005, che è cmq un'ottimo IDE, ma proprio del
      .NET e della strategia MS in generale. Io con
      java posso scegliere un sacco di framework
      diversi per la progettazione web (JSF,ADF,
      STRUTS..), per il mapping degli oggetti su db
      (hibernate, toplink)...posso sceglere su quale
      application server farlo girare (jboss, oracle
      application server, sun application server) e se
      non mi servono gli EJB posso usare semplicemente
      Tomcat ( che mi funge da container per le
      servlet). E poi posso usare trnquillamente apache
      come web server (non so se per IIS c'è un plugin
      o qualcosa di di simile per far girare tomcat).

      Insomma, libertà di scegliere il prodotto che più
      mi pare in base a esigenze di costo, di
      performance, di know-how etc. Certo, se poi uno
      vuole rimanere (leggi è impedito) su piattaforma
      microsoft...VS2005 è il tool di riferimento, ma
      quanto costa alla fine e quanto ti limita alla
      fine?

      PS: mai provato il refactoring di eclipse?che io
      sappia esiste dalla versione 3.0, ossia più di un
      anno e mezzo fa....
      • Anonimo scrive:
        Re: ottima mossa
        - Scritto da: Anonimo
        I metodi devono estrarveli dal cervello.
        Blaterate di questo e quello ma a me qui sembra
        solo che sia pieno di gente che non sa
        programmare manco lontanamente.
        Non per nulla in Italia mancano anche produttori
        di shareware, oltre che software house serie. Non
        senza motivo.ecco un altro frustrato con la mania di grandezza. Ma tutti su PI sono
        .
  • Anonimo scrive:
    Re: sempre un passo indietro agli altri

    Per chi lavora i tool a
    pagamento di borland e microsoft sono
    insostituibili.Sarà... ma io lavoro con gcc, g++, automake & autoconf...Perlomeno i miei programmi sono scritti secondo gli standard, compilabili per una dozzina di architetture ed una manciata di OS...Beh... c'è da dire che potete inserire delle combo nei programmi sviluppati in Visual Studio Express, in modo da far rillasare l'utente con spassose composizioni Lego.E non parliamo del shopping virtuale... che spasso rifornirsi di centinaia DVD vertgini tra il calcolo di una devianza standard e di una media...Interessante che i 5 milioni di utilizzatori siano in realtà forse poco più di un milione: scaricare lo stesso programma per N volte su N computer diversi, oppure, c'è chi, a causa di qualche baco irreparabile, deve reinstallarlo (e quindi riscaricarlo...).Capisco che il tempo è denaro... ma ad arrivare a scrivere un programma in VB, dovrebbe procare un brivvido...------------------------------------Questo non per denigrarti... il fatto è che i tool ti sono indispensabili solo perchè ti sei trovato comodo...... io sono comodo con i miei strumenti. E faccio le cose tanto meglio...
    • Anonimo scrive:
      Re: sempre un passo indietro agli altri
      - Scritto da: Anonimo

      Per chi lavora i tool a

      pagamento di borland e microsoft sono

      insostituibili.

      Sarà... ma io lavoro con gcc, g++, automake &
      autoconf...

      Perlomeno i miei programmi sono scritti secondo
      gli standard, compilabili per una dozzina di
      architetture ed una manciata di OS...

      Beh... c'è da dire che potete inserire delle
      combo nei programmi sviluppati in Visual Studio
      Express, in modo da far rillasare l'utente con
      spassose composizioni Lego.

      E non parliamo del shopping virtuale... che
      spasso rifornirsi di centinaia DVD vertgini tra
      il calcolo di una devianza standard e di una
      media...

      Interessante che i 5 milioni di utilizzatori
      siano in realtà forse poco più di un milione:
      scaricare lo stesso programma per N volte su N
      computer diversi, oppure, c'è chi, a causa di
      qualche baco irreparabile, deve reinstallarlo (e
      quindi riscaricarlo...).

      Capisco che il tempo è denaro... ma ad arrivare a
      scrivere un programma in VB, dovrebbe procare un
      brivvido...

      ------------------------------------

      Questo non per denigrarti... il fatto è che i
      tool ti sono indispensabili solo perchè ti sei
      trovato comodo...

      ... io sono comodo con i miei strumenti. E faccio
      le cose tanto meglio...vuol dire che hai parecchio tempo da perderecondoglianze, non ti invidio proprio
    • Anonimo scrive:
      Re: sempre un passo indietro agli altri
      gcc, g++, automake e autoconf = standard compilabili in 12 architetture e manciata di OS ?!?!?!?Ma che dici ??Mah! Guarda, GCC è uno dei più cessosi compilatori sul mercato. Se non fosse gratuito non lo userebbe nessuno, così come il resto della roba open-source. Tanto è che i programmatori più bravi e le software house più serie comprano i compilatori Intel, che sono i migliori sul mercato.- Scritto da: Anonimo

      Per chi lavora i tool a

      pagamento di borland e microsoft sono

      insostituibili.

      Sarà... ma io lavoro con gcc, g++, automake &
      autoconf...

      Perlomeno i miei programmi sono scritti secondo
      gli standard, compilabili per una dozzina di
      architetture ed una manciata di OS...

      Beh... c'è da dire che potete inserire delle
      combo nei programmi sviluppati in Visual Studio
      Express, in modo da far rillasare l'utente con
      spassose composizioni Lego.

      E non parliamo del shopping virtuale... che
      spasso rifornirsi di centinaia DVD vertgini tra
      il calcolo di una devianza standard e di una
      media...

      Interessante che i 5 milioni di utilizzatori
      siano in realtà forse poco più di un milione:
      scaricare lo stesso programma per N volte su N
      computer diversi, oppure, c'è chi, a causa di
      qualche baco irreparabile, deve reinstallarlo (e
      quindi riscaricarlo...).

      Capisco che il tempo è denaro... ma ad arrivare a
      scrivere un programma in VB, dovrebbe procare un
      brivvido...

      ------------------------------------

      Questo non per denigrarti... il fatto è che i
      tool ti sono indispensabili solo perchè ti sei
      trovato comodo...

      ... io sono comodo con i miei strumenti. E faccio
      le cose tanto meglio...
      • Anonimo scrive:
        Re: sempre un passo indietro agli altri

        Guarda, GCC è uno dei più cessosi compilatori sul
        mercato. Se non fosse gratuito non lo userebbe
        nessuno, così come il resto della roba
        open-source. uh ? che affermazione coraggiosa e neppure uno straccio di documentazione a riprova, mi sa che te l'ha detto tuo cuggino che lavora a google

        Tanto è che i programmatori più bravi e lepiu' bravi in cosa, a scegliere compilatori? se lo sono tanto dai retta che il C lo usano poco e usano molto piu' altri linguaggi dal lisp al python perche' intanto che te allochi la memoria e controlli un puntatore nullo loro hanno gia' presentato i l programma completo :P
        software house più serie comprano i compilatori
        Intel, che sono i migliori sul mercato.
        non e' certo il compilatore che rende il programma piu' efficiente ma il costo degli algoritmi implementati.. ma vabbe vai su google e invece che le prestazioni dei compilatori cercati un agenzia di viaggi
        • Anonimo scrive:
          Re: sempre un passo indietro agli altri

          non e' certo il compilatore che rende il
          programma piu' efficiente ma il costo degli
          algoritmi implementati.. ma vabbe vai su google e
          invece che le prestazioni dei compilatori cercati
          un agenzia di viaggise parliamo di C++ SIassolutamente siun milione di volte sia meno che oltre a compilare il tuo codice C o C++ tu non vada ad ottimizzare a mano l'assembler prodotto
      • Anonimo scrive:
        Re: sempre un passo indietro agli altri
        - Scritto da: Anonimo
        Guarda, GCC è uno dei più cessosi compilatori sul
        mercato. Se non fosse gratuito non lo userebbe
        nessuno, così come il resto della roba
        open-source. hai delle prove al riguardo?secondo me, sei mosso solo dalla tua ignoranza.in ogni caso leggiti que': gcc oltre a essere il compilatore ufficiale del sistema GNU, incluse le varianti di GNU/Linux, GCC è stato adottato come compilatore principale per la creazione e lo sviluppo di diversi altri sistemi operativi, come i vari BSD, Mac OS X, NeXTSTEP e BeOS.
        • Anonimo scrive:
          Re: sempre un passo indietro agli altri

          in ogni caso leggiti que': gcc oltre a essere il
          compilatore ufficiale del sistema GNU, incluse le
          varianti di GNU/Linux, GCC è stato adottato come
          compilatore principale per la creazione e lo
          sviluppo di diversi altri sistemi operativi, come
          i vari BSD, Mac OS X, NeXTSTEP e BeOS.perche' possono avere il pieno controllo sul frontend e il generatore di codicema si sa che gcc non sia il massimo, specie sugli x86e confronto al compilatore Intel perde un buon 20%sul ppc e' migliorato molto dopo che Apple ci ha messo le mani
      • Anonimo scrive:
        Re: sempre un passo indietro agli altri

        gcc, g++, automake e autoconf = standard compilabili
        in 12 architetture e manciata di OS ?!?!?!?
        Ma che dici ??
        Mah!Beh, basta guardare il software disponibile per architetture da Debian o BSD...
        Guarda, GCC è uno dei più cessosi compilatori sul
        mercato. Se non fosse gratuito non lo userebbe
        nessuno, così come il resto della roba pen-source.
        Tanto è che i programmatori più bravi e le software
        house più serie comprano i compilatori Intel, che sono i
        migliori sul mercato.Beh... c'è da dire che quando esce un architettura, o una nuove serie di processori, la casa che ha progettato la cpu DEVE fornire un compilatore...Quando ero al politecnico di Milano, i professori mostravano tramite grafici e tabelle le prestazioni dei vari compilatori: il risultato era che, per la piattaforma Intel il migliore era proprio il compilatore Intel, ma GCC lo seguiva a ruota...... mentre gli altri era distaccati di un bel pezzo...Cmq, i programmatori bravi non si cincischiano con il compilatore, perchè sanno perfettamente che le prestazioni non sono date solo dal compilatore, ma principalmente dalla pulizia del codice. Inoltre, se fossero solo le performance a caratterizzare un software, diciamolo chiaro: MS assume solo pecoroni!!! Ok, OT...
        • Anonimo scrive:
          Re: sempre un passo indietro agli altri
          - Scritto da: Anonimo
          Se non vi fosse l'ottimizzazione "a manina" del
          codice, non ci sarebbero neppure i lettori da
          tavolo di DVD o decoder satellite e digitale
          terrestre. Sistemi embedded. Io parlavo di software applicativo ma il discorso non cambia.
          Il codice si fa a mano al 90%, di solito ANSI C o
          C++ e in-line assembly. Se ci fosse ricerca e sviluppo probabilmente molta gente saprebbe che anche nel campo dei sistemi embedded si possono utilizzare strumenti più sofisticati.Ma qua si usano ancora processori antidiluviani.
          • Anonimo scrive:
            Re: sempre un passo indietro agli altri
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Se non vi fosse l'ottimizzazione "a manina" del

            codice, non ci sarebbero neppure i lettori da

            tavolo di DVD o decoder satellite e digitale

            terrestre.

            Sistemi embedded. Io parlavo di software
            applicativo ma il discorso non cambia.Non tutta la programmazione di DSP è definibile come sistemi embedded, anzi.

            Il codice si fa a mano al 90%, di solito ANSI C
            o

            C++ e in-line assembly.

            Se ci fosse ricerca e sviluppo probabilmente
            molta gente saprebbe che anche nel campo dei
            sistemi embedded si possono utilizzare strumenti
            più sofisticati.

            Ma qua si usano ancora processori antidiluviani.Già.
        • pippo75 scrive:
          Re: sempre un passo indietro agli altri


          Quando ero al politecnico di Milano, i professori
          mostravano tramite grafici e tabelle le
          prestazioni dei vari compilatori: il risultato
          era che, per la piattaforma Intel il migliore era
          proprio il compilatore Intel, ma GCC lo seguiva a
          ruota...non e' che ti ricordi la lista? Borland come era messa?
          Cmq, i programmatori bravi non si cincischiano
          con il compilatore, perchè sanno perfettamente
          che le prestazioni non sono date solo dalmeglio un programma scritto bene in basic che uno scritto male in assembly.
          • Anonimo scrive:
            Re: sempre un passo indietro agli altri
            - Scritto da: pippo75




            Quando ero al politecnico di Milano, i
            professori

            mostravano tramite grafici e tabelle le

            prestazioni dei vari compilatori: il risultato

            era che, per la piattaforma Intel il migliore
            era

            proprio il compilatore Intel, ma GCC lo seguiva
            a

            ruota...

            non e' che ti ricordi la lista? Borland come era
            messa?Già, vero... non mi ricordo la lista, quindi borland non ricordo dov'era... penso che basti una googlata sul sito del politecnico... qualche slide del professore potrebbe essere rimasta...

            Cmq, i programmatori bravi non si cincischiano

            con il compilatore, perchè sanno perfettamente

            che le prestazioni non sono date solo dal

            meglio un programma scritto bene in basic che uno
            scritto male in assembly.Beh... un programma scritto in assembly credo che sia poco funzionale, a meno di casi particolari. L'unica esperienza che ho dell'assembly (escludendo esperienze accademiche), e l'utilizzo in inline assembly in SSE2 o MMX (per fare scaling di immagini, per esempio...)
      • pikappa scrive:
        Re: sempre un passo indietro agli altri
        - Scritto da: Anonimo
        gcc, g++, automake e autoconf = standard
        compilabili in 12 architetture e manciata di OS
        ?!?!?!?

        Ma che dici ??

        Mah!

        Guarda, GCC è uno dei più cessosi compilatori sul
        mercato. Se non fosse gratuito non lo userebbe
        nessuno, così come il resto della roba
        open-source.

        Tanto è che i programmatori più bravi e le
        software house più serie comprano i compilatori
        Intel, che sono i migliori sul mercato.Come Apple?
      • Anonimo scrive:
        Re: sempre un passo indietro agli altri
        - Scritto da: Anonimo
        Guarda, GCC è uno dei più cessosi compilatori sul
        mercato. Se non fosse gratuito non lo userebbe
        nessuno, così come il resto della roba
        open-source. Con gcc ci viene compilato Linux e tutti i suoi programmi. Linux è più veloce e più efficiente di MacOSX come server, e viene usato sui maggiori supercomputer del mondo. Se gcc fosse un cesso qualcosa che non va dovrebbe esserci.Poi col nuovo gcc 4 l'ottimizzazione è superiore ai migliori compilatori al mondo tanto che molte distribuzioni Linux che lo hanno adottato e vi sono state compilate sono ancora più veloci ed ottimizzate.
        Tanto è che i programmatori più bravi e le
        software house più serie comprano i compilatori
        Intel, che sono i migliori sul mercato.I compilatori di Intel?Quelli che è stato scoperto che quando vede una CPU AMD produce codice inefficiente apposta per fregare il concorrente di Intel?Te li raccomando proprio...
    • Anonimo scrive:
      Re: sempre un passo indietro agli altri

      Interessante che i 5 milioni di utilizzatori
      siano in realtà forse poco più di un milione:
      scaricare lo stesso programma per N volte su N
      computer diversi, oppure, c'è chi, a causa di
      qualche baco irreparabile, deve reinstallarlo (e
      quindi riscaricarlo...).Pensa che quando si diceva lo stesso per i download di Firefox si prendeva del coglione...
      • Anonimo scrive:
        Re: sempre un passo indietro agli altri
        - Scritto da: Anonimo

        Interessante che i 5 milioni di utilizzatori

        siano in realtà forse poco più di un milione:

        scaricare lo stesso programma per N volte su N

        computer diversi, oppure, c'è chi, a causa di

        qualche baco irreparabile, deve reinstallarlo (e

        quindi riscaricarlo...).

        Pensa che quando si diceva lo stesso per i
        download di Firefox si prendeva del coglione...Mi spiace per quelli che se lo sono presi... io confermo quello che dico... e potrei ribadirlo anche per Firefox...d'altra parte io non faccio testo... aggiorno Firefox dal un comodo repository Debian con apt-get upgrade... come fanno tutti gli utilizzatori Debian...
        • shezan74 scrive:
          Re: sempre un passo indietro agli altri
          - Scritto da: Anonimo
          d'altra parte io non faccio testo... aggiorno
          Firefox dal un comodo repository Debian con
          apt-get upgrade... come fanno tutti gli
          utilizzatori Debian...Io invece sono fermo ad un antiquato doppio click...Come tutti quelli che conoscono il valore del tempo
          • Anonimo scrive:
            Re: sempre un passo indietro agli altri
            - Scritto da: shezan74

            - Scritto da: Anonimo


            d'altra parte io non faccio testo... aggiorno

            Firefox dal un comodo repository Debian con

            apt-get upgrade... come fanno tutti gli

            utilizzatori Debian...

            Io invece sono fermo ad un antiquato doppio
            click...
            Come tutti quelli che conoscono il valore del
            tempoQuelli che conoscono il valore del tempo, a seconda della distibuzione che hanno danno un "aggiorna tutto" e si trovano tutti i programmi aggiornati mentre fanno dell'altro; quelli che perdono tempo fanno doppio click su ogni singolo programma...
    • Anonimo scrive:
      Re: sempre un passo indietro agli altri

      Sarà... ma io lavoro con gcc, g++, automake &
      autoconf...gcc supporta lo standard ANSI C e C++ molto meno di quanto lo faccia il compilatore Microsoftlo stesso kernel linux non e' affatto compilabile con --ansi
      • Anonimo scrive:
        Re: sempre un passo indietro agli altri
        - Scritto da: Anonimo


        Sarà... ma io lavoro con gcc, g++, automake &

        autoconf...

        gcc supporta lo standard ANSI C e C++ molto meno
        di quanto lo faccia il compilatore Microsoft
        lo stesso kernel linux non e' affatto compilabile
        con --ansiEssì... vabbè... allora con VC++ la main ritorna void, argc, argv te le scordi, e se provi a mettere una printf ti dice che è deprecata... alla faccia dell'aderenza agli standard....il fatto che linux non sia compilabile con --ansi non vuol dire che GCC non lo supporta, ma che Linux non è scritto in ANSI C, proprio come la maggior parte dei programmi... (solo il fatto di non dichiarare tutte le variabili all'inizio della funzione, fa in modo che non sia ANSI C)
  • Anonimo scrive:
    Ultimate++
    Date un occhiata a questo:http://upp.sf.netPuo utilizzare sia i compilatori MS che GCC(io lo uso come IDE per Mingw).La componente RAD non e' ancora completama e' il primo esempio di qualcosa che sfruttadavvero il C++ con template ecc. ecc.invece di usarlo solo come una speciedi "C evoluto" (come fa MS) o come fratellastrodell'Object Pascal (come le VCL del C++Builder).
    • Anonimo scrive:
      Re: Ultimate++
      fa cagare! E' anni luce indietro rispetto a MS.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ultimate++

        fa cagare! E' anni luce indietro rispetto a MS.tipico commento "intelligente" da utontolo, che comunque non ha nemmeno idea di come e cosa fare con i prodotti di sviluppo della Microsoft.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ultimate++
          Grazie per la segnalazione.Come RAD esisteva anche Relo, molto carino e simile a Dev-C++ come interfaccia, ma in quanto a funzionalità ha qualcosina in più, per es. l'editor di dialogs che in Dev-C++ mancava.http://www.fifsoft.com/relo/
      • Anonimo scrive:
        Re: Ultimate++
        - Scritto da: Anonimo

        fa cagare! E' anni luce indietro rispetto a MS.Ultimate++ non "insegue MS Visual Studio"e se non hai capito questo, non hai capito il resto.Visto che Visual Studio Express secondo MSe' utile per i "programmatori amatoriali"IMHO e' molto piu utile Ultimate++per chi vuole IMPARARE a programmareperche oltre ad avere un buona IDE puoi anchevedere come e' fatta e come si usa DAVVERO il C++.Nota pure che alcuni degli sviluppatori lo usanoper produrre programmi commercialiquindi non e' "solo un giocattolo", inoltre e' multipiattaforma, ed anche questo non guasta.Se invece utilizzi MS Visual Studio piu cheimparare a programmare bene, impari adusare un insieme di tool (ed a dipendere daessi, quello a cui mira veramente MS).
  • Anonimo scrive:
    Ottimo ma ...
    VS2005 sarà sicuramente ottimo, a giudicare dai commenti che sento dai colleghi che lo usano. Purtroppo ha il difetto, come tutti i prodotti M$ di essere "autoreferente", voglio dire che si appoggia a roba M$ richiede roba M$ ed è ottimizzato per roba M$.Certamente finchè stai su roba M$, con VS2005 ti trovi davvero bene.Con Java stai solo un po' meno comodo, ma è bello, è maturo e sopratutto è multipiattaforma.Qualche mese fa ho letto su un journal USA che si faticava a trovare programmatori .NET, evidentemente Java dà più fiducia.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ottimo ma ...
      Non e' vero. Io programmo normalmente C++ multipiattaforma, ed il debugger di VS rimane insuperato. Basta non appoggiarsi a robaccia tipo MFC, e rimanere nello standard.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ottimo ma ...

        Non e' vero. Io programmo normalmente C++
        multipiattaforma, ed il debugger di VS rimane
        insuperato. Basta non appoggiarsi a robaccia tipo
        MFC, e rimanere nello standard.Gia' ma le MFC velocizzano di molto il lavoro di programmazione e' quasi impossibile non utilizzarle.
  • Anonimo scrive:
    Re: VStudio free == pochi sviluppatori .
    - Scritto da: Anonimo
    Seeh...Certo se uno è abituato a usare i giocattoli cosa vuoi che ne capisca di programmazione va va vai a scrivere hello world in visual basic. :D .
    • Anonimo scrive:
      Re: VStudio free == pochi sviluppatori .
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo

      Seeh...

      Certo se uno è abituato a usare i giocattoli cosa
      vuoi che ne capisca di programmazione
      va va vai a scrivere hello world in visual basic
      . :D .che è ben diverso da .NET
      • Anonimo scrive:
        Re: VStudio free == pochi sviluppatori .


        che è ben diverso da .NETlascialo perdere è il classico programmare hobbista, che gode nel complicarsi la vita. Per lui essere un programmatore non è fare un programma che risolva un problema, è scrivere un algoritmo di ricerca nel modo più complicato e fico possibile. Una persona che valuta il programmatore dal linguaggio utilizzato è un ignorante colossale. Ci sono più programmatori idioti di C++ che stelle nel cielo, ed il bello è che ognuno di loro si crede migliore di programmatori VB o C#.Saper programmare non è saper utilizzare un linguaggio, quelli ogni paio di anni li cambiano, il programmatore è colui che sa creare algoritmi complessi e programmi funzionali. Io in C# ci faccio web, grafica 3D spinta, client, AI, programmi per palmari, software di matematica.I programmatori C++ che ho incontrato non riuscivano a farlo (ps programmo anche in C++).Veramente orribili i programmatori di oggi che si credono bravi con il codice scopiazzato da qualche tutorial e che si gasano se mandano qualche dato su sockets o gli compare una finestra.
        • Anonimo scrive:
          Re: VStudio free == pochi sviluppatori .
          - Scritto da: Anonimo



          che è ben diverso da .NET
          lascialo perdere è il classico programmare
          hobbista, che gode nel complicarsi la vita. Per
          lui essere un programmatore non è fare un
          programma che risolva un problema, è scrivere un
          algoritmo di ricerca nel modo più complicato e
          fico possibile.
          Una persona che valuta il programmatore dal
          linguaggio utilizzato è un ignorante colossale.
          Ci sono più programmatori idioti di C++ che
          stelle nel cielo, ed il bello è che ognuno di
          loro si crede migliore di programmatori VB o C#.
          Saper programmare non è saper utilizzare un
          linguaggio, quelli ogni paio di anni li cambiano,
          il programmatore è colui che sa creare algoritmi
          complessi e programmi funzionali.
          Io in C# ci faccio web, grafica 3D spinta,
          client, AI, programmi per palmari, software di
          matematica.
          I programmatori C++ che ho incontrato non
          riuscivano a farlo (ps programmo anche in C++).
          Veramente orribili i programmatori di oggi che si
          credono bravi con il codice scopiazzato da
          qualche tutorial e che si gasano se mandano
          qualche dato su sockets o gli compare una
          finestra. quoto tutto
          • Anonimo scrive:
            Re: VStudio free == pochi sviluppatori .

            quoto tuttomi aggiungo anche io. Porto a prova il link al sito di un mio amico che programma in .net e directXhttp://xoomer.virgilio.it/robydx/material.htmnon mi sembra malissimo la grafica nelle foto per essere fatte in .Net
          • Giambo scrive:
            Re: VStudio free == pochi sviluppatori .
            - Scritto da: Anonimo
            non mi sembra malissimo la grafica nelle foto per
            essere fatte in .NetErr, ho capito bene ? La grafica del sito non c'entra nulla con la tecnologia usata per realizzarlo.
          • Anonimo scrive:
            Re: VStudio free == pochi sviluppatori .
            - Scritto da: Giambo

            - Scritto da: Anonimo


            non mi sembra malissimo la grafica nelle foto
            per

            essere fatte in .Net

            Err, ho capito bene ? La grafica del sito non
            c'entra nulla con la tecnologia usata per
            realizzarlo.penso intendesse gli screenshot dei demo che dovrebbero essere dei tech demo fatti in directX e c# se ho capito bene.Poi non vi lamentate se vi dicono che non capite nulla
          • Anonimo scrive:
            Re: VStudio free == pochi sviluppatori .

            penso intendesse gli screenshot dei demo che
            dovrebbero essere dei tech demo fatti in directX
            e c# se ho capito bene.
            Poi non vi lamentate se vi dicono che non capite
            nullasi ma cosa c'entra posso fare un cubo che ruota con opengl in perl e che vuol dire?? confrontate i linguaggi sulla resa visiva di un oggetto 3d ? mah
          • Anonimo scrive:
            Re: VStudio free == pochi sviluppatori .


            penso intendesse gli screenshot dei demo che

            dovrebbero essere dei tech demo fatti in directX

            e c# se ho capito bene.

            Poi non vi lamentate se vi dicono che non capite

            nulla

            si ma cosa c'entra posso fare un cubo che ruota
            con opengl in perl e che vuol dire?? confrontate
            i linguaggi sulla resa visiva di un oggetto 3d ?
            mahNo, qui il programmatore sta cercando di "vedere" la sua esperienza acquisita sull'uso delle librerie grafiche directx.Le applicazioni 3d piu' redditizie e numerose vengono sviluppate su piattaforma Microsoft, personalmente sembra una scelta professionale azzeccata.Si sta proponendo per collaborare con progetti, non credo open source :D, a cui la sua competenza puo' tornare utile.
          • Anonimo scrive:
            Re: VStudio free == pochi sviluppatori .
            Vabbè... io preferisco OpenGL... ma fa lo stesso :)
          • Anonimo scrive:
            Re: VStudio free == pochi sviluppatori .


            http://xoomer.virgilio.it/robydx/material.htm

            non mi sembra malissimo la grafica nelle foto per
            essere fatte in .Net
            non lo apro neppure chi bada alla resa visiva di un oggetto renderizzato da un api grafica come metro di strumento per una discussione di linguaggi mi fa' solo pieta', "Carmack perche' non sa quello che dice"
          • Anonimo scrive:
            Re: VStudio free == pochi sviluppatori .

            linguaggi mi fa' solo pieta', "Carmack perche'
            non sa quello che dice"manca un *perdonalo*
          • Anonimo scrive:
            Re: VStudio free == pochi sviluppatori .

            non lo apro neppure chi bada alla resa visiva di
            un oggetto renderizzato da un api grafica come
            metro di strumento per una discussione di
            linguaggi mi fa' solo pieta', "Carmack perche'
            non sa quello che dice"Uff, l'invidia dello smanettone e' proprio fastidiosa.
          • Anonimo scrive:
            Re: VStudio free == pochi sviluppatori .
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo





            che è ben diverso da .NET

            lascialo perdere è il classico programmare

            hobbista, che gode nel complicarsi la vita. Per

            lui essere un programmatore non è fare un

            programma che risolva un problema, è scrivere un

            algoritmo di ricerca nel modo più complicato e

            fico possibile.

            Una persona che valuta il programmatore dal

            linguaggio utilizzato è un ignorante colossale.

            Ci sono più programmatori idioti di C++ che

            stelle nel cielo, ed il bello è che ognuno di

            loro si crede migliore di programmatori VB o C#.

            Saper programmare non è saper utilizzare un

            linguaggio, quelli ogni paio di anni li
            cambiano,

            il programmatore è colui che sa creare algoritmi

            complessi e programmi funzionali.

            Io in C# ci faccio web, grafica 3D spinta,

            client, AI, programmi per palmari, software di

            matematica.

            I programmatori C++ che ho incontrato non

            riuscivano a farlo (ps programmo anche in C++).

            Veramente orribili i programmatori di oggi che
            si

            credono bravi con il codice scopiazzato da

            qualche tutorial e che si gasano se mandano

            qualche dato su sockets o gli compare una

            finestra.

            quoto tuttoPure io!
        • Anonimo scrive:
          Re: VStudio free == pochi sviluppatori .
          - Scritto da: Anonimo



          che è ben diverso da .NET
          lascialo perdere è il classico programmare
          hobbista, che gode nel complicarsi la vita. Per
          lui essere un programmatore non è fare un
          programma che risolva un problema, è scrivere un
          algoritmo di ricerca nel modo più complicato e
          fico possibile.
          Una persona che valuta il programmatore dal
          linguaggio utilizzato è un ignorante colossale.
          Ci sono più programmatori idioti di C++ che
          stelle nel cielo, ed il bello è che ognuno di
          loro si crede migliore di programmatori VB o C#.
          Saper programmare non è saper utilizzare un
          linguaggio, quelli ogni paio di anni li cambiano,
          il programmatore è colui che sa creare algoritmi
          complessi e programmi funzionali.
          Io in C# ci faccio web, grafica 3D spinta,
          client, AI, programmi per palmari, software di
          matematica.
          I programmatori C++ che ho incontrato non
          riuscivano a farlo (ps programmo anche in C++).
          Veramente orribili i programmatori di oggi che si
          credono bravi con il codice scopiazzato da
          qualche tutorial e che si gasano se mandano
          qualche dato su sockets o gli compare una
          finestra. Ma sì, sei un genio. In C# fai anche l'impossibile.. eh! Tu si che sei un grande programmatore, quelli che incontri sono tutti mediocri di fronte a te.. certo, ovvio,eh! Mamma mia.. arroganza e megalomania allo stato puro. Il bello è che pensi pure di aver detto cose che ti fanno apparire come un bravo programmatore.. mah!
          • Anonimo scrive:
            Re: VStudio free == pochi sviluppatori .

            Ma sì, sei un genio. In C# fai anche
            l'impossibile.. eh!
            Tu si che sei un grande programmatore, quelli che
            incontri sono tutti mediocri di fronte a te..
            certo, ovvio,eh! Bisogna che difenda il suo ego in qualche modo sopratutto quando ci sono schiere di programmatori che possono mettere in evidenza le sue lacune.
            Mamma mia.. arroganza e megalomania allo stato
            puro. Io la vedo piu' come... disperazione.
            Il bello è che pensi pure di aver detto cose che
            ti fanno apparire come un bravo programmatore..
            mah!Fa quello che puo', ma ormai e' gia' un essere "antico".Fino a qualche anno fa tali programmatori venivano utilizzati dal project manager come pungolo per far lavorare di piu' chi veramente sapeva programmare mantenendo la costante minaccia di sostituirlo con cotali personaggi.Orma non ci casca piu' nessuno e quindi questi personaggi non servono piu'.
        • Anonimo scrive:
          Re: VStudio free == pochi sviluppatori .

          Saper programmare non è saper utilizzare un
          linguaggio, quelli ogni paio di anni li cambiano,
          il programmatore è colui che sa creare algoritmi
          complessi e programmi funzionali. *STANDING OVATION*"Se sai quello che vuoi scrivere, basta un dizionario e una grammatica per scriverlo in qualunque lingua"
        • Anonimo scrive:
          Re: VStudio free == pochi sviluppatori .

          software di matematica.^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^tipo ?
        • Anonimo scrive:
          Re: VStudio free == pochi sviluppatori .


          che è ben diverso da .NET
          lascialo perdere è il classico programmare
          hobbista, che gode nel complicarsi la vita. Per
          lui essere un programmatore non è fare un
          programma che risolva un problema, è scrivere un
          algoritmo di ricerca nel modo più complicato e
          fico possibile. L'ottimizzazione del codice a volte ne compromette la leggibilita' ma una conoscenza approfondita del linguaggio di programmazione permette comunque di venirne a capo.
          Una persona che valuta il programmatore dal
          linguaggio utilizzato è un ignorante colossale. Per alcuni progetti si preferisce assumere, a tempo determinato, programmatori che hanno parecchia esperienza con centri linguaggi e strumenti di sviluppo.
          Ci sono più programmatori idioti di C++ che
          stelle nel cielo.Parla per te vha!
          ed il bello è che ognuno di
          loro si crede migliore di programmatori VB o C#.Quanta frustrazione, dai su studia che forse qualche linea di codice compilabile riesce anche a te.
          Saper programmare non è saper utilizzare un
          linguaggio, quelli ogni paio di anni li cambiano,Ok, non sai programmare.
          il programmatore è colui che sa creare algoritmi
          complessi e programmi funzionali. Se crea un algoritmo non complesso non e' piu' un programmatore? :D
          Io in C# ci faccio web,
          grafica 3D spinta,Si... sul wc?
          client, AI, programmi per palmari, software di
          matematica.:D
          I programmatori C++ che ho incontrato non
          riuscivano a farlo (ps programmo anche in C++).Ovvero tu non riuscivi a farlo :DSe si possiede potenza di calcolo e librerie di classi facili da utilizzare perche' sforzarsi e complicarsi la vita per ricrearle in C++?I prodotti Microsoft semplificano e velocizzano lo sviluppo di alcune applicazioni attraverso librerie di classi semplici da utilizzare, illudendo smanettoni e similia di essere programmatori per aver utilizzato un wizard che crea parte di un'applicazione.La frustrazione di questi soggetti, quando scoprono di non aver la piu' pallida idea di come si programma, si manifesta in post come quello a cui sto rispondendo.
          Veramente orribili i programmatori di oggi che si
          credono bravi con il codice scopiazzato da
          qualche tutorial e che si gasano se mandano
          qualche dato su sockets o gli compare una
          finestra. Ehi, hai fatto il tuo auto-ritratto :D
          • Anonimo scrive:
            Re: VStudio free == pochi sviluppatori .


            ed il bello è che ognuno di

            loro si crede migliore di programmatori VB o C#.
            Quanta frustrazione, dai su studia che forse
            qualche linea di codice compilabile riesce anche
            a te.Miii che due coglion...hemm no, coglioni oramai è un insulto schierato politicamente... dicevamo: che due palle ... ogni volta la stessa storia. Se ho bisogno di programmare micro embedded uso l'assembly, se devo scrivere per rtlinux uso il C, se devo scrivere controlli sui dati host uso Cobol, se devo sviluppare roba che giri dappertutto uso Java e se devo scrivere il programmino stupido che tira fuori due grafici dal db di turno uso vb.net. e se il wizard mi risparmia un po' di lavoro perchè crea da solo mezza applicazione, chissenefrega, ben venga! Ho iniziato a programmare in assembly con l'8080 (si, ottantaottanta, l'antenato dello Z80) e non mi sento certo frustrato quando uso .net. E invece ne viene fuori ogni volta una holywar !!!Ricominciamo anche con vi contro emacs già che ci siamo, su .... da bravi ...
        • Anonimo scrive:
          Re: VStudio free == pochi sviluppatori .
          ROTFL! Anche io ti quotissimo... però continuo a preferire DELPHI / Lazarus / Free Pascal (ognuno ha i suoi difetti)hammeronthenet
        • non autenticat o scrive:
          Re: VStudio free == pochi sviluppatori .

          Io in C# ci faccio web, grafica 3D spinta,
          client, AI, programmi per palmari, software di
          matematica.Azz! ma sei davvero uno forte, hai davvero i muscoli! Un pavone sarebbe meno presuntuoso!
  • Anonimo scrive:
    Re: ottima mossa
    - Scritto da: Anonimo
    che commento utile.
    non parlare di cose che non conosciconosco il prodotto .NET con tutto il suo cazzwork ti porta 1 GB di spazio disco senza contare altri 2 GB di merda fritta (VStudio) per fare 4 bottoni e 2 webservices smatrati.java + eclipse = 150 MB only

    povero noglobal frustrato (senza offesa per i no
    global)hahahahahhahahahahahhahahahahahah
  • Anonimo scrive:
    Chi lo ha provato?
    Quali sono le limitazioni più importanti rispetto alle altre versioni?
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi lo ha provato?
      - Scritto da: Anonimo
      Quali sono le limitazioni più importanti rispetto
      alle altre versioni?io provai una versione di Visual studio express dopo mezzora l'ho cancellata perchè fa cagare di bruttomolto meglio netbeans o eclipse
      • Anonimo scrive:
        Re: Chi lo ha provato?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Quali sono le limitazioni più importanti
        rispetto

        alle altre versioni?

        io provai una versione di Visual studio express
        dopo mezzora l'ho cancellata perchè fa cagare di
        brutto...volendo argomentare un modo un po' più dettagliato?
        • Anonimo scrive:
          Re: Chi lo ha provato?
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          Quali sono le limitazioni più importanti

          rispetto


          alle altre versioni?



          io provai una versione di Visual studio express

          dopo mezzora l'ho cancellata perchè fa cagare di

          brutto

          ...volendo argomentare un modo un po' più
          dettagliato?Impossibile, è sicuramente un linaro opensourcizzato fino ai testicoli, tipico soggetto affetto da gastrite incurabile...
      • Anonimo scrive:
        Re: Chi lo ha provato?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Quali sono le limitazioni più importanti
        rispetto

        alle altre versioni?

        io provai una versione di Visual studio express
        dopo mezzora l'ho cancellata perchè fa cagare di
        brutto
        molto meglio netbeans o eclipselascialo perdere, io ho provato la express della C# e va alla grande. Mancavano alcune parti per la progettazione del software (uml e simili), la parte per i dispotivi mobile e le funzioni integrate per la scrittura di query, insomma, la roba di contorno che è utile ma a cui si può rinunciare. Io al contrario ho provato eclipse (per via di un esame), e non l'ho apprezzata molto.
        • Giambo scrive:
          Re: Chi lo ha provato?
          - Scritto da: Anonimo
          Se non
          fosse fatto in Java, funzionerebbe bene anche sul
          mio portatile (un P4 2.8GHz con 512 mega di RAM
          !!!).E basta con questa leggenda Java == pesante !Siamo nel 2006, aggiornatevi, e che cavolo !
          • Anonimo scrive:
            Re: Chi lo ha provato?
            - Scritto da: Giambo

            - Scritto da: Anonimo

            Se non

            fosse fatto in Java, funzionerebbe bene anche
            sul

            mio portatile (un P4 2.8GHz con 512 mega di RAM

            !!!).

            E basta con questa leggenda Java == pesante !
            Siamo nel 2006, aggiornatevi, e che cavolo !java è pesante, non è una leggenda è una dura realtà
          • Anonimo scrive:
            Re: Chi lo ha provato?
            - Scritto da: Anonimo
            java è pesante, non è una leggenda è una dura
            realtàcerto invece .NET è una scheggiahttp://www.java.comclikka e godi
          • Anonimo scrive:
            Re: Chi lo ha provato?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            java è pesante, non è una leggenda è una dura

            realtà

            certo invece .NET è una scheggia
            http://www.java.com
            clikka e godiSono entrambi lentissimi. Sono macchine virtuali e non codice nativo. Finchè non ci saranno i DSP di accellerazione JIT hardware incastonati nelle CPU, forse già dal 2007, resteranno sempre lenti.
          • Giambo scrive:
            Re: Chi lo ha provato?
            - Scritto da: Anonimo


            java è pesante, non è una leggenda è una dura


            realtà



            certo invece .NET è una scheggia

            http://www.java.com

            clikka e godi

            Sono entrambi lentissimi.Non e' vero.
            Sono macchine virtuali e non codice nativo.Non e' al 100% vero :)
            Finchè non ci saranno i DSP
            di accellerazione JIT hardware incastonati nelle
            CPU,JIT hardware ... Ci hanno provato in diversi. I risultati sono sotto gli occhi di tutti.
            forse già dal 2007, resteranno sempre lenti.Non sono lenti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Chi lo ha provato?
            - Scritto da: Giambo

            - Scritto da: Anonimo



            java è pesante, non è una leggenda è una
            dura



            realtà





            certo invece .NET è una scheggia


            http://www.java.com


            clikka e godi



            Sono entrambi lentissimi.

            Non e' vero.


            Sono macchine virtuali e non codice nativo.

            Non e' al 100% vero :)


            Finchè non ci saranno i DSP

            di accellerazione JIT hardware incastonati nelle

            CPU,

            JIT hardware ... Ci hanno provato in diversi. I
            risultati sono sotto gli occhi di tutti.Veramente devono ancora apparire nelle CPU x86. Se parli di CPU di mercati di nicchia dice poco.Se Intel lo fa funziona ed AMD segue.

            forse già dal 2007, resteranno sempre lenti.

            Non sono lenti.Sì che lo sono.
          • Giambo scrive:
            Re: Chi lo ha provato?
            - Scritto da: Anonimo

            E basta con questa leggenda Java == pesante !

            Siamo nel 2006, aggiornatevi, e che cavolo !
            java è pesante, non è una leggenda è una dura
            realtàQualcosa di piu' concreto che la tua parola ?Giusto per non cedere alla tentazione che tu non sappia di cosa si stia parlando ...
          • Anonimo scrive:
            Re: Chi lo ha provato?
            - Scritto da: Giambo

            - Scritto da: Anonimo

            Se non

            fosse fatto in Java, funzionerebbe bene anche
            sul

            mio portatile (un P4 2.8GHz con 512 mega di RAM

            !!!).

            E basta con questa leggenda Java == pesante !
            Siamo nel 2006, aggiornatevi, e che cavolo !quella è la sua esperienza, ti dice che è lento... come ti permetti?
          • Giambo scrive:
            Re: Chi lo ha provato?
            - Scritto da: Anonimo

            E basta con questa leggenda Java == pesante !

            Siamo nel 2006, aggiornatevi, e che cavolo !

            quella è la sua esperienza, ti dice che è
            lento... come ti permetti?Ribadisco: Il fatto che giri con Java non c'entra un'emerita ceppa. Se tu conoscessi GCJ oppure sapessi come funziona HotSpot ...
        • Anonimo scrive:
          Re: Chi lo ha provato?
          - Scritto da: Anonimo
          Quoto: eclipse è pesanteFatti un giro sul forum Informatico, tempo fa un utente aveva postato la sua esperienza con Eclipse.Aveva compilato Eclipse con gcj per ottenere un eseguibile, e sembra che fosse più leggero che la versione solo in Java.Probabilmente usando Jikes invece di gcj si ottengono risultati anche migliori.
        • IppatsuMan scrive:
          Re: Chi lo ha provato?
          - Scritto da: Anonimo

          io provai una versione di Visual studio express

          dopo mezzora l'ho cancellata perchè fa cagare di

          bruttoAh, i troll...
          lascialo perdere, io ho provato la express della
          C# e va alla grande. Mancavano alcune parti per
          la progettazione del software (uml e simili)A proposito di UML, la Microsoft ha fatto una cosa abbastanza buffa.VS2003 si poteva integrare con Visio per rappresentare i grafici UML delle applicazioni. Rational della IBM si può integrare con VS2003. Rational non va con VS2005 e è stata tolta la possibilità di integrarlo con Visio. VS2005 utilizza dei suoi personalissimi diagrammi per rappresentare le classi che tutto sono tranne che UML 2.0 (anche 1.0, se è per quello). Risultato: se si vuole un tool "serio" e integrato in VS bisogna continuare a usare la versione 2003. E' una mossa di MS che davvero non ho capito.Fino alla versione professional (che ho io) di sicuro non c'è questa possibilità. Forse nella versione enterprise si può usare UML, ma non ne sono sicuro. Spero che questa "svista" venga corretta nella prossima versione, o che qualche produttore rilasci del software ben fatto.
          Io al contrario ho provato eclipse
          (per via di un esame), e non l'ho apprezzata
          molto.Eclipse ha contro di sè la pesantezza, ma il modello a plug in lo rende flessibilissimo... ci si possono fare le GUI per java, scrivere in PHP... l'ho usato anche come front end per mingw :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Chi lo ha provato?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Quali sono le limitazioni più importanti
        rispetto

        alle altre versioni?

        io provai una versione di Visual studio express
        dopo mezzora l'ho cancellata perchè fa cagare di
        brutto
        molto meglio netbeans o eclipseImmagino tu non abbia proprio idea di come si programma. Non devi aver mai programmato nulla di serio e complesso in vita tua.
        • Anonimo scrive:
          Re: Chi lo ha provato?

          Immagino tu non abbia proprio idea di come si
          programma. Non devi aver mai programmato nulla di
          serio e complesso in vita tua.anche i programmatori hanno l'invidias penis, dimostrabile con queste risposte: il mio progetto e' piu' grosso del tuo ergo io sono un programmatore migliore..Probabilmente sei lo stesso frustrato dell altro thread, l'unico italiano programmatore di stima mondiale.
        • Anonimo scrive:
          Re: Chi lo ha provato?
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          Quali sono le limitazioni più importanti

          rispetto


          alle altre versioni?



          io provai una versione di Visual studio express

          dopo mezzora l'ho cancellata perchè fa cagare di

          brutto

          molto meglio netbeans o eclipse

          Immagino tu non abbia proprio idea di come si
          programma. Non devi aver mai programmato nulla di
          serio e complesso in vita tua.dato che l'articolo dice chiaramente "hobbisti" non vedo perchè venire qui a fare il caga-alto.queste sono opinioni di utenti il cui target è chiarito.che vuoi?
      • Anonimo scrive:
        Re: Chi lo ha provato?

        io provai una versione di Visual studio express
        dopo mezzora l'ho cancellata perchè fa cagare di
        brutto
        molto meglio netbeans o eclipseTradotto in parle povere: non ha capito nulla, ha percepito la paura della sua ignoranza e ha preferito nascondersi.
      • Anonimo scrive:
        Re: Chi lo ha provato?

        io provai una versione di Visual studio express
        dopo mezzora l'ho cancellata perchè fa cagare di
        brutto
        molto meglio netbeans o eclipsenetbeans e'solo per lo sviluppo javache c'entra?
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi lo ha provato?
      Sfortunatamente, la limitazione più grande per me è la mancanza di supporto integrato ai meccanismi di controllo del codice sorgente, sia MS SourceSafe che esterni (Sourcegear Vault, etc).
      • Anonimo scrive:
        Re: Chi lo ha provato?
        - Scritto da: Anonimo
        Sfortunatamente, la limitazione più grande per me
        è la mancanza di supporto integrato ai meccanismi
        di controllo del codice sorgente, sia MS
        SourceSafe che esterni (Sourcegear Vault, etc).mi pare abbastanza normale. E' dedicato agli hobbisti, ad un hobbista teoricamente sourcesafe non dovrebbe servire.
        • Anonimo scrive:
          Re: Chi lo ha provato?
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          Sfortunatamente, la limitazione più grande per
          me

          è la mancanza di supporto integrato ai
          meccanismi

          di controllo del codice sorgente, sia MS

          SourceSafe che esterni (Sourcegear Vault, etc).
          mi pare abbastanza normale.
          E' dedicato agli hobbisti, ad un hobbista
          teoricamente sourcesafe non dovrebbe servire.Se vi affidate a sistemi automatici del controllo del codice, tutta roba alquanto inefficiente, anzichè impegnarvi a cercare gli errori ed ottimizzando a mano il codice, immagino che livello di qualità possiate raggiungere programmando. Ehhh!Quel genere di programmi di controllo sono ad uno stadio primitivo che lasciano il tempo che trovano. Il lavoro duro e vero resta sempre artigianale. Compilatore/linker , debugger ed un editor testuale serio.
          • Anonimo scrive:
            Re: Chi lo ha provato?

            Se vi affidate a sistemi automatici del controllo
            del codice, tutta roba alquanto inefficiente,
            anzichè impegnarvi a cercare gli errori ed
            ottimizzando a mano il codice, immagino che
            livello di qualità possiate raggiungere
            programmando. Ehhh!
            Quel genere di programmi di controllo sono ad uno
            stadio primitivo che lasciano il tempo che
            trovano. Il lavoro duro e vero resta sempre
            artigianale. Compilatore/linker , debugger ed un
            editor testuale serio.minchia complimenti per non sapere manco cosa e' e a cosa serve un sistema per controllo di __revisioni__! meno male che programmi altrimenti avrei pensato che sei uno scherzo..anzi sai cosa? vai a trollare la tua ignoranza da un altra parte
          • Anonimo scrive:
            Re: Chi lo ha provato?


            E' dedicato agli hobbisti, ad un hobbista

            teoricamente sourcesafe non dovrebbe servire.
            Se vi affidate a sistemi automatici del controllo
            del codice, tutta roba alquanto inefficiente,^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||una domanda scema ...ma sei sicuro di sapere COS'E' sourcesafe ?!(Non mi risulta che abbiano censurato google, magari una ricerchina ogni tanto ...)DAz
          • Anonimo scrive:
            Re: Chi lo ha provato?

            una domanda scema ...
            ma sei sicuro di sapere COS'E' sourcesafe ?!

            (Non mi risulta che abbiano censurato google,
            magari una ricerchina ogni tanto ...)sourcesafe e' comodissimo e ha dei punti di forza su cvsma ha il problema che non gira su internet..a quel punto meglio svn
          • shezan74 scrive:
            Re: Chi lo ha provato?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo


            Sfortunatamente, la limitazione più grande per

            me


            è la mancanza di supporto integrato ai

            meccanismi


            di controllo del codice sorgente, sia MS


            SourceSafe che esterni (Sourcegear Vault,
            etc).

            mi pare abbastanza normale.

            E' dedicato agli hobbisti, ad un hobbista

            teoricamente sourcesafe non dovrebbe servire.Io lavoro con C# 2005 assolutamente senza Sourcesafe.Utilizzo un utile software, SVN (http://subversion.tigris.org/) e funziona da Dio :)per la parte client utilizzo Tortoise SVN e, come sopra... nessun problema
          • Anonimo scrive:
            Re: Chi lo ha provato?
            - Scritto da: shezan74

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo



            Sfortunatamente, la limitazione più grande
            per


            me



            è la mancanza di supporto integrato ai


            meccanismi



            di controllo del codice sorgente, sia MS



            SourceSafe che esterni (Sourcegear Vault,

            etc).


            mi pare abbastanza normale.


            E' dedicato agli hobbisti, ad un hobbista


            teoricamente sourcesafe non dovrebbe servire.


            Io lavoro con C# 2005 assolutamente senza
            Sourcesafe.
            Utilizzo un utile software, SVN
            (http://subversion.tigris.org/) e funziona da Dio
            :)

            per la parte client utilizzo Tortoise SVN e, come
            sopra... nessun problemaSì, vabbè : http://subversion.tigris.org/faq.html#whyMa sono solo complessi sistemi di tracciatura delle modifiche al codice e per gestire gruppi di lavoro. Di quanto effettivamente poi possano aumentare la produttività è tutto da dimostrare. Non è che li hanno inventati adesso, esistevano già molti anni fa e non è che la qualità del software sia salita con il loro uso. Anzi, è aumentato il livello di caos perchè c'è chi pensa che il lavoro venga fatto in automatico usando questi strumenti. Sono solo strumenti. Ma bisogna essere in grado di farne a meno e capire come e quanto usarli. Così come non è un bene affidarsi sempre al compilatore senza studiarsi come ottimizzare gli algoritmi a mano con in-line assembly. Anche il miglior compilatore per x86, quello di Intel, spesso produce codice che è buono ma che manualmente può essere migliorato. Il cervello, la bravura ed il tempo dedicato da chi programma sono e restano la chiave per produrre un programma di livello professionale e fare la differenza.
          • Anonimo scrive:
            Re: Chi lo ha provato?

            Il cervello, la bravura ed il tempo dedicato da
            chi programma sono e restano la chiave per
            produrre un programma di livello professionale e
            fare la differenza.bisogna sempre chiedersi "cui prodest?"ottimizzare tanto per farlo e' inutileottimizzare un client email che passa il 99% del tempo ad aspettare input dall'utente lo e' altrettanto in certi ambitipiuttosto che mettersi a ottimizzare in assemblyspesso e' molto meglio usare strutture dati diverse,algoritmi diversi, workflow diversisiamo tutti orgogliosi dei nostri programmi super ottimizzati scritti magari su amigaio ancora mi ricordo il mio player di .flic scritto in assembly che girava in pochi K e faceva anche bicubic interpolation per raddoppiare la risoluzione (da 320x240 che era il massimo per i flic a 640x480) per un videogioco che stavo scrivendo ormai almeno 10-11 anni fa (e quando l'hd con i sorgenti e' esploso io sono morto con lui!!!)ma non e' piu' tempo per quelle coseormai bisogna demandare all'hw (e per questo servono ottimi driver e ottime librerie)la complessita del software e' cresciutaallora di certo non scrivero' il clone di iptables in c# (almeno finche non sara eseguito in HW) ma sicuramente beagle in c# e' un ottima ideapermette di focalizzarsi sul problema, con una perdita di performance e di memoria assolutamente trascurabiliIMHO
          • Anonimo scrive:
            Re: Chi lo ha provato?
            - Scritto da: Anonimo

            Il cervello, la bravura ed il tempo dedicato da

            chi programma sono e restano la chiave per

            produrre un programma di livello professionale e

            fare la differenza.

            bisogna sempre chiedersi "cui prodest?"
            ottimizzare tanto per farlo e' inutile
            ottimizzare un client email che passa il 99% del
            tempo ad aspettare input dall'utente lo e'
            altrettanto in certi ambiti

            piuttosto che mettersi a ottimizzare in assembly
            spesso e' molto meglio usare strutture dati
            diverse,
            algoritmi diversi, workflow diversi

            siamo tutti orgogliosi dei nostri programmi super
            ottimizzati scritti magari su amiga
            io ancora mi ricordo il mio player di .flic
            scritto in assembly che girava in pochi K e
            faceva anche bicubic interpolation per
            raddoppiare la risoluzione (da 320x240 che era il
            massimo per i flic a 640x480) per un videogioco
            che stavo scrivendo ormai almeno 10-11 anni fa (e
            quando l'hd con i sorgenti e' esploso io sono
            morto con lui!!!)

            ma non e' piu' tempo per quelle cose
            ormai bisogna demandare all'hw (e per questo
            servono ottimi driver e ottime librerie)
            la complessita del software e' cresciuta

            allora di certo non scrivero' il clone di
            iptables in c# (almeno finche non sara eseguito
            in HW) ma sicuramente beagle in c# e' un ottima
            idea
            permette di focalizzarsi sul problema, con una
            perdita di performance e di memoria assolutamente
            trascurabili

            IMHOSì vabbè, programmatore assembly.. ehh.. spuntano come funghi su questi forum. Pure la storiella strappalacrime sulla fine dell' hdu e del lavoro in assembly... vabbè. Sicuro.E poi per finire il tutto dire che scrivere codice in c# ha perdite trascurabili... iptables eseguito in hardware... che vorrebbe dire ? Perchè le strutture dati astratte dove si eseguono ? La RAM non è hardware ? La CPU ed i suoi registri non sono hardware ? Programmatore assembly.. sì.. un veterano.. vabbè. Sicuro. Bhà!
      • Anonimo scrive:
        Re: Chi lo ha provato?
        Oddio, e chi le vuole quelle schifezze??Basta semplicemente mettere tutto su un bel server CVS/SVN remoto e gestire tutto tramite TortoiseCVS/SVN!
      • Anonimo scrive:
        Re: Chi lo ha provato?
        - Scritto da: Anonimo
        Sfortunatamente, la limitazione più grande per me
        è la mancanza di supporto integrato ai meccanismi
        di controllo del codice sorgente, sia MS
        SourceSafe che esterni (Sourcegear Vault, etc).gli stumenti di debug ci sono.source safe non serve a niente
        • Anonimo scrive:
          Re: Chi lo ha provato?
          - Scritto da: Anonimo
          gli stumenti di debug ci sono.
          source safe non serve a nientee non ci sono più le mezze stagioni.AMEN
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi lo ha provato?
      - Scritto da: Anonimo
      Quali sono le limitazioni più importanti rispetto
      alle altre versioni?mancano gli stumenti per fare setup delle applicazioni
Chiudi i commenti