SSH, anche Microsoft avrà la sua shell sicura

Gli ingegneri di Redmond si preparano integrare una funzionalità SSH nella shell testuale avanzata di Windows, un travaso dal mondo Unix/Linux che include anche la partecipazione allo sviluppo del codice
Gli ingegneri di Redmond si preparano integrare una funzionalità SSH nella shell testuale avanzata di Windows, un travaso dal mondo Unix/Linux che include anche la partecipazione allo sviluppo del codice

Il team di PowerShell ha annunciato il supporto a OpenSSH , implementazione standard della shell sicura (SSH) del mondo open source per la gestione remota (e cifrata) di macchine Linux connesse in rete. Anche Windows avrà presto la sua shell SSH, promettono gli sviluppatori.

Redmond dice di voler contribuire in maniera diretta a OpenSSH, soprattutto nella realizzazione del codice necessario a implementare la shell cifrata sull’interfaccia a riga di comando avanzata PowerShell. Una volta conclusi i lavori, gli OS Windows comprendenti la suddetta shell avranno accesso sia alla versione client che a quella server di OpenSSH.

PowerShell è l’interfaccia consigliata da Microsoft per la gestione e l’amministrazione dei sistemi Windows più recenti, una shell particolarmente indicata per la realizzazione di script avanzati ma che è evidentemente destinata a fare anche da ponte alla gestione remota del sistema.
Oltre a permettere di gestire una macchina Windows da una postazione remota, poi, il team di PowerShell promette di realizzare una shell SSH capace di garantire l’interoperabilità con Linux in entrambe le direzioni.

La shell SSH nativa in arrivo su PowerShell dovrebbe rendere più facile il lavoro agli amministratori di sistema che si trovano a dover usare Windows, un lavoro che al momento richiede l’utilizzo di soluzioni software alternative come PuTTY.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

03 06 2015
Link copiato negli appunti