Steam, lo store si buca con facilità

Uno sviluppatore riesce a farsi pubblicare un gioco (che poi non è un gioco) senza passare per il processo di approvazione di Valve: uno "scherzo" che porta alla chiusura della falla

Roma – Uno sviluppatore autoidentificatosi come rubiimeow ha tirato un brutto scherzo a Valve Corporation, software house statunitense nota per alcune tra le serie videoludiche più apprezzate (Half-Life, Portal, Left 4 Dead) ma soprattutto per lo store di giochi PC in formato digitale Steam.

In sostanza, rubiimeow ha trovato e documentato il modo di bypassare completamente il controllo di Valve sulla pubblicazione di un gioco su Steam, una falla che è già stata chiusa dal publisher e che avrebbe potuto causare guai seri in caso di abuso da parte di cyber-criminali e di business senza scrupoli.

Il ricercatore è riuscito ad auto-pubblicarsi con Watch paint dry (cache Google), parodia videoludica in cui l’utente può assistere alla tinteggiatura di una parete, che è finito sullo store con qualche giorno di anticipo rispetto alla data originariamente fissata da rubiimeow (1 aprile).

Lo smanettone dice di essere riuscito nell’impresa modificando il codice AJAX di Steam e i valori impostati per la release, un metodo che tra l’altro non ha richiesto nemmeno il pagamento dei 100 dollari necessari agli sviluppatori indie per finire nel tritacarne del servizio Greenlight .

Lungi dall’essere un cracker alla ricerca di profitto, rubiimeow è infine entrato in contatto con Valve e ha permesso alla software house di chiudere la falla sfruttata per la pubblicazione di Watch paint dry.

Alfonso Maruccia /

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti