Super Pentium 4 al debutto

Intel corteggia gli harcore gamer e gli utenti di PC più esigenti con il nuovo P4 Extreme, che sfida il giovane Athlon 64 FX-51 e prepara la strada all'arrivo di Prescott

Santa Clara (USA) – È una CPU da quasi un migliaio di dollari quella che ieri Intel ha lanciato, con il nome di Pentium 4 Extreme Edition (EE), su quella stessa nicchia di mercato a cui AMD ha di recente dedicato il proprio Athlon 64 FX-51 : una nicchia composta soprattutto da utenti desktop particolarmente esigenti, in larga maggioranza rappresentati dai videogiocatori più incalliti.

Il P4 EE è il primo processore di Intel a portare nel mondo dei computer desktop una quantità di memoria cache di terzo livello, pari a 2 MB, tipica delle CPU dedicate ai server e alle workstation di fascia alta. Non è del resto un caso che, proprio come l’Athlon 64 FX-51 è in buona sostanza un Opteron rimarchiato come chip desktop, questa nuova incarnazione del P4 abbia in realtà molto più da spartire con la famiglia di chip per server e workstation di Intel, gli Xeon, che con i propri fratellini desktop.

Annunciato per la prima volta nel corso dell’Intel Developer Forum di settembre, il P4 EE gira ad una frequenza di clock di 3,2 GHz e supporta, come tutti i suoi più recenti simili, la tecnologia Hyper-Threading.

“Progettato appositamente per le comunità di videogamer e di appassionati di PC, il nuovo processore Intel Pentium 4 Extreme Edition con supporto per la tecnologia HT offre tutte le prestazioni necessarie per padroneggiare i programmi e i videogame più impegnativi”, ha affermato Bill Siu, vice president e general manager del Desktop Platforms Group di Intel. “Abbiamo aggiunto una cache di terzo livello on die da 2 MB, che offre un’esperienza di videogame più realistica se combinata con la tecnologia Intel HT”.

Basato sulla tecnologia di processo a 0,13 micron, il P4 EE adotta una cache di secondo livello da 512 KB e un bus di sistema a 800 MHz ed è compatibile con le attuali famiglie di chipset i865 e i875.

Bill Siu “La cache di terzo livello da 2 MB – ha spiegato Intel in un comunicato – è in grado di precaricare un buffer di immagini grafiche o un fotogramma video prima che siano richiesti dal processore, per offrire un throughput più elevato e maggiori velocità di riproduzione delle immagini durante l’accesso alla memoria e ai dispositivi di I/O. Il risultato si traduce in videogame più realistici e in prestazioni più elevate per l’editing di video”.

Intel sostiene che le prestazioni più elevate della CPU consentono ai produttori di videogiochi di “creare sofisticati motori fisici software, che garantiscono movimenti più realistici dei personaggi, e di intelligenza artificiale, che aumentano il realismo dei personaggi controllati dal computer”. Questo è ciò che AMD ha chiamato, in occasione del debutto della sua famiglia di Athlon 64, cinematic computing .

Alcuni analisti sostengono che il P4 EE non ha solo il compito di rivaleggiare con gli Athlon di fascia alta, ma anche quello di colmare in qualche modo il ritardo accumulato da Prescott , nome in codice di quella prossima famiglia di chip che succederà agli attuali P4.

L’incremento di prestazioni che il P4 EE è in grado di offrire agli utenti desktop ha però un prezzo: 925 dollari (in lotti da 1.000 unità), oltre 500 bigliettoni in più del prezzo del P4 a 3,2 GHz e oltre 190 dollari in più di quello dell’Athlon 64 FX-51. Decisamente un processore di nicchia.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Sono unici...
    ... come possiamo credere che uno strumento fatto da loro sia in grado di correggere dei bugs se gia' lo strumento potrebbe essere bacato di per se stesso???Bha!!! i misteri della fede.... e che fede
  • Anonimo scrive:
    Passare a Windows !!!
    rrrrrrrrrrrrrrrrrrrooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooootttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttt.
  • Anonimo scrive:
    Passare a Linux!!!
    HAhahahhhahhahhahahaHHHAa
    • Anonimo scrive:
      Re: Passare a Linux!!!
      - Scritto da: Anonimo
      HAhahahhhahhahhahahaHHHAa come non darti torto basta vedere il fervore che c'è intorno a rotor per capire che gli open linari sono anni indietro
  • Anonimo scrive:
    e Novell compra SUSE!!!
    e Novell compra SUSE!!! (linux)
    • Anonimo scrive:
      Re: e Novell compra SUSE!!!
      - Scritto da: Anonimo
      e Novell compra SUSE!!! (linux)link ?
    • Anonimo scrive:
      Re: e Novell compra SUSE!!!
      - Scritto da: Anonimo
      e Novell compra SUSE!!! (linux)... sarebbe un bene o un male ? ...
      • Anonimo scrive:
        Re: e Novell compra SUSE!!!
        - Scritto da: Anonimo
        ... sarebbe un bene o un male ? ...dal punto di vista enterprise sicuramente un bene, dal punto di vista desktop è difficile dirlo ora
        • Anonimo scrive:
          Re: e Novell compra SUSE!!!
          secondo me è un bene anche dal punto di vista desktopun po' di tempo fa novell ha acquisito Ximian (che fra le altre cose sviluppa un desktop abbastanza apprezzato dal mercato)suse+ximian+un po' di spinta commerciale seria che le grosse "corporate" dovrebbero avere...forse questa è la volta buona che i desktop linux comincino veramente a diffondersi (ovviamente parlo di uso soprattutto nelle aziende..)certo che Novell fra le "grandi" è la prima a fare una mossa così azzardata..forse dovrà pagarne un po' lo scotto...
    • Anonimo scrive:
      Re: e Novell compra SUSE!!!
      e approposito di compravendite:http://www.eweek.com/article2/0,4149,1370335,00.asp
  • Parliamone scrive:
    Y.A.S.C.A.T.
    Yet Another Source Code Audit Tool.Ma meglio cosi', meglio uno in piu' che uno in meno. Meglio poter scegliere cosa usare nei propri progetti. E gli utenti linux che trovano solo da ridire dovrebbero pensare a quando portano la liberta' di scelta come esempio dei vantaggi dell'open source, o passeranno per dei troll che usano due pesi e due misure.Just my 2 cents
  • Anonimo scrive:
    il problema non e' la quantita' ma
    la qualita'! Il bug RPC ha devastato i computer di mezzo mondo, rallentato internet, forzato migliaia di utenti e intere nazioni a ripensare sulla scelta del sistema operativo e il software closed source... e comunque ormai il marketing ha esaurito la sua spinta e nessuno crede piu' a parole come sicurezza in microsoft
    • Anonimo scrive:
      Re: il problema non e' la quantita' ma
      - Scritto da: Anonimo
      la qualita'! Il bug RPC ha devastato i
      computer di mezzo mondo, rallentato
      internet, forzato migliaia di utenti e
      intere nazioni a ripensare sulla scelta del
      sistema operativo e il software closed
      source... e comunque ormai il marketing ha
      esaurito la sua spinta e nessuno crede piu'
      a parole come sicurezza in microsoftSenza contare poi che il bug era stato risolto un mese e mezzo prima della diffusione di blaster. Se poi nessuno ha voglia di lanciare winupdate, beh, allora non c'è strada.
      • Anonimo scrive:
        Re: il problema non e' la quantita' ma

        Senza contare poi che il bug era stato
        risolto un mese e mezzo prima della
        diffusione di blaster. ti sbagli il bug era presente anche dopo la patch ufficiale di microsoft non leggi bugtraq?
  • debianaro scrive:
    Tutta roba gia esistente
    io col gcc abbinato al gdb mi esporto la tabella dei simboli per il debug e col profiler faccio l'analisi di copertura del codice.....tutto questo senza l'aiuto del trusting computing targato microsoft.se poi si programma ha oggetti java ha un framework junit che ti permette di integrare i test all'interno delle classi.IMHO microsoft cerca di vendere roba gia esistente
    • Zeross scrive:
      Re: Tutta roba gia esistente
      - Scritto da: debianaro
      IMHO microsoft cerca di vendere roba gia
      esistenteDove si parla di vendita scusa?Io nel testo non lo trovo; forse che su un desktop Linux la notizia compare diversa?Zeross
    • AlphaC scrive:
      Non ha tutti i torti
      - Scritto da: Anonimo
      e dopo la fase delirante, torna la lucidità
      e ti accorgi che la BCL di .NET è uno
      standard ISO, e che si può fare porting
      verso altre piattaforme senza pagare
      royalties...
      http://www.iso.org/iso/en/CatalogueDetailPage

      brutta cosa l'ignoranza, nevvero? :-DTu hai visto piattaforme di sviluppo .NET su piattaforma win competitive con Visual Studio? Io no quindi standard più standard meno l'effetto è lo stesso, perchè? Per lo stesso motivo per cui MS Office ha sbaragliato i concorrenti su piattaforma win, e non parliamo di qualità, che in questo caso assume una importanza di secondo piano rispetto alla strategia comune a casa MS: l' SO è MIO e agevolo le MIE applicazioni. D'altronde è più che giusto per questo penso che l'SO non dovrebbe essere di una sola azienda, Democrazia informatica :-)).Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Non ha tutti i torti

        Tu hai visto piattaforme di sviluppo .NET su
        piattaforma win competitive con Visual
        Studio? Ehm... Guarda che puoi sviluppare in C# per .NET anche usando l'acclamatissimo Eclipse, anche se io preferisco cmq VS .NET...
        Io no quindi standard più standard
        meno l'effetto è lo stesso, perchè? PErchè se sei ignorante la colpa non è nè mia, nè di altri... :-D
        Per lo
        stesso motivo per cui MS Office ha
        sbaragliato i concorrenti su piattaforma
        win, e non parliamo di qualità, che in
        questo caso assume una importanza di secondo
        piano rispetto alla strategia comune a casa
        MS: l' SO è MIO e agevolo le MIE
        applicazioni. D'altronde è più che giusto
        per questo penso che l'SO non dovrebbe
        essere di una sola azienda,
        certo certo... E gli asini volano, piovono caramelle e dopodomani arrivano i marziani...
        Democrazia informatica :-)).
        Anche un po' di cultura (informatica) non guasterebbe...
        Ciaociao.
    • Anonimo scrive:
      Re: Tutta roba gia esistente
      - Scritto da: debianaro
      IMHO microsoft cerca di vendere roba gia
      esistenteVeramente ? . . .no me ne ero accorto ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Tutta roba gia esistente
      - Scritto da: debianaro
      se poi si programma ha oggetti java ha un
      framework
      junit che ti permette di integrare i test
      all'interno delle classi.Infatti esiste anche NUnit, porting di JUnit su .NET.http://sf.net/projects/nunit... ma esiste da un pezzo. :|Aggiornarsi prego. 8)
    • Anonimo scrive:
      Re: Tutta roba gia esistente

      veniamo fuori con il solito strafottuto
      progetto mono, perche' nessuno con un po du
      sale in zucca mette in produzione quella
      robaConfermo mai mettere in produzione robe open soure :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Tutta roba gia esistente
      - Scritto da: Anonimo
      performance di .net, mi ricorda la pagina di
      download di wmp9 ... serviva IE per fare il
      download a causa di una non meglio
      specificata 'tecnologia' (peraltro
      inesistente)... ma bastava cambiare la
      stringa di identificazione di mozilla per
      mettere tutto a posto...Come dire... Vuoi WMP? Usa anche Explorer!Queste cose mi danno la nausea
  • Anonimo scrive:
    I server si attrezzano Apache
    Novembre 2003: nonostante siano ricchi sfondati, facciano pubblicita' a piene mani e detengano il monopolio del mercato:http://news.netcraft.com/archives/2003/11/03/november_2003_web_server_survey.htmlPare che per motivi di sicurezza, danaro , ______ (aggiuni il tuo) la gente stia attrezzando il proprio server con prodotti open-source. Io lo faccio da anni e senza i problemi che avevo prima (e che ancora ho al lavoro) con prodotti Microsoft.
    • opazz scrive:
      Re: I server si attrezzano Apache
      Beh anche IBM per il suo Websphere Application Server (Express o meno) V5 considera come unico "plugin" web supportato APACHE, sia su piattaforma OS400, sia meno.
    • Anonimo scrive:
      Re: I server si attrezzano Apache
      - Scritto da: Anonimo
      Novembre 2003: nonostante siano ricchi
      sfondati, facciano pubblicita' a piene mani ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^è vero, anche stasera alla tele hanno fatto quella penosa pubblicità ...zump zump zump...col sistema di transazione xml risparmiamo 5 cents...zump zump zump... abbiamo consolidato 100 domini in 4...zump zump zump
      • Anonimo scrive:
        Re: I server si attrezzano Apache

        è vero, anche stasera alla tele hanno fatto
        quella penosa pubblicità ...... perchè invece quelle di IBM con i router e gli hacker che giocavano a basket erano bellissime, vero? :)
    • Anonimo scrive:
      Re:I server inutilisi attrezzano Apache
      - Scritto da: Anonimo
      Novembre 2003: nonostante siano ricchi
      sfondati, facciano pubblicita' a piene mani
      e detengano il monopolio del mercato:

      http://news.netcraft.com/archives/2003/11/03/

      Pare che per motivi di sicurezza, danaro ,
      ______ (aggiuni il tuo) la gente stia
      attrezzando il proprio server con prodotti
      open-source. Io lo faccio da anni e senza i
      problemi che avevo prima (e che ancora ho al
      lavoro) con prodotti Microsoft.
      hai perfettamente ragione, in particolar modo se su 100 server che usano apache 99 di questi sono usati per ospitare il solito sito linaro realizzato con php-nuke.i siti veri che macinano soldi sono fatti con web server degni di questo nome altro che la beta instable eterna apache
  • Anonimo scrive:
    gli attrezzi del mestiere di M$ ...
    Pala , piccone e cazzuola...auauauuauuauauaauaauauaauauuauauauua
    • opazz scrive:
      [OT] gli attrezzi del mestiere di M$ ...
      No, i cerotti!
      • paulatz scrive:
        Re: [OT] gli attrezzi del mestiere di M$
        - Scritto da: opazz
        No, i cerotti!E tanta ma tanta vaselina!(scusate la trollata)
    • Anonimo scrive:
      Visual Studio
      Pala e piccone sono gli editor di testo paragonati a Visual Studio, un attrezzo geniale.W Linux, ma VS.NET e' spettacolare, e' la punta di diamante di Microsoft.Ps: si' ho provato Eclipse,Go-Mono, B.JBuilder, KDevelop e tanti altri.
      • Anonimo scrive:
        Re: Visual Studio
        Tant'è che, "giustamente", non si riesce neanche a controllare la formattazione XHTML del codice generato.VN.NET ti cambia tutto a proprio piacimento ...grande!
        • Anonimo scrive:
          Re: Visual Studio
          - Scritto da: Anonimo
          Tant'è che, "giustamente", non si riesce
          neanche a controllare la formattazione XHTML
          del codice generato.VN.NET ti cambia tutto a
          proprio piacimento ...
          grande!se l'unica pecca è questa allora è mille anni avanti a qualsiasi strumento Linux......Hai qualche commento più intelligente o sei riuscito solo a partorie questa trollata....
          • Anonimo scrive:
            Re: Visual Studio

            tutto questo, ovviamente, IMHOIMVHO invece dovresti farti un giro tra le opzioni e vedere se c'è qualche metodo per disabilitare la formattazione automatica e gli altri automatismi (che c'è) invece di venire qui a fare post assurdi!
          • Anonimo scrive:
            Re: Visual Studio
            - Scritto da: Anonimo


            tutto questo, ovviamente, IMHO


            IMVHO invece dovresti farti un giro tra le
            opzioni e vedere se c'è qualche metodo per
            disabilitare la formattazione automatica e
            gli altri automatismi (che c'è) invece di
            venire qui a fare post assurdi!
            uhu visual studio... vogliamo discutere del fatto che M$ costantemente crea strumenti di sviluppo a nastro fregandosene della retrocompatibilità e costringendo le aziende a spese enormi per 'aggiornare' VS ?Per quanto riguarda VB, io mi ricordo ancora alcune chicche tipo l'impossibilità di creare dockable bars per le appicazioni, conosco aziende che si sono dovute acquistare programmi a parte da lire 400.000 cadauno per creare quelle 'zzo di barre !
          • Zeross scrive:
            Re: Visual Studio
            - Scritto da: Anonimo

            uhu visual studio... vogliamo discutere del
            fatto che M$ costantemente crea strumenti di
            sviluppo a nastro fregandosene della
            retrocompatibilità e costringendo le aziende
            a spese enormi per 'aggiornare' VS ????Dì, hai bevuto?Dal 1998 al 2002 non si è vista una nuova versione di Visual Studio.Ora ne uscirà una nuova ogni anno (almeno fino al 2005) per integrare man mano le tecnologie che saranno introdotte da Yukon e Longhorn.Inoltre fino al 30 settembre chi aveva acquistato Visual Studio.NET 2002 poteva passare alla versione 2003 pagando solo le spese dei supporti e spedizione.Altro che spese enormi, ma fammi il piacere!
            Per quanto riguarda VB, io mi ricordo ancora
            alcune chicche tipo l'impossibilità di
            creare dockable bars per le appicazioni,
            conosco aziende che si sono dovute
            acquistare programmi a parte da lire 400.000
            cadauno per creare quelle 'zzo di barre !E con ciò?E' dai tempi di VB2 che esiste un fiorente mercato di componenti di terze parti (all'epoca i VBX), son lì apposta per essere comprati.Oppure se non vuoi/puoi spendere te li crei! Hai un linguaggio di programmazione sotto le mani o sbaglio?Sapessi quanti componenti mi sono creato io in questi anni...Zeross
          • Anonimo scrive:
            Re: Visual Studio
            - Scritto da: Zeross
            - Scritto da: Anonimo



            uhu visual studio... vogliamo discutere
            del

            fatto che M$ costantemente crea strumenti
            di

            sviluppo a nastro fregandosene della

            retrocompatibilità e costringendo le
            aziende

            a spese enormi per 'aggiornare' VS ?

            ???
            Dì, hai bevuto?
            Dal 1998 al 2002 non si è vista una nuova
            versione di Visual Studio.si
            Ora ne uscirà una nuova ogni anno ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^uauauauauuauauuauaauauauauauauuauuuauuaua

            Inoltre fino al 30 settembre chi aveva
            acquistato Visual Studio.NET 2002 poteva
            passare alla versione 2003 pagando solo le
            spese dei supporti e spedizione.
            Altro che spese enormi, ma fammi il piacere!fino al 30 settembre eh ? e chi lo deve fare dopo cosa fa ? si attacca ?



            Per quanto riguarda VB, io mi ricordo
            ancora

            alcune chicche tipo l'impossibilità di

            creare dockable bars per le appicazioni,

            conosco aziende che si sono dovute

            acquistare programmi a parte da lire
            400.000

            cadauno per creare quelle 'zzo di barre !

            E con ciò?
            E' dai tempi di VB2 che esiste un fiorente
            mercato di componenti di terze parti
            (all'epoca i VBX), son lì apposta per essere
            comprati.
            Oppure se non vuoi/puoi spendere te li crei!
            Hai un linguaggio di programmazione sotto le
            mani o sbaglio?
            Sapessi quanti componenti mi sono creato io
            in questi anni...Che M$ non l'abbia incluso è il colmo...
          • Zeross scrive:
            Re: Visual Studio
            - Scritto da: Anonimo

            fino al 30 settembre eh ? e chi lo deve fare
            dopo cosa fa ? si attacca ?Mi sembra che 6 mesi di tempo per poterlo fare siano stati sufficienti.Visual Studio.NET 2003 è disponibile da Marzo!
            Che M$ non l'abbia incluso è il colmo...Guarda che il componente c'era, solo che era nelle MFC per VC++, però nessuno ti impediva di farne un ocx ed usarlo da VB... come sempre basta avere voglia di fare...Zeross
          • Zeross scrive:
            Re: Visual Studio
            - Scritto da: Anonimo

            fino al 30 settembre eh ? e chi lo deve fare
            dopo cosa fa ? si attacca ?Aggiornamento 7/11: l'offerta è stata prolungata al 31 dicembre.===========Aggiorna a Visual Studio .NET 2003 a 31 ?!Hai Visual Studio .NET 2002 e non hai fatto in tempo ad aggiornare a Visual Studio .NET 2003? Da adesso, entro e non oltre il 31 dicembre 2003, hai l?opportunità di aggiornare al costo di 31 ? comprendente anche le spese di spedizione.Puoi ordinare l?aggiornamento della tua edizione di Visual Studio all?indirizzo http://www.msdeveloperproductivity.com/upgrade.asp.===========Zeross
          • Anonimo scrive:
            Re: Visual Studio
            Visual Studio non e' Frontpage.Io lo trovo fantastico per sviluppare in C#.DE gustibus
      • Anonimo scrive:
        Re: Visual Studio
        - Scritto da: Anonimo
        Pala e piccone sono gli editor di testo
        paragonati a Visual Studio, un attrezzo
        geniale.

        W Linux, ma VS.NET e' spettacolare, e' la
        punta di diamante di Microsoft.

        Ps: si' ho provato Eclipse,Go-Mono,
        B.JBuilder, KDevelop e tanti altri.


        Potevo dire questo di VS6 una suite onesta ma NET proprio no, inutilmente complesso, Together Control Center e' anni luce avanti
        • Anonimo scrive:
          Re: Visual Studio
          - Scritto da: Anonimo


          - Scritto da: Anonimo

          Pala e piccone sono gli editor di testo

          paragonati a Visual Studio, un attrezzo

          geniale.



          W Linux, ma VS.NET e' spettacolare, e' la

          punta di diamante di Microsoft.



          Ps: si' ho provato Eclipse,Go-Mono,

          B.JBuilder, KDevelop e tanti altri.






          Potevo dire questo di VS6 una suite onesta
          ma NET proprio no, inutilmente complesso,
          Together Control Center e' anni luce avantiChe è anni luce indietro come pesantezza però. Non è affatto male per la progettazione, ma quando si inizia a fare progetti abbastanza grandi, la "potenza di java" fa bella mostra di se.
      • Anonimo scrive:
        Re: Visual Studio
        io pure ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: gli attrezzi del mestiere di M$ ...
      - Scritto da: Anonimo

      Pala , piccone e cazzuola...


      auauauuauuauauaauaauauaauauuauauauua(troll)E quelli di linzozz? Il garbage-collector
Chiudi i commenti